Page 1

Per una casa sicura e a prova di consumi IN CUCINA

Il frigorifero: disponibile sul mercato con una vasta gamma di modelli sempre più alla moda e adatti a qualsiasi tipo di esigenza, il frigorifero è ormai diventato un

Il focolare del terzo millenio Cucina Crystal con ante decorate dal designer Karim Rashid di Scavolini. A destra il frigorifero Santo 75380KG2 di Aeg, in classe A+, capacità 285l

vero e proprio oggetto d’arredamento indipendente. Restando in funzione per 24 ore su 24 è importante scegliere un modello a basso consumo: per questo è indispensabile consultare l’etichetta energetica Energy Label che obbligatoriamente accompagna ogni apparecchio e in cui sono riportati i suoi dati tecnici e energetici. Quando si acquista un frigo, è importante scegliere quello più adatto alle esigenze della famiglia e optare per un modello a sbrinamento automatico o semiautomatico per evitare di doverne interrompere e poi riavviarne il funzionamento, processo che comporta un notevole dispendio energetico. Il frigorifero va installato nel punto più fresco della cucina, lontano dalle fonti di calore e dalle finestre, facendo attenzione a lasciare uno spazio di almeno 10 cm tra la parete e il retro dell’apparecchio in modo che sia ben areato. È inoltre bene regolare il termostato su temperature intermedie per evitare inutili sprechi di energia: la temperatura

ideale è compresa tra +4° C nel punto più freddo e +10° C in quello più caldo. Si dovrebbe anche evitare di aprire spesso il frigorifero o di tenerlo aperto a lungo: l’apertura prolungata della porta è la prima causa dell’aumento del consumo di energia. Almeno una volta l’anno, bisogna ricordarsi di pulire il condensatore, la serpentina posta sul retro del frigorifero, per meglio conservare l’efficienza dell’apparecchio e per non aumentarne i consumi. Inoltre, vanno periodicamente controllate le guarnizioni di gomma della porta, avendo cura di sostituirle se consumate. Per quanto riguarda gli alimenti, questi vanno riposti in base alle specifiche esigenze di conservazione, ricordando che la zona più fredda del frigorifero è quella più in basso. Inoltre, va fatta particolare attenzione all’umidità, il nemico n. 1 della conservazione: questa va assorbita ponendo della carta da cucina sui ripiani più bassi del frigo.

LA MIA 1a casa

continua...


Il forno: negli ultimi anni, il forno elettrico ha quasi soppiantato il forno a gas grazie al vantaggio di una regolazione più precisa della temperatura che garantisce la cottura perfetta per ogni tipo di pietanza. Con il

Per pranzi leggeri Vaporex è un forno multifunzione con 9 funzioni di cui una combinata al vapore. FQV 90XE di Rex è disponibile con set vapore contenente teglia dietetica e sonda

forno elettrico, inoltre, non si rischiano pericolose perdite di gas. Tuttavia, questo tipo di forno viene sottoposto anche a 700 prove prima di ottenere la certificazione: dalla verifica della protezione delle parti in tensione (sicurezza elettrica), alla prova di riscaldamento delle parti interne ed esterne (sicurezza termica), fino alle prove di resistenza meccanica e di stabilità. Quando si sceglie di acquistare un forno elettrico è utile che il modello scelto possieda le funzioni adatte al tipo di cucina preferita dal consumatore. È indispensabile controllare durata e modalità della garanzia e assicurarsi che l’utilizzo del forno sia semplice. Va ricordato inoltre di pulire il forno dopo ogni uso, utilizzando unicamente gli appositi prodotti detergenti.

Oggi, in Europa, sei famiglie su dieci utilizzano il forno a microonde. Questo elettrodomestico ha infatti il vantaggio di cucinare, di scongelare e di riscaldare i cibi in pochi minuti. E soprattutto consente una cottura senza aggiunta di grassi, in quanto le microonde sfruttano solo quelli contenuti nei cibi. Per essere immesso nel mercato, un forno a microonde deve attenersi ai requisiti della norma CEI 61/202 (EN 60335-2-25), specifica per questo tipo di apparecchi, e superare diversi tipi di test: le prove per la sicurezza elettrica, le prove per la sicurezza meccanica, le prove per la sicurezza termica e, infine, le prove sulle microonde. Come per i forni elettrici, anche in questo caso è bene scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze culinarie e che possibilmente possieda accessori comodi quali il programmatore e la sonda di calore. Il forno a microonde non deve essere mai acceso vuoto e al suo interno non vanno mai riscaldati cibi contenuti in barattoli sigillati, che con il calore rischierebbero di esplodere. Bisogna ricordarsi di pulire regolarmente il forno all’interno e all’esterno con un panno umido, facendo particolare attenzione alla guarnizione della porta che va inoltre periodicamente controllata e in caso sostituita da un tecnico qualificato. La lavastoviglie: della lavastoviglie ormai non si può fare a meno: affidabile e sempre più silenziosa, permette di risparmiare tempo e di ridurre nettamente i consumi d’acqua e di energia. Anche per le lavatrici è obbligatoria l’apposizione dell’etichetta informativa sui consumi energetici (Energy label) che in-

Intelligente Jet Chef Premium di Whirlpool ha 84 ricette pre-programmate con cottura Crisp, a vapore e tradizionale

dica la classe di efficienza energetica dell’apparecchio. È fondamentale sceglierne una a basso consumo energetico, dunque vicino al livello A. Quando si acquista una lavastoviglie bisogna controllare anche l'efficacia di lavaggio e di asciugatura piatti. Va ricordato di utilizzare la lavastoviglie solo a pieno carico e di usufruire del ciclo economico per le stoviglie poco sporche. È bene anche non usare spesso il programma di asciugatura, ma piuttosto lasciare aperto lo sportello. È inoltre importante pulire rego-

Supercompatta Mini lavastoviglie adatta per piccoli spazi. SKS60E18EU di Bosch può contenere fino a 6 coperti. Altezza cm 45, classe A

LA MIA 1a casa

continua...


Tranquilli in bagno Il bagno è un luogo rilassante ma spesso può trasformarsi in un ambiente pericoloso. L'acqua, soprattutto a contatto con sapone aumenta notevolmente il rischio di scivolare. Per quanto riguarda i materiali il mosaico garantisce meno scivolosità in confronto alla ceramica o alle piastrelle. Nella foto un bagno Ikea

larmente il filtro e gli ugelli degli spruzzatori, lavare periodicamente la guarnizione in gomma dello sportello e usare solo detersivi specifici per le stoviglie senza eccedere nel dosaggio. Quando si va in vacanza o si prevedono lunghi periodi d’inattività dell’elettrodomestico, ricordarsi di staccare la spina e chiudere l’acqua. Sia le lavastoviglie sia i singoli componenti sono sottoposti a numerosi verifiche: oltre alle le prove di resistenza meccanica, di resistenza all’umidità e di tracimazione dell’acqua, sono fondamentali quelle sui materiali: ad esempio le gomme utilizzate nei raccordi non devono risultare deteriorabili; oppure tutti i materiali delle superfici poste in prossimità di fonti di calore o di passaggi di corrente devono essere resistenti al fuoco che potrebbe eventualmente sprigionarsi.

IN BAGNO

Asciugacapelli: prima di acquistare un asciugacapelli, è importante conoscere e valutare alcune sue caratteristiche fondamentali come la velocità di asciugatura e la regolazione della temperatura. Ma occorre soprattutto verificare che sia dotato di tutti i seguenti dispositivi di sicurezza: il dispositivo di antisurriscaldamento, la protezione antiscossa, il sensore di accensione/spegnimento automatici, il filtro asportabile, la guaina gommata di protezione per il cavo di alimentazione e i gommini antiscivolo. Purtroppo molti asciugacapelli oggi in commercio non risultano completamente a norma: può capitare ad esempio, che il materiale del cavo di alimentazione sia scadente o inappropriato, che gli isolamenti delle parti in tensione siano inadeguati o che, ancora, i collegamenti dei conduttori interni siano mal realiz-

zati. Per evitare di correre rischi è importante acquistare prodotti certificati che siano stati costruiti a regola d’arte, nel rispetto delle specifiche norme di sicurezza che per gli elettrodomestici riguardano essenzialmente tre aspetti: sicurezza elettrica, sicurezza meccanica e sicurezza relativa al riscaldamento. Quando si utilizza un phon, la prima regola da ricordare è sicuramente quella di non maneggiarlo con le mani bagnate e di non stare mai vicino all’acqua mentre ci si asciuga i capelli. Inoltre, non provvedere mai con il fai da te per riparare o sostituire qualsiasi parte danneggiata dell’apparecchio ma rivolgersi ad un tecnico qualificato. L’asciugacapelli va sempre spento, anche se per pochi secondi e la griglia di areazione va spesso pulita per evitarne il surriscaldamento. Per la salute dei capelli, infine, è bene tenere l’asciugacapelli a una distanza di almeno 20 cm dalla cute ed evitare di asciugarli a una temperatura troppo elevata.

Asciutti in sicurezza Remington Style Pro D5015 da 2100 Watt, 3 temperature e 2 velocità. Sotto, asciugacapelli con 3 temperature e 2 impostazioni per regolare il flusso. 1886S Nutri Hair System di Imetec

LA MIA 1a casa

continua...


Se si considera che l’utilizzo di questi apparecchi prevede di immergersi nell'acqua azionata da un motore elettrico posto a pochi centimetri di distanza, si comprende come sia assolutamente necessario che l’intero impianto sia sicuro e a norma. Innanzitutto, l'impianto elettrico deve avere necessariamente la messa a terra; inoltre, per ragioni di sicurezza, si deve realizzare un collegamento equipotenziale fra tutte le masse metalliche situate nelle vicinanze dell'idromassaggio. Infine, la connessione tra l'impianto elettrico e l'idromassaggio deve essere fissa e protetta contro la penetrazione di liquidi e deve essere presente un interruttore differenziale. L’idromassaggio viene sottoposto a innumerevoli prove prima di ottenere la certificazione: ci sono prove sulla protezione da contatti diretti o indiretti; poi ci sono le prove sull'assoluta ermeticità delle parti elettriche, durante le quali il motore viene investito direttamente da potenti getti Bollicine per tutti È una vera e propria spa la vasca idromassaggio di Jacuzzi per quattro persone. In catalogo potete trovarne di tanti tipi, accessoriate con getti e massaggi di vario tipo. In basso, di Teuco la vasca Ysola H552 Hydrosonic un massaggio capace di offrire risultati di benessere mirati e differenziati

Idromassaggio: inutile ricordare gli innumerevoli effetti benefici dell’idromassaggio: rigenera e tonifica il corpo, rilassa i muscoli, stimola la circolazione, combatte la cellulite, l’insonnia e l’insufficienza venosa. Tuttavia bisogna sempre tenere presente il fatto che, in questi apparecchi, l’impianto è alimentato da un motore elettrico di almeno un migliaio di watt di potenza. Nelle cabine doccia il motore è inserito in un apposito pannello di comando, adeguatamente protetto dalla penetrazione dell'acqua, mentre nelle vasche idromassaggio è installato tra la vasca e i pannelli che la chiudono, in modo che sia accessibile in caso di cattivo funzionamento.

d'acqua al fine di simulare un'eventuale perdita o addirittura una rottura delle tubature; altre prove riguardano l'efficienza dei comandi, il drenaggio dell'acqua e le prestazioni dell'impianto in situazioni di guasto o di uso errato. Per godere a fondo e in totale sicurezza dei benefici dell’idromassaggio bisogna seguire alla lettera alcuni importanti consigli pratici: innanzitutto, seguire sempre le norme per l’installazione e non procedere mai con il fai da te. Non bisogna mai usare apparecchi elettrici in prossimità della vasca o della cabina doccia in funzione. È indispensabile non utilizzare prodotti che sviluppino schiuma durante l’idromassaggio e igienizzare la vasca solo per pochi secondi e solo con prodotti specifici, qualora non fosse dotata di un sistema automatico per la disinfezione. Nell’acquisto di un idromassaggio, infine, è bene scegliere un modello che possieda un ingresso facile, con maniglioni, sedile e base d’appoggio a prova di scivolata anche quando mani e piedi sono bagnati.

A tutto vapore Cabina doccia idromassaggio e a vapore Jacuzzi ESSTEAM 90

LA MIA 1a casa

continua...


IN SALOTTO

Il televisore: ed ecco l’elettrodomestico in assoluto più presente e più utilizzato nelle case degli italiani. Per i televisori, i problemi di sicurezza riguardano soprattutto il pericolo di implosione del cinescopio (il tubo a raggi catodici), qualora questo venisse colpito violentemente con un oggetto solido o se l’apparecchio dovesse cadere dal suo supporto.

Quasi come al cinema Televisione e sistema audio per una visione perfetta. Importante è collocare nella giusta posizione tutti gli apparecchi. Nella foto un soggiorno con impianto Home theare di B&O

Un altro pericolo non trascurabile può derivare dall’eccessivo riscaldamento dell’apparecchio a fronte di uso prolungato, guasti o malfunzionamenti che possono degenerare in veri e propri incendi o danni permanenti agli isolamenti che proteggono la tv dai rischi elettrici. Occorre quindi fare particolare attenzione a collocare il televisore in uno spazio in cui sia garantita la corretta ventilazione dell’elettrodomestico per non correre il rischio di surriscaldamento. I televisori, che siano i vecchi tubi catodici o i moderni apparecchi al plasma, devono rigorosamente rispettare la norma EN 60065, che fissa le prescrizioni di sicurezza per tutte le apparecchiature audio e video in generale e pre-

vede una serie di prove e verifiche costruttive finalizzate ad evitare i danni di scosse elettriche, surriscaldamento, radiazioni, implosioni e incendi. Quando si acquista un televisore, oltre ad aver la garanzia che si tratti di un elettrodomestico a norma e certificato, bisognerebbe anche controllarne la potenza: se è bassa, progettazione e fabbricazione sono più accurate e il televisore durerà più a lungo. È bene inoltre tenere in mente una serie di

consigli pratici per l’utilizzo e la manutenzione della tv a cominciare dalla pulizia, per la quale non vanno assolutamente utilizzati detersivi liquidi o in spray. Inoltre, bisogna controllare con attenzione tutti i collegamenti elettrici e preferire le “ciabatte” alle spine multiple. È importante, almeno una volta la settimana, spegnere l’interruttore anche per permettere, alla riaccensione, di smagnetizzare completamente il fosforo presente sullo schermo ed evitarne il deterioramento; inoltre, quando ci si assenta per un lungo periodo, è bene spegnere l’interruttore posto sull’apparecchio e staccare il cavo dell’antenna e, in generale, non lasciare troppo tempo il televisore in “stand by”.

Il condizionatore: per garantirsi un corretto funzionamento del condizionatore non occorrono speciali attenzioni. Tuttavia è opportuno, come sempre, seguire alcune semplici regole di buon senso anche perché sul mercato si possono trovare condizionatori che non rispettano le norme di sicurezza e che possono essere fonte di pericoli. Anzitutto, bisogna accertarsi che nei modelli Split l'elemento esterno sia posizionato in modo sicuro e, preferibilmente, in una zona non troppo esposta al sole. In secondo luogo, il "tubo di scarico" del Monoblocco o la canaletta di raccordo dello Split non devono mai essere piegati in modo da formare angoli troppo stretti né devono essere schiacciati (ad esempio, fra i battenti della finestra). A tale proposito, va ricordato che fra le dotazioni dei condizionatori è di solito compreso anche uno speciale componente (una ventosa con una cordicella) da applicare sulla finestra per impedire che questa si apra più dello stretto necessario che occorre per far passare i tubi. Inoltre, non bisogna mai trascurare la periodica pulizia del filtro, attraverso cui passa l'aria da raffreddare. Il filtro va estratto, spazzolato e lavato, senza ricorrere a solventi o altri preparati chimici, almeno una volta la settimana, non solo per garantire un flusso d'aria costante, ma anche per "pulire" l'aria che si respira (il filtro, naturalmente, va reinserito solo quando è perfettamente asciutto). Bisogna poi ricordarsi che i condizionatori necessitano solitamente della messa a terra e quindi che l'impianto elettrico abbia il circuito di messa a terra. Prima di effettuare qualsiasi operazione di manutenzione, è indispensabile staccare la spina di alimentazione e mantenere l'apparecchio in posizione verticale quando lo si trasporta. Non sistemare sopra o davanti all'apparecchio vasi di fiori, tendaggi e altri oggetti che potrebbero ostruire il corretto passaggio dell'aria. Infine, quando si ripone l’apparecchio a fine stagione, ricordarsi di proteggerlo dalla polvere avvolgendolo in un sacchetto o utilizzando qualsiasi altra copertura.

Benessere controllato Aria fresca in soggiono con i nuovi sistemi di climatizzazione Ururu Multi di Daikin che consentono un controllo dell’aria interna, grazie alla regolazione della temperatura, del livello igrometrico e all’immisione di aria primaria dall’esterno

LA MIA 1a casa

continua...


Le luci di Natale: il salotto è solitamente la stanza più addobbata in occasione del Natale. Ma le decorazioni non vanno scelte unicamente per la forma, il colore e il prezzo, bensì per la sicurezza dei componenti. Il principio delle luci di Natale è pur sempre quello di un impianto elettrico e purtroppo, negli ultimi anni, si è registrato un alto numero d’incidenti gravi legato all’uso di decorazioni natalizie contraffatte o non costruite a norma. Sono circa 200 le prove cui vengono sottoposte le catene luminose al fine di escludere sia il rischio di scosse elettriche sia quello d'incendio. Ovviamente, il primo consiglio è quello di non comprare prodotti di dubbia provenienza presso rivenditori non qualificati ma scegliere sempre prodotti in regola e correttamente certificati, con etichette che riportano il nome dell’azienda produttrice e la provenienza, che hanno le istruzioni in italiano e che specificano se il prodotto è destinato a uso interno o esterno. Prima dell’acquisto va anche verificato che la confezione sia integra. Qualora si decidesse di usare le decorazioni dell’anno precedente, bisogna ispezionare attentamente lo stato di spina, filo e luci. Se si decide di appendere o fissare una catena luminosa, è bene evitare l'utilizzo di ganci metallici in quanto, in caso di dispersione di corrente, fungerebbero da conduttori. Per lo stesso motivo, è opportuno controllare che la catena luminosa non sia a contatto con altre decorazioni in metallo. Se è necessario sostituire una lampadina difettosa o bruciata, bisogna ricordarsi di sostituirla esclusivamente con un’altra dello stesso tipo e di pari tensione e, se questo non fosse possibile, sostituire l’intera catena luminosa. È sconsigliabile lasciare incustoditi l’albero e il presepe quando sono illuminati o lasciarli accesi di notte. Infine, nel caso si utilizzino alberi veri, sarebbe il caso di verificare che le prese multiple non stiano a contatto con il terriccio, per evitare i rischi di dispersione.

IN LAVANDERIA

Il ferro da stiro: è l’elettrodomestico più diffuso, ogni famiglia italiana ne possiede mediamente due e può scegliere tra una sempre più vasta gamma di modelli. Gli apparecchi certificati hanno superato moltissime prove, tra cui protezione nei confronti dei contatti diretti e indiretti, prove di riscaldamento, di durata, di funzionamento anormale, di stabilità, di resistenza meccanica, di resistenza all’umidità, al calore, al fuoco e alle correnti superficiali, di protezione contro la ruggine e di resistenza di isolamento. Prima di acquistare un ferro da stiro, è necessario valutarne alcuni elementi: la piastra, che oltre a ripartire il calore in modo uniforme senza surriscaldarsi e a facilitare lo scivolamento del ferro, deve resistere a graffi e scalfitture che possono essere provocati da bottoni o cerniere; il peso, che deve essere compreso fra 1 e 2 kg; l’erogazione del vapore, di circa 12-15 g al minuto, che deve essere regolabile per poter utilizzare l’apparecchio su tutti i tipi di tessuto. Tra i piccoli elettrodomestici, il ferro da stiro è uno di quelli che consuma più energia; soprattutto in fase di riscaldamento, si possono consumare fino a 1,5 – 2 kW. Poiché, di norma, la disponibilità media di energia elettrica per le famiglie è di 3 kW bisogna evitare di utilizzare il ferro da stiro insieme ad altri elettrodomestici a consumo elevato come, ad esempio, lavatrici o lavastoviglie. L’utilizzo del ferro da stiro richiede alcune semplici ma fondamentali accortezze: non cominciare a stirare fino a quando la spia del riscaldamento non è accesa. Non stirare con le mani bagnate o su un pavimento umido e non avvicinarsi al ferro caldo con abiti in tessuto infiammabile. Ricordarsi inoltre di non appoggiare mai il ferro direttamente sull’asse da stiro, ma tenerlo in posizione verticale sistemandolo sull’apposita griglia in metallo. Prima di effettuare il rabbocco dell’acqua nel serbatoio, staccare sempre la spina. Evitare inoltre di riempire troppo il serbatoio, o di riempirlo con miscele di smacchiatori e simili. È importante poi non toccare con la piastra calda il cavo di alimentazione, non arrotolare strettamente il

cordone intorno all’apparecchio e tenere pulita la piastra del ferro e, in particolare, i fori di uscita del vapore. Come per gli altri elettrodomestici, infine, è importante controllarne regolarmente i componenti e farli sostituire esclusivamente da personale tecnico qualificato, senza procedere con il fai da te. L’asciugatrice e la lavasciuga: questi elettrodomestici rappresentano la soluzione più rapida ed igienica per avere un bucato perfetto e facile da stirare. Sceglierli non è semplice, bisogna considerare diversi fattori, come il numero di persone di cui è composta la famiglia, lo spazio in casa a disposizione per l’elettrodomestico e il consumo di energia. Prima dell’acquisto, è necessario controllare attentamente l’etichetta informativa (obbligatoria per legge) che indica la classe di efficienza e il consumo di energia elettrica e scegliere un apparecchio a basso consumo energetico. Scegliete modelli dotati di controllo elettronico, dove l’umidità dei capi viene rilevata automaticamente e di conseguenza i tempi e i consumi vengono impostati automaticamente. Sull’etichetta informativa, inoltre, si trovano anche altre informazioni utili (Kg di capacità di carico, efficacia di lavaggio e centrifuga-

Una piega al risparmio L'innovativa funzione del ferro da stiro Philips, consente di sfruttare al 100% la potenza vapore per rimuovere efficacemente le pieghe. Inoltre, assicura un risparmio automatico del 20% di energia eliminando gli sprechi di vapore

LA MIA 1a casa

continua...


IN GARAGE

Centimetri preziosi Possono bastare pochi metri quadrati per organizzare una lavanderia ben attrezzata. I mobili giusti li trovate da Ceramica Dolomite, Xilon, Foppapedretti e Ikea

zione) che aiutano a scegliere il modello più adatto alle esigenze della famiglia. Dopo l’acquisto, è importante seguire anche alcuni consigli pratici per l’utilizzo: innanzitutto, è bene inserire i capi nell’asciugatrice dopo averli centrifugati almeno a 800 giri in modo da espellere tutta l’acqua possibile. Per un corretto funzionamento dell’asciugatrice e per un maggiore risparmio energetico è necessario mantenere sempre puliti i filtri e dividere i capi da asciugare a seconda della consistenza, in modo da programmare cicli omogenei per tipologia di biancheria. In ogni caso, utilizzarla, quando è possibile, solo a pieno carico o “a potenza ridotta” se per pochi indumenti. Per maggior sicurezza, è sconsigliabile mettere in funzione l’asciugatrice con le mani bagnate. Inoltre, in caso d’inattività prolungata, ricordarsi di staccare la spina e lasciare l’oblò aperto in modo che non si formino cattivi odori. Se posizionate l’asciugatrice sopra la lavatrice assicuratevi che sia fissata con gli appositi sostegni forniti dal produttore e che i piedini regolabili dell’apparecchio siano stabili. Se possibile, posizionate l’asciugatrice lontano dalle camere da letto in modo da farla funzionare anche di notte, con chiari vantaggi energetici.

Il bricolage: si tratta di una delle attività preferite dagli italiani nel loro tempo libero. Uomini e donne oggi si dedicano al fai da te utilizzando una vasta gamma di utensili per decorare, riparare e abbellire la propria casa risparmiando. Per questo è molto importante conoscere le differenze tra i principali attrezzi per il bricolage, riconoscere i prodotti affidabili e sicuri e imparare le norme di sicurezza che li riguardano. Per quanto riguarda, ad esempio, il trapano elettrico, l’utensile più utilizzato nel fai da te, è necessario scegliere il modello in base all’uso cui sarà destinato, valutando cioè se il trapano dovrà servire per piccoli lavoretti in casa oppure per riparazioni più impegnative. Per lo stesso motivo vanno valutati attentamente il fattore peso e l’ergonomicità dell’attrezzo, soprattutto se deve essere usato per molto tempo. Scegliere le punte in funzione del materiale da forare e ricordarsi che, per ottenere fori precisi, queste devono essere sempre ben affilate. Se si sceglie un trapano con mandrino auto serrante, la sostituzione delle punte risulterà più agevole. Anche per quanto riguarda le levigatrici elettriche è bene considerare il fattore peso e il fattore utilizzo. Se la levigatrice è utilizzata a lungo, è bene bloccare l’interruttore in posizione di marcia, per non dover premere costantemente il pulsante di funzionamento. È necessario inoltre mantenere le aperture di ventilazione sempre pulite e non ostruite e pulire regolarmente il motore soffiando con aria compressa.

Stringimi più forte La gamma di Trapani avvitatori a percussione a 12 V garantisce ottime prestazioni per gli amanti del fai-da-te sia in avvitatura sia in foratura nel legno, metallo, muratura e plastica. Di Black and Decker. Sotto, uno spazio lavoro ricavato in garage con mobili Ikea.

Quando invece si acquista una pistola termica, ricordarsi di scegliere un modello che consenta di graduare la temperatura in modo continuo. Durante l’utilizzo bisogna evitare di lavorare vicino a gas infiammabili o materiali combustibili, fare attenzione a non dirigere il getto d’aria calda verso la pelle e utilizzare guanti e occhiali. Mentre l’utensile è in funzione, non va toccato il tubo di uscita dell’aria e, a lavoro terminato, la pistola termica va sempre spenta e riposta. Infine, è importante controllare sempre che il foro di uscita d’aria non sia otturato e lasciar raffreddare l’apparecchio prima di avvolgere il cordone e di riporlo. Nella scelta di seghe e seghetti, altri fondamentali attrezzi per il bricolage, andrebbero prediletti i modelli che consentono di regolare la velocità in base al materiale utilizzato. Altri fattori determinanti nell’acquisto devono essere la lunghezza del cavo di alimentazione, ai fini di un utilizzo comodo e agevole, e la presenza delle necessarie protezioni in plastica che impediscono di venire a contatto con le lame. In caso di uso prolungato di questi utensili, è importante proteggere le orecchie dal rumore.

LA MIA 1a casa

continua...


LE VERIFICHE E I LABORATORI IMQ L’Istituto Italiano del Marchio di Qualità sottopone ogni elettrodomestico e ogni impianto a centinaia di test e verifiche prima di immetterlo sul mercato. Per questo motivo è fondamentale, prima di acquistare un prodotto, controllare che esso possieda la certificazione IMQ che attesta che quel prodotto è stato progettato e realizzato nel pieno rispetto delle normative di sicurezza vigenti. Dal 1998 l’Istituto Italiano del Marchio di Qualità ha rafforzato l’attività di supporto alle aziende e al consumatore finale, in particolare nei settori gas, elettrico e dei combustibili solidi, dotandosi dei laboratori di Primacontrol. Il laboratorio gas è fornito di tutti i tipi di gas di prova (riferimento e limite) europei ed

I CONSIGLI PRATICI DI IMQ Quando si sceglie un elettrodomestico, IMQ raccomanda di non inseguire la logica del risparmio ma di acquistarlo presso un rivenditore autorizzato. È inoltre fondamentale che sia specificata la provenienza dell’apparecchio, che sia stato correttamente certificato e che esponga il marchio IMQ.

extra europei, certificati con analisi gascromatografica. Nel laboratorio è possibile calcolare il rendimento delle caldaie e sono inoltre presenti le postazioni di prova per apparecchi di cottura domestica e professionale, di riscaldamento domestico e industriale e per il campeggio. Il laboratorio elettrico è fornito di alimentatori in grado di erogare potenze a tutte le tensioni e le frequenze in uso nel mondo. É possibile testare piccoli e grandi elettrodomestici statici o a motore, componenti, ecc. e nel laboratorio sono presenti la camera climatizzata, le attrezzature per prove di resistenza all’umidità e determinazione del grado IPX e le macchine per le prove di resistenza al calore e al fuoco per materie plastiche.

in base al numero di persone che ne usufruiranno e in base allo spazio dove verrà collocato. IMQ raccomanda di non

Si raccomanda inoltre di prendere visione dell’etichetta energetica dell’elettrodomestico dove sono descritti i dati tecnici e i consumi e di leggere attentamente il libretto d’istruzioni. È sempre consigliabile scegliere le funzioni, le caratteristiche e le dimensioni accendere e non utilizzare gli di un elettrodomestico in base elettrodomestici con le mani al reale utilizzo che se ne farà, bagnate, i vestiti umidi o

Nel laboratorio per gli apparecchi a combustibile solido è possibile misurare le polveri e altri parametri grazie ai dispositivi che permettono l’esecuzione delle prove secondo le normative europee. Sono disponibili i combustibili normalizzati (legno, pellets, ecc.) opportunamente stagionati e trattati, e diverse postazioni di prova per caminetti e termo caminetti, stufe e termo stufe, cucine e termo cucine, caldaie, stufe e termostufe a pellets, barbecue, ecc. In tutti e tre i laboratori, la sicurezza delle misure è garantita dall’alto livello di manutenzione e taratura degli strumenti di prima e seconda linea, per mantenere l’incertezza di misura entro i limiti ammessi e controllati dall’ente di accreditamento.

costituiti da materiale infiammabile o se i pavimenti sono bagnati. IMQ consiglia di sottoporre periodicamente gli impianti e

alla sostituzione o alla manutenzione dei componenti ma di rivolgersi sempre al personale qualificato. IMQ raccomanda di non abusare dell’utilizzo degli elettrodomestici al fine di limitare i consumi energetici. Si ricorda inoltre di spegnere l’elettrodomestico quando è necessario interromperne l’attività anche solo per pochi secondi e staccare la spina quando sono previsti lunghi periodi di inattività (ad esempio quando si parte per le vacanze estive).

Se ci sono bambini in casa, IMQ ricorda di verificare che le prese di corrente siano in ottimo stato e, in generale, che gli elettrodomestici non gli elettrodomestici a controlli siano alla loro portata e verifiche e di non specialmente quando in provvedere mai con il fai da te funzione. LA MIA 1a casa

Sicurezza in casa  

Dossier con tutte le indicazioni per avere una casa sicura e a prova di consumi.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you