Issuu on Google+

COPIA OMAGG IO

NUOVA OFFICINA RIPARAZIONI MOTO www.brividosportivo.it

La vita comincia

anno 85 - n. 10 - Martedì 15 Marzo 2011

info@brividosportivo.it

A 40

PUNTI FUORI DAL TUNNEL DI GUFI E MENAGRAMO

di Alessandro Rialti

Finalmente. Di colpo la Fiorentina di Mihajlovic ha interrotto una serie di eventi negativi, li ha spazzati via tornando quasi in modo incredibile ad agganciarsi all’ultimo vagone verso l’Europa. Finalmente la

Autofficina

squadra viola raddoppia: due vittorie consecutive, che significa mettere la Juve (sì, proprio la vecchia e irriducibile nemica) nel mirino. Noi mica siamo fra quelli che già saltano di gioia, abbiamo misura e paura. Non abbiamo crocifisso Mihajlovic quando tanti, se non tutti, lo facevano infilandosi nel tunnel dei gufi e dei menagramo, così come ancora aspettiamo significativi miglioramenti sul terreno del gioco e, principalmente,

su quello del cinismo in zona gol. Perché la Fiorentina vista a Verona è stata sì bella, divertente e in grande parte della gara padrona del campo, ma ha anche sbagliato impietosamente una caterva di gol. E da ora in avanti la differenza, se proprio Mihajlovic vuol dare l’assalto alla zona Europa-League, la faranno le partite più difficili, quelle CONTINUA IN ULTIMA contro le grandi.

Ristorante - Lap Dance Teatro erotico

IDEALE PER OGNI OCCASIONE contatta il

Botrici - Massarosa (LU)

vendita e assistenza multimarche servizio revisione

Via del Termine, 22 Sesto Fiorentino (Fi) tel. 055.452547 - 055.450045

339 4526157

Location Riservata Panorama incredibile Cucina Toscana - Musica d’eccellenza Spettacoli originali Ragazze sensazionali INGRESSO LIBERO consumazione facoltativa

aperto da giovedi a domenica dalle 21,00


DIRETTORE RESPONSABILE Luca Caneschi direttore@brividosportivo.it REDAZIONE redazione@brividosportivo.it

2 www.brividosportivo.it

AMMINISTRAZIONE amministrazione@4ucommunication.com

Born to Run di Luca Caneschi

SOLDI SUBITO i nostri servizi:

Negli ultimi tempi, più di una volta qualche uccelSVUOTATURA DI: lino si è posato sulla mia appartamenti, negozi, cantine, soffitte, garagi spalla e mi ha sussurrato RITIRIAMO ANCHE SINGOLI OGGETTI: qualche dritta intercettata divani, armadi, lavatrici, lavastoviglie, volando qua e là. cucine, librerie, abbigliamento, elettrodomestici, sedie E’ stato così che abbiaPULIZIE IN GENERE mo scritto dei problemi PICCOLI TRASLOCHI E TRASPORTI chiama per un preventivo gratuito! al ginocchio di Gilardino e della visita (segreta) ad tel. 333 4233131 Arezzo o del cambio di procuratore più apparente che reale di Mutu. Dallo stesso uccellino, qualche settimana fa, era venuta la voce del nome del più che probabile futuro allenatore della Fiorentina, un ex apprezzato quando era calciatore per qualità umane e comportamentali ed oggi, anzi più che altro allora, in auge su una panchina di serie A. Si trattava, lo avrete capito, di Stefano Pioli ed è per questo che la gara del Bentegodi contro il Chievo

EDITORE E PUBBLICITà 4U COMMUNICATION Via B. Rucellai, 38 50013 Campi Bisenzio (Fi) tel. 055.8954739 Fax 055.8970524 info@4ucommunication.com GRAFICA E IMPAGINAZIONE Chiara Reggiani - grafica@brividosportivo.it

STAMPA Centro Stampa Editoriale srl Grisignano di Zocco (Vi) DISTRIBUZIONE Andrea Casadio distribuzione@brividosportivo.it

HANNO COLLABORATO Alessandro Rialti, Saverio Pestuggia, David Fabbri, Michela Lanza, Luca Capanni, Francesco Caremani, Dory D’Anzeo, Gianni Di Ferdinando, Roberto Gallastroni, Lorenzo Mossani, Gherardo Dardanelli, Massimo Gianni, Cristina Botteri, Angela Giulietti, Matteo Dovellini, Ruben Lopes Pegna, Sara Lucaroni, Duccio Magnelli, Marco Marucelli, Federico Pettini, GiampieroTosi, Pa.Vi e Enrico Zoi FOTO Poli & Galassi, Alessandro Falsetti

martedì 15 marzo 2011

LA SCALA A PIOLI ha assunto, per me, un significato particolare. Sinisa Mihajlovic, infatti, nel 2011 ha riguadagnato qualche punto per una sua possibile riconferma, ed il disastrato terreno dello stadio di Verona ha ospitato quindi un vero e proprio scontro diretto tra quelli che rimangono i principali candidati alla panchina della Fiorentina nel prossimo torneo. Va ovviamente premessa una cosa, e cioè che non c’è paragone tra l’organico a disposizione del tecnico serbo e quello, invece, su cui può contare l’emergente, anche se non più giovanissimo, trainer clivense. Se il risultato a favore della Fiorentina fosse quindi scaturito esclusivamente da giocate individuali o dalle prodezze di qualche campione, poco avrebbe significato nell’ottica di stabilire un criterio di scelta tra i due allenatori. Al di là di questo, però, e quindi dimenticando la vittoria dei viola, c’è da dire che questa volta la Fiorentina non è stata inferiore all’avversario né sul piano della disposizione in campo, né su quello dell’organizzazione di gioco, né sulla tenuta atletica. Sono elementi di novità, direi quasi rivoluzionari rispetto all’andamento dell’annata e hanno fatto riguadagnare punti ad un allenatore che, pur nelle difficoltà, non si è mai nascosto ed ha sempre mantenuto inalterate sia la dignità personale e professionale che il coraggio. Non so se basterà per fargli guadagnare la riconferma sulla panchi-

na della Fiorentina, ma quello che è certo è che ha cominciato a risalire la china e a guadagnare punti. Per la precisione, sta risalendo su una scala a pioli…

TABACCHI

nuovo punto servizi

ALIMENTI BIOLOGICI

colazioni e alimenti per CELIACI anche su ordinazione ZIGOZAGO BAR VIA G. MACCARI 133/135 davanti a Villa Vogel - FIRENZE TEL O55 9O6O933

(con un asterisco piccolo). Poi piccolino, piccolino da qualche parte (tipo i taen e tag dei finanziamenti) scrivi come corrispondente all’asterisco :

VUOI RISPARMIARE TEMPO E DENARO? con la bicicletta a pedalata assistita:

NADA PARRUCCHIERE DONNA UOMO ogni 50€ di spesa 10% di sconto

• Elettrauto • Servizio

INEGUAGLIABILE!

40 km con 15 cent

Io ho scelto di RISPARMIARE

shampoo + piega..€ 16 taglio.................€ 19 incentivi comunali € 200 colore. ..............€ 23 colpi di sole......€ 30 l’UNICO negozio in Toscana specializzato in biciclette a pedalata assistita Vendita, assistenza, ricambi, noleggio meches con stagnola..€ 40 cosa aspetti... Party in Bici! permanente......€ 28

a... NADA parrucchierist a! on per essere protag Via Baldesi 9r - Firenze Tel. 055.578942

Via Benedetto Marcello, 21/23r Firenze - tel./fax 055

3200834

w w w.p a r t y i n b i c i . it i n f o @ p a r t y i n b i c i . it

revisioni • Restauro auto d’epoca • Diagnosi elettronica • Ricarica aria condizionata

OFFERiTmAana tt della se CAMBIO OLIO e FILTRO a partire da euro 54 euro 40*

AUTOFFICINA AUTO DUE

*olio sintetico

Più bella che mai da:

NO PATENTE Caro carburante ADDIO ! NO BOLLO NO CASCO NO CARBURANTE NO ASSICURAZIONE

V. del Pollaiolo 4/r FIRENZE Tel. 055.700816 www.autodue-firenze.com info@autodue.com


LA CARROZZERIA DEI TIFOSI VIOLA

Autocarrozzeria

SESTESE

snc

• AUTO SOSTITUTIVA VI GARANTIAMO: • RIPARAZIONI ACCURATE • CONTROLLO SCOCCHE • BANCO ELETTRONICO • CORTESIA SPANESI • MASSIMA PROFESSIONALITÀ

Via Imbriani 113 - Sesto F.no

tel./fax

www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

AUTORITA’ E PADRONANZA

Voci di spogliatoio

di Ruben Lopes Pegna

rammarico – spiega il tecnico serbo – è quello di non www.svuotatuttofirenze.it aver chiuso prima la partita. Dobbiamo essere più cinici SVUOTATUTTO! e sfruttare maggiormente le tante occasioni che creiamo. ACQUISTIAMO IN CONTANTI: mobili, oggetti, arredamenti completi e Di occasioni da gol, infatti, ne costruiamo tante”. Ha arredi da esterno, articoli da ragione l’allenatore gigliato. La Fiorentina, oltre al gol giardino e oggetti antichi! di Vargas, il primo stagionale, su punizione al 3’ della SGOMBRIAMO APPARTAMENTI, CASALI, ripresa (il peruviano con un missile finito fuori di un soffio attività commerciali, ditte, garage, cantine nei primi 45 minuti e soffitte. aveva fatto le prove 335 7602930 generali), ha tirato in info@svuotatuttofirenze.it porta pericolosamente altre cinque volte. Nel primo tempo Santana si è fatto respingere due conclusioni (una da buona posizione il portiere clivense l’ha deviata sul palo), mentre nella ripresa Gilardino ha sciupato una buona occasione, calciando addosso a Sorrentino, che si è poi opposto a un tiro di Behrami. Marchionni, poi, nel finale a porta vuota si è fatto respingere la conclusione. Il Chievo, che per un’ora non aveva mai tirato in porta, si è reso pericoloso in quattro occasioni. In tre di queste (tiri di Moscardelli, Uribe e del portiere Sorrentino su azione d’angolo) Boruc ha risposto con parate da campione. Il polacco sta lanciando la sua sfida a Frey, che è quasi pronto al rientro in prima squadra. In attesa della partita di domenica prossima all’ora di pranzo con la Roma al Franchi, Mihajlovic guarda con fiducia al finale di campionato. “Dobbiamo giocare – afferma – tutte le gare come se fossero delle finali. Poi vedremo come andrà a finire. Cercheremo di fare il massimo. Le somme le tireremo solo a fine stagione. E pensare che ancora non abbiamo tutti i giocatori al meglio della condizione fisica. La vittoria con il Chievo è stata meritata. L’importante per me è vedere che ora la squadra ha preso fiducia nei propri mezzi. Il vero valore della Fiorentina comunque è quello dimostrato nel girone di ritorno”. Ha ragione il tecnico serbo. Delle dieci partite del girone di ritorno la formazione viola ne ha persa una soltanto, a Roma con la Lazio. La corsa all’Europa, insomma, ancora non è compromessa. Molto dipende dal Palermo, ma molto anche, a nostro avviso, dalla Fiorentina. 1148902

La Fiorentina è ancora in corsa per l’Europa. A nove giornate dalla fine del campionato, grazie al meritato successo, il secondo in trasferta, ottenuto al Bentegodi con il Chievo, i viola sono ottavi insieme al Palermo, a due lunghezze dalla Juve che è settima. Sarà sufficiente il settimo posto per andare ai preliminari dell’Europa League? Ancora non lo sappiamo. Tutto dipende dal Palermo. Se andrà in finale di Coppa Italia, eliminando il Milan, contro la vincente della semifinale tra Roma e Inter, un posto in Europa sarà suo. Questo spetta, infatti, o a chi si aggiudica la coppa, se non partecipa ad altre manifestazioni continentali, o all’altra finalista. Se il Palermo, invece, va fuori in semifinale, il settimo posto conta eccome. E la Fiorentina ora corre per quello e dà un senso al suo finale di campionato. C’è ancora un obiettivo da inseguire a questo punto del torneo e non è poco. Intanto la formazione viola si gode il secondo successo consecutivo, dopo quello ottenuto domenica scorsa con il Catania, in una partita giocata da squadra vera e senza essere, come sette giorni prima, Mutu dipendente. La Fiorentina si è espressa con autorità e padronanza, sfruttando le maggiore qualità tecniche dei suoi elementi su un terreno di gioco davvero in pessime condizioni. Per un’ora è stata padrona del campo, non concedendo davvero niente al Chievo. Diamo a Mihajlovic, perciò, i giusti meriti per questa vittoria. Il tecnico serbo ha schierato i suoi con il 4-3-1-2, con Santana alle spalle di Gilardino e Mutu e con Montolivo in cabina di regia al posto dello squalificato Donadel. Il capitano è stato straordinario in questo ruolo, che è quello, a nostro avviso, nel quale si esprime meglio. Proprio a centrocampo la Fiorentina ha vinto la partita, grazie anche alla spinta continua di Behrami e Vargas, tra i migliori insieme a Montolivo, grazie a Santana e a Boruc. La squadra gigliata ha costruito molte occasioni da rete ma, come già avvenuto in altre gare, non è stata abbastanza cinica. Non è stata in grado, insomma, di sferrare il colpo del kappaò. E questo, al momento, è il suo maggiore limite. Ne è consapevole anche Sinisa Mihajlovic. “Il

3

055 4489507

*PROMOZIONE VALIDA FINO AL 31 LUGLIO 2011

Lo sconto di 5€ è valido solo per le novità prenotate.

gamelife

Via de Sanctis, n°39 - Firenze Tel. 055. 24.66.786 - 0331.26.89.09 info@game-show.it

promozione 10%.indd

1

gamelife

Viale Giannotti, n°46/48 - Firenze Tel. 055. 68.14.959. - 0331.26.89.08 FI08-giannotti@gamelife.it

18-02-2011

12:22:27


4

Cambio gomme auto moto scooter, deposito gomme invernali, auto sostitutiva, soCCorso stradale Convenzionato Con le migliori soCietà di autonoleggio Via Reginaldo Giuliani, 210/Bis - Firenze - Tel./Fax 055

www.brividosportivo.it

O’ Professore di Saverio Pestuggia

432158 - puntoggomme@gmail.com martedì 15 marzo 2011

SENZA INCONTRISTA SI GIOCA MEGLIO

Una delle partite giocate nel miglior modo, quella tenutasi domenica sul campo amico del Bentegodi. Cinque minuti iniziali di passione e poi Montolivo ha preso in mano la squadra e, con l’aiuto di Santana e Behrami, ha riportato in avanti il baricentro della Fiorentina che ha messo in seria difficoltà un Chievo alle prese con una classifica non più eccezionale. Mihajlovic ha schierato un centrocampo tecnico, senza il classico incontrista e forse la manovra è diventata più fluida perché il pallone non doveva gioco forza passare dal recuperatore Donadel agli interni per andare ancora avanti. Questa volta il rilancio era diretto e la velocità di impostazione ovviamente aiuta la squadra a giocare in avanti. Non è solo questo

ON AIR

di Cristina Botteri

il segreto della Fiorentina di Verona, non sarebbe giusto per Marco Donadel che il suo ruolo l’ha svolto molto bene per tutto il campionato. C’è sempre un Behrami che gira a ve- Via Roma 234/a tel. 346 0912825 itucostin@yahoo.it Signa - Firenze tel. 329 5690152 locità doppia rispetto agli L’ UNICO NEGOZIO CHE PORTA LA TRADIZIONE RUMENA IN TAVOLA . P ASSAPAROLA E SENTIRAI LA QUALITÀ ASSOLUTA ! altri e Santana, schieraT I A SPETTIAMO ! to unico trequartista, che APERTO TUTTE LE DOMENICHE dalle 9,30 alle 13,30 è sempre al centro delle azioni. Mihajlovic appena si è reso conto che Pioli aveva blindato il suo Chievo al centro per contrastare l’albero di Natale viola, ha spostato Mutu in avanti come seconda punta ed ha ordinato a Gilardino di svariare sulle fasce. Altra mossa vincente per il tecnico serbo. Cosa dire di Vargas? Ha deciso la partita con una punizione di interno collo ed ha giocato benino anche se il ruolo non l’ha ancora digerito. Non è facile per un cavallo di fascia giostrare al centro con compiti tattici ben diversi. In difesa qualche movimento l’ha sbagliato, la costruzione del gioco non l’ha visto molto presente, ma si è impegnato e alla fine ha lasciato la zampata vincente. Ancora: come farà Sinisa a togliere di porta Boruc dopo che il polacco gli ha salvato la partita? Credo che Boruc si sia guadagnato con un buon campionato il diritto di partire in pole position nella corsa con Frey pronto al rientro. Di settimana in settimana saranno i tecnici a decidere chi mettere in porta con il giovane Neto a maturare per il futuro. Chiusura con la difesa: bene Natali e Gamberini, e in costante miglioramento anche Pasqual che ha perso le paure delle stagioni passate e gioca la sua onesta partita. De Silvestri qualche sgroppata ce l’ha fatta vedere, ma da lui vogliamo di più. Lo può fare.

VOLARE CON LA FANTASIA

po’ offensivo nei confronti dei tifosi, della città”. A dirlo è lo stesso Adrian Mutu, protagonista a Catania: “Volevo ringraziare i tifosi per tutto l’affetto che mi hanno dimostrato. E’ strano, Firenze è una città critica eppure mi ha sempre perdonato. L’essere forti va dimostrato sul campo. Da qui alla fine del campionato tutti noi dobbiamo rimetterci in discussione perché il progetto della società sta andando avanti. Non era facile prendere una squadra di Serie C e riportarla in Champions. Anche per quest’anno, i conti li faremo alla fine, aspetterei a dire che è stata una stagione fallimentare per la Fiorentina. Mihajlovic è un allenatore forte e giovane, per il futuro riconfermerei sia lui, che Mutu. Sarebbe difficile per me andare via da Firenze, perché penso... senza Firenze dove vado?”. Il tecnico serbo gradisce i complimenti, ma non fa sconti: “Adrian sa bene che con me non può più sbagliare. Non può pensare di aver pareggiato i conti avendo fatto due gol. Le motivazioni non gli mancano per cui deve solo scendere in campo e fare... il Mutu. Mi fido di lui, e ancora più della squadra. I miei ragazzi li conosco bene e li difenderò sempre perché so quanto danno per questa squadra”. Sul rapporto con la tifoseria: “Dopo Bari sembrava tutto fiQuality group system nito, poi con la vittoria sul Catania si è Via pistoiese 135/b signa (Fi) tornati a parlare di Europa League. Non tel. 055 8953649 esistono vie di mezzo nel calcio. So che Fax 055 8944252 Firenze è una piazza particolare: esigente, ma rispecchia il mio carattere, anche I NOSTRI SERVIZI: io sono uno che non si accontenta mai. Pulizia Negozi - Abitazioni - Uffici - Condomini - Magazzini Mancano dieci partite alla fine, potremTrattamento pavimenti - Lavaggio moquettes mo anche salire, ma non dobbiamo laLucidatura marmo - Cristallizzazione pavimenti sciarci andare, è necessario mantenere Pulizia vetrate aeree - pulizia vetri Progettazione realizzazione e manutenzione aree verdi questa concentrazione, cattiveria, voglia Lavaggio tende sul posto - Noleggio macchine per pulizie di mettersi in gioco”. Una battaglia, quelDisinfestazione e derattizzazione - allontanamento volatili la col Chievo, è stata vinta. Ora crederci www.Qualitygroupsystem.it è d’obbligo.

Espugnare il Bentegodi significò, nel maggio 2006, conquistare l’accesso ai preliminari di Champions, un sogno che tornava ad essere realtà. Oggi a Verona la Fiorentina raggiunge il traguardo dei quaranta punti e tentare l’impresa Europa pare, seppur difficile, non impossibile. Fantasie, fantasie che volano libere. Fantasie che a volte fan ridere, fantasie che credono alle favole. Perché in fondo, parlare di salvezza “mi sembra un

inFo@Qualitygroupsystem.it

WWW.STANLEYBETSCOMMESSESESTOFIORENTINO.IT

STANLEYBET OFFRE UNA QUANTITÀ E VARIETÀ DI GIOCHI CHE NON HA EGUALI RISPETTO A QUALSIASI ALTRO BOOKMAKER L’offerta di scommesse sportive comprende: tutti i Campionati con le Coppe Nazionali, tutte le Competizioni Internazionali di calcio, Basket, Pallavolo, Automobilismo, Motociclismo, Tennis, Golf, Baseball, Hockey, Lotterie Internazionali, e i nuovi VIRTUAL GAMES


5 www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

SOLDI SUBITO i nostri servizi: SVUOTATURA DI:

appartamenti, negozi, cantine, soffitte, garagi

RITIRIAMO ANCHE SINGOLI OGGETTI:

divani, armadi, lavatrici, lavastoviglie, cucine, librerie, abbigliamento, elettrodomestici, sedie

PULIZIE IN GENERE PICCOLI TRASLOCHI E TRASPORTI chiama per un preventivo gratuito!

Niente Paura

Salvi e quarti in classifica

di Michela Lanza

E ORA DIVERTIAMOCI!

Raggiunta la quota salvezza… e ora divertiatel. 333 4233131 moci! Questo, in sintesi, il pensiero unanime dell’ambiente viola. Dopo una stagione altalenante, con troppe difficoltà da gestire e un’infermeria sempre piena, l’ingranaggio della squadra di Mihajlovic sta ritrovando, strada facendo, i pezzi mancanti. E si vede! Con la vittoria di Verona la Fiorentina ha raggiunto quei 40 punti che bastano per dichiararsi fuori da ogni pericolo di baratro, ma ora, come ha detto Mutu qualche giorno fa, “divertiamoci”. Senza pensieri, senza timori, la squadra viola avrà la possibilità di scendere in campo, domenica dopo domenica, senza aver niente da perdere. Gli altri sì, avranno tutti o quasi qualcosa da perdere, a cominciare dalla Roma che insegue ancora il quarto posto. Però la Fiorentina sta iniziando ad avere le sembianze di una squadra forte, in salute, di carattere. La squadra che, probabilmente, Sinisa aveva in mente la scorsa

estate quando dichiarava, a ragione: “Lottiamo per il quarto posto”. Come dargli torto? Da quando il tecnico serbo ha riabbracciato i suoi big (o parte di essi), la Fiorentina è diventata di colpo, ma non per sbaglio, la squadra con la quarta difesa del campionato, ha perso solamente una partita nel girone di ritorno (a Roma contro la Lazio) e dall’inizio di gennaio ad oggi sarebbe quarta in classifica. Numeri alla mano, dal 6 di gennaio ad oggi, ha totalizzato 21 punti in 12 partite (escluso il recupero con l’Inter), ovvero quasi 2 punti a partita; e, se vogliamo limitarci al girone di ritorno, i viola hanno accumulato 17 punti in 10 partite realizzando la stessa media di quasi 1,7 punti a partita. Tutto questo avrà un senso? Se con i rientri dei campioni – alcuni, tra l’altro, ancora non propriamente al top – la squadra ha risalito la china e la classifica, vorrà dire qualcosa? Oppure è un caso? Forse per qualcuno sarà un caso, per gli intenditori e gli addetti ai lavori no. E Mihajlovic è senza dubbio un addetto ai lavori e, soprattutto, uno che sa riconoscere quando in mano ha una Fiat o una Ferrari. E allora, in attesa anche dei rientri di Frey e Jovetic e in attesa di diventare almeno una macchina di lusso, godiamoci la salvezza e il quarto posto nel 2011. Del resto, in un anno di transizione, cambiamenti e ricco di forfait come questo, già

migliorare l’andamento complessivo della passata stagione dove la squadra totalizzato 17 sconfitte e 47 punti in classifica, è possibile. E non è proprio tutto da buttare via, anche perché l’Europa League è ancora un obiettivo alla portata, non del tutto sfumato. E allora, come ha detto il numero 10 viola: “Ora, divertiamoci”.

Il padrone tifoso?!? IL CANE in Viola!!!

Via Carlo del Prete, 22r FIRENZE Tel.

055/419167

Si sta avvicinando la primavera, Hai voglia di partire...

MADRID e SIVIGLIA a partire da 270 euro 4 giorni (3 notti) offerta valida per tutto il mese di

Aprile e Maggio

Il meglio è la conferma che la squadra si sta ritrovando. Sta ritrovando pian piano i pezzi più importanti (l’ultimo è Vargas e scusate se è poco!), e con loro ritorna la fiducia. Il primo tempo su un campo orrendo contro una squadra che non poteva regalar nulla, la Fiorentina ha diretto le danze con il piglio della squadra sicura di sé. A livello individuale di nuovo decisivo nel finale Boruc, ottimo Montolivo a fare il direttore d’orchestra, coadiuvato dalla quantità di Behrami e Santana. Promettente il rientro di Vargas. E’ la solita storia: per fare un gol se ne sbagliano almeno tre colossali (Santana, Gilardino e Marchionni) e si trasforma una possibile clamorosa vittoria in un successo risicato e messo in pericolo fino all’ultimo secondo. Bisogna essere più cinici e cattivi sotto porta, avere la bramosia del gol. In una squadra che si sta ritrovando questo è l’ultimo difetto (ma non è da poco) che bisogna cercar di limare.

Partenza da PISA o BOLOGNA Soggiorno in hotel 3-4 stelle con trattamento di pernottamento e prima colazione

POSTI LIMITATI Prenotazioni entro il 15 MARZO 2011

Tante altre offerte su

www.ardesiaviaggi.it ARDESIA VIAGGI Via Circondaria, n° 22/24 FIRENZE (FI) Tel: 055 46.250.46 info@ardesiaviaggi.it


Vuoi diventare punto di distribuzione del Brivido Sportivo?

6

chiedici come inviando una mail a info@brividosportivo.it

www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

L’Angolo del tifoso di Luca Capanni

Doppia trappola all’orizzonte

www.svuotatuttofirenze.it

tradursi in un biglietto per l’Europa. Il condizionale SVUOTATUTTO! è d’obbligo, perché se il Palermo batterà il Milan ACQUISTIAMO IN CONTANTI: mobili, oggetti, arredamenti completi e nella semifinale di Coppa Italia (andata 20 aprile, arredi da esterno, articoli da ritorno 11 maggio), risucchierà un posto per l’Europa giardino e oggetti antichi! League: il meccanismo scatterà in automatico dato SGOMBRIAMO APPARTAMENTI, CASALI, che l’altra finalista sarà l’Inter o la Roma, squadre che attività commerciali, verosimilmente si guadagneranno entrambe l’Europa ditte, garage, cantine e soffitte. (che sia Champions o no) attraverso il campionato. 335 7602930 Sotto questo punto di vista, non resta che aspettare: il info@svuotatuttofirenze.it tempo sarà galantuomo come lo sarà per Mihajlovic. Il suo ultimo azzardo, l’esperimento di Vargas mezz’ala, avrebbe potuto innescare il solito refrain «i’serbo un ci capisce nulla» se il peruviano non avesse segnato. In realtà, secondo il mio parere, l’idea è interessante, e non perché Vargas ha fatto gol su punizione, che avrebbe potuto fare anche se avesse giocato portiere. Piuttosto, questa nuova alternativa può concedere al giocatore una marcatura meno stretta da parte dei difensori avversari, offrendogli più campo per le proposizioni offensive e, soprattutto, per quei cross tagliati che ci mancavano come il pane. Non lo vedrei bene invece nel ruolo di terzino, dove avrebbe compiti troppo difensivi per i quali ha già dimostrato forti lacune. Fatto sta che il peruviano potrebbe tornare ad essere l’arma segreta viola e proprio qui risiede la trappola di cui parlavo. Stando ai rumors, sembra che “El Loco” sia in partenza e che si speri di rivalorizzarlo per venderlo alla cifra più cospicua. Cospicua quanto? Quindici, venti milioni? Un altro “Gabriel Omar plusvalenza” (come recitava uno striscione del 7Bello) non mi interessa in questo caso, perché ritengo non ci siano molti giocatori al mondo con caratteristiche pari a Vargas. Anzi, per dirla tutta, mi viene in mente solo Bale, che costa già 48 milioni di euro. Fate vobis... La seconda trappola, o la prima in ordine cronologico, riguarda il match contro la Roma. Non tanto quello di campionato quanto la finale di Coppa Italia Primavera. I “guinzagli” sono sciolti per tutti i tifosi ospiti: non c’è obbligo di tessera e circolano voci sulla “riesumazione” di vecchi ultras giallorossi piuttosto caldi che erano rimasti fuori scena da tempo. Ben vengano, più colore ci sarà e più sarà accesa la sfida. Il pubblico gigliato, però, dovrà ignorare a tutti i costi qualsiasi eventuale provocazione. Si sa che la giustizia sportiva è storicamente molto… efficiente quando si tratta di sanzionare la tifoseria viola, e sarebbe una beffa colossale beccarsi una stangata proprio ora… che abbiamo trovato un senso. 1148902

Ora che abbiamo trovato “un senso a questa storia”, parafrasando il Blasco e un vecchio titolo del nostro “Born to run”, incombe una doppia trappola: una riguarda il mercato e l’altra la tifoseria. Il senso ritrovato, ovviamente, si chiama settimo posto, un target davvero ghiotto perché occupato dall’amatissima Juventus e perché potrebbe

Fuori Gioco di Duccio Magnelli

INCUBO PROSSIMO VENTURO

In questi giorni, a Firenze, qualcuno sta masticando erbe amarissime. Sono tutti coloro (e non sono pochi) che si augurano una serie di sconfitte della Viola nelle ultime giornate di campionato per liberarsi, una volta per tutte, dell’odiatissimo Sinisa Mihajlovic. Nel corso di qualche trasmissione radiofonica abbiamo già sentito adombrare possibili scenari desolanti da Day After calcistico, in caso di riconferma del tecnico serbo: crollo degli abbonamenti, stadio Franchi vuoto, contestazioni. Magari immaginando la domenica con gruppi di tifosi inferociti a gridare per strada “via Sinisa”. Un incubo calcistico al quale ci auguriamo di non dover assistere. Se non altro perché la nostra realtà è già piena di incubi ben peggiori. Ma tornando alle leggerezze del calcio, quali sono le colpe che questi futurologi imputano al tecnico serbo? “Questa squadra non ha gioco!” urlano i tecnici del giorno dopo.

PASSA A TROVARCI riceverai un simpatico OMAGGIO

E, non senza ragione, elencano tutte le partite, invero bruttine, a cui i tifosi hanno dovuto assistere in questo grigio e triste campionato per fare, subito dopo, i nomi degli allenatori che dovrebbero ridare vitalità al progetto. Delio Rossi, per i realisti (anche se qualcuno dice che non sa insegnare come ci si difende), Spalletti (che pure è stato travolto in Europa League con il suo Zenit) per i sognatori. I nostalgici fanno i nomi di Terim (detto anche l’Imperatore) o addirittura di Ranieri, qualche simpaticone ipotizza Ciccio Graziani, mentre qualcun altro si fa ancora sedurre da Zeman e dal suo immutabile 4-3-3. Insomma, i Della Valle portino chiunque sulla panchina della Viola, ma caccino il serbo. Per noi qualsiasi allenatore, visto anche quanto viene pagato, è capace di mettere in campo in modo decente una squadra. Il punto è capire se il tecnico sia anche in grado di fare altre cose,

BIGLIETTI STADIO - LOTTO - SUPERENALOTTO GIOCHI SPORTIVI - TUTTI I SERVIZI DI RICEVITORIA

U.S.P.A.

IMMATRICOLAZIONI TRASFERIMENTI VARIAZIONI

OFFICINA ORTOPEDICA avanzata tecnologia e alta specializzazione

Corsetti per scoliosi Ortesi pediatriche Tutori di arto inferiore Plantari su misura Protesi di arto inferiore Plantari propriocettivi

VIA BARACCA 157 A/B FIRENZE - TEL. 055 4377053

come per esempio insegnare a battere una punizione. Oppure riuscire a mandare calciatori in tribuna facendolo sembrare solo un avvicendamento. Un dubbio però ci assilla: esistono allenatori capaci di cavare il sangue dalle rape? Ci riflettano i fautori del “nuovo per forza”. Non sempre l’erba del vicino è più verde della nostra.

PUNTO VENDITA Viale G.B. Morgagni, 23 /r Firenze Tel. 055 410849 OFFICINA ORTOPEDICA Viale Girolamo Fracastoro, 37 Firenze Tel. 055 4368799

www.ortopediarombifirenze.com

•Pratiche auto e moto •Assicurazioni •Rinnovo patenti •Bollo auto e moto U.S.P.A. Studio Consulenza Automobilistica Via Toselli 122/a - Firenze

tel. 055 365691

APERTI dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,30


Via Ponte alle Mosse 131 a/b Firenze tel. 055 367452

SCOMMETTICI

La Viola ti fa FUMARE? SOPRA

7

APERTI anche la DOMENICA

TABACCHERIA - LOTTO - SUPERENALOTTO - GIOCHI SPORTIVI - BOLLO AUTO - SERVIZI INPS - BOLLETTINI POSTALI - SLOT MACHINE

www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

SASSOLINI DALLO SPOGLIATOIO Tutto da rivedere, tutto da mettere in discussione. La Fiorentina vince, e convince, a Verona contro il Chievo su un campo in condizioni disastrate e risale la classifica. E, cosa impensabile a meno di un mese fa, vede per la prima volta l’ingresso in Europa. E’ lì, a pochi punti. Un ultimo sforzo in queste partite e davvero la squadra viola ci può arrivare. Di certo, la Fiorentina non è il Barcellona che può asfaltare qualunque avversario su qualunque campo. E domenica non ha sconfitto il Real Madrid, ma pur sempre il Chievo Verona. Però, i segnali positivi ci sono tutti. E in città si sente un’area diversa. Quella della trepidazione e dell’attesa, anche in vista della partite che attendono la squadra viola. Roma, e un mese dopo di seguito Milan e Juventus. Ecco che dal silenzio e dallo scetticismo generale, si alzano masse di personaggi pronti a riabilitare tutto quello che di buono c’è nella squadra, nell’allenatore, nella società. Com’è bello il calcio, e com’è bella Firenze! Quanto riesce a darti questa città, forse nessun’altra può. Quanto può esser cattiva e critica, lo sanno bene Dante e Savonarola. Oggi, dopo la vittoria di Chievo, arrivare in Europa League diventa quasi un impegno morale per tutti. Un obiettivo pressoché impossibile, ma ora più che mai raggiungibile. E, come sempre, arrivano anche i primi contestatori. Quelli che l’Europa League non la vogliono perché si gioca di giovedì e si perde energie per il campionato.

NUMB3RS di David Fabbri

di Federico Pettini

Mihajlovic e Corvino sono riusciti a togliersi in un colpo solo dalle scarpe. Detto di Cerci e D’Agostino, il ds gigliato c’ha preso alla grande con Behrami e Boruc. Quindi, “se poggia e buca fa pari”, la squadra che ha offerto al tecnico, visto anche la mancata cessione di tutti i big, è sicuramente competitiva. D’altro canto, Mister Sinisa ha voluto sottolinearlo anche in sala stampa. Gli davano di bischero quando diceva che la Fiorentina era da posizionarsi dal quarto al sesto posto, e lui fa vedere come nel girone di ritorno la squadra viola è quinta. Con la quarta miglior difesa e a soli tre punti dal Napoli. Anche in questo caso, c’è il poggio e buca con il girone d’andata, che aveva fatto sprofondare tutti nella tristezza. Quindi già iniziano i processi, “all’incontrario”. Se per Mihajlovic e Corvino erano decisive queste ultime partite, ora meritano la conferma. Comunque sia e comunque vada. Qualunque sia la posizione a fine anno della squadra, perché un miglioramento c’è stato, perché la voglia di provarci alla fine è arrivata, perché, perché, perché. Oltre la vittoria, Verona ci ha regalato qualcosa di più. Lo spogliatoio, come è e come deve essere. I giocatori che se le dicono di tutti i colori in campo quando manca una manciata di secondi alla fine è dimostrazione evidente che tutti ci tengono a far bene. Per essere riconfermati l’anno prossimo, per farsi vedere dalle altre squadre e farsi comprare, per quella maglia dal colore viola, all’occorrenza bianco, all’occorrenza giallo. Ognuno ha i suoi motivi, com’è giusto che sia, ma sembra che finalmente si sia capito che uniti si vince e che anche un fuoriclasse da solo non fa la differenza. Firenze è pronta e decisa a stringersi attorno alla propria squadra per dare la spinta necessaria che tutti si augurano. Intanto, cerchiamo di aiutare i ragazzini, mercoledì. A Firenze, una finale era tanto tempo che non la si vedeva.

LE MILANESI FANNO FLOP

Analizziamo la 29° giornata di Serie A in un modo un po’ diverso dal solito, prendendo in esame in particolare i flop e i top di questo turno. Cominciamo dalle due milanesi, nonché le maggiori contendenti allo scudetto. Milan e Inter a questo giro deludono infatti le aspettative e pareggiano rispettivamente e quasi paradossalmente con le ultime due in classifica, Bari e Brescia. Uno scherzo del destino? Oppure frutto di distrazioni dovute alla Champions, dato che i rossoneri non hanno ancora digerito l’eliminazione dal torneo e i nerazzurri hanno chiaramente la testa solo a Monaco. Il fatto è comun-

IL PUNTO DI RISTORO per il tuo DOPOSPORT PROIEZIONE DI TUTTE LE PARTITE DELLA SQUADRA VIOLA DI SKY E IN HD

e inoltre...

Via Donatello, 23/a-b Sesto Fiorentino (Fi)

Come se la Fiorentina dovesse lottare ogni stagione per vincere il campionato! Non facciamo gli ipocriti! L’Europa League a questo punto è la dimensione migliore a misura di Fiorentina, che potrà ragionevolmente andare avanti il più possibile e potrà anche avere maggiore interesse per l’acquisto dei giocatori in estate. Perché sicuramente non è che vada tutto bene. Il motto “No Cerci No Perdi” non è stato creato per caso. Così come l’esclusione prolungata di D’Agostino. E poi ci sarà Felipe che torna dal prestito, Nastasic che forse arriva, dall’Argentina o dal Brasile alla fine cascherà qualcosa che non sia Bolatti. Certe mosse di mercato, insomma, vanno riviste, così come gli spinosi rinnovi contrattuali di Santana e Donadel, ormai titolari inamovibili nella formazione di Mihajlovic. Poi ci sarà da risolvere tutti gli altri giocatori che hanno buone offerte, o peggio, ottime offerte. E se per due anni di fila si potrà riuscire a trattenerli tutti, o a non venderli in mancanza di offerte adeguate. Vittorie come quella di Verona però, hanno provocato due effetti evidenti. Il primo è la quantità notevole di sassolini che

Senza Filtro

tel. 055 4204876 si organizzano CENE A TEMA

que che entrambe le compagini hanno subito una battuta d’arresto per la corsa al titolo con degli avversari molto motivati, e questo farà sicuramente accendere ancora di più il derby tra le due meneghine che andrà di scena tra due giornate. Sempre più in bambola la Juventus, che ha dimostrato ancora di non sapere più vincere pareggiando con un grintoso Cesena 2 a 2 dopo essere andata in doppio vantaggio con Matri e aver subito la rimonta dei romagnoli rimanendo con uomo in meno oltre un tempo. La “Vecchia Signora” è troppo fragile, il Cesena è invece ordinato e pungente, ma spreca la più clamorosa delle occasioni con la pallonata alta di Giaccherini a porta vuota. In piena crisi c’è anche il Palermo, che nonostante l’arrivo di Serse Cosmi in panchina, continua ad incrementare una serie di risultati negativi mai vista sotto la gestione Zamparini; a Marassi i rosanero vengono battuti 1 a 0 dal Genoa, che vince meritatamente. Sprofonda sempre di più in zona calda la Sampdoria, giustiziata nello scontro salvezza contro il Catania da un gran gol da fuori area degli etnei. Esordio negativo quindi per Cavasin sulla panchina blucerchiata. Partiamo adesso con i top: c’è da annotare subito la gran prestazione della Roma nel derby capitolino contro i cugini laziali, vinto per 2 a 0. Con un Totti in grande spolvero i giallorossi conquistano i tre punti in una delle partite più importanti, dimenticando così la bruciante

sconfitta di Donetsk, facendo un serio pensierino al quarto posto e tornando a volare sulle ali dell’entusiasmo di mister “Aereoplanino” Montella, al suo primo derby vinto da allenatore. Torna a sorridere anche il Napoli che, dopo una serie di prestazioni non convincentissime, si rilancia alla rincorsa delle milanesi strapazzando il Parma per 3 a 1, soprattutto grazie ad un incontenibile Hamsik e un ritrovato Lavezzi. Dodicesimo risultato utile invece per l’Udinese che cala il poker a Cagliari, proiettandosi al quarto posto e continuando a dare lezioni di calcio a tutte le avversarie che incontra: sugli scudi, naturalmente, c’è sempre la coppia del gol Di Natale-Sanchez. E infine tra i top di questa giornata di campionato troviamo la nostra amata viola, che nel campaccio del Bentegodi riesce a condurre con supremazia la gara contro il Chievo, battendolo con gran merito per 1 a 0. I segnali positivi stavolta sono arrivati da tutti, compreso il ritrovato Vargas, autore del gol su calcio piazzato. Mister Sinisa forse ha capito come far funzionare la Fiorentina nel modo giusto, o più semplicemente sta finalmente riabbracciando i suoi pezzi pregiati. C’è solo da affinare la precisione sulla finalizzazione a rete e imparare a sprecare meno occasioni. Con la salvezza ormai in tasca, l’Europa League è a portata di mano e… avvicinarci all’obiettivo battendo la Roma, sarebbe una libidine, o meglio, per parafrasare un tormentone del buon Jerry Calà, una “doppia libidine, libidine coi fiocchi..!”

Osteria A…Tipica aperto tutti i giorni pranzo e cena

il

e

C oriandolo

pResenTAnDO quesTO cOupOn

dal lunedì al giovedì ogni sera avrai Viale A. Righi, 3 A\D

Firenze

tel. 055 \606240

www.igiuggiolo.com

il

10%

di sconto


Il Brivido Sportivo su

8

Iscriviti al gruppo!!

www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

i’ Nonno Pilade del nostro inviato in cantina Ovvia che siam ripartiti! Perché i’bello e un n’è vincere, e gli è rivincere! O quanto l’era che un si dicea? O quanto l’era che un se ne vincea due di seguito? I’nonno e sarà rintronato, ma un se lo rihorda. Se po’ e s’aggiunge a i’fatto che e’ gobbi e seguitano a perde’ corpi e qui’ grullo di sopra e gli scantona quando e m’intoppa come se gli avesse paura che gli attaccassi i’cimurro, e siamo vicini all’estasi. Ora e tocco ferro perché un vo’ dir artro, ma se e succedesse come in qui’ titolo di firme di Gassmanne (o che giro di parole e mi tocca a fare pe’ non porta’ cicia! Ma vu avee capio no?) allora i’nonno e l’anderebbe a cercallo lui i’ gobbo, e gli arebbe poho da scantonare, e ci ho tutto un girone d’andata di perculeggiamenti da vomitagni addosso! Oggi ‘n qui campo di patate (ma che ci seminano e pandori a i’Bentegodi?) e s’è anche giohato benino. Caravaggio a dirigere, i’chitarrista e i’biondo a correre, e l’Inca, finalmente ritornao, a tira’ sfruconate ‘n porta. ‘N porta, ‘n quella nostra, i’bandone polacco, quello che un fa passa’ nemmen gli spilli, che la piglia

UN PASSA NEMMEN GLI SPILLI

co’piedi, co’ manoni, co’ i’capo, ma la un passa. Gli è tornao un po’ di stitichezza davanti, compresse Farqui a Mutu e a iGGila, e anche a i’chitarrista. Tra lui e iGGila la contesa pe’ chi e se l’era mangiao più bello, quando

Lo Strologo di brozzi... interroga PREVISIONI FRA RAGIONAMENTI E SFERE DI CRISTALLO

Come gli è bello ‘ndovinalla quando gli è una vittoria viola! E allora e ci si riprova anche co’ giallozzozzi, o icche vu’ volete che si faccia? E si rivince, no? Di riffa, di raffa, di culo o pe’ forza, l’importante gli è che i’segno e sia “1” ‘n quella casella di Fiorentina-Roma, e la palla la un mi po’ di’ di no. Niente discorsi, i’core e dice così e i’core e un n’inganna e maghi! Venendo a quegli artri l’Inter e sembra che l’abbia la più semprice, ma queste partite prima e dopo Scempionse e le son sempre un rebusse. Tutte e due le strisciate milanesi e l’han buttao via punti con retrocesse o quasi! Comunque Inter-Lecce gli è “1” se no gli è corpa de beeroni di Monaho! Palermo-Milan, qui chi piglia e beeroni gli è Zamaprini, Cosmi gli ha ancora da fare un punto e c’è caso che gli aspetti un’artra domeniha. O no? I’Milan e un sembra miha

gli è arrivato Marchino 2 (ma che sarà i’nome?) a fasselo para’ senza portiere. Quando a uno e gnene riesce una così, e vince, e un c’è gara. Meno male che gli ha giocao dieci minuti soli, e mi volea fa’ morire, ora e gni chiedo e danni, e m’ha fatto pati’ fino alla fine, armeno tre o quattro minuti e me li potea risparmiare! Nulla, a quindici sehondi dalla fine e me n’ha combinaa un’artra! E si vince 1-0 e gli ha la palla ‘n attacco, o tientela no, baggiano! No e crossa e la dà a quegli artri e mi parte i’contropiede, l’urtimo. Roba che se facean go’ e entro ni’ televisore e lo mangio vivo. Ma forse e trovao e resti perché ho visto Sinisa che parea Dragonbolle! E mandaa foho da i’ naso! Dall’urlo che gli ha fatto i’nonno e sono scesi di su e m’hanno portato un bicchie’ d’acqua! L’acqua e un la beo, e pesci e ci trombano ‘n quella porcheria! No daemi i’mi’ solito gotto, bello pieno, che si festeggia! Pe’ domenica e ci ho da parte una boccia di quello bono, di’ solito che m’hanno regalao, perché domenica e viene e giallozzozzi. E come dice i’ proverbio… Forza Violaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

così sprendente. Se vu’ volee fa’ milioni e diho “1”. Napoli-Cagliari e la dovrebbe esse’ una formalità pe’Mazzarri and his people, e sardi e stanno andando nella fase di’ riposo primaverile “1”. Bari-Chievo “X” se un piglia punti qui Pioli e po’ cominciare a preoccupassi davvero, se i’Chievo e fosse ne’ su’ cenci e sarebben due, ma come e son messi anche loro e s’accontentin d’un pari. Bologna-Genoa “1”, della serie de’ miraholi di Malesani che e sono ‘nfiniti quest’anno. Juventus-Brescia “X” questo gli è un augurio a Beppe, (e a noi), ma e un ci credo miha tanto, speriamo. Lazio-Cesena “2” o che son diventao grullo? E vi suggerisco ‘ndo mettere e sette a levare! Ma che volee vincere o piglia’ tre lire? Ecco pe’ vincere pensateci a questa. SampdoriaParma “X” se la Samp e la perde anche questa e la po’ cominciare a quadrassi ‘ndietro preoccupata e miha poho, ora come ora, a parte i’Bari che gli è ito, gli è quella messa peggio di tutti come gioho di quelle laggiù. Udinese-Catania “1” e vu’ avete da pigliallo pe’ le mele Frignolin, ma gli ha fatto una gran lavoro. E così e siamo alla fine anche di questa fatihata, a voi e sordi e a me la gloria! Ma l’importante l’è che la vada a’ viola. Forza Violaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

VENDITA: Viale Guidoni 93/S www.autosas.it

055/431514 Viale Giannotti 59 055/685127 Via Pantin 1 Scandicci 055/7350125


COMPRIAMO mobili, oggettistica, arredi da giardino, pagamento contanti lIbeRIAMO cantine soffitte magazzini ecc... eFFeTTUIAMO ANCHe PICCOlI TRASlOCHI

339.8793928

martedì 15 marzo 2011

CON LA ROMA SPETTACOLO ASSICURATO Lo spettacolo è quasi sempre assicurato nelle sfide tra Fiorentina e Roma. Difficilmente le partite tra le due squadre tradiscono, infatti, le aspettative dei rispettivi tifosi. L’incontro del 25 aprile di due anni fa (anticipo del sabato sera), valido per la trentatreesima giornata, non è venuto meno a questa tradizione. I viola, reduci dalla sconfitta per 3-1 a Udine, sono quinti in classifica a due lunghezze dalla zona Champions (ovvero dal Genoa che è quarto), ma precedono i giallorossi (quinti) di tre punti. E’ evidente che il match del Franchi conta molto per conquistare un posto nell’Europa che conta. Il tecnico viola Cesare Prandelli manda in campo la seguente formazione, schierata con il 4-2-3-1: Frey; Comotto, Gamberini, Dainelli, Pasqual; Donadel, Montolivo; Semioli, Jovetic (Gobbi dal 72’), Vargas (Kuzmanovic dal 52’); Gilardino (Bonazzoli dall’80’). Per la prima volta l’attuale cittì della Nazionale fa giocare Vargas da trequartista esterno e non da terzino come per gran parte del campionato. La mossa si rivela subito vincente. E’ proprio Vargas, dopo sei minuti, ad aprire le danze battendo il portiere romanista Artur con un tiro da fuori area. Per lui è il secondo gol stagionale. Il peruviano è scatenato. Non ha mai giocato così bene da quando è arrivato a Firenze. La Fiorentina, così, insiste e tre minuti dopo l’arbitro Banti le nega un rigore clamo-

Un Brivido rosa di Dory D’Anzeo

Ricetta del giorno: galletti impillottati. Si prenSVUOTATURA DI: dono quindici galletti appartamenti, negozi, cantine, soffitte, garagi giovani e in salute. Se i RITIRIAMO ANCHE galletti sono spocchiosi SINGOLI OGGETTI: divani, armadi, lavatrici, lavastoviglie, e desiderosi di “vacanze cucine, librerie, abbigliamento, elettrodomestici, sedie romane”, tanto meglio. PULIZIE IN GENERE Dicevamo, si prendono PICCOLI TRASLOCHI E TRASPORTI 15 galletti. Il procedichiama per un preventivo gratuito! mento dura 80 minuti tel. 333 4233131 durante i quali i galletti, in genere, si stancano a furia di correre e dimenarsi in qua e in là. Verso il minuto 60, cominciate a correre an-

SOLDI SUBITO i nostri servizi:

SPLENDIDO SPLENDENTE SPLEN Impresa di pulizie

Pulizia giornaliera di uffici, condomini, negozi, palestre, banche Lavaggio di vetri e infissi Preventivi GRATUITI cell. 347 2883303 - fax. 055 340565 via Torre degli Agli 77 - Firenze

9

www.brividosportivo.it

Amarcord

di Ruben Lopes Pegna

roso. Sulla rovesciata di Gilardino, Cassetti con il braccio sinistro largo e alto intercetta il pallone in area. Al 22’ il “fischietto” livornese nega un altro penalty ai gigliati per un fallo di De Rossi su Jovetic. La Roma, comunque, ogni tanto esce dal guscio e con Brighi per due volte sciupa le occasioni per pareggiare. Allo scadere del primo tempo viene di nuovo graziata da Banti. Cassetti, già ammonito, fa un blocco su Jovetic lanciato a rete. Come minimo ci sta il secondo “giallo” e dunque l’espulsione. Ma non è così. La Fiorentina, però, non si abbatte e all’inizio della ripresa chiude di fatto il match. Dopo due minuti, infatti, Gilardino, su assist di Semioli da destra, batte Artur. E’ il gol del 2-0. Poco dopo Prandelli toglie uno stanco Vargas ed inserisce Kuzmanovic. La Roma sfiora il gol con un tiro di Baptista, salvato sulla linea da Pasqual. Ma poi sono sempre i viola a rendersi pericolosi, anche perché al quarto d’ora la Roma rimane in dieci per l’espulsione di Pizarro per doppia ammonizione. Così, al 22’ Gilardino, su assist di Montolivo, realizza la sua seconda rete della serata, la diciottesima del campionato. La Fiorentina non si accontenta. E al 29’ arriva il quarto gol. Gilardino, su assist di Semioli, con uno splendido colpo di testa costringe Artur alla respinta. Sul pallone si avventa Gobbi, da poco entrato in campo, e realizza la rete del 4-0. A quattro minuti dal termine arriva poi il gol della bandiera di Baptista. Il match finisce con il successo della Fiorentina per 4-1 e con il Franchi in delirio. Grazie alla sconfitta che il Genoa il giorno dopo subisce a Bologna, la squadra di Prandelli si ritrova così al quarto posto.

GALLETTI IMPILLOTTATI che voi, fate capire ai galletti che stasera sono loro la cena e, a una a una, togliete loro tutte le penne. Noterete, man mano che l’operazione procede, un progressivo abbassamento dell’umore dei poverelli che, da spavaldi, diventeranno prima nervosi, poi increduli, infine rassegnati. A quel punto, potete impillottarli. Dicesi impillottare l’atto di farcire l’animale attraverso l’introduzione, per mezzo dell’orifizio anale, di erbe aromatiche varie. La scelta di verdure e ortaggi è demandata al gusto personale, ci permettiamo di suggerire il porro. Senza spezzettarlo. Una volta impillottati i galletti, si può cantare l’inno nazionale italiano. Scherzi a parte, battere la Francia dà sempre un tipo di soddisfazione che non si Al gattile di Bagno a RipoliFirenze ci sono bellissimi e dolcissimi gattini che sono stati abbandonati senza pietà, per strada, nel periodo estivo. I micini cercano con urgenza una casa e una famiglia che li ami per sempre! Adozioni Firenze e provincia, firma modulo adozione, richiesta sterilizzazione Per info O55-645255 dopo le ore 2O oppure 388-1O67914

'GATTILE AMA' DI BAGNO A RIPOLI - FIRENZE

www.amagatti.it

può spiegare a parole. Batterla nel rugby, durante il Sei Nazione, è qualcosa che ha addirittura del sovrumano. Perché se c’è una cosa… o meglio una cosa tra le tante che i francesi credono di saper fare meglio di noi è giocare a rugby (e poi vinificare, fare i formaggi, portare via opere d’arte e tenerle nei loro musei ecc.). La verità è che noi abbiamo dovuto fornire loro pure la première dame e al Louvre la gente va a vedere la Gioconda che, pur essendo stata acquisita legalmente dai transalpini, è pur sempre un’opera italiana. Ciò detto, il weekend sportivo è andato bene. E se c’è qualche francese che sta leggendo questo articolo e trova di che offendersi, peggio per lui.


10 www.brividosportivo.it

francesco.caremani@gmail.com

dove sono finite le 7 sorelle?

C’erano una volta le sette sorelle. Ve le ricordate? No, non è un film e nemmeno una fiction, ma calcio, il calcio italiano che andava per la maggiore anche in Europa. Le sette sorelle italiane erano: Milan, Inter, Juventus, Roma, Lazio, Fiorentina e Parma. Vi dice qualcosa? Erano i tempi in cui andavamo nelle coppe con rappresentanze massicce, gli anni in cui abbiamo portato tre squadre in semifinale di Champions League e ci facevamo valere, i tempi in cui eravamo i primi nel ranking Uefa e nessuno avrebbe mai pensato di scalzarci e di metterci alle spalle, togliendoci il quarto posto qualificazione per la Champions. Che cosa è successo nel frattempo, cosa è cambiato? A parte l’incultura sportiva, la mancata cura dei vivai, il mancato ricambio generazionale, l’invasione degli stranieri, anche giovanissimi, e una mentalità non all’altezza delle competizioni continentali c’è stato qualcos’altro, qualcosa che in qualche modo prevedeva il fair play finanziario tanto caro a Platini. La Fiorentina è stata smontata pezzo, pezzo per far fuori Cecchi Gori e solo un generoso Della Valle l’ha riportata dove merita di stare per storia e meriti sportivi. Non ci dimentichiamo che con Trapattoni i viola sono andati vicinissimi a vincere il loro terzo scudetto. Parma e Lazio hanno un destino comune, destino che hanno pagato caro anche migliaia di italiani. Vi dicono qualcosa i bond Parmalat e i bond Cirio? Senza parlare di passaportopoli e dello spalmadebiti che ha permesso a Lotito di tenere in piedi una società altrimenti destinata a scomparire. Al Parma, invece, è toccata una sorte diversa che, forse, per sempre l’ha allontanata dall’élite del calcio tricolore. Oggi il football è cambiato, soprattutto economicamente, e per una piazza come quella emiliana sarà quasi impossibile tornare a giocarsi lo scudetto o vincere in Europa, così come avere tra le mani un giovane Rivaldo, grazie ai buoni uffici sudamericani della casa madre. Anche la Roma ha rischiato grosso (dai Rolex d’oro in poi…), ma si è (o è stata…) salvata per motivi non certo sportivi; questo le ha permesso di restare tra le grandi d’Italia, ma senza costrutto. I giallorossi hanno rischiato grosso e poi si sono continuamente lamentati dello strapotere del Nord, lo stesso strapotere (politico?) che non poteva/voleva permettersi una serie A senza l’A.S. Roma. E poi c’è la Juventus che con Calciopoli non ha perso solo due scudetti, ma anche potere economico (tantissimo) e politico (!). La Fiorentina dei Della Valle potrà tornare a far parte delle sette sorelle? Forse, se farà scelte tecniche (leggi, panchina) ed economiche oculate in prospettiva (leggi, stadio e Cittadella). Il Parma abbiamo detto di no, o quasi impossibile. E la Juventus? Difficile dirsi, anche perché senza potere economico e con il fair play finanziario in arrivo le cose non paiono mettersi al meglio per i bianconeri. Il nuovo stadio? Potrebbe non bastare senza Champions Lea-

CENTRO ASSISTENZA FUNERARIA

Le nostre Agenzie: VIA G. CAPONSACCHI 5/R Firenze VIA A. F. DONI 41/R Firenze

Tel. 055 6580040 gue. Adesso ci sono Napoli e Udinese, con grande merito, ma soprattutto Inter e Milan continuano a vincere e comandare.

IL “MONDO” CI GUARDA

Una Fiorentina convincente supera per una rete a zero il Chievo a Verona ed entra in piena corsa per un posto in Europa League, grazie anche al fatto che la Juventus si fa rimontare due gol dal Cesena e il Palermo perde la quinta partita consecutiva a Genova contro i rossoblù. Per un punto sulla risalita viola e sulle sorti del campionato, noi del Brivido Sportivo abbiamo contattato, Emiliano Mondonico, ex allenatore gigliato e attuale tecnico dell’Albinoleffe. Come analizza questo successo della Fiorentina? “è stata un’ottima vittoria, sia per i tre punti che per il gioco espresso. Ci sono diverse note positive. Speriamo che gli uomini di Mihajlovic riescano a dare continuità a questo successo esterno. Complimenti alla Fiorentina perché nel girone di ritorno ha perso solo una volta”. Vargas può ricoprire il ruolo di mezz’ala? “Vargas è un giocatore molto duttile e in base all’avversario lo puoi schierare in diverse posizioni. Mi è piaciuto nel ruolo di interno di centrocampo”.

S.p.q.R.

di Stefano Rizzo

La corsa per un eventuale posto in Europa League, parte dalla Juventus e arriva fino al Genoa? “Sicuramente. In 4 punti ci sono 6 squadre. La Fiorentina, anche per via dei tanti infortuni, ha rallentato parecchie volte in questo campionato, ma ora la Juve e il Palermo hanno addirittura frenato e perciò noi tifosi viola dobbiamo solo ringraziarle perché così vivremo un finale emozionante. Occhio al Bologna che sta disputando una stagione eccellente”. Il Milan può pagare in campionato oltremisura l’eliminazione in Champions? “Disputare la Champions ti toglie sempre energie e se esci puoi pagare qualcosa anche a livello psicologico, ed è questo che è successo al Milan. Ibrahimovic ha pagato, forse peggio di tutti, l’eliminazione dalla Champions e ora rischia fortemente di saltare il derby contro l’Inter. La stracittadina potrà davvero essere decisiva per le sorti di questo torneo”. L’Udinese è la vera rivelazione del campionato? “Non c’è nessun dubbio. La squadra di Guidolin gioca il miglior calcio d’Italia. In chiave quarto posto per la Roma è stato vitale vincere il derby contro la Lazio”. Dal Chievo in giù, chi rischia di più la retrocessione? “Oltre il Bari che, nonostante la bella prova di oggi contro il Milan, è ormai praticamente retrocesso, vedo a maggior rischio sia il Chievo che la Sampdoria. Entrambe le squadre hanno ancora dei punti di vantaggio su Parma, Cesena, Lecce e Brescia, ma considerato che precedentemente non erano coinvolte in questa battaglia, ritrovandosi ora invischiate nella lotta per non retrocedere a poche giornate dalla fine, a livello psicologico hanno uno svantaggio enorme”.

CO.BRA.MA. srl

Via Don Lorenzo Perosi, 4- Scandicci (FI) tel 055-753371 Fax 055-7575484 www.cobrama.it


Vuoi diventare punto di distribuzione del Brivido Sportivo?

chiedici come inviando una mail a info@brividosportivo.it martedì 15 marzo 2011

LA GRANDE NOTTE DI PRIMAVERA C’è grande attesa per la partita di domani sera al Franchi. E non è una partita della prima squadra, ma della Primavera viola. I ragazzi di Renato Buso affronteranno, infatti, la Roma nella finale d’andata di Coppa Italia. Le soddisfazioni più grandi quest’anno, per ora, i supporter gigliati le hanno avute proprio dalla squadra di Buso, che è arrivata in finale sia al torneo di Viareggio (dove ha perso con l’Inter per 2-0), che in Coppa Italia. Nonostante la gara sia trasmessa in diretta televisiva su Sportitalia, allo stadio sono attesi migliaia di tifosi. La società ha praticato per l’occasione prezzi bassissimi, quasi simbolici. Gli abbonati pagheranno appena cinquanta centesimi per il biglietto di tribuna. Gli altri settori per i non abbonati costano un’inezia: sette euro la tribuna e quattro la Maratona. Il pubblico, che si preannuncia numeroso, può rilevarsi l’arma in più per la formazione di Buso. La Fiorentina ha il morale alto, perché è reduce dal pareggio per 2-2 ottenuto sabato in rimonta a Vinovo contro la Juventus. Sotto di due reti alla fine del primo tempo, i viola hanno accorciato le distanze con

il VENERDI solo su prenotazione cena a base di PESCE CRUDO €50 vino incluso

Ristorantee di Pesc

Ristorante I Macchiaioli del Mare piazza Spartaco Lavagnini, 12/13 Sesto Fiorentino - Firenze

Tel. 055 440650

www.brividosportivo.it

Finale coppa Italia

di Ruben Lopes Pegna

Biondi e realizzato il gol del 2-2 con il centravanti Iemmello addirittura al 94’. Per l’occasione, Buso ha attuato un ricco turn over, facendo riposare molti dei titolari, che avevano giocato al torneo di Viareggio. Il tecnico viola ha pensato giustamente alla partita di domani sera, senza trascurare il campionato dove i gigliati, quinti in classifica, hanno i playoff a portata di mano. La Fiorentina è arrivata alla finale con la Roma dopo aver eliminato il Siena, la Juventus, l’Empoli, la Sampdoria e il Milan in semifinale. La squadra viola ha conquistato la Coppa Italia due volte nel corso della sua storia. Il primo successo risale alla stagione 1979/80, quando in panchina sedeva il brasiliano Nenè. La Fiorentina, dopo aver vinto lo scudetto, si aggiudicò anche la coppa, battendo l’Avellino nella doppia finale. 3-3 finì il match d’andata al Partenio, mentre in quello di ritorno a Firenze i viola si imposero per 1-0. I gigliati hanno poi conquistato la Coppa Italia nel 1995/96, con Luciano Chiarugi in panchina. In finale ebbero la meglio sul Torino. Dopo lo 0-0 nella gara d’andata in Piemonte, si imposero in quella di ritorno alle Due Strade per 2-1. Grande protagonista dell’incontro fu Francesco Flachi. A distanza di quindici anni la Fiorentina punta domani a mettere le basi per la conquista della coppa. Decisiva sarà comunque la finale di ritorno, in programma al Flaminio il 30 marzo.

COM’E’ VERDE LA MIA ERBA…

Il manto erboso dello stadio Franchi gode di ottima salute. E’ quanto è emerso dall’ultimo sopralluogo effettuato dal direttore dello stadio Fabio Minnella, accom-

11

Note di Sport di Gherardo Dardanelli

pagnato da Simone Tofani e da Alberto Lanzi della Cooperativa Agricola Legnaia, che sono tra i consulenti per la realizzazione e il monitoraggio del prato del Franchi. “Il manto erboso, costantemente curato grazie alla professionalità degli operatori del Comune di Firenze, della direzione dello stadio Franchi con la collaborazione della Cooperativa di Legnaia – hanno affermato Minnella e Tofani – è in ottime condizioni e possiamo definirlo sicuramente tra i migliori d’Italia”. “In questi anni si sono verificati dei problemi al terreno – ha spiegato ancora Minnella – causati dal substrato completamente in sabbia, che da una parte favorisce nel periodo invernale le ottime caratteristiche di drenaggio, ma dall’altra lo deprime nei periodi estivi a causa di temperature alte e prolungate, causando condizioni di sviluppo di malattie funginee e il diradamento dell’erba. Per limitare questi problemi, nell’ambito di un continuo aggiornamento delle tecniche di coltivazione, è stato introdotto nei periodi di semina primaverile ed autunnale il ‘miscuglio renovator’, un mix di tre diverse varietà di loietto, che resiste alle basse e alle alte temperature. Un buon lavoro di semina che ha permesso di presentare, nell’estate 2010, un campo di calcio ottimo già dalle prime gare di campionato”.

QUaLSIaSI OGGETTO PUò ESSERE VENDUTO Da “DI TUTTO PER TUTTI” TUTTI GLI OGGETTI CHE TI PROPONIaMO SONO SELEZIONaTI ED IN GRaDO DI aFFRONTaRELa NUOVa VITa CON TE

di tutto per tutti

MERCATINO DELL’USATO

PER SODDISFaRE La TUa CURIOSITà, NECESSITà, COLLEZIONI. PER aVERE SEMPRE QUaLCOSa DI NUOVO ED UNICO

SaLDI TUTTO L’aNNO

TRaSCORSI 60 GG DaLLa DaTa INDICaTa SU OGNI aRTICOLO POTRaI GODERE DI UNO SCONTO DaL 10% aL 50%

TUTTI I GIORNI NUOVI aRRIVI a PREZZI RIDOTTISSIMI

VENDI E GUaDaGNI COMPRI E RISPaRMI

SESTO FIORENTINO Via di Querceto, 89 tel. 055 4494054 www.mercatinosesto.com - info@mercatinosesto.com dietro la Renault, vicino alla nuova misericordia, zona Piazza San Francesco - Linee ataf n. 18-28A

ORaRIO: dal martedì al sabato 10,00-12,30 e 15,30-19,30 domenica 15,30 - 19,30 (lunedi chiuso)


Vuoi diventare punto di distribuzione del Brivido Sportivo?

12

chiedici come inviando una mail a info@brividosportivo.it

www.brividosportivo.it

Sport da leggere di Michela Lanza

martedì 15 marzo 2011

Chiamarsi ye-ye per sempre

Venerdì sera, alle 21.00, è stato presentato presso la libreria Edison di Firenze il nuovo di libro di Matteo Morandini “Li chiamavano ye-ye”, il secondo scudetto viola e la storia di un calcio che non c’è più, edito da Limina Edizioni (prezzo euro 19,90). Relatore della serata il direttore del Museo ‘Associazione Calcio Fiorentina’ Andrea Galluzzo e ospiti il grande Mario Ciuffi e la giornalista-scrittrice Michela Lanza. Davanti ad una folta platea, l’autore ha raccontato il suo libro, una perla di emozioni e passione rituffata negli anni della Fiorentina ye-ye. Gli anni Sessanta, quei meravigliosi e “turbolenti” anni in cui la squadra viola ha messo in campo giovanissimi campioni che, prima di essere compagni di squadra, erano compagni di vita e amici fuori dal campo. Erano frizzanti e vogliosi di fare bene, guidati da un furbo e autoritario tecnico – il Petisso Pesaola – che ha saputo dar loro quella spensieratezza che mancava loro con un altro grande della gloriosa storia viola, Beppe Chiappella. Ma il libro non è solo la storia della Fiorentina ye-ye, bensì la storia di un calcio di altri tempi in cui si poteva “invadere” la Torino bianconera e tingerla di viola, in cui gli stadi si lasciavano piacevolmente riempire fino al “collasso”, in cui un tecnico caricava la squadra con un disco dell’amico Peppino Gagliardi, in cui i Campioni d’Italia, in treno durante il ritorno a Firenze, venivano accolti e omaggiati di stazioni in stazione con un semplice annuncio dall’altoparlante: “Sono in arrivo i Campioni d’Italia”.

La storia, soprattutto, di una società di altri tempi. “E’ il racconto di quattro amici, ex  ragazzi degli anni Sessanta, - scrive l’autore nel libro - ad un ragazzo dei giorni nostri, portato per mano indietro nel tempo in un’epoca in cui tutto stava cambiando e che avrebbe riconsegnato a tutti un mondo completamente diverso”. Una storia ricca di emozioni, di passione, di gioia. Elementi che allora erano fondamentali e che, oggi, sembrano essere sbiaditi e inghiottiti da una società e da un calcio che fanno del business l’unica ragione esistenziale. Invece, quegli anni Sessanta, quanto erano genuini e belli! E quanto era bella la Fiorentina del secondo scudetto! Quella del presidente Baglini, di Chiappella prima e di Pesaola poi, quella delle intuizioni di Pandolfini, quella di De Sisti e Merlo, quella di Superchi, Chiarugi, Amarildo ed Esposito, solo per fare qualche nome! A pensarci bene, anche se decisamente diversa dalla grande squadra del ’56, è stata una Fiorentina che ha raccolto applausi in ogni angolo d’Italia… e allora, perché voler per forza fare un paragone tra le due squadre gigliate detentrici dello scudetto? Il consiglio è: leggete il libro del Morandini, vi sembrerà di essere trasportati in quegli anni. Vi sembrerà di toccare con mano la semplicità di quella squadra, di quei ragazzi e di una dolce storia d’amore, quella del protagonista, sposo felice l’11 maggio del 1969, nel giorno della conquista dello scudetto gigliato. Lasciatevi andare nella lettura ed emozionatevi.

I Palmenti

Ristorante - Pizzeria - Enoteca

in vecchio mulino del 1400

Aperto TUTTI I GIORNI a pranzo e cena SALETTE per cene private e aziendali, per comunioni e piccoli matrimoni

A OTTIM CUCINNAA TOSCA MENÙ MARE Guazzetto della casa Risotto allo scoglio Frittura calamari e gamberi contorno - bevande - caffè

30 euro

MENÙ TERRA

Sconto 10%

per i lettori del Brivido!

Antipasto Toscano Bis di primi Arrosto con Bistecca contorno - bevande - caffè

30 euro

SPECIALITÀ NE DI CACCIAGIO ccia a ca nel periodo dell

La pizza con kamut, antiossidanti naturali e omega 3 al gusto che vuoi!

A 10 minuti da Firenze... Via Della Pesa, 67 - Montelupo F.no tel. 0571 913326 a solo 1km dall’uscita della superstrada Fi-Pi-Li


SOLDI SUBITO acqUISTIamO mOBILI, OggeTTISTIca, arreDamenTI eSTernI, eTc... SVUOTIamO canTIne, apparTamenTI, garageS, SOLaI

335 7602930 svuotatutto@alice.it

www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

GAZZOLI NEL MIRINO DELLA JUVE

13

Succede in Toscana

di Gianni Di Ferdinando

VIAREGGIO – Il direttore generale Andrea Gazzoli è nel campionato del Fano, ha firmato per la Fermana, che lotta al pari dell’Ancona per la promirino della Juventus per assumere nella prossima sta- mozione in serie D ed è distante dalla vetta un solo punto. gione il ruolo di responsabile del settore giovanile bian- VITERBESE – Rosolino Puccica si è dimesso dalla guida tecnica della Viterbese. Al conero. Gazzoli, al momento, preferisce non commenta- suo posto la dirigenza laziale ha ingaggiato Raffaele Sergio, ex allenatore di Benevento, re la notizia visto che “mi interessa solo la salvezza del Campobasso e Aversa Normanna e nel passato giocatore di Lazio, Torino e Napoli. Viareggio”. Intanto, il centrocampista Andreulli è passato al Pisticci, sodalizio lucano che partecipa al campionato di serie D. MONTEVARCHI – Il siciliano Santino Bellinvia, ex di Sapri, Siracusa e Acireale, alla sua prima esperienza lontano dal sud, è il nuovo allenatore del Montevarchi, sempre alle prese con una critica situazione societaria. Bellinvia è uscito fuori da una rosa di nomi che comprendeva anche Oberdan Biagioni, legato al diesse Cianciulli. SESTESE – Ingaggiato il difensore esterno Federico Buzzi, ex della Rondinella e della Sansovino. Sulla panchina della formazione juniores, al posto di Nico Scardigli promosso alla guida della prima squadra dopo le dimissioni di Malotti, il presidente Giusti ha chiamato Marcello Bucaioni, ex allenatore di Signa e Vernio, e nel passato già nei quadri tecnici della società rossoblu. PONTASSIEVE – Esonerato il tecnico Fabrizio Tatini. La dirigenza del sodalizio della Val di Sieve ha ingaggiato al suo posto Gianfranco Nocentini, ex del Vicchio e del Cavriglia, che dovrà evitare la retrocessione in Promozione. FORTE DEI MARMI – Quinto allenatore sulla panchina dei versiliesi. Al posto di Bizzarri, esonerato come Stefano Brondi per la seconda volta, il presidente Ciancilla ha chiamato Mirko Antenucci. Il tecnico di Carrara, nelle ultime stagioni, ha allenato il Villa Basilica e la Marina Portuale, quest’ultima in I categoria. FERRACUTI – Scende in Eccellenza l’ex difensore della Nofri (Arezzo) Lucchese e della Sangiovannese che, nella passata stagione, ha militato nelle fila della Colligiana. Il centrale romano ha accettato l’offerta del Pescia – Uzzanese, sodalizio inSIENA – Sei attaccanti di S F O R Z I N I serito nel girone A, guidato dall’amico allenatore Maneschi. categoria superiore, con (GROSSETO) – CORNACCHINI – Dalla Seconda Divisione all’Eccellenza alternanze di spessore degne delle grandi squadre. Nelle Tre gol, tutti decisivi, l’ultimo di testa nel 3-2 finale marchigiana. L’ex allenatore del Sansepolcro e nell’ultimo al Pescara che permettono al Grosseto di sognare ultime due gare con Padova ed Empoli, nemmeno una rete l’ingresso nei play-off. E pensare che l’attaccante e con la Triestina il successo con un gol in fuorigioco. Alla fine andrà anche in serie A, in rapporto anche al valore non romano, in Romania, ammuffiva in tribuna. PELAGOTTI (EMPOLI) – Le sue parate consentono trascendentale dei suoi avversari, ma come gioco non ci alla truppa di Aglietti di portare a casa dalla siamo, non ci siamo davvero, nonostante le ‘chiacchiere’ nessun problema! trasferta di Siena un punto che vale oro. In almeno da bar del suo tecnico. offerte sui PNEUMATICI TERMICI tre circostanze si supera e nega la gioia del gol a Calaiò e Mastronunzio. 165-70-14 € 210 TAVANO (LIVORNO ) – La doppietta al Torino, prenota IMPIANTI 185-65-15 € 250 pur tra mille contrattempi e infortuni stagionali, gli ELETTRICI il tuo nuovo 195-60-15 € 260 permette di toccare quota nove nella classifica CIVILI & impianto elettrico INDUSTRIALI marcatori. In Piemonte conferma di essere l’unico 205-55-16 € 300 TI REGALIAMO giocatore del Livorno che può cambiare le partite e SOSTITUZIONE UN FAVOLOSO LCD fare la differenza. PASTICCHE FRENI ANTERIORI NOFRI (AREZZO) – Bravo questo cursore di fascia. per modelli FIAT e LANCIA Quando esce lui nell’anticipo di Perugia, l’Arezzo accusa il colpo, l’impianto di gioco inizia a vacillare a partire da € 50 tutto compreso! perdendo alcune di quelle sicurezze che lo aveva PRONTO INTERVENTO ... e ancora OFFERTE PNEUMATICI! contraddistinto sino a quel momento. Un giovane 7GG SU 7 24H SU 24 da seguire, pronto per il grande salto. Marco 347 8369936 165-70-14t € 180

PROMOSSI

BOCCIATI

È ARRIVATO IL FREDDO?

Impianti

185-65-15h € 270 195-60-15h € 275 205-55-16w € 320 SERVIZIO GRATUITO CUSTODIA GOMME

Autofficina Duesse 93 • centro revisioni auto - moto • convenzione ARVAL

I professionisti a Firenze Via B. Bandinelli 56-58 Tel. 055.7191465 Via P. Fedi 23-25 Tel. 055.784624

convenzionati con:

info@impiantibartolini.it

da 50 anni la termoidraulica di Campi

PIERI

TERMOIDRAULICA S.R.L. IMPIANTI termici,

condizionamento solari, antincendio, irrigazione, civili e industriali

Via del Paradiso, 87 Campi Bisenzio (Fi) Tel/Fax 055 8878577 cell. 328 4896173

www.TermoidrauliCaPierisrl.iT - inFo@TermoidrauliCaPierisrl.iT

La carrozzeria dal

CUORE VIOLA!

- assistenza legale - auto sostitutiva -

A TUTTI I TIFOSI VIOLA presentando la tessera del tifoso o l’abbonamento SCONTO del 15% su tutti i lavori eseguiti

Via Reginaldo Giuliani 200 Firenze tel. 055 416156


Vuoi diventare punto di distribuzione del Brivido Sportivo?

14

chiedici come inviando una mail a info@brividosportivo.it

www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

PER OGNI ESIGENZA ASSICURATIVA parla con il tuo amico consulente MARCO BUSANERO SEMPRE A TUA DISPOSIZIONE DIVISIONE SAI

BUSANERO ASSICURAZIONI di Marco Busanero Tel. 055 672802 - Fax 055 666679

FIRENZE RUGBY di Lorenzo Mossani

- Via G. Lanza, 73 - 50136 Firenze

www.saimadonnone.it

info@saimadonnone.it

10 DOMANDE A GARETH WYNNE

Tutto può succedere nel rugby. L’Italia, dopo tanti sacrifici, ha battuto la Francia per 22-21 e nessuno alla

vigilia avrebbe scommesso un euro sulla vittoria degli Azzurri. Ma nel cuore dei tifosi che hanno gremito uno stadio tutto può accadere. Loro ci credevano, come ci credono giocatori e sostenitori del Consiel nel terzo posto finale che dà accesso ai play-off, ora che sono tornati al quarto posto. Abbiamo chiesto ad una stella del Consiel Firenze, Gareth Wynne, di raccontarsi per il Brivido Sportivo. Ruolo: “Estremo”. Obiettivi? “Salire in Top 10”. Giusto, sicuro. Il suo obiettivo personale? “Fare la differenza, segnare tanti punti e aiutare i miei compagni di squadra”. Come si è trovato con i suoi nuovi compagni? “Il rugby è uno sport in cui si gioca tutti con la stessa mentalità, anche qui in Italia, e anche a Firenze. Sono tutti simpatici, bravi ragazzi, tutti vogliono giocare insieme con passione. Qui a Firenze i fiorentini scendono in campo sempre col cuore e per me è un piacere stare con loro”. Arriva la passione, l’affetto dei tifosi che sta crescendo intorno a questa squadra? “Certo e noi stiamo crescendo con loro. Peccato per un inizio non brillante, ma eravamo tanti giocatori nuovi, ora siamo una squadra e il pubblico ci sostiene sempre”. Lo sente il grido “Firenze, Firenze” nei momenti

difficili? “Certo, la gente è il sedicesimo uomo; anche dopo la sconfitta contro Verona i tifosi ci sono stati vicini. Giochiamo per la stessa cosa, arrivare terzi”. Come si comporta il pubblico quando calcia? “Silenzio prima di calciare, poi il boato se infilo i pali, altrimenti se va male mi sento incoraggiato…” Contro San Gregorio alcuni avversari hanno gridato “Tanto lo sbaglia”. Li ha sentiti o in quel momento c’eravate solo lei, l’ovale e i pali? “Ho sentito benissimo, ma non ero preoccupato per quello, perché ho fiducia nella mia abilità. Non c’era il vento, il campo era buono e ho pensato che dovevo centrare i pali. Quindi dopo aver sbagliato il primo calcio era perfetto che ce ne fosse un altro subito dopo per riscattarmi. Per questo non ero preoccupato, dovevo fare tre punti e così è stato”. Ora dovete vincere tutte le partite. Siete pronti? “Sì, sono prontissimo. Purtroppo per noi c’è la pausa per il Sei Nazioni, vorremo essere sempre in campo per dare tutto, ci crediamo. Con i cinque punti nel rugby e molte partite da giocare tutto è possibile. Nessun match è facile per noi e per le squadre che lottano per i play-off”. Un saluto ai lettori... “Ciao a tutti, grazie mille di cuore per tutto e spero di poter far qualcosa per l’ovale a Firenze, se lo merita”.

Tiro a Segno Nazionale - SEZIONE DI FIRENZE

CAMPIONATI EUROPEI DI BRESCIA 2011

Dal 3 al 6 marzo si sono svolti a Brescia i Campionati Europei di aria compressa Junior (under 20) e Senior. Tra gli atleti azzurri che hanno preso parte alla competizione c’erano anche due atleti fiorentini, rispettivamente Lorenzo Bacci, che ha gareggiato nella categoria Juniores di Carabina a 10 metri aria compressa e il Campione del Mondo in carica di C10 senior Niccolò Campriani. Il teatro di sfide è stata la fiera di Brescia (lo stesso luogo dove circa due anni fa proprio la sezione di Firenze aveva conquistato la sua prima Team Cup) allestita magnificamente per l’evento, in uno stile che molto ricalcava quello del tiro a segno di Monaco di Baviera, ovvero ampio corridoio al centro per poter far soffermare gli spettatori, tabellone nel mezzo aggiornato costantemente e linee di tiro disposte in modo equo a destra e a sinistra; le finali, invece, avevano luogo nella “final hall”, ovvero un padiglione a se stante dedicato esclusivamente alla finale che vede sfidarsi i primi otto classificati al termine della fase di qualificazione a 60 colpi. Il primo a gareggiare è stato lo Juniores Lorenzo Bacci, diciassette anni ancora da compiere, che venerdì 4 marzo ha concluso con una prestazione eccellente ed un punteggio di 589, rimanendo purtroppo escluso dallo shoot-off per entrare in finale di un solo punto; Lorenzo, al termine della competizione, è ad ogni modo risultato il terzo miglior atleta azzurro in assoluto

nell’arco della competizione e il primo degli Juniores azzurri. Domenica 6 marzo è stato quindi il turno di Niccolò Campriani. Gli occhi erano tutti puntati su di lui, l’Italia prima della sua gara non aveva ancora raccolto una medaglia, ma soprattutto nessuno dei nostri atleti era stato in grado di entrare in finale; inutile dire, quindi, a quante pressioni fosse sottoposto Niccolò che si presentava in gara in condizioni fisiche non ottimali. Campriani ha concluso i 60 colpi di qualificazione con il punteggio complessivo di 596 su 600 accusando proprio un calo negli ultimi 8 colpi che lo hanno portato ad una serie di 96 dopo aver tirato 52 dieci consecutivi. Niccolò si è così trovato primo al pari di altri 4 tiratori tra i quali figurava anche Peter Sidi, l’ungherese che proprio ai campionati del mondo di Monaco di Baviera era stato battuto dall’atleta azzurro in finale. La finale di Carabina si è svolta in una “final hall” gremita di spettatori tra i quali si registrava una nutrita partecipazione da parte del tiro a segno di Firenze che è stato vicino ed ha sostenuto fino all’ultimo colpo il suo campione fin dalla fase di qualificazione, e anche ospiti di eccezione, tra tutti spiccava Re Juan Carlos, che ha seguito con molto interesse la competizione fin dal mattino. In questo clima non facile, e con la responsabilità di un Europeo da salvare sulle proprie spalle, Niccolò ha accusato la pressione al primo colpo di finale che ha visto l’atleta azzurro precipitare all’ottava posizione dopo un 9.1. Campriani è comunque riuscito con classe e freddezza da campione a rimontare fino ad arrivare all’ultimo colpo in terza posizione; a quel punto Peter Sidi e Alexander Sokolov erano imprendibili, ma Niccolò doveva guardarsi le spalle dal francese Piasecki, in quarta posizione e staccato di solo 0.3 decimi, ma con un 10.5 l’atleta azzurro ha dissipato ogni dubbio ed ha fatto esplodere di felicità gli spettatori per questa sofferta, ma meritata medaglia di bronzo con la quale si sono conclusi i campionati europei che hanno visto trionfare l’ungherese Sidi sul russo Sokolov. Direzione Sportiva TSN

ERRATA CORRIGE

Per un errore nella titolazione, la rubrica della scorsa settimana ha avuto come titolo “Il federale”, anziché “Seconda federale” in riferimento alla gara regionale riservata alle specialità ad aria compressa che si è tenuta presso il tiro a segno di Siena. Ce ne scusiamo con gli amici del Tiro a Volo e con tutti i nostri lettori. La redazione La Segreteria è a disposizione per richiedere informazioni dal martedì al sabato dalle ore 09.00 alle ore 12.00 e dal martedì al venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 al numero 055.360057


Il Brivido Sportivo su

15

Iscriviti al gruppo!!

www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

Incontro con Barbara Enrichi, protagonista del film di Neri Parenti

Calcio anch’io

“AMICI MIEI, CHE BELLA ESPERIENZA!” nuoto l’ho fatto anch’io. Ho praticato pure la pallavolo, altro sport che amo. Ho fatto palestra e mi sposto in bicicletta: ecologia, moto e buona circolazione. Al mare non sono pigra: quando ho l’occasione di fare del movimento, la sfrutto”. Nella pratica dell’attore, c’è però una componente fisica: qualche affinità con lo sport? “Un buon attore deve sapersi anche muovere bene, perciò se fa dello sport o corsi di danza tanto meglio per l’armonia del suo corpo. Una preparazione sportiva serve molto nella recitazione, perché ti permette di affrontare i giorni impegnativi sul set e le scene di azione. Faccio un esempio. Recentemente ho girato con Luca Ribuoli, giovane regista dalle idee chiare, ‘Il commissario Manara 2’, a Orbetello. Il mio personaggio, protagonista di una puntata, Silvia Stefani, non è molto fisico, ma ho visto altri attori lavorare con stuntmen con sparatorie e cadute”. Al di là di ‘Benvenuti in casa Gori’, nella sua carriera teatrale o cinematografica ha mai ‘incontrato’ lo sport? “Nel film ‘Donne in bianco’ di Tonino Pulci ero Nancy, giocatrice in una squadra di calcio femminile. Ho recitato e giocato a calcio

di Enrico Zoi PRONTO INTERVENTO Media COMPUTERS Meeting

Centro riparazione computer

notebook con la ex fidanzata di Roeliminazione virus naldo, Susana Werner. Sì, recupero dati ho fatto la calciatrice!” Media Meeting di Luca di Leo Lei è nel cast del previa Mannelli 25 B/r angolo C. Mondo quel di ‘Amici miei’, Tel. 055 678696 - 393.9016958 www.media-meeting.it nelle sale da domani 16 marzo. Ci può raccontare qualcosa di questa partecipazione? “È una delle più belle esperienze della mia carriera, anche perché mi sono trovata benissimo con Neri Parenti, regista molto bravo e persona straordinaria e disponibile. Ha idee chiare nelle inquadrature e insomma sa fare il suo mestiere! Sono molto affezionata al mio personaggio con toni sia brillanti, che drammatici: interpreto Margarita, l’ostessa moglie di Giorgio Panariello, proprietario con lei della locanda Margarita, da cui partono le zingarate, un po’ come il bar Necchi del film di Monicelli. La sceneggiatura è proprio divertente, un vero prequel di ‘Amici miei’, con lo stesso spirito cinico, ma anche venata di malinconia e senso della morte come l’originale del 1975. La mia è un’ostessa molto energica, una donna pratica che si dà molto da fare e non si perde d’animo, ma anche tenera nei confronti del marito. Per me è stato un onore lavorare con un cast stellare. Forse il rapporto più intenso è stato con Giorgio, avendo fatto quasi tutte le scene insieme. Grandi professionisti in un bellissimo e spettacolare set rinascimentale ricostruito a Cinecittà (il film è ambientato nel 1490, nel periodo della peste), dopo aver girato a Firenze, Certaldo, Pistoia e San Gimignano”.

1148902

Barbara Enrichi è attrice Premio David di Donatello per il film ‘Il ciclone’ di Leonardo Pieraccioni, ma l’abbiamo vista anche in ‘Benvenuti in casa Gori’ di Alessandro Benvenuti e la vedremo dal 16 marzo in ‘Amici miei... come tutto ebbe inizio’ di Neri Parenti. Insegna recitazione per il cinema in Seminari organizzati in Toscana e a Milano ed è scrittrice col libro “In fondo alla passione”. Lo spunto per parlare con te di calcio viene dal film ‘Benvenuti in casa Gori’, dove interpreti Cinzia, che resta incinta di Danilo per aver fatto l’amore con lui nella sera sbagliata, perché in quella ‘giusta’ per evitare la gravidanza c’era la coppa Uefa! “Forse è per questo che non sono una sporwww.svuotatuttofirenze.it tiva né una tifosa accaSVUOTATUTTO! nita, però simpatizzo per ACQUISTIAMO IN CONTANTI: mobili, la Fiorentina”. oggetti, arredamenti completi e Altri sport? “Mi piace arredi da esterno, articoli da giardino e oggetti antichi! il nuoto, seguo le gare SGOMBRIAMO di tuffi e il nuoto sincroAPPARTAMENTI, CASALI, nizzato. Mi interessano attività commerciali, ditte, garage, cantine gli sport con l’acqua: mi e soffitte. sembrano visivamente 335 7602930 info@svuotatuttofirenze.it spettacolari. Un po’ di

IL CASELLARIO VIOLA di Enrico Zoi 1 2 3

1. È meglio di quello a lunga conservazione (2 parole). 2. Fuoriclasse argentino (nome e cognome). 3. Ai tifosi interessano quelli del calciomercato.


Piazza Ciampi 3, San Mauro a Signa - Campi Bisenzio Tel. 055 8739743 - cell. 339 6529761 www.libertascalcioa5.net posta@libertascalcioa5.net

16 www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

Libertas

HELLAS S.PIERO

ATL SANGRIA

www.svuotatuttofirenze.it

SVUOTATUTTO! ACQUISTIAMO IN CONTANTI: mobili, oggetti, arredamenti completi e arredi da esterno, articoli da giardino e oggetti antichi! APPARTAMENTI, CASALI, attività commerciali, ditte, garage, cantine e soffitte.

1148902

SGOMBRIAMO

335 7602930

info@svuotatuttofirenze.it

APERTI anche SABATO e DOMENICA

DA NOI puoi assaggiare PIZZA INTEGRALE e BIRRE

€ 20

OFFERTE CANDELE

€ 15

€ 17

€ 10

€ 23

artigianali toscane!

€ 20

spaghetteria pizzeria

SESTO PUB

Piazza V. Veneto, 29 Sesto Fiorentino telefono 055 446263

SI ACCETTANO BUONI PASTO

€ 25 € 20

tabaccheria BACCI GUIDO

Via Bugiardini 3 - Firenze tel. 055 7327434

Al gattile di Bagno a RipoliFirenze ci sono bellissimi e dolcissimi gattini che sono stati abbandonati senza pietà, per strada, nel periodo estivo. I micini cercano con urgenza una casa e una famiglia che li ami per sempre! Adozioni Firenze e provincia, firma modulo adozione, richiesta sterilizzazione Per info O55-645255 dopo le ore 2O oppure 388-1O67914

'GATTILE AMA' DI BAGNO A RIPOLI - FIRENZE

www.amagatti.it


10° TORNEO FIRENZE METROPOLI CALCIO A 5 e CALCIO A 7

Torneo a gironi (4-5 gare garantite) più fasi finali. Vari impianti a disposizione, possibilità di preferenze anche di giorni e orari.

ISCRIZIONE GRATUITA Premiate le prima 4 classificate, capocannoniere e miglior difesa. Inizio tornei il 31/01/10, chiusura iscrizioni 26/01. Via G. Pagnini 16 - Fi - Tel. 055 4630649 fax 055 4631816 - info@midland.it

martedì 15 marzo 2011

PROLOCO: “ONORE E MERITO A LA FONDIARIA!”

Ci dovevamo provare, ci dovevamo sperare... e noi ci abbiamo provato, ci abbiamo sperato! Ma a poco è servito perché di fronte abbiamo trovato una squadra compatta, forte nei singoli, ma anche nel gioco veloce e nelle ripartenze. In 6 presenti al campo contro la Proloco Futsal Compiobbi al gran completo, la Fondiaria spazza via nel giro di un tempo le speranze rosso-blu di portare a casa un risultato utile per la classifica chiudendo il match in un 6 a 2 ricco di significati! Siamo sinceri nell’ammettere che le polemiche nostre sono state inutili e fuori luogo, dettate soprattutto da un dominio viola  durato dal 20’ del primo tempo fino a fine partita, da un’irragionevole battibeccarsi per un passaggio sbagliato o per un gol fallito... E’ vero, se quelle 3 occasioni nitide capitate a inizio match avessero avuto miglior sorte, forse saremmo ora a parlare di “Impresa Proloco”, ma ci sembra sinceramente difficile, perché la Fondiaria ha fatto vedere di avere testa oltre che gambe e di saper trasformare situazioni difficili in punti a loro favore. Questo conferma che l’esperienza, l’amicizia e un gruppo solido fanno l’80% di una bella squadra… noi vogliamo ripartire da qui, dalla consapevolezza che abbiamo ancora tanto da imparare, ma con almeno una forte amicizia che ci tiene uniti anche nei momenti di sconforto come ieri sera, fieri dei risultati ottenuti in questi 2 anni e fiduciosi per quelli che potremo ottenere. Mio babbo, quando ero piccolo, mi diceva sempre: “Nicola guarda quelli più in alto di te e non quelli più in basso”, e così voglio fare con questo gruppo, avendo la possibilità di vedere quelli che stanno sopra di noi e di capire PERCHE’ stanno sopra di noi, senza gelosie e senza rimpianti. Perché nessuna

situazione è migliore di questa, in un campionato amatoriale dove nessuno ti giudica e nessuno ti critica: con lo spirito giusto non si può altro che imparare, imparare, imparare! Concludiamo rinnovando i nostri complimenti alla Fondiaria che ci ha dato una bella lezione da cui trarne solo benefici e promettendo che un domani questi “benefici” potrebbero essere quelli che ci porteranno a vincere partite con squadre del loro livello. Le Pagelle della Proloco Futsal Compiobbi: INNOCENTI VOTO 5: Ha il demerito di non reagire nel modo migliore dopo i primi affondi avversari! Siamo abituati ad avere un portiere che urla (anche se poco) quando la squadra sbaglia e questa volta la voce è mancata a lui... ARRESO. TORRINI VOTO 5: Anche il capitano sente il peso della partita e troppo spesso pensa a protestare invece che a giocare. In realtà si capisce che vuole solo fermare a parole il dominio viola che non si riesce a fermare giocando. Proteste a parte, sbaglia spesso in fase di copertura, ma una giornata storta può capitare anche ai migliori! IMPALLATO. LANNO VOTO 5: Prende un pò sotto gamba il match ed entra in campo con la leggerezza di chi gioca contro gli ultimi in classifica. Non ce ne voglia il tornante rosso-blu, ma tra una settimana ci serve un ben altro Lanno. DR. JEKILL. ATTORI VOTO 6: Si merita la sufficienza quantomeno per l’impegno che ci mette! Ci prova anche sul 5 a 1 a dare una svolta al match, ma è dura pressare alti da soli... brutto il gesto al compagno a cui non ricambia il “cinque” al momento della sostituzione, ma sappiamo che era dovuto all’andamento pessimo del match!

la Fondiaria

Proloco Compiobbi (C5)

17

www.brividosportivo.it

Midland

SORVEGLIATO SPECIALE. MAIANI VOTO 5,5: Bei tempi quando il Gaucho della Valle dell’Arno dettava i tempi di gioco e i passaggi in verticale... forse una parte è andata al Flamengo assieme al suo idolo! E’ pronto un turbo-Jet per andare a riprendercela.. 50%. BETTONI VOTO 6,5: Non si può dire che non corra o che non le provi tutte! Ci prova in più modi rischiando l’errore e anche commettendolo, ma chi non ha sbagliato in questa partita?! Ci è piaciuto l’impegno! Ha inoltre il merito di siglare il rigore del momentaneo 5 a 2 che poteva rimetterci in carreggiata. Anche per lui una parolina di troppo nei confronti di un compagno, ma sempre dovuta all’andamento dell’incontro! FURIA CAVALLO DEL WEST. GUAZZINI VOTO 6: Sbatte e risbatte contro il muro viola! Protegge bene il pallone, ma gli manca lo scarico per poi scattare sul secondo palo. Cerca il dribbling e rimbalza sulle gambe avversarie oppure lo fermano in altre maniere portandoci ben 3 volte al dischetto del tiro libero, ma 2 su 3 li sbaglia proprio lui. Bellissimo il primo gol, ma è solo un buon presagio... errato! SINDROME DI CERCI. ALL. CASINI VOTO 5,5: Non tiene in mano le redini della squadra che sbanda in curva e non rientra più in traiettoria. In queste partite ci vorrebbe un frustino, altrimenti il cavallo fa come gli pare! Forse troppi minuti per qualcuno e troppo pochi per altri… (IN)FURIATO. TIFOSERIA VOTO 7,5: Noi abbiamo chiamato e loro hanno risposto! Putroppo non abbiamo restituito il favore effettuando almeno una prestazione decorosa a chi ci è venuto a vedere, anzi... RISCATTO. Nicola Cecconi (Proloco Futsal Compiobbi)


18 www.brividosportivo.it

Calcio Toscana

martedì 15 marzo 2011

IL PUNTO SUI CAMPIONATI DI CALCIO A 5

AB CERES

Pizze alla Fiorentina a partire da €4,50 Forno a legna,

Pizze anche a Pranzo, ottimi primi a base di Pesce, stagionalità di prodotti, nuovi e stuzzicanti Piatti del giorno per prenotazione e ordinazioni pizze tel 055 666537

Piazza san salvi, angolo via tito speri - Firenze

I TARLI

www.svuotatuttofirenze.it

SVUOTATUTTO! ACQUISTIAMO IN CONTANTI: mobili, oggetti, arredamenti completi e arredi da esterno, articoli da giardino e oggetti antichi!

SGOMBRIAMO APPARTAMENTI, CASALI, attività commerciali, ditte, garage, cantine e soffitte.

335 7602930

info@svuotatuttofirenze.it

1148902

Girone A - In virtù della sconfitta patita contro l’I.G.M., la formazione del 3937047696 I Tarli ha perso la testa della classifica che deteneva insieme a I’Blues: questi ultimi si sono largamente imposti contro il Melopuppi ed ora hanno tre punti di vantaggio (a due giornate dalla fine) sui diretti rivali. Il prossimo turno, però, se da un lato potrebbe consegnare il titolo alla capolista, dall’altro offre la possibilità ai secondi della classe di riagganciarsi alla vetta: infatti I’Blues e 3937047696 I Tarli si sfideranno nella gara che vale un campionato. Per le altre posizioni, Raddattiva ed I.G.M. sono già certi di partecipare alla Top League; disputeranno la Golden League Gli Imprevedibili e due fra Club Paradiso, Firenze Gardenia ed Aston Vino; chi delle tre non ce la farà, andrà a giocare la Silver League insieme a Melopuppi e Galli Neri. Girone B - Il successo (6-3) ottenuto contro il Bo ha sancito la vittoria del campionato per il Chelsea: la formazione capitanata da Stefano Passeri, dopo un bell’inseguimento sulla S.R.S. Croce, ha effettuato il sorpasso in classifica a 6 gare dal termine, per poi trionfare alla grande con due giornate d’anticipo. S.R.S. Croce dovrà ora contendere il secondo posto al FC Barrettino (che al momento ha tre punti di vantaggio): queste due squadre hanno comunque già ottenuto la qualificazione per la Top League, alla quale probabilmente prenderà parte anche La Taverna (a più 4 sulle inseguitrici). Lotta apertissima per la Golden League: quattro squadre negli ultimi 100 minuti si contendono i tre posti utili. Girone C - Quasi fatta per l’Antella 92: la capolista ha 5 punti di vantaggio sulla seconda (AC Giglio B) e la sfida di mercoledì prossimo contro i Succhi D’Arancia potrebbe essere quella decisiva per dare il via ai festeggiamenti. AC Giglio B e I Poeti dovranno invece fare l’ultimo sforzo per garantirsi l’accesso alla Top League che La Seleste e Real Prosekko tentano di agganciare: con ogni probabilità, però, sarà una di queste due a dover rinunciare alla competizione più prestigiosa. Gli A.S. Tronzi sono invece già certi del posto nella Golden League, alla quale prenderà parte anche chi la spunterà fra Cloghendante

e Succhi D’Arancia (divisi al momento da un solo punto). Girone D - E’ lotta a due per la vittoria del girone D: Polis Multietnic C5 (45 punti) e Marasma ‘93 (42 punti) si giocano tutto al rush finale. AC Ciaccati e Harvard FC saranno i due ostacoli sul cammino della capolista, mentre il Marasma ‘93 se la dovrà vedere con Aldebaran ed Atletico Firenze C5. Comunque andrà a finire, vanno fatti i complimenti a queste due formazioni che hanno reso avvincente fino alla fine la lotta al titolo. E un applauso va anche all’Atletico Firenze C5 che con 13 vittorie su 16 gare si trova a sole 6 lunghezze dalla Polis Multietnic C5. Alla Top League, oltre a queste tre squadre si è qualificata anche la formazione dei W.C. Cani Al Sole che ha staccato il biglietto per la partecipazione proprio grazie alla vittoria nell’ultimo turno contro gli AC Ciaccati. Girone E - L’incertezza per la vittoria del campionato sussiste anche nel girone E: il Deportivo Chiesanuova VP comanda con due punti di vantaggio sui Ciuchigno Boys: queste due formazioni hanno dominato il girone fin dalle primissime giornate e il verdetto finale difficilmente giungerà prima dell’ultimissima giornata. La capolista è ora attesa dal F.C. Silenzio… Si Gioca, mentre la F.C. Invicta sarà il prossimo avversario dei Ciuchigno Boys: se le distanze rimarranno invariate, tutto sarà deciso dallo scontro diretto in programma il 16 marzo. Se niente sarà ancora cambiato, allora arbitri del titolo saranno Anda E Rianda e F.C. Silenzio... Si Gioca (per questi ultimi pertanto si prospetta un finale di campionato davvero impegnativo). Girone F - I Final Blow sono con un piede e mezzo oltre il traguardo: sono infatti sufficienti due pareggi per permettere alla capolista di bissare il successo ottenuto nella passata stagione. I campioni provinciali in carica hanno disputato un campionato esemplare, condito da 15 successi in 16 gare: e col Body Star potrebbero arrivare i punti necessari a coronare questo strepitoso risultato. Onore comunque all’AB Ceres che ha tenuto testa sino alla fine a questa fortissima squadra; per la vice capolista non è ancora svanito del tutto il sogno di potersi giocare il campionato nello scontro diretto dell’ultima giornata, un evento che se davvero dovesse materializzarsi, sarebbe un meritato premio per l’AB Ceres e renderebbe ancor più bello il finale di questo girone. Girone G - Pressoché identica al raggruppamento F la situazione di questo girone: la formazione del Club Zio E Company sta per conquistare il secondo trofeo stagionale, dopo la vittoria al Torneo del Panettone (zona Sesto Fiorentino) nel mese di gennaio. La capolista ha 5 punti in più della Steaua (vincitrice del campionato un anno fa) e l’aritmetica potrebbe non concedere altre possibilità alla vice capolista già al termine della sfida fra Effeci e Club Zio E Company. Oltre alle prime due della classe ha ottenuto un gran risultato il Secret Kick 08 che si è qualificato per la Top League alla quale prenderà parte pure una fra Effeci e Firenze Caffè (divise da tre punti). Steto


Centro Ginnastica Firenze a.s.d.

19

ORGANIZZATORI DELLA FINALE 2011 DEL CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A1/A2 DI GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE E DI TRAMPOLINO ELASTICO AL MANDELA FORUM DI FIRENZE centroginnastica.firenze@virgilio.it

www.brividosportivo.it

martedì 15 marzo 2011

In gara anche Lisa Menghini; la squadra GAM vince la serie B regionale

Ginnastica

di Maria Consiglia Grieco

Anita Bartolozzi campionessa regionale Allieve

Si è migliorata di quasi un pun- ne delle ammissioni ufficiali alle fasi interregionali sul to rispetto alla prima prova re- sito della Federazione Ginnastica d’Italia. In contemSOLDI SUBITO i nostri servizi: gionale – dove pure era salita poranea alla gara delle allieve, la società di Sorgane SVUOTATURA DI: appartamenti, negozi, cantine, sul gradino più alto del podio – ha ospitato anche la finale regionale del campionasoffitte, garagi ha bissato l’oro anche nella se- to di serie B di ginnastica artistica maschile, che ha RITIRIAMO ANCHE SINGOLI OGGETTI: portato ancora un conda prova, e così divani, armadi, lavatrici, lavastoviglie, titolo al CGF: la cucine, librerie, abbigliamento, Anita Bartolozzi elettrodomestici, sedie squadra formata da domenica 13 marzo PULIZIE IN GENERE PICCOLI TRASLOCHI E Lorenzo Brandini, ha conquistato il tiTRASPORTI Lorenzo Gabrielli, chiama per un preventivo gratuito! tolo di campionessa tel. 333 4233131 Jacopo Lardani, regionale Allieve di Jacopo Siroki (atprima fascia (dagli 8 leta proveniente dall’Artistica’81 di Trieste, in prestito ai 10 anni d’età) di per quest’anno al CGF) e Simone Ticci ha vinto la ginnastica artistica seconda prova e il titolo di campione regionale con femminile. La ginnail punteggio di 136.650, lasciandosi dietro di oltre tre sta fiorentina, nata punti il team secondo classificato. Per i ragazzi, apnel 2001, ha conpuntamento direttamente alla finale nazionale, in prodotto un’ottima gara, gramma per il weekend del 21/22 maggio prossimi. chiudendo le quattro rotazioni agli attrezzi (parallele asimmetriche, trave, corpo libero e volteggio) con il punteggio totale di Anita Bartolozzi sul podio 58.024, lasciando dietro di sé le altre quindici atlete partecipanti. In pedana, nella competizione giocata in casa dalle ginnaste fiorentine, organizzata dal Centro Ginnastica Firenze presso l’impianto di Sorgane, anche Lisa Menghini – classe 1999 – impegnata in seconda fascia (10-11-12 anni): per lei una prova sfortunata alle parallele, con una caduta, che la fa scivolare fuori dalle prime Anita Bartolozzi dieci posizioni in classifica, e le fa chiudere il campionato al sedicesimo pocon i due trofei La ginnasta di seconda fascia Lisa Menghini sto, su circa trenta ginnaste in gara, in attesa comunque della pubblicazio-

RIFLETTORI SU CASTELLO

A Castello si infiammano i campionati delle rispettive squadre e categorie impegnate in essi! Il campo di via del Pontormo ormai sembra giocare un ruolo chiave per tutte le avversarie che passano da qui! Ma andiamo per piccoli passi. La Seconda Categoria ottiene un’importantissima vittoria in trasferta a San Lorenzo e riaccende così la speranza di accedere ai play off. 2-1 con reti di Apricena e Cortale! Se gli Juniores incappano in una sconfitta a metà (primo tempo chiuso in vantaggio e seconda frazione squadra calata fisicamente che subisce il 3-1 finale), gli Allievi B strappano una vittoria fondamentale a Chiesanuova e continuano a macinare punti in classifica! I Giovanissimi pareggiano 0-0 contro un’ottima Fortis Juventus, creando comunque tante occasioni ed affermandosi alle primissime posizioni. I Giovanissimi B si meritano la palma di squadra migliore della settimana,

ATLETICA CASTELLO Sez. CALCIO

di Matteo Dovellini

espugnando Barberino con il gol di Taiuti! Prova orgogliosa che dà morale e fiducia ad un gruppo sempre in crescita. Gli Esordienti A continuano a vincere (1-0 a Pontassieve con rete di Baldinotti, numero 8 su 7 incontri) e si affermano al secondo posto a sole due lunghezze dalla Sestese. Gli Esordienti B rivincono il raggruppamento della Federazione e gli Esordienti C (con 3 squadre) ottengono 2 vittorie contro l’Empoli (5-2) ed il Giglio Firenze (3-0), ed una sconfitta per 4-0 contro il Doccia! Vittoriosi anche i Pulcini del 2001 sempre contro l’Empoli per 6-1! Infine i Piccoli Amici del 2002 battono il San Lorenzo per 7-2. Insomma, i riflettori si accendo al “Pontormo Stadium” e il popolo bianco-verde si entusiasma dei propri beniamini! Recapiti Segreteria: via del Pontormo 88, 501441 Firenze, tel. 055-4250989, webmastercalciocastello@gmail.com www.societaatleticacastello.it


segue dalla prima I match che alla squadra viola, anche ai tempi di Prandelli, sono sempre stati indigesti. Si comincia subito domenica con la Roma e poi toccherà appunto alla Juve, poi alle due milanesi. No, non c’è niente di facile per la squadra viola, ma è innegabile che a un nostro vecchio invito Mihajlovic e i suoi ragazzi hanno risposto: orgoglio, rispetto per la gente di Firenze. A noi la Fiorentina di Verona è piaciuta per tanti motivi, anche per la rabbia con la quale ha retto l’urto con il finale alla disperata dei veronesi del Chievo. La rabbia con la quale Boruc e Natali hanno mostrato i pugni a Marchionni, reo di aver rischiato nel finale della gara per cercare l’azione individuale invece che cercare di tener coperto il risultato. Rabbia, orgoglio, voglia di non mollare, questi sono gli elementi che finalmente sono emersi. Quelli che Firenze si aspettava. Ripetiamo che è molto presto per sognare, ma quello che è stato fatto dalla squadra in questa seconda fase del campionato almeno ci fa sorridere. Ma il cambio di valutazione, la predisposizione per perdonare i mesi nero-grigi dei mesi passati ha bisogno di risposte più importanti. Certo che qualche successo contro le grandi ci metterebbe tutti di buon umore. Per adesso Mihajlovic ha mostrato di essere di scorza dura, di non aver paura a puntare sui giovani, di essere capace di mettere anche uno come Mutu in un angolo e di non avere figli e figliastri. Ora sta facendo pure dei progressi sul terreno del gioco, tecnico e tattico, ma è qualche... scalpo di grande che lo metterebbe per tutti sono una diversa luce. Ce la farà? Magari già all’ora di pranzo domenica contro la Roma, un’altra squadra per niente amata a Firenze? E’ la sfida nella sfida, quel pizzico di interesse e di curiosità che finalmente sta suscitando la Fiorentina di questo biennio. Finalmente.

Alessandro Rialti

L’Unghiata di Angela Giulietti

Sembra che ci sia un nuovo codice etico in nazionale. Prandelli sta pensando di non convocare De Rossi per le partite contro Slovenia e Ucraina, per punirlo del suo gesto sconsiderato a Donetsk, la gomitata a Srna a palla lontana. Sono d’accordo, il calciatore dovrebbe essere un esempio per i ragazzi. Però, se penso ad una scelta morale non vorrei più vedere convocato Cassano, non solo per tutte le cavolate che ha fatto negli anni, ma soprattutto per le offese a Sensi (che

IL CODICE ETICO NAZIONALE

stava morendo) e a Garrone, persone più anziane di lui e degne di rispetto. E non vorrei più vedere nemmeno Borriello, che nella stessa gara di Donetsk ha colpito un avversario a gioco fermo con una tacchettata (cioè, con il braccio è fallo e con il piede no?), e per par condicio stessa decisione per Bonucci, che in Juventus-Bologna ha camminato su Della Rocca volontariamente, senza subire né ammonizione, né squalifica. Farei fuori anche Gattuso, dopo la sua

testata a Jordan. Riguardo Balotelli, per le cui scemenze ci vorrebbe un fascicolo a parte, ovviamente Prandelli dovrebbe proprio cancellare il suo numero dalla rubrica del cellulare. E magari fare un pensierino a punire tale Giuseppe Rossi, che fece vergognare l’Italia quando due anni fa non indossò la fascia a lutto per il terremoto in Abruzzo, cosa che fecero invece Oddo e Toni al Bayern. E per lo stesso motivo, lasciare a casa anche Dossena. E Quagliarella, che

giurò fedeltà al Napoli per poi prendere al volo l’offerta della Juve. Lo fanno tutti? Lo so, ma da qui a essere etico... (ma forse Quagliarella non capisce la parola “etico”...). E quando Buffon, unico uomo in campo, si volgerà desolatamente verso la panchina, il buon Cesare dovrà spiegargli che è una lotta contro i mulini a vento, perché è impossibile, coi giocatori che ci sono in Italia, mettere insieme una squadra che abbia talento e che sia anche moralmente esemplare.


brivido sportivo n.10