Page 1

For magazine INCONTRI

For magazine

di Antonio Osti

Il tatuaggio viene da lontano Non riduciamo tutto alla farfallina di Belen o al disegno impresso sui bicipiti di qualche sportivo. Questa nobile arte ha radici antiche, una storia che vale la pena scoprire. L’occasione per saperne di più è una grande convention a Milano, con famosi interpreti, straordinarie performance e spettacoli di ogni genere In un delizioso libro appena uscito di Giuseppe Scaraffia, I piaceri dei grandi, si legge che «il tatuaggio approda in Europa alla fine del Settecento, con i viaggi del capitano Cook nel Sud del Pacifico. Da allora si espande tra due categorie isolate per periodi più o meno lunghi dal resto del mondo: i marinai e i carcerati. Solo in seguito marchia i gay e i teppisti, come gli Hell’s Angels. Dietro alle volute colorate del tatuaggio riemerge il marchio rovente impresso ai malviventi nei secoli passati. Nell’arabesco del tatuaggio i lividi impressi dalla stretta del destino diventano i colori di guerra di una tribù clandestina». Poi sono venuti i calciatori, i tronisti, le star della Tv e la farfallina di Belen. Che ha fatto discutere l’Italia per settimane. Ma, per capire veramente la nobile arte del tatuaggio, per scoprire i maestri di questo antico rito, l’appuntamento da non perdere è a Milano, l’8-9-10 febbraio all’AtaHotel Quark. Tatuaggio, arte underground, musica, belle ragazze e un parterre eclettico, trasversale per questa manifestazione arrivata alla 18esima edizione. I migliori tatuatori italiani, europei e di ogni parte del mondo arrivano per sfidarsi e mettersi all’opera, artigiani meravigliosi che daranno anima e corpo ai sogni, alle idee e ai ricordi della gente che vorrà partecipare a questo meraviglioso scambio: una vostra idea, tramite la loro interpretazione, diverrà una vera opera d’arte. Un via vai di gente di tutti i tipi, il ronzio incessante delle macchinette e mille luci che illuminano e scaldano i corpi, pronti a farsi tele da dipingere con inchiostro indelebile. E ancora migliaia di visitatori che passeggiano lentamente nei corridoi e tra gli stand, per guardare e scegliere a quale tatuatore idealmente, o se si ha fortuna realmente, affidarsi per un eventuale lavoro. Megan Fox esibisce sul costato un tatuaggio con la frase “There once was a little girl who never knew love until a boy broke her heart”, ovvero “C’era una volta una bambina che non aveva mai conosciuto l’amore, fino a quando un ragazzo non le spezzò il cuore”, dedicata a un amico morto.

76 For Magazine

77 For Magazine


For magazine

Durante l’appuntamento di Milano, dall’8 al 10 febbraio all’AtaHotel Quark, si svolgerà anche il concorso Miss Tattoo Convention: modelle super tatuate sfileranno in passerella sotto gli occhi attenti di una giuria composta dai più grandi tattoo artist a livello internazionale.

Dietro agli stand vedrete in mostra banner colorati, poster, illustrazioni ironiche e motti di spirito scritti accanto al nome dello studio; sui tavoli potrete sfogliare gli album e il portfolio dei lavori di oltre 250 artisti. E che artisti! A questa tre giorni partecipano i migliori del mondo: i più quotati, richiesti e riconosciuti tattoo artist internazionali – imprendibili spesso in studio per liste di attesa infinite – a disposizione del pubblico. Le distanze geografiche si annullano e Milano diventa un pianeta a sé che ospita la cultura del tatuaggio tradizionale del Giappone, il tribale della Nuova Zelanda, il tradizionale americano di New York, il divertente stile californiano… E ancora tutto il gusto della tradizione europea, presentata in migliaia di modi differenti. Poter assistere alla creazione di un tatuaggio, seguendo tutti i passaggi, è un’occasione unica. Vedrete, per esempio, il metodo tradizionale giapponese che prevede un tatami – palco di legno coperto di cuscini – dove fare sdraiare il cliente mentre il tatuatore realizza il proprio lavoro con l’antico sistema della bacchetta con ago e inchiostro; vivrete le emozioni di chi è lì a farsi tatuare, osserverete la concentrazione degli artisti al lavoro e li ammirerete per la superba interpretazione artistica. Ecco, questo

è lo spettacolo a cui assisterete, indimenticabile e unico come ognuna delle precedenti edizioni di questo storico appuntamento, uno dei più importati al mondo nel settore. E intanto, sul palco centrale della Sala Acquarium prenderanno vita una serie di spettacoli e di momenti di grande intrattenimento, fatti di musica, di arte del tatuaggio esibito su pelle, di belle ragazze che mostrano corpi tatuati e flessuosi come elastici. Insomma è il corpo, in tutte le sue declinazioni, a occupare il posto d’onore di questa manifestazione. Sono davvero tanti gli appuntamenti: dalla danza acrobatica della compagnia Aves, che volteggerà sul palco centrale esibendosi in coreografie sorprendenti, alle novità artistiche del noto gruppo Le Soeurs Tribales che di anno in anno si rinnovano aggiungendo nuove ricerche alla tradizionale danza orientale. Ascolteremo Andrea Rock – la voce di Virgin Radio – presentare le ragazze che parteciperanno al concorso di Miss Tattoo Convention e portare sul palco il suo progetto benefico che unisce la musica al sociale con il gruppo dei Punk Goes Acustic. Le vedremo sfilare e giocare con i propri corpi, ciascuna a suo piacimento con un look e un piccolo show personalizzato. Ancora, potremo ammirare i lavori

78 For Magazine


For magazine

Altri eventi imperdibili saranno il tattoo contest, che premierà il miglior tatuaggio, e la mostra By All Means Necessary con le cover di lp realizzate dai tatuatori.

di airbrush di Lorenzo Dossena – in arte Dox – che anche quest’anno decorerà i corpi delle sue bellissime modelle con disegni e sfumature sorprendenti. E di sicuro verrete sorpresi dalle performance da circo dell’accattivante e bellissima Lucky Hell. Ma una cosa in particolare non dovrete assolutamente perdervi: i tattoo contest, ossia il concorso di tatuaggi che andrà a premiare i migliori lavori presentati durante questa 18° edizione. Saranno coloro che li indossano – come sempre – a sfilare davanti a una giuria di accreditati tattoo artist che, in base alla bellezza e ad alcuni requisiti tecnici fondamentali, decreteranno i vincitori. A quel punto conosceremo anche i maestri di tali opere che verranno premiati insieme a coloro che li indossano. Un momento che sancisce ancora una volta il legame unico e magico che si crea tra tatuatore e tatuato. Ma non sarà solo il palco il punto focale degli show; in giro per le sei sale della location troverete alcune chicche del tatuaggio: una bellissima mostra fotografica dedicata allo stile chicano (quello delle scritte e dell’iconografia di strada tipica del sud della California) e alle street band di Los Angeles. Visiterete la sala dedicata alla mostra By All Means Necessary in cui scoprirete delle cover di lp che ogni tatuatore invitato a partecipare al progetto ha dedicato alla propria band della vita. In questo tour

che unisce il tatuaggio alle altre arti visive non potete saltare la mostra Woodcut Portraits del famosissimo tatuatore londinese Alex Binnie che ha reso omaggio ad alcuni dei più noti tatuatori internazionali, immortalandoli in impareggiabili ritratti fatti su una preziosa carta giapponese. Di sicuro il nome Sabina Kelley non necessita presentazioni: il suo corpo, The Body, è assolutamente il più fotografato nel mondo del tatuaggio. Ma non solo, perché questa famosissima modella di Las Vegas ha conquistato anche il gotha della fotografia internazionale. In occasione di questo appuntamento Tattoo Life Production presenta gli strepitosi scatti dell’edizione 2013 del Calendario Tattoo Energy. Da non perdere! Prestigiosi volumi d’arte dedicati alla cultura del tatuaggio verranno presentati in anteprima in questa occasione; stampe autografate e numerate dei più rinomati tattoo artist; dipinti eclettici, gioielli e miniature dalle forme più originali e un sacco di t-shirt e merchandising da acquistare come ricordo di questa kermesse… Tante, tante cose da vedere e da scoprire, per avvicinarsi al tatuaggio nella maniera più diretta e divertente possibile, che unisce l’arte alla bellezza di un mondo in continuo movimento, un mondo fatto di ironia, di tradizione e di oniriche visioni, che di sicuro non vi lascerà indifferenti.

79 For Magazine


For magazine

David Beckham

Christina Ricci

Johnny Depp

Rihanna

80 For Magazine


For magazine

Tra i tanti tatuaggi di Angelina Jolie c’è anche un antico simbolo cambogiano all’altezza della scapola sinistra fatto durante un viaggio in Thailandia: cinque righe verticali in lingua Khmer che secondo le credenze locali scacciano la sfortuna. A realizzare il pittogramma è stato Noo Kamphai, un noto artista di Bangkok.

81 For Magazine


For magazine

Non solo tattoo: alla convention milanese si potranno ammirare le performance acrobatiche della compagnia Aves, del gruppo Le Soeurs Tribales e della bellissima Lucky Hell.

82 For Magazine


For magazine

Sabina Kelley è una vera e propria icona vivente. La The Body del tatuaggio è originaria di Las Vegas, è nota in tutto il mondo per la sua bellezza statuaria e un sorprendente talento come showgirl. È stata sulle copertine di moltissimi giornali, ha partecipato a numerosi programmi televisivi e video musicali e i suoi calendari sono ormai un irrinunciabile oggetto di culto anche per gli amanti della tattoo art. Gli splendidi tatuaggi di Sabina sono stati immortalati anche da leggendari fotografi contemporanei come David LaChapelle e Bunny Yeager. In mostra a Milano le gigantografie degli scatti di Christian Saint per il calendario Tattoo Energy 2013.

83 For Magazine


Tatuaggio  

Convention Tattoo

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you