Issuu on Google+

Fondato nel 1927

PASSA A TROVARCI riceverai un simpatico OMAGGIO

Servizio Revisioni Elettrauto Restauro auto d’epoca Diagnosi elettronica Ricarica aria condizionata

S TA D I O

AUTOFFICINA AUTO DUE V. del Pollaiolo 4/r FIRENZE Tel. 055.700816 www.autodue-firenze.com info@autodue.com

VIA BARACCA 157 A/B FIRENZE - TEL. 055 4377053

BIGLIETTI STADIO - LOTTO SUPERENALOTTO - GIOCHI SPORTIVI TUTTI I SERVIZI DI RICEVITORIA

6 MARZO 2011

FIORENTINA-CATANIA UN ESAME PER TUTTI

di Alessandro Rialti La gara di oggi con il Catania è un doppio esame, il primo è quello con il quale Sinisa Mihajlovic metterà tutta la squadra davanti al proprio orgoglio, il secondo è l’esame con il quale sarà la proprietà e la città a valutare non solo ogni singolo giocatore ma anche l’allenatore e la sua capacità di riaccendere il gruppo. Mihajlovic l’esame alla propria squadra lo ha iniziato già domenica scorsa prima nell’intervallo della gara e poi al termine di quel grigissimo pareggio. Parole dure per il giocatore più importante, Mutu e per i cosiddetti campioni ovvero Gilardino, Montolivo & c., ma anche per i giovani patinati alla Liajic.

RIPRENDITI LA TUA SQUADRA

CONTINUA a pag 3

NUOVA VERSO-S. PER GUIDARE TRE AUTO, NE BASTA UNA. Monovolume, station wagon e city car in un’auto unica.

Tua a partire da

In meno di 4 metri Verso-S ti offre un bagagliaio che raggiunge i 1388 litri di capacità grazie all’ all’Easy Flat System. I consumi più bassi della categoria categoria, fino a 25 km con un litro. Una tecnologia semplice e innovativa con sistema multimediale Toyota Touch, telecamera posteriore e cambio automatico con comandi al volante. Facile scegliere quando tutto è più facile.

14.500 €*.

Ti aspettiamo anche domenica 6.

Nuova Verso-S. The intuitive choice.

www.biauto.it

SESTO FIORENTINO Via S. Morese 9 T 055 4210736

FIRENZE NORD viale Guidoni 91 T 055 4377180

FIRENZE SUD via Ambrosoli 68 T 055 6503299

Today Tomorrow Toyota

BORGO S. LORENZO via Grassi - Loc. Rabatta T 055 8455015

*Offerta di lancio (prezzo chiavi in mano, I.P.T. esclusa) valida fino al 31/03/2011 con il contributo dei concessionari, relativa a Verso-S 1.3 versione base con cambio manuale. Immagine vettura indicativa. Valori massimi: consumo combinato 18,2 km/l. Emissioni CO2 127 g/km


DANTE MAGGESI SRL EDILIZIA

TERMOIDRAULICA

Via delle Rose 58 − Campi Bisenzio (FI) TEL. 0558999254

FAX 0558997193

info@dantemaggesi.it


www.brividospor tivo.it

domenica 6 marzo 2010

UN’IPOTECA PER IL FUTURO Il tecnico serbo ha continuato a premere anche martedì quando a Mutu ha detto senza una sola incertezza che la gara di oggi per lui potrebbe essere l’ultima da titolare se non sarà in grado di dare qualcosa di più, se non dimostrerà di aver voglia di giocare da Mutu e non da una sua pallida controfigura. E c’è da scommettere che anche oggi prima della gara Mihajlovic dirà a tutti che la gara con il Catania è una battaglia dalla quale si deve uscire assolutamente vincenti. Senza discussione, senza ripensamenti, senza attenuati future. Questo sarà l’esame al quale Mihajlovic sottoporrà tutti i componenti della squadra. Ma lui stesso, Sinisa, avrà poi da sottostare

a un altro esame, quello della città, almeno della parte di Firenze che nonostante le tante delusioni continua ad andare al Franchi, magari a tifare nonostante l’amarezza e la rabbia e della proprietà. Pure Mihajlovic dovrà dimostrare qualcosa, ovvero che ha la forza per dare davvero una scossa alla squadra, dimostrare di avere in pugno il gruppo e di saperlo spremere almeno per il succo che ancora contiene. E Mihajlovic sa benissimo che pure lui si gioca una parte del proprio futuro proprio in questo finale di stagione. Del campionato adesso interessa poco a chiunque ma c’è l’orgoglio da difendere. Dunque il tecnico non può permettere di planare miseramente

di

3

Editoriale

Alessandro Rialti

sulla falsariga di Bari. L’anno è stato sicuramente poco fortunato ma la fortuna bisogna anche andarsela a cercare. E’ vero che i Della Valle e Corvino vorrebbero continuare a investire in una parte di questo gruppo di giocatori e pure su Mihajlovic, ma hanno bisogno di una dimostrazione di vitalità, perché in caso contrario non potranno che scegliere la strada della rivoluzione totale, con cambi in ogni settore. Un’operazione, questa, rischiosa ma che diventerebbe ineluttabile qualora la Fiorentina non recuperasse almeno il proprio orgoglio di squadra. Poi, ovviamente, ci saranno i tifosi, con la loro delusione, con il loro desiderio di tumulare questo campionato e di aprirne uno nuovo. C’è stata polemica in quest’ultimo periodo per uno striscione del 7bello che metteva in discussione i Della Valle. Ma dietro l’ironia non esiste, crediamo, una frattura autentica e definitiva. Certo è che sul banco degli imputati oltre la squadra e a Mihajlovic vanno anche altri. E’ logico, non si vince e non si perde mai da soli.

Agenzia Genarale Firenze “Centro” Lucherini - Verdiani - Casati 50137 Firenze - V.le E. De Amicis, 201 Tel. (+39) 055612441 - Fax (+39) 055 6124699 Subagenzie: Firenze Ovest Via Perfetti Ricasoli, int. 36/B - Tel. 055 4361659

divisione FONDIARIA

Centro Servizi Assicurativi “Le Cure” Via Frà Bartolomeno, 2 - tel. 055 5001535 Porta al Prato Via II Prato, 58/r - Tel 055 219254


4

S TA D I O

speciale Fiorentina - Catania

Born to run di

Luca Caneschi

L’ILLUSTRE ESILIATO

Avrà fatto uno strano effetto a Diego Della Valle finire sulle pagine dei giornali nazionali, in pochi giorni, prima per una polemica con Cesare Geronzi sull’assetto di Assicurazioni Generali, colosso dell’economia italiana, e poi perché bersaglio di uno striscione ironico affisso allo stadio, nel quale

CO.BRA.MA. srl

veniva paragonato a Dante Aligheri, e questo non è certo un male, ma anche definito “illustre ciabattino”. In fondo questo fatto è, nel suo piccolo, emblematico di cosa può essere il calcio, fenomeno mediatico per eccellenza, e di quanto poco ci voglia per finire all’attenzione delle cronache rispetto a quanto, ne siamo sicuri, non avvenga per le notizie di cronaca finanziaria ben più importanti. Dal suo atteggiamento degli ultimi mesi, par di capire che il patron della Fiorentina questo aspetto lo abbia del tutto sottovalutato, ritenendo di poter dare alla società viola una gestione manageriale che traesse dai numeri la sua forza. E’ moderno questo, avrà pensato Diego sorridendo di fronte alle esternazioni pittoresche di qualche suo collega come Zamparini o Preziosi. Non è un caso che domenica scorsa, durante la radiocronaca della partita di Bari su Radio Blu, si sia più volte simpaticamente ed efficacemente fatto riferimento a quanto avrebbe detto Zamparini dopo la sconfitta sonora che i rosanero stavano subendo in casa con l’Udinese, ed a nessuno è venuto in mente come avrebbe invece

Via Don Lorenzo Perosi, 4 - Scandicci (FI) tel 055-753371 Fax 055-7575484 www.cobrama.it

commentato la famiglia proprietaria della Fiorentina un eventuale, poi verificatosi, risultato negativo della formazione di Mihajlovic. Questo distacco, che probabilmente gli imprenditori marchigiani considerano un tratto distintivo di stile e di forza, nel mondo del calcio diventa invece sinonimo di disinteresse, soprattutto se si accompagna ad una stagione che, se tutto va bene, sarà anonima per la propria squadra. Per questo ritengo Diego Della Valle non certo un “ciabattino”, perché anche se detto con ironia mal si attaglia ad uno dei principali protagonisti del mondo della produzione e della finanza del nostro paese, ma piuttosto un illustre esiliato, anche se volontario, da una città che dapprima ha sventolato bandierine con scritto “Della Valle la nostra famiglia”, e forse era esagerato, e che oggi invece appone lenzuoli di scherno e di contestazione. Un obbligo, però, i Della Valle ce l’hanno, ed è quello di dare un volto e un’anima alla società viola, far capire qual’è il loro progetto e su quello essere giudicati. Siamo nel 2011, ricordiamocelo, e in mancanza di aggiornamenti questo doveva essere l’anno dello scudetto. Sarà il caso di aggiornare i programmi?

Rivenditore autorizzato


www.brividospor tivo.it

domenica 6 marzo 2010

Nelle ultime quattro partite in casa ottenuta solo 1 vittoria

5

Presentazione di

Ruben Lopes Pegna

TORNARE ALLA LEGGE DEL FRANCHI Evitare altre figuracce. E’ questo l’obbligo che ha oggi la Fiorentina contro il Catania. I viola devono tornare a vincere dopo tre partite nelle quali hanno raccolto appena due punti. E possibilmente devono giocare anche bene, come avevano fatto a Palermo e per un’ora contro l’Inter. Poi, invece, c’è stato di nuovo il buio con i due pareggi con la Sampdoria e a Bari e soprattutto con due prestazioni davvero deludenti. La sfida con i siciliani comunque non è facile. Ma del resto questa Fiorentina è stata capace di complicarsi la vita contro qualsiasi avversaria. E quindi più che il valore in sé e per sé delle formazioni rivali ciò che conta e può preoccupare è il modo in cui la squadra di Mihajlovic interpreta la gara. Con le compagini di seconda fascia i viola, ad ogni modo, al Franchi hanno fatto quasi sempre bene, almeno fino agli inizi di gennaio. Invece, nelle ultime gare è cambiata questa tendenza positiva. E un dato lo testimonia perfettamente. Delle ultime quattro partite giocate davanti ai propri tifosi la Fiorentina ne ha vinta una soltanto, con il Genoa, a fronte di due pareggi, con il Lecce e con la Sampdoria, e di una sconfitta, con l’Inter. Il Catania che pure ha solo cinque punti meno della Fiorentina non può permettersi passi falsi, se vuole rimanere in serie A. Ha, infatti, solo quattro lunghezze di vantaggio sul Cesena, che è terzultimo. Tuttavia, in trasferta va veramente male e a Firenze cercherà di sfatare un tabù, quello di essere l’unica formazione a non avere mai vinto fuori casa. Quattro pareggi e nove sconfitte, con sette gol all’attivo e ventuno al passivo. Questo è il suo magro bottino nelle tredici partite disputate lontano dal Massimino. L’ambiente ora, però, è più tranquillo dopo il successo di domenica scorsa con il Genoa per 2-1. I giocatori rossazzurri vogliono dare un dispiacere al loro ex allenatore Mihajlovic. Il tecnico serbo, dal canto suo intanto, cercherà di caricare al massimo i suoi ragazzi. In questi undici incon-

ECCO UNA NOVITÀ il negozio di

BIANCHERIA INTIMA comodamente

A CASA TUA!

VISITA GRATUITA di un NOSTRO CONSULENTE

tri, compreso quello odierno, che restano da qui alla fine del campionato ci attendiamo delle prove d’orgoglio da parte della Fiorentina. E’ auspicabile che, in questo finale di stagione, i giocatori si impegnino al massimo, anche se non ci sono obiettivi specifici da raggiungere. Conquistare un posto in Europa League non ci sembra alla portata di questa squadra. Solo la matematica dà ancora delle possibilità ai viola. Tuttavia è importante che tutti onorino la maglia anche per rispetto nei confronti della società e della tifoseria. Ed è auspicabile, altresì, che venga dato ancora più spazio ai giovani da qui al termine del campionato, anche per capire il loro effettivo valore. Non sappiamo se elementi come Babacar, Carraro, Taddei, Agyei e Matos, tanto per citare alcuni dei giocatori più promettenti della Primavera di Buso siano già pronti per la prima squadra. Ecco. Le ultime partite possono servire proprio a questo, vale a dire a capire se dal vivaio la Fiorentina possa attingere per la prossima stagione alcuni elementi. Intanto c’è da pensare, comunque, a questa partita con il Catania. Nel girone d’andata la sfida del Massimino sancì il ritorno di Mutu in campo dopo la lunga squalifica. Ci piacerebbe che la gara di oggi sancisse il ritorno al gol del fenomeno rumeno, che finora ha realizzato soltanto una rete, con il Cagliari lo scorso 5 dicembre. I suoi gol possono regalare alla Fiorentina la vittoria e riportare un po’ di entusiasmo in tutto l’ambiente.

prenota il tuo nuovo impianto elettrico... TI REGALIAMO

UN FAVOLOSO LCD

Impianti

CENTRO POLITERAPICO TOSCANO di Improda Lucia

Prodotti ortopedici e sanitari Esposizione e vendita:

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI & INDUSTRIALI

ATENA 800

125 765

PRONTO INTERVENTO 7GG SU 7 24H SU 24

Marco 347 8369936

info@impiantibartolini.it

Via Taddeo Alderotti 26/28 Firenze

Tel. fax 055 4368221 improdalucia@yahoo.it


6

S TA D I O

speciale Fiorentina - Catania

L’Intervista di

Stefano Rizzo

L’attualità viola analizzata dal grande “unico 10”

COSI’ PARLO GIANCARLO

Pur impegnato nel grande appuntamento con l’Antognoni Day, Giancarlo Antognoni non si sottrae alle domande del Brivido Sportivo sull’attualità del momento viola. Si aspetta una grande prova della squadra viola contro il Catania? “Dopo la non brillante prova contro il Bari, noi tutti ci aspettiamo una rivalsa della Fiorentina. Mi auguro che gli uomini di Mihajlovic possano disputare una buona gara conquistando tre punti fondamentali per raggiungere quanto prima la salvezza”. Qual è la delusione più grande di questa Fiorentina? “E’ un insieme di cose. La classifica, il gioco, alcuni giocatori al di sotto delle aspettative, alcune scelte sbagliate. E’ a tutti gli effetti un’annata storta”. Punterebbe la prossima stagione ancora su Mihajlovic? “Non sta facendo bene, ma ha le sue attenuanti. I tanti infortuni, le situazioni negative, come il caso Mutu, non lo hanno aiutato. In questi ultimi mesi deve dimostrare di più”. Chi è favorito per lo scudetto, il Milan o l’Inter? E il Napoli è ormai tagliato fuori? “Non sarà facile per il Napoli, dopo la pesante sconfitta subìta contro il Milan, rientrare nella lotta scudetto. La formazione partenopea però rimane la squadra rivelazione di questo campionato. Le due milanesi invece si equivalgono. Il Milan

Idraulica A.G.F. snc opera sia nel campo dell’Edilizia che in quello dell’Idraulica • Impianti di riscaldamento • Impianti di bagni nuovi • Ristrutturazione appartamenti chiavi in mano • Ristrutturazione centrali termiche condominiali • Riparazioni varie e immediate senza diritto di chiamata • Sostituzioni caldaie • Assistenza per condomini

Via Delle Carra 8/r - Firenze Tel. Fax. 055/360194 cell. 336 321304 - 335 5955480 info@idraulicaagf.com w w w. i d r a u l i c a ag f . c o m

Acf Fiorentina, Firenze Parcheggi ed Ataf regalano al tifoso viola un sistema integrato posto ed autobus.

Durante ogni partita di campionato, sarà possibile sostare ai parcheggi del Parterre e di Piazza Alberti e da qui prendere autobus gratuiti e dedicati di Ataf per arrivare allo stadio velocemente, senza inutili file e senza perdere tempo a cercare posto per la propria auto.

Contribuisci a cambiare la mobilità a Firenze

ie

graz

ai V a l o a Vi info: 055 50302209


www.brividospor tivo.it

domenica 6 marzo 2010 Nella lotta salvezza, quale squadra, a parte il Bari, vede in difficoltà? “Mancano ancora 11 partite e sono tante. Chi arriverà a 40 punti sarà salvo e a parte il Bari, che è praticamente in Serie B, sia il Cesena che il Brescia hanno poche possibilità di salvarsi. Il Lecce, il Parma e il Catania sono squadre che hanno dimostrato più continuità. Però le sorprese sono dietro l’angolo e formazioni come il Chievo e la Sampdoria devono cogliere ancora dei punti utili per salvarsi”. Quali sensazioni per l’Antognoni’s Day?

L’intervista di

Stefano Rizzo

“Grande emozione, l’incontro con molti amici, tanti ex compagni della Fiorentina e della Nazionale campione del mondo dell’82. Un grazie all’amico Carlo Conti per aver detto si a questa grande festa, nella quale parlare del libro scritto con Luca Calamai “Antognoni, 10 modi per dirti ti amo” e del mio sito”. Grazie Giancarlo, dell’Antognoni Day parleremo ancora diffusamente nel numero del Brivido di martedì prossimo.

ha questo leggero vantaggio dovuto ai punti in più in classifica, ma il derby potrà essere molto decisivo”. La Roma e la Juventus potranno ancora lottare per il quarto posto? “La Juventus no. I bianconeri sono troppo attardati e hanno grosse difficoltà. La verità è che dopo Calciopoli la Juve ancora non ha trovato una sua propria identità. La Roma invece potrà lottare ad armi pari con la Lazio e l’Udinese, anche se la solidità dei biancocelesti potrebbe fare la differenza”.

OFFICINA

MARTINI & MIGLIORINI • Servizio revisioni tutte le marche • Assistenza • Riparazioni di ogni genere

7

• Manutenzione impianti • Lavorazioni meccaniche di precisione E MOLTO ALTRO...

autorizzato VIA VALDARNO, 4 - FIRENZE - TEL. 055 414604 - martiniemigliorini@tiscali.it


8

S TA D I O

speciale Fiorentina - Catania

On Air di

Cristina Botteri

Mea culpa. E non è certamente la prima volta che viene recitato in questa stagione, decisamente deludente. “A Bari abbiamo fatto ridere” - ha confessato il difensore viola Cesare Natali - “Sapevamo che la partita al San Nicola era fondamentale per raggiungere il prima possibile l’obiettivo salvezza. E’ giusto che la squadra si assuma le proprie responsabilità di fronte a prestazioni negative, non deve farlo solo l’allenatore”. La crisi viola tuttavia, dura ormai da un anno: “Al di là delle soddisfazioni che ci ha regalato l’Europa, in campionato è da marzo che non facciamo troppo bene. Eravamo partiti con la voglia di voltare pagina invece, infortuni ed altri fattori non hanno permesso alla squadra di esprimersi nelle migliori condizioni. Anche il mister ha avuto difficoltà a schierare sempre quella che può essere considerata sulla carta la formazione più forte”. Mentre attorno al Bari regnava un clima di contestazione, il prossimo avversario dei viola, il Catania, è reduce dalla vittoria sul Genoa: “Il calcio è fatto di tante situazioni, dobbiamo renderci

NATALI NON SI NASCONDE

conto che mancano undici partite e fino ad ora siamo stati deludenti. Tutte le avversarie hanno capacità e potenzialità per metterci in difficoltà, ma siamo consapevoli di dover giocare tutte le partite per vincere. Dobbiamo metterci qualcosa in più a livello di determinazione, non dobbiamo accontentarci”. Unica, o quasi, nota positiva di questa stagione, il passaggio in prima squadra di Camporese: “Quando un giocatore giovane ha la capacità e la forza di essere protagonista in positivo in un campionato competitivo come la Serie A non si può che riconoscerne i meriti. Ha dimostrato di essere all’altezza di partite molto importanti, per questo ha le potenzialità per fare una gran carriera”. Sull’unico 10, ed il suo probabile rientro in società: “Antognoni è una figura molto importante per la sua grande storia in viola. E a questa squadra, vuole rimanere legato”. Giocatori e allenatore, tutti sotto esame: “Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità, siamo noi che scendiamo in campo”. E allora, correre. Per vincere, bisogna correre.

bottiglieria ENOTECA LIQUORI DROGHERIA ALIMENTARI VINI DOLCIUMI SPUMANTI CHAMPAGNE OLI

ENOTECA LIQUORI DROGHERIA ALIMENTARI VINI DOLCIUMI S P U M A N T I CHAMPAGNE OLI ENOTECA

COMUNICAZIONE EFFICACE

COMUNICAZIONE PERSUASIVA

GESTIONE DEL TEMPO

ANALISI TRANSAZIONALE

ATTEGGIAMENTO MENTALE POSITIVO

Enrico Giannini

DA ANNI PRESENTE SUL MERCATO FIORENTINO con le migliori marche del settore enologico e liquoristico. AMPIA SCELTA di champagne e spumanti. Dolciumi, caramelle e favoloso cioccolato delle MIGLIORI MARCHE come Majani e Venchi ed artigiani del settore dolciario.

LINGUAGGIO DEL CORPO

Ai tifosi che presenteranno una copia di questo giornale la Bottiglieria Giannini praticherà uno sconto del 10% su i prodotti del negozio.

EMOTIONAL FITNESS - COACHING SPORTIVA

E ora e sempre: FORZA VIOLA!!!

PUBLIC SPEAKING

LEADERSHIP SKILLS

Per info e prenotazioni: ROBERTO DI STEFANO

320 2480307

ELISABETTA MARTELLONI

335 7055522

Collaboratori indipendenti

Via Giampaolo Orsini, 36/a Firenze tel 055-6810679 – fax 055-6585945 enricogiannini@tin.it – giannini.enrico@fastwebnet.it


www.brividospor tivo.it

Titoletto

TITOLO x

domenica 6 marzo 2010

Presentazione di

Ruben Lopes Pegna

9


www.brividospor tivo.it

LA RUOTA DELLA FORTUNA

Una ruota di diversi colori. Quattro per la precisione. Un concorrente. Mano destra ben salda, e via il primo giro. La ruota comincia a girare e girare e si ferma lì. Sullo spicchio di Diego della Valle. Ci manchi Diego. In questi momenti di buio, di sofferenza e di poca fiducia nel futuro, solo Diego ci può salvare. Che torni a tuonare come ai bei tempi, quando c’era l’Argonauta che voleva creare scompiglio nel calcio (e ahinoi c’è riuscito). Che torni allo stadio per incutere timore e rispetto alla gente ma anche al suo staff. Che prenda in mano la Fiorentina, e ci faccia capire quello che davvero vuole essere. Cosa sarà della squadra nel prossimo campionato, chi resterà e chi invece andrà via. E non solo di chi calca il terreno verde. Anche nelle alte sfere si vuole sapere se ci saranno dei cambiamenti. Perché la sensazione è che ce ne sia davvero tanto bisogno. E’ inutile girarci intorno. Il ciclo si è chiuso con la partenza per Coverciano di Prandelli. E in quest’ultima estate niente è stato fatto per farlo ripartire. Con la speranza che il vecchio potesse fare quanto in passato. E’ stato un errore, dati alla mano. Che tutti se ne rendano conto. La stagione è ormai finita. Ecco che arriva un altro giro di ruota. Questa volta si ferma su un altro spicchio. Si tratta della Fiorentina Primavera. L’unica soddisfazione che quest’anno ci è arrivata. Non solo ai tifosi, ma anche a tutta la società. Corvino per primo, dato che questo gruppo di ragazzi sono stati portati quasi tutti da lui. Come quei Camporese, Carraro, Seferovic e mettiamoci pure Babacar che già hanno visto la prima squadra, per poche o tante par-

tite, con buonissimi risultati. Il futuro, non domani s’intende, è meno tenebroso. Sperando che questi ragazzi non si perdano nei meandri dei soldi e della fama, ma che diventino quei bravi/ottimi giocatori di cui la Fiorentina necessita. Soprattutto di quei giocatori attaccati alla maglia, che sono cresciuti con il viola addosso, e che per quella maglia hanno rispetto, fiducia e amore. Un grazie va anche a Renato Buso, perché l’allenatore dei giovani non deve solo insegnare a stare in campo e a giocare a calcio, ma anche a crescere. Il conduttore incalza. Un altro giro è servito. Appare la faccia di Antognoni. In fondo, era l’unico che poteva far tornare l’emozione a Firenze. Emozioni che mancavano da più di un anno, dalla Champions League. Da quel goal di Gilardno ad Anfield e il Liverpool battuto all’ultimo minuto. Emozioni. Guai a parlare male di Antognoni, lo dice anche Pupo. Bisogna credergli. Quello che è stato e ha fatto lui per la Fiorentina mai nessuno lo potrà fare. Mai nessuno potrà eguagliare il suo mito. La sua leggenda. Però, oltre alla festa, c’’è qualcosa di più. C’è la possibilità da parte della Fiorentina di utilizzare l’immagine di Antognoni per avvicinarsi alla gente. Gente che di questi tempi è critica e svogliata di stare dietro a tutti i giochi che ci sono nello spogliatoio, nei procuratori e nella società. Come “l’unico dieci” vorrà provare, ancora una volta, ad esser presente a questo progetto Fiorentina che per un motivo o per un altro non l’hai mai fatto entrare. Nuovo giro nuova corsa. La ruota non si ferma. Ecco che rallenta. Altro spicchio. Corvino e Mihajlovic sono insieme su un terreno così precario

domenica 6 marzo 2010

11

Senza Filtro di

Federico Pettini

che devono stare attenti a dove mettono i piedi. Il ds viola ha avuto critiche da tutte le parti. Solo l’acquisto di Valon Behrami ha salvato il suo operato di almeno un paio d’anni. E non ci venisse a raccontare che Cerci lo voleva il Manchester City. Lo sceicco a capo degli inglesi compra Dzeko e David Silva, oltre ad avere Tevez e Balotelli. Credo, senza voler esser critico nel capellone di Valmontone, che siano degli acquisti migliori sotto tutti i punti di vista. Mihajlovic sa giocare con il 4-3-3 o almeno questa era l’idea. E per tutta la prima parte dell’anno, colpa appunto di un mercato non sufficiente, ha dovuto giocare con un altro modulo, il famoso quanto obsoleto 4-2-3-1, senza poi avere gli uomini necessari per farlo. Che poi ci metta nel suo nel perdere, pareggiare o non vincere la partite è evidente. Specie ora che ha quasi tutti i titolari a disposizione, tranne gli infortunati di lunga data. E allora i programmi vanno rivisti. Il futuro pare allontanare questi due persone da Firenze. Già girano le voci su Delio Rossi e Sabatiniche hanno fatto le valigie da Palermo. Non si sa. DI certo, in queste ultime undici giornate, Corvino e Mihajlovic si giocheranno non solo undici partite di calcio. Ma il futuro a Firenze. Di un anno, due o fine a fine carriera. Il giro è finito, anche se ce ne sarebbero altri da fare. Il concorrente non ha vinto niente o forse ha vinto tutto. Di certo, si aspetta al più presto un’altra ruota. Che non faccia parole o buoni propositi. Che non urli e non parli per due ore filate. Ma che dia risposte. Prima o dopo queste maledette, o benedette secondo i punti di vista, undici partite.

Studio Dentistico

Dr A. Ghazinoori Medico Chirurgo - Odontoiatra PReSSO Il nOSTRO STudIO:

• Implantologia

L’impLantoLogia è La migLiore aLternativa per tornare a SorriDere in un SoLo giorno con i tuoi Denti!

• Parodontologia • Protesi mobile e fissa • Ortodonzia • Sbiancamento • Cura dei bambini • Igiene orale www.ildentistadelsorriso.it e-mail: info@ildentistadelsorriso.it

Via V. Gioberti, 107/int - Firenze

Tel./Fax 0552480718

in pr fo c o of rm m e p S a g Le Sio zio r at ta na ne u me Le it n a t e

• R.x. panoramica


Giornata 22 - 30/01/2011 Cagliari – Bari 2 1 Lecce – Cesena 1 1 Brescia – Chievo 0 3 Lazio – Fiorentina 2 0 Catania – Milan 0 2 Inter – Palermo 3 2 Genoa – Parma 3 1 Bologna – Roma - Napoli – Sampdoria 4 0 Juventus – Udinese 1 2

Giornata 23 - 02/02/2011 Udinese – Bologna 1 1 Roma – Brescia 1 1 Sampdoria – Cagliari 0 1 Cesena – Catania 1 1 Fiorentina – Genoa 1 0 Bari – Inter 0 3 Palermo – Juventus 2 1 Milan – Lazio 0 0 Parma – Lecce 0 1 Chievo – Napoli 2 0

Giornata 24 - 06/02/2011 Brescia – Bari 2 0 Bologna – Catania 1 0 Napoli – Cesena 2 0 Lazio – Chievo 1 1 Parma – Fiorentina 1 1 Cagliari – Juventus 1 3 Genoa – Milan 1 1 Lecce – Palermo 2 4 Inter – Roma 5 3 Udinese – Sampdoria 2 0

Giornata 25 - 13/02/2011 Sampdoria – Bologna 3 1 Cagliari – Chievo 4 1 Palermo – Fiorentina 2 4 Bari – Genoa 0 0 Juventus – Inter 1 0 Brescia – Lazio 0 2 Catania – Lecce 3 2 Roma – Napoli 0 2 Milan – Parma 4 0 Cesena – Udinese 0 3

Recuperi giornata 17 16/02/2011 Fiorentina - Inter 1 2 Sampdoria – Genoa 0 1

Giornata 26 - 20/02/2011 Lazio – Bari 1 0 Udinese – Brescia 0 0 Inter – Cagliari 1 0 Napoli – Catania 1 0 Parma – Cesena 2 2 Lecce – Juventus 2 0 Chievo – Milan 1 2 Bologna – Palermo 1 0 Genoa – Roma 4 3 Fiorentina – Sampdoria 0 0

Giornata 27 - 27/02/2011 Juventus – Bologna 0 2 Cesena – Chievo 1 0 Bari – Fiorentina 1 1 Catania – Genoa 2 1 Sampdoria – Inter 0 2 Cagliari – Lazio 1 0 Brescia – Lecce 2 2 Milan – Napoli 3 0 Roma – Parma 2 2 Palermo – Udinese 0 7

Giornata 28 - 06/03/2011 Udinese – Bari Napoli – Brescia Bologna – Cagliari Fiorentina – Catania Sampdoria – Cesena Inter – Genoa Juventus – Milan Lazio – Palermo Chievo – Parma Lecce – Roma

Giornata 29 - 13/03/2011 Milan – Bari Lecce – Bologna Chievo – Fiorentina Brescia – Inter Cesena – Juventus Roma – Lazio Parma – Napoli Genoa – Palermo Catania – Sampdoria Cagliari – Udinese

Giornata 30 - 20/03/2011 Juventus – Brescia Napoli – Cagliari Udinese – Catania Lazio – Cesena Bari – Chievo Bologna – Genoa Inter – Lecce Palermo – Milan Sampdoria – Parma Fiorentina – Roma

Giornata 31 - 03/04/2011 Parma – Bari Brescia – Bologna Genoa – Cagliari Cesena – Fiorentina Milan – Inter Roma – Juventus Napoli – Lazio Catania – Palermo Chievo – Sampdoria Lecce – Udinese

Giornata 32 - 10/04/2011 Cagliari – Brescia Bari – Catania Palermo – Cesena Inter – Chievo Juventus – Genoa Sampdoria – Lecce Fiorentina – Milan Bologna – Napoli Lazio – Parma Udinese – Roma

Giornata 33 - 17/04/2011 Cesena – Bari Chievo – Bologna Genoa – Brescia Lecce – Cagliari Parma – Inter Fiorentina – Juventus Catania – Lazio Roma – Palermo Milan – Sampdoria Napoli – Udinese

Giornata 34 - 23/04/2011 Juventus – Catania Bologna – Cesena Roma – Chievo Cagliari – Fiorentina Inter – Lazio Genoa – Lecce Brescia – Milan Palermo – Napoli Udinese – Parma Bari – Sampdoria

Giornata 35 - 01/05/2011 Milan – Bologna Sampdoria – Brescia Catania – Cagliari Napoli – Genoa Cesena – Inter Lazio – Juventus Chievo – Lecce Parma – Palermo Bari – Roma Fiorentina – Udinese

Giornata 36 - 08/05/2011 Palermo – Bari Brescia – Catania Cagliari – Cesena Juventus – Chievo Inter – Fiorentina Udinese – Lazio Roma – Milan Lecce – Napoli Bologna – Parma Genoa – Sampdoria

Giornata 37 - 15/05/2011 Fiorentina – Bologna Cesena – Brescia Milan – Cagliari Lazio – Genoa Napoli – Inter Parma – Juventus Bari – Lecce Sampdoria – Palermo Catania – Roma Chievo – Udinese

Giornata 38 - 22/05/2011 Bologna – Bari Inter – Catania Genoa – Cesena Palermo – Chievo Brescia – Fiorentina Lecce – Lazio Udinese – Milan Juventus – Napoli Cagliari – Parma Roma – Sampdoria

.

CLASSIFICA MARCATORI 1. Di Natale 1. Cavani 3. Eto’o 4. Di Vaio 4. Matri

Udinese 21 Napoli 20 Inter 16 Bologna 16 Cagliari/ 14 Juventus

CENAEETOUR TOURAA FIRENZE: FIRENZE: CENA

Partenzaalle alle20:00 20:00rientro rientro24:00 24:00 Partenza Prosecco,Fragole FragoleeeUva Uvanel nelBar BarLimousine Limousine Prosecco, (cenanon noncompresa). compresa). (cena oololo €€ 335500 ZonaVersilia Versilia€€400 400 SS Zona

APERITIVOIN INLIMOUSINE: LIMOUSINE: APERITIVO

Firenze19:00-21:00 19:00-21:00 22ore ore Firenze 2 Bottiglie di Prosecco di Valdobbiadene 2 Bottiglie di Prosecco di Valdobbiadene Stuzzichini salati Stuzzichini salati oololo €€ 330000 per88persone persone SS per

Perinformazioni: informazioni:Ufficio Ufficio0572 057268046, 68046,oppure: oppure:Ales Ale www.limousinetoscana.com Per


CLASSIFICA SERIE A SQUADRE Pt G AC Milan 58 27 Inter 53 27 Napoli 52 27 Lazio 48 27 Udinese 47 27 AS Roma 43 27 Juventus 41 27 Palermo 40 27 Cagliari 38 27 Genoa 35 27 Bologna 35 27 Fiorentina 34 27 Chievo 31 27 Sampdoria 31 27 Catania 29 27 Lecce 28 27 Parma 28 27 Cesena 25 27 Brescia 24 27 Bari 16 27

V 17 16 16 14 14 12 11 12 11 9 10 8 7 7 7 7 6 6 6 3

6. Ibrahimovic Milan 14 7. S谩nchez Udinese 11 7. A. Pato Milan 11 9. Borriello Roma 10 9. Pastore Palermo 10 9. Robinho Milan 10 9. Pazzini Sampdoria/ 10 Inter

essio 328 6469102 6469102 ssio 328

N P 7 3 5 6 4 7 6 7 5 8 7 8 8 8 4 11 5 11 8 10 8 9 10 9 10 10 10 10 8 12 7 13 10 11 7 14 6 15 7 17

R 49 49 41 33 49 41 41 44 33 25 29 29 28 23 24 30 27 20 22 15

13. 13. 13. 13. 17. 17.

casa S Pt G 20 30 14 29 30 13 25 29 13 23 30 14 30 27 13 38 28 13 34 21 13 43 26 14 28 25 14 27 18 13 34 25 13 29 24 13 30 18 13 29 20 14 35 25 14 48 19 13 38 19 14 36 18 14 35 18 14 41 11 14

V N P 9 3 2 9 3 1 9 2 2 9 3 2 8 3 2 8 4 1 6 3 4 8 2 4 8 1 5 5 3 5 7 4 2 7 3 3 4 6 3 5 5 4 7 4 3 5 4 4 4 7 3 5 3 6 5 3 6 2 5 7

R 30 32 24 22 21 23 24 25 24 16 14 16 12 14 17 18 13 10 15 8

Quagliarella Juventus 9 Pellissier Chievo 9 Gilardino Fiorentina 9 Crespo Parma 9 Hamsik Napoli 8 Ilicic Palermo 8

NOLEGGIO AUTO NOLEGGIO PRESTIGIOSE PRESTIGIOSE

trasferta S Pt G V N P 10 28 13 8 4 1 15 23 14 7 2 5 8 23 14 7 2 5 12 18 13 5 3 5 11 20 14 6 2 6 12 15 14 4 3 7 21 20 14 5 5 4 21 14 13 4 2 7 13 13 13 3 4 6 18 17 14 4 5 5 9 13 14 3 4 7 11 10 14 1 7 6 10 13 14 3 4 7 10 11 13 2 5 6 14 4 13 0 4 9 18 9 14 2 3 9 10 9 13 2 3 8 15 7 13 1 4 8 17 6 13 1 3 9 19 5 13 1 2 10

19. 19. 19. 19. 19.

R 19 17 17 11 28 18 17 19 9 9 15 13 16 9 7 12 14 10 7 7

S 10 14 17 11 19 26 13 22 15 9 25 18 20 19 21 30 28 21 18 22

Vucinic Roma Miccoli Palermo Caracciolo Brescia L贸pez Catania Hernanes Lazio

7 7 7 7 7

L Laa ttu ua festaa ddeellla a la ddoonnnnaa in llim imoou ussin inee!!


www.brividospor tivo.it

FIORENTINA - CATANIA

Qual è il nome nuovo che in questi giorni ha ricompattato i tifosi della Fiorentina? Non rispondete Antognoni, perché lui è la stella incontrastata della Fiorentina e lo sarà sempre, ma non è una novità. La new-entry in grado di riunire il pubblico gigliato è costituita da un altro ex giocatore che, a differenza del nostro splendido “unico 10”, non ha indossato la maglia gigliata

84

BORUC

25

14

5

COMOTTO

85

23

NATALI

GAMBERINI

PASQUAL

18

6

MONTOLIVO

BEHRAMI

7

VARGAS

10

MUTU

11

SANTANA

GILARDINO

9

11

BERGESSIO

5

CARBONI

LEDESMA

LODI

22

GOMEZ

8

10

ALVAREZ

17

MAXI LòPEZ

6

3

SILVESTRE

SPOLLI

21

ANDUjAR

7

SCHELOTTO

domenica 6 marzo 2010

15

I 22 in campo di

L uca C apanni

e non sta incamerando scrosci di applausi bensì una pioggia di dissensi. Ebbene, the winner is… Sinisa Mihajlovic. O meglio, the loser, perché la gran parte dei sostenitori gigliati non vuol più saperne di lui: è questo il dato che emerge nei recenti sondaggi dei siti web e delle trasmissioni radiofoniche. Un dato nel quale personalmente non mi identifico, perché tendo ad individuare il vulnus viola in una rosa ampiamente da rinnovare nonché in una società da riorganizzare, e non vorrei che bastasse “tagliare una testa” per farci trascurare le altre necessità. La panchina di Sinisa, peraltro, barcolla ma non crolla, almeno per ora: gli ultimi “exit poll” di radiomercato evidenziano infatti un avvicinamento alle rive dell’Arno del delfino bianconero Gasperini, ma un’equivalente possibilità per Mihajlovic di giocarsi le sue carte. Certo è che la Fiorentina non potrà più lasciare punti per strada se vorrà salvare l’attuale allenatore. La domanda sorge spontanea: vorrà? La risposta potrebbe affiorare nella gara odierna, dove non è solo Mihajlovic a giocarsi una bella fetta di futuro. Mutu, ad esempio, è in ritardo con i “pagamenti” del suo debito morale, ed oggi dovrà sputar sangue per dimostrare che il Fenomeno c’è ancora. Un altro con qualche arretrato è Vargas, che potrebbe trovar posto, se in buone condizioni, nel ruolo di interno sinistro. In caso contrario toccherà a Donadel schierarsi sulla linea mediana insieme a Montolivo e Behrami, o al rientrante Santana che potrebbe però agire anche in posizione più avanzata. Sono queste le variabili dalle quali dipenderà il modulo viola. Anche il “Cholo” Simeone ha un paio di alternative tattiche, potendo scegliere fra un 4-4-2 dove troverebbe più facilmente spazio l’esterno Ricchiuti, o un 4-3-3 con Ledesma, Carboni e Lodi favoriti per il centrocampo. Ballottaggi sulle fasce difensive: Schelotto-Potenza a destra e Marchese-Alvarez a sinistra. Non sarà invece della partita, perché reduce da un infortunio, Marco Biagianti, uno degli ottimi giocatori di fede viola sparsi per l’Italia che, a proposito di mercato, non si riesce proprio a rivestire con quella maglia che fa pendant col cuore. FIORENTINA (4-3-2-1): Boruc; Comotto, Gamberini, Natali, Pasqual; Behrami, Montolivo, Vargas; Santana, Mutu; Gilardino. All.: Sinisa Mihajlovic. CATANIA (4-3-3): Andujar; Schelotto, Silvestre, Spolli, P.S.Alvarez; P.Ledesma, Carboni, Lodi; Gomez, Maxi Lopez, Bergessio. All.: Diego Pablo Simeone. ARBITRO: Domenico Celi (sez. di Campobasso), assistenti Angrisani-Schenone, quarto uomo Corletto.

RIVENDITORE AUTORIZZATO s accessori e gadget A N TI ACF FIOREN

si gioca da cani? con spazio animali... si!

offerte bestiali!

made in Italy

SCONTI SPECIALI PER I TIFOSI VIOLA

Via del Romito, 20R tel. 055 4628950 www.spazioanimali.it info@spazioanimali.it CONSEGNE A DOMICILIO


16

S TA D I O

speciale Fiorentina - Catania

L’Avversario di

Francesco Caremani

L’ALBERO DI NATALE DEL “CHOLO” armi da disinnescare subito, cercando di non farlo entrare in partita. Problema di non poco conto visto che le ultime uscite della Fiorentina, exploit di Palermo a parte, ci dicono che è la squadra viola che fatica a entrarvi. Contro il Catania, quindi, servono grinta e concentrazione, soprattutto quest’ultima. I siciliani, infatti, hanno già dimostrato di non morire mai e di combattere fino all’ultimo secondo, condizione obbligata per chi ha solo 29 punti in classifica. Frutto di sette vittorie, otto pareggi e dodici sconfitte, con 24 gol fatti e 35 subiti. I numeri ci dicono anche che c’è un tabù trasferta. Fuori dal Massimino, infatti, il Catania non ha mai vinto (gli scongiuri sono d’obbligo), unica squadra in tutta la serie A, con 4 pareggi e nove sconfitte, 7 le reti segnate e 24 quelle subite.

È un Catania che può fare male alla Fiorentina quello di Diego Simeone, soprattutto se scenderà in campo con la mentalità sfoggiata contro il Genoa. Il tecnico argentino schiera un 4-3-2-1 con Maxi Lopez unica punta, un albero di Natale che punta molto sulla condizione fisica e sulla disciplina dei reparti, oltre che sui piedi di un ritrovato Lodi, vera grande riscoperta di questa seconda parte di campionato. Il suo svariare tra le linee e le sue punizioni sono

Curioso anche il dato dei rigori, 3 a favore, tutti segnati, 4 contro, di cui uno solo realizzato. Per i siciliani non perdere sarebbe già una vittoria, visti gli altri scontri in zona retrocessione, ma la squadra di Simeone scende in campo sempre con un bel piglio, a dir la verità accadeva anche con Giampaolo, purtroppo con risultati diversi. È una scommessa per il tecnico argentino, ma soprattutto per il Catania, accusato di avere scelto un allenatore che non ha mai lavorato nel campionato italiano. In ballo c’è molto, la permanenza in A, con tutto quello che ne segue, diritti televisivi compresi. Cosa deve temere di più la Fiorentina? Il gioco dei rossoblu, perché una squadra senza identità teme sempre chi ne ha.

www.thelaundrycafe.it - www.facebook.com/thelaundrycafefirenze

BAR CAFFETTERIA

LAVANDERIA A GETTONI BIBLIOTECA LIBERA LETTURA

WI-FI GRATUITO

Marco Castelli Via B. Cristofori, 17 Rosso Firenze - Zona S. Iacopino

Tel/Fax: 055 9331205


noi siamo ... VIOLA parrucchiere

Autofficina

Piazza Mascagni 69 Firenze tel. 055 0195954

VIA PER BARBIANA località BOCCAGNELLO Vicchio (Fi) Tel. 055/844503

vendita e assistenza multimarche servizio revisione Via del Termine, 22 - Sesto Fiorentino (Fi) tel. 055.452547 - 055.450045

AGENZIA IMMOBILIARE Infortunio, malattia MMOBILIARE COLONNATA COLONNATA o esami medici?

Gianni Vannetti

PAGHIAMO NOI

nei centri (FI) convenzionati! Novoli apparnzoni, 25 • 50019 Firenze SESTO FIORENTINO tamento di quattro vani per complessivi 90mq piano terra, ottime condizioni, balcone verandato, ampio ripostiglio con finestra, accessoriatissimo, posto auto. € 250.000 tratt.li rif.01 Sesto Fiorentino in piccola palazzina ottimo due vani e mezzo: ingressosoggiorno, cucinotto, disimpegno, camera, bagno finestrato, balcone verandato e posto auto di proprietà. Libero subito, ideale anche per investimento. € 165.000 rif. 20

Via Don Minzoni, 25 - Sesto F.no (Fi) Tel. 055 443222 www.immobiliarecolonnata.com

POLIZZA SANITARIA, una carta di credito valida in tutto il mondo per maggiori informazioni:

Rag. Carlo Rossi

CONSULENTE ASSICURATIVO E INFORTUNISTICA cell. 366

PALESTRA

FIORENTINA FITNESS CENTER

1818719 ca_rossi@libero.it

SCONTI ai lettori del Brivido!

promozione del momento

1 settimana di prova gratuita e per ogni nuova iscrizione il primo mese lo paghi

solo 30 euro*

* + 15 euro tassa iscrizione

VIALE M. FANTI 18 - FIRENZE

TEL./FAX 055 601144

ALE’ Corner Sportivo San Frediano Piazza dei Nerli 6/7 r – Firenze FIORENTINA Corner Sportivo San Corner Sportivo Frediano ivo San Frediano Corner Sportivo San Frediano Frediano tel. San 055221030

vo San Frediano

rli 6/7 r – Firenze 5221030

erli 6/7 r – 55221030

Piazza dei Nerli 6/7 r – 6/7 Firenze Piazza dei Nerli Firenze Piazza dei Nerli 6/7 rr – – Firenze Firenze tel. 055221030 tel. 055221030

tel. 055221030

IO FACC F I I’ T O

personalizziamo T-SHIRT e MAGLIE da CALCIO PRINT EXPRESS

PE’ LA A AMM MI’ M

rner SanFrediano Frediano rner Sportivo Sportivo San SanPiazza Frediano dei Nerli Nerli6/7 6/7r r––Firenze Firenze Piazza

tel. 055221030 055221030 7 r – Firenze tel. 030

Rivenditore Autorizzato ACF FIORENTINA LOTTO - ADIDAS

via dei Tavolini, 6r - 50122 Firenze - ITALIA

tel. 055 289169 - cell. 340 9037267 alefiorentina@gmail.com


Montecarelli BarBerino del Mugello

a 6 km dal Lago di BiLancino immersi nel verde

VendeSi

in complesso residenziale

villetta su 2 livelli libera su 4 lati e terratetti di varie metrature con rifiniture di prestigio

ottiMo inVeStiMento prezzi a partire da â‚Ź 190.000 trattabili

per informazioni contattare: 336.719318 - 335.6551897 - 0574.38896


www.brividospor tivo.it

domenica 6 marzo 2010

LA MELODIA DI FRANCO BATTIATO

Nato a Jonia nel 1945 Franco Battiato è il cantante scelto per la sfida di oggi, Fiorentina – Catania. Infatti il cantautore è nato proprio nei pressi della cittadina catanese. Ha mosso i suoi primi passi musicali nel ’65 con alcune sperimentazioni. Pensate che Battiato svolgerà le prime canzoni di protesta all’uscita degli studenti dalla scuola, dove verrà notato da un certo Giorgio Gaber, che lo proporrà alla casa discografica Dischi Ricordi. Ma verrà bocciato dalla stessa casa e quindi Battiato deciderà di continuare la sua carriera insieme al compagno Gregorio Alicata, già pianista di Edoardo Vianello. Poi sempre Gaber proporrà Battiato alla casa Jolly che lo sponsorizzerà col brano “La torre”, col quale si esibirà con Caterina Caselli e col giovanissimo e sconosciuto all’epoca Francesco Guccini. Nel ’68 passa alla casa discografica Philips e decide di passare ad un genere più romantico, anche se il vero successo arriva all’intorno del 1978. Con il passaggio alla Emi Italiana nel ’79 realizza “L’era del cinghiale bianco” e gli album “L’arca di noè” e “Orizzonti perduti” rispettivamente negli anni ’82 e ’83. Con l’album “Fisiognomica” del 1988 supera i confini nazionali e viene chiamato dal Papa Giovanni Paolo secondo ad esibirsi in Vaticano(sarà il primo cantante di musica leggera a fare ciò). Nel ’91 scrive “Povera Patria”, singolo che si aggiudicherà la Targa Tenco. Sono molte le partecipazioni dell’artista con altri grandissimi compositori di musica leggera. Soltanto pochi giorni fa ha partecipato al Festival di Sanremo, collaborando con Madonia all’esecuzione del brano “L’alieno”. Sono celebri alcune canzoni di Battiato che sono entrate di diritto nella storia della musica italiana: Voglio Vederti Danzare, La cura, Bandiera bianca, Centro di gravità permanente, Oceano di silenzio, La stagione dell’amore, E ti vengo a cercare, La canzone dei vecchi amanti. Tantissimi successi inoltre sono stati interpretati da Battiato, come “Il cielo in una stanza”, originaria di Gino Paoli. Un grandissimo cantautore che da decenni sta segnando la storia della musica leggera italiana, con i suoi testi sempre ricercati e mai banali. Per un certo verso è da considerarsi un anticipatore di epoche musicali, con la sua imprevedibilità ed il suo coraggio nello scoprire nuove musicalità prima dell’avvento delle mode! Ma adesso uniamoci nell’inno più bello d’Italia, il nostro!

Forza Viola! Forza Fiorentina!

di

19

Inni d’Italia

Matteo Dovellini

Lo Stadio è chinu chinu di banneri U tifu supra a curva e n’ta tribuna A vuci ca si senti è sulu una: CATANIA SI NA SQUADRA DE SERIE A! U russu comu u focu da muntagna, L’azzuro comu u cielo e comu u mari, Culuri ca mi fanno innamurari E beddi comu a chisti non i ne. Ale’ ale’ CATANIA la Squadra do me cori, Il magico CATANIA è forte e vincerà E quando segneremo lo stadio esploderà, I tifusi do CATANIA semu tutti pari ca, U CATANIA è na squadra de Serie A! La nostra squadra è numuru unu A tutti sti squadruni muntuati I cucinamu u furnu che i patati E ci facemu i gol a tinchitè! Ale’ ale’ CATANIA la Squadra do me cor, Il magico CATANIA è forte e vincerà E quando segneremo lo stadio esploderà, I tifusi do CATANIA semu tutt pari ca, U CATANIA è na squadra de Serie A! E quando segneremo lo stadio esploderà, I tifusi do CATANIA semu tutt pari ca, U CATANIA è na squadra de Serie A! L’avversari tutti quanti difensori e centravanti S’allipano n’ta fungia do Liafantiiii!!!

Studio Dentistico

Dr A. Ghazinoori Medico Chirurgo - Odontoiatra PReSSO Il nOSTRO STudIO:

• Implantologia

un sorriso bianco per un tifoso viola

• Parodontologia • Protesi mobile e fissa • Ortodonzia • Cura dei bambini • Igiene orale • R.x. panoramica

Via V. Gioberti, 107/int - Firenze www.ildentistadelsorriso.it

Tel./Fax 0552480718

info@ildentistadelsorriso.it

! o o l r o s eu 0 5 1

Sb co ian n c ge di u lam ame ne lt p n ra im ad to zio a a ne

• Sbiancamento


20

speciale Fiorentina - Catania

i’ Nonno Pilade del nostro inviato in cantina

S TA D I O

SE SI RISVEGLIA L’INCA…

Gli arria i’Catania, e allora vediamo se i’tigre e si rihorda di come e si fa a ruggire (qui più che artro, a esse’ boni e gli ha miagolao per ora), vediamo se a riede’ quelle maglie e un gli riesce di da’ la cariha anche a questo branco d’addormentai ‘n viola! Vediamo se l’Inca, anche lui che sembra che ritorni da i’principio, e fa lo stesso e gli ritorna ‘n mente, come a Lucio (Battisti, non quello dell’Inter) di quando e gli affettaa la fascia sinistra e facea sfracelli (quest’anno e gli ha fatto soprattutto franella!). ‘Nsomma vediamo se que’ colori e gni rihordan quarcosa indi per cui anche quegli artri, gli addormentai, e si risveglin da i’ sonno come la bella baciaa da i’ principe e ci faccian vede’ un po’ di carcio anche a Fiorenza. Perché se no, i’nonno (e miha lui solo) e gli è disperao e un sa più ‘ndo battere i’capo. Finora e ci han sarvao dalla revorveraa e gobbi, se un c’eran loro a allietacci le domenihe o chi lo reggea lo scempio di Bari? Ma anche loro prima o poi e ricominciano a vincere e allora ‘ndo e si va a rintanassi? Io, più che ‘n cantina chiuso… ma voi, che vu’ dovete affrontare i’mondo tutti e santi giorni? Meno male che c’è e ragazzini che un po’ e ci consolano, e’ bastoni della nostra vecchiaia!

L’Uomo in più di

David Fabbri

Il Catania è la squadra più “argentina” d’Europa. Sono infatti ben 13 i giocatori in rosa provenienti dalla terra delle pampas, e l’uomo in più della compagine rossoazzura non poteva che essere uno di loro, Maxi Lopez, o come lo chiamano i suoi connazionali la “Galina de oro”, per via della sua folta chioma bionda e della sua capacita nell’andare spesso a segno. Maximiliano Gastòn Lopez, nato a

VADO AL MAXIMO

Buenos Aires, classe 1984, inizia la sua carriera tra le file del River Plate mostrando di avere buona tecnica e gran classe, suscitando così l’interesse del Barcellona che lo acquista nel 2005. La sua avventura catalana viene però condizionata da un infortunio che lo costringe ad un lungo stop. Dopo aver recuperato viene passato quasi subito in prestito al Maiorca, ma nelle Baleari l’attaccante delude le aspettative segnando solo tre gol in una stagione intera. Viene trasferito poi al Fk Mosca, squadra con la quale riesce a ritrovare la confidenza con la rete segnando circa 10 reti in 22 presenze. Nel 2009 arriva sempre sotto la formula del prestito in Brasile al Gremio, dove disputa una buona stagione segnando in molte partite.

Biscotti di Prato Pasticceria produzione propria Guanciale lievitazione naturale Bozza pratese Pane integrale Prime macine

FIOR

di

A Viareggio e siamo ‘n semifinale, e spero che quando e vu mi leggee e si sia anche più ‘n su, comunque e gli erano anni che un ci s’arrivaa. ‘N Coppa Italia ‘n finale, o quella? tutti a i’Franchi i’ 16 e chi un ci va e lo so io! ‘N campionato ‘n corsa e con delle chances. ‘Nsomma e gli andassero e grandi come loro, anzi, se una vorta tranquilli da qualunque fisima e si cominciasse a provalli anche più ‘n su? O che l’ha visto i’ragazzino pisano come e va? O che credete che Carraro e gli andrebbe peggio? O e due scurini a centro campo? ‘Nsomma armeno vediamo quarcosa di novo, fateci ritorna’ la speranza di’ domani se no qui e si chiude bottega. Tornando a “grandi”, (cioè, un n’esageriamo, diciamo a’ cresciuti e arcuni nemmen tanto bene), i’fenomeno e dovrebbe esse’ riposao, Caravaggio idem (dopo la fatihata di Bari e n’avean bisogno), quegli artri e l’hanno detto che un lo rifaranno più, gli ex ringalluzziti da’ rihordi, ‘nsomma e un ci dovrebbero esse’ dubbi. 3 punti e a capo. Speriamo, perché se un fosse e la sarebbe buia. Ma i’nonno e un lo vo’ nemmen prendere ‘n considerazione, perciò, prima che gni caschi i’fiasco ‘n terra un’artra vorta e l’arza i’ gotto e trinca, ma senza di scordassi di’ solito bercio augurale: Forza Violaaaaaaaaaaaaaaaa!

PANE

GRASSINA Via Costa al Rosso 28/32 tel. 055 640480

A gennaio 2010 ecco che il biondo Maxi arriva a Catania alla corte di mister Mihajlovic, dove diviene il punto di riferimento di tutto l’attacco etneo, segnando in tutto fino al termine della stagione 11 reti, alcune di grande importanza, come le due rifilate nel derby della Sicilia al Palermo e una nel 3 a 1 imposto sull’Inter al Massimino. Per adesso l’argentino è fermo solo a 7 gol, ma le sue caratteristiche tecniche comunque non si discutono: è forte nel colpo di testa, preciso nel tiro e agile tanto da segnare molto spesso in acrobazia. E così Maxi Lopez arriva a Firenze per sfidare il suo ex tecnico, che ha dichiarato di stimare moltissimo, ma al quale non disdegnerebbe di giocare uno scherzetto bucando la porta viola.

Il nostro personale preparato a livello professionale effettua PULIZIE di tutte le tipologie di ambienti: • CIVILI di condomini, appartamenti, negozi, supermercati, alberghi. • INDUSTRIALI di uffici, banche, magazzini, ristoranti, pasticcerie. • IMPIANTI SPORTIVI di palestre e piscine • STRUTTURE SANITARIE

studi medici, farmacie, case di cura, case di riposo. • AREE POLIFUNZIONALI ed epositive. • VETRINE E VETRI anche a grandi altezze. • TRATTAMENTO di tutti i tipi di pavimentazione. • GESTIONE AREE VERDI.

E inoltre: • Analisi e consulenza H.A.C.C.P. (D.lgs 155/97) • MONITORAGGIO infestanti • DERATTIZZAZIONE con sistema di assoluta sicurezza per persone e animali • DISINFESTAZIONI (zanzare, pulci, formiche, zecche, acari, cimici dei letti) • DEBLATTIZZAZIONE DISINFEZIONI • ALLONTAMENTO dei volatili molesti • LAMPADE ELETTROINSETTICIDE fornitura e montaggio

Via Panciatichi, 72 - 50127 Firenze

tel. 055 433420 - fax 055 4286275 www.sanmarcoglobalservice.it


www.brividospor tivo.it

L’INDIMENTICABILE MILAN (GIGI) Due stagioni a Firenze e una a Catania. 46 partite di campionato in riva all’Arno con 7 gol all’attivo, 28 in Sicilia con 6 reti segnate. Anche se ha vestito per solo tre anni la maglia delle due squadre Gigi Milan, soprattutto nella Fiorentina, ha scritto alcune delle pagine più gloriose della sua storia, in Coppa delle Coppe e in Coppa Italia. La sua prima annata in viola, 1960/61, è stata davvero memorabile. La mezzala veneta, che aveva esordito in serie A con l’Udinese proprio contro la Fiorentina (un segno del destino), è stata grande protagonista nelle due manifestazioni. E’ stato Milan, con le sue reti, a regalare alla squadra gigliata, guidata dal tecnico ungherese Nandor Hidegkuti, la Coppa delle Coppe. Allora la finale si giocava con gare di andata e ritorno. I viola se la dovevano vedere con i Rangers di Glasgow. Nella prima partita in Scozia trionfarono per 2-0, grazie a una doppietta di Milan. Nel match di ritorno a Firenze, il 27 maggio 1961, la Fiorentina si impose per 2-1 e il primo gol lo realizzò ancora il centrocampista veneto. Fu una data memorabile quella per il club gigliato e per tutto il calcio italiano. Prima di allora, infatti, nessuna squadra del nostro paese si era aggiudicata un trofeo europeo. La stagione straordinaria di Milan non terminò quella sera di maggio al Comunale, quando il capitano viola Alberto Orzan alzò al cielo la coppa. La Fiorentina, infatti, era arrivata anche in

finale di Coppa Italia. Quindici giorni più tardi a Firenze affrontò la Lazio e vinse per 2-0. Il primo gol lo segnò Petris, mentre quello che chiuse il match, regalando il secondo trofeo di quell’annata ai gigliati, lo realizzò Milan. Il centrocampista veneto ebbe anche la grande soddisfazione di laurearsi capocannoniere della Coppa Italia. La sua seconda stagione a Firenze fu in tono minore. Così nell’estate del 1962 passò al Catania. In Sicilia rimase per un solo campionato ma fece

domenica 6 marzo 2010

Il personaggio di

Ruben Lopes Pegna

molto bene, realizzando sei reti, davvero molte per un centrocampista sia pure con spiccate attitudini offensive. La squadra etnea tra l’altro ottenne una salvezza tranquilla e si classificò all’undicesimo posto. Per ironia della sorte l’ultima gara con la formazione rossazzurra Milan la disputò contro la Fiorentina al Cibali, l’attuale Massimino, il 26 maggio 1963 in un match che i viola vinsero per 1-0 grazie a un gol del peruviano Seminario.

sera grande posticipo della serie B di Massimo Gianni italiana con Vicenza-ToriDomenica sera andrà in scena il posticipo di serie A tra la Lazio no alle ore 19. Si preannuncia e il Palermo di Serse Cosmi. Ci un match molto equilibrato tra aspettiamo una gara combattu- due squadre che tenteranno di ta e divertente. L’opzione Goal badare al sodo. Difficile pertanci può stare e tra le altre cose to che si segni molto. Optiamo non paga poco (1,83). Andiamo per l’Under che ha una quota in Spagna: il Real Madrid per di 1,55. Andiamo in Inghilterra tenere vivo il campionato deve dove si affronteranno Blackpool cercare di vincere sempre. Il e Chelsea. I pronostici sono tutRacing Santander è una squa- ti quanti a favore della squadra dra abbordabile e pertanto pun- di Carlo Ancelotti, ma il 2 paga tiamo il 2 secco (quota 1,35). In davvero poco. Allora scegliamo Francia ci sarà uno scontro di l’Over che ha una quota tutto vertice tra Marsiglia e Lille. Per sommato accettabile (1,53). i ragazzi di Deschamps, redu- Torniamo in Spagna con Deporci da 4 vittorie di fila, obiettivo tivo la Coruna e Real Sociedad, sorpasso. La quota del segno una sfida che preannuncia mol1 è interessante a 2,10. Lunedì to tattica. In questo caso la no-

La Mandrakata

21

stra preferenza va all’Under che ha una quota di 1,65. Alle ore 21, Italia, altra grande sfida di vertice di serie B tra Atalanta e Novara. I piemontesi sembrano aver perso lo smalto dei giorni migliori, l’Atalanta è reduce dal prezioso successo di Torino. Vediamo i bergamaschi favoriti e quindi puntiamo il segno 1 (quota 1,85). La nostra multipla presenta una quota totale di 37,56 e puntandoci una somma di 10 euro otteniamo una bolletta da 447,30 compresi i bonus. Lazio-Palermo Goal Santander-Real Madrid 2 Marsiglia-Lille 1 Vicenza-Torino Under Blackpool-Chelsea Over Deportivo-R.Sociedad Under Atalanta-Novara 1

CENTRO ASSISTENZA FUNERARIA

CENTRO ASSISTENZA FUNERARIA CENTRO ASSISTENZA FUNERARIA

Le nostre Agenzie: VIA G. CAPONSACCHI 5/R Firenze VIA A. F. DONI 41/R Firenze

Tel. 055 6580040

Le nostre Agenzie: Le nostre Agenzie: VIA G. CAPONSACCHI 5/R Firenze VIA G. CAPONSACCHI 5/R Firenze


22

speciale Fiorentina - Catania

La partita? è una PAROLA di

Enrico Zoi

A Catania il vulcano è di casa. La città sorge infatti ai piedi dell’Etna ed è difficile scattarne una foto senza comprendere quello che i siciliani chiamano Mungibeddu (Mongibello) o semplicemente ’a Muntagna: è o non è il vulcano più alto d’Europa? Oltre tutto, è ancora attivo e periodicamente si fa sentire. A Firenze il vulcano, è cosa nota, non c’è. Quello più vicino, spento, è il monte Amiata, ma siamo già nella Toscana del sud. Un po’ fuori zona. Anche noi siamo stati raggiunti, circa un anno fa, dalla nube di ceneri proveniente

dall’islandese Eyjafjallajokull, ma, se proprio vogliamo parlare di un vulcano fiorentino, dobbiamo ricorrere all’arte: d’altronde, siamo o non siamo a Firenze? Ricordiamo così il Giorgio Vasari del Quartiere degli Elementi di Palazzo della Signoria, con la sua ‘Fucina di Vulcano’, che rappresenta il fuoco, e dell’omonimo olio su rame del 1564 custodito nella Galleria degli Uffizi. La citazione colta ci consente anche di introdurre l’etimologia della parola e di chiudere il cerchio tornando... a Catania! Spiega infatti il Tommaseo-Bellini: Vul-

Il BORSINO della settimana di

VULCANO

Gianni Di Ferdinando

S TA D I O

cano è “figliuolo di Giove e di Giunone, precipitato giù dal cielo per la sua deformità nell’isola di Stalimene; onde divenne zoppo. Fingevasi fabbro degli Dei, e dio del fuoco; e dicevasi che avesse la sua fucina nel Mongibello, in compagnia dei Ciclopi, suoi ministri. Insieme con Minerva fu di grande aiuto a Giove nella guerra de’ Giganti. I mitologi rammentano più Vulcani”. A quale tappo stia pensando la Fiorentina per il vulcano Catania non sappiamo: a noi, per dirla con Woody Allen, basta che funzioni!

dei Tirreni, supportato anche da una prestazione di spessore, rappresenta il punto di partenza di una nuova storia, quella che dovrà portare il Pisa alla salvezza.

STABILI

CHI SALE

FIORENTINO (PRATO) – Complimenti a un tecnico che, affacciatosi per la prima volta su di un palcoscenico importante, come quello del torneo di Viareggio, ha mostrato competenza, capacità e dialettica. Una bella scoperta come il suo Prato che, rinforzato da un gruppo di giocatori della prima squadra, ha raggiunto gli ottavi di finale della coppa Carnevale, uscendo con la corazzata Inter solo per una svista arbitrale. GALLASTRONI – L’amico ‘Galla’ non se la prenda, ma è stata la sua fortuna non andare ad allenare il Montevarchi. Il calcio è un altra cosa è bene che simili avventure le vivano altre persone, chi è nato per immergersi in simili fondali. Professionalità e competenza non si possono barattare al mercatino delle cause perse, tanto più gratis. PAGLIARI (PISA) – E’ arrivato lui, abituato a dibattersi ne i gironi infernali BrividoSportivo 1 2/25/2011 11:52:55 AM della zona play-out MARZO.ai e in poco più di una settimana ha rimesso in carreggiata una macchina che sbandava in continuazione. Il successo di Cava

AGLIETTI (EMPOLI) – Vince in casa perde fuori. Il compitino la sua squadra lo svolge, ma cosa succederà se, nelle prossime partite, non si manterrà questa media? Ritrovarsi a lottare per la salvezza sarebbe dura, per un gruppo che, non più tardi di un mese fa, parlava di play-off.

CHI SCENDE

MUTU (FIORENTINA) – Riaggregarlo alla luce delle ultime prestazioni, su tutte quella di Bari, è stato un errore. Sarebbe stato meglio chiudere la vicenda il 5 gennaio scorso, alla vigilia della gara di Bologna. Demotivato, abulico, sembra un ex. Il suo posto è la panchina, di prove di appello ne ha già avute tante, ora basta. BELLINI (PRATO) – La sua posizione non è ben salda, è in discussione. Di prove di appello la società gliene ha concesse anche troppe e molte le ha fallite. Con il Poggibonsi potrebbe essere l’ultima, i play-off si stanno allontanando.

“UNA CENA ITALIANA” C

M

Y

CM

  

MY



CY

CMY

K



“Gli italiani e il cibo degli anni ‘50”

“La tavola delle nuove famiglie italiane”

  

    




DENTISTA

Dr. Marco Doccisi Medico-Chirurgo Specialista in Odontoiatria

PROTESI FISSE E MOBILI IMPLANTOLOGIA CONSERVATIVA LASER ALLINEAMENETO DENTI TRATTAMENTO LASER PIORREA SBIANCAMENTI PROFESSIONALI RADIOLOGIA PANORAMICA DIGITALE

FANTASTICA OFFERTA

per la tua

pulizia dei denti

€ 80

€ 39

Il Dr. Marco Doccisi vi aspetta per

una VISITA ed un PREVENTIVO GRATUITI in Via R. Giuliani, 216 - Tel. 055 415259 o in Via Borghini, 1 - Tel. 055 574008 Cell. 347 630 1218



brivido speciale fiorentina - catania