Page 5

SOLDI SUBITO acqUISTIamO mOBILI, OggeTTISTIca, arreDamenTI eSTernI, eTc... SVUOTIamO canTIne, apparTamenTI, garageS, SOLaI

5

335 7602930 svuotatutto@alice.it

www.brividosportivo.it

martedì 9 novembre 2010

Cerci, il fischiato preventivo

Niente Paura

di Michela Lanza

Quelli conquistati contro il Chievo Verona dalla Fiorentina sono tre punti d’oro. Tre punti sudati, arrivati grazie al carattere e al cuore della squadra di Mihajlovic, ma grazie anche al guizzo del ragazzo dai riccioli d’oro Alessio Cerci. Ventitré anni, romano, è arrivato a Firenze dalla Roma – pagato intorno ai quattro milioni di euro – e, dopo una prima ottima impressione, è diventato il capro espiatorio della Fiorentina. Gran parte del pubblico non ha digerito qualche pallone perso di troppo, ma è opportuno sottolineare una cosa: Cerci è un giocatore di fascia che ha grandi doti tecniche e nelle sue corde ci sono corsa, dribbling e tiro in porta – possibilmente di sinistro, il suo piede –. Un giocatore come lui ha il dovere di tentare la giocata, sempre. Deve tentare di saltare l’uomo e creare la superiorità numerica e lui, pur passando un periodo dove tutto ciò non gli riusciva, lo ha sempre fatto. Così, il giovanissimo Cerci - forse un po’ troppo innamorato del pallone, ma molti giocatori di classe lo sono – è diventato l’uomo da attaccare. Dopo appena otto presenze in A con la Fiorentina, era già diventato “la croce” viola. Possibile? Così è successo che durante Fiorentina-Chievo, quando Mihajlovic lo ha chiamato per entrare in campo a sostituire uno stanco Marchionni, una bella fetta di tifosi hanno iniziato a fischiare. Fischi ingenerosi, preventivi, addirittura scandalosi. Chi vuole bene alla squadra, come può pensare che i fischi ad un giovane talento prima del suo ingresso in campo siano positivi e salutari? È stato un brutto spettacolo vedere il numero 24 viola andare a posizionarsi in campo accompagnato dai fischi. Per questo motivo, quando il ricciolone Roma è la mia vita”. Forse anche questo non va giù ai fiorentini... Comunque, romano ha insaccato la palla in rete, ha sfogato la sua delusione urlando la sì, quella di stasera sarà una partita particolare per Cerci: primo perché è sua rabbia, abbracciato dai compagni, Mutu in primis. Coloro che contestano tifoso giallorosso, secondo perché ha iniziato a giocare a calcio proprio con la Cerci, forse, non sanno che il ragazzo ha avuto dei problemi: “Sono arrivato maglia della Roma addosso. Addirittura, ha fatto il suo esordio in A nel 2003a Firenze in un periodo duro in cui non ho fatto la preparazione. Poi ho avuto 04 a soli 16 anni per volontà di un certo Fabio Capello, tecnico che di campioni un problema all’alluce che mi ha limitato”, e probabilmente non conoscono la se ne intende di sicuro! Il “fischiato preventivo” un’altra dote ce l’ha ed è quella personalità del romano: “Dei fischi della gente non mi importa niente”. Non c’è di non mollare mai. Daje Cerci! che dire, un buon tempismo quello di Cerci. Forse è un segno del destino, ma ha rialzato la testa alla A dire che il meglio sono i tre punti vigilia di una partita per lui importantissima, quella in classifica siamo monotoni. In che si giocherà stasera contro la Roma all’Olimpico: realtà non c’è solo quello, c’è una “Sarà una gara speciale per me. Darei la vita per un conferma di solidità che denota una gol a Roma, ma non sono pazzo e non esulterei. fase offensiva più curata (son tre partite che non si prendono gol e l’unico preso nelle ultima quattro è stato a tempo scaduto col Bari, quando non contava niente), c’è la conferma della verve e della volontà di un elemento che può essere decisivo come Mutu, c’è il primo goal di Cerci, c’è una condizione FOTOCINEGORI atletica e psicologica che cresce. Manca ancora molto, ma molto può anche essere giustificato dalle photowebgrafica assenze eccellenti che hanno minato questo inizio di campionato viola. Servizi fotografici Postproduzione e ritocco fotografico Trasferimento in video di super 8 Montaggi video Realizzazione CD/DVD multimediali Progettazione siti web e portali Via Roma, 45 Calenzano (FI) Tel./Fax: +39 0558879190 www.fotocinegori.it - www.cmsstudio.it info@fotocinegori.it

Davanti facciamo ancora poco e spesso male. Si vive di spunti isolati, spesso di Mutu. Gilardino è servito male ma pare anche in una crisi profonda di convinzione e di movimenti. Le ripartenze sono ferraginose e la manovra d’attacco lenta e prevedibile. E’ andata meglio con l’entrata di Vargas, ma c’è da lavorare parecchio. Nelle ultime tre partite non abbiam subito goal, ma, nei tempi regolari, ne abbiam fatti uno solo, quello di Cerci, appunto, il che è troppo poco. In questa crisi offensiva resta fuori il talento più puro che abbiamo (a parte Mutu) e cioè Ljaic e questo è realmente poco comprensibile.

Osteria A…Tipica aperto tutti i giorni pranzo e cena

il

C

e

oriandolo

pResenTAnDO quesTO cOupOn dal lunedì al giovedì ogni sera avrai Viale A. Righi, 3 A\D

Firenze

tel. 055 \606240

www.igiuggiolo.com

il

10%

di sconto

Brivido Sportivo n.39  

Il brivido sportivo del 9 novembre 2010

Brivido Sportivo n.39  

Il brivido sportivo del 9 novembre 2010

Advertisement