__MAIN_TEXT__

Page 1

COUNTRY LIFESTYLE MAGAZINE

365monferrato.com

ANNO 1 - NUMERO 2 - AUTUNNO 2017

landscapes

wines & spirits

top living

relax & accomodation

history & art shopping

The Beauty of the Soul

ENGLISH TEXT EURO 9,00


R F ea in l E es st t at e

Elevata competenza, servizio esclusivo Con 40 anni di esperienza nelle vendite ed una gamma di servizi professionali, Engel & Völkers, presente in 34 paesi e 4 continenti, è il vostro partner ideale. Grazie ad una conoscenza approfondita dei singoli mercati locali, i nostri agenti immobiliari otterranno il miglior prezzo di vendita delle vostre proprietà o vi proporranno soluzioni per la vostra nuova casa. Saremo lieti di consigliarvi al meglio.

Stela Srl Unipersonale • Licence Partner di Engel & Völkers Italia S.r.l. Piazza Medici, 30 • 14100 Asti • Italy • Phone +39-0141 176 6570 Asti-Monferrato@engelvoelkers.com • www.engelvoelkers.com/asti-monferrato


L’autunno in Monferrato ANNO 1 - NUMERO 2 OTTOBRE 2017 In copertina: Luca Zavattaro in sella allo stallone minorchino Zian tra le colline del Monferrato 365 Monferrato è un progetto editoriale a cura di 365 COMUNICATION S.r.l Iscrizione N. 01/2017 - Pubblico Registro della Stampa - Tribunale di Vercelli

365monferrato.com EDITORE 365 COMUNICATION S.r.l. Strada Valenza 4/H 15033 Casale Monferrato (AL) P.IVA 02522050067 AMMINISTRATORE DELEGATO Paolo Secco DIRETTORE RESPONSABILE Umberto Signorini REDAZIONE E MARKETING Fabio Menino RELAZIONI ESTERNE Bernard Glenat AREA COMMERCIALE Marine Glenat - Maurizio Macario FOTOGRAFIE Sabrina Gazzola TRADUZIONI Fiona Scull - Paolo Colonna COLLABORAZIONI Andreea Dumitriu - Barbara Vergnano Beatrice Gaudio - Claudio Castagnone Claudio Galletto - Emanuele Rendo Laura Picchio - Luca Zavattaro Ludovica Lanati - Mirco Cavallone PUBBLICITA’ info@365monferrato.com REALIZZAZIONE GRAFICA jollygrapic.it STAMPA Artigrafiche Jolly - Crescentino (VC) Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale di articoli e immagini

L’autunno in Monferrato coincide con vecchi rituali che durano ininterrottamente ormai da secoli. Mentre i campi destinati alla semina dei cereali sono già a riposo, i viticoltori si apprestano a vivere il momento più importante di tutto l’anno, quello che coincide con la vendemmia. Per più di un mese, le vigne si animano dall’alba al tramonto e i trattori portano finalmente le uve in cantina. L’autunno coincide anche con la ricerca del tartufo, quello bianco, ovvero il più pregiato. I trifulau, con i loro cani, sono l’emblema di questo rito destinato a far conoscere il Monferrato nei migliori ristoranti di tutto il mondo. Ma l’autunno coincide anche con il ritorno a tavola dei grandi piatti della tradizione; lo stesso tartufo, gli agnolotti, i bolliti, gli arrosti e la bagna cauda con tutte le verdure di stagione sono i protagonisti indiscussi in cucina. È il periodo delle grandi sagre, da quelle del tartufo a quelle del bue grasso. Infine, l’autunno è il periodo degli ultimi lavori in campagna e dei primi camini accesi nelle vecchie case monferrine. Il tutto al cospetto di un paesaggio che si trasforma concedendo a tutti i visitatori la meraviglia delle colline dipinte da molteplici colori. Ecco perché noi amiamo l’autunno in Monferrato, ecco perché, anche in questo periodo #anoibastailmonferrato.

Autumn in Monferrato

Autumn in Monferrato consists of ancient rituals which have been performed for centuries. When cereal fields are finally resting, wine growers get ready for the most critical time of the year, when grape harvesting occurs. For more than a month, the vineyards come alive from dawn to dusk and tractors finally bring the grapes to the cellars. Autumn also means hunting for truffles, especially the white ones, for they are the most exquisite. The trifulau, or truffle hunters, with their dogs, are the symbol of this ancient rite, destined to make Monferrato renowned in all the best restaurants around the world. Autumn also entails the return to the table of all the great local dishes; the aforementioned truffle, agnolotti, the boiled and roasted meats, and bagna cauda accompanied by fresh, seasonal vegetables are the unquestioned stars of the kitchen. This is also the time for the big and important agricultural fairs, such as the truffle fairs or the Bue Grasso or ‘Fat Ox’ fair. The fall is the time for final tasks in the countryside, and also the time when fireplaces are lit in the old houses of Monferrato. All of this happens amid an ever-changing landscape, which shares with its visitors the wonders of its hills, colored by a stunning range of hues. These are the reasons why we love autumn in Monferrato, and this is why, during this time too, #monferratoisallweneed.

#amebastailmonferrato Il primo numero di 365 Monferrato è ormai in archivio. Oltre che a far conoscere il nostro progetto, cosa più importante, ha contribuito a far conoscere ulteriormente uno splendido territorio e le sue attività d’eccellenza. È stato diffuso con 5000 copie cartacee e con una versione digitale che è stata sfogliata da più di 1500 persone. The first issue of 365 Monferrato is now on shelves and open on coffee tables throughout the world. In addition to making our project known, most importantly, it contributed to spread the knowledge of a splendid area and its flourishing local businesses. 5,000 printed copies have been published and a digital version has, to date, been viewed on-line by more than 1,500 people. VERSIONE DIGITALE www.issuu.com (365 Monferrato)


myway. Casale Monferrato via Roma 79

www.youmooda.com myway.casale

mywaymoda


casale


Social promotion

5.343 Facebook followers

@365 Monferrato

Top posts

23.116 - Persone raggiunte - People reached 1.262 Mi piace - Likes 102 - Condivisioni - Shares 17 - Commenti - Comments

21.858 - Persone raggiunte - People reached 765 - Mi piace - Likes 131 - Condivisioni - Shares 25 - Commenti - Comments

Aperta a ottobre del 2016, la pagina Facebook 365 Monferrato è diventata in pochi mesi il collante tra la rivista cartacea, i lettori e gli appassionati del territorio. Rappresenta non solo un ulteriore mezzo di promozione del Monferrato, ma anche il più immediato riscontro sui gusti dei lettori dove è possibile interagire in modo istantaneo.

Within a few months of its launch in October 2016, the 365 Monferrato Facebook page became the vital link between the magazine, its readers and the fans of the region. It represents not just another marketing tool for the Monferrato area, but also the most certain confirmation of its readers’ preferences; a forum where it is possible to interact instantly.

Top reviews STEFANO BECCACECE Adoro il Monferrato per la sua cucina e per la natura di questo territorio famoso per i vini, anche perché ogni volta che vengo qui mi sembra di rivedere le colline della terra dove io sono nato. I love Monferrato for its cuisine and for the nature of this area celebrated for its wines, and also because every time I come here I feel like I am revisiting the hills of the land where I was born. GIANCARLO FRACASSO Le bellezze e le tradizioni dei nostri luoghi avevano bisogno di persone dinamiche capaci di esaltare con gusto ed eleganza questo Monferrato, dando una “scossa” a una mentalità che si stava assopendo. Bravi! The beauty and traditions of our region needed some proactive people able to extol our beloved Monferrato with great taste and discernment, and shake up an outlook which was on the verge of becoming old-fashioned. Well done! DANIELA SASSONE Geniale metodo per far conoscere il nostro territorio a un pubblico vastissimo! Ottima anche la veste grafica. Non vedo l’ora di vedere il prossimo (sperando ci siano anche i nostri bellissimi paesini). An ingenious way to introduce our region to a wider audience! The magazine layout is also great. I cannot wait to see the next issue (here’s hoping our beautiful villages will also be mentioned). ALESSANDRO BARGERO Grande modo per far conoscere il Monferrato (anche quello piccolo). Bravi, continuate così. A great way to promote the Monferrato region (including its lesser known areas). Bravo, keep it up. ANDREA ROASIO Fattura grafica di pregio e pregevole valutazione del nostro territorio. W il Monferrato! A bold graphic style and a remarkable assessment of our area. Hooray for Monferrato!


SOMMARIO Summary 365 Monferrato - Anno 1 - Numero 2 - Autunno 2017

Summer Memories

16 24 30 34

in Monferrato

The sound of silence

Atmosfere autunnali in Monferrato

Donato Lanati

Che la vendemmia abbia inizio

Roberto Conterno Eccellenze fuoril territorio

40 50

Monferrato, cucina e tradizioni L'arte della tradizione tramandata sotto vetro Food & Beverage

58 106

Gusti e sapori Flavours and tastes

Paesi del Monferrato Nizza Monferrato - Moncalvo Vignale Monferrato

Top Living

122 148 166 184

Vivere in Monferrato Living in Monferrato

Shopping & Business Relax-Sport & Accomodation Soggiornare in Monferrato Staying in Monferrato

Wines & Spirits Il buon bere Drinking well


TOP SHOPPING 365 Monferrato #recommended

Anello “Infinito”

Kitchenaid Artisan

ASTRUA Torino - Alessandria - Genova astrua.com

RUSTICO 1911 Casale Monferrato rustico1911.it

Barbera Bricco Battista ACCORNERO GIULIO E FIGLI Vignale Monferrato accornerovini.it

RRD - Winter Long Lady Fur

7.0 Grappa di Ruchè

G.SPORT Casale Monferrato gsport.com

MAZZETTI D'ALTAVILLA Altavilla Monferrato mazzetti.it

Cartella Favole

Grignolino Spumante Metodo Classico

Kit Bagna Cauda

ESCUDAMA Coniolo Monferrato escudama.com

GAUDIO BRICCO MONDALINO Vignale Monferrato gaudiovini.it

IL MONGETTO Vignale Monferrato mongetto.it

11


M

Mi sono chiesto più volte quale sia la vera ragione per la quale il fascino del Monferrato possa essere così intenso e irresistibile. Ho pensato alla semplice affezione personale per le pavesiane radici, oppure all’attrazione esercitata dalla spontaneità di questa terra, dal suo essere distante dai paesaggi costruiti o influenzati dalla mano più cieca o “commerciale” dell’uomo. Ragioni tutte vere, senza esclusione alcuna. Ma resta quel qualcosa in più… qualcosa a cui ho creduto di dare una spiegazione durante tante camminate panoramiche. La parola magica è varietà, una ricchezza nella quale il Monferrato ha forse pochissimi eguali. Ho guardato dinanzi a me il mare di dolci colline. Le ho trovate diverse in ogni loro angolo. Ho notato che in qualche chilometro di spazio avevo sempre un concentrato stupendo ma differente di Eden terrestre. Corsi d’acqua circondati da salici e pioppeti che a poco a poco lasciano spazio a prati d’un verde ancestrale, e ancora seminativi dalle tonalità calde del Mediterraneo. Nel risalire i vigneti, frutteti, persino uliveti. Qua e là macchie di bosco, talvolta “controllate” dalla mano dell’uomo, ma il più delle volte istintive, con una propagazione decisa sostanzialmente da “madre natura”. Un reticolo di sentieri attraversa un mondo in miniatura, fra canneti irregolari, siepi di rovi. Una vita che scorre vivace ovunque, lasciando lo spettatore solitario in balia della sublime sinfonia della natura in grado di nutrire i sensi nella loro totalità. È difficile descrivere la varietà del Monferrato, occorre viverla. Passo dopo passo. Giorno dopo

Una penetrante armonia Di Claudio Galletto

Responsabile Marketing Mazzetti d'Altavilla

giorno. Già, perché vivere il Monferrato nel suo poliedrico modo di presentarsi non significa affatto intraprendere esclusivamente un viaggio spaziale. Il cammino è anche temporale. Ogni angolo è vario e ogni giorno è diverso. Ce lo confermano le luci, i profumi, le sfumature. Ogni stagione non è da meno. Neppure l’inverno, quando le chiome della vegetazione si sfoltiscono lasciando intravedere le sagome nude di rami, quando la nebbia accarezza la terra apparentemente dormiente. Mi sono infine chiesto più volte perché questa varietà possa così tanto appassionare i visitatori. E poi è arrivata la risposta. Questa ricchezza genera un senso di compiacimento. Il Monferrato porta ciò che oggi è difficile trovare. Una penetrante armonia.

I’

ve asked myself more than once what might be the real reason why the fascination of Monferrato is so intense and irresistible. I’ve thought about the simple personal affection for its ‘pavesian’ heritage, or how the spontaneity of the land draws one in, or the fact that it is far from heavily developed towns; under the influence of the blind, commercial hand of man. All reasons are valid, without exclusion. But there is something more; something I thought I would be able to explain during many a walk in the scenic countryside. The magic word is diversity; a richness, of which Monferrato has very few rivals. I look before me at the heaving sea of sweet hills and I find them 12

to be different in every corner. I’ve noticed that, in just a few kilometers distance, there is always something different, yet just as magnificent to draw my attention to this ‘Eden on earth’. Water courses surrounded by poplar and willow trees which, little by little, leave space for meadows of an ancestral green and still arable with the warm tones of the Mediterranean. Going back to the vineyards, orchards, even olive groves. Here and there are patches of forest, sometimes “controlled” by man’s hand, but most often inherent, with propagation largely determined by Mother Nature. A network of paths crosses a miniature world, between rushes of cane and bramble bushes. A life flowing vigorously everywhere, leaving the lonely spectator at the mercy of nature’s sublime symphony, nourishing the senses in their entirety. It is difficult to describe the diversity of Monferrato, you’ve got to live it. Step by step. Day by day. Living Monferrato, with its multifaceted means of presenting itself, does not mean to simply change geographical location. It is a voyage into the passing of time and its seasons. Each corner is varied and every day is different; from the changing light, the scents, the nuances. Every season is no less than the next. Not even the winter, when the foliage of thinning vegetation let us glimpse the silhouettes of bare branches; when the mist caresses the seemingly dormant ground. Finally, I asked myself why this diversity is so enticing to visitors. And then the answer came. This wealth generates a sense of satisfaction. Monferrato brings what is hard to find today - a penetrating harmony.


Monferrato

#amebastailmonferrato


summer memories


Ermanno

Appunti di un’estate in vigna

Tra i filari del Monferrato, durante le calde giornate estive, siamo andati a trovare Ermanno Accornero e Beatrice Gaudio con il desiderio di conoscere i segreti che si celano dietro i loro grandi vini. Among the rows of vines in Monferrato, during a hot summer day, we paid a visit to Ermanno Accornero and Beatrice Gaudio, hoping to uncover the secrets that lie behind their great wines.

È difficile riuscire ad apprezzare un vino senza conoscerne la storia. Meglio, lo si potrà anche fare ma ne rimarrà inevitabilmente inespressa una sua parte, forse la più importante. Dietro i profumi, i colori e i gusti che può offrire un buon bicchiere di vino, si nasconde un mondo affascinante fatto di passione, sogni e aspettative di chi lo produce. Stappare una bottiglia e degustare il suo contenuto è l’atto finale di un lungo percorso che inizia in vigna uno 18

I

t is unlikely you would be able to fully appreciate a wine without knowing its story. Or rather, you may succeed, but it will inevitably keep a hidden side, perhaps its most important one. Behind all the scents, colors and flavors that a good glass of wine can offer, lies the fascinating world of passion, dreams and expectations of those who produce it. Opening a bottle and tasting its contents is the final act of a long tale that began in the vineyard one year before or even earlier. So,


AZIENDA AGRICOLA ACCORNERO & FIGLI Via Ca’Cima, 1 Vignale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 933317 Fax +39 0142 933512 accornerovini.it info@accornerovini.it

GAUDIO BRICCO MONDALINO Regione Mondalino 5 Vignale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 933204 gaudiovini.it info@briccomondalino.it

among the vines of Monferrato is where we decided to go, to uncover some of this story. There we met Ermanno, intent on checking the grapes’ ripeness for harvest while riding his bike through his vineyards. He told us the season was going to arrive at least twenty days earlier than expected and, most likely, the harvesting of white grapes would probably start already in August. Just a bit further we met up with Beatrice, who was busy cleaning up a young vineyard. She explained to us why it’s important to remove all the suckers to keep them from absorbing energy and light from healthy branches, and to only keep the sprouts on the upper branch, because those are the ones which will give substance to the grapes. We will remember Ermanno and Beatrice fondly, and all their words and their gestures too, on the first day of autumn when we open one of their precious bottles of wine. And then we will be able to understand a little more of their long history.

Beatrice

o più anni prima. Ed è proprio tra i filari del Monferrato che abbiamo voluto recarci per conoscere una parte di questa storia. Abbiamo incontrato Ermanno, intento a controllare lo stato di maturazione dell’uva pedalando in bicicletta tra le sue vigne. Ci ha spiegato come la stagione fosse in anticipo di almeno venti giorni rispetto al solito e di come, con molta probabilità, la raccolta delle uve bianche sarebbe incominciata già ad agosto. Poco più avanti, abbiamo incontrato Beatrice, affaccendata nell’ordinare un suo giovane vigneto. Ci ha spiegato l’importanza di togliere i polloni che sottraggono energia e luce ai rami utili e le femminelle tranne quelle sopra l’ultimo grappolo, perché son quelle che daranno sostanza all’uva. Ci ricorderemo di Ermanno e Beatrice, delle loro parole e dei loro gesti, nella prima giornata autunnale in cui apriremo una delle loro pregiate bottiglie. E sapremo raccontare una piccola parte in più della loro lunga storia.


QUANDO FINISCE IL SUV, COMINCIA STELVIO. QUANDO FINISCE IL SUV, COMINCIA STELVIO.

Dealer Name CITTÀ - Via Lorem ipsum, 00 - Tel. 00000000000 - www.concessionaria.it Dealer Name CITTÀ - Via Lorem ipsum, 00 - Tel. 00000000000 - www.concessionaria.it

ALFA ROMEO STELVIO

ALFA ROMEO STELVIO TUO A 350€ CON BE LEASE. TAN 3,95%, TAEG 5,02%. TUO A 350€ CON BE LEASE. TAN 3,95%, TAEG 5,02%.

ziativa valida fino al 30 settembre 2017. Alfa Romeo Stelvio, allestimento Executive, 2.2 Turbo Diesel 210 CV AT8 Q4 - prezzo promo € 49.200 (IPT e contributo PFU esclusi) a fronte di permuta. Es. fin.: Anticipo Iniziativapiù valida finopratica al 30 settembre 2017. Alfamesi Romeo Stelvio, allestimento 2.2 Turbo Diesel€210 CV AT8 Q4 - prezzoTotale promo del € 49.200 (IPT contributo PFU esclusi) a fronte di SavaDna permuta. Es. fin.: Anticipo 4.770,70 spese € 366 e bolli - 36 - 35 canoni mensili di Executive, € 350, Valore Riscatto 28.434,24. Importo Credito € e36.621,78 (inclusi Marchiatura € 200 e Polizza Pneumatici Plus € 14.770,70 spese pratica €€366 e bolli - 36 - 35 di € 350, Valore Riscatto € 28.434,24. Totale del Credito € 36.621,78 (inclusi Marchiatura SavaDna € 200 e Polizza Pneumatici Plus 8,83 - Polizza più RCA facoltativa 1.912,95 permesi tutta la canoni duratamensili del Leasing - premio calcolato su cliente Importo residente a Roma). Interessi € 3.189,99 - Importo Totale Dovuto € 40.698,88 - spese incasso SEPA € 4,27 a € 78,83 - Polizza RCA facoltativa € 1.912,95 per tutta la durata del Leasing - premio calcolato su cliente residente a Roma). Interessi € 3.189,99 - Importo Totale Dovuto € 40.698,88 - spese incasso SEPA € 4,27 a . Foglio a, spese invio e/c € 3,66 per anno. TAN fisso 3,95% - TAEG 5,02%. Km complessivi 70.000 costo supero 0,05€/km. Tutti gli importi sono comprensivi di IVA ove prevista. Salvo approvazione . Foglio rata, spese invio e/c € 3,66 per anno. TAN fisso 3,95% - TAEG 5,02%. Km complessivi 70.000 costo supero 0,05€/km. Tutti gli importi sono comprensivi di IVA ove prevista. Salvo approvazione ormativo su www.fcabank.it. Documentazione precontrattuale assicurativa in Concessionaria. Messaggio Pubblicitario a scopo Promozionale. Immagini vetture indicative. Oggi con puoi aprire conto puoi aprire conto informativo su www.fcabank.it. Documentazione precontrattuale eded assicurativa in Concessionaria. Messaggio Pubblicitario a scopo Promozionale. Immagini vetture indicative. Oggi con posito online: scopri i tassi vantaggiosi sucontodeposito.fcabank.it. contodeposito.fcabank.it. Val. Max. consumi ciclo combinato (l/100 km) 7. Emissioni 2 (g/km) 161. 161. deposito online: scopri i tassi vantaggiosiche che ti ti offre offre su Val. Max. consumi ciclo combinato (l/100 km) 7. Emissioni CO2 (g/km)CO

Alessandria Auto Auto Alessandria www.alessandriauto.it

ww.alessandriauto.it

ALFA ROMEO

Artwork Mark Version

AW Strong reduction size Version CMYK

CMYK

AC

AC

08 05 15

ALFA ROMEO

Artwork Mark Version

AW Strong reduction size Version CMYK

CMYK

AC

AC

08 05 15

SPINETTASPINETTA MARENGO MARENGO (AL) - S.S. 10(AL) n°20- -S.S. Tel. 10 0131 216162 n°20 - Tel. 0131 216162 ASTI (AT) ASTI - Corso Alessandria, 467 - Tel. 0141271866 (AT) - Corso Alessandria, 467 - Tel. 0141271866


The sound of silence

La fioritura, le prime foglie, i frutti prelibati e l’esplosione di colori che preannuncia il lungo letargo invernale; da sempre, oggi come ieri, lo scorrere delle stagioni può essere letto ed ammirato attraverso le sorprendenti manifestazioni della natura. Camminare in autunno tra i filari, i boschi e le solitarie valli del Monferrato, con la vista che si perde tra il susseguirsi dei profili delle colline, rappresenta un’esperienza unica in grado di regalare emozioni destinate a rimanere per sempre nel cuore del visitatore. 24


T

he blossoms, the first leaves, the delicious fruits and the blaze of colors that heralds the long winter slumber; always, today like yesterday, the flow of seasons can be read and marveled at through the amazing displays of nature. Walking in the fall through the rows of trees, through the woods and the lonely valleys of Monferrato, along the rolling hills that stretch as far as the eye can see is a unique experience, one that is sure to give emotions to be treasured forever in a visitor’s heart. 25


Colori, profumi e sapori di un territorio che riesce a esprimere al meglio tutto il suo carisma nel periodo autunnale. Tra l’antico rituale della vendemmia, la raccolta del Tuber magnatum, l’oro giallo del Monferrato, e la varietà di colori che dipingono con delicatezza le dolci colline. Colors, scents and flavors of an area; all its charm best expressed in the autumn season. Through the ancient ritual of grape harvest, the foraging for Tuber magnatum, the yellow gold of Monferrato, and the range of hues that subtly color its gentle hills.


Voglio un autunno rosso come l’amore, giallo come il sole ancora caldo nel cielo, arancione come i tramonti accesi al finire del giorno, porpora come i granelli d’uva da sgranocchiare. Voglio un autunno da scoprire, vivere, assaggiare.

I want an autumn red like love, yellow like the sun still burning up in the sky, orange like the sunsets that linger before nightfall, purple as fresh and juicy grapes. I want an autumn to discover, to live, to taste. Stephen Littleword


La magia dell'autunno


Al di là del campo ormai arato, del bosco colorato dalle ultime foglie e della chiesa svettante sul crinale, la grande montagna osserva tutto, immobile e fiera. La prima neve splende all’orizzonte, portando con sé un’aria cristallina scaldata dagli ultimi flebili raggi di sole. Nelle cascine la legna è ormai pronta per riempire i camini all’imbrunire. È giunto il tempo di farsi coccolare dai dolci ricordi della lunga estate ormai alle spalle. È giunto il tempo di ritrovare i lenti ritmi del passato. È giunto il tempo di prepararsi alle prime brine e all’aria fredda dell’inverno. Finalmente è giunto il tempo di vivere la magia dell’autunno in Monferrato.

B

eyond the field now plowed, beyond the woods colored by the last leaves and the church towering on the ridge, the great mountain watches over everything, motionless and proud. The first snow glows on the horizon, carrying with it a crystalline air warmed by the faint, last rays of the sun. At dusk, in all the farmhouses, the wood is now ready to fill the hearth. It’s time to cherish our sweet memories of the long summer we just left behind. It’s time to rediscover the slow rhythms of the past. The time has come to prepare for the first winter frost and the cold winter air. Finally, it’s time to experience the magic of autumn in Monferrato.


Che la vendemmia abbia inizio La lunga estate di Donato Lanati, l’enologo scienziato che si sposta da una parte all’altra del mondo per assistere da vicino i suoi clienti durante quello che è uno dei momenti più importanti di tutto l’anno. The long summer of Donato Lanati, Scientist and Enologist who travels from one side of the world to the other, assisting his clients in person during one of the most important moments of the year.

F

Da inizio agosto a ottobre ormai inoltrato ha decretato l’inizio della vendemmia in molte rinomate aziende italiane e straniere. In quella che verrà ricordata come un’annata contraddistinta da elevate temperature e prolungata siccità, il suo rigoroso metodo di lavoro, unito al talento personale, si sono dimostrati essere gli alleati più preziosi di molti viticoltori. Tre mesi difficili durante i quali Donato Lanati, uno degli uomini che attualmente personifica al meglio il concetto di enologia oggettiva nella sua massima espressione, più di una volta ha dovuto affiancare ai suoi consueti abiti di enologo scienziato quelli di psicologo. “I produttori hanno bisogno di essere rassicurati. Chi ha lavorato bene in vigna capirà che è proprio in un’annata difficile come questa che il suo prodotto farà la differenza”. Ha iniziato a viaggiare incessantemente da inizio agosto, quando è volato in Kazakistan con la dottoressa Marchi e il suo staff per osservare da vicino i 200 ettari di vigneti dell’azienda Arba Wine e, di fatto, per dare il via a una lunghissima vendemmia che dura più di due mesi ininterrottamente. È poi tornato in Italia, facendo avanti e indietro tra Sicilia, Veneto, Trentino-Alto Adige, Toscana e Piemonte. “In Toscana si è registrata la situazione più difficile di tutte. Ettari ed ettari di vigneti praticamente bruciati dalla siccità. In un’azienda abbiamo preventivamente disposto 40 chilometri di teli speciali per proteggere i grappoli dal caldo. Quando ho detto al proprietario che quest’anno avremmo prodotto un grande vino stentava a crederci, e si è commosso”. Un lungo periodo che si è poi concluso con le vendemmie del nebbiolo nelle Langhe, con il desiderio di dare vita a vini che, grazie al suo prezioso contributo, come negli anni passati continueranno a far sognare migliaia di appassionati in giro per il mondo.

rom the beginning of August well into October, he has declared the start of “vendemmia” (grape harvest) in many renowned Italian and over-seas wineries. In a year which stands out as for its high temperatures and prolonged periods of drought, his rigorous work method, blended with personal talent, have proven to be the most precious allies of many winemakers. They are three difficult months during which Donato Lanati, one of the people who best embodies the concept of objective oenology in its maximum expression, more than once has had to juxtapose his usual scientific enological residence with that of psychology. “The producers need to be reassured. Those who have worked well on the vines, will understand that it is in a difficult year like this one that will really make the difference to their product .” He began to travel incessantly at the beginning of August, when he flew to Kazakistan with Dr. Dora Marchi and her staff to closely observe the 200 hectares of vines of the Arba Wine company and, indeed, to give the go-ahead to a very long vendemmia which lasts more than two months without interruption. And then returning to Italy, he went back and forth between Sicily, Veneto, Trentino Alto-Adige, Toscana and Piemonte. “Tuscany recorded the most difficult situation of all. Hectares and hectares of vineyards practically burnt by the drought. In a company we preemptively organized 25 miles (40 kms) of a special cloth to protect the grapes from the heat. When I told the owner that this year he would produce a great wine, he struggled to believe it and he was almost moved to tears.” A long period which ended with the Nebbiolo harvest in the Langhe, with the desire to create wines which, thanks to his precious contribution, as in the past, will continue to make the dream of thousands of enthusiasts around the world, come true.

30


FOCUS

Trentino Alto-Adige (ITA) DONATO LANATI TOP RANKING WINE CONSULTANT AS EVALUATED BY ROBERT PARKER (USA) - WINE ADVOCATE

CANTINA COLTERENZIO - Cornaiano - Appiano (BZ) 94/100: LR Bianco Riserva 2013 93/100: Chardonnay Lafรณa 2015 92/100: Sauvignon Lafรณa 2015 90+/100: Pinot Grigio Puiten 2015


Vendemmia in camice bianco Tra i filari, le cantine e i laboratori di Enosis Meraviglia, uno dei centri di ricerca applicata all’enologia più sviluppati al mondo dove, come ogni anno, in autunno i numeri e le tecnologie si fondono con la tradizione dell’antico rito della vendemmia. Between the vines, the cellars and the laboratories of Enosis Meraviglia, one of the most developed centers of applied research in oenology in the world where, like every year in the autumn, the numbers and technology merge with the tradition of the antique ritual of vendemmia.

“L

Via per Cuccaro 19 Fubine Monferrato (AL) Tel. +39 0131 798311 enosis.it enosis@enosis.it

a tecnologia è finalizzata alla valorizzazione della natura, più si conosce la natura e meno la si manipola”. È proprio da queste parole pronunciate da Donato Lanati durante la prima lezione del corso “Mastro in Cantina” che si può comprendere in tutta la sua essenza la vendemmia a Enosis. Da una parte la tecnologia che si materializza nei laboratori e nelle cantine di Cascina Meraviglia, dall’altra la conoscenza acquisita in anni di studi dallo stesso Lanati, dalla dottoressa Dora Marchi e da tutto il loro staff, infine la natura rappresentata dagli splendidi filari con i più caratteristici vitigni autoctoni italiani. Si tratta di un momento speciale, dove il lungo lavoro in vigna si incontra con il lavoro in cantina per una quadratura del cerchio pressoché perfetta. 32

“T

he aim of technology is to complement nature; the more you know nature the less you manipulate it.” It’s exactly from these words from the mouth of Donato Lanati during the first lesson of the “Cellar Master” course, that you can comprehend what vendemmia at Enosis really means. Starting with the technology which has appeared in laboratories and in the cellars of Cascina Meraviglia, to the immense knowledge acquired from years of study by Lanati himself, Dr. Dora Marchi, and their staff. Finally, it is nature, represented by the splendid rows of the most representative varieties of indigenous Italian grape. You’re witness to a very special moment, where the long work in the vineyard meets with the work in the cellar for the squaring off a practically perfect circle.


Eccellenze fuori confine

Un pomeriggio tra i piĂš celebri vigneti delle Langhe, ascoltando in silenzio le votazioni di Roberto Conterno e Donato Lanati, particella per particella, acino per acino.

An afternoon among the most celebrated vineyards of the Langhe region, silently listening to the evaluations of Roberto Conterno and Donato Lanati, word by word, grape by grape.


Dove la vigna si trasforma in particella

di Fabio Menino

"Oggi andiamo insieme da Conterno in elicottero". Quella pronunciata dal dottor Lanati nel cortile di un'azienda vitivinicola del Monferrato, nel primo pomeriggio di una calda giornata d'inizio settembre, è stata una di quelle frasi a cui è difficile dare anche solo un minimo cenno di risposta. È molto più semplice prenderne atto, cercare di raccogliere le idee, disdire gli appuntamenti in corso e affrontare con tutto l'entusiasmo possibile ciò che si presenta come un'opportunità unica. A grandi linee, senza alcuna illusione di esserne pronto, ecco per quale motivo mi sono ritrovato sull'elicottero del dottor Lanati, decollato dal suo hangar nei pressi di Enosis Meraviglia e diretto a Monforte d'Alba, nel regno di quella che è una delle più prestigiose famiglie di barolisti delle Langhe. Se a priori mai avrei potuto immaginare di visitare le cantine e i vigneti dove viene prodotto il celebre Monfortino, a distanza di poco meno di mezz'ora, a maggior ragione, mai avrei potuto immaginare di ritrovarmi a sorvolare il celebre vigneto Francia con Roberto Conterno in persona alla guida di quello stesso elicottero. Il suo sguardo fiero, quelle sue mani che possono appartenere solo a chi ama la terra e i suoi ragionamenti ricchi di entusiasmo e lungimiranza penso che non li dimenticherò mai. 35

“T

oday we're going to visit Conterno by helicopter.” That announcement from Doctor Lanati in the courtyard of a Monferrato winery, in the early afternoon of a warm day in the first days of September was one of those comments to which it is difficult to give even the smallest hint of a response. It's much simpler just to leap into action, try to gather your ideas, clear your schedule and jump into the experience with all the enthusiasm you can muster when such a once-in-a-lifetime opportunity presents itself. By and large, without any illusion of being prepared, this was how I found myself in the helicopter of Doctor Lanati, taking off from his hangar near Enosis Meraviglia and heading toward Monforte d'Alba, in the region of one of the most prestigious Baroloproducing families of the Langhe. If, prior to this, I could never have imagined to visit the cellars and the vineyards where the celebrated Monfortino wines are produced, at less than a half hours' distance, even more so I could never have imagined to find myself soaring high over the celebrated Francia vineyards with Roberto Conterno, in person, at the helm of that same helicopter. I think I will never forget the look of pride in his eyes, those hands which could only belong to one who loves his land and his way of thinking, rich in enthusiasm and foresight.


Il rispetto che Roberto Conterno nutre per l'equilibrio del suo territorio lo si percepisce da molteplici fattori. Per esempio dall'atomizzatore, da lui progettato, con ventole d'aspirazione che riducono del 70% l'emissione di sostanze in vigna, agli oltre duemila esperimenti scientifici condotti ogni anno per ridurre l'utilizzo di rame e per debellare le malattie infestanti. The respect which Roberto Conterno harbors for the equilibrium of his territory, is perceivable in multiple factors. For example, from the atomizer, which he designed, with an exhaust fan which reduces 70% of the emission of substances into the vineyards, to the over two thousand scientific experiments conducted every year aimed at decreasing the use of copper and eradicating diseases and weeds.

L

a qualità non si fa con la legge del caso, ma con la conoscenza che può derivare dalla tradizione e dalla ricerca. L'azienda Giacomo Conterno, una delle massime espressioni nell'ambito dell'enologia a livello mondiale, ha fatto suo questo principio sviluppandolo al suo massimo grado fino a farlo coincidere con il cardine di tutta la sua attività. Partendo dal concetto che un grande vino lo fanno in primis le radici di una vite, nei celebri vigneti Francia e Arione nulla è lasciato al caso. In questo regno dell'eccellenza, le singole particelle dei vigneti sono numerate e analizzate scrupolosamente una a una. Si tocca la terra e si cammina a lungo tra i filari, cercando di cogliere ogni singolo messaggio che è in grado di trasmettere quello straordinario trasformatore d'energia, nonché traduttore del territorio, che è la vite. Prima si assaggiano gli acini a campione delle singole particelle dandogli un punteggio, poi è la volta del loro studio in laboratorio per l'analisi oggettiva. In questo modo, la perfetta conoscenza di ogni singola parte del vigneto permette di stabilire qual è il momento preciso della sua vendemmia, quell'attimo fuggente in grado di esprimere il massimo potenziale dell'acino, di lasciare in eredità futura e perenne i migliori prodotti di un territorio.


Y

ou can't create quality by leaving things to chance, instead with knowledge which is derived from tradition and research. The Giacomo Conterno company, a leader in oenology on the world stage, has taken up this principle, developing it to its maximum expression to the point that it is considered the cornerstone of his business. Starting from the concept that 'a great wine is made first by the roots', in the famous vineyards in France and Arione nothing is left to chance. In this realm of excellence, the single vineyard zones are numbered and scrupulously analyzed one at a time. You touch the ground and walk along the rows of vines, trying to grasp every single message that they are able to transmit; that extraordinary energy transformer and translator of the territory, the vine. First you taste a sample of individual grapes giving them a score, then it's time to study them in the lab for objective analysis. In this way, the perfect knowledge of each part of the vineyard makes it possible to determine what is the correct moment of its harvest, that fleeting moment able to bring forth the maximum potential of the grape, to bequeath a future and everlasting legacy of the best products of a territory.

In questa fotografia, la sig.ra Ivonne Conterno

1, 100, 1000, ovvero 1 grammo per un acino,100 grammi per un grappolo,1000 grammi per una vite. Un principio che riflette l'equilibrio naturale della pianta nella qualitĂ del prodotto. 1, 100, 1000 or 1 gram per grape, 100 grams per bunch, 1000 grams per vine. A principle reflected in the natural equilibrium of the plant and in the quality of the product.

37

Azienda Vitivinicola GIACOMO CONTERNO Loc. Ornati 2 Monforte d'Alba (CN) Tel. +39 0173 78221 conterno.com


Cipriano Coppo hands & grapes

U

Una volta, le principali fonti di reddito dell’agricoltura collinare erano la vandümia, l’amsun e al bucin: vendemmia, mietitura e vitello. Solo quando si vendeva il vino, il grano o il vitello entrava in casa qualche soldo. Gran parte degli altri prodotti del lavoro contadino erano consumati nell’ambito famigliare. La vendemmia era il momento culminante del periodo, l’ultimo importante raccolto della stagione che si sarebbe chiusa un mesetto dopo nel giorno di San Martino. Finalmente si portava a casa il frutto di un anno di lavoro e il buon umore invadeva le colline e i paesi. I preparativi cominciavano almeno una quindicina di giorni prima. C’erano i’arbi, le bigonce da bagnare e poi caricare sui carri, al bunsi, le botti da lavare e fargli la buìia, al brenti, i sëbri e i sigilin, brente, mastelli e secchielli da pulire per bene. Bagnà i’arbi era un’operazione tutta particolare. Le bigonce un tempo erano esclusivamente di legno. Rimanendo inutilizzate per un anno intero, le assi seccavano e avevano bisogno di essere bagnate per poter gonfiare, tornare impermeabili e trattenere il mosto evitando di fare la barnà, cioè perderlo per strada. La buìia invece serviva per togliere l’eventuale odore di muffa e di chiuso alle botti. Si bollivano rami di alloro, rosmarino, noci, salvia e altre piante aromatiche e poi, con

l’intruglio ancora caldo, si risciacquavano tutti i contenitori della cantina per renderli profumati e pronti a ricevere l’uva prima e il vino poi. Una volta tutti partecipavano al rito della vendemmia, chi nei filari, chi a casa e chi in cantina. La vendemmia coinvolgeva tutta la famiglia. I bambini, per aiutare i grandi, sospendevano per qualche giorno la scuola appena cominciata. Anche i maestri dovevano vendemmiare, e qualche giorno di vacanza supplementare andava bene a tutti. Chi non aveva vigne, ma erano pochi, aiutava i vicini, che poi a loro volta aiutavano chi non aveva ancora finito. Cori di cantate popolari rimbalzavano di collina in collina, di paese in paese. Risate, saluti, grida di bambini e incitamenti ai buoi a sopportare il lavoro supplementare del periodo si udivano ovunque e per tutta la giornata. Di giorno si vendemmiava, poi nel tardo pomeriggio e la sera, tornati a casa, si passava alla pigiatura degli arbi pieni di grappoli raccolti. “Alè, tucc an tl’arbi”, tutti nella bigoncia, era il via 38

libera ai bimbi che non aspettavano altro che di saltarvi dentro. In pantaloncini corti e a piedi nudi si arrampicavano sui carri e iniziavano la pigiatura dell’uva, che una volta schiacciata veniva convogliata con degli appositi tubi di lamiera zincata, i canun, in cantina nelle botti o nei tini a iniziare la fermentazione. I brentulau lavavano la loro brenta, i vandümieri pulivano secchielli e forbici, gli uomini controllavano le botti piene e quelle ancora vuote. La vendemmia era un lavoro faticoso, la stanchezza si accumulava di giorno in giorno, alla fine era tanta e si cercava di dimenticarla con na bela curmà, il pranzo di fine vendemmia che era solitamente una festa, un modo per ringraziarsi a vicenda per l’aiuto e per festeggiare insieme. La ricchezza e il numero delle portate erano direttamente proporzionali alla quantità, qualità, reddittività e gradazione del raccolto, che si riflettevano poi sulla qualità del vino e quindi sul guadagno.


La VANDÜMIA

La vendemmia / The harvest

O

nce upon a time, the primary sources of income for hill farming were the vandümia, the amsun and the bucin: grape harvest, grain harvest, and calf rearing. Only when you were able to sell your wine, grain or veal could you finally bring some money home. Most of the remaining products from farm work were consumed by the family. Grape harvest was the highlight of the season; the harvest of the last major crop would finish approximately one month later, on St. Martin's Day. At last, the fruits of a whole year of work were brought home, and a cheerful mood spread through the hills and villages. Preparation had begun at least two weeks earlier. There were the arbi, the vats to be soaked and then loaded on the wagons, the bunsi, the barrels to be washed for making the buìia, the brenti, the sëbri and the sigilin. The wine kegs, the tubs and the buckets were to be properly cleaned. Bagnà i'arbi was a very special procedure. The vats were once exclusively made of wood. While

left unused for a whole year, the planks became dry and needed to be soaked to expand and become waterproof again in order to retain the must; preventing la barnà, that is, to lose it along the way. Instead, the buìia was made to remove any potential mold odor or musty smell inside the barrels. Bay leaves, rosemary, walnuts, sage and other aromatic plants were boiled, then all the containers in the cellar were rinsed with the brew still warm, to make them smell nice again and get them ready to receive the grapes first, then the wine. Once, everyone used to take part in the rite of wine harvest: some people by working among the rows of vines, others at home, and others in the cellar. The harvest involved the whole family. Children, in order to help their parents, were even allowed to miss a few of the first days of school. Their teachers were also involved in the harvest, and a few extra days of leave were good for everyone. The few who did not own a vineyard helped their neighbors, who in turn helped those who had not yet finished their own work. Popular folk songs echoed through the hills and villages. Laughter, greetings, the sound of children at play, cries of encouragement for the oxen to endure the season's extra work were heard everywhere throughout the day.

By day everyone was harvesting, then, in the late afternoon and in the evening, back at home, all proceeded to stomp their arbi full of harvested grapes. "Alè, tucc an tl'arbi", “Come on, everyone in the vats!”, was the go-ahead for the children, who could hardly wait to jump inside them. Barefoot and wearing shorts, they climbed on the wagons to begin the treading of grapes which, when crushed, were conveyed through special galvanized sheet-iron tubes, called the canun, into the cellar baskets and vats to begin fermentation. The brentulau washed their kegs, the vandümieri cleaned their buckets and scissors, and others counted the barrels already full and those still to be filled. Grape harvest was hard work, and fatigue built up with each passing day, so when it became too much you tried to forget about it with na bela curmà, the end of harvest feast. Also usually a real party, it was a way to thank each other for the help and to celebrate together. The feast's abundance and the number of dishes served were in direct proportion to the quantity, quality, profitability and strength of the crop, which determined the quality of the wine and consequently how much money could be earned.

Tratto da NA VOTA (una volta) Ricordi di quando un nonno era bambino di Claudio Castagnone Excerpt from NA VOTA (once) A grandfather’s childhood memories By Claudio Castagnone

39


Monferrato, cucina e tradizioni


Tartufo, carne cruda, bagnetto, agnolotti fatti in casa, bagna cauda, fritto misto e bollito misto sono alcuni dei piatti più tipici della tradizione monferrina. In molti ristoranti del Monferrato, ancora oggi, si preparano con la stessa cura e passione di un tempo. Sedersi a tavola, prendersi il giusto tempo, e degustare questi piatti accompagnati con un buon vino è un’esperienza unica che permette di entrare in sintonia con un territorio, la sua gente e le sue tradizioni.

T

ruffle, raw meat, bagnetto, homemade agnolotti, bagna cauda, fritto misto and bollito misto are some of the most typical dishes of the Monferrato tradition. To this day, in many Monferrato restaurants, they are still prepared with the same care and passion of the past. Sitting at the table, taking time to taste these dishes, accompanied by a good wine, is a unique experience that allows you to get in touch with the land, its people and their traditions.

Nulla sarebbe più faticoso che mangiare e bere se Dio, oltre che una necessità, non ne avesse fatto un piacere Nothing would be more tiresome than eating and drinking if God had not made them a pleasure as well as a necessity Voltaire

E poi può ancora capitare di entrare in una vecchia cucina e vedere una bambina, sotto lo sguardo vigile della nonna, intenta a fare la pasta nel miglior modo possibile. Le sue manine toccano dolcemente l’impasto dal colore dorato, proprio come i suoi deliziosi boccoli. Il suo sguardo è concentrato ma allo stesso tempo compiaciuto. È del tutto evidente che prova un immenso piacere nel creare qualcosa con le sue mani. È molto concentrata nel farlo, perché sa molto bene che la bontà del risultato finale dipenderà proprio dall’assenso della sua amata nonna. È il segno più evidente che la tradizione della cucina monferrina continua, oggi come ieri, di generazione in generazione.

41

Even today, you can still come across an old kitchen and see a little girl, under the watchful eye of her grandmother, trying to make pasta in the best possible way. Her tiny little hands gently touch the golden-colored dough, its color just like that of her pretty ringlets. She looks intent but also self-satisfied. It is quite obvious that she is feeling immense pleasure in creating something with her own hands. She is very focused on doing so, because she knows very well that the quality of the end result will depend on the approval of her beloved grandmother. She is living proof that the tradition of Monferrato cuisine carries on today, just like in the past, from generation to generation.


Remo Coppo hands & truffles

Sua Maestà il

Tuber Magnatum Pico

È uno dei più tipici e pregiati prodotti gastronomici che cresce unicamente in Italia e in pochi luoghi limitrofi. In Piemonte, e più precisamente in alcune zone delle Langhe, Roero e Monferrato, trova il suo habitat ideale. Le sue quotazioni all’ingrosso possono raggiungere cifre di 450 euro all’etto, mentre nei punti vendita più prestigiosi al mondo raggiungono anche i 900 euro. It is one of the most typical and excellent delicacies which grows only in Italy and in a few neighboring countries. It finds its ideal home in Piemonte, more precisely in some areas of the Langhe, Roero and Monferrato. Its wholesale price can reach 130 euros per ounce, while in the most prestigious outlets around the world it may reach 250 euros or more.

Aste stellari

Nel 2015, all’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba un tartufo bianco del peso di 900 grammi trovato al confine fra la Langa e il Monferrato è stato aggiudicato per 100.000 euro da un imprenditore di Hong Kong, che ha voluto mantenere l’anonimato e che ha avuto la meglio sull’industriale italiano Giovanni Rana e sul ristoratore di Pechino Dong Zhenxiang. Quest’ultimo si è rifatto nel 2016 aggiudicandosi un esemplare di 1170 grammi per l’iperbolica cifra di 100.500 euro.

In 2015, at the World White Truffle Auction in Alba, a white truffle of roughly 2 pounds located at the border of Langa and Monferrato was awarded to a Hong Kong businessman who wished to remain anonymous for 100,000 euros, beating competitors such as Italian pasta maker Giovanni Rana and Beijing restaurant owner Dong Zhenxiang. The latter though got his revenge later in 2016, by winning a specimen of 2.5 pounds for the astronomical figure of 100,500 euros. 42


FIERE - EVENTS 1/8 ottobre - Montiglio Monferrato (At) Fiera REGIONALE del Tartufo 7 - 8 ottobre - Odalengo Piccolo (Al) Fiera REGIONALE Tufo & Tartufo 7 ottobre - 26 novembre - Alba (Cn) Fiera INTERNAZIONALE del Tartufo Bianco d’Alba 8 ottobre - Bergamasco (Al) Fiera Mostra Mercato REGIONALE del Tartufo 15 ottobre - Mombercelli (At) Fiera REGIONALE del Tartufo e dei Prodotti Locali 22/29 ottobre - Moncalvo (At) Fiera - Mostra Mercato NAZIONALE del Tartufo 23 - 24 ottobre - Trisobbio (Al) Fiera NAZIONALE del Tartufo 29 ottobre - Incisa Scapaccino (At) Fiera LOCALE del Tartufo 29 ottobre - Sardigliano (Al) Fiera LOCALE del Tartufo 4 - 5 novembre - Cella Monte (Al) Sagra REGIONALE del Tartufo Bianco in Valle Ghenza 5 novembre - Montechiaro d’Asti (At) Fiera NAZIONALE del Tartufo Bianco del Monferrato 5 novembre - San Damiano d’Asti (At) Fiera REGIONALE del Tartufo 12 novembre - Canelli (At) Fiera REGIONALE del Tartufo 12/19 novembre - Murisengo (Al) Fiera NAZIONALE del Tartufo - “Trifola d’Or” 15 novembre - Asti (At) Fiera REGIONALE del Tartufo 19/26 novembre - San Sebastiano Curone (Al) Fiera NAZIONALE del Tartufo bianco e nero 25 - 26 novembre - Acqui Terme (Al) Mostra REGIONALE del Tartufo

Nella Naturalis Historia, l’erudito latino Plinio il Vecchio sosteneva che il tartufo, a quel tempo definito tuber, fosse un prodotto miracoloso della natura in quanto nasce e cresce senza radici. È noto che nel Settecento i tartufi piemontesi erano apprezzati al punto che i Savoia li utilizzavano come “dono diplomatico”, inviandoli presso tutte le corti europee. Al Settecento risalgono anche i primi studi scientifici. Fu il medico torinese Vittorio Pico, nel 1788, a definire il pregiatissimo tartufo bianco Tuber Magnatum, ovvero “tartufo dei potenti”. Da qui deriva il nome botanico Tuber Magnatum Pico. Oggi è un simbolo del territorio, uno dei protagonisti indiscussi del periodo autunnale. L’arte dell’andare a tartufi è un antico rituale che si tramanda di generazione in generazione, un legame indissolubile tra il trifolau, il suo cane, il territorio e la misteriosa magia che unisce il tutto.

I

n his Naturalis Historia, Latin scholar Pliny the Elder argued that the truffle, at that time called tuber, was a miracle of nature as it is born and grows rootless. It is well-known that during the eighteenth century Piemontese truffles were valued so highly that members of the House of Savoy used them as a "diplomatic gift", shipping them to all the different European courts. The first scientific studies regarding the truffle also date back to the eighteenth century. It was Turinese physician Vittorio Pico, in 1788, who gave the precious white truffle its Tuber Magnatum name, or "truffle of the powerful", hence its botanical name Tuber Magnatum Pico. Today it is a symbol of the Monferrato area, and one of the unquestioned stars of the autumn season. The art of truffle hunting is an ancient ritual handed down from generation to generation, an unbreakable bond between the “trifolau”, his dog, the surrounding land and the mysterious magic that unites everything. 43

26 novembre - Castelnuovo Don Bosco (At) Fiera REGIONALE del Tartufo 26 novembre - Montegrosso d’Asti (At) Fiera LOCALE del Tartufo 3 dicembre - Cortazzone (At) Fiera REGIONALE del Tartufo Bianco del Monferrato


Il tartufo a New York Fondato nel 1906, a New York è il più antico locale gestito dai discendenti dei fondatori, il più antico ristorante italiano ed è il più antico ristorante nel Theatre District. Si chiama Barbetta e, ieri come oggi, è strettamente legato alla tradizione monferrina.

Founded in 1901, it’s New York’s oldest venue managed by its founders’ heirs, the oldest Italian restaurant and the oldest restaurant in the Theater District. It is called Barbetta and today, as in times past, it is closely connected to the Monferrato tradition.

T

L

Lo storico ristorante Barbetta di New York a tutti gli effetti può considerarsi come una storia di successo del Monferrato. Non solo perché la mamma del suo fondatore Sebastiano Maioglio è nata e cresciuta a Fubine Monferrato ma, soprattutto, perché ancora oggi il legame con il territorio è molto forte. Laura Maioglio, figlia di Sebastiano, da sempre ha trascorso lunghi periodi proprio a Fubine, nel palazzo settecentesco acquistato da suo padre nel 1927, insieme al marito Günter Blobel, premio Nobel per la medicina nel 1999. Barbetta ha trasformato la cucina italiana in America, è stato il primo ristorante a offrire regolarmente tartufi bianchi

piemontesi durante l’intera stagione. Già nel 1973, questo locale era così strettamente identificato con i tartufi bianchi che i magazzini del lusso Bloomingdale chiesero di organizzare una mostra di tartufi, dove 500 porzioni di fonduta con tartufi furono servite a ospiti illustri. Barbetta introdusse anche altri piatti piemontesi, precedentemente sconosciuti al pubblico americano, come la fonduta, la carne cruda, la bagna cauda e il bue al Barolo. Dopo aver fatto conoscere il Barolo, il Barbaresco e il Gattinara, negli anni Settanta Barbetta ha iniziato anche a importare in America Grignolino e Barbera ottenuti dai propri vigneti a Fubine Monferrato. 44

he historic Barbetta restaurant in New York can be considered for all intents and purposes a Monferrato success story. Not just because its founder Sebastiano Maioglio’s mother was born and raised in Fubine Monferrato, but primarily because, even today, its bond with that area is very strong. Laura Maioglio, daughter of Sebastiano, spent long periods of time in Fubine, in the Eighteenthcentury palace bought by her father in 1927, along with her husband Günter Blobel, who won the Nobel Prize in Medicine in 1999. Barbetta transformed Italian cuisine in America, as it was the first restaurant to regularly offer white truffles from Piemonte throughout the whole season. By 1973, this venue was already so closely associated with white truffles that the Bloomingdales chain asked them to stage a truffle exhibition in one of their luxury stores, and more than 500 portions of fondue with truffles were served to distinguished guests. Barbetta also began to serve more Piemontese dishes previously unknown to the American public, such as fondue, tartare meat, bagna cauda and beef braised with Barolo wine. After introducing fine wines such as Barolo, Barbaresco and Gattinara, during the seventies, Barbetta also began to import Grignolino and Barbera wines into America from its vineyards in Fubine Monferrato.

BARBETTA 321 West 46th Street Manhattan’s Theatre District New York, NY 10036 barbettarestaurant.com


365 itinerari - TARTUFO BIANCO

Le tartufaie della Valle Ghenza / The truffle grounds of Ghenza Valley

Poco prima dell’alba di Emanuele Rendo

P

ercorrere queste colline, queste vallate, questi boschi, queste rive col favore della luna in una gelida e tersa notte d’inverno, accanto ad alberi che sembrano monumenti, dove gli unici suoni a rompere il silenzio di questi momenti magici sono i richiami degli uccelli notturni o l’abbaiare lontano dei cani di cascina, ti porta in una dimensione surreale, senza tempo. Uscire di casa poco prima dell’alba, con la terra dei prati che inizia a fumare alla comparsa dei primi timidi raggi di sole che dissolvono parzialmente la nebbia che forma una delicata coltre impalpabile, mostrando alla luce del giorno tutta la bellezza delle nostre terre, è un’irrinunciabile valore aggiunto alla ricerca del tartufo. Avere la complicità del tuo cane, scavare assieme a lui e arrivare centimetro dopo centimetro a scoprire il primo lembo di tartufo mentre l’aria attorno a te si satura del suo profumo che ti inebria, sono intime emozioni che non mi abbandoneranno mai.

G

oing through these hills, these valleys, these forests, these banks under the favour of moonlight on a frosty, dark winter night, next to trees that look like monuments, where the only sounds to break the silence of these magical moments are the nocturnal bird’s calls or the barking of far away farmdogs. They lead you into a surreal, timeless dimension. Leave the house just before dawn, head into a land of meadows which begin to vapor at the appearance of the first timid rays of sun, partially dissolving the fog that forms a delicate, etherereal blanket. It reveals, in the light of day, the breathtaking beauty of our land. This is an additional, undeniable reward when one is on the hunt for truffles. To have your dog’s complicity, dig with him. Centimeter after centimeter, discover the first patch of truffle, while the air around you becomes saturated with its intoxicating scent. These are the heart-felt thrills which will never leave me. 45

“È bello girare in collina insieme col cane: mentre si cammina, lui fiuta e riconosce per noi le radici, le tane, le forre, le vite nascoste, e moltiplica per noi il piacere delle scoperte. Fin da ragazzo, mi pareva che andando per boschi senza un cane avrei perduto troppa parte della vita e dell’occulto della terra”. "It's great to be on the hills with our dogs: while walking, they can smell and identify for us every root, every lair, every gorge, every underground life-form, increasing our joy of discovery. As a boy, it occurred to me that by walking in the woods without a dog I would have missed too much of life and many of the treasures hidden in the ground." Cesare Pavese, “La casa in collina”


L’agnolotto è re Per tutti i monferrini, i profumi, i sapori e le atmosfere rievocate dall’agnolotto sono indissolubilmente legati alla memoria. Si tratta di ricordi vissuti fin da piccoli, nella cucina della nonna in campagna, il giorno della gran festa di Natale quando tutta la famiglia si riuniva e per una volta non si pensava al lavoro, ma ai regali. Non era concepibile un pranzo di Natale senza gli agnolotti. For all the Monferrato-born people, the scents, flavors and mood which the agnolotto bring to mind are inextricably linked to their own memories. These recollections go back to their childhood, to their grandmother’s kitchen in the countryside, to the big celebration on Christmas day, when the whole family was reunited and for once no one was worrying about work and only gifts mattered. A Christmas lunch without agnolotti was inconceivable for all locals.

L’

agnolotto costituisce una delle tradizioni culinarie più radicate di alcune aree del Piemonte. Da secoli compare sulle tavole del torinese, dell’astigiano e dell’alessandrino fino a Ovada, Acqui Terme e Novi Ligure. Verso la Liguria si trasforma in raviolo, verso l’Emilia in tortellino mentre non fa parte della tradizione gastronomica lombarda. Più ricco di erbe e cacio il raviolo, più ricco di carne e uovo l’agnolotto: questa è la differenza stabilita dal dizionario dell’Accademia della Crusca nel Settecento. A proposito del ripieno dell’agnolotto Carlo Nasi nell’“Enchiridio del buongustaio in Piemonte” del 1963 recitava: “I veri agnolotti piemontesi non comportano la versione cosiddetta di magro. Costituiscono un piatto festivo, natalizio, pasquale, dionisiaco, faustiano; ridurli a un piatto quaresimale sarebbe come se la Benemerita affidasse a un Maresciallo a piedi il comando di una stazione a cavallo”. Nato come un piatto di riciclaggio di carni avanzate, ripresentate sotto forma di pasta macinata al mortaio con verdure e cacio per

dare quantità e sapore, e poi racchiuse in fagottini di pasta per renderne comodo il servizio e il consumo, col passare del tempo nelle famiglie piemontesi gli agnolotti divennero il primo piatto insostituibile dei giorni di festa, sostituendo però gli avanzi con tagli di carne scelti e pregiati, e impiegando solo la verdura più adatta e il miglior formaggio da grattare, prima buon pecorino delle montagne liguri, poi l’italico parmigiano.

A

gnolotto is one of the most deep-rooted culinary traditions in most of the Piemonte region. For centuries, it has been served in all areas around Turin, Asti and Alessandria, up to Ovada, Acqui Terme and Novi Ligure. But in the Liguria region it turns into the raviolo, while in Emilia it becomes the tortellino, whereas agnolotto is not part of the gastronomic tradition of Lombardy. Ravioli are mostly filled with herbs and cheese, while agnolotti are mostly filled with meat and eggs: this is the main difference established by the dictionary of the Academy of Crusca in the eighteenth century. 47

About the filling of the agnolotto, Carlo Nasi stated in his Enchiridion of the gourmet in Piemonte in 1963: “The real piemontese agnolotti do not take into consideration any meat-free version. Essentially, they are a festive dish, a Christmas, Easter, Dionysian, Faustian dish; converting them to a Lent dish would be just the same as if, in the Carabinieri, the command of a mounted police station was entrusted to a Marshal officer on foot.” Agnolotto started as a dish to utilize leftover meats, but later it was reissued as a mixture of pasta, vegetables and cheese ground with a mortar together with leftovers, to enhance the flavor and increase the volume. The mixture was then enclosed in little pasta packets to make it easier to be served and consumed. Over time, among Piemontese families, agnolotti became the irreplaceable first course of most holidays. Eventually, however, the leftover meats were replaced with choice, prime beef cuts, and only the finest herbs and the best grated cheese were to be used; at first fine sheep’s-milk cheese from the Ligurian mountains, then exclusively real Italian Parmesan cheese.


Cugnà, inno all’inverno

Inaspettato, delicato e nostalgico: il sapore di un’antica ricetta che ha il potere di esprimere il carattere di un territorio. Unexpected, subtle and nostalgic: the flavor of an old recipe with the power to express the personality of an area.

i fichi acerbi che ormai non sarebbero più potuti maturare, le profumate mele cotogne, le piccole pere Martin Sec, le noci, le nocciole, la zucca e persino le bucce dei limoni e di qualche rara arancia. A questo punto si riprendeva la bollitura a fuoco lento per altre otto ore e infine, una volta raffreddato il tutto, si riempivano i vasetti. A recuperare e rilanciare la tradizione della cugnà sono stati i fratelli Santopietro del Mongetto. L’hanno fatto ormai parecchi anni or sono, tant’è vero che nel 1990 l’Accademia Italiana della Cucina, presieduta dal conte Giovanni Nuvoletti, li ha insigniti del premio “Dino Villani” proprio per questo prodotto.

Per ogni monferrino rappresenta un sapore antico ma familiare. La cugnà, anche conosciuta come mostarda d’uva, si faceva in casa, nelle cucine di campagna, sul fuoco del camino, con un procedimento che richiede tempo, pazienza e abilità. Si partiva dal mosto, ottenuto con gli ultimi grappoli di Barbera rimasti sui filari. Lo si metteva a cuocere a lungo e, prima che si alzasse il bollore, si gettavano gusci d’uovo rotti in pezzi e ben lavati per evitare che si attaccasse al fondo. Si continuava quindi con la bollitura a fuoco lento, fino a quando il mosto non si fosse ridotto quasi a metà. Lo si lasciava depositare un’intera notte per poi rimetterlo al fuoco con la frutta reperibile in stagione:

I

ts familiar taste reminds all Monferrato locals of their past. The cugnà, also known as grape mustard, was prepared at home, in countryside kitchens, on the fireplace fire, with a process that takes time, patience and skill. You started with must, obtained from the last bunches of Barbera grapes left on the rows. You cooked it for a very long time, and before it came to the boil you added some eggshells, thoroughly cleaned and broken into pieces, in order to avoid any sticking to the bottom of the pot. Then you kept boiling it over a low heat until the must was nearly reduced by half. After that, you left it to stand for all night and then you put it back on the fire, adding to it all kinds of

seasonal fruits: the green figs that could no longer ripen, the sweetsmelling quinces, the tiny Martin Sec pears, nuts, hazelnuts, pumpkin and even lemon peels and some hard-to-find orange peel. At this stage, you kept it simmering over a low heat again for eight more hours, and finally, once the whole mixture had cooled, you began filling the jars. The Santopietro brothers of Il Mongetto were the ones who decided to restore and update the old tradition of cugnà. They have been doing it for several years now, and in 1990, the Italian Kitchen Academy, chaired by Count Giovanni Nuvoletti, awarded them the Dino Villani Prize for this very product. 49


In evidenza IL MONGETTO- VIGNALE MONFERRATO


L’arte della tradizione tramandata sotto vetro

Nata dalla passione e dalla lungimiranza di due fratelli, dopo piÚ di trentacinque anni l’azienda Il Mongetto rappresenta ormai uno dei principali portavoce del Monferrato e del Piemonte in Italia e nel Mondo. Born out of the passion and foresight of two brothers and after more than thirty-five years, the Il Mongetto company is now one of the leading spokesmen for Monferrato and Piemonte in Italy and on the world stage.


Quando un prodotto si trasforma in concetto S

Riposti all’interno degli armadi della cucina o in cantina, i barattoli di vetro, ovvero le “burnie”, erano qualcosa di estremamente familiare nelle case monferrine. Le donne della cucina le riempivano con l’avanzare delle stagioni, a seconda dei prodotti offerti dalla terra. Rappresentavano da un lato il frutto del lavoro nell’orto, dall’altro la sicurezza per affrontare i mesi più freddi e poveri. Con il passare del tempo, e con le donne della cucina ormai impegnate in altri lavori fuori da casa, le “burnie” hanno incominciato a rimanere nelle cantine di sempre più abitazioni, inesorabilmente vuote. Scoprire un’azienda come Il Mongetto significa riscoprire quest’antica tradizione, significa riscoprire le vecchie ricette del territorio scandite dall’avanzare delle stagioni.

towed inside the kitchen cabinets or in the cellar, the glass jars, or “burnie”, were an extremely familiar object in all Monferrato houses. The women in the kitchen f illed them over the course of the seasons, depending on the products provided by the earth. They represented, on one hand, the result of all the work in the garden, and on the other hand a safeguard to face the colder and harsher winter months. As time went by, and with the women of the kitchen now engaged in different jobs away from the house, the “burnie” were left untouched in the cellars of more and more houses, inevitably empty. To f ind out about a company such as Il Mongetto means rediscovering this ancient tradition, and it also means rediscovering the old recipes of the area, punctuated by the passing of seasons.

52


Correva la fine degli anni ‘70 Quello di Carlo e Roberto rappresenta un esempio di come sia possibile il ritorno alla terra per due ragazzi cresciuti in città. Il papà Davide Santopietro, commercialista a Milano, e la mamma Carla Margherita Venezia, originaria di Quattordio, hanno quattro figli. Il più grande fa economia e commercio, il più piccolo è poeta, filosofo e musicista. Tra i due di mezzo, Carlo e Roberto, s’instaura un sodalizio che li porterà a vivere e lavorare nei territori d’origine della mamma, nello specifico a Vignale Monferrato. La loro avventura ha inizio alla fine degli anni Settanta. Roberto si appassiona di cucina e inizia a lavorare al Miramare, l’albergo di famiglia a Loano. Carlo, invece, si stabilisce in pianta stabile a Vignale Monferrato per coltivare le terre. Il sistema inizia a funzionare perché l’azienda agricola fornisce la materia prima per la cucina dell’albergo, le conserve e il vino. Roberto acquisisce anche il ristorante Cabiria, una stella Michelin, dove un giorno arriva Luigi Veronelli. Il loro lavoro incomincia a farsi conoscere in Italia e nel mondo. All’inizio degli anni Ottanta anche Roberto torna a vivere a Vignale Monferrato e viene aperto l’agriturismo Dré Castè. L’idea dei vasetti nasce da 100 quintali di prugne che, una volta vendute, non avrebbero neanche ripagato i costi del raccolto. Arriva l’intuizione di lavorarle direttamente e di metterle sotto vetro. Nel 1998, Roberto e la moglie Margherita, al suo fianco dal 1984, fondano la società cooperativa Il Mongetto che oggi conta oltre ai figli Agnese e Giacomo, le fidate e storiche collaboratrici Rosy, Marta e Chriss. Dieci anni fa, infine, un signore propone loro il suo sogno di mettere insieme piccoli produttori di qualità all’interno di un grande negozio di vendita e ristorazione. Accettano la sfida, quel signore era Oscar Farinetti e oggi la cooperativa Mongetto fornisce Eataly in tutto il mondo.

C

arlo and Roberto’s story is an example of how it was possible for two boys who, having grown up in the city, go back to their land. Their father, Davide Santopietro, a professional accountant in Milan, and their mother, Carla Margherita Venezia originally from Quattordio, had four children. The eldest sibling studied business and economics, while the youngest is a poet, a philosopher and a musician. The two middle children, Carlo and Roberto, established a close relationship that would lead them back to live and work in their mother’s area of origin, specifically in Vignale Monferrato. Their adventure began in the late Seventies. Roberto is passionate about cooking, and starts working at the Miramare family hotel in Loano. Carlo, meanwhile, moves permanently to Vignale Monferrato in order to farm the land. Their business starts to grow, mainly because the farm provides raw materials for the hotel’s cuisine, and also preserves and wine. Roberto then acquires the Cabiria restaurant, and eventually a Michelin star. They played host to Luigi Veronelli, an important food and wine critic. By then their work begins to establish a reputation around Italy and the world. In the early Eighties, Roberto also returned to live in Vignale Monferrato, and so they set up the Dré Castè holiday farm. The jar idea was born from 10 tons of plums, which once sold, did not even pay off the crop costs. Hence the sudden spark of inspiration about working with them directly, and putting them in glass jars. In 1998, Roberto and his wife Margherita, by his side since 1984, established the Mongetto cooperative business, which today includes their son and daughter Giacomo and Agnese, and also their longtime and trusted collaborators Rosy, Marta and Chriss, as associates. Then, ten years ago, a gentleman described to them his dream of bringing together a group of quality producers for a big point of sale and restaurant. They decide to accept his challenge: that gentleman was none other than Oscar Farinetti and today the Mongetto co-op is a supplier for Eataly all around the world.

53


In evidenza - IL MONGETTO - VIGNALE MONFERRATO

Aneddoti di enogastronomia monferrina

Parlare con i fratelli Carlo e Roberto Santopietro significa entrare nella storia dell’enogastronomia italiana e dei personaggi che hanno contribuito a farla conoscere in tutto il mondo. Farlo all’interno del loro storico agriturismo, il Dré Castè, seduti intorno a un tavolo dello splendido salone, sorseggiando un bicchiere del loro Grignolino, è un’esperienza unica, una di quelle che lascia il segno. Gli aneddoti sono tanti, impossibile riportarli tutti. Il primo fa subito capire quante persone e situazioni abbiano vissuto in più di trent’anni d’attività. Lo racconta Roberto: “A Roma abbiamo avuto la conferma che eravamo sulla strada giusta con il peperoncino. Un barman nostro amico ci invitò al Grand Hotel di via Veneto dicendoci che quello era il giorno giusto. Quando entrai vidi da lontano il volto del colonnello Gheddafi. Davanti a lui riconobbi di schiena la figura dell’avvocato Agnelli. All’epoca, gli Agnelli erano soliti occupare tutto il terzo piano dell’hotel e l’Avvocato era solito bere il cocktail Martini. Presi un piattino, gli misi sopra un centrino di carta bianco, un peperoncino rosso ripieno e una bella oliva verde di

Cerignola riproducendo la bandiera italiana. Sempre girato di schiena, l’Avvocato alzò la mano e chiese il bis. Da quel giorno, rifornimmo tutte le residenze degli Agnelli con i nostri peperoncini”. Da Roma si passa poi a New York, dove Tony May, il guru della ristorazione italiana in America, infatti, era un loro importatore. Fu lui a portare la loro mostarda d’uva al ristorante Barbetta di Laura Maioglio. A proposito di grandi chef, anche il famoso Alain Ducasse, fino al 2007 gestore di tre ristoranti 3 stelle Michelin in tre diversi paesi, acquistò da loro il peperoncino e il Grignolino per il suo ristorante di New York. Negli Stati Uniti, uno dei prodotti più apprezzati è il Pepito, ovvero il peperoncino piccante condito che è una lavorazione del peperoncino farcito con cappero e acciuga. Sempre negli Stati Uniti Il Mongetto è conosciuto sul mercato per i Tris, le mignon. Del resto è l’azienda che produce la maggiore varietà di prodotti in questo formato al mondo: “Portiamo il Monferrato nei 40 grammi attraverso questo tris che si è inventato Roberto. Il barattolino è un prodotto, un tris, che con il contenitore e tutta la spiegazione

54


all’interno diventa un concetto”. Parlando di aperitivo, che entrambi sperano diventi anche in Piemonte una sorta di “funzione religiosa” come in Veneto, Roberto aggiunge altri ricordi: “Una volta ero con Giovanni Gregoletto, quando è nato il libro con Missoni. Poi è entrato Luciano Benetton. Ciao Luciano, gli davano tutti del tu. Fuori le macchine distinguevano le persone, dentro, tutti uguali. Il muratore, tutto conciato, che offre da bere a Benetton, dai, il primo lo faccio io, va. E giù Prosecco a fiumi”. Inevitabilmente, il discorso ricade poi sui grandi comunicatori e promotori dell’enogastronomia italiana: “Gino Veronelli e Giacomo Bologna sono stati i nostri due maestri. Dopo il dopoguerra il primo a parlare di prodotti è stato Mario Soldati. Poi è arrivato Veronelli, quindi Arci Gola e infine viene partorito Slow Food, che non sarebbe nato se non fosse stato per Vittorio Vallarino Gancia, che ha tirato fuori di tasca sua 80 milioni di lire perché spronato da Carlo Petrini. Dopo è arrivato Oscar Farinetti che ci sta portando nel mondo”. E poi ancora: “Giacomo Bologna ha insegnato a tanti piccoli a lavorare, comprava i loro prodotti e pagava tutto. Ecco l’alleanza di cui avremmo bisogno per far venire fuori le cose particolarissime. Bisogna fare come Gancia, una grande testa. Quando il Moscato non valeva nulla, lui ci ha creduto dicendo che o si tornava indietro a ripescare i contadini e rifare grandi moscati o il Moscato sarebbe finito. E chi è andato a cercare? Romano Dogliotti, il più contadino dei contadini, ma con il cervello fino, ed è nato il Moscato tappo raso perché prima era soltanto con il tappo a fungo, spumantizzato”. Tra un aneddoto e l’altro, è poi la volta del Giappone. “Quando abbiamo chiesto all’importatore giapponese cosa se ne facessero di tutta la nostra bagna cauda, soprattutto nel formato mignon, ci ha risposto che ne usano una goccia. Ci ha chiesto se noi il tartufo lo mangiamo a morsi o lo grattiamo poco a poco. Per loro è un insaporitore, e l’abbinamento migliore è con i gamberi. Loro usano la bagna cauda anche fredda, non utilizzano il fornellino”.

T

alking to brothers Carlo and Roberto Santopietro means getting into the history of Italian food and the characters who contributed to making it known all over the world. Doing it in their historical holiday farm, the Dré Castè, sitting around a table in its beautiful hall, sipping a glass of their Grignolino wine, is a unique experience, one that leaves its mark. Their anecdotes are so many, it’s impossible to retell them all. The first one immediately makes you realize how many different people and situations they have experienced in more than thirty years of business. Roberto tells us: “In Rome we got confirmation that we were on the right track with our chili peppers. A bartender friend of ours invited us to the Grand Hotel in via Veneto, telling us that it was going to be the right day. When I arrived I saw from afar Colonel Gaddafi’s face. Then, in front of him, I recognized the figure of Avvocato Agnelli from behind. At that time, the Agnelli used to occupy the entire third floor of the hotel and the Avvocato was usually there drinking Martini cocktails. I took a saucer, and I placed a white paper doily on it, a stuffed red chili pepper and a nice green olive from Cerignola, representing the Italian flag. Again he had his back to me, but the Avvocato raised his hand asking for more of the same. From that day on, we have been supplying all the Agnelli residences with our chili peppers.” From Rome, we are then taken to New York, where Tony May, America’s Italian food guru, was also importing their goods. It was he who brought their grape mustard to Laura Maioglio’s Barbetta restaurant. Speaking of great chefs, the famous Alain Ducasse, until 2007 manager of three restaurants throughout three different countries, which had each achieved a prestigious 3 Michelin-star ranking, also purchased chili peppers and Grignolino from them for his New York restaurant. In the United States, one of their most popular products is the “Pepito”, the seasoned chili pepper, which is a chili stuffed with capers and anchovies. Also, in the United States Il Mongetto is well-known on the market for their Tris, or mignon. Indeed, this is the company producing the widest range of products in this format in the whole world:


“Through this Tris that Roberto invented we introduce Monferrato to customers, in roughly 1.5 ounce portions. This jar is a three-in-one product, where its container and the information leaflet inside also become a concept.” Speaking of aperitivo, with both brothers hoping it will become a sort of “religious service” in Piemonte just as it is in Veneto, Roberto reminisces some more: “Once I was with Giovanni Gregoletto, roughly at the time he was writing his book with Missoni. Then Luciano Benetton arrived. They all casually said ‘hi’ to him when he walked in. Outside you could identify a person’s status from his car, but once inside we were all the same. A construction worker, all sweaty and dirty, could offer a drink to Benetton, ‘C’mon, the first one is on me’, and then Prosecco would start to flow.” Inevitably, our conversation goes back to the great marketers and promoters of Italian food and wine: “Gino Veronelli and Giacomo Bologna had a great influence on us. After the postwar period, the first person to start writing about food products was Mario Soldati. Then came Veronelli, then Arci Gola, and finally the Slow Food organization started, which would not have started if not for Vittorio Vallarino Gancia, who pulled 80 million lire out of his pocket, goaded by Carlo Petrini. Then came Oscar Farinetti, who is now taking us all over the world. “ And then he adds, “Giacomo

g

Bologna taught many small businesses how to work, buying their products and paying for everything. That’s the kind of ally we need to achieve some very special goals. We should follow the example of Gancia, who was exceptionally brilliant. Even when Moscato was worth close to nothing he kept believing in it, by saying we should either go back to picking the right farm workers and making great wines once again or Moscato would be over. And who did he pick? Romano Dogliotti, the ultimate farm worker, but also a brilliant mind, and it’s because of him that the Moscato with a straight cork stopper was born, because previously it was only bottled with a mushroom-shaped stopper, and it was too similar to Spumante.” Lost in his recollections, we’re off to Japan. “When we asked our Japanese importer what they were doing with all that bagna cauda, especially in the mignon form, he replied that they only use a drop of it. He then asked us if we take bites out of truffle or if we’d rather grate it finely. They consider it a seasoning, and best matched with shrimp. They also serve bagna cauda cold, and do not use the pot”.

S

GALUPERIE

Antipasto monferrino, bagna cauda, mostarda d’uva e peperoncino farcito cappero e acciughe sono i quattro prodotti del Mongetto che verranno confezionati in una scatolina di legno che si chiamerà le Galuperie. Perché il termine galup vuol dire proprio che è una ghiottoneria, “a lè propi na galuperia”.

b

“Monferrato antipasto”, bagna cauda, grape mustard and chili peppers stuffed with capers and anchovies are the four Il Mongetto products that will be packaged in a small wooden box, to be called “le Galuperie”. It derives its name from the term “galup”, that means “delicacy”: “a l’è propi na galuperia” (“this is truly a delicacy”).

BUN BON

Inizialmente si era pensato al termine “a new lot” che suona come agnulot in piemontese. Poi ha prevalso il più musicale Bun Bon su idea di Sandro Ubertis. L’idea è quella di creare un qualcosa che caratterizzi l’aperitivo monferrino come avviene per i “crostini in Toscana”, i “cicchetti” in Veneto o le “tapas” in Spagna. Saranno delle monodosi da aperitivo, da usare sui crostini, sulle verdure o altro, il tutto all’insegna della tradizione monferrina.

At first the idea was to use the term “a new lot”, which sounds very much like “agnulot”, agnolotto in the Piemontese dialect. But then the catchier “Bun Bon” prevailed, based on Sandro Ubertis’s suggestion. The idea is to create something that adds character to the Monferrato aperitivo, just as the “crostini” in Tuscany, the “cicchetti” in Veneto or the “tapas” in Spain has. They will be sold as single-dose for aperitivi, to be spread on croutons, on crudités and such, all in the spirit of the Monferrato tradition.

57

SHOPPING IN VIGNALE MONFERRATO A Vignale Monferrato, tutti i prodotti del Mongetto sono acquistabili presso il Negozio di Campagna. Un locale accogliente che propone anche oggettistica, souvenir e galuperie varie.

In Vignale Monferrato, all Mongetto products are available at the Negozio di Campagna. A cozy place that also sells gifts and fancy goods, souvenirs and different types of “galuperie”. VIGNALE MONFERRATO (AL) Via Roma 12 - Tel. + 39 0142 933829

MONGETTO SOC. COOP Cà Mongetto 10 Vignale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 933 469 mongetto.eu mongetto@mongetto.eu Facebook: Il Mongetto

DRÉ CASTÈ Via Piave 2 Vignale Monferrato (AL) Tel. +39 389 146 9806 mongetto.it info@mongetto.it Facebook: Agriturismo Il Mongetto Drecaste’


Food & Beverage


Recommanded


Un salotto nel centro della capitale Un connubio perfetto tra tradizione, eleganza e modernità. Un luogo dove è ancora possibile concedersi il lusso di godersi la tranquillità del lento scorrere del tempo. A perfect union of tradition, elegance and modernity. A place where it is still possible to treat yourself to the enjoyment of the tranquillity found in the slow passing of time.

P

Posta ad angolo tra le centralissime via Roma e via Saffi e affacciata sulla splendida piazza Mazzini, dove campeggia il monumento equestre al re sabaudo Carlo Alberto, la posizione del Bar e Pasticceria Savoia è una delle più suggestive di tutta la città. Ai suoi tavolini, nell’elegante sala interna e sotto i portici “lunghi” di via Roma, si son sedute svariate generazioni di casalesi e non solo. Oggi come ieri, sembra che in questo locale la gente sappia finalmente diventare padrona del proprio tempo distaccandosi dai ritmi della vita moderna; dai signori al mattino che leggono il giornale, alle signore al pomeriggio che sorseggiano un buon tè, fino agli aperitivi serali con cocktail e una scelta di vini pregiati. Sontuose colazioni con la pasticceria fatta in casa, sfiziosi pranzi di lavoro, merende e aperitivi sono l’anima portante di questo locale.

T

he Savoia Bar and Patisserie is one of the most picturesque locations in the city. It is situated on corner at the centre of the city where the impressive Via Roma and Via Saffi meet, facing the splendid Piazza Mazzini, where stands the equestrian monument of King Carlo Alberto of the Royal House of Savoy. At its tables, in the elegant internal salon and under the ‘long’ arches of Via Roma, have sat different generations of Casale-born guests, but not only. Today, in this place, as in years gone by, it seems as though people finally understand how to become masters of their own time, leaving behind the rhythms of modern life; from the gentlemen and women in the mornings who read their newspapers to those in the afternoon who sip a fine tea, finishing in the evening with aperitifs and cocktails and a selection of fine wines. Sumptuous breakfasts with pastries made on the premises, delicious lunches, snacks and aperitifs are the driving force behind this bar. 60

BAR SAVOIA Piazza Mazzini 17 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 452173 barsavoiacarlalberto@gmail.com Facebook: Savoia Bar e Pasticceria


“Divin café, dont le goût reste toute la journée dans la bouche” Arthur Rimbaud


Aperitivo in collina

Già caratteristico di suo, dopo le recenti raffinate ristrutturazioni che hanno valorizzato altre splendide abitazioni in pietra da cantone, Olivola sta diventando quello che, agli occhi dei visitatori, è uno dei più graziosi borghi del Monferrato. A sua volta, in questo armonioso contesto, affacciato sulla piazza principale del paese, Cà Nostra può essere considerato uno dei più caratteristici locali del territorio. Un arredamento interno in cui prevalgono il legno e la pietra da cantone, un piccolo dehors esterno in pavé sotto un porticato e un altro più grande, utilizzato nel periodo estivo, sono gli elementi centrali di questa vineria. Il resto, ovvero la passione unita alla voglia di proporre qualcosa di particolare e sempre nuovo, lo fanno Alberto e Bruno, i gestori di Cà Nostra ormai da svariati anni. Un’ampia scelta di vini locali, taglieri assortiti di formaggi e salumi e molte altre prelibatezze come i “friciulin” di verdure, la pasta al forno, o i rinomati dolci fatti in casa, sono il contorno ideale per trascorrere momenti indimenticabili al cospetto delle atmosfere autunnali del Monferrato.

A

remarkably charming place, after some recent careful renovations which saw a few of the splendid houses finished in “pietra da Cantoni” (a local type of sandstone), Olivola is now considered one of the most beautiful villages in Monferrato by many visitors. In this pleasant environment, overlooking the main square of the village, Cà Nostra can be considered one of the most characteristic eateries in the area. Interior design utilizing wood and sandstone as dominant materials, a small terrace under a porch paved with setts and also a larger one, to be used during the summer, are the central elements of this wine bar. The great passion, combined with the desire to offer something different and always new, are the special qualities of its owners Alberto and Bruno, who have been managers of Cà Nostra for many years now. There is a wide selection of local wines, cold cuts served with different kinds of cheese, and lots of other delicacies such as the “friciulin” with vegetables, baked pasta casserole; their excellent homemade cakes are the ideal complement for spending some unforgettable time surrounded by the magical atmosphere of autumn in Monferrato. 63

Uno dei più caratteristici paesi delle colline monferrine, un locale dal fascino tutto particolare e due giovani gestori con molta passione per una delle vinerie più cool del territorio. One of the most picturesque villages in the Monferrato hills, a place with its own special charm and two young managers truly passionate about their work at one of the coolest wine bars in the area.

CA’ NOSTRA Piazza Europa 2 Olivola (AL) Tel. +39 0142 928235 Mob. +39 335 6917914 Facebook: Cà Nostra Olivola


Nuove idee in cittĂ


Un assaggio di pasta fresca

Il piacere di degustare un piatto di pasta fatta in casa sul momento o prodotti di gastronomia ricercati. Il piacere di farlo in un ambiente raffinato e dinamico, nel centro storico della città. The pleasure of tasting a plate of fresh, home-made pasta or carefully researched, selected fine foods. The pleasure of doing all this in a refines and dynamic atmosphere in the historic town center.

I

N

el 2013, Gianfranca e Roberto, originari di Casale Monferrato e già attivi nella ristorazione da molti anni, hanno un'intuizione che si è poi rivelata essere tanto semplice quanto vincente; unire in un unico spazio i concetti di ristorante, pastificio e gastronomia. Nel centro storico della città nasce così L'Assaggio, un locale accogliente, con un design moderno ma con richiami alla tradizione, dove la cucina e lo spazio espositivo dei prodotti appena preparati assumono un significato particolare. La piccola sala ristorante, con circa venti posti a disposizione, infatti, consente ai clienti di degustare in loco la

pasta fresca fatta davanti ai loro occhi. In questo modo, la pausa pranzo assume un sapore nuovo e particolare, unito al piacere di mangiare prodotti genuini, di qualità e, soprattutto, preparati sul momento e accompagnati da un buon bicchiere di vino. Oltre ai piatti tipici del territorio presenti tutti i giorni, come gli agnolotti monferrini, i peperoni in bagna cauda, l'antipasto piemontese, i friciulin e molti altri, qualche novità culinaria sporadica offre ulteriore vivacità: gli agnolotti ripieni di polenta con sugo di lepre o di cinghiale, i ravioli di zucca, i pizzoccheri o gli gnocchi di borragine ne sono un esempio. 65

n 2013, Gianfranca and Roberto, originally from Casale Monferrato and already with many years of experience in restaurants behind them have the intuition needed and then it revealed itself to be as simple as winning, to bring together a space and concepts of restaurant, patisserie and fine food delicatessen. In the historical quarter of the city, L'Assaggio was born; a welcoming local place, with a modern interior design with some recollections to a more traditional past. Where the kitchen and exhibition space, filled with freshly prepared products, are of particular significance. The little dining room, which seats only around 20 people, allows their clients to taste on the spot, the pasta that had been made right in front of their eyes. In this way, the 'pausa pranzo', or lunch-break, assumes a new and unusual flavor, accompanied by the pleasure of eating genuine, quality products which, above all else, have been prepared on the spot and paired with a wonderful glass of wine. Other than traditional, local dishes available every day, like agnolotti monferrini, grilled peppers in bagna cauda, piemontese antipasti, friciulin and many others, new sporadic culinary alternatives give energy to the menu; polenta filled agnolotti pasta with a hare and wild boar sauce, pumpkin ravioli, pizzoccheri or borrage gnocchi are just an example.

L’ASSAGGIO Via Trevigi 49/A Casale Monferrato (AL) Tel. +39 347 4332016 lassaggio-casale.it lassaggio-casale@virgilio.it Facebook: L’assaggio


Alla corte del Gine

Tre locali a poca distanza l’uno dall’altro, nel cuore di Casale Monferrato, per un’offerta enogastronomica e recettiva completa. Three venues within easy reach of each other, in the heart of Casale Monferrato, for a complete food-and-wine experience with excellent accommodation facilities.

La piccola piazzetta tra via Giovanni Lanza e via Alerami, poco oltre l’arco che delimita la centralissima piazza Mazzini, è uno degli angoli più suggestivi di Casale Monferrato. In questo ambiente, Marco Ginepro, storico ristoratore casalese, ha creato un piccolo polo del buon mangiare, del buon bere e del divertimento. La storica Locanda Rossignoli 1913 e la Cà del Gine, infatti, sono le sue due ultime creature. Poco distante, in via Garibaldi, il suo B&B Da Me e Te completa un’offerta in grado di soddisfare il turista in ogni momento della giornata. Da un lato, in un contesto che rimanda alla tradizione, la buona cucina della tradizione monferrina, dove il vitello tonnato alla vecchia maniera, la battuta a coltello di fassone, gli agnolotti monferrini al sugo di brasato e la sella di maialino caramellata sono piatti irrinunciabili da gustare accompagnati dai migliori vini locali e non solo. Dall’altro, un wine-bar finemente arredato che è diventato uno dei punti fissi della movida casalese. Infine, le eleganti junior suite all’interno di un palazzo storico, a due passi da piazza Castello e dalla passeggiata del lungo Po per una delle poche strutture simili in città.


T

he little square between via Giovanni Lanza and via Alerami, just beyond the arch that marks the boundary of the very central piazza Mazzini, is one of the most striking corners of Casale Monferrato. In this setting, Marco Ginepro, a native historical restaurant owner, has created a beacon for great food, great wine and entertainment. The historic Locanda Rossignoli 1913 and the Cà del Gine are, in fact, his last two creations. Nearby, in via Garibaldi, his B&B Da Me e Te completes an offer that can satisfy tourists’ needs at any time of the day. Firstly, in line with tradition, there is all the good cuisine of Monferrato, where the cold veal with tuna sauce is cooked the old-fashioned way. The fassone beef tartare, the agnolotti with braised beef sauce, and the caramelized pork loin are essential dishes to be savored with the best local wines and more. Secondly, a finely furnished wine bar which has become one of the points of reference of the Casalese movida. Last but not least, the stylish junior suites inside a historic building, a few steps from piazza Castello and the promenade along the Po river, for one of the most unique buildings in town.

B&B DA ME E TE

LOCANDA ROSSIGNOLI 1913 Via Lanza 10 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 455253 locandarossignoli1913.com locandarossignoli1913@gmail.com Facebook: Locanda Rossignoli 1913

67

Via Garibaldi 33 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 349 4934097 dameetebb@gmail.com CA’ DEL GINE Via Lanza 26 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 78 14 20 Facebook: Ca’ del Gine


Quando il bar diventa chic

Q

OSTERIA BAR SPORT Strada Alessandria 85 San Germano - Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 50686 Tel. +39 340 2385882 osteriabarsport.com info@osteriabarsport.com Facebook: Osteria Bar Sport

Colazioni dal mattino presto, pranzi, merende, aperitivi e cene; tutto questo è possibile all’Osteria Bar Sport, ovviamente all’insegna della qualità, della raffinatezza e della passione. Breakfast from early morning, lunch, snacks, aperitifs and dinner; all this is possible at the Osteria Bar Sport, clearly in the name of quality, refinement and passion.

Quella di Tommaso Negri e di sua moglie Paola è un’idea tanto semplice quanto convincente; dare una nuova identità a uno storico bar di paese, proponendo un concetto nuovo senza snaturarne l’essenza. Ecco che a San Germano, alle porte di Casale Monferrato, di fronte alla piazza che ospita la splendida chiesa dedicata al santo, è rinato un locale che in poco tempo ha saputo attirare tutti gli appassionati del buon cibo e del buon bere. Colazioni di pasticceria e caffè di alta qualità, light lunch di lavoro con due piatti e, nel fine settimana, cene con ampia scelta di piatti ricercati sono le tre anime distinte del locale. La cura dei dettagli, oltre che nel cibo, si manifesta anche in tutti gli ambienti del locale; dall’ampia sala d’ingresso a quella sul retro. Il raffinato bancone del bar, la vetrina dedicata ai vini, la cucina a vista e le calde pareti tinta ocra, completano un quadro d’insieme praticamente perfetto. Per quanto riguarda il cibo e il bere, Tommaso offre tutti i giorni il meglio di sé attingendo dalla sua lunga esperienza nella ristorazione e dalle sue nuove idee. La ricerca dei migliori alimenti possibili è quasi spasmodica; dal caffè per le colazioni agli alimenti per i piatti, per finire ai vini, scelti con criterio tra i migliori produttori locali, nazionali e internazionali. Specie in autunno, difficile resistere alla tentazione dei suoi piatti che rivisitano la tradizione monferrina senza snaturarla; funghi, tartufi, carni e formaggi, oltre ai superbi dolci, sono i protagonisti indiscussi dell’autunno all’Osteria Bar Sport. 68

T

ommaso Negri and his wife Paola’s idea is equally simple and convincing; give a new identity to a historic village bar, proposing a new concept without distorting its true nature. Here, in San Germano, on the doorstep of Casale Monferrato, in the square which houses the splendid church devoted to the patron Saint of the village, a restaurant has been reborn. One which, in a short time, has attracted those passionate about good food and good drinking. High-quality coffee and breakfast pastries, two-course light lunches and dinners at weekends (with a wide variety of sought-after dishes) are the three distinct ‘souls’ of the restaurant. The attention to detail, beyond that concerning the meals, is evident throughout the restaurant premises; from the large entrance hall to the back door. The elegant bar counter and wine display cabinet, the open kitchen, and warm ochre tinted walls together complete a practically perfect picture. As far as food and drink are concerned, every day Thomas offers the best there is by drawing on his long experience in catering and his new ideas. The search for the best possible foods is almost frenetic; from the coffee for breakfast to the ingredients for the meals, finishing with the wines, critically selected from among the best local, national and international producers. Particularly in Autumn, it is difficult to resist the temptation of the dishes which recall the Monferrato tradition without modification. Mushrooms, truffles, meats, cheeses and superb desserts are the indisputable protagonists of Autumn at the Osteria Bar Sport.


Sapori autentici

Fondato nel 1998 dal papà Pietro, dalla mamma Annalisa e dai figli Diego e Deborah, questo pastificio è ormai uno dei più noti del territorio. Nel corso degli anni, l'attività di famiglia si è trasformata in un piccolo impero della pasta fresca e della gastronomia, con ventitré collaboratori e, oltre alla sede storica di Montemagno, con tre punti vendita a San Germano, Torino e Novara. Nel 2015 ricevono il primo premio del "Miglior Agnolotto del Monferrato" del presidio Slow Food. La scelta dei prodotti viene ampliata anno dopo anno, per arrivare a oggi a cinque tipi di agnolotti, tra cui quello tipico monferrino con manzo e coniglio, sette tipi di panzerotti di magro, sei tipi di pasta al forno, passando dal classico ragù ai carciofi, cardi e verdure. Come gastronomia, particolarmente apprezzati sono i "friciulin", ovvero le tipiche frittelle di erbette, il vitello tonnato, vari carpioni, i peperoni al forno, l’insalata russa e altre prelibatezze legate alla tradizione. Torte fatte in casa e altri dolci completano una scelta ricca e sfiziosa all'insegna della qualità. 70


F

ounded in 1998 by father Pietro, mother Annalisa and children Diego and Deborah, this patisserie is, these days, one of the most notable in the region. Throughout the years, the family business has transformed into a little empire of fresh pasta and fine foods, with twenty-three collaborators outside the ancient walls of Montemagno, and three points of sale in San Germano, Turin and Novara. In 2015 they received first prize for the “Best Agnolotto in Monferrato” presided over by the Slow Food. Their choice of products continues to grow every year, and today they produce five types of agnolotti, including the traditional monferrino recipe with a mixture of beef and rabbit. There are seven types of panzerotti di magro, a type of filled pasta enjoyed throughout Italy, six types of oven-baked pasta ranging from classic ragout to artichoke, cardo and vegetables. When it comes to fine food, the "friciulin" (a traditional herb fritter), vitello tonnato, various carpioni dishes, baked peppers, Russian salad and other traditional delicacies take center stage. Homemade cakes and other sweets complete a rich and delightful, quality menu.

Quasi vent’anni di attività, quattro punti vendita e più di venti collaboratori per una scelta di pasta, gastronomia e dolci sempre più ampia e apprezzata. Almost 20 years in business, 4 outlets and more than 20 collaborators for an ever expanding choice of gourmet pasta, fine food and delectable desserts.

PASTIFICIO BARACCO Via Casale 32 Montemagno (AT) Tel. +39 0141 63329 info@pastificiobaracco.it Facebook: Pastificio Baracco Snc

71


Dal 1889 maestri della pasta Dove l'esclusività della produzione di paste con le storiche “trafile in bronzo” si unisce alla genuinità e alla tradizione in cucina, con la scelta di materie prime dei produttori e rivenditori del territorio. Where unique pastry production, with the historical "bronze drawing plate” or “trafila”, combines with authenticity and tradition in the kitchen, and choice raw ingredients from producers and retailers of the territory.

“La me Nina” Raviolatrice Saima del 1956

STORICO PASTIFICIO RONDANO Via XX Settembre 33 Moncalvo (AT) Tel. +39 0141 917414 Tel. +39 0141 916448 pastificiorondano.com pastificiorondano@alice.it Facebook: Storico Pastificio Rondano

Già nel 1889 i loro bisarcavoli possedevano un forno a Cantavenna in cui lavoravano la farina per ottenere pane, pasta e dolci che venivano poi venduti in paese. Nel 1950, Pinin Rondan (Giuseppe Rondano), il capofamiglia, lascia il forno di Cantavenna e insieme alla moglie Carla e ai figli Paola e Walter si trasferisce a Moncalvo. Qui, con l’immenso bagaglio di conoscenze legate a 150 anni di manipolazione della farina, riesce nell’impresa di trasformare quello che era l’antico rito famigliare del “vanta fa j’agnolòt”, bisogna fare gli agnolotti, in una vera e propria attività commerciale. La moglie, Carla, notissima “cusinera” in quel di Cantavenna, inizia invece a proporre i piatti casalinghi e della cucina tradizionale monferrina con la formula, all’epoca ancora quasi sconosciuta, della gastronomia. A distanza di tanti anni, ancora oggi, questa tradizione vive nell'ormai storica bottega nel cuore della Fracia. Cristiana, la “cusinera”, e Virgilio, il pastaio, continuano a trasformare i prodotti della povera terra contadina in piatti che hanno fatto e continuano a fare la storia dell’arte culinaria monferrina. Fedeli alle ricette e alle lavorazioni di una volta, ma lungimiranti nel considerare l'innovazione come strumento di preservazione delle stesse tradizioni. 72

I

n 1889 their Great-Grandfathers had a bakery at Cantavenna where they worked the flour for bread, pasta and sweets which were then sold in the country. In 1950, Pinin Rondan (Giuseppe Rondano), the head of household, left the Cantavenna oven and along with his wife Carla and their children Paola and Walter, moved to Moncalvo. There, with the tremendous knowledge of 150 years of 'working' flour, he succeeded in transforming what was the old family rite of the “vanta fa j’agnolòt”, the need to make agnolotti, into a real and proper business. His wife, Carla, a very famous "cusinera" in Cantavenna and surrounds, instead began to offer homemade dishes and cuisine, at the time still largely unknown, of traditional Monferrato Gastronomy. After many years, still today, this tradition lives on at the historic workspace in the heart of the Moncalvo “Fracia”. Cristiana, the "cusinera", and Virgilio, the pasta-maker, continue to transform the ingredients of poor peasant food into dishes that have made, and continue to make, the history of the culinary art of Monferrato. Faithful to recipes and techniques of times gone by, but forward-thinking in their use of innovation as a tool to preserve tradition.


Passion food in Monferrato Una tradizione di famiglia che si riflette in prodotti genuini e legati a un metodo di lavoro scrupoloso. In pochi anni, gli agnolotti di Zanardi hanno conquistato sempre più appassionati del buon cibo. A family tradition reflected in authentic products and bound by a meticulous work method. In only a few years, Zanardi's agnolotti pasta have conquered many and continue to win over those who are passionate about good food.

L'attività dei Zanardi nell'ambito del cibo ha inizio addirittura negli anni Settanta, con una macelleria a Casale Monferrato. Successivamente inizia una collaborazione con l'azienda agricola di famiglia, un allevamento in aperta campagna con assoluta attenzione e accuratezza nella scelta dei capi. Negli anni Novanta il figlio Ivan segue le orme di suo padre, cercando nuovi stimoli professionali e appassionandosi alla lavorazione della pasta ripiena, in modo particolare a un prodotto locale monferrino come l'agnolotto. Nel 2011, dopo aver approfondito la conoscenza nell'ambito delle materie prime e aver studiato soluzioni innovative per le loro lavorazioni, con l'aiuto di sua sorella Valentina apre prima un laboratorio dedicato alla produzione dell'agnolotto, poi ampliano la gamma con vari tipi di pasta fresca e ripiena. Il punto vendita di Occimiano in pochi anni è diventato un vero e proprio centro del gusto. Prodotti di gastronomia e macelleria, prodotti locali di alta qualità e un'ampia scelta di vini, birre e distillati ne decretano il successo. La filosofia di lavoro di Zanardi si basa sulla selezione accurata di ogni ingrediente, a partire dalle farine biologiche, e su una lavorazione artigianale complessa e delicata senza trascurare l’impatto ambientale con l’utilizzo di energie rinnovabili.

A

mazingly, Zanardi began trade in the food industry back in the 1970s with a butchers shop in Casale Monferrato following which began a collaboration with the family farming business; rearing livestock on the open ranges with careful selection of the fields. In the 1990s, Ivan, following in his father’s footsteps and searching for new professional inspiration, became passionate about a unique way of making filled pasta the Monferrato variety of agnolotti pasta in particular. In 2011, after having deepened his knowledge in the area of the raw ingredients and having studied innovative solutions for production, with the help of his sister Valentina, he first opened a production kitchen dedicated to the production of agnolotti and then increased his range with various types of fresh pasta both filled and simple. The shop in Occimiano, open to the public, in only a few years has become a true and genuine ‘center of taste’. Gastronomical products and meats, high quality local products and a wide range of wine, beer and spirits declare the success of Zanardi. Their working philosophy is based on careful selection of every ingredient, starting from the certified organic flours, and the complex and delicate production by hand without disregard for environmental impact, utilizing sources of renewable energy. 75

PASTIFICIO ZANARDI Via Circonvallazione 2 Occimiano (AL) Tel. +39 0142 809639 pastificiozanardi.it info@pastificiozanardi.it Facebook: Pastificio Zanardi


Nel regno del bue grasso e del tartufo bianco

A


Piccoli fratelli crescono Se esiste un posto nel Monferrato che viene automaticamente associato al bollito misto, questo è il ristorante Centrale di Moncalvo. Una lunga tradizione che è giunta alla seconda, forse terza generazione. If there is one place in Monferrato commonly associated with the “bollito misto”, that is Ristorante Centrale in Moncalvo. A long tradition that has come to its second, and perhaps third generation.

A

A tutti gli effetti, la famiglia Novo è ormai entrata di diritto tra i nomi importanti della ristorazione monferrina. Prima il papà Giorgio e la mamma Ivanna, adesso i figli Fabio, Cinzia e Michela, un domani forse i nipotini Dante e Regina; di generazione in generazione, quindi, continua la tradizione di questo storico ristorante che è considerato un autentico punto fermo della cucina del territorio, ma rivisitata in chiave moderna. Specie in autunno e in inverno, la scelta tra gli innumerevoli piatti non è facile per chi ama i sapori e i profumi della tradizione. A casa Novo il piatto supremo è il bollito misto che, di fatto, diventa una promozione di un’intera cittadina, Moncalvo, da secoli legata alla fiera del Bue Grasso. Paste fatte in casa, agnolotti, carne cruda, e secondi importanti completano una scelta che non può che terminare con uno dei superbi dolci. Sempre in stagione, inoltre, regna il tartufo bianco di Moncalvo proposto con svariati accompagnamenti.

I

n all respects, the Novo family has now become one of the major names of the Monferrato food service industry. First mom and dad Ivanna and Giorgio, now their children Fabio, Cinzia and Michela, tomorrow maybe their grandchildren Dante and Regina. From generation to generation, the tradition of this historic restaurant, rated as a real landmark of the cuisine of the area redefined for the modern age, is carried on. Especially during autumn and winter, the choice between its countless dishes is not easy for those who love all the flavors and scents of tradition. At the Novo, the most iconic dish is the “bollito misto”, in itself the advertising campaign for the whole town of Moncalvo, which for centuries has been associated with the Fat Ox Fair. Homemade pasta, agnolotti, tartare meat, and major second courses complete a selection that can only end with one of many delicious desserts. Also during the right season, the Moncalvo white truffle reigns supreme, served with a variety of complementing dishes. 77

RISTORANTE CENTRALE Piazza Romita 10 Moncalvo (AT) Tel. +39 0141 917126 ristorantecentrale@libero.it


Traditional cuisine in Monferrato


Donne, pasta e mattarello RISTORANTE E B&B DUBINI Via Roma 34 Mombello Monferrato (AL) Tel. +39 0142 944116 ristorantedubini.it info@ristorantedubini.it Facebook: Cà Dubini b&b Ristorante

Esistono luoghi nel Monferrato dove è inevitabile sentirsi fieri di questo territorio. Esistono luoghi dove la mente non può che tornare indietro nel tempo, pensando a quante generazioni li hanno visitati. Places in Monferrato exist where it is impossible not to feel proud of this region. Places exist where the mind can do nothing but think back to another time and wonder how many generations of people have visited them.

Può ancora capitare di entrare nella storica cucina di Dubini e stupirsi nel vedere tre donne che preparano gli agnolotti fatti a mano. Il loro rituale sarà quello di sempre. Se ne vedrà una intenta a stendere la pasta, una a riporre il ripieno e un’altra a chiuderli e poi tagliarli con la rotellina. È il segno più evidente che la lunga tradizione di questo ristorante non è unicamente legata a un dato anagrafico ma alla passione che, oggi come ieri, viene profusa in ogni cosa che si fa. Sia il ristorante, sia il B&B, riflettono l’anima dei proprietari, attenti a ogni particolare, dai cibi del ristorante ai materiali utilizzati per il restauro. Un’esperienza unica, per sedersi a tavola e respirare l’atmosfera di quel Monferrato che è stato, che c’è e che ci sarà per sempre.

I

t may even occur that you come across the historic Dubini kitchen and be amazed at the sight of three women who prepare agnolotti pasta by hand. Their ritual is just as it has always been. You may see one, intent on rolling out the pasta dough, one who adds the filling and an other who closes them and then cuts them with a ‘rotellina’ a small, wheel-shaped pastry cutter. It is the most obvious sign that the long tradition of this restaurant is not only about personal details but about passion, which, today like in years gone by, is infused into everything they do. Both the restaurant and the B&B reflect the spirit of the owners, their attention to every detail, from the food from the restaurant to the materials used in its restoration. It is a unique experience, to sit at the table and breathe in the atmosphere of Monferrato as it was once upon a time, which it still is and will be forever. 79


Dolci note in cucina

Nel 2016, Valentina e Marco, lei biologa e lui avvocato, decidono di aprire un nuovo capitolo della loro vita, lontano dai ritmi frenetici di una grande città come Milano. Per contribuire alla valorizzazione di un territorio a loro caro come quello del Monferrato creano una locanda dotata di quattro camere e di un ristorante, battezzato Piattopiano per unire ai gusti del piatto l’ascolto del pianoforte presente in sala. Aiutati dal loro caro amico Nicola Gallizia, architetto e designer d'interni, portano a compimento l’accurato restauro di un vecchio casolare tra Ottiglio, Olivola e la frazione Moleto, con particolare attenzione alla scelta dell'arredamento e dei colori, utilizzando unicamente pigmenti naturali. A distanza di poco tempo, il ristorante Piattopiano è già diventato un vero e proprio riferimento del territorio. Gabriele e Veronica accolgono gli ospiti con gentilezza e professionalità, forti di una passione che li porta continuamente a scegliere i migliori prodotti della tradizione monferrina per dei piatti rivisitati ma senza troppi eccessi. Con successo, inoltre, la domenica pomeriggio propongono la classica "merenda sinoira" con menù stagionali e vini del territorio.


I

n 2016, Valentina and Marco, a biologist and lawyer respectively, decided to open a new chapter of their lives, far from the frenetic pace of a big city like Milan. To contribute to the value of Monferrato, a territory close to their hearts, they create a small hotel equipped with four guest rooms and a restaurant. It was given the name “Piattopiano” to express the unity between the flavor of the dishes served and the sound from the piano in the dining room. With help from their close friend Nicola Gallizia, an architect and interior designer, they have completed a careful restoration of an old farmhouse between Ottiglio, Olivola and the Moleto district, paying particular attention to the choice of furnishings and colors, only using natural pigments. A short distance away, the Piattopiano restaurant has already become a real highlight of the region. Gabriele and Veronica welcome their guests with politeness and professionalism, motivated by a passion which sees them continue to choose the best products of the Monferrato tradition for dishes which are revisited but without being excessive. In addition, on Sunday afternoons they offer a “merenda sinoira” with a seasonal menu and local wines, which has become quite popular.

Dall’alto delle colline della Valle Ghenza, con il Monviso da sottofondo, una location suggestiva per gli amanti del buon cibo e per un soggiorno di charme all’insegna della tranquillità. From high on the hills above the Ghenza Valley, with the towering Monviso mountain peak as its backdrop, an evocative location for enthusiasts of good food for a stay “di charme” in the name of relaxation.

81

RISTORANTE PIATTOPIANO Cascina Riva Ottiglio (AL) Tel. +39 0142 921168 Cell. +39 333 1661515 piattopiano.it ristorante@piattopiano.it Facebook: Piattopiano


Tavolo con vista sul Monferrato

Quando la semplicità unita all’eleganza diventa qualcosa di esclusivo. Quando un tenue tramonto sulle colline del Monferrato lascia un segno profondo nel cuore. Quando un piatto cucinato in casa accompagnato da un buon vino sanno donarti un momento unico When simplicity combined with elegance becomes something exclusive. When a pale sunset over the Monferrato hills leaves a deep impression in your heart. When a home cooked meal served with a good wine can make a moment truly special.

vini del territorio. Nello stesso edificio della trattoria, inoltre, il B&B “La locanda il cortile” offre un’ulteriore possibilità di soggiorno, sempre immersi nel paesaggio tipico delle colline del Monferrato e a due passi dal centro storico di Vignale Monferrato. La storia della trattoria Sarroc ha inizio nel 1990, quando i fratelli Valterza, Davide (chef ) e Gianluca (sommelier), rilevano un piccolo locale dove nasce la fortunata spaghetteria Sarroc. Dopo vent’anni circa d’attività, nel 2008, acquistano un vecchio cascinale in centro paese che, dopo un accurato restauro, si trasformerà nell’odierno locale. Nel marzo 2009 la nuova inaugurazione. Un tipico cortile monferrino, le sale interne finemente arredate, e l’ampia terrazza panoramica sono i segni distintivi di questa realtà. Un occhio di riguardo è rivolto ai piatti della tradizione gastronomica locale e ai superbi

T

he history of the Sarroc trattoria began in 1990, when the Valterza brothers, Davide (chef ) and Gianluca (sommelier), took over a small venue which had been the successful Sarroc spaghetteria. In 2008, after almost twenty years that the trattoria had been in business, they bought an old farmhouse in the town center, which, after a thorough restoration, became the present-day restaurant. The new opening took place in March 2009. Distinguishing features of this restaurant include a typical Monferrato courtyard, finely furnished interior rooms, and a large panoramic terrace. They give special attention 83

to the dishes of the local culinary tradition and to the superb wines of the area. Additionally, in the same building as the restaurant, the “Locanda il cortile” B&B provides a further opportunity to spend some time in the area, always surrounded by the typical landscape of Monferrato hills and only a few steps from the historic center of Vignale Monferrato.

TRATTORIA SARROC Via Evasio Rossi 14 Vignale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 933524 trattoriasarroc.net trattoria.sarroc@gmail.com Facebook: Trattoria panoramica Sarroc


La cascina Monferrina Dai primi del Novecento, continua la tradizione di una storica azienda agricola del Monferrato. The tradition of a historic Monferrato commercial farm continues, from the early 1900s to this day.

Nel Monferrato molte aziende agricole resistono all'avanzare del tempo. Sono veri e propri scrigni della tradizione, luoghi speciali dove il mestiere dei campi è ancora l'elemento principale. L'azienda agricola San Lorenzo è una di queste. Fu avviata nei primi anni del Novecento da Angelo Daffara su terreni nel comune di Occimiano, già di proprietà della famiglia Candiani d'Olivola. Può essere considerata una realtà "a circuito chiuso", con terreni di proprietà che producono, oltre al riso, i cereali che alimentano circa 6000 capi ogni anno, tra fattrici e lattonzoli. I salumi e gli insaccati vengono lavorati all'interno dell'azienda, dalla macellazione alla stagionatura, in apposite celle mantenute a temperatura e umidità costanti.

I

n Monferrato, many farms are resisting the advancement of time. They are real treasure-troves of tradition, special places where the 'working of the fields' is still the principal ingredient. The San Lorenzo Farm is one of these. It was started in the very early 1900s, by Angelo Daffara on land in the municipality of Occimiano, already owned by the Candiani d'Olivola family. It can be considered "closed-circuit" real estate, with owned lands which produce, other than rice, cereal crops which feed about 6,000 livestock each year. Cold meats and sausages are processed inside the farm, from slaughtering to seasoning, in special cells maintained a constant temperature and humidity. 84

CASCINA SAN LORENZO Strada provinciale Casale – Altavilla 52 Occimiano (AL) Tel. +39 0142 50801 cascinasanlorenzo.it info@cascinasanlorenzo.it


De gustibus non disputandum est Quando la terra regala veri e propri gioielli. When the earth gifts us her precious jewels.

Per profumi e colori, i tartufi e i funghi rappresentano in modo straordinario le ovattate atmosfere autunnali delle colline monferrine. Specie per quelli più pregiati, inoltre, la loro rarità li fa inevitabilmente diventare oggetti del desiderio degli amanti del buon cibo. Ed è proprio per questo motivo che l'attività di Leandro Cavagnolo è particolarmente preziosa; la sua passione per questi autentici gioielli della terra, infatti, consente, anno dopo anno, di continuare un rituale e una tradizione che dura ormai da secoli. Tartufi bianchi e neri, porcini in molteplici varietà, ovoli, springole, finferli, trombette da morto, famigliole, chiodini e molti altri tipi sono l'offerta di questo commerciante. Originario di Rosignano Monferrato, a due passi da quella Valle Ghenza che è uno dei luoghi più rinomati per quanto concerne i tartufi, forte di un'esperienza tramandata da suo padre Giorgio e perfezionata nel corso degli anni, Leandro serve ormai molti dei più rinomati ristoranti della zona e non solo, tra cui alcuni stellati. La sua attività si spinge fino in Francia, Germania, Polonia e addirittura in Qatar. Tra gli aneddoti, Silvio Berlusconi che ha degustato un suo tartufo in un famoso locale milanese e Gianluigi Buffon con consorte in un noto ristorante della zona.

W

CAVAGNOLO LEANDRO Via Brenta 85/B Rosignano Monferrato (AL) Tel. +39 339 8738349 cavagnololeandro@libero.it Facebook: Cavagnolo Leandro ingrosso funghi e tartufi

ith their scents and colors, truffles and mushrooms embody the quiet atmosphere of the Monferrato hills in the autumn in an extraordinary way and since these valuable specimens are particularly scarce, they inevitably become objects of desire for all lovers of 'gourmet'. It is for this very reason that Leandro Cavagnolo's business is especially valuable; as a matter of fact, year after year his passion for these veritable jewels of the earth helps to keep alive a ritual and a tradition which has lasted for centuries. White and black truffles, several different types of porcini mushrooms, ovoli, morels, chanterelles, black trumpets, honey mushrooms, chiodini and many more varieties are supplied by this trader. He is originally from Rosignano Monferrato, a stone's throw from Ghenza Valley, which is one of the most well-known truffle spots. Relying on the experience he gained from working with his father Giorgio and then refined over the years, Leandro is now a supplier for many of the best local eating places, and also for a few Michelinstarred restaurants. He does business in France too, in Germany, in Poland and even in Qatar. It is said that Silvio Berlusconi was served one of his truffles in a famous Milanese restaurant, and then Gianluigi Buffon and his wife in another well-known local place.


Matto solo di nome Uno dei locali più giovanili della città dove si respira l’entusiasmo di chi ha voglia di fare le cose fatte bene e con passione. One of the liveliest places in town where you can breathe in the excitement of people who want to do things the right way and with passion.

Esistono dei locali dove si respira un’atmosfera giovanile circondata da una forte vitalità. Uno di questi è il Cibo Matto, da alcuni anni molto apprezzato per la qualità dei cibi proposti, per la cura degli interni, per la gentilezza unita alla professionalità di tutto il suo staff e per la creatività espressa in tutto quello che viene proposto. Qui è difficile sbagliarsi; se si è alla ricerca di una buona colazione, di un appagante pranzo di lavoro o di un aperitivo sfizioso nel centro di Casale Monferrato, allora è il locale giusto. Il dehors esterno, inoltre, in una via secondaria al riparo del traffico cittadino, è un altro plus in grado di offrire un momento di puro relax. Ecco perché, oltre che nel nome, in questo locale di matto c’è ben poco.

T

here are venues where you can breathe in a lively atmosphere charged with an intense energy. One of these is Cibo Matto. Highly valued for the quality of its food, for its smart interior design, for the kindness and the professionalism of all its staff and for the creativity expressed in everything they offer for some years now. It is hard to go wrong in here; if you are looking for a good breakfast, an enjoyable lunch or a delicious “aperitivo” in the center of Casale Monferrato then this is the right place. You’ll find it on a side street, sheltered from the town traffic, which is another plus that can offer moments of complete relaxation. That’s why, besides its name, there is nothing really crazy about this bar. 86

CIBO MATTO Via Vigliani 35 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 540354 Facebook: CIBO MATTO Lunch Cafe


Uniti per le nocciole Nocciole sgusciate, tostate, farina, granella, pasta di nocciola e tre tipi di creme spalmabili per la riscoperta di un’antica tradizione monferrina.

N

Shelled and roasted hazelnuts, hazelnut flour, crumbs and paste and three different types of hazelnut spreads - to rediscover a long-standing Monferrato tradition.

Nel territorio di Lu la coltivazione del nocciolo ha origini antiche, come testimoniano dei documenti di fine Cinquecento. Con le sue dolci colline e il clima che lo caratterizza, questo paese monferrino rappresenta un territorio ideale per questo tipo di coltura. Nel 1995, un gruppo di coltivatori luesi, da sempre amici nella vita e collaboratori nel lavoro dei campi decidono di creare una cooperativa agricola per portare avanti questa tradizione. Dal 2015, inoltre, viene intrapreso un nuovo percorso con la produzione di prodotti ottenuti esclusivamente a base di Nocciola Piemonte IGP e senza nessun altro grasso aggiunto. Oltre che nel punto vendita presso la cooperativa, Corilu fornisce i suoi prodotti a diverse pasticcerie, cioccolaterie, ristoranti e gelaterie del territorio e non solo.

I

n the Lu area, hazelnut cultivation dates all the way back to antiquity, as shown by some sixteenth-century records. With its gentle hills and favorable climatic conditions, this Monferrato village is the ideal territory for this type of cultivation. In 1995, a group of farmers from Lu, longtime friends and collaborators, decided to create a cooperative farm with the aim of carrying on this tradition. From 2015 onwards, they embarked on a new project with the production of low-fat foods exclusively obtained from PGI-Quality Piemontese hazelnuts. In addition to the farm’s outlet, Corilu supplies its products to several pastry shops, chocolate shops, restaurants and icecream parlors, both within the surrounding area and beyond. 87

CORILU SOCIETA' COOPERATIVA AGRICOLA Via Ghiacciaia 1 Lu (AL) Tel. +39 0131 010013 Cell. +39 348 2567270 corilu.it info@corilu.it Facebook: Corilu


In vino veritas

N

Esistono tanti modi per degustare un vino. Farlo in una location unica per bellezza, armonia e per la storia che rappresenta è uno dei modi più appaganti. There are so many different ways to taste wine. Doing it in a location of unique beauty, harmony and historical value is one of the most fulfilling.

Non capita tutti i giorni di poter visitare gli antichi sotterranei di un castello medioevale. Se gli stessi sono sede di una vineria, a ridosso del centro storico della più piccola città del Monferrato, allora l’esperienza che si può vivere è unica nel suo genere. La Bottega del Vino di Moncalvo è tutto questo, uno dei locali più suggestivi del Monferrato dove è possibile degustare un buon bicchiere di vino e mangiare sfiziosi piatti della tradizione a diretto contatto con la storia. A dir poco spettacolare la lunga galleria di antichi mattoni con i tavolini di legno disposti in fila. E durante le tiepide giornate autunnali il dehors esterno completa un quadro d’insieme praticamente perfetto.

I

t’s not every day we are able to visit the ancient basement of a medieval castle. When it has also been converted to a winery, just off the historic center of Monferrato’s smallest city, then our trip becomes a unique experience. The Bottega del Vino in Moncalvo is precisely that, one of the most evocative sites in Monferrato, where you can taste a good glass of wine and also eat some delicious traditional dishes closely associated to the history of the area. Its long gallery, with its exposed antique brick walls and its rows of wooden tables, is a stunning sight, to say the least. Also, during the warm autumn days, its outside dehors complete a picture which is pretty close to perfect. 88

LA BOTTEGA DEL VINO DI MONCALVO Piazza Antico Castello 1 Moncalvo (AT) Tel. +39 339 1751905 bottegadelvinodimoncalvo.it labottegadelvinodimoncalvo@gmail.com Facebook: La bottega del vino di moncalvo


Nel nome di Giulin

E

Roberto e Stefano Coppo proseguono da anni l’attività avviata dal nonno Angelo e dal padre Remo nel segno della migliore tradizione gastronomica piemontese.

Via Dante Barbano 41 Cella Monte (AL) Tel. +39 0142 488165

In the name of Piemonte's best gastronomical traditions, brothers Roberto and Stefano Coppo have continued the family business - opened by their grandfather Angelo and father Remo - for years.

ntrare nella bottega della famiglia Coppo a Cella Monte è per certi E versi una tradizione locale, soprattutto in

particolari giorni della settimana tra cui la domenica mattina, in uno di quei luoghi che, con tenacia e passione, ha saputo conservarsi all’avanzare del tempo. Tradizione che si rinnova grazie a questi artigiani del gusto che oggi come allora propongono prodotti e materie prime selezionate e di alta qualità. Tra essi vanno segnalati in particolare i prodotti del reparto macelleria, tagli di prima scelta che nascono fin dalla ricerca accurata dei capi di bovini. Non è un caso che da decenni la famiglia Coppo partecipi con soddisfazione alla famosa esposizione bovina “Il bue grasso” di Moncalvo, manifestazione giunta quest’anno alla 380a edizione e fiore all’occhiello della zootecnia e cucina piemontese. 89

E ntering the Coppo family store in Cella Monte is, in some respects, a local tradition; especially on certain days of the week, including Sunday morning. It is one of those places which, with tenacity and passion, has been able to save itself from the passing of time. Tradition which is continually renewed, thanks to these craftsmen of taste who, even today, recommend selected highquality products and raw ingredients. Among them, the butcher's meats; to be mentioned in particular are the choice cuts which come from the careful research of cattle. It is no coincidence that for decades the Coppo family has, with pleasure, participated in the renowned "Moncalvo Fat Ox" cattle show. This year, the event sees its 380th anniversary and is a feather in the cap for animal husbandry and Piemontese cuisine.


Una capra per amica Qualità, freschezza, genuinità e professionalità sono le parole d’ordine di quest’azienda agricola di eccellenza.

L

Quality, freshness, genuineness and professionalism are the keywords of this excellent commercial farm.

La Capramica è una giovane azienda agricola nata per la passione che i titolari e fondatori Ignazio e Marina nutrono da sempre nei confronti di questo simpatico e socievole animale. Dotata di una struttura moderna e al contempo molto ben integrata nel contesto naturalistico delle campagne alessandrine, l’azienda si occupa dell’allevamento di capre di razza Saanen nel pieno rispetto della cura e del benessere degli animali, ai quali sono garantiti spaziosi e confortevoli box con libero accesso ad ampie aree verdi per il pascolo, una quotidiana e accurata pulizia e un’alimentazione del tutto naturale. Oltre all'allevamento e grazie alla preparazione acquisita da Marina tramite lo svolgimento di corsi specialistici sia in Italia che in Francia, l'azienda oggi è in grado di produrre una vasta gamma di pregiati formaggi freschi o stagionati e di yogurt premiati e riconosciuti a livello nazionale. Nel 2016 La Capramica ha vinto due diplomi di qualità per lo yogurt e nel 2017 ha ricevuto la targa di eccellenza “All’Ombra della Madonnina” a Milano per la crescenza.

C

apramica is a young commercial farm, formed out of the passion which the owners and founders Ignazio and Marina have always had for this cute and sociable animal. Equipped with modern facilities and at the same time very well integrated into the natural setting of the countryside of Alessandria, the farm deals with the rearing of the Saanen breed of goat. With full respect for care and welfare, the animals are guaranteed spacious and comfortable boxes with free access to large green areas for pasture, thorough daily cleaning and a completely natural diet. In addition to the animal husbandry and thanks to the specialized courses completed by Marina in both Italy and France, the company now produces a wide range of high quality, fresh or seasoned cheeses and yogurts which are, not only award-winning, but renowned nationally. In 2016, Capramica received two Certificates of Quality for their yogurt and in 2017 received the Plaque of Excellence at the very prestigious All’Ombra della Madonnina goat cheese fair in Milan for their crescenza cheese. 90

LA CAPRAMICA Via Livio Marbello 30 Litta Parodi (AL) Spaccio: Via XX Settembre 80 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 348 0473159 lacapramica.it info@lacapramica.it Facebook: La Capramica


Come una volta

MACELLERIA PAOLO LUCARIELLO

Una storica macelleria di paese che riprende vita e la passione di un giovane che sta conquistando tutti con la qualità dei suoi prodotti. A historical village butcher giving youthful life and passion, winning over everyone with the quality of his products.

A Scurzolengo, la tradizione è stata salvata da un giovane. Si chiama Paolo Lucariello, arriva da Ozzano Monferrato e con il suo prelibato salame cotto ha contribuito all'ottenimento della denominazione tipica comunale. Ha iniziato a fare pratica nella macelleria del suo amico Edoardo Colombano. Poi, all'età di ventinove anni, a giugno del 2017, ha riaperto la storica macelleria del paese che vanta oltre sessant'anni di storia. La scelta delle carni, solo di razza Fassona piemontese, è quasi maniacale: Paolo le seleziona personalmente non prima di conoscerne tutta la storia, prediligendo gli allevamenti come una volta nelle stalle monferrine. Salumi, carni bovine e suine sono diventate in poco tempo un must del circondario. Forte di una creatività fuori dal comune, recentemente Paolo ha iniziato a produrre anche i prosciutti cotti senza l'utilizzo di polifosfati. 91

Via Marconi 17 Scurzolengo (AT) Tel. +39 338 4081802 macellerialucariello.com lucariellopaolo@outlook.it Facebook: Macelleria Paolo Lucariello

I

n Scurzolengo, tradition has been saved by a young man. His name is Paolo Lucariello, he comes from Ozzano Monferrato and with his delicious cooked salami, he has played a role in obtaining the prestigious classification Denominazione Tipica Comunale which serves as a type of official identity card, legally linking a product or method of production to its original place of origin. He started learning his trade in the butcher's shop of his friend Edoardo Colombano. Then, at the age of twenty-nine, in June 2017, he reopened the town's old butcher's shop which boasts over sixty years of history. The choice of meats, only that of Piemontese Fassona, is almost obsessive; Paolo selects them personally but not before getting to know their history, favoring the more traditional methods of rearing like in the Monferrato stables of times past. Cold meats, beef and pork products have quickly become a must in the surrounding district. Blessed by an out of the ordinary sense of creativity, Paolo has also recently started to produce ham cooked without the use of polyphosphates.


Sogno e passione La passione e il sogno di un giovane monferrino che diventano realtĂ con una macelleria di prestigio. The passion and the dream of a young, Monferrato-born man, which became a reality with a prestigious butcher shop.

Fin da giovanissimo ha avuto una forte passione per quanto riguarda il mondo della carne. Poi, dopo aver imparato il lavoro, nel 2014 Emiliano Pala ha finalmente coronato il suo sogno aprendo una macelleria tutta sua a Castagnone, una frazione di Pontestura ai piedi di Crea. Nel corso del tempo, si specializza nella selezione delle migliori razze bovine e, soprattutto, nell'arte della frollatura e della conservazione. A oggi utilizza unicamente femmine di Fassone piemontese e il bue grasso nel periodo invernale. La sua macelleria è una delle poche del territorio dove è possibile trovare il prosciutto cotto realizzato senza nessun conservante o polifosfato. Infine, oltre alla produzione di salumi, irrinunciabili sono il cotechino con le cotiche e castagne e lo zampone nel periodo natalizio.

E

ver since he was very young he has had a strong passion for the world of meats. Then in 2014, after learning the job, Emiliano Pala finally realized his dream when he opened a butchery of his own in Castagnone, a district of Pontestura at the foot of Crea. Over time, he specializes in the selection of the best cattle breeds and, above all, in the art of hanging and conservation. To date he only uses females of the Piemontese Fassone breed and 'bue grasso', or 'fat ox' during the winter period. His butcher shop is one of the few in the area where it is possible to find ham made without any preservatives or polyphosphates. Finally, in addition to the production of cold meats, the cotechino sausage with cotiche and chestnuts and the zampone in the Christmas period are impossible to resist. 92

MACELLERIA PALA Frazione Castagnone 30/A Pontestura (AL) Tel. +39 340 1426502 pala91@live.com


Oro rosso L’esaltazione delle carni di origine autoctona piemontese, scelte con meticolosa attenzione e cura, per restituire sapori unici e per la garanzia del consumatore. The celebration of indigenous Piemonte meats, chosen with meticulous care and attention, with aim to to bring back their unique flavors and consumer satisfaction, guaranteed.

C

Come noto, dal punto di vista culinario, la regione Piemonte è molto conosciuta per i vini e per le pregiate carni bovine. Tra queste spicca come eccellenza la Fassona piemontese, fin dal 1962 il fiore all'occhiello della macelleria Rosso di Murisengo. Oggi Gilberto, sulla strada tracciata dal padre, lavora con passione ed entusiasmo adottando sistemi di preparazione ispirati ai metodi tradizionali e producendo altresì salami crudi, mulette, salami cotti, cacciatorini, cotechini e salsicce. In autunno e in inverno, inoltre, è possibile trovare una vera rarità come il salame cotto caldo. Il fornitissimo negozio è dotato dal 2014 di un reparto gastronomia all'interno del quale è possibile trovare una vasta scelta di piatti pronti, ordinabili anche su commissione. Nel periodo della fiera del tartufo e in quello natalizio, inoltre, sono disponibili il manzo piemontese e il prosciutto crudo di Cuneo.

A

s is well-known, from a culinary point of view, the Piemonte region is famous for its wines and fine beef. Among these the Piedmontese Fassona stands apart for its excellence, and has been the flagship of the Rosso di Murisengo Butchery since 1962. Today, Gilberto, in the footsteps of his father, works with passion and enthusiasm, adopting methods of preparation inspired by traditional methods and produces raw salami, cooked salami, “cacciatorini”, “cotechini” and sausages. In autumn and winter, you can also find a real rarity like hot cooked salami. This well-stocked store has had, since 2014, a delicatessen department where you can find a wide choice of ready-made dishes, which can also be made-to-order. In the period around the truffle fair in October and in the Christmas season, Piemontese beef and raw ham from Cuneo are also available. 93

MACELLERIA ROSSO Piazza della Vittoria 2 Murisengo (AL) Tel. +39 0141 993073 gilrosso@libero.it


OSTERIA DEL ROOSTER

B

Via San Giovanni Bosco 19 Montemagno (AT) Tel. +39 0141 63608 Cell. +39 331 7326271 osteriadelrooster.it osteriadelrooster@gmail.com Facebook: Osteria del Rooster Montemagno

Ambiente accogliente, passione, professionalità e prodotti di qualità; gli ingredienti di un’attività apprezzata. A cozy atmosphere, passion, professionalism and quality products; the ingredients of a treasured business.

Barbara è originaria del Monferrato, Nuno del Portogallo e sono entrambi appassionati di cucina; s'incontrano a Londra e decidono di trasferirsi a Montemagno per avviare una loro attività. Nel 1999 danno vita alla birreria Rooster e nel 2013 la trasformano in un’osteria tradizionale in un ambiente particolarmente caldo e accogliente. Puntano fin da subito sulla carne di qualità, privilegiano le razze piemontesi e la collaborazione con il macellaio Emiliano Pala di Pontestura contribuisce a creare sempre di più una loro propria identità. L'attenzione verso la scelta e la qualità dei prodotti gli permette anche di far parte dell'Alleanza Slow Food dei cuochi. La scelta dei vini è completa, con una particolare attenzione ai prodotti locali, primo fra tutti il Ruchè. 94

B

arbara is originally from Monferrato, Nuno from Portugal and they are both passionate about cooking. They met in London and decided to move to Montemagno to start their own business. In 1999 they created The Rooster Brewery and in 2013 transformed it from a traditional pub into a particularly warm and welcoming environment. They immediately turn to local quality meats, favoring local Piemonte breeds. Their collaboration with butcher Emiliano Pala, from near-by village Pontestura, contributes to the evolution of their identity. The quality of the products and the care with which they are chosen has permitted them to register as having an Alliance Chef with the Slow Food Foundation. There is a complete range of wines to choose from, with particular emphasis on local production, the Ruchè being the favorite.


I

Creatività e tradizione Un ambiente suggestivo per un tuffo nella storia, dove la cucina crea un’armonia perfetta tra creatività, innovazione e tradizione. An evocative setting for a dip into history, where the perfect harmony between creativity, innovation and tradition is created in the kitchen.

Il contesto è uno di quelli che non può passare inosservato: un magnifico palazzo del Quattrocento, già dimora medioevale dei marchesi del Monferrato nonché circolo dei signori nei primi anni del Novecento, che sorge sulla sommità del paese di Lu Monferrato, detto anche paese dei sette campanili. In questo splendido contesto storico, il ristorante Antico Monastero, con i suoi ambienti particolarmente suggestivi e la terrazza con vista sulle colline, si presenta come la location ideale per qualsiasi tipo di evento; matrimoni, cresime, comunioni, ricorrenze speciali e romantiche a lume di candela, meeting, cene e pranzi aziendali. La cucina si basa su ingredienti che provengono dalle terre locali, creando una perfetta armonia di creatività e di tradizione.

T

he restaurant's context is one that can not go unnoticed; a magnificent palace dating back to the 1400s which had been home to the medieval Marchesi of Monferrato, as well as a circle of lords in the early twentieth century. It seems to emerge from the central peak of the village of Lu Monferrato, also known as the village of the seven bell towers. In this splendid historical setting, the Antico Monastero restaurant, with its enchanting surroundings and the terrace overlooking the hills, is ideal for any type of event such as; weddings, baptisms/christenings and communions, anniversaries or romantic meals by candlelight, or business meetings over lunch or dinner. The cuisine is based on local ingredients, bringing forth perfect harmony between creativity and tradition. 95

RISTORANTE ANTICO MONASTERO Via Giovanni Colli 39 Lu (AL) Tel. +39 0131 741511 Cell. +39 338 2053569 anticomonastero.it info@anticomonastero.it Facebook: Antico Monastero


Come una volta

S RISTORANTE CANNON D'ORO Piazza Cavour 21 Cocconato (AT) Tel. +39 0141 907794 cannondoro.it cannondoro@cannondoro.it Facebook: Albergo Ristorante Cannon d’Oro & Tenuta Vecchio Castagno

Un ristorante e albergo, dove il sapore della tradizione si percepisce in ogni ambiente e in ogni gesto. A restaurant and hotel where the taste of tradition can be perceived in every ambiance and every gesture.

Situato nel centro di Cocconato, uno dei più caratteristici paesi del Monferrato astigiano, il Cannon d'Oro è ormai una vera e propria istituzione nell'ambito della ristorazione e della ricezione alberghiera. È ubicato in un edificio risalente a metà Ottocento ed è composto tutt’oggi sia da ambienti moderni eleganti che dalle sale storiche ottimamente conservate. Il ristorante propone i piatti tipici della tradizione campagnola monferrina, in grado di soddisfare il gourmet come il turista gastronomico, fin dal 1840. Qui si può ancora ammirare dal vivo l'arte di fare la pasta a mano, proprio come una volta. L'albergo, invece, dispone di otto camere e alcuni alloggi con ampia veranda panoramica sulle colline astigiane. A disposizione della clientela, nella dépendance “Vecchio Castagno”, si trovano inoltre la piscina, il solarium e il parco secolare. 96

L

ocated in the center of Cocconato, one of the best representations of a traditional village in Monferrato Astigiano, the Cannon d'Oro is now a true institution in the area of catering and hotel reception. It is housed in a building dating back to the mid-eighteenth century and today you can find both elegant, modern areas and well-preserved historical rooms. The restaurant offers typical traditional dishes from the Monferrato countryside which can satisfy the gourmet tastes of the serious “foodie” tourist, just as they have been doing since 1840. Here you can still admire the art of making pasta by hand, just like in times gone by. The hotel has 8 rooms and from some of the accommodations you can enjoy a large veranda with views over the Aegean hills. Guests also have access to a swimming pool, solarium and centuries-old park at the outdoor villa Vecchio Castagno.


Una scelta di piacere Ambiente curato con sale interne raffinate e terrazza per godersi un pasto all’aperto. Il locale ideale in collina a due passi della città.

L

Well kept surroundings with an elegant interior and terrace to enjoy an outdoor meal. The ideal restaurant in the hills just outside the city.

La storia di questo grazioso ristorante nasce nel 2001 con l'idea di ristrutturare un fienile di una tipica abitazione monferrina che si affaccia sulla piazza principale di Terruggia. Da quel momento diventa Il Melograno, un'oasi del buon gusto voluta da Antonella e Carlo, sulle prime colline a due passi da Casale Monferrato. La cucina proposta offre molteplici spunti interessanti; dalla cucina tradizionale del territorio a una scelta completa nell'ambito dei cibi vegetariani e vegani, con particolare attenzione ai prodotti senza glutine e con la pasta e il pane fatti da Carlo. Dal lunedì al venerdì "il pranzo dell'osteria" o il tradizionale menù alla carta per una pausa di lavoro appagante. Il venerdì e il sabato il ristorante apre anche a cena. Il locale si presta per ogni tipo di cerimonia con una capienza di 120 posti.

T

he story of this charming restaurant began in 2001 with the idea of restoring the barn of a typical Monferratostyle house overlooking Terruggia's main square. From that moment it became 'Il Melograno', an oasis of good taste as envisioned by Antonella and Carlo, on the first hills overlooking Casale Monferrato. The kitchen offers many interesting options for your meal; from traditional cuisine of the territory to a complete choice of vegetarian and vegan foods. There is a selection of gluten-free products and pasta and bread made by Carlo. From Monday to Friday you can enjoy a 'pub lunch' with an Italian twist or the traditional à la carte menu for a satisfying work-break. The restaurant is open for dinner on Fridays and Saturdays. The venue is suitable for all kinds of ceremonies and can seat up to 120 people. 97

RISTORANTE IL MELOGRANO Piazza Vittorio Emanuele 9 Terruggia (AL) Tel. +39 0142 401531 info@osteriailmelograno.com osteriailmelograno.com Facebook: Osteria il Melograno


L’autunno in tavola Proprio come la Bela Rosin fece innamorare re Vittorio Emanuele II, così questo storico ristorante monferrino sa conquistare il palato degli amanti del buon cibo. Just as La Bela Rosin fell in love with King Vittorio Emanuele II so this historic Monferrato restaurant can conquer the palate of lovers of good food.

Sedersi a tavola alla Bella Rosin è una di quelle esperienze che proietta immediatamente nell’atmosfera e nelle tradizioni del Monferrato più autentico. L’entrata con l’elegante bancone per la mescita e l’ampia parete dedicata all’esposizione dei vini, la caratteristica sala con il soffitto a volta in mattoni, e la cantina dove è custodita una scelta di bottiglie tra le più importanti della zona sono i tratti distintivi di questo ristorante di Moncalvo. E poi c'è l'esaltazione dell'autunno, con il caratteristico profumo di tartufo che coinvolge appena si entra, con le carni scelte tra i più prestigiosi macellai della zona per il bollito misto, con il fungo porcino in tutte le sue versioni e poi ancora, la bagna cauda, gli agnolotti e molte altre ricette del territorio.

S

itting at a table at La Bella Rosin is one of those experiences that instantly instills the atmosphere and traditions of the most authentic Monferrato. You will notice the entrance with the elegant counter-top of the 'mescita', or bar, and the long side-wall dedicated to the wine display, the characteristic room with brick vaulted ceiling, and the cellar where a selection of the area's most important wines is kept. These are the most distinctive features of this Moncalvo restaurant. And then, there is the celebration of autumn; with the characteristic smell of truffles which draw you in as soon as you enter, with the selected meats chosen from among the most prestigious butchers in the area for 'il bollito', the mixed boil. In autumn you will find the porcini mushroom in all its varieties and even the bagna cauda, agnolotti pasta and many other local and traditional recipes.

98

RISTORANTE LA BELLA ROSIN Piazza Vittorio Emanuele 2 Moncalvo (AT) Tel. +39 0141 916098


Gusto e arte Oltre quarantadue anni di attività per quella che è una vera e propria istituzione dell’enogastronomia monferrina. A real institution of Monferrato cuisine, in business for over forty-two years.

La Braja nasce nel 1975 con i fratelli Giuseppe e Antonio Palermino e le rispettive mogli che acquistano l’antica villa del medico del paese. Oltre ai due fondatori, oggi gestiscono il locale anche Christian, figlio di Antonio, ed Ezio con la moglie Kerri, figlio di Giuseppe. In ambienti raffinati che profumano di storia dell’enogastronomia. Oggi come ieri, l’intento di questa storica famiglia di ristoratori è quello di promuovere il buon cibo e il buon bere del Monferrato, al cospetto di un paese come Montemagno, ricco di bellezze architettoniche e al centro delle terre del Ruchè. Con una delle carte dei vini più complete del territorio, l’ampia scelta di piatti trova un abbinamento ideale per qualsiasi gusto. L’arte della ristorazione si rispecchia anche nelle opere di Antonio che arredano le tre splendide sale.

L

a Braja opened in 1975 when brothers Giuseppe and Antonio Palermino and their wives acquired the village doctor’s old villa. Other than the two founders, today the restaurant is also managed by Antonio’s son Christian and Giuseppe’s son Ezio with his wife Kerri. It is an elegant setting where you can smell the gastronomical history. Today, like in years past, the intention of this generation of restaurateurs continues to be to promote Monferrato’s fine food and beverages. In the setting of Montemagno, rich with architectural beauty, you will find it at the center of the Ruchè wine territory. With one of the most comprehensive wine lists in the region and a wide range of dishes, one is able to pair them according to personal preference. They artfully cater for their clients’ tastes, which is reflected in Antonio’s artwork decorating the three splendid rooms. 99

RISTORANTE LA BRAJA Via San Giovanni Bosco 11 Montemagno (AT) Tel. +39 0141 653925 Cell. +39 331 1799165 labraja.it info@labraja.it Facebook: Ristorante Enoteca La Braja


Tradizione in Val Cerrina

La storia di questo locale è una di quelle importanti; nasce infatti nel 1900 con il nome di Osteria del Centro, in una piccola borgata della Val Cerrina su quella che è la principale arteria stradale tra Torino e Casale Monferrato. Nel corso di più di un secolo, la gestione viene tramandata di generazione in generazione lasciando inalterati i sapori di una volta, ma in un ambiente rivisitato con particolare cura dove moderno e retrò si amalgamano alla perfezione. Chi cerca la semplicità e i gusti di una volta qui non resterà deluso. È uno dei locali monferrini dove il fritto misto è maggiormente apprezzato. In autunno, oltre ai celebri antipasti e alla pasta fatta in casa, funghi e tartufi sono proposti con molti accompagnamenti. Assortita e ben curata la carta dei vini, sia locali che non.

Da 117 anni, il ristorante Lanterna Blu è una realtà del territorio, sempre presente per soddisfare gli amanti della cucina tradizionale. For 117 years, the Lanterna Blu restaurant has been a reference point in the area, always available to satisfy fans of traditional cuisine.

T

he history of this place is quite important; it was opened in 1900 under the name of Osteria del Centro, in a small village in Val Cerrina along the main road between Turin and Casale Monferrato. For more than a century, its management has been handed down from generation to generation, keeping the flavors of the past unaltered in an environment updated with great care, where modern and retro styles blend to perfection. Those who are looking for simplicity and traditional flavors will not be disappointed here. This is one of the Monferrato restaurants where you can find the best “fritto misto”. In the autumn, besides their famous appetizers and home-made pasta, mushrooms and truffles are served in a variety of ways. A diverse and carefully selected wine list is available, with both local and international wines. 100

RISTORANTE LANTERNA BLU Frazione Gaminella 16 Mombello Monferrato (AL) Tel. +39 0142 944120 lanternablu.it info@lanternablu.it Facebook: Lanterna Blu


Un viaggio nei sapori tipicamente monferrini dove ambiente, cibi e vini sanno regalare emozioni da ricordare. A voyage into typically monferrine flavors, where ambiance, food and wine give the gift of memorable sensations.

I sapori della terra Questo ristorante ormai "storico" del territorio del Basso Monferrato si trova nella bella frazione San Maurizio del comune di Conzano. Qui, preparati dallo chef Stefano, la fanno da padrone i piatti tipici della tradizione locale come gli agnolotti di stufato, il fritto misto monferrino, la bagna cauda, la pasta e i dolci fatti in casa, il tartufo, la cacciagione o la fonduta con i funghi. Il tutto accompagnato da un'ampia selezione di vini del territorio e non solo. Il ristorante, oltre a essere una destinazione perfetta per un pranzo o cena con un menù alla carta, può essere considerato anche una location adatta per pranzi di ricorrenze, pranzi aziendali o banchetti di nozze.

Y

ou can find this restaurant, now considered “historical”, in a beautiful neighborhood of the town of Conzano in the territory of Basso Monferrato. Here, typical traditional local dishes, prepared by Chef Stefano, take pride of place, such as; agnolotti di stufato, the fritto misto monferrino, the bagna cauda, home-made pasta and desserts, truffles, game meat or fondue with mushrooms. All accompanied by an impressive selection of local and non-local wines. The restaurant could be the perfect destination for a lunch or dinner with its alla carta menu and may be considered the ideal location for anniversary celebrations, business luncheons or wedding banquets. 101

RISTORANTE LE TERRE ROSSE Piazza Banda Lenti 8 San Maurizio di Conzano (AL) Tel. +39 0142 925285 leterrerosse.com leterrerosseconzano@gmail.com Facebook: Ristorante Le Terre Rosse


Giovani in cucina

Nella piazza principale del paese dei sette campanili, per una cucina moderna con rispetto della tradizione del passato. In the central square of the village of the seven bells, for modern cuisine with great respect for the traditions of the past.

RISTORANTE ORAZIO Piazza Generale Gherzi 5 Lu (AL) Tel. +39 0131 741138 Cell. +39 347 4428719 ristoranteorazio.com ristorante-orazio@virgilio.it Facebook: Ristorante Orazio dal 1870

Marta, 27 anni, e Ivan, 34 anni, riaprono questo storico ristorante di Lu nel 2016, dandogli un nuovo volto. Questa giovanissima coppia, con la loro bimba Hayley, esprimono tutti i giorni la propria filosofia basata sull'utilizzo delle risorse locali, in primis per i vini, i salumi e le carni. In autunno il locale è un vero paradiso per gli amanti dei tartufi bianchi e dei funghi porcini, e per i cultori dei piatti tradizionali monferrini come il bollito e il fritto misto piemontese. Suggestivo il dehors con vista sulle colline, ampia la sala interna con la possibilità di organizzare cerimonie, pranzi e cene aziendali. Completano la scelta i menù di degustazione, alla carta, i pranzi vegetariani e per intolleranti, e i pranzi lavorativi in settimana. 102

M

arta, 27 years old, and Ivan, 34, reopened this old Lu restaurant in 2016, giving it a new identity. This young couple, with their baby Hayley, express their philosophy based on the use of local resources, first and foremost in relation to wines, cold meats and meats. In autumn their place is a real paradise for lovers of white truffle, porchini mushrooms and for enthusiasts of traditional Monferrato dishes like the piemontese “bollito misto” and “fritto misto”. The attractive dehors with the view overlooking the hills, a spacious dining room inside and the possibility to organize ceremonies or business luncheons and dinners. Completing the selection of menus to sample 'a la carte', vegetarian lunches, meals for those with a dietary intolerance and work lunches during the week.


Qualità al naturale L’azienda agricola Santa Maria si occupa con professionalità e cura dell'allevamento dei bovini da carne. Visitando l’azienda, situata tra le colline del Monferrato, si percepisce subito che l'attenzione principale è rivolta al benessere degli animali ai quali è garantito, tra le altre cose, tutto lo spazio necessario per soddisfare le proprie esigenze di movimento e riposo, sfruttando anche ampie superfici all’aperto. Maurizio sceglie personalmente i bovini presenti in stalla, uno a uno, prediligendo la razza Piemontese e alcune pregiate razze francesi. Il nutrimento, semplice e naturale, è ricavato quasi esclusivamente dalle proprie coltivazioni; fiocchi di mais, di orzo integrale, di fave e piselli e addirittura di semi di lino tostati.

Una rinomata attività monferrina con clienti prestigiosi dalla Valle d’Aosta, passando per il Lago Maggiore, fino in Toscana. A well-known Monferrato enterprise with prestige customers coming from Valle d’Aosta, from near Lake Maggiore, and also from Tuscany.

T

he Santa Maria farm’s core business is the breeding of beef cattle, which they handle with professionalism and care. When visiting the farm, located in the hills of Monferrato, you immediately realize that the well-being of their animals is their main concern which are provided, among other things, with all the necessary space they need for moving around freely and resting, also by making good use of large fields. Maurizio personally picks all the cattle for their stables, one by one, with a strong preference for the Piemontese breed and some famous French breeds. All their food, which is simple and natural, comes almost exclusively from their farm crops; corn flakes, wholegrain flaked barley, bean and pea flakes, and even roasted flax seeds. 103

SANTA MARIA AZIENDA AGRICOLA Strada Santa Maria 51 Moncalvo (AT) Tel. +39 335 6512078 all.santamariass@gmail.com


Nel cuore del Ruchè Nel cuore del Ruchè, un vecchio bar di paese con enoteca e osteria. Un luogo particolare che rimanda indietro nel tempo.

TRATTORIA DA GEPPE Via Umberto I 10 Castagnole Monferrato (AT) Tel. +39 0141 292113 dageppe.it dageppe@libero.it Facebook: Trattoria da Geppe

In the heart of the Ruchè there’s an old country coffee shop with a store and bar. An unusual place which sends you back in time. e origini di questa storica trattoria, che oggi fa parte della rete "Alleanza L tra i cuochi e i presidi Slow Food", si

perdono nella notte dei tempi. È presente sull’applicazione Triple “A” Velier di Gil Grigliatti. Si tratta di un luogo particolare, del classico bar di paese, che al suo interno, però, custodisce una piccola enoteca e una tipica trattoria. L'ampia sala luminosa si affaccia sulle colline di quell'angolo del Monferrato dove regnano incontrastati i vigneti di Ruchè. Tra i piatti imperdibili: carne cruda battuta al coltello, cardi gobbi e peperoni di Capriglio con la bagna cauda, agnolotti al sugo d'arrosto, lasagnette alla bagna d'infern, arrosto o brasato al Ruchè, trippa comodaia, rollata di coniglio, finanziera, il tradizionale fritto misto, il bollito, il tagliere di formaggi e i dolci della tradizione. 104

T

he origins of this old restaurant, which today is part of the network “Slow Food Chef 's Alliance”, are date back to time immemorial. It is presently in the application of the Triple “A” Velier di Gil Grigliatti classification. It is an unique place; a classic country cafe which inside, however, houses a little regional wine shop and a typical restaurant. The spacious illuminated dining area faces the hills; a corner of Monferrato where the Ruchè vineyards reign supreme. Among the unmissable dishes you'll find; tartare meat minced “by knife”, the unusual vegetable “Cardi Gobbi” and peppers “di Capriglio” with “bagna cauda”, “agnolotti” with roast-meat sauce, “lasagnette alla bagna d'infern”, meat roasted or braised with Ruchè, tripe “comodaia”, rabbit roulade, “finanziera”, the traditional mixed fry, cheese platters and traditional desserts.


Lo spazio giusto nel luogo giusto Uno dei locali più amati dai turisti in cerca del Monferrato più autentico. One of the places most loved by tourists who search for the real Monferrato.

TRATTORIA SERENELLA LE TRE LASAGNE Via Bergamaschino 1 Vignale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 933412 giulia.lasagna@libero.it Facebook: Trattoria Serenella - Le tre Lasagne

La piazza in pavé di Vignale Monferrato, adiacente ai giardini dell’imponente Palazzo Callori, è uno dei luoghi più iconici e apprezzati del Monferrato. In un angolo, un grazioso dehors circondato da oleandri fioriti è uno di quegli inviti a cui difficilmente un visitatore può rinunciare. La trattoria Serenella è un locale di cui il Monferrato non potrebbe mai fare a meno; lo raccontano la sua storia, la sua posizione e la cura con cui vengono accolti gli ospiti. Pranzi, aperitivi e cene, in questo ambiente assumono un sapore unico, legato alla tradizione di uno dei più rinomati paesi del territorio. Battuta di fassone, vitello tonnato, peperoni in bagna cauda, agnolotti piemontesi, gnocchi fatti in casa, brasato al barbera e tagliata di fassone sono solo alcuni dei piatti tradizionali che vengono proposti. Il tutto, ovviamente, accompagnato da un’ampia scelta di vini e dagli immancabili dolci fatti in casa. 105

T

he paved square of Vignale Monferrato, adjacent to the gardens of the impressive Palazzo Callori, is one of the most iconic and valued places in Monferrato. In a corner, a graceful terrace surrounded by blooming oleanders is one of those invitations which a visitor can hardly refuse. The Trattoria Serenella is a place Monferrato could never renounce; it recounts the history, the location and the care with which guests are welcomed. Lunches, aperitifs and dinners in this setting take on a unique flavor, linked to the tradition of one of the most prominent towns in the area. The raw minced fassone beef, vitello tonnato, roasted peppers in bagna cauda sauce, Piemontese agnolotti, homemade gnocchi, barbera-braised beef and sliced fassone beef steak (tagliata) are just some of the traditional dishes that are offered. All this, of course, is accompanied by a wide selection of wines and the irresistible homemade desserts.


Caratteristici e suggestivi se osservati da lontano, è però tra le loro vie che si respira la vera anima del territorio. Molti paesi del Monferrato preservano ancora oggi intatto il sapore della storia che li caratterizza. Difficile resistere alla tentazione di visitarli, magari alla ricerca di una vecchia osteria, di un infernot nascosto o di una tipica cantina.

Characteristic and alluring when viewed from afar, but it is among their streets and lane-ways that you can breathe the true soul of the territory. Many Monferrato villages still retain the flavor of the history that characterizes them. It is difficult to resist the temptation to visit them, perhaps looking for an old tavern, a hidden 'infernot', or a traditional wine-cellar.


Paesi del Monferrato Nizza Monferrato Moncalvo Vignale Monferrato

VILLAGES


La capitale del Barbera L’anno 1225 viene considerato come data di fondazione della città. Sorse intorno alla antica abbazia di San Giovanni in Lanero, grazie all’unione degli abitanti dei sette castelli circostanti, distrutti dagli Alessandrini nella contesa con gli Astesi che ebbe il suo epilogo in uno scontro avvenuto a Calamandrana il 7 settembre di quell’anno. Già dal 1235 si hanno notizie circa l’erezione in Comune e il 24 novembre 1264 venne stipulato l’atto di adesione a favore del marchese di Monferrato. Nel 1268 la città si oppose per quaranta giorni agli assalti delle truppe di Carlo d’Angiò dando inizio a quella reiterata serie di assedi e occupazioni che ha costituito la costante di tutte le vicende

storiche nicesi. Fino al quindicesimo secolo restò, con alterne vicissitudini, sotto l’egida dei monferrini Aleramici prima del 1305, e Paleologi dopo, subendo ripetute visite di truppe straniere, come nel luglio del 1391 a opera del conte d’Armagnac che la mise a ferro e fuoco. Nel 1495 Carlo VIII re di Francia, passando da Nizza con il suo esercito, soggiornò nel convento di Santa Maria delle Grazie da pochi anni costruito. Con la creazione del ducato di Mantova il territorio nicese passò ai Gonzaga, desiderosi di impossessarsi di un territorio a quei tempi ricco di uve pregiate, cereali, lino, canapa, zafferano e altri prodotti della terra. La coltivazione del gelso, l’allevamento del baco da seta 108

e la filatura dei bozzoli completavano un fiorente panorama economico. Oggi Nizza Monferrato è una cittadina di oltre 10.000 abitanti con un’economia prevalentemente di tipo commerciale e agricolo che raggiunge punte di assoluta eccellenza quali la produzione di vini doc e docg con il Barbera, Dolcetto, Moscato, Brachetto, Cortese, Freisa, Grignolino, di ortaggi con il cardo gobbo, di frutta con la mela di San Marzano e l’allevamento di bestiame di razza piemontese. Dal 2014, all’interno del riconoscimento Unesco dei paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato, Nizza Monferrato è presente con la componente “Nizza Monferrato e il Barbera”.


T

he year 1225 is regarded as the foundation date of the city. It was built around the ancient abbey of San Giovanni in Lanero, thanks to the cooperation of the inhabitants of the seven surrounding castles which were destroyed by Alessandrian residents during their dispute with the people of Asti. The conflict finally reached its epilogue in a clash in Calamandrana on September 7 of the same year. Already since 1235 records about the founding of the city were found in the town hall, and on November 24, 1264 The Act of Accession was signed, in favor of the marquis of Monferrato. In 1268 the city managed to resist the onslaught of Charles of Anjou and his troops for forty days, starting a long series of sieges and occupations, a constant element of all the historical events in Nizza. Until the fifteenth century, with several ups and downs over the years, it remained under the aegis of the Monferrato Aleramici before 1305 and of the Palaiologi afterwards, suffering repeated attacks from foreign troops, like in July 1391, when the count of Armagnac ravaged the city. In 1495 king Charles VIII of France,

passing through Nizza with his army, stayed in the convent of Our Lady of Graces, built a few years earlier. With the creation of the duchy of Mantua, the power over the Nizza territory switched to the Gonzaga, eager to occupy an area which was at that time rich in fine grapes, cereals, flax, hemp, saffron and other agricultural produce. Mulberry cultivation, silkworm rearing and silk reeling completed a flourishing economic environment. Today, Nizza Monferrato is a city of over 10,000 inhabitants with a predominantly commercial and agricultural economy. It reaches outstanding standards of excellence with; its production of DOC and DOCG wines such as Barbera, Dolcetto, Moscato, Brachetto, Cortese, Freisa, Grignolino, its vegetables such as the unique “hunchback” cardoon, its fruits such as the apple of San Marzano and its breeding of livestock such as the Piemontese breed. Since 2014, as part of the UNESCO recognition of the Langhe, Roero and Monferrato wine vineyards, Nizza Monferrato is included as the constituent “Nizza Monferrato and Barbera wine”. 109

EVENTI events

TERZA DOMENICA DI OGNI MESE - Mercatino dei produttori agricoli - Mercatino dell’antiquariato NOVEMBRE Prima Settimana - Fiera di San Carlo che include la Giornata del Tartufo, del Cardo Gobbo e della Barbera Secondo Fine Settimana - Libri in Nizza Terzo Fine Settimana - Nizza è Bagna Cauda DICEMBRE Prima Domenica - Fiera del Bue Grasso e del Manzo Santo Stefano (26 Dicembre) - Rievocazione dell’episodio del “Lardo” sotto il Campanon


Turismo in Enoteca

Riconosciuta ufficialmente dalla regione Piemonte nel 2006, dopo ventisette anni d’attività l’enoteca regionale di Nizza rappresenta un modello vincente di valorizzazione e promozione turistica. Officially recognized by the Piemonte region in 2006, the Regional Wine Store in Nizza, after twenty-seven years of activity, is a successful model for area development and the promotion of tourism.

T

Nata nel 1990 come bottega del vino sotto forma d’associazione costituita da alcuni comuni del circondario di Nizza Monferrato, nel 1996 prende nuova vita e slancio. Diventa un centro d’incontro e confronto dei produttori e motore della presa di coscienza per la rinascita della Barbera d’Asti e della promozione del territorio. La formula vincente consiste nell’intuizione, ai tempi innovativa, di abbinare agli splendidi vini della zona i cibi del territorio, creando, all’interno dell’enoteca, il clima della vecchia “osteria” tramite la vineria della Signora in Rosso. Alla fine degli anni Novanta diventa protagonista, insieme agli imprenditori vinicoli e alle istituzioni locali, per ottenere la denominazione “Nizza” alla Barbera d’Asti superiore prodotta nei 18 comuni intorno alla città di Nizza Monferrato. L’enoteca ha promosso inoltre, nel 1998, la nascita del presidio Slow Food del “cardo gobbo di Nizza” per valorizzare il caratteristico ortaggio che si coltiva nelle sabbie alluvionali della valle Belbo. Nel 2006 le è stata riconosciuta dalla Regione Piemonte la dignità di enoteca regionale, nomina ufficializzata poi con atto notarile il 19 marzo 2007 per volere dei soci fondatori: Comune di Nizza Monferrato, Unione Collinare Vigne e Vini, Associazione Produttori del Nizza - Barbera d’Asti DOCG. La cantina dell’enoteca, collocata nei sotterranei del settecentesco Palazzo Baronale Crova, presenta più di 600 etichette di prestigiosi vini dei produttori locali, per la maggior parte Barbera d’Asti DOCG, vino di vocazione del territorio. Gli ampi spazi a disposizione sono adibiti a vendita vino, degustazioni guidate, laboratori didattici relativi all’abbinamento vino e cibo. L’enoteca regionale, con l’annesso ristorante vineria della Signora in Rosso, ha la propria sede nel settecentesco Palazzo Baronale Crova, costruito presumibilmente sui resti di un preesistente castello. Alla ristrutturazione barocca del 1600 ne segue una progettata nel 1769, commissionata dal barone Luigi Crova ed eseguita dall’architetto torinese Giovanni Battista Nicolis di Robilant (1723 – 1783).

he regional wine shop opened in 1990 as an association of municipalities in the Nizza Monferrato area. In 1996 it saw a new beginning and gained some momentum. It became a hub for meetings and discussions among wine growers and also the driving force for the relaunch of Barbera d’Asti and the promotion of the territory. Its winning formula relied on the insight, groundbreaking at the time, of matching local food with all the fine wines of the area, and recreating, inside the wine shop, an atmosphere similar to the old “osteria” via the Vineria della Signora in Rosso (Lady in Red Winery). In the late Nineties it became a leading player, along with the local wine entrepreneurs and institutions, in the addition of the “Nizza” name to the Barbera d’Asti Superiore produced in the 18 municipalities around the city of Nizza Monferrato. In 1998, the wine shop was successful in acquiring the Slow Food presidium label for the “Nizza Hunchback Cardoon” in order to add value to the unique vegetable, grown in the alluvial soil of the Belbo valley. In 2006 it gained its status of Regional Wine Shop from the Piemonte State, later officially certified by a notarial act on March 19, 2007 at the request of its founding members; the Nizza Monferrato municipality, the hill vineyards and wines union, and the Nizza Producers Association - Barbera d’Asti DOCG. The wine cellar of the shop, located in the basement of the eighteenth-century Crova baronial palace, offers more than 600 labels of fine wines from local producers, but chiefly Barbera d’Asti DOCG, the most traditional wine of the area. Ample room is available for wine sales, guided tastings, and workshops for wine and food matching. The regional wine shop, with its adjacent Vineria della Signora in Rosso restaurant, is also located in the Crova palace, presumably built on the remains of a pre-existing castle. After its baroque reconstruction in 1600, and a second one was accomplished in 1769, commissioned by baron Luigi Crova and carried out by the architect Giovanni Battista Nicolis of Robilant from Turin (1723 - 1783).

110


I

Il Palazzo del Gusto di Nizza Monferrato esprime le eccellenze di un territorio non tratteggiato dai confini provinciali ma, semplicemente, unito da una continuità di paesaggio. Le colline sono il filo rosso raccontato nelle sale nobili di Palazzo Crova, ricche di stucchi settecenteschi e affreschi voluti dall’architetto Nicolis di Robilant. La prima sala è dedicata alla storia della tavola e delle ricette, alle suggestioni delle mise en place, alla gastronomia dell’Alto Monferrato dal Medioevo ad oggi. Nella seconda sala vengono celebrati i tre vini DOCG del territorio: il Brachetto d’Acqui, la Barbera d’Asti, il Moscato. Suggestioni video con i racconti di Mario Soldati in Viaggio lungo la valle del Po e carrellata sulle bottiglie storiche, oltre che una piccola esposizione di attrezzi di cantina e di lavoro in vigna. Procedendo sulla cartografia illuminata si arriva nella terza sala dove il racconto si diversifica nelle storie dei prodotti di eccellenza: il cardo gobbo di Nizza, la carne di razza bovina piemontese, la nocciola

Piemonte, la robiola di Roccaverano, la mostarda, gli amaretti di Mombaruzzo, il tartufo bianco. A corollario dei prodotti, fondamentale per i nostri racconti, l’angolo dedicato all’advertising storico di aziende del territorio quali Gancia e Braida. Sempre nella terza sala trova spazio un angolo speciale dedicato ad un nicese famoso: Francesco Cirio.

T

he Palazzo del Gusto in Nizza Monferrato represents the excellence of an area which is not defined by its provincial borders, but rather, it is defined by the continuity of its landscape. Its hills are the common theme described in the noble halls of the Crova palace, lavishly decorated with several Eighteenth-century stuccoes and frescoes by architect Nicolis of Robilant. The first hall is devoted to the history of the local cuisine and recipes, to the splendor of the mise en place, to the culinary arts of the Alto Monferrato from the Middle Ages to the present day. In the second room, the focus is on the three main DOCG wines of the area: the Brachetto d’Acqui, the Barbera d’Asti, and the Moscato. Video excerpts from the Travels along the Po Valley by Mario Soldati are included, and also an array of historic bottles, as well as a small showcase of wine cellar equipment and vineyard tools. By following the map projections visitors end up in the third room, where the proverbial ‘plot’ thickens with the history of high-quality local 111

products: the Nizza hunchback cardoon, the Piemontese beef, the robiola from Roccaverano, the Piemontese hazelnut, the mustard, the amaretto biscuits from Mombaruzzo, the white truffle. Besides these products, also essential to our story is the corner dedicated to the old advertisements of local companies such as Gancia and Braida. Also in the third room, there is another special corner dedicated to a famous man from Nizza: Francesco Cirio.

ENOTECA REGIONALE DI NIZZA MONFERRATO Via Crova 2 Nizza Monferrato (AL) Tel. +39 0141 793350 enotecanizza.it info@enotecanizza.it Facebook: Enoteca Regionale di Nizza Monferrato


Nei dintorni di Nizza Esistono dei luoghi che hanno la capacità di lasciare il loro visitatore letteralmente “senza parole”. Le colline intorno a Nizza Monferrato ne sono un esempio. Non a caso, parte di esse hanno permesso a questo angolo di Monferrato di rientrare tra i siti del patrimonio dell’umanità. In questi luoghi, oggi come ieri, la primaria fonte di sostentamento deriva dalla coltivazione della vita e dalla produzione di vino. Non un vino qualunque, ma il Barbera d’Asti. Per un giorno, ci siamo fatti guidare unicamente dal richiamo della natura, senza mappe e unicamente con il desiderio di assaporare le visuali collina dopo collina. Abbiamo percorso stradine apparentemente abbandonate, ammirato vecchie cascine

e osservato attentamente i contadini impegnati nella lavorazione dei vigneti. È stata un’esperienza indimenticabile, una di quelle che ti fa capire quanto sia importante preservare e valorizzare la cultura del territorio. In auto, in moto, a piedi, in bicicletta o a cavallo, questo itinerario riesce ad appagare e sorprendere il visitatore.

S

ome places have the power to leave their visitors literally speechless. The hills around Nizza Monferrato are one such example. It is no coincidence that part of them has allowed this particular spot in Monferrato to be included among the Unesco World Heritage sites. In this area, as it has always been, the primary source 112

of income comes from viticulture and wine production. Not just any wine, but Barbera d’Asti. For one day, we let ourselves be guided solely by the whim of nature, without any map, and with the single desire to cherish the view along the hills. We walked along small roads apparently deserted, we admired old farmhouses and carefully studied the farmers busy working in the vineyards. It was an unforgettable experience, one that makes you realize how important it is to preserve and promote the culture of the territory. Either by car, or by motorbike, on foot, by bicycle or on horseback, this itinerary can satisfy and surprise any visitor.


365 itinerari

I vigneti a sud-est di Nizza Monferrato

26 KM Un itinerario tra i vigneti dei comuni di / An itinerary among the vineyards of: Nizza Monferrato, Castel Boglione, Mombaruzzo Fontanile e Castelletto Molina


La più piccola città del Monferrato

Se per i monferrini della collina l’andare in città significa generalmente scendere a valle, Moncalvo rappresenta sicuramente un’eccezione. Con i suoi 3000 abitanti, infatti, è l’unica cittadina del Monferrato edificata su un rilievo collinare, per la precisazione a 305 metri di quota. Ecco perché per una parte di monferrini l’andare in città, ancora oggi, significa salire in collina.

While for Monferrato natives going to town generally means going downhill, Moncalvo is definitely an exception. With its 3000 residents, in fact, it is the only town of the Monferrato built on a hilltop, at 1001 feet high to be exact. That is why even today, for some Monferrini, going to town means going uphill.


Moncalvo è la città delle mura, delle rampe e delle scalinate, dei viottoli ripidi, della “Fracia” su cui si affacciano le botteghe e della piazza centrale con altre botteghe, i caffè, il teatro e i portici. Moncalvo è la città dove si respira la tradizione del commercio con lo storico mercato e le fiere del Tartufo e del Bue Grasso. Moncalvo è la più piccola città del Monferrato, da visitare e da far visitare.

It makes Moncalvo a town of walls, ramps, and stairways, of steep lanes such as the “Fracia” lined with little shops, and of its central square with antique stores, cafes, a historical working theater and shadowy arcades. Moncalvo is the town where you can still immerse yourself in the tradition of trade; with its historic weekly market, its Truffle Festival in the mists of October and Fat Ox Fair closer to Christmas. Moncalvo is Monferrato’s smallest city, definitely worth a visit and to be highly recommended to all your friends.


La prima capitale del Marchesato Il nome di Moncalvo compare scritto per la prima volta attorno all’anno mille, ma, come attestano alcune lapidi ritrovate in zona, il suo territorio era già abitato in epoca tardoromana. Questa cittadina, sorta su quello che oggi è il più naturale confine simbolico tra l’astigiano e il casalese, o se si vuole tra l’alto e il basso Monferrato, ha attraversato secoli di storia trasformandosi profondamente più volte. Quello che oggi resta dell’antico castello Aleramico-Paleologo è una perfetta sintesi di queste trasformazioni perché dai fasti dell’antico passato ha lasciato spazio nell’Ottocento a un’ampia piazza per il commercio dei bovini. Dal 967 al 1305, con gli Aleramici, Moncalvo è stata la prima capitale del Monferrato poi, sotto l’influenza dei Paleologi, ha vissuto uno dei suoi periodi più fiorenti. Essi ampliarono il castello e lo elessero a dimora della loro corte. Qui vi soggiornano molti protagonisti della vita politica, sociale e culturale del tempo. Fu la sede di numerose assemblee generali delle comunità monferrine (i Parlamenti del Monferrato) e al suo interno venne insediata anche una zecca marchionale. Nel 1432, e per un anno intero, la fortezza di Moncalvo divenne addirittura la residenza dell’imperatore Sigismondo di Lussemburgo. Fu il periodo di maggior concentrazione di botteghe e negozi nella via della Fracchia, la “Fracia” tanto cara a tutti i moncalvesi. Ad accrescere ulteriormente la fama della località furono le fiere che si tenevano quattro volte l’anno e il secolare mercato del giovedì. Ai primi del Seicento Baronino la definì “Terra di gran mercato” mentre Saletta ribadirà che a Moncalvo il mercato “sin dal principio della sua fondatione si stabilì, et non mai si è interrotto ogni giovedì e tutta via continua con gran concorso delle genti del Piemonte,

dello Stato di Milano e del Genovesato, oltre le nationali del Monferrato”. Ai tempi della signoria paleologa risale anche l’arrivo in paese dei primi ebrei, provenienti dalla Francia meridionale, che fondarono una comunità fiorente e ben integrata. E anche il periodo del grande pittore Guglielmo Caccia. Negli ultimi anni del ducato del Monferrato, infine, il duca Ferdinando Carlo, l’ultimo dei Gonzaga, ormai agli sgoccioli del suo potere, attribuisce a Moncalvo il titolo di Città L’Ottocento, anche a Moncalvo, coincide con l’ascesa sociale della borghesia. Dopo i Magnocavallo, i Dal Pozzo, i Della Sala sono ora i Minoglio, i Bertarelli, i Testafochi, i Camossi ad avere la preminenza nella vita sociale e amministrativa. Gabriele Capello, ultimo dei dieci figli di un tessitore di canapa, diventa ebanista alla corte di Carlo Alberto e del figlio Vittorio Emanuele facendo conoscere il nome di Moncalvo negli ambienti della Torino che conta. Le sue opere, quelle di un artista più che di un artigiano, orneranno le sale più prestigiose delle dimore sabaude. Per la verità Moncalvo in questo periodo è conosciuta negli ambienti altolocati anche per le grazie di Rosina Vercellana, detta la “bela Rosin”, favorita e poi moglie morganatica del “re galantuomo” Vittorio Emanuele II. Intanto, con il crescente sviluppo del commercio e per far posto al mercato dei bovini, viene spianata la fortezza che dal 1867 è passata in piena proprietà del Municipio. Per attenuare i venti, si costruisce su due lati un lungo porticato. Il mercato settimanale è sempre un avvenimento che contribuisce alla fama del paese e nemmeno l’abate Casalis manca di annotarlo: “Floridissimo è il mercato che si tiene in Moncalvo nel giovedì di ogni settimana: ché si mettono in vendita 116

cereali di ogni sorta, bestiame, stoffe di ogni qualità, vini, olii, liquori, pesci in barile, pollame, selvaggiume, ortaggi, burro, caci, frutta, tartufi, paste, stoviglie, e molti altri oggetti ad uso di ogni classe di persone; a tal che sono sempre in gran numero i forestieri che accorrono a farne incetta”. Amministrativamente parlando, dal 1839 Moncalvo è capoluogo del Mandamento che riunisce anche Grazzano, Ponzano, Salabue e, dal 1886, Penango. Vi hanno sede la Giudicatura (poi Pretura), l’ufficio di Insinuazione, il banco dei sali e tabacchi, l’ufficio postale e telegrafico e la Stazione dei Carabinieri, una delle prime ad essere istituita in Piemonte. Alla metà del secolo, per animare la vita mondana e culturale, un gruppo di privati fonda un teatro sociale, sulla piazza dove un tempo sorgeva il corpo di guardia della milizia cittadina. L’inaugurazione, che si tiene nel 1878, è un avvenimento per tutto il Monferrato.


M

oncalvo’s name first appears in writing around 1000 A.D., but, as evidenced by some gravestones found in the area, its territory was already inhabited in the late Roman age. This town, built on what today is thought to be the most natural nominal border between the Astigiano and the Casalese areas, or rather between the high and the low Monferrato, has survived centuries of history by changing drastically several times. The remains of the ancient Aleramo-Palaiologi castle are a perfect synthesis of these transformations, because the splendor of its ancient past made room, in the Nineteenth century, for a large square meant for the trade of cattle. From 967 to 1305, with the Aleramici, Moncalvo was the first capital of Monferrato, then, under the influence of the Palaiologi, it entered into one of its most prosperous eras. They enlarged the castle after choosing it as their family residence. Many leading personalities of the political, social and cultural scenes of that time lived in the castle. It

was the seat of numerous general meetings of the local community (the Monferrato Parliaments), and within its walls the marquis’ mint was also built. In 1432, and for a whole year, Moncalvo’s fortress became residence to none other than Emperor Sigismund of Luxembourg. That was the time when there were the most shops set up along the Fracchia laneway, also called “Fracia” and so dear to all Moncalvo residents. The fairs held four times a year further enhanced the little town’s fame, as did the long-standing Thursday market. At the beginning of the seventeenth century, Baronino called it the “Land of Great Market”, while Saletta later said that in Moncalvo, “ever since its founding, the market was held continuously every Thursday and always attracts a massive turnout from the people of Piemonte, the State of Milan and the Genovese, besides the Monferrato locals”. During the time of the Palaiologi dominion over the city, Moncalvo dates back to the arrival of the first Jews from southern France, who founded a thriving and well-integrated community. That was also the period of the great painter Guglielmo Caccia. In the last years of the duchy of Monferrato, finally, duke Ferdinando Carlo, last of the Gonzaga dynasty, his dwindling powers notwithstanding, awarded Moncalvo the title of City. The nineteenth century saw the social rise of the bourgeoisie even in Moncalvo. Where there once were the Magnocavallo, the Dal Pozzo, the Della Sala, there was now the Minoglio, the Bertarelli, the Testafochi, the Camossi; those families who played a leading role in the social and administrative life of the city. Gabriele Capello, son of a hemp weaver and youngest of ten, became an ebony carpenter at the courts of Carlo Alberto and Vittorio Emanuele. This brought Moncalvo’s name to the Turin aristocracy. His works were the ones of an artist rather than an artisan, and 117

they adorned the most prestigious rooms in the Savoy mansions. But to tell the whole truth, around that time Moncalvo was also known in high society because of the considerable charms of Rosina Vercellana, also known as “la bela Rosin”, the mistress and, later, morganatic wife of “the Honest King” Vittorio Emanuele II. Meanwhile, with the growing development of commerce and in order to make room for the cattle market, the fortress was razed to the ground, and since 1867 it has been fully owned by the City Hall. In order to shelter the site from the wind, a long porch was built on two sides. The weekly market is always an event that contributes to establishing the reputation of the area, as even Abbot Casalis can’t help but record: “Flourishing is the market held in Moncalvo every week on Thursday: here cereals of all sorts are sold, and cattle, and all kinds of fabrics, and wines, and oils, and liqueurs, and barrels of fish, and poultry, and hunting game, and vegetables, and butter, and all kinds of cheese, and fruit, and truffles, and pastries, and tableware and many other things for all sorts of people; and such a large number of foreigners always come in here to stockpile.” Administratively speaking, since 1839 Moncalvo is the capital of the Mandament, which also brings together Grazzano, Ponzano, Salabue and, since 1886, Penango too. In Moncalvo were the offices of the Judicature (later to be known as the Pretura), the Lodging Office, the Salt and Tobacco Shop, the Post and Telegraph Office and the Carabinieri Station, the first of many to be established in Piemonte. By mid-century, in order to enliven the social and cultural life of the city, a private group of people founded a social theater on the square where once stood the guardhouse of the town militia. The inauguration, held in 1878, was an event for the whole of Monferrato.


Il fascino del paese incompiuto


Bello, ricco di storia, imponente, panoramico e suggestivo; Vignale Monferrato è il paese del Monferrato che, più di ogni altro, potrebbe rappresentare la cartolina perfetta per la promozione turistica del territorio.

Beautiful, rich in history, majestic, picturesque and evocative; Vignale Monferrato is the town which, perhaps more than any other, could best represent the picture-perfect postcard for the promotion of tourism in the region. Già da lontano, il suo fascino è irresistibile agli occhi di quasi tutti i turisti. Troppo forte è la tentazione di visitarlo al cospetto di quello che sembra essere un dedalo di strette vie, vicoli, piazze e abitazioni arroccate una sull'altra. Una volta giunti nella sua piazza centrale, dopo aver percorso la via principale ricca di negozi e botteghe, la voglia di conoscerlo più a fondo, in ogni suo angolo, prende il sopravvento. Vignale Monferrato è il paese del Monferrato che, più di ogni altro, sembra essere stato involontariamente disegnato per diventare l'emblema del turismo del territorio. La sua visita, però, per quanto suggestiva e ricca di significati, è destinata a lasciare un senso d'incompiuto che porta con sé una labile malinconia. Ci si potrebbe aspettare di trovare i segni di un recente e glorioso passato, quando agli inizi del Novecento era una delle capitali del vino, ma così non è. Avrebbe potuto legare il suo nome in modo indissolubile al Grignolino, uno dei più autoctoni vitigno del territorio che proprio dalle sue colline ha incominciato a raccontarsi in giro per il mondo, ma così non è stato. Al pari della storica cantina sociale, anche la sua rinomata enoteca regionale, all'interno di quel palazzo Callori che rimane tutt'oggi, così sapientemente ristrutturato, uno dei più suggestivi esempi di armonia architettonica di tutto il territorio, ha cessato di vivere. Doveva essere il paese promotore del Monferrato nel mondo con il suo prestigioso festival della danza ma ha cessato di esserlo nel momento cruciale, quello di massimo successo. Vignale doveva

essere tutto ciò che non ha saputo preservare o sviluppare. Eppure Vignale Monferrato rimane sempre lì, fiero di se stesso su quella splendida collina che costituisce un magnifico belvedere naturale, con la sua storia, con le sue tradizioni, con quella sua conformazione urbanistica particolare e con tutto il suo fascino pronto per essere messo a disposizione di ogni visitatore del Monferrato.

E

ven from a distance, its charm is irresistible in the eyes of almost all tourists. The temptation to visit it is overwhelming, despite what seems to be a maze of narrow streets, lanes and squares and houses perched atop one another. Once in the main square, after having crossed the main road lined with shops and stores, the desire to know it more deeply, every corner of it, takes over. Vignale Monferrato is the town which, more than any other, seems to have been involuntarily destined to become the emblem of tourism in the area. Visiting it, however, evocative and rich with meaning as it is, is destined to leave one feeling incomplete, which brings with it a transient melancholy. One could expect to find the signs of a recent and glorious past, when at the beginning of the 20th century it was one of the leading cities for wine, but it wasn't like that. You might have

bound its name to that of grignolino, one of the most indigenous species of grapevine in the area that from its hills word of this wine began to spread; but it wasn't like this either. Like its historic Wine Cooperative, its prestigious Regional Wine Shop inside the Callori palace, has ceased to live, despite remaining, even today, so well-remodeled and one of the most striking examples of architectural harmony throughout the territory. It had to have been the promotional town of Monferrato on the world stage with its prestigious festival of dance; but it ceased to be in the crucial moment - that of maximum success. Vignale could be everything that which it did not know how to preserve or develop. Yet Vignale Monferrato remains always there, proud of itself on that gorgeous hill creating a beautiful natural viewpoint, with its history, its traditions, its particular urban design and all its charm ready to be made available to every visitor of Monferrato.


Giorno Notte P

uò essere definita come una "mostra personale permanente e diffusa". Più semplicemente, si tratta di un'idea lungimirante del pittore Gianni Colonna, estremamente legato al territorio in cui ha deciso di vivere, che ha scelto e posizionato tredici delle sue opere su alcuni edifici di Vignale Monferrato, fra cui anche le tre pievi, donando un nuovo patrimonio artistico e culturale alle generazioni attuali e future. Nuove luci e nuovi colori si sono così accesi su uno dei più conosciuti e iconici paesi del Monferrato. Con queste parole, nel 2014, l'allora sindaco di Vignale Monferrato, Ernesta Corona, commentava l'iniziativa: "Gli ameni scorci vignalesi troveranno un valore aggiunto nell’opera di Gianni Colonna poiché lo spettatore potrà meglio percepire e assaporare i nostri luoghi, già in simbiosi tra natura e architettura, ulteriormente arricchiti dall’arte singolare del suo ispirato autore". "Giorno Notte" è diventato ben presto un itinerario tra le vie, i vicoli e le piazze del paese in grado di offrire un ulteriore stimolo alla curiosità del visitatore, impreziosendo i contenuti della sua esperienza in Monferrato.


I

t can be described as a "permanent and widespread personal exhibition." More simply, this is a forward-thinking idea from Gianni Colonna, a painter with strong ties to the territory where he decided to live. He selected thirteen paintings from among his works and placed them on display on the facades of buildings in Vignale Monferrato, such as its three parish churches, providing a new artistic and cultural heritage for current and future generations. Thus, new lights were lit and colors added to one of the most famous and iconic villages in Monferrato. With these words, in May 2014, Ernesta Corona, then mayor of Vignale Monferrato, commented on the initiative: "The beautiful Vignalese views will gain added value from Gianni Colonna's work, as the audience can better perceive and savor our places, where there is already a symbiosis between nature and architecture, places which are further enriched by the unique art of this inspired painter.” "Day Night" soon became a route between the streets, lanes and squares of the village, offering a further incentive to its visitors’ curiosity, and enhancing the details of their experience in Monferrato.

È uno dei pochi artisti rimasto fedele all'arte figurativa e all’arte sacra. Con le sue esposizioni permanenti e diffuse ha contribuito a valorizzare alcuni paesi del Monferrato. He is one of the few artists who remained true to figurative and sacred art. With his permanent and widespread exhibitions, he contributed towards adding value to some Monferrato villages.

GIANNI COLONNA Regione Sergenti 1 Cella Monte (AL) Tel. +39 0142 489977 giannicolonna.it info@giannicolonna.it


House dreaming


top living recommended

LA CASA DI LEONARDO Murisengo (AL) A.RONDINI Senago (MI) CASE DI COLLINA Moncalvo (AT) HILL MONFERRATO Olivola (AL) IMPRESA EDILE CAVALLONE Casale Monferrato (AL) PISCINE E GIARDINI Casale M.to (AL) STUDIO MONCALVO Moncalvo (AT) DOMUS LC Casale Monferrato (AL) EUROEDIL Casale Monferrato (AL) IMMOBILIARE GHIETTI Casale Monferrato (AL)


Lampada Lederam T1 - © Nava-Rapacchietta

PIAZZA XXV APRILE 24 - Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 456375


Una storia d’Amore Formazione classica, vive tra Milano, il Monferrato e Salina, nelle isole Eolie. Con la sua galleria a Brera, negli anni Novanta, ha dato dignità d’arte all’artigianato artistico d’eccellenza a Milano. Amica di artisti contemporanei, organizza mostre ed eventi di arte e arte applicata. Scrive per le maggiori testate italiane di arredamento e costume, trattando i temi dell’abitare italiano.

A classical grammar school education, now living between Milan, Monferrato and Salina, in the Aeolian Islands. A Gallery in Brera, in Milan in the 90’s she raised the bar of excellence of artistic craftsmanship. A friend of contemporary artists, organizing exhibitions and events of applied art and art. She writes for major Italian home furnishing and custom magazines, dealing with the themes of Italian living.

Quella tra me e il Monferrato è una storia d’amore, che trae le sue origini da lontano e si incrocia con la mia storia d’amore personale con mio marito. Abbiamo avuto negli anni case in campagna, che abbiamo usato con grande piacere e che per casualità della vita abbiamo poi lasciato, consolandoci con lunghe permanenze nella nostra storica casa al mare a Salina, nelle isole Eolie. Tre anni fa decidemmo di fare una scelta definitiva, quella di cercare una casa in campagna da comprare perché fosse la nostra casa per sempre, e contemporaneamente un “green corner” da godere per le nostre figlie, perché, sempre molto impegnate e indaffarate tra lavoro e vita privata, avessero l’occasione di una sosta felice. La scelta cadde su San Salvatore Monferrato, perché eravamo convinti, e lo siamo ancora, che la breve distanza da Milano ci avrebbe permesso di usarla molto. “This is the place”, pensammo, e le piccole gite in loco ci confermarono che tutto giocava a favore del nostro progetto di vita personale e sociale. Ma qui devo raccontare un’altra piccola storia, si tratta della mia passione per Virginia Woolf, la sua vita artistica e letteraria, il suo modo di fare politica, il suo modo di vivere la campagna, di frequentare i suoi amici, dal cenacolo di

Bloomsbury a Londra al gruppo selezionato di Monk’s House. È questo il “nom de plume” che uso quando è opportuno non essere troppo in vista. L’altra grande icona di riferimento della mia vita è Coco Chanel, direi in buona sostanza per gli stessi motivi, a cui si aggiunge l’invenzione di uno stile che ha condizionato positivamente la vita di molte donne, tra cui la mia. Mio marito, con grande ironia tra silenzi favorevoli ed espliciti consensi, condivide o tollera. E per continuare con le citazioni eccellenti, galeotto fu l’incontro proprio a San Salvatore con Cristiano Raffaldi, architetto nativo, paesaggista, intellettuale raffinato e profondo, e attento conoscitore del Monferrato, che eleggemmo subito a primo membro del gruppo Monferratoshire. Con questi ottimi auspici comincia la nostra frequentazione del territorio, che percorriamo anche per lavoro (io) e per piacere come un unico paese, spostandoci da un quartiere all’altro, da San Salvatore a Ottiglio, da Moleto a Olivola fino a Casale, soprattutto per l’impagabile Mercato Pavia e per passeggiate nel centro storico, ritornando però volentieri “a casa”, che per ora è un palazzo. Ma questa è un’altra storia. 126

W

hat exists between Monferrato and myself is a love story which draws its origins from afar and overlaps my love story with my husband. We’ve had houses in the countryside over the years, which we have used with great pleasure and, for the randomness of life we then left, finding solace in long stays at out historic seaside home in Salina in the Aeolian Islands. Three years ago we decided to make a definite decision to look for a country house to buy. It was to be our home forever and, at the same time, a “green corner” for our children to enjoy a happy country break from their busy work and private lives. The choice fell on S. Salvatore Monferrato because we were convinced, and still we are, that the short distance from Milan would have allowed us to use it a lot. “This is the place”, we thought, and the small on-site tours confirmed that it had everything we needed for our personal and social-life plans. But here I have to tell another small story. It is my passion for Virgina Woolf, her artistic and literary life, her way of doing politics, her way of living the countryside, of visiting her friends; from the Bloomsbury group in London to the selected group members at Monk’s House. And this is the “nom de plume” I use when it is


Barbara Vergnano interior designer innamorata di Virgina Woolf, Coco Chanel e del Monferrato

better to remain out of view. I would say that the other great icon in my life is Coco Chanel, and the means by which she has contributed the invention of a style which has positively influenced the lives of many women, including mine. My husband, with great irony ranging between approving silences and explicit consent, shares or tolerates this appreciation. And to continue with the excellent references, the meeting here at S.Salvatore with Cristiano Raffaldi was vital. As a Monferrato-born architect, landscape artist, sophisticated and deep-thinking intellectual and attentive acquaintance of Monferrato, he immediately elected himself to be the first member of the Monferratoshire group. With these great omens, we begin our relationship with the territory, within which we also travel for work and for pleasure as if it was a single country, moving from one neighborhood to another, from S.Salvatore to Ottiglio, from Moleto to Olivola to Casale, Especially for the incomparable Pavia Market and for walks in the historic center, but willingly returning “home�, which, for now, is a palace. But that is another story.


Chiunque ad un certo punto della vita mette su casa. La parte difficile è costruire una casa del cuore. Un posto non soltanto per dormire, ma anche per sognare. Un posto dove crescere una famiglia con amore, un posto non per ovare riparo dal freddo ma un angolino tutto nostro da cui ammirare il cambiamento delle stagioni; un posto non semplicemente dove far passare il tempo, ma dove provare gioia per il resto della vita.

Chiunque ad un certo punto della vita mette su casa. La parte difficile è costruire una casa del cuore. Un posto non soltanto per dormire, ma anche per sognare. Un posto dove crescere una famiglia con amore, un posto non per ovare riparo dal freddo ma un angolino tutto nostro da cui ammirare il cambiamento delle stagioni; un posto non semplicemente dove far passare il tempo, ma dove provare gioia per il resto della vita.


Il dettaglio al centro di tutto

La perfezione che si esterna in armonia, dove nessuna componente prevale sull'altra. Quando si riesce a percepire che progettare, costruire e arredare, per trovare il loro massimo compimento, non possono che essere un'arte. Perfection which is externalised harmoniously, where no single part is more prominent than an other. When one is able to conceptualise and design, to build and furnish, to realise one's ultimate accomplishment, the result can only be a piece of art.

Dove prima vi era un anonimo dirupo di rovi a ridosso di alcuni filari d'uva, adesso sorge un'elegante terrazza con assi di legno che accoglie una piscina dall'acqua cristallina. Un salottino sotto un patio ornato da un rigoglioso gelsomino, un giardino in fiore dai molteplici colori, dei pilastri in stile neoclassico che sostengono delle siepi rotonde ben curate, un'altra piccola terrazza con poltrone a cielo aperto e un vasto prato perfettamente tagliato all'inglese, sono i componenti d'arredo di un insieme che sa esprimere un'armonia pressoché perfetta, già a prima vista. Di fronte, uno scenario di rara bellezza riesce a raffigurare in una sola immagine tutta l'essenza di un territorio ancora ricco di ampi spazi incontaminati, dove le dolci colline si perdono a vista d'occhio una dietro l'altra. Alle spalle, un'abitazione che sembra non potere avere collocazione diversa rispetto a quella che realmente ha. Si tratta di uno straordinario intervento di recupero architettonico, su un’abitazione nata originariamente con poche pretese, ma poi trasformata in qualcosa di veramente unico nel suo genere. Al suo interno colpisce la luminosità degli ambienti, la predominanza del bianco che riesce a donare lucentezza e freschezza, l'ampio spazio dedicato alle vetrate e una cura maniacale per i dettagli, anche i più piccoli, che, inevitabilmente, diventano il centro del tutto. Al piano superiore le stanze dalle cromie più calde, i corridoi

W

here before there was an anonymous ravine of brambles behind some rows of grapevines, there is now an elegant, wooden terrace which houses a swimming pool of crystal clear water. A sitting room under a patio ornamented by a lush jasmine, a garden in bloom with an array of coloured flowers, neo-classical pillars complimenting the well-kept spherical hedges. There is another small terrace with armchairs in the open air and a vast lawn perfectly cut in the English style. These are the furnishings which, when they come together, express an almost perfect harmony, even at f irst glance. At the front of the building, a scene of rare beauty, which manages to bring together in one image all the essential characteristics of a region still rich with unspoiled open spaces, where the rolling hills are 'lost to the eye' one behind the other, behind another, behind another. Behind it is a home which seems perfectly placed. You are dealing with an extraordinary work of architectural recovery, which has transformed a house with few merits into something truly unique. Inside, the lightness of the ambiance is striking, the predominance of white which gives lustre and freshness, the ample space predominated by windows and an almost obsessive attention to every detail, which inevitably become, individually,the central focus. Upstairs are rooms of warmer colours, where the corridors run through the play of light 129


LA CASA DI LEONARDO Architettura del recupero, bioarchitettura, costruzioni, ristrutturazioni e restauri Piazza Garibaldi 22 Moncalvo (AT) Tel. +39 338 2438089 casedicollina.it mossottoarchi@libero.it


che corrono tra giochi di luce, i bagni intrisi di arte e di storia presentano un ambiente diverso, per certi versi inaspettato, altrettanto gradevole. Tutto questo è uno straordinario angolo di Monferrato realizzato dalla Casa di Leonardo, uno studio d'architettura associato a un'impresa di costruzioni che, evidentemente, quando prende in mano un lavoro lo fa cercando di ottenere il meglio da ogni situazione. Autore principale ne è l'architetto Roberto Mossotto, che riesce a trasformare in realtà i gusti estremamente raffinati dei suoi clienti. E per capire quanta passione profonda ci sia nel suo lavoro è sufficiente osservare con quale attenzione mediti e rifletta su quello che ha saputo realizzare, e con quanta attenzione ascolti ancora oggi le impressioni dei suoi clienti, anche a lavoro ultimato. Quando la maestria si unisce al gusto e quando l'armonia con l'ambiente circostante trova compimento, si crea la condizione ottimale per la valorizzazione di un intero territorio. Senza snaturarlo, ma offrendogli quel dettaglio in più in grado d’impreziosirlo. Il dettaglio che si pone al centro di tutto.

and the bathrooms. The space is steeped in art and history presenting visitors with a different ambience – somehow unexpected, yet equally as pleasing. All this makes it an extraordinary corner of Monferrato achieved by La Casa di Leonardo, an architecture studio aff iliated with a construction company which, taking the job in hand, clearly makes the most out of every situation. Master Architect Roberto Mossotto has been able to transform the ref ined tasted of his guests into reality. To understand the depth of passion he has for his work it is enough to simply observe and reflect upon that which he has been able to achieve and how carefully he considers his clients' impressions, even today, to the f inest detail. When mastery meets taste and when harmony with the surrounding environment is achieved, the perfect condition is created for one to be able to truly appreciate the entire territory, without misrepresentation, offering it only more detail by which it may be made richer - the detail which lies at the centre of everything. 131


Lo stile in casa

S

i tratta di un'azienda a dir poco storica, che vanta un'importante nonchÊ consolidata tradizione. Correva infatti la fine degli anni Cinquanta quando fu creata in provincia di Milano da Adelio Rodini. Negli anni la A. Rodini ha poi maturato un'esperienza consolidata nella manutenzione e nella ristrutturazione di immobili storici proprio nel capoluogo lombardo. Dal 1995 entrano in azienda i figli Cinzia e Mauro, rispettivamente responsabili amministrazione, finanza, controllo e direzione tecnica, dedicando parte dei propri sforzi nella sede secondaria di Asti con costruzioni e restauri nella campagna monferrina. Ed è proprio la passione per i restauri che spinge Mauro a frequentare sempre di piÚ il Monferrato, fino alla decisione di trasferirsi in pianta stabile. La sua dimora è la sintesi perfetta della filosofia aziendale, dove si percepisce immediatamente un concetto di stile. Un luogo speciale, dove la cura dei dettagli e il recupero di materiali del passato che si integrano con oggetti dal design accattivante creano un'armonia unica.


Quando la qualitĂ della vita si riflette nell'armonia della casa. Quando la cura dei dettagli diventa una prioritĂ  e il design si integra con gli oggetti della tradizione portati a nuova vita. This is a fairly old business which boasts an important and consolidated tradition. It was in fact the late fifties when it was created in the province of Milan by Adelio Rodini. Over the years, Rodini has gained and consolidated his experience in the maintenance and renovation of historic buildings in the Lombardy capital. Since 1995, his children Cinzia and Mauro have been involved in the company, respectively responsible for administration, finance, control and direction of the technical aspect, dedicating part of their efforts to their secondary branch in Asti which oversees construction and restorations in the Monferrato countryside. And it is the passion for restoration that moved Mauro to visit Monferrato more and more often, until he decided to settle down there. His home is the perfect representation of the company philosophy, where you immediately perceive a style concept. A special place where attention to detail and materials retrieved from the past combine, with captivating objects in the design, creating a unique harmony.

When the quality of life is reflected in the harmony of the home. When attention to detail becomes priority and items of a traditional past are given new life as they are integrated into the design.


La casa dei sogni

Agenzia di intermediazione immobiliare, studio di architettura, impresa di restauro, risanamento e ristrutturazione, paesaggio e giardini per esaudire il sogno di una casa in Monferrato.

O

n entering the office of Case di Collina, you can understand many things about the attention to detail, the refined taste and the passion with which dealings and property renovations are handled. Its premises, inside an ancient building in the main square of Moncalvo, can do nothing but increase the desire to own a house in Monferrato. Carol Introvigne and her staff, to their credit, have created an ambience rarely experienced, every detail of their interior design is wonderfully refurbished. They have chosen dĂŠcor which reflects taste, simplicity and appealing design, and the splendid images of traditional Monferrato-style houses on the walls are the perfect corollary for what promises to be a fantastic journey among the most authentic homes in the region, carefully selected to satisfy their customer's tastes.

Entrando nell'agenzia Case di Collina si possono capire molte cose circa l'attenzione, il gusto e la passione con cui vengono trattate le compravendite e le ristrutturazioni immobiliari. I suoi locali, all'interno di un antico palazzo nella piazza centrale di Moncalvo, non possono fare altro che aumentare il desiderio di possedere una casa nel Monferrato. Merito di Carol Introvigne e del suo staff che hanno ricreato un ambiente come di rado capita di vedere. Una splendida ristrutturazione curata in ogni minimo dettaglio, un arredamento che rispecchia gusto, semplicitĂ e design accattivante, e le splendide immagini di abitazioni monferrine alle pareti sono il perfetto corollario che preannuncia al cliente un fantastico viaggio tra le piĂš autentiche abitazioni del territorio, selezionate con cura per soddisfare i gusti della clientela.

A real-estate agent and architectural studio which provides all your restoration, refurbishment and renovation needs, including landscaping and gardening to help you realise your dream of a home in Monferrato.

CASE DI COLLINA Piazza Garibaldi 22 Moncalvo (AT) Tel. +39 0141 917864 Tel. +39 338 5919771 casedicollina.it info@casedicollina.it Facebook: Casedicollina Real Estate

135


Nuova vita, vecchio stile

D

are nuova vita alle abitazioni in forte contrasto con le tipicità e le tradizioni dell'ambiente in cui sorgono è il sogno di chiunque consideri il piacere estetico come un elemento peculiare in grado di valorizzare un intero territorio. Per realizzarlo, è necessario avere la volontà di ricercare soluzioni alternative sfruttando e valorizzando al meglio ciò che a volte nasconde l'evidenza. Ci sono riusciti Cristiano Raffaldi e Alessandro Redoglia con il loro studio di architettura, trasformando un'anonima palazzina costruita a San Salvatore Monferrato negli anni Settanta in un'abitazione di pregio dal fascino esclusivo. Come per magia, antichi mattoni rubano la scena allo sterile intonaco incolore e nuove vetrate illuminano gli spazi interni, finemente rivisitati e arredati. Una nuova situazione in cui l'inconsistenza del prima si trasforma in nuovi contenuti capaci di stupire. Un nuovo concetto di architettura integrata con il territorio, volta a riscoprire il fascino primordiale di molti paesi del Monferrato in tutta la sua essenza.


Uno studio di architettura e una vetrina come contenitore di idee e oggetti: Hill Monferrato a Olivola, per un nuovo concetto di architettura integrata con il territorio.

T

o be able to breathe new life into buildings which are in sharp contrast to the characteristics and traditions of their environment, is the dream of anyone who regards aesthetic pleasure as a key element that could add value to an entire area. To achieve this, you must have the will to seek radical new solutions by embracing and enhancing to its fullest potential what is sometimes hidden in plain view. Cristiano Raffaldi and Alessandro Redoglia have succeeded in this with their architecture firm, transforming an anonymous apartment block built in San Salvatore Monferrato during the seventies into a luxury residence with exclusive appeal. Magically, ancient bricks steal the show where once was nondescript and colorless plaster, and new windows light up its interiors, finely restored and furnished. A new entity, where its former inconsistency is transformed into impressive new content. A new concept of architecture closely integrated with the territory, aimed at rediscovering the original charm of many Monferrato villages in all their essence.

An architecture firm and a showroom for both ideas and objects: Hill Monferrato in Olivola, for a new concept of architecture closely integrated with the territory.

HILL MONFERRATO Piazza Europa 1 Olivola (AL) Tel. +39 329 2125836 hillmonferrato@libero.it Facebook: HILL Monferrato


Innamorati della Pietra da Cantoni Maggio 1995, gli occhi di due ragazzini incuriositi di fronte a un affascinante cascinale in pietra da cantoni da ristrutturare sulle colline monferrine. Un primo approccio di due fratelli al mondo del lavoro del papà e che presto sarebbe diventato anche il loro mondo: l'impresa edile Cavallone. May 1995, the eyes of two curious children, in front of a captivating farmhouse in 'pietra da cantoni' (a type of local sandstone) to be renovated in the hills of Monferrato. The first steps of two brothers into the world of their father's work which was to soon become their world too: the construction company Cavallone.

"Pa’, ma cos’è questa pietra da cantoni?" "Cari ragazzi, è una pietra utilizzata come materiale costruttivo e architettonico per la compattezza delle arenarie marnosocalcaree che la costituiscono. Pensate che venne impiegata già prima dell’anno Mille nel duomo di Casale Monferrato". "E dove la possiamo trovare?" "Facile, sotto i vostri piedi! Le nostre colline ci hanno regalato questo materiale, attraverso il sudore dell’uomo che manualmente lo cavava trasformandolo in blocchi. La brutta notizia è che oggi le cave sono tutte abbandonate, quindi deve essere nostra attenzione recuperarla nelle preesistenze, quando possibile, per poi farne un corretto riutilizzo nel recupero abitativo o su nuove costruzioni". "Papà, è vero, ha il colore della nostra terra!" "Certo, ragazzi, la pietra da cantoni è fatta dalla nostra terra ed è un elemento assolutamente identificativo del nostro Monferrato casalese, basti pensare ad architetture tipiche come ‘infernot’ e ‘casot’. Rappresenta nel nostro settore un vero e proprio simbolo di unità, direi inscindibile, di costruito e ambiente naturale". "Ma come mai, se questa pietra è così speciale, la ritroviamo spesso volutamente nascosta sotto l’intonaco?" "Perché nasce come materiale povero, e soltanto negli ultimi decenni ci si è resi conto della sua unicità. Un tempo le parti abitative delle case venivano intonacate per nobilitarne l’aspetto rispetto per esempio a stalle o fienili. Oggi questa tendenza è cambiata, forse un po’ per moda, ma soprattutto per l’acquisita consapevolezza che può rappresentare la vera ricchezza di un edificio se riportato a vista, regalando

emozioni a chi lo vede e a chi lo vive". "Papà, ma come si può recuperare o utilizzare correttamente la pietra da cantoni?" "È semplicissimo! Come faceva il nonno Renzo e come faccio oggi io! Sono segreti tramandati nel tempo. I blocchi vanno selezionati per colore e consistenza, spazzolati in modo non aggressivo, lavorati in un certo modo per dar vita a una muratura e preferibilmente non appoggiati direttamente sul terreno, stuccati con certe modalità curando la finitura della calce oltre a ricercarne una certa consistenza e cromia. E poi... poi insomma volete sapere troppo! Da domani si inizia il cantiere, quindi meno parole e tutti presenti a vedere in pratica come i nostri operai daranno nuovo splendore a questo bel cascinale!" "Agli ordini, capo!"

“D

ad, what is 'pietra da cantoni'?” “My dear boys, it's a stone used as a building and architectural material; because it's made of a sandstone of marble and limestone it is very compact. Just think! It was first used way back in the ninth century in the cathedral of Casale Monferrato.” “And where can you find it?” “That's simple! Under your feet! Our hills have provided us with this material, through the sweat of men who excavated them and shaped the blocks by hand. The bad news is that the quarries are all abandoned, so it's our job to salvage the existing stone for reuse and, when possible, to put it to good use again in the reconstruction of old houses or in new buildings.” 138

“Dad, it's true! It's the colour of our soil!” “Sure, kids, 'la pietra da cantoni' is made from the soil of our land and is absolutely an identifying feature of the Casale-Monferrato region; just think of the typical architecture like the 'infernot' and 'casot'. It represents, to the building sector, a true and real symbol of the inseparable unity between constructed and natural environments.” “But why, if this stone is so special, is it so often plastered over?” “Because it was first believed to be a poor material, it's only in the last decade that people have realized how unique it really is. Back in the day, the living quarters of the house were plastered and painted so as to differentiate them from the barn or hayloft part of the building. Today this trend has changed, perhaps due to fashion, but above all because of a new awareness; that it can represent the true richness of a building when visible, raising emotions in those who see it and those who live it. " "Dad, but how can you salvage or use 'la pietra da cantoni' properly?" "It's easy, just like Grandpa Renzo did, and how I do it today! They're secrets passed down over time. Blocks must be selected for color and consistency, brushed gently but firmly, worked in a way to give life to the stone, preferably not putting it directly on the ground, plastering it in certain ways and paying special attention to the finishing of the lime, in addition to aiming for a certain consistency and color ... And then ... then in short you want to know too much! Tomorrow you start work, so less words and turn up tomorrow to our watch our workers first-hand as they give new splendor to this beautiful farmhouse! " "Yes, boss!"


Insomma, da quel giorno di maggio di 22 anni fa mi sono innamorato della pietra da cantoni e della sua magia, mi sono innamorato del mio territorio e del mio lavoro che mi mettono a contatto con lei ogni giorno, innamorato a tal punto da renderla protagonista assoluta anche della mia tesi di laurea! Semplicemente amore a prima vista! In short, since that day in May 22 years ago I have been in love with 'la pietra da cantoni' and her magic, I've been in love with my land and my work which puts me in contact with her every day, in love to the point of making her the absolute leading-lady of my graduating thesis! Simply put – it was love at first sight!

IMPRESA EDILE CAVALLONE Via Massimo d'Azzeglio 7 Casale Monferrato (AL) Tel. + 39 0142 451151 Cell. +39 333 8598141 impresacavallone.it giannica@netcomp.it Facebook: Impresa Edile Cavallone


Azzurro cristallino e verde smeraldo

Quando una piscina è progettata con sapienza e un giardino è curato nei minimi dettagli, questi due elementi si trasformano immediatamente da semplici accessori a componente essenziale dell'abitazione. A volte, la più affascinante. Per far si che avvenga ciò sono indispensabili, su tutto, una spiccata sensibilità verso l'estetica e la conoscenza di quanto di meglio può offrire un mercato in continua evoluzione. Quello che offre Piscine e Giardini è prima di tutto un delicato lavoro di consulenza, volto a comprendere e realizzare le aspettative dei clienti che intendono realizzare la casa dei propri sogni in Monferrato. Per le piscine, la proposta è pressoché illimitata, avendo a disposizione un'ampia scelta di misure, forme, rivestimenti esterni ed interni e accessori vari. Anche per i giardini, la proposta può spaziare da quelli all'italiana a soluzioni più innovative, sempre con l'attenzione per l'armonia dell'insieme. Il plus di Piscine e Giardini, inoltre, consiste nell'assistenza e nella manutenzione ordinaria e straordinaria di quanto è stato realizzato. Con un team ormai affiatato di esperti nell'ambito idrico e di giardinieri, viene quindi stabilito un rapporto duraturo nel tempo con il cliente. Un servizio completo in grado di offrire qualità e sicurezza all'insegna della tranquillità del cliente.


La casa perfetta è quel luogo dove ci si sente in armonia con se stessi fin dal primo momento. Ăˆ un luogo ideale, dove si prova gioia quando lo si incontra e nostalgia quando lo si lascia. The perfect home is a place where you feel in harmony with yourself right from the first instance. It is an ideal place where you feel joy when you enter it and miss it when you're not there.

PISCINE E GIARDINI Corso Alfieri 231 Asti (AT) Tel. +39 339 6408014 Tel. +39 346 3611512 lamonica.antonello@libero.it

W

hen a swiming pool is planned with awareness and a garden is looked after to the smallest detail, these two elements are transformed from simple accessories into the home's essential components. Sometimes, the most engaging. In order to do this, a strong aesthetic sensitivity and a knowledge of the best there is to offer in an evolving market are indispensible above all. What Piscine e Giardini offers, first and foremost, is consultation with tact and care, in order to fully understand and meet the expectations of customers who desire a dream home in Monferrato. For swimming pools, the selection is almost unlimited, having a wide choice of sizes, shapes, exterior and interior finishes and various accessories available. As for gardens, your may prefer a traditional Italian setting or a more novel solution, but care is always taken to harmonise the asthetics. The plus of Piscine e Giardini is the support they offer in both the dayto-day and out of the ordinary maintenance of what has been accomplished. With a team now equipped with experts in water and gardening, a long-term relationship with the customer is established. A complete service offering quality and security in the name of their clients' serenity.


Dove abita il cuore T

he choice, quality and variety of properties that Claudia Minoia and Laura Caracciolo Franco make available to their customers at any time of the year are perfectly reflected in the passion they both feel for the Monferrato landscape, its traditions, its history and culture. Availability, professionalism and desire to continually seek out local housing solutions are their strengths. Details reflected in the welcoming office located in one of the main squares of Moncalvo, close to the historic center. With the sole objective of promoting the area, Studio Moncalvo offers tourists Holiday Property Rentals and can help you organize your stay in Monferrato; from your arrival, to activities during your stay until your departure, to make it as easy for you as possible.

La scelta, la qualità e la varietà degli immobili che Claudia Minoia e Laura Caracciolo Franco mettono a disposizione della loro clientela in ogni periodo dell'anno si riflettono perfettamente nella passione che entrambe nutrono per il paesaggio monferrino, per le sue tradizioni, la sua storia e cultura. Disponibilità, professionalità e voglia di ricercare continuamente soluzioni abitative rappresentative del territorio sono i loro punti di forza. Peculiarità che si riflettono nell'accogliente ufficio ubicato in una delle principali piazze di Moncalvo a ridosso del centro storico. Con l'unico obiettivo di promuovere il territorio, inoltre, lo Studio Moncalvo offre ai turisti il servizio di affitto vacanza gestendo il soggiorno in Monferrato in tutte le sue principali fasi, dall'arrivo, alle attività durante il soggiorno, fino alla partenza, per il massimo comfort possibile.

Il sogno di vivere in Monferrato, in una di quelle tipiche abitazioni che ne hanno segnato la storia nel tempo. Un'agenzia immobiliare che è diventata un vero e proprio riferimento sul territorio. The dream of living in Monferrato, in one of those typical houses which have marked a time in history. A real estate agency which has become a real landmark.

STUDIO MONCALVO Piazza G. Romita 12 Moncalvo (AT) Tel. +39 339 1456744 Tel. +39 338 5919771 studiomoncalvo.it info@studiomoncalvo.it Facebook: Studio Moncalvo La Tua Agenzia immobiliare

143


Mons Ferratus Domus Mea

Dove serve competenza e professionalità, in un settore commerciale estremamente delicato, perché la casa è un bene importante. Where expertise and professionalism is essential in this extremely delicate business sector, because the home is a very important asset.

L'

L’agenzia immobiliare Domus nasce circa trentacinque anni fa nella centralissima piazza Mazzini, il cuore di Casale Monferrato. Oggi la seconda generazione porta avanti sul territorio un impegno lavorativo costante e qualificato occupandosi non solo della compravendita e locazioni di immobili, ma anche di cessioni di attività. I servizi di alto profilo professionale, che spaziano dagli aspetti commerciali a quelli urbanistici e progettuali nonché delle certificazioni energetiche, interior design e gestioni condominiali, sono garantiti da un team di esperti nel settore, gruppo di lavoro guidato con maestria dalle titolari Monica e Marcella Coppo e composto dal dott. Luca Coppo, Pierangela Ferraris, arch. Stefania Coppo, geom. Pietro Azimonti e geom. Andrea Vecchiattini.

DOMUS LC

INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE

Piazza Mazzini 5 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 75983 domuslc.it info@domuslc.it Facebook: Domus LC Intermediazione Immobiliare

144


Ristrutturare la casa Con oltre trent'anni d'esperienza nella fornitura di materiali per le ristrutturazioni, nei suoi punti vendita di Casale Monferrato, Mirabello e Acqui Terme è un riferimento per trasformare la casa con gusto. Over thirty years of experience in supplying materials for renovation and outfitting, with their outlets in Casale Monferrato, Mirabello and Acqui Terme; Euroedil is an important reference point in the tasteful transformation of your home.

Possedere una casa in Monferrato è il sogno di molti, e nell'immaginario collettivo esso si configura con la bellezza di un palazzo storico nelle città o nella tranquillità di una casa di campagna. Qualunque sia la vostra casa ideale saranno fondamentali i materiali con cui essa verrà costruita e arredata. In questo settore Euroedil rappresenta un sicuro punto di riferimento capace di proporre, in ben tre esposizioni su una superficie di 6000 mq, i migliori marchi del settore per quanto concerne l'arredo bagno, i pavimenti da interno, pavimenti esterni, rivestimenti, parquet e laminati, porte interne e blindate, serramenti, chiusure per garage, materiali edili, arredo giardino e scale. Uno staff di professionisti è in grado di aiutare il cliente nella scelta dei materiali e nella progettazione degli ambienti, offrendo altresì una consulenza sulle detrazioni fiscali del 50% e 65% riguardanti le pratiche di ristrutturazione edilizia.

M

EUROEDIL Strada Valenza 7/S Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 435281 euroedil.it info@euroedil.it Facebook: Euroedil Group

any dream to own a home in Monferrato and in the collective imagination it is planned with the beauty of an ancient palace in the city or in the tranquility of a country house. Whatever might be your ideal home the materials with which it is built and fitted out are fundamental. Euroedil represents a reliable point of reference in this sector; able to suggest, from one of their three showrooms exhibiting, 6,000m2 in total, of the best brands when it comes to bathrooms, paving for internal and external areas, cladding, parquet and laminates, internal and security doors, windows, garage doors, building materials, garden furniture and staircases. Their professional staff are able to help their customers in the choice of materials and in the interior and exterior design. Additionally, staff are familiar with the 50% and 65% tax deductions available for building renovation practices.


Country living Le case del Monferrato, icone classiche del country-living ma non solo. Questo studio immobiliare vanta una pluriennale esperienza ormai consolidata nell'ambito delle compravendite immobiliari oltre che nel mercato locale anche in quello ligure, nel settore degli immobili di prestigio e anche delle aziende agricole a livello nazionale. Grazie alla collaborazione di professionisti di fiducia, Studio Immobiliare Ghietti offre tutti i servizi necessari per garantire la sicurezza della vendita e la tranquillitĂ dell'acquisto, oltre che soluzioni in locazione. Oltre alla classica attivitĂ  commerciale questa agenzia si propone sul mercato con un'ampia offerta di servizi che spaziano dalla consulenza tecnica a quella finanziaria: valutazioni immobiliari, ricerca di locali commerciali e produttivi, certificazione energetica e visure ipocatastali.

Il Monferrato, una zona in forte crescita nella quale gli immobili mantengono il proprio valore, elemento in controtendenza nazionale. Monferrato, an area showing strong market growth, where real-estate maintains its value, a counter trend to the rest of the country.

he houses of Monferrato are T classic icons of country-living, but not only. This real-estate studio

boasts years of experience in the f ield of real-estate, in the Ligurian as well as Monferrato market, dealing with the prestigious real estate and agricultural sectors nationally. Thanks to the collaboration of trusted professionals, Studio Immobiliare Ghietti offers all the services necessary to guarantee the security of the sale and the ease of purchase, as well as solutions in leasing. In addition to the standard services, clients benef it from their technical and f inancial advice, real estate assessments, their skill in searching for the ideal commercial and production premises and energy certif ication. 146

STUDIO IMMOBILIARE GHIETTI Via Benvenuto Sangiorgio 9/E Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 76595 immobiliareghietti.it studio@immobiliareghietti.it


Shopping & business

Shopping & Business recommended

ESCUDAMA Coniolo (AL) EUROOTTICA Casale Monferrato (AL) G.SPORT Casale Monferrato (AL) INGEGNI Casale Monferrato (AL) LAN SERVICE Casale Monferrato (AL) RUSTICO Casale Monferrato (AL) ANDREA PICCINELLI Grazzano Badoglio (AT) ANTOS Ozzano Monferrato (AL) EIFFEL 59 Casale Monferrato (AL)


L'

artigianato Glocale

C

i sono luoghi dove il tempo sembra scorrere lento e il lavoro dell’artigiano dà ancora vita a piccoli grandi gioielli, la cui qualità non scende mai a compromessi. È in uno di questi piccoli borghi del Monferrato, a Coniolo, che ha preso vita il progetto di Caterina Falaguerra. Trascinata dal suo entusiasmo per il bello e l’attenzione al dettaglio, ha riproposto oggetti che rischiavano di restare nei nostri ricordi di bambini: la cartella di scuola e il cestino, disegnati con forme più morbide e angoli addolciti, e pensati con vernici e tinte modernissime. Ed è così che a partire dal 1981 sotto il marchio Escudama nasce la cartella-borsa, Caterina. Forte del suo successo e della impeccabile qualità artigianale, Escudama si sta preparando a incontrare il grande pubblico con nuove proposte che lasceranno il segno.


Quando l’artigianalità locale si fonde con lo stile e la creatività di Escudama succede che il prodotto diventa Glocale, guadagnandosi così il passaporto per il mondo.

T

here are places where time seems to move slowly and the artisan's work gives life to big little gems; the quality of which never bows to compromise. It is in one of the small villages of Monferrato, in Coniolo, where the projects of Caterina Falaguerra are brought to life. Marked by her enthusiasm for the beautiful and her attention to detail, she has brought back objects at risk of remaining in our childhood memories: the school folder and the basket, drawn with subdued shapes and softened corners, thoughtfully framed and painted in modern colors. And so since 1981, under the brand name Escudama, the briefcase Caterina, was created. Fortif ied by its success and impeccable craftsmanship, Escudama is preparing to meet the general public with new pieces which will leave their mark.

When local artisan craftsmanship is fused with the style and creativity of Escudama, the finished product is bound to go Glocal, earning itself a passport for the world.

ESCUDAMA Strada Casale, km 5.500 Coniolo (AL) Tel. +39 0142 464613 escudama.it Facebook: Escudama


Montature da vista e occhiali da sole delle migliori marche. Classici, eleganti, sportivi ma anche innovativi, di carta o di legno. Un vasto negozio con ampia scelta di modelli e con un laboratorio ottico specializzato, dove la salute degli occhi è al centro di tutto, il servizio è personalizzato, ma senza tralasciare l'importanza del look. Framing spectacles and sunglasses of the best brands. Classical, elegant, sporty but also innovative – in paper or wood. A large shop with ample choice of models with a specialized optometry workshop where eye-health is the central focus and the service personalized without putting aside the importance of your “look”.

152


L

Amore a prima vista

L enti chiare o scure? Montatura quadrata o rotonda? Poi ancora, un gusto rétro o un design innovativo? A differenza di quanto succedeva in passato, oggi gli occhiali, sia da sole che da vista, sono accessori che danno una marcia in più al look. La scelta del modello più adatto non è solo questione di forme del volto e di tendenze di mercato, al contrario è sempre più un’esperienza emozionale, che tira in gioco l'abbigliamento, ma anche lo stato d'animo e il carattere. In questo ambito, Euroottica è il negozio di riferimento per chi è alla ricerca di prodotti e servizi di altissima qualità in grado di soddisfare ogni necessità. Negli ampi spazi del bellissimo e comodo punto vendita di Casale Monferrato è possibile optare per una vasta scelta di modelli per ogni difetto visivo, dalla miopia all’ipermetropia, oltre che per una vasta gamma di lenti a contatto giornaliere, quindicinali e mensili con relativi detergenti e conservanti. La correzione visiva avviene a seguito di un accurato servizio optometrico svolto da personale altamente qualificato. Se la necessità è invece quella di un occhiale da sole, presso Euroottica è possibile scegliere tra occhiali con lenti polarizzate, specchiate e fotocromatiche delle migliori marche. Non ultima, la scelta dell'occhiale giusto per lo sport è un elemento fondamentale; anche in questo caso Euroottica è in grado di proporvi il migliore modello che ci sia per ogni attività outdoor, il running, lo sci, il ciclismo, o gli sport di squadra. Infine, da segnalare che l'attrezzato e modernissimo laboratorio interno è in grado, all'occorrenza, di assemblare un occhiale in pochissime ore. Tutto ciò tenendo conto delle esigenze economiche del cliente.

C

lear or dark lenses? A round or square frame? Now, is your taste retro or are you more for an innovative design? Different to how things were in the past, today's glasses, whether they be spectacles or sunglasses, are an accessory which give your “look” an edge. Choosing the model which best suits you isn't just a question of the shape of the frame or what's in fashion. Quite the opposite. It is increasingly an emotional experience which not only brings clothing into play, but also mood and personality. In this setting, Euroottica is the place to go to for those who are searching for products and services of the highest standard, able to meet every need. In the spacious, gorgeous and comfortable store in Casale Monferrato, you can opt from a wide range of models for every optical problem, from near to farsightedness as well as stocking a wide range of daily, fifteen and monthly contact lenses with their cleaning solutions. Eye examinations and treatments are performed by highly qualified personnel. If, instead, you need sunglasses, at Euroottica you can choose between polarized, mirrored and photochromic lenses of the best brands. Last, but not least, the correct choice of sunglasses for sport is a key element; also in this case Euroottica is able to offer you the best model for outdoor activities such as running, skiing, cycling and team-sports. Finally, it is worth noting that the well-equipped and modern on-site workshop is able to assemble a pair of glasses in only a few hours if necessary; all this taking into account the customer's economic needs. 153

EUROOTTICA Strada Valenza 8/D Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 418656 euroottica.net eurootica@libero.it Facebook: Euroottica Casale Monferrato


&

sportswear lifestyle

P

assione per lo sport e per lo stile; sono questi i due punti fermi di G.Sport, il rinomato negozio di articoli sportivi e abbigliamento situato nel centro storico di Casale Monferrato. Un punto di riferimento per tutti gli appassionati dello sportswear e del lifestyle legato al mondo outdoor, dove moda, eleganza e qualità trovano la loro massima espressione. Andrea ed Enrica, insieme al loro team di professionisti, mettono a disposizione della loro clientela trent'anni d'esperienza nel settore con un negozio finemente arredato forte di un'ampia scelta di abbigliamento e accessori. Quello che per tutti loro è sempre stata una passione nonché uno stile di vita, nel corso degli anni si è trasformato in un appagante lavoro che esprime il meglio del suo potenziale nel periodo autunnale e invernale. Le selezionate linee di moda Ralph Lauren, Fred Perry, Brooksfield, Woolrich, RRD, K-Way, Lacoste, La Martina e Patagonia, solo per citare le più rappresentative, come Stöckli, Head, Atomic nell'ambito degli attrezzi più performanti per lo sci, costituiscono una delle scelte più complete in città e nel circondario. Inoltre, il laboratorio interno specializzato nella manutenzione degli sci costituisce un'ulteriore servizio per tutti gli appassionati.


A

passion for sport and style: these are the core values of G.Sport, the wellknown sportswear and clothing store located in the historic center of Casale Monferrato. A hot-spot for all sportswear and lifestyle enthusiasts around the world, where fashion, elegance and quality is the name of the game. Andrea and Enrica, together with their team of experts, make thirty years of experience gained in the field available to their customers, from a finely furnished shop with an impressive range of clothing and accessories. While for all of them this has always been a passion and a lifestyle choice, over the years it has also become a fulfilling job which achieves its full potential during the autumn and winter seasons. With some carefully selected fashion lines such as Ralph Lauren, Fred Perry, Brooksfield, Woolrich, RRD, K-Way, Lacoste, La Martina and Patagonia, just to name a few leading brands, but also Stöckli, Head, Atomic for the highest performance ski gear and equipment, they offer one of the widest ranges of products in town and in the surrounding area. Moreover, their workroom specializing in ski maintenance is an extra service for all enthusiasts.

L’azienda Woolrich nasce all'inizio dell’Ottocento e continua tuttora a produrre tessuti e capi d’abbigliamento secondo la tradizione su cui è stata fondata. La collezione Woolrich John Rich & Bros. riflette la tradizione Woolrich, combinando l’identità storica del marchio con l’interpretazione contemporanea dell’icona americana ed è riconosciuta e apprezzata per il suo contributo di qualità che le permette di rimanere fedele al DNA dell’azienda da cui prende il nome. L’ormai storica collaborazione di Woolrich con G.Sport è un connubio perfetto che riassume la capacità di entrambi di soddisfare i clienti più esigenti. The Woolrich company began in the early Nineteenth century and today is still making fabrics and garments according to the tradition on which it was founded. The Woolrich John Rich & Bros collection reflects the Woolrich tradition, combining the historical identity of the brand with the contemporary interpretation of the American icon, and is acknowledged and appreciated for its quality contribution which has allowed it to remain faithful to the DNA of the company from which it takes its name. Woolrich's historic collaboration with G.Sport is a perfect combination which sums up the ability of both companies to meet the needs of their most demanding customers.

G.SPORT

Via Roma 56 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 454995 info@gsportcasale.it Facebook: G Sport Casale

155


Il coraggio del futuro. “mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo” "Coming together is a beginning; keeping together is progress; working together is success."

INGEGNI Via Pierenrico Motta 22 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 782888 ingegnihub.it info@ingegnihub.it Facebook: Ingegni


Ingegni è un incubatore che nasce a Casale Monferrato nel gennaio 2016, con lo scopo di diventare il ponte tra l’industria del territorio, le nuove tecnologie e la scuola. L'obiettivo è quello di creare un ecosistema in cui possa diffondersi l’ingegno, l’intraprendenza, la capacità di creare innovazione partendo dai giovani che devono essere valorizzati. L’incubatore si offre come strumento per il trasferimento tecnologico, come supporto per la nascita di nuove idee imprenditoriali e per la digitalizzazione delle imprese già presenti sul territorio, attraverso il supporto di un team specializzato che accompagna la start up o l’impresa in tutto il suo percorso. La finalità è quella di creare un luogo dove far ripartire il progresso e trasformare un'area, quella del Monferrato, in un territorio attrattivo. Ingegni vuole essere il “big push”, ovvero la spinta iniziale che permetta di ripartire attraverso la creazione di start up innovative e la riorganizzazione delle imprese esistenti, creando posti di lavoro a elevata professionalità. L’incubatore crea sinergie tra le imprese ospitate, contatti con le

imprese presenti sul territorio, con laboratori di ricerca generando una rete di relazioni finalizzate allo sviluppo e alla crescita delle aziende, e conseguentemente del territorio. In particolare, Ingegni pone le basi per l'avvio di partnership, scambio di esperienze e sviluppo di competenze, offrendo anche percorsi completi, dalla prototipazione, al tutoraggio nella gestione di impresa, al supporto nella strategia finanziaria, all’affiancamento formativo in azienda e scolastico.

Ingegni is a business incubator founded in Casale Monferrato in January of 2016 with the purpose to become the bridge between the territory's industry sector, new developments in technology and the schools of the region. The aim was to create a fertile ecosystem in which ingenuity, resourcefulness and the capacity to innovate could spread; starting with those who must be valued - the young. The incubator offers itself as an instrument for technology transfer, as a source of support for the

development of new entrepreneurial ideas, for digitalisation of businesses already established in the area, utilising the support of a specialist team which oversees the start up or the enterprise throughout its development. The aim is to create a place where progress in Monferrato is revived, transforming and improving the potential of the region. Ingegni wants to be the "big push" - the initial thrust which ignites this transformation through the creation of innovative start-ups and the reorganisation of existing businesses thereby creating higher level employment opportunities. The incubator creates synergy between hosted businesses, putting them in contact with companies in the region, providing workspaces for research, generating a network of relationships aimed at the development and growth of companies, and consequently, the territory. In particular, Ingegni builds the foundations for starting partnerships, exchanging experiences and developing skills. It offers complete pathways; from prototyping, mentoring in enterprise management, to supporting the company's financial strategy by alongside training at business and school levels.


Fare rete in Monferrato

L an Service da oltre venticinque anni porta l’innovazione tecnologica nel nostro territorio e ne è il punto di riferimento consolidato, con l’impegno di portare Internet in tutto il Monferrato, offrendo servizi di qualità tagliati sulle esigenze degli utenti, siano essi di tipo domestico che professionale. L’azienda si occupa inoltre di sicurezza domestica con innovativi sistemi di videosorveglianza e sicurezza informatica, gestendo tutto il complesso universo dell’antivirus e della protezione dei dati aziendali. Lan Service group è in grado di sollevare i suoi clienti da ogni preoccupazione in ambito tecnologico, offrendo soluzioni informatiche in cloud e prendendo in carico tutta la complessità del data center e degli applicativi collegati, rendendo visibile su Internet il business dei propri clienti mettendoli in grado di lavorare sui propri sistemi da ovunque e con qualunque device. Per il futuro, la strategia aziendale è mirata al consolidamento delle partnership con le aziende locali, attraverso un nuovo modello partecipativo, lavorando


Servizi informatici e non solo offerti da una società giovane e dinamica, fortemente orientata all’innovazione e con una particolare attenzione al territorio. ogni giorno fianco a fianco con i propri clienti con un unico obiettivo comune che si traduce nello slogan: “Facciamo Rete”. Il forte radicamento al territorio è inoltre rappresentato dagli investimenti di sponsorizzazione e sostegno nelle realtà sportive locali, intese come espressione di valori condivisi dello sport.

F

or over twenty-five years Lan Service has been providing our area with technological innovation, and it is now a reference point, thanks to their commitment to spreading the Internet across Monferrato, offering quality service tailored to the needs of their customers, whether they are home or professional users. The company also works in the home security field, with innovative video surveillance and information security systems, managing the complex world of anti-virus and enterprise data protection. Lan Service Group is able to free its customers of all their technological concerns, providing cloud computing solutions and taking over

complex data centers and related applications, making their customers' business visible on the Internet by enabling them to work on their systems from anywhere and with any device. For the near future, their business strategy is aimed at consolidating partnerships with local businesses through a new participatory model, and working day by day alongside their customers with a single common goal that translates into their slogan: "Let's Build a Network". Their strong roots in the territory are also emphasized by their sponsorship and financial support of local sports teams as an expression of shared sporting values.

LAN SERVICE GROUP Via Brodolini 80 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 330500 lanservicegroup.it info@lanservice.it Facebook: Lan Service group

159

IT services and more offered by a young and dynamic company, highly innovation-oriented, with a special focus on its territory.


Rustico raffinato Più di cento anni d'esperienza nel settore dell'oggettistica per la casa, per un negozio dove si è accolti con professionalità, disponibilità e passione. More than 100 years of experience in the area of housewares; for a shop where you are greeted with professionalism, availability and passion.

Passeggiando per la centralissima via Roma a Casale Monferrato, le storiche fotografie in bianco e nero che ne sovrastano le vetrine fanno subito intuire che si tratti di un negozio ricco di storia. In effetti, correva il 1911 quando Pietro Rustico, figlio di Dionigi, commerciante di frutta e verdura, iniziò a vendere stoviglie per la casa spostandosi con un carretto trainato da un cavallo da un mercato all'altro. Di anni ne sono trascorsi più di cento e oggi il negozio Rustico, gestito da Roberto e da sua figlia Chiara, è la più antica azienda di Casale Monferrato. Qui la scelta di oggettistica per la casa e di casalinghi è pressoché illimitata. Di recente apertura, inoltre, il nuovo reparto tessile con lenzuola e tovaglie di prestigiose marche completa l'offerta. Per le idee regalo, molto apprezzato dalla clientela è il servizio di cesti alimentari personalizzati con prodotti del territorio e dell'eccellenza italiana. Per chi è desideroso di perfezionarsi, infine, vengono organizzati corsi di cucina e cocktail con professionisti del settore.

S

trolling down Via Roma in the center of Casale Monferrato, the historic black and white photographs overlapping the windows immediately reveal that it is a store full of history. Indeed, it was in the year 1911 when Pietro Rustico, son of Dionigi, a greengrocer, began to trade tableware for the home by driving a horse-drawn carriage from one market to another. It's more than a hundred years since then and today Rustico's shop, run by Roberto and his daughter Chiara, is the oldest company in Casale Monferrato. Here, the choice of home-wares and household items is almost limitless. Recently opened, the new textile department with sheets and tablecloths including prestigious brand-names, completes the offer. For gift ideas, the personalized food-baskets filled with local products of Italian excellence are popular with customers. For those who are keen to perfect themselves, there are also cooking and cocktail courses with industry professionals. 161

RUSTICO 1911 Via Roma 98 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 55638 rustico1911.it info@rustico1911.it Facebook: Rustico 1911


Land Art Poeta, pittore e anche figlio d'arte. Difficile dare una definizione ad Andrea Piccinelli. Ognuna di queste potrebbe essere restrittiva. It's difficult to define Andrea Piccinelli; 'poet', 'painter' and even 'with art in his blood' are simply too limited.

ANDREA PICCINELLI Tel. +39 334 2141489 andrea-piccinelli@alice.it Facebook: Andrea Piccinelli

162

Classe '58, dopo l'esperienza nella progettualità di giardini e installazioni di land art a Los Angeles, Andrea transita nel Monferrato a ottobre del 1987, per lui uno dei mesi più belli per questa terra. Rimane folgorato dal rosso dei vigneti tanto da decidere di stabilirsi in pianta stabile. Negli ultimi anni i suoi lavori sono sempre più indirizzati alla ricerca di punti d'unione tra arte plastica e arte naturale. Un approfondimento del concetto di land art volto a non perdere mai il valore assoluto dell'inevitabile deterioramento. La visita della sua abitazione ricca di opere è un’esperienza che lascia il segno.

G

raduating in 1958 and after gaining experience in garden design and producing installations for Land Art in Los Angeles, Andrea traveled to Monferrato in October 1987, which for him remains one of the most beautiful months for this region. He was so blown away by the red of the changing vine-leaves of fall, he decided to settle there permanently. Over the last few years, his work has been increasingly focused on finding cohesion between plastic art and natural art. His works are an in-depth study of the Land Art concept aimed at never losing the absolute value of the inevitable deterioration of natural materials. A visit to his home, full of his art, is an experience that leaves the mark.


Semplice, creativo, essenziale e fresco; queste sono le quattro parole che contraddistinguono la filosofia del laboratorio artigianale di cosmesi Antos. Simple, creative, basic and fresh; these are the four words which helps distinguish the philosophy of the Antos cosmetics workshop.

D

Da oltre vent'anni, nel cuore del Monferrato, dove la passione per l'apicoltura e la terra ha creato un'azienda all'avanguardia nel settore della cosmesi naturale. Oggi questa realtĂ , forte di un modernissimo laboratorio con uno staff giovane e affiatato e di un elegante punto vendita, propone una scelta estremamente varia: prodotti per viso e corpo, detergenti e shampoo, oli e aromaterapia, saponette vegetali, profumi e acque aromatiche ne sono solo una parte. In omaggio al territorio, inoltre, Antos propone anche due linee specifiche, una al riso e l'altra all'uva.

F

or over 20 years, in the heart of Monferrato, the passion for apiculture and the earth has created a company now at the forefront of the natural cosmetics sector. Today, this reality is made strong by a cutting-edge workshop with a strong team of young staff. Its elegant point of sale provides clients with an astoundingly wide range of choice; products for the face and body, soaps and shampoos, oils and aromatherapy, vegetable soaps, perfumes and aromatic waters to mention only a few. Additionally, to honor the region, they have crafted two specific lines, one based on rice and the other on grapes.

ANTOS COSMESI NATURALE Cascina Prota Bassa 12 Ozzano Monferrato (AL) Tel. +39 0142 497875 antoscosmesi.it info@antoscosmesi.it Facebook: Antos laboratorio di cosmesi naturale


EIFFEL 59 TENNIS SHOP Via A. Grandi 32/E Casale Monferrato (AL) Tel. +39 3356512951 eiffel59tennisshop.it eiffel59tennisshop@gmail.com Facebook: Eiffel59tennisshop

Per venire incontro alle nuove esigenze dell’appassionato a Casale Monferrato è presente un negozio dove al centro di tutto c’è il tennista e la sua passione. To meet the current needs of the tennis enthusiast; a shop in Casale Monferrato where the players and their passion for this sport are the main focus.

We Love tennis

M

arco Gazziero è un incordatore professionista (incordatore agli Internazionali d’Italia 2012) e vanta un master presso l’ERSA (European Racquet Stringer Association, distaccamento europeo della USRSA) in tecnologia dei materiali e tecniche d’incordatura, nonché un diploma di Pro Tour Stringer, ossia il massimo livello riconosciuto dalla stessa associazione (meno di un centinaio nel mondo, una decina in Italia). Marco gestisce a Casale Monferrato un fornitissimo negozio dedicato al tennis ove è possibile trovare molti tipi e marchi di corde, di abbigliamento, di scarpe, di accessori e di attrezzatura in generale.

M

arco Gazziero is a professional stringer (also a stringer for the Italian Open 2012) with an ERSA (European Racquet Stringer Association, the European branch of USRSA) master’s degree in material technology and stringing technique. He is also has a Pro Tour Stringer Certification, the highest level recognized by the ERSA; less than a hundred people in the world are certified, and only a dozen in Italy. Marco manages an extremely well-stocked tennis shop in Casale Monferrato, where you can find several types of strings by most major brands, tennis clothing, shoes, accessories and general equipment.


Relax & sensations

Relax-Sport & Accomodation recommended

LOCANDA DELL'ARTE Solonghello (AL) SPINEROLA HOTEL IN CASCINA & RESTAURANT UVASPINA Moncalvo (AT) MONFERRATO BIKE Moncalvo (AT) ALBERGO RISTORANTE ARIOTTO Terruggia (AL) CASCINA MONTICELLO Casorzo (AT) CENTRO IPPICO IL DUENDE Quargnento (AL) B&B FA BABÃ’IA Terruggia (AL) LOCANDA DEI MUSICI Castagnole Monferrato (AT) MOLETO B&B Ottiglio (AL) VILLA HORTENSIA Casorzo (AT) WEDDING & PARTY PLANNER SARA PORRO Vignale Monferrato (AL)


Dove abita l'arte

T L’idea della Locanda dell’Arte nasce dall’amore di una famiglia per la propria casa quattrocentesca di Solonghello che li accoglie da molti anni per le vacanze e nei fine settimana. Accanto alla loro dimora sorge un altro edificio, nel Settecento villa padronale e in seguito asilo d’infanzia, poi per decenni disabitato. E così, l’intuizione di recuperare l’antica corte, trasformandola in una struttura autonoma e accogliente, dotata di ogni confort. A distanza di qualche anno, oggi la Locanda dell’Arte può essere considerata a tutti gli effetti un’eccellenza nel Monferrato. La scelta del nome non è certamente un caso. Sculture, dipinti e stampe si possono ammirare negli ambienti comuni, oltre che nelle stanze. Ogni spazio è unico, caratterizzato da un diverso elemento artistico. Sono opere di artisti prestigiosi come Picasso, Chagall, Miró, Rouault, Goya, Campigli, Baselitz, Pistoletto e Paladino. Il maestro Giuliano Collina ha affrescato il soffitto a volta di una stanza con i suoi angeli, creando un ambiente unico e prezioso, intenso e profondo. La Locanda dell’Arte offre ai propri ospiti ampi spazi per il fitness e un’attenzione particolare al benessere: l’incontro con l’acqua avviene nella lunga piscina coperta riscaldata; l’incontro col calore avvolgente avviene nella sauna e nel bagno turco, tra aromi e colori. A completare il percorso l’azione tonificante

he idea of the Locanda dell'Arte was born from a family's love for their fifteenth-century home in Solonghello, where they have been coming to stay on holidays and weekends for many years. Next to their home is another building, which was a mansion in the Eighteenth century and later a childcare center, but afterwards it was left vacant for decades. Hence their flash of inspiration to renovate this ancient palace, transforming it into an independent and welcoming structure, equipped with every comfort. Now, years later, the Locanda dell'Arte can be considered one of Monferrato’s outstanding features. Its name was certainly not picked at random. Sculptures, paintings and prints can be admired in its common areas as well as in its rooms. Each space is unique, marked by a different artistic element. There are works of prestigious artists such as Picasso, Chagall, Miró, Rouault, Goya, Campigli, Baselitz, Pistoletto and Paladino. The great Giuliano Collina frescoed the vaulted ceiling of one of the rooms with his angels, creating a unique and precious environment, intense and profound. The Locanda dell'Arte offers its guests wide-open spaces for fitness, and special attention is paid to wellbeing: you can experience swimming in the long heated indoor pool; or relax in the embracing warmth of the sauna or Turkish bath, with all their aromas and colors. To complete the tour, the invigorating massage of the hot tub and the relaxation of the multi-sensory shower. Last but not least, the heated benches 169

Un raffinato albergo con camere e mini appartamenti, ristorante, piscina coperta e spa nel cuore del Monferrato, dove la bellezza della natura e delle arti accompagnano il viaggiatore in una tappa rigenerante. A stylish hotel with rooms and small apartments, a restaurant, an indoor pool and a spa in the heart of Monferrato, where the beauty of nature and the arts welcomes travelers for an invigorating stopover.


della vasca idromassaggio e il relax della doccia emozionale. Al temine, le panche riscaldate e l’angolo tisaneria dove è possibile reintegrare acqua e minerali conversando o leggendo un libro. Aperto nei fine settimana, il ristorante della Locanda dell’Arte permette di riscoprire i piatti della tradizione monferrina, essenzialmente poveri ma dai sapori deliziosi e definiti, che si sono via via arricchiti ed elaborati. Ricette che non hanno perso la genuinità anche perché realizzate prevalentemente con prodotti del territorio. Il tutto accompagnato dai migliori vini locali e non solo, dove la Barbera e il Grignolino sono proposti con un’ampia scelta.

and the herbal tea corner, where you’ll be able to rehydrate and replenish minerals while making conversation or reading a book. Open on weekends, the Locanda dell'Arte restaurant beckons you to rediscover the dishes of the Monferrato tradition, fundamentally simple but also praised for their delicious and strong flavors, which became richer and more elaborate over time. These recipes have not lost their authenticity, since they are mostly prepared with local products. Food is served with the best regional and local wines, such as Barbera and Grignolino, which are available from a wide selection. 171

HOTEL LOCANDA DELL'ARTE Via Asilo Manacorda 3 Solonghello (AL) Tel. +39 0142 94 44 70 locandadellarte.it info@locandadellarte.it Facebook: Locanda dell’Arte - Hotel


In una località che nel Medioevo veniva indicata con l’appellativo di “spinetum”, ovvero un luogo incolto e delimitato da abbondanti rovi, oggi sorge una struttura che rappresenta un'eccellenza del territorio. Un luogo perfetto per scoprire il Monferrato in tutta la sua bellezza, avvolti da un'atmosfera ricercata e raffinata che ha saputo mantenere intatto il suo legame con la tradizione. In a place where, in medieval times, was known as “Spinetum”, or a place that is empty and bordered by abundant bramble bushes, today stands a structure which is representative of the superior standards of the region. The perfect place from which to discover the region in all its beauty, wrapped in a refined and sophisticated atmosphere which remains entwined with tradition.


Charme & Relax

A due passi da Moncalvo, la piccola cittadina nel cuore del Monferrato così apprezzata dai turisti per la sua lunga tradizione, per il tartufo, il bue grasso e le sue caratteristiche vie con le botteghe storiche, sorge un paradiso per gli amanti del country lifestyle raffinato, il luogo perfetto per scoprire la regione in tutto il suo fascino, avvolti da un'atmosfera ricercata che mantiene intatto il proprio legame con la tradizione. Merito di Chiara Tabachetti e della sua famiglia, che hanno saputo donare nuova vita a una storica residenza monferrina adagiata su un crinale panoramico, circondato da morbide colline. Il rigoroso restauro ha dato origine a un concept in cui charme e tradizione si conciliano in un'armonia unica e particolare. L’attenzione al dettaglio si percepisce in ogni angolo della struttura: stoffe, legni, pietre, mattoni e archi formano un incantevole carosello di particolari in grado di donare silenziosamente all’ospite le dimensioni perfette per ritrovare il proprio bioequilibrio nel relax più assoluto. Lo charme hotel offre sedici camere e svariati ambienti dal fascino rétro. Anima della struttura sono gli ampi giardini esterni, con particolare cura per le varietà floreali, la terrazza panoramica, il solarium, la piscina con vista sulle colline del Monferrato e il ristorante UvaSpina, dallo stile country chic, in cui è possibile apprezzare la ricchezza gastronomica del territorio che, unita alla creatività dei piatti proposti, trasforma la cucina tradizionale in un’esperienza unica. Un quadro d'insieme praticamente perfetto, circondato dai vigneti di proprietà, dai quali hanno origine i vini della Collina Spinerola.

A

stone's throw from Moncalvo, the little city in the heart of Monferrato, greatly appreciated by tourists for its rich traditions. From its white and black truffles, its fax ox market and its distinctive lane-ways with old stores, emerges a paradise for lovers of a refined and elegant country lifestyle. Cascina Spinerola is the perfect place from which to discover the region with all its allure, wrapped in a sophisticated atmosphere which remains entwined with tradition. To the merit of Chiara Tabachetti and her family, who have revived a historic Monferrato residence sitting on a panoramic ridge surrounded by gently rolling hills, the rigorous restoration has given rise to a concept in which charm and tradition combine in a unique and particular harmony. The attention to detail is evident in every corner of the building. The fabric, wood, stone, brick and archways form an enchanting carousel of details, able to silently provide the guest the perfect space to come back to their natural equilibrium in absolute relaxation. The charming hotel offers sixteen guestrooms and a variety of rooms with a retro charm. The soul of the structure is the large outdoor garden where flowering greenery of many kinds are tended to with care. Guests are invited to enjoy the panoramic terrace, the solarium and the swimming pool overlooking the Monferrato hills and the UvaSpina restaurant, with its country-chic style, where you can appreciate the gastronomic wealth of a territory which, united with the creativity of the restaurant's Chefs, transforms traditional cuisine into a unique experience. A practically perfect picture surrounded by the vineyards which produce the wines of the Spinerola Hillside. 173

SPINEROLA HOTEL IN CASCINA & RISTORANTE UVASPINA

Strada Casale 15 Moncalvo (AT) Tel. +39 0141 921421 Cell. +39 338 5031410 cascinaspinerola.it info@cascinaspinerola.com info@ristoranteuvaspina.it Facebook: Spinerola Hotel in Cascina & Restaurant UvaSpina


E-passion

Noleggio, vendita, assistenza, percorsi e pacchetti turistici per godersi una vacanza attiva alla scoperta delle colline monferrine in E-bike. Rental, sales, assistance, routes and tourist packages to enjoy an active holiday discovering the monferrine hills on an E-bike.

MONFERRATO.bike DEPOSITO E RIPARAZIONE BICICLETTE Strada Vairo in Collina 11 Moncalvo (AT) NEGOZIO E-BIKE E UFFICIO Corso XXV Aprile 20 Moncalvo (AT) Tel. +39 0141 917467 Cell. +39 335 7320636 monferrato.bike info@monferrato.bike Facebook: Monferrato.bike

Oggi l’E-bike, la bicicletta a pedalata assistita, è il veicolo a trazione elettrica più apprezzato a livello internazionale, considerato uno dei più incisivi apripista nell’ambito della mobilità del futuro. La tecnologia odierna ha ormai creato prodotti efficienti, silenziosi e con autonomie sempre maggiori. L’E-bike è il mezzo di locomozione ideale per chi desidera vivere una vacanza all’insegna dei giusti ritmi in grado di far conoscere le bellezze di un territorio. È il mezzo ideale per quelle zone geografiche come il Monferrato che presentano una conformazione territoriale collinare, prima affrontabile principalmente dai soli ciclisti in possesso di un adeguato allenamento in salita. Oggi l'E-bike è anche una realtà radicata in Monferrato grazie al lavoro e alla lungimiranza di Monferrato. bike. Con un’offerta di oltre 120 biciclette a pedalata assistita delle migliori marche e di preziosi accessori come luci notturne, seggiolino posteriore e rimorchio per bambini, Monferrato.bike è diventato in pochi anni il centro di riferimento dell’intero territorio. Ma l’attività di questa giovane azienda non si limita al solo noleggio. Il sito internet di riferimento è ormai un vero portale turistico con schede dei percorsi, eventi e pacchetti vacanza che comprendono noleggio di E-bike, pernottamento, cena e degustazione vini e prodotti locali presso aziende e strutture selezionate e convenzionate con il progetto. 174

T

oday, the E-bike, the assisted pedal bicycle, is the most popular electric vehicle at an international level. It is considered one of the most intriguing pioneers of transport of the future. Today's technology has created eff icient, silent products with ever greater autonomy. The E-bike is the ideal means of transport for when you want to enjoy a holiday following your natural rhythms, allowing you to discover the beauty of a territory. It is the ideal medium for those geographic areas such as Monferrato which are hilly and were, in the past, only really feasible by cyclists who had adequate uphill training. Today the E-bike is also a reality established in Monferrato thanks to the work and the foresight of Monferrato.bike. With an offer of over 120 assisted pedaling bicycles of the f inest brands and essential accessories such as night lights, child seats and child trailers, Monferrato.bike has become a reference center for the entire territory in only a few years. But the activity of this newly established company is not limited to just renting. The reference website is now a real tourist portal with information about routes, events and holiday packages including E-bikes rentals, overnight stays, dinner, and wine and product tastings at selected businesses.


Desiderio e relax

Ampia scelta di camere, ristoranti e parco con due piscine per una vacanza all'insegna del relax o per appuntamenti di lavoro in un ambiente raffinato immerso nel silenzio. Wide choice of rooms, restaurants and a park with two swimming pools for a relaxing holiday, alternatively, for a formal business engagement in a refined setting, immersed in silence.

ALBERGO RISTORANTE ARIOTTO Via Enrico Prato 39 Terruggia (AL) Tel. +39 0142 402800 ariotto.it info@ariotto.it Facebook: Ariotto Village

Questa storica struttura del Monferrato nasce nel 1975 come ristorante. Dal 1992 iniziano i lavori della parte alberghiera che porteranno a un totale di settanta camere e sedici appartamenti. Immerso nel verde delle prime colline a ridosso di Casale Monferrato, con due piscine a disposizione della clientela, l'albergo ristorante Ariotto è il luogo ideale per brevi e lunghi soggiorni, per periodi di vacanza o appuntamenti di lavoro. Il ristorante "della Villa" propone una cucina tipica monferrina con menÚ stagionali e una selezione di vini piemontesi. Durante la stagione estiva, inoltre, il ristorante "Garden" apre la sua terrazza con vista ineguagliabile. Infine, "Le Colline" è uno spazio dedicato ad eventi speciali e personalizzati.

T

his historic Monferrato structure opened its doors in 1975 as a restaurant. The hotel, open since 1992, boasts a total of seventy rooms and sixteen apartments. Located in the green hills which surround Casale Monferrato, with two swimming pools available to guests, Hotel Ristorante Ariotto is the ideal place for short and long stays, for holiday breaks or business appointments. The "della Villa" restaurant offers typical Monferrato cuisine with seasonal menus and a selection of Piemontese wines. During the summer season, the "Garden" restaurant also opens its terrace with unparalleled views. Lasty, "Le Colline" is a space dedicated to special and personalized events.


Il ragazzo dei cavalli Poter ammirare Luca Zavattaro e il suo staff mentre si esibiscono in uno dei loro spettacoli a cavallo è una di quelle esperienze che in prima battuta stupisce, poi crea un inevitabile senso di ammirazione. Del resto è proprio lui che ci tiene a sottolineare come si senta più sicuro in sella che non sulle sue gambe. A Casorzo, su una splendida collina che ospita l'azienda agricola di famiglia, ha creato un vero e proprio paradiso per tutti gli amanti dell'equitazione. Il suo ultimo sforzo, a fianco dei confortevoli box della pensione, è uno spazio al coperto per l'esercitazione, costruito con gusto e nel rispetto della tradizione. La doma, l’addestramento dei cavalli e la scuola di equitazione completano l'offerta, sempre sotto l'occhio vigile del "ragazzo dei cavalli".

B

eing able to admire Luca Zavattaro and his staff while performing at one of their horse shows is one of those experiences which at first amazes, then creates an inevitable sense of admiration. Besides, it is he who insists that he feels safer in his saddle than on his legs. In Casorzo, on a beautiful hillside which plays pedestal to the family farm, he has created a real paradise for all lovers of horse riding. His latest effort, alongside the comfortable retirement stalls, is an indoor exercise space, built with taste and respect for tradition. Horse training and breaking in, and a riding school complete the offer, always under the watchful eye of the "ragazzo dei cavalli", that is, the "horse boy."

Pensione, doma, scuola e spettacoli, con il cavallo come centro indiscusso di una passione che affonda le sue origini in tempi antichi. Retirement stalls, breaking in, lessons and shows, with the horse as the undisputed center of a passion which is rooted in ancient times.

CASCINA MONTICELLO Località Cascina Monticello 17 Casorzo (AT) Tel. +39 320 7237207 cascinamonticello.it cmonticello@alice.it Facebook: Cascina Monticello


Arte in sella Il centro ippico Duende nasce nel 2011 con la volontà di proporre gli sport equestri dove il rapporto con il cavallo privilegi il benessere di quest'ultimo, vero e principale atleta nonché compagno di molte avventure. La filosofia di questo circolo ippico è di creare un rapporto consapevole e rispettoso nei confronti dell'animale. Viene proposta l’equitazione in ogni suo aspetto: l’addestramento del cavallo, l’istruzione del cavaliere, il gioco per i più piccoli, il divertimento per i più grandi, lo sport con il dressage, il salto ostacoli e il concorso completo, il pony club, la cultura con incontri, stage di equitazione, seminari sui temi equestri più rilevanti per la formazione del cavaliere e preparazione per le patenti Fise. Inoltre, la struttura dispone di due maneggi al coperto in sabbia al quarzo, di cui uno con sala giuria, postazioni giudici e gradinate, e due campi esterni in sabbia.

T

he Duende Equestrian Center opened its doors in 2011 with the desire to offer equestrian sports in an environment where the well-being of the horse, a true athlete and companion on many adventures, is absolute priority. The philosophy of this horse association is to create a conscious and respectful relationship with the animal. Horse riding in all its aspects is offered; horse training, rider instruction, fun for kids of all ages (including big kids), dressage and jumping as well as complete competitions, a Pony Club, apprenticeships, and seminars on equestrian culture including equestrian issues most relevant to rider training and preparation for the FISE licenses. In addition, the facility has two sheltered stables in quartz sand, including one with a jury room, judging post and steps and two outdoor fields in sand.

Duende in lingua spagnola significa ispirazione, creatività. È la gioia di essere in armonia con il cavallo. È il principio ispiratore di questo rinomato centro ippico. 'Duende' in the Spanish language means 'inspiration and creativity'. It is the joy of being in harmony with one's horse and it is the source of inspiration for this renamed equestrian center.

CENTRO IPPICO IL DUENDE Strada Fubine 2/A Quargnento (AL) Tel. +39 0131 219985 centroippicoilduende.it duende@centroippicoilduende.it Facebook: Il Duende Centro Ippico


Dal giorno alla notte O

re 8:00 - Il gallo canta e il sole accende il color rosso della camera Rùbin. 8:45 - La colazione tutta da gustare con le immancabili torte di Lidia nella colorata cucina. 9:15 - Nel dehors due parole sulla meravigliosa strada panoramica della Valle Ghenza che attraversa paesini dall’atmosfera unica, senza tralasciare gustose tappe enogastronomiche. E mentre Lidia e nonna Lina preparano il B&B per i nuovi arrivi la giornata alla scoperta dello splendido Monferrato ha inizio! 18:30 - Si rientra, stanchi ma con gli occhi e la pancia pieni di tutte le meraviglie che questo territorio può regalare. 19:30 - Un po’ di tv nell’accogliente soggiorno, una doccia e pronti per la cena in un agriturismo in collina o in un ristorantino nel bel centro storico di Casale. 23:15 - La pace e il comodo letto della Rùbin portano a Morfeo, in attesa che domani il gallo canti ancora, questa volta per salutare e portarsi a casa il ricordo di questo B&B che ha reso un po’ più speciale un già magico soggiorno monferrino. Ma è solo un arrivederci!

8:00 am – As the rooster crows, the sun lights up the red walls in the Rùbin room. 8:45 am - Breakfast is a real treat with Lidia's unmissable pies, part of their colorful cuisine. 9:15 am - In the dehors we briefly chat about the wonderful Ghenza Valley panoramic road, which runs through a few small villages with a unique atmosphere, not to mention some delicious food and wine stops. And while Lidia and grandma Lina tidy up the B&B for its new guests, our day to discover the beautiful Monferrato begins! 6:30 pm - We're back, tired but with our eyes and bellies full of all the wonders that this territory has shown us. 7:30 pm – We watch some TV in the cozy living room, then we take a shower and we get ready for dinner at a holiday farm up in the hills or at a restaurant in the beautiful old town of Casale Monferrato. 11:15 pm – Thanks to the peace and comfort of the Rùbin room we fall into a deep sleep, waiting for the rooster to sing again tomorrow, this time to say our goodbyes and bring home the memories of this B&B which made our magical stay Monferrato even more special. It may be goodbye, but it won't be forever! 179

di Mirco Cavallone

Una giornata trascorsa dagli ospiti del B&B Fa babòia, alla scoperta del Monferrato. A day as guests at the B&B Fa babòia, discovering Monferrato.

FA BABÒIA Strada Casale 35 Terruggia (AL) Tel. +39 338 3893008 Tel. +39 333 8598141 fababoia.it info@fababoia.it Facebook: B&B Fa babòia


Bed & Wine In omaggio ai musici di paese, il luogo ideale per concedersi un soggiorno di totale relax in un'ambiente di charme. Named in honor of local musicians, this is the perfect place to enjoy a relaxing stay in a luxury setting.

LOCANDA DEI MUSICI Via al Castello 40 Castagnole Monferrato (AT) Tel. +39 0141 292283 locandadeimusici.com locandamusici@hotmail.com Facebook: locanda dei musici

180

Nel 1800 era la casa dei musici del paese. Poste su dei pilastri nel terrazzo principale, i proprietari avevano posizionato delle statuine raffiguranti i musici con i loro strumenti. Oggi ne rimane ancora una, quella del direttore d'orchestra. Alla fine degli anni Novanta, Chiara e Gianmaria comprano la casa, la ristrutturano e le donano nuova vita con colorazioni calde ed eleganti. Cinque camere arredate con mobili originari e con vista sulle colline circostanti, spazi comuni contraddistinti da uno spiccato senso del gusto e un'antica cantina con un caratteristico infernot.

I

n 1800 this was the house where the village musicians used to live. Its owners had placed small statues portraying the musicians with their instruments on some pillars on its main terrace. Today only one is still there, a statue of the conductor. At the end of the 1990s, Chiara and Gianmaria bought the house, renovated it and gave it a new life with warm and elegant colors. Five rooms furnished with original furniture and a view of the surrounding hills, common areas marked by a keen sense of beauty and an old cellar with a typical infernot.


La magia dietro i portoni di Marine Glenat

Quell'anno, mio padre stava per trasferirsi definitivamente a Moleto. Era il 1999, e io mi accingevo a frequentare l'ultimo anno di liceo a Lione. La prima volta arrivai in paese in macchina, proprio con mio padre Bernard. Alla vista delle prime case intuii immediatamente che da li a poco la mia vita sarebbe profondamente cambiata. Mi ricordo che regnava un'atmosfera surreale di abbandono, con tutti i portoni delle case chiusi e nessun abitante per strada. Eppure Bernard mi disse piÚ volte che dietro quelle facciate si nascondevano degli eleganti cortili ricchi di fascino e storia. A distanza di diciotto anni, ho scoperto poco alla volta tutti quei portoni, i loro segreti e i loro abitanti. Moleto è un posto magico, lo respiro nella sua aria, e lo leggo negli occhi di mio figlio Elia che, giorno dopo giorno, cerca di ricalcare le orme di suo nonno Bernard.

I

t was 1999, the year that my dad was about to move permanently to Moleto. I was ready to start my last year of high school in Lyon. My very first trip to the village was by car with my dad Bernard. At the sight of its first buildings I instantly realized that pretty soon my life would change dramatically. I distinctly remember its surreal and desolate atmosphere, all its houses with closed doors and no one on the streets. Yet Bernard assured me several times that behind those doors hid some very elegant courtyards, full of history and charm. Over the next eighteen years I discovered, little by little, all those doors, all their secrets, and all the local residents. Moleto is a magical place, I can feel it in the air here, and I can also read it in the eyes of my son Elia, who tries to follow in his grandfather’s footsteps, day by day. 181

Una struttura di charme con tre camere finemente arredate e spazi verdi con giardino all'italiana per respirare l'atmosfera di casa. A small luxury hotel with three finely furnished rooms and Italian style green spaces to feel just like home.

MOLETO B&B Frazione Moleto 10 Ottiglio (AL) Tel. +39 335 8049969 Tel. +39 340 929 6220 moletobb.com bernard.glenat@outlook.com Facebook: Moleto B&B


VILLA HORTENZIA Via Bava 46 Casorzo (AT) Tel. +39 334 8786292 villahortensia.it info@villahortensia.it Facebook: Villa Hortensia maison d'hotes

Charme, élégance et silence Un luogo indimenticabile che riesce a contagiare lo spirito. L'ambiente ideale per un’autentica vacanza total relax in Monferrato. An unforgettable place that can conquer the spirit. The ideal setting for an genuine, relaxing holiday in Monferrato.

Olivier Liboz è giunto in Monferrato dalla Francia e si è innamorato immediatamente delle sue colline e del paese di Casorzo. Ha provato qualcosa di speciale anche per quella splendida casa che è poi diventata la sua dimora. Istintivamente, ha poi prevalso in lui il desiderio di aprirne le porte a quei visitatori vogliosi di emozionarsi per il territorio. Entrare in questa maison d'hôtes significa provare un’emozione dietro l'altra, in modo inaspettato. Il raffinato giardino con la piscina e la facciata d'epoca, gli spazi comuni al piano terra con ambienti ricchi di particolari e la scalinata che porta ai piani superiori dove alloggiano le sei eleganti suite. E poi ancora l'ampio terrazzo panoramico con vista mozzafiato fino all'arco alpino, la piccola palestra con lo spazio dedicato ai massaggi, le variegate cromie floreali e molto altro ancora. Questa è Villa Hortensia, un autentico paradiso per gli amanti del buon gusto. 182

O

livier Liboz came to Monferrato from France and fell in love with its hills and the village of Casorzo. He also tried to create something special in that wonderful house which then became his home. Instinctively, the desire to open its doors to visitors eager to get excited about the territory, predominated within him. Entering this maison hôtes means experiencing thrill one after the other, unexpectedly. The elegant garden with pool and vintage boudoir, the shared ground floor areas rich with unusual details and the staircase leading to the upper floors where the six elegant suites are located. And then the large panoramic terrace with breathtaking views to the alpine arc, the small gym with the massage area, the varied floral colors and much more. This is Villa Hortensia, a true paradise for lovers of good taste.


Momenti unici

Destination wedding in Italia: matrimoni nazionali e internazionali, feste private o eventi in genere come inaugurazioni, convegni, cene di gala, cene di business, o ancora battesimi, comunioni e cresime, anniversari e baby shower possono trovare nel Monferrato una location unica, il luogo ideale per un evento speciale. Tanti possono essere i motivi per rendere magica una data o irripetibile un momento, e farlo con l'aiuto di un professionista è il primo passo per poter confidare che ciò avvenga alla perfezione realizzando cosÏ ogni aspettativa. Sara Porro mette a disposizione della clientela tutta la passione e l'esperienza acquisite in materia con offerte personalizzate e budget costruiti su misura, in modo da accontentare qualsiasi tipo di esigenza. Per immergersi in un evento, nel proprio evento, dal design scenografico nel Monferrato.

Quando l'evento, in tutte le accezioni lo si consideri, diventa un avvenimento eccezionale ed esclusivo. When the event, in all respects, becomes an extraordinary and exclusive occasion.

D

estination Wedding in Italy! You'll find Monferrato a unique location and the ideal setting for your; wedding (whether you're a local or an international guest), private parties or events such as inaugurations, conventions, gala dinners, business dinners, baptisms, communions and christenings, anniversaries and baby showers. Many may be the reasons to make a date magic; that 'once in a lifetime' occasion and to do so with the help of a professional is the first step toward trusting that it will be done to perfection, thus fulfilling every expectation. Sara Porro offers her clients all the passion and experience she has gained in the field as well as customized plans tailored to fit your budget; so you can immerse yourself in an event, your event, with Monferrato as your backdrop.

WEDDING & PARTY PLANNER SARA PORRO Via Cantamessa 42 Vignale Monferrato (AL) Tel. + 39 348 28 29 592 weddingpartyplanner.it weddingpartyplanner@outlook.it Facebook: Wedding & Party Planner Sara Porro


In vino veritas


Wines & Spirits recommended GAUDIO BRICCO MONDALINO Vignale Monferrato (AL) LIEDHOLM Cuccaro (AL) NUOVA CAPPELLETTA Vignale Monferrato (AL) RENZO CAMPAGNOLA Rosignano Monferrato (AL) MARCO BOTTO Sala Monferrato (AL) MARCO CANATO Vignale Monferrato (AL) RENATO CAPRETTO Grazzano Badoglio (AT) RICCARDO COPPO Cella Monte (AL) CASCINA GASPARDA Olivola (AL) ANTICA DISTILLERIA DI ALTAVILLA Altavilla (AL) IULI Montaldo di Cerrina (AL) LA SPINOSA ALTA Ottiglio (AL) VILLA RONCO Rosignano Monferrato (AL) VINICEA Ottiglio (AL)


“La nonna sa sempre tutto dopo settant’anni di lavoro nella vigna, anche se le stagioni non sono più quelle di una volta. E ci andrebbe volentieri, se il suo fisico la sorreggesse ancora”. “Mi n’a mai vist na roba acsi. L’ né ancor aust, e l’uva l’è già russa!” (Non ho mai visto una cosa simile. È ancora agosto e l'uva è già rossa!)

“After 70 years working in the vineyard Grandmother always knows everything, even if the seasons aren't like they used to be. And she would happily return among the vines, if her body would permit it.” “I've never seen anything like it. It's still August and the grapes have already turned red.”


A ventisei anni ha preso in mano le redini dell'azienda di famiglia, ma lavora in vigna fin da quando era bambina. Si divide tra filari, cantina e viaggi all'estero per promuovere i suoi vini.

Winemaker native

At 26 years old she took the reins of the family business, but had worked on the vineyards ever since she was a little girl. Now, she divides her time between the vines, the cellar and trips overseas promoting her wines.

“Guarda mamma, Accornero ha tutto in ordine. A noi manca ancora qualche pezzo. Forse per metà luglio si riuscirà ad avere finito”.“Speruma. Mi son davvero straca”.“Meno male che gli Zavattaro ci aiutano con i concimi dei loro cavalli. Grazie a loro, le viti sono sane e rigogliose”.

Di Beatrice Gaudio

Eccoci qui, in questa calura estiva dell’anomala annata 2017. Un agosto africano, una stagione frettolosa, che ha voglia di arrivare alla raccolta molto prima degli altri anni. Noi stremati, ma felici che le uve siano in buono stato, siamo orgogliosi del duro lavoro nonostante le pressioni che abbiamo subito da febbraio ad agosto. La vendemmia sarà concentrata da metà agosto sino a fine settembre e noi per adesso non abbiamo visto vacanze, ma nemmeno scottature e danni gravi da grandine. Solo una maturazione lunghissima, e ci chiediamo quanto diversa e unica potrà essere. Vengono in mente aneddoti simpatici, e anche meno, in vigneto: risate, ire, cadute, grande sete, discussioni, ma sempre cercando di “far su” le vigne. Quelle nuove, sono state le più difficili da gestire, come delle bimbe che hanno bisogno di più cure rispetto agli adulti, ma che ti riempiono il cuore, perché le hai viste nascere; vedere la vigna del Casot di Casorzo fa sorridere il cuore, quella di Monte a Valle di Palareto sorprende. Filari e filari, una vegetazione che da maggio non dà tregua, e che adesso inizia a patire il caldo. “Non tocchiamo le foglie e lasciamo qualche femminella”. La vita in campagna è lunga. Non si può avere tutto subito. Si vive di stagioni, che si affrontano con la quotidianità dei gesti delle persone che si hanno accanto, e non solo.

“Look mom, Accornnero's vineyard is neat and tidy. We've still got a bit to do. Maybe we will have finished by mid-July”. “I hope so. I'm quite exhausted”. “Thank goodness Zavattaro helps us with fertilizer from their horses. Thanks to them, the grape vines are strong and healthy”.

H

ere we are, in this unusually hot summer of 2017. An African August, a hurried month with the desire to begin harvest earlier than any year. We're worn-out, but happy that the grapes seem to be in good condition. We're proud of the hard work despite the pressure of the February to August period. Vendemmia, or grape harvest, will be concentrated this year, we'll be picking from the middle of August to the middle of September. For now, none of us have been on vacation yet but at least there has been no sun-damage or hail storms to speak of. Just a long maturation and we wonder if this season could be any different. Funny stories (and some not so funny) come to mind about vendemmia in the vineyard: laughter, anger, falls, great thirst, discussions, but always trying to "work up" the rows. Those new ones are the most difficult to manage, like children who need more care than adults, but they fill your heart because you have seen them come to life. To see the vineyard of Casot Casorzo makes the heart smile, that of Monte in Valle di Palareto surprises. Rows upon rows of relentless vegetation, standing strong since May but beginning to suffer the heat. "We do not touch the leaves and leave some of the 'femminelle' – the new shoots ." Life in the country is a waiting game. You can not have it all right away. You live in, but not only of, the seasons, a part of the daily actions performed routinely by the people who are along side you.

187

GAUDIO BRICCO MONDALINO Regione Mondalino 5 Vignale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 933204 gaudiovini.it info@gaudiovini.it Facebook: Gaudio - Bricco Mondalino


A casa del Barone

Nils Liedholm è stato uno dei più grandi giocatori di calcio svedesi. Venne acquistato dal Milan nel 1949 e vi rimase fino al ritiro agonistico, avvenuto nel 1961 all'età di 38 anni e dopo aver vinto quattro scudetti. Spinto dalla sua passione per il vino, nel 1973 acquista la tenuta Villa Boemia, sita a Cuccaro Monferrato, già dotata di vigneti di Barbera e Grignolino. La produzione vinicola vera e propria inizia nel 1977, soltanto per uso famigliare. Negli anni seguenti, vista la buona qualità e le richieste di mercato, vengono impiantati nuovi vigneti anche di uve bianche. Dal 1985 entra in azienda il figlio Carlo, viene costruita la nuova cantina per la vinificazione, lo stoccaggio e l’imbottigliamento, e inizia una proficua collaborazione, in essere ancora oggi, con il giovane enologo Donato Lanati. Dal 2015 la tenuta, insieme al marchio, è stata ceduta a una nuova proprietà che ha avviato un importante rinnovo. Attualmente l’azienda possiede circa 12 ettari di vigneto e la produzione totale è di circa 80.000 bottiglie annue. Dal 2017, un accurato e mirato intervento di ristrutturazione ha coinvolto Villa Boemia, rendendola una location di charme, luogo ideale per soggiorni, riunioni di lavoro, matrimoni ed eventi vari.


N

ils Liedholm was one of the great Swedish soccer players. He was acquired by Milan in 1949 and stayed there until retiring from competitive sport in 1961 at the age of 38 and after winning 4 league titles. Driven by his passion for wine, in 1973 he acquired the Villa Boemia estate located in Cuccaro Monferrato which was already equipped with vines of the Barbera and Grignolino variety. Actual wine production began in 1977, only for family use. In the following years, due to the good quality and market demands, new vineyards were also planted with white grapes. His son Carlo started in the business in 1985 and new facilities for wine making, storage and bottling were built. A fruitful collaboration began with the young winemaker Donato Lanati, one which continues to this day. Since 2015 the estate, together with the brand, has been sold to a new owner who has started an important renewal process. At present the company owns about 12 hectares of vines and the total production is about 80,000 bottles a year.Since 2017, Villa Bohemia has seen some precise and focused renovation work making it a charming location; an ideal place for getaways, business meetings, weddings and other important events.

Soprannominato il Barone per quella sua eleganza che lo distingueva in campo, già amante del Grignolino, seppe fin da subito rispecchiare la sua personalità nei suoi vini. Nicknamed “The Baron” for an elegance which distinguished him on the field, already a lover of Grignolino, he knew almost instinctively how to reflect his personality in his wines.

LIEDHOLM Società Agricola Monte Ferrato Loc. Villa Boemia 4/A Cuccaro Monferrato (AL) Tel. +39 0131 771937 liedholm.com info@liedholm.com Facebook: Liedholm Instagram: liedholm.wine


Biologica & biodinamica Un'azienda modello, interamente biologica e biodinamica da oltre trent’anni, con 220 ettari di proprietà per la coltura della vite, la produzione di vino, l'allevamento dei bovini e la coltivazione dei cereali. A model establishment, fully organic and bio-dynamic for over thirty years, with 540 acres of land devoted to grape growing, wine production, cattle breeding and cereal farming.

L'azienda agricola Nuova Cappelletta si trova in uno di quei luoghi in grado di far sognare a occhi aperti. Forse per la posizione sullo splendido crinale con vista sui paesi di Vignale Monferrato e Frassinello Monferrato, forse per gli ampi vigneti con i filari ordinati, forse per l'estensione dei terreni dove, spesso e volentieri, i capi bestiame sono al pascolo, sta di fatto che è una delle più iconiche aziende del Monferrato. Nasce per volontà di Giuseppe Fracchia, imprenditore d'ingegno e di bontà fuori dal comune. La figlia Adele ne raccoglie il testimone, impegnandosi nella conversione all'agricoltura biodinamica fin dal 1984. Oggi, il nipote Alessandro Uslenghi porta avanti gli stessi principi con cura e determinazione. In questo piccolo angolo di Monferrato, la terra non viene considerata come un supporto inerte ma come un organismo vivo da trattare con cura. Le varietà animali e vegetali sono state scelte privilegiandone la tipicità e tenendo conto delle caratteristiche del territorio. Altro segno distintivo dell'azienda, la cantina risalente al secolo XVI edificata con i materiali classici dell'epoca, principalmente mattoni e pietra da cantone, e dalla forma a ferro di cavallo, dove vengono custoditi accuratamente i tipici vini del territorio come Grignolino, Barbera, Freisa, Nebbiolo, Cortese e Chardonnay.

T

he Nuova Cappelletta commercial farm is located in one of those places beautiful enough to make you cry. It may be because of its position on the gorgeous ridge overlooking the villages of Vignale Monferrato and Frassinello Monferrato, or its vast vineyards with their tidy rows of vines, or the extension of its plots of land where, more often than not, livestock is allowed to graze, but it is quite clear that this is one of Monferrato's most iconic establishments. Giuseppe Fracchia was the motivating force behind it, an entrepreneur of extraordinary brilliance and goodness of heart. His daughter Adele took over from him, committing to its conversion to biodynamic agriculture in 1984. Today, his nephew Alessandro Uslenghi follows the same principles with care and determination. In this small corner of Monferrato, the land is considered a living organism to be treated with care. Animal and vegetable species have been selected by favoring their typicality, and also by taking into account the environment’s characteristics. Another distinguishing mark of this establishment is its sixteenth century horseshoe-shaped cellar built with classic materials of the time, mainly brick and sandstone, where typical wines of the area, such as Grignolino, Barbera, Freisa, Nebbiolo, Cortese and Chardonnay are carefully guarded.

NUOVA CAPPELLETTA Cà Cappelletta 9 Vignale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 933135 nuovacappelletta.it info@nuovacappelletta.it


Verso il futuro

È

È il 1973 quando Renzo Campagnola acquista Cascina Belvedere, un'azienda vitivinicola adagiata sulle dolci colline di Rosignano Monferrato con circa dieci ettari di vigneti particolarmente votati alla produzione di vino. Passano gli anni, matura l'esperienza, si consolida la clientela poi, finalmente, Renzo trova anche la continuità generazionale del progetto con l'ingresso di suo figlio Pierluigi in azienda. Inizia così una nuova fase volta a modernizzare la cantina e i sistemi produttivi. Prima s'investe su moderne vasche in acciaio refrigerate che affiancano quelle tradizionali in cemento, poi è la volta dei vinificatori automatici, infine si studia l'utilizzo di presse automatiche e sistemi di pigiatura di nuova concezione. In questa fase, l'incontro con un direttore commerciale francese, Laurent Guillemain, stravolge nuovamente le carte in tavola. Colpito dalla posizione dell'azienda e dalla mentalità dei suoi proprietari, presenta loro prima l'architetto connazionale Chadebost, rinomato per aver progettato cantine prestigiose in giro per il mondo, un enologo intrigante e poi un gruppo industriale interessato a investire in un nuovo progetto legato al vino. La strada dell'azienda Campagnola è ormai segnata, forte di tutti quegli elementi in grado di ridisegnare addirittura la storia di un territorio come quello del Monferrato.


I

n 1973 Renzo Campagnola purchased Cascina Belvedere, a wine-growing enterprise resting on the rolling hills of Rosignano Monferrato, with about 25 acres of vineyards particularly suited to wine production. Over the years more experience was gained, its customer base grew, and ultimately Renzo ensured a generational changeover for his project with his son Pierluigi joining the company as a new partner. Thus, a new phase began in which the cellar and the production systems were modernized. First, they purchased some modern temperature-controlled steel tanks to use alongside their traditional concrete tanks, then they also added some automatic winemakers, and now they are considering the use of automatic presses and more advanced grape crushing systems. At this stage, the meeting with a French Sales Manager, Laurent Guillemain, proved to be a game changer. Impressed by the company's location and by the attitude of its owners, he first introduced them to a French architect named Chadebost, well-known for designing some prestigious wine cellars around the world, then to an charismatic enologist and finally to an industrial group interested in investing in a new wine-related project. The path for the Campagnola company is now clear, with a certain confidence that all those elements will also contribute to Monferrato's future history.

Una storica azienda monferrina, un rinomato architetto francese e un solido gruppo industriale per un progetto destinato a disegnare un nuovo futuro per il territorio. A historic Monferrato company, a renowned French architect and a reliable industrial group for a project bound to bring the area into a new future.

RENZO CAMPAGNOLA Cascina Belvedere 54 Rosignano Monferrato (AL) Tel. +39 339 5000633 Tel. +39 338 2987764 pierluigi.campagnola@gmail.com Facebook: Azienda Agricola Renzo Campagnola


Di generazione in generazione

La volontà di non impoverire le risorse dell’ambiente e consegnare alle generazioni future un patrimonio, se possibile, ancora migliore. The will to conserve environmental resources, giving future generations a heritage, and if possible, a bettered one.

Creata dal nonno "Vasin" nel 1898, proseguita dal papà Pietro, questa storica azienda monferrina è ormai giunta, con Marco e la moglie Angela, alla terza generazione. Oggi è una realtà consolidata con venti ettari di vigne sulle colline di Sala Monferrato. La filosofia aziendale si rispecchia nel rispetto della relazione tra vitigno e territorio, nel riconoscimento della tipicità dell’uva nel vino, nell’uso dei trattamenti ridotti al minimo, nella vinificazione di sole uve sane al fine di ridurre l’uso dei solfiti e nell’utilizzo intelligente della tecnologia in cantina con il solo scopo di ottenere vini sani e piacevoli. Oltre ai vini tradizionali del territorio, Barbera, Grignolino, Freisa e Chiaretto di Nebbiolo, l'azienda ha iniziato a percorrere nuove strade con lo spumante Pinot Nero Metodo Classico millesimato, il “Vasin” bianco secco vendemmia tardiva da uve aromatiche, il Monferrato Bianco di Sauvignon Blanc in purezza e la Barbera “appassimento” che viene raccolta in cassette, fatta appassire cento giorni in locali ventilati e affinata tre anni tra acciaio, tonneau e bottiglia.

C

AZIENDA AGRICOLA MARCO BOTTO Cà de Franchi 13 Sala Monferrato (AL) Tel. +39 0142 486779 vinibotto.it info@vinibotto.it Facebook: Botto Marco vini

194

reated by his grandfather "Vasin" in 1898 and then continued by his father Pietro, this historical Monferrato company has now fallen into the hands of Marco and his wife Angela - the third generation. Today it is a consolidated organization with 20 hectares of vineyards on the hills of Sala Monferrato. The business philosophy is reflected in the respect of the relationship between the variety of the grape and its territory, and in the recognition of the particular characteristics of the grape from which the wine is made. They believe in minimizing the use of treatments and using only healthy grapes to make wine thereby reducing the use of sulfites. They utilize technology in their cellar intelligently, with the sole purpose of producing healthy and pleasant wines. In addition to traditional regional wines such as Barbera, Grignolino, Freisa and Chiaretto di Nebbiolo, the company has started to branch out into areas such as the classic spumante Pinot Nero Metodo Classico millesimato, the “Vasin” a late-picked dry white from aromatic grapes, the purest Monferrato Bianco di Sauvignon Blanc and the Barbera “appassimento” which is left to dry for a hundred days in ventilated rooms and and then aged for three years in steel, barrel and then bottle.


Una tradizionale azienda monferrina dove il Grignolino ritrova il suo sapore più autentico e genuino. A historic Monferrato company, a renowned French architect and a reliable industrial group for a project bound to bring the area into a new future.

Qualità e tradizione Specie per gli appassionati di vino, la strada che porta alla cascina di Marco Canato non può lasciare indifferenti. Si tratta di una stretta strada chiusa, al centro di una valle circondata in larga parte da filari ordinati. Di questi, tredici ettari sono di proprietà della sua azienda vitivinicola. Fin dal 1740, la famiglia Canato è impegnata nel produrre vini sani e genuini con tecniche tradizionali che, puntualmente, si tramandano di generazione in generazione. Barbera, Freisa, Moscato e Chardonnay costituiscono una scelta in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Il Grignolino, invece, merita una menzione a sé in quanto Vignale è la sua terra per eccellenza, e quindi i Canato ci tengono a promuoverlo con forte soddisfazione. La cantina caratteristica è la location ideale per degustare i loro vini e le due camere a disposizione sono l'occasione giusta per trascorrere una vacanza in vigna.

T

he road leading to the Marco Canato's farmhouse is tantalising, especially for wine enthusiasts. It is a closed, narrow road in the center of a valley surrounded by ordered rows of vines. Of this land, thirteen hectares are owned by this wine-growing company. Since the 1740s, the Canato family has been committed to producing healthy and authentic wines with traditional techniques which are passed down from generation to generation. Barbera, Freisa, Moscato and Chardonnay are available to satisfy any need. Grignolino, however, deserves a mention seeing as Vignale is its land par excellence, and therefore the Canato family are moved to promote it with great satisfaction. Their distinctive cellar is the ideal location to taste their wines and, if you wish to enjoy a vacation in the vineyards, there are two rooms available. 195

MARCO CANATO Cà Baldea 19/3 Vignale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 933653 canatovini.it info@canatovini.it Facebook: Canato Vini


Sapori in cantina

AZIENDA AGRICOLA RENATO CAPRETTO

Un'azienda rinomata le cui porte sono sempre aperte per accogliere clienti, visitatori e amici, nel segno della cortesia e dell'ospitalitĂ . A business renowned for always having open doors, as a sign of courtesy and hospitality, to welcome their guests, visitors and friends.

Tra le cascine Capretto, rinominate cascine Napoli per commemorare la sconfitta dei Borboni a opera dei garibaldini e dell'esercito sabaudo, da oltre un secolo sorge l'azienda agricola Capretto. Di generazione in generazione ha tramandato sapere, esperienza e passione, che da sempre sono necessarie per coltivare vigne e produrre vini di qualità . Dopo Marcello, Teresio e Francesco, che per tutto il Novecento hanno perpetuato la loro missione, oggi l'azienda è condotta da Renato. Grignolino d'Asti, Barbera d'Asti, Chardonnay, Sauvignon, Passito di Malvasia di Casorzo ma anche spumanti, tra cui un metodo classico e il mosto d'uva parzialmente fermentato sono i prodotti che caratterizzano quest'azienda ormai apprezzata da molti ristoratori e clienti privati del territorio monferrino. 196

Strada Cascine Napoli Grazzano Badoglio (AT) Tel. +39 0141 925128 Cell. +39 338 2168188 caprettoazienda@icloud.com Facebook: Azienda vitivinicola Renato Capretto

B

etween the Capretto farmhouses, renamed Cascine Napoli in commemoration of the defeat of the Borboni by the Savoy army, Capretto as an agricultural business was established over 100 years ago. The knowledge, experience and passion required to cultivate vineyards and produce quality wines has been passed down from generation to generation. During the 20th Century it was the duty of Marcello, Teresio and Francesco, but today the business is run by Renato. Products such as Grignolino d'Asti, Barbera d'Asti, Chardonnay, Sauvignon, Malvasian Passito of Casorzo, classic spumanti and a grape must, partially fermented, characterize this business. A business which is, by now, treasured by many restaurants and private customers in the Monferrato region.


Visione naturale

CASCINA GASPARDA

Rispetta la natura e i suoi cicli e lei non ti deluderà. Respect nature and her cycles and she will not disappoint you.

in dal 2010, anno in cui è uscita sul mercato con le prime etichette, la F famiglia Salvaneschi aveva già le idee molto

chiare. Volevano trasformare la loro cascina in un piccolo microcosmo che rispecchiasse i valori legati alla tradizione e al rispetto del territorio, e ci sono riusciti. In sette anni, il sogno di Pietro, Patrizia e dei loro figli Mauro e Roberto è diventato una realtà chiamata Cascina Gasparda. Ma il loro è un progetto in continua evoluzione, incentrato sul concetto di etica, sia nell'ambito della lavorazione delle vigne e della produzione dei vini, sia in quello della genuinità dei cibi proposti in agriturismo. La totale conversione biologica dei terreni e l'avvicinamento al concetto di vini naturali sono i temi principali sui quali stanno lavorando. Una visita alla loro cascina è l'occasione giusta per scoprire uno dei più autentici angoli di Monferrato.

S

ince 2010, the year their first label entered the commercial market, the Salvaneschi family already had very definite ideas. They wanted to transform their farmhouse into a little microcosm which reflected traditional values and respect for the territory, and they did it. In seven years, the dreams of Pietro, Patrizia and their sons Mauro and Roberto have become a reality called Cascina Gasparda. But theirs is a continually evolving project, centered around the concept of ethics, from the working environment among the vines, to the wine production in the cellar, to the food offered from their agriturismo. The total conversion of their land to certified organic status brings it closer to the real concept of 'natural wines' and these are the principal themes which they are working on. A visit to their farmhouse is the perfect opportunity to discover one of the most authentic corners of Monferrato. 197

Via Gasparda 6 Olivola (AL) Tel. azienda +39 329 4126319 Tel. agriturismo +39 339 7874742 cascinagasparda.com info@cascinagasparda.com Facebook: Cascina Gasparda Instagram: cascinagasparda


Visita al museo

MUSEO DELLA GRAPPA c/o Antica Distilleria di Altavilla Località Cittadella 1 Altavilla Monferrato (AL) Tel. +39 0142 926185 grappaltavilla.com info@grappaltavilla.com Facebook: ANTICA DISTILLERIA MUSEO DELLA GRAPPA

Un luogo magico e quasi incantato dove le atmosfere e i sapori di pregiati distillati sono intatti fin dal lontano1846. A magical and almost enchanted place where the atmosphere and flavors of fine spirits have been in existence since 1846.

Museo della Grappa, per unicità e può essere considerato una Idellelincanto, attrazioni più belle e particolari del

territorio monferrino. Nato nel 2001 da un'idea dei fratelli Fabrizio e Alessandro Mazzetti, distillatori da sei generazioni, sorge all'interno dell'Antica Distilleria di Altavilla, azienda produttrice di pregiate grappe e liquori famose e apprezzate in tutto il mondo. Una visita a questo museo rappresenta una vera e propria immersione in altri tempi; sapori e atmosfere che sono rimasti intatti dal passato e in un tempo che, fin dal lontano 1846, è lentamente scandito dalla goccia che trabocca dal distillatore. I fratelli Mazzetti, eredi di questa antica tradizione, accompagnano personalmente i visitatori all'interno di un percorso guidato che mostra alambicchi e attrezzature storiche e si conclude con una piacevole degustazione. 198

T

he unique and charming Grappa Museum can be considered one of the most beautiful and unusual attractions in Monferrato. Opened in 2001, it was born out of an idea of brothers Fabrizio and Alessandro Mazzetti, sixth generation distillers. It can be found inside the Antique Altavilla Distillery, a company producing fine grappas and liquors which are famous and esteemed all over the world. A visit to this museum represents a real dive into the past. Flavors and ambiance from the past linger from a time which, since 1846, has been accompanied by the drips which overflow from the still. The Mazzetti brothers, heirs of this ancient tradition, personally accompany the visitors on a guided tour which shows old-fashioned stills and equipment and ends with a pleasant tasting of some of their products.


Family farm Una produzione di vini dagli aromi complessi ed eleganti, strutturati, di grande corpo e finezza, ottenuti anche grazie alla bassa resa d'uva per ceppo. Production of wines with complex and elegant aromas, structured, of great body and finesse, obtained thanks to the low yield of grapes per variety.

Fabrizio Iuli più che un vignaiolo può essere considerato un sognatore. Un romantico attaccato al proprio territorio, dal quale si sforza con maestria di estrarre vini lievi che si bevano con facilità, non banali, sempre eleganti, freschi, dinamici e croccanti. La passione di quest'uomo, nato e sempre vissuto in Monferrato, è quella di lavorare i vini nella tradizione piemontese (cemento e legno), partendo della terra bianca e della mineralità dal suolo. I vigneti dell'azienda Iuli sono situati nella parte più meridionale del Basso Monferrato, nei comuni di Cerrina Monferrato, Odalengo Grande e Castelletto Merli. Alla cultura dell'accorpamento della superficie vitata in un unico sito, la cantina ha privilegiato un'impostazione volta alla valorizzazione di vecchi vigneti e all'esaltazione dei singoli terreni. Le vigne si trovano tutte in microzone molto vocate, caratterizzate in prevalenza da suolo bianco argilloso-calcareo.

F

abrizio Iuli, more than a vintner, can be considered a dreamer; a romantic who is attached to his land, from which he strives with skill to extract light wines which one can drink easily, not banal, always elegant, fresh, dynamic and crunchy. The passion of this man, who was born and has always lived in Monferrato, is to work the wines in the Piemontese tradition (cement and wood), starting from the 'white soil' and mineral composition of the earth. The Iuli vineyards are located in the southernmost part of Basso Monferrato, in the municipalities of Cerrina Monferrato, Odalengo Grande and Castelletto Merli. Instead of cultivating vines on a single piece of land, the Winery has favored the utilization of old vineyards and the celebration of individual areas of land. The vineyards are all found within a very compatible micro-zone, characterized mainly by white clay soil rich in calcium. 199

IULI Via Centrale 27 Frazione Montaldo Cerrina (AL) Tel. +39 0142 946657 Cell. +39 338 2566139 iuli.it cavimon@iuli.it


LA SPINOSA ALTA Cascine Spinosa Alta 6 Ottiglio (AL) Tel. +39 0142 921372 Cell. +39 348 3705778 lanzani.vini@tin.it

Qualità ed eleganza Un'azienda vitivinicola immersa nel verde delle colline monferrine, dove i vini prodotti si distinguono per la loro raffinatezza ed eleganza. A wine-growing company immersed in the green hills of Monferrato, where the wines produced are distinguished by their sophistication and elegance.

La qualità che Paolo e Olivia riescono a esprimere nei loro vini si può percepire ancora prima di degustarli, per esempio osservando la cura con cui gestiscono la loro cantina e le loro vigne. In quella che è una piccola e caratteristica frazione del Monferrato, Cascine Spinosa Alta, in cima a una collina che offre scorci panoramici di rara bellezza, sorge questa piccola azienda vitivinicola a conduzione famigliare che è diventata un riferimento per tutti gli amanti del buon bere. Qui la qualità è al centro di tutto e le poche migliaia di bottiglie prodotte costituiscono un tesoro dal valore sentimentale inestimabile, da degustare con calma o conservare gelosamente. Il Tenebroso da uve Nebbiolo, la Barbera superiore La Punta, il Grignolino e l'Arneis Duetto sono i vini più rappresentativi di quest'azienda. 200

T

he quality that Paul and Olivia express in their wines can be sensed, even before tasting them, for example, by observing the way in which they care for their cellar and their vineyards. In what is a small and characteristic part of Monferrato, Cascine Spinosa Alta, on top of a hill that offers panoramic views of rare beauty, sits this small family-run wine-growing company that has become a reference for all lovers of good drinking. Here, quality is at the heart of everything and the few thousand bottles produced are a treasury of invaluable sentimental value, to savor calmly or to scrupulously guard. The Dark Aged Nebbiolo, the Barbera Superiore 'La Punta', the Grignolino and the Arneis Duetto are the most representative wines of this company.


Vino in compagnia Dove la curmà, la festa di fine vendemmia, sembra non finire mai. Alla corte di "Riki", uno dei viticoltori più carismatici del territorio. Where the “curmà”, the party to celebrate the end of harvest, seems to never end. You're in the hands of “Riki”, one of the most charismatic winemakers in the region.

na cantina scavata nella pietra da cantoni con moderne attrezzature U e accuratamente tenuta in ordine da suo

padre Cipriano detto il "nonno" e dal suo cantiniere di fiducia Giacomino, una caratteristica sala di degustazione con antiche volte in mattoni e un ampio tavolo di legno sotto un fresco dehors. A grandi linee, questo è il regno di Riccardo Coppo, un viticoltore monferrino che ha fatto del suo lavoro una passione, nonché un autentico stile di vita. Per la sua più grande felicità, infatti, quando non è impegnato tra i filari o in giro per le vendite la sua bella cascina diventa il luogo d'incontro ideale per amici e clienti. Momenti unici e particolari, con degustazioni e merende che lasciano il segno, contraddistinti dalla sincerità tipica degli uomini della terra, dove istintivamente l'ospite riesce a sentirsi come a casa propria.

A

cellar of excavated “pietra da cantoni” sandstone with modern equipment, carefully maintained and kept in order by his father Cipriano, otherwise known as “Nonno”. From his trusted cellarman Giacomino, a characteristic tasting room with ancient brick vaults and a large wooden table under a refreshing pergola. In broad terms, this is the kingdom of Riccardo Coppo, a wine-maker from Monferrato who has made his work a passion as well as an authentic lifestyle. What makes him happy, when he is not busy among the vines or traveling to market his wine, is his beautiful farmhouse which becomes the ideal meeting place for friends and customers. Unique and unusual moments, with wine tastings and hors d'oeuvres leaving a lasting impression, distinguished by the sincerity of the earthy men, where the guest instinctively feels at home. 201

Viale Cipriano Cei 22 Cella Monte (AL) Tel. +39 0142 488467 Cell. +39 335 6142584 riccardocoppovini.it info@ riccardocoppovini.it Facebook: Riccardo Coppo Vini


Una storia che affonda le sue origini in una passione e una tradizione di famiglia: “l’amore per la propria terra”.

Dalla terra ai prodotti

di Villa Ronco, ovvero l'azienda Q uella agricola Gaviati Fratelli, è una storia

che continua da quattro generazioni. Dagli attuali proprietari è stata acquistata nel 1958 dall'avvocato Prielli. Si estende su una superficie di trenta ettari nei comuni di Rosignano Monferrato e Cella Monte coltivati a vigneto, cereali, foraggio biologico, orto e frutteto. Dalla coltivazione di questa terra nascono vini, confetture, succhi di frutta, conserve naturali e altre specialità della tradizione monferrina. In più, le arnie situate nella proprietà producono vari tipi di miele. Decisamente ampia la scelta di vini, a partire dal Grignolino e la Barbera, oltre che Freisa, Bonarda, Chardonnay, Passito di Barbera e Cortese. Villa Ronco, inoltre, s'identifica anche nell'agriturismo dove è possibile degustare i prodotti realizzati in azienda. A fine anno, poi, ci sarà la possibilità di pernottare in struttura.

A story that is rooted in passion and family tradition: "love for one's own land."

T

he story of Villa Ronco, otherwise known as the Gaviati F.lli Farm, is one which has been continuing for four generations. It was purchased from a lawyer called Prielli by the current owners in 1958. It covers an area of ​​thirty hectares extending into Rosignano Monferrato and Cella Monte, cultivating vineyards, grain, organic animal fodder, vegetables and fruit orchards. From its produce wines, jams, fruit juices, natural preserves and other specialties of the Monferrato tradition are created. In addition, the hives on the property produce various types of honey. A decidedly wide selection of wines, starting with Grignolino and Barbera, as well as Freisa, Bonarda, Chardonnay, Passito of Barbera and Cortese are made. Villa Ronco also works along side its Agriturismo where it is possible to taste the products made on the farm. At the end of the year, it is also possible to stay overnight in one of the guest rooms. 202

VILLA RONCO Via Prielli 85 - frazione Stevani Rosignano Monferrato (AL) Tel. +39 0142 489781 villaronco.it info@villaronco.it Facebook: Villa Ronco


Vite al naturale Quando il biologico è uno stile di vita che ne migliora la qualità. When 'organic' is a lifestyle which enhances quality.

La Vitivinicola Caire e Angelino, abbreviata in Vinicea, società tra Paolo e sua moglie Paola, nasce nella primavera del 2012. Il rispetto dell’ambiente naturale e l’attenzione verso i cibi sani li portano a dare una propria identità biologica a 14 ettari di vigne e noccioleti della vecchia azienda di famiglia, fondata dagli Angelino a Ottiglio nel 1792 e dove Paolo produceva vino in prima persona dal 1995. Attualmente la superficie vitata si estende a 12 ettari, su marne mioceniche a 300 metri di altitudine, con varietà autoctone e internazionali come Grignolino, Barbera, Freisa, Arneis, Chardonnay, Pinot Nero, Merlot e Sauvignon Blanc. In vigna si effettua il minor numero possibile di trattamenti, unicamente di natura minerale e vegetale, mantenendo un manto erboso tra i filari. La cantina, disposta su diversi livelli, risale al Settecento, e l’infernot, scavato nella pietra da cantone, è il luogo ideale per l’affinamento in botti di rovere.

T

he Caire and Angelino winery, abbreviated to Vinicea, is a cooperative between Paolo and his wife Paola which began in the spring of 2012. Respect for the natural environment and attention to healthy foods lead them to give their 14 hectares of vineyards and hazelnuts on the old family farm its own organic identity. The farm was founded by the Angelino in Ottiglio in 1792 and is where Paolo has been producing wine first-hand since 1995. Currently the vineyards cover 12 hectares, on miocene marl soils at 300 meters altitude, with both native and international varieties such as Grignolino, Barbera, Freisa, Arneis, Chardonnay, Pinot Noir, Merlot and Sauvignon Blanc. The vineyard receives the smallest possible number of treatments, and only those of a mineral and vegetable nature, and between the rows they keep a grassy blanket. The cellar, located on different floors, dates back to the seventeenth century and the infernot, dug into the pietra da cantone, is the ideal place for oak barrels to rest as the wine is refined. 203

VINICEA VITIVINICOLA CAIRE E ANGELINO via Marconi 14 Ottiglio (AL) Tel. +39 0142 454226 Cell. +39 347 9491590 vinicea.it paolo.angelino@alice.it


AGNOLOTTI E DINTORNI

AGRIZOO

ALESSANDRO MARTINOTTI

BAR CASALE

Food & Beverage

Shopping & Business

Food & Beverage

Food & Beverage

Aperto a fine gennaio del 2013, il piccolo ma grazioso negozio a ridosso del centro storico di Casale Monferrato, antistante a piazza San Francesco, è gestito dalla sempre sorridente e gentile Valentina. Qui si possono trovare specialità culinarie ricercate con vasto assortimento di gastronomia e un'ottima e ampia scelta di vini nonché di birre artigianali. Particolare attenzione è riservata agli agnolotti proposti in molte varianti possibili e alla pasta fresca

È un negozio specializzato nella vendita di prodotti agricoli, sementi, mangimi vari, alimenti per piccoli e grandi animali e accessori per orti e giardini. Da anni offre alla clientela competenza e professionalità, consigliando e assistendo sia il professionista che l'appassionato nella scelta. Agrizoo fornisce anche un'ampia scelta di piante e fiori, concimi, antiparassitari e terricci di vario genere. Dispone inoltre di un reparto specializzato nella vendita ed installazione di stufe a pellet.

Questa piccola azienda monferrina produce vino da più di sessant'anni. Nessun dipendente al di fuori della famiglia stretta, a parte qualche raccoglitore molto puntiglioso e preparato, assunto giusto per il tempo della vendemmia, quando tutti si mettono a raccogliere solamente i grappoli migliori, avendo come obiettivo la produzione di vini di alta qualità. Da qualche anno l'azienda ha puntato anche sulla produzione di nocciole, che vengono conferite all'azienda Novi.

Situato in una delle principali vie di Casale Monferrato, questo bar apre nel 2015 per volontà di Salvatore Di Sparti che, con i suoi oltre quarant'anni di attività nel settore, è uno dei più conosciuti baristi in città. Aperto fin da mattina presto, è il luogo ideale per colazioni complete, pranzi frugali e di lavoro, nonché sfiziosi aperitivi a base di cocktails o vini locali e internazionali. Ambiente moderno e dehors estivo a disposizione della clientela.

Open since the end of January 2013, this small yet refined shop just before the historic center of Casale Monferrato, situated facing the San Francesco Piazza, is run by the smiley and courteous Valentina. Here you can find treasured culinary specialties with a wide range of dishes and an excellent range of wine, as well as handcrafted beer. Particular care is set aside for the agnolotti, offered in a variety of different ways, using only the freshest pasta.

A shop specializing in the sale of agricultural products, seed, various types of feed for small and large animals and accessories for the garden and vegetable patch. For years, they have been offering their clients expertise and professionalism, giving advice and assisting both professionals and hobbyists in their choices. Agrizoo provides a wide range of plants and flowers, fertilizers, insecticides and pesticides and different types of soil. Additionally, they have a specialized department for the sale and installation of pellet stoves.

This little Monferrato business has been producing wine for more than sixty years. With no employees outside this tight-knit family, apart from the occasional very prepared and meticulous picker, employed solely for the harvest period, when everyone pitches in to pick only the best bunches, having the production of the highest quality wines as their main focus. For some years, the company has also been focused on the production of hazelnuts which are then handed over to the Novi.

Situated in one of the main streets of Casale Monefrrato, Salvatore Di Sparti opened this bar in 2015. With over 40 years of experience in the sector, he is one of the most well-known bar-men in the city. Open from early morning, it is the ideal place for well-rounded breakfasts, work-break meals or quick lunches as well as lavish aperitif with cocktails or local and international wines. The setting is modern and the outdoor seating is available to customers all summer.

Cascina Pessine 3/A Cuccaro (AL) Tel. +39 339 5608976

Corso Valentino 261 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 338 6196916 casalegamessrl@gmail.com

Piazza San Francesco 26 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 461056 valentinaceccato@libero.it Facebook: Agnolotti & dintorni

Via Casale 8/A Occimiano (AL) Tel. +39 0142 808035 agrizoo.eu agrizoo.agrizoo@yahoo.it Facebook: Agrizoo Occimiano

alessandro.martinotti76@gmail.com


BAR LE GAIE

BAR TRATTORIA STOP AND GO

BOIDO TARTUFI

CINQUE QUINTI

Food & Beverage

Food & Beverage

Food & Beverage

Wines & Spirits

Uno dei bar più frequentati e blasonati di Casale Monferrato, un locale tutto al femminile diretto dalle sorelle Gaie. Dal servizio al banco o nei tavolini affacciati sulla centralissima via Roma di Casale Monferrato si possono degustare ricche colazioni, dal dolce al salato, agli aperitivi, ai pranzi veloci con piatti freddi della cucina tradizionale. In inverno da non perdere la sfiziosa cioccolata con panna montata.

Per chi si dovesse trovare di passaggio a Casale, soprattutto per lavoro, Stop and Go rappresenta una sosta ottimale, anche perché la trattoria si trova vicinissima al casello autostradale Casale M.to Sud. Ad attirarvi sarà la simpatia dei giovani proprietari, i fratelli Maurizio e Simone, entrambi chef diplomati, che propongono le loro specialità totalmente genuine e preparate al momento. Un pranzo a menù fisso di sicura qualità per una ripartenza veloce.

Attivo da oltre vent'anni, è ormai un marchio di prestigio e alta qualità che propone unicamente tartufi italiani cavati il giorno precedente. Boido Tartufi si avvale di un’ampia rete di cavatori in tutta Italia per reperire quotidianamente tartufi di ogni qualità in base alle stagioni. Propone quattro diverse linee di prodotti: i freschi, i conservati, la mise en place e le idee regalo. Sicuramente una realtà dell'eccellenza culinaria italiana.

Un progetto nato nel 2015 su idea di Fabrizio, Martina, Michele, Francesca e Mario, cinque fratelli uniti dalla passione per il Monferrato e dalla volontà di portare avanti l’attività agricola e vitivinicola di famiglia con un tocco fresco e innovativo. La prima etichetta è stato un vino rosso da tavola con 100% uve Barbera della vendemmia 2015. Già in vinificazione, inoltre, vi sono 700 bottiglie di Barbera preparate in acciaio e 700 affinate in tonneaux.

One of the most popular and well-known bars in Casale Monferrato. A venue with an all-woman management team - the Gaie sisters. From 'the counter' or from the little tables facing Casale Monferrato's very central Via Roma, you can sample lavish breakfasts, from sweet to savory, to aperitivo, to fast lunches with cold dishes of traditional cuisine. In winter, the extravagant hot chocolate with whipped cream is not to be missed.

For those who are just visiting Casale, especially for work, Stop and Go is an ideal stopover. The trattoria is conveniently very close to the Casale Monferrato Sud motorway toll booth. What will win you over is the remarkable congeniality of its young owners, brothers Maurizio and Simone, both chef graduates, who will serve you their totally genuine and freshly prepared specialties. A high-quality prix-fixe menu for a quick getaway.

In business for over twenty years, it is now a prestigious and high quality brand that only offers Italian truffles collected the previous day. Boido Truffles has a large network of truffle hunters throughout Italy who find truffles of every variety daily, according to the season. It offers four different product lines; fresh, preserved, mise en place and gift ideas. Definitely a business promoting Italian culinary excellence.

This project, which began in 2015, came from the idea of Fabrizio, Martina, Michele, Francesca and Mario, five siblings united by their passion for Monferrato and their strong desire to give the family agricultural and winemaking business a fresh and innovative touch. The first label was a table red with 100% Barbera grapes from the 2015 harvest. Furthermore, 700 bottles of Barbera, prepared in stainless steel and 700 bottles in oak barrels are already in vinification.

Via Roma 6 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 540241 Facebook: Bar Le Gaie

Strada Valenza 2 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 456608 Facebook: Bar trattoria stop and go

Via B. San Giorgio 9 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 338 5676039 boidotartufi.it

casalemonferrato@boidotartufi.it

Facebook: BOIDO Tartufi Casale Monferrato

Via Dante Barbano 46 Cella Monte (AL) Tel. +39 339 108 3799 Tel. +39 333 458 7383 cinquequinti.com support@cinquequinti.com Facebook: Cinque Quinti


ELFO AGNOLOTTI

LA BOTTEGHINA

LA GHIOTTA

LA STAMBERGA DEL DRAGO

Food & Beverage

Food & Beverage

Food & Beverage

Food & Beverage

Questo negozio propone ogni giorno specialità alimentari che rimandano ai gusti più genuini e ai sapori più autentici che il territorio del Monferrato sa esprimere. Elfo Agnolotti vanta un'ampia scelta che spazia dalla pasta fresca e ripiena a prodotti di gastronomia come friciulin, frittatine di verdure, acciughe con bagnetto, antipasto piemontese, insalata russa, lingua con bagnetto, composte, marmellate e molto altro ancora. Tra i servizi proposti anche le consegne a domicilio.

A poca distanza dal municipio e dall'ampia piazza che offre la possibilità di parcheggio, è l'unico negozio di alimentari situato nella parte alta del paese, nel pieno centro storico. In un ambiente così particolare e suggestivo, è il luogo ideale per soddisfare le esigenze culinarie di tutti i giorni nonché quelle più specifiche grazie all'assortimento di svariati prodotti tipici del territorio monferrino.

Posizionato sulla strada principale, all'inizio del centro abitato provenendo da Casale Monferrato, è una gastronomia, una tavola calda e un bar. Dalla prima colazione del mattino all'aperitivo pre-cena, passando dal pranzo, è quindi un locale completo. Qui si trovano solo prodotti artigianali freschi di giornata, con ingredienti a chilometro zero e senza conservanti, preparati da chi possiede maestria nel cucinare.

Storico ristorante e punto di incontro di intellettuali e musicisti, immerso nel verde delle colline del Monferrato. Cucina creativa con materie prime esclusivamente di stagione e fresche, per offrire agli ospiti l'opportunità di gustare sempre nuove creazioni. Un posto molto semplice ma genuino all'interno, che riserva la sorpresa della terrazzina esterna con vista impagabile sulle colline e Monviso in lontananza.

Every day, this shop offers culinary specialties which reflect the most genuine tastes and authentic flavors that the Monferrato territory has to offer. Elf Agnolotti has an extensive range of products; from fresh pasta, filled pasta and gourmet products such as friciulin, vegetable fries, anchovies in “bagnetto”, Piemontese antipasto, Russian salad, tongue in “bagnetto”, compotes, jams, and much more. Home delivery is among the services offered.

A short distance from the Town Hall and the large parking area, this is the only grocery store located in the upper part of the town, in the heart of the Historic Center. In this peculiar and evocative environment, it is the ideal store to satisfy your every-day culinary needs, as well as a place to f ind special items thanks to the range of typical products from the Monferrato region.

Located on the main road, at the beginning of the residential area heading out of Casale Monferrato, is a delicatessen and bar which serves hot meals. From breakfast in the morning, to lunch, to the pre-dinner aperitivo – it really provides complete service! Here you will find only fresh, hand-made products with zero-kilometer and no preservative ingredients, prepared by those who are masters in the kitchen.

A historical restaurant and meeting place for intellectuals and musicians, surrounded by the greenery of the Monferrato hills. Creative cuisine using only seasonal and fresh ingredients, offering its guests the opportunity to always enjoy new recipes. A very simple and unpretentious place on the inside, which makes the beautiful view over the hills and Monviso from the outdoor terrace an enchanting surprise.

Piazza G. Battisti 1/A Ozzano Monferrato (AL) Tel. +39 345 8231466 georgiaivan3ville@gmail.com

Via Roma 138 Ozzano Monferrato (AL) Tel. +39 0142 487678 Facebook: La Ghiotta

Strada Provinciale 50 N. 4 Roncaglia (AL) Tel. +39 348 7742356 elfoagnolotti.it info@elfoagnolotti.it Facebook: Elfo Agnolotti

Piazza Giuseppe Garibaldi 25 Varengo (AL) Tel. +39 0142 231993 Facebook: La Stamberga del Drago


LO SCATOLINO DEL BUON GUSTAIO

MACELLERIA CORONA

OLEARO MENTINA

OSTERIA AMAROTTO

Food & Beverage

Food & Beverage

Shopping & Business

Food & Beverage

Creato da Fabio Ricardi, per anni chef in ristoranti di livello, e Claudia Lupano, appassionata di cucina, in pochi anni è diventato un riferimento in città, un angolo dei sapori dove è possibile acquistare ottimi salumi e formaggi locali e gustosi piatti di gastronomia monferrina, come agnolotti classici piemontesi e gli agnolottini del plin realizzati a mano. Vasta anche la scelta di vini pregiati, birre artigianali e distillati per veri intenditori nell’angolo enoteca.

Situata in una via del centro storico di Casale Monferrato, Silvano Provera propone esclusivamente carni piemontesi provenienti da allevatori selezionati. Questa macelleria è specializzata nei salumi, ma in generale è apprezzata per la sua meticolosa lavorazione artigianale priva di conservanti. La produzione e la conservazione accurata consentono di restituire al cliente i sapori e i gusti tipici del territorio.

Uno dei piaceri del possedere una casa di campagna è quello di poterla accudire e manutenere personalmente. Se questa è la vostra passione Olearo Mentina è il vostro regno. Un vasto assortimento di attrezzature, sementi e piante faranno al caso di chi possiede il pollice verde. Inoltre, per gli amici animali domestici e da cortile, è disponibile un'ampia scelta di alimenti di prima qualità, oltre ad attrezzature e accessori di ogni genere.

Dal 1940 è il luogo ideale dove mangiare gustose specialità tipiche piemontesi accolti dalla consueta cordialità che caratterizza ormai da molti decenni la famiglia Amarotto. Situata a Casale Monferrato, l'Osteria offre una ricchissima scelta legata alla tradizione come la carne cruda, la bagna cauda e i dolci rigorosamente fatti in casa. È possibile accompagnare i piatti con vini pregiati del territorio e non solo.

Created by Fabio Ricardi, previously a high-end restaurant chef, and Claudia Lupano, a fellow 'foodie'. In just a few years it has become a point of reference in the town, a gourmet hot-spot where you can buy some great local cold meats and cheeses and some tasty traditional dishes, such as the classic Piemontese agnolotti and the hand-made “plin” agnolottini. A great choice of fine wines is available, and also hand-crafted beers and distillates in the wine shop corner for real connoisseurs.

Situated in the historic center of Casale Monferrato, Silvano Provera exclusively provides Piemontese meats which come from selected growers. This butcher specializes in cold meats but is valued for his meticulous small-scale production methods without the use of preservatives. The careful production and conservation allows the genuine tastes and flavors of the territory to be paid forward to his clients.

One of the pleasures of owning a country house is to be able to care for and maintain it personally. If this is your passion then Olearo Mentina is your kingdom. A wide range of equipment, seeds and plants that will please anyone with a green thumb. In addition, there is a wide choice of high quality food available for house pets and small farm animals, as well as tools and accessories of all kinds.

Since 1940, it has been the ideal place for eating tasty traditional Piemontese specialties, welcoming you with the kind of hospitality which has been the hallmark of the Amarotto family for decades. Located in Casale Monferrato, the Osteria offers a rich choice of traditional dishes such as tartare meat, bagna cauda and strictly homemade desserts. It is possible to accompany the dishes with fine wines, local or otherwise.

Corso Valentino 240 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 335 7794817 info@olearosas.it

Via Cavour 53 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 781281 osteriaamarottocasale.it info@osteria-amarotto.com Facebook: Osteria Amarotto

Corso Valentino 53/A Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 71698

Via B. San Giorgio 12 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 454100 elena_pino@libero.it


OSTERIA LUNFARDA

PANETTERIA SANT'ILARIO

RISTORANTE AMETISTA

RIVIERA CAFFE'

Food & Beverage

Food & Beverage

Food & Beverage

Food & Beverage

Diego e Serena gestiscono questo locale da più di un anno con passione, professionalità e la solita allegria che li contraddistingue. Qui i menù spaziano dai piatti tipici del territorio alle pregiate carni alla griglia, specialità della casa, e pesce proposto in molteplici varianti. Accoglienti e caldi gli spazi interni, colorato e fresco il dehors esterno. Il locale ideale per sentirsi a casa in un ambiente giovane contraddistinto anche dalla buona musica.

In una delle vie più caratteristiche del centro storico di Casale Monferrato, via Garibaldi, questa panetteria è gestita da Ferdinando Coffa sin dal 1983. Propone molte varietà di pane con farine di diversi tipi, focacce, pizze e pasticceria secca. Il tutto utilizzando materie prime di ottima qualità, legate a un tipo di lavorazione prettamente artigianale. Infine, molto apprezzata dalla clientela, la produzione di pane a lievitazione naturale.

Situato a ridosso del centro storico di Moncalvo, sotto la cinta muraria dell'antico castello, questo ristorante si affaccia sulle sinuose colline aleramiche del Monferrato. Con un locale accogliente e ben curato, dove l'atmosfera è coinvolgente, è il luogo ideale per un pranzi o cene dove si possono degustare sia i più importanti piatti della tradizione, sia nuove proposte creative.

Situato nella centralissima via Roma di Casale Monferrato, il Riviera Cafè è un locale che non passa inosservato: l'ambiente curato nei minimi dettagli, di gran classe e finito con materiali di pregio, a partire dal dehors esterno, ne sono il più efficace dei biglietti da visita. Con un personale disponibile e professionale e con una scelta di cibi e bevande di prima qualità, è la scelta ideale per un momento di relax, dalla colazione all'aperitivo serale passando per un pranzo frugale ma ricercato.

Diego and Serena have been managing this restaurant for more than a year with passion, competence and a cheerfulness that defines them. Here the menu boasts variety; from typical local dishes to fine grilled meat, homemade specialties, and fish prepared in a variety of ways. Its interiors are cozy and warm, while the dehors outside is colorful and cool. The ideal place to feel at home among a young crowd, surrounded by good music.

Located in via Garibaldi, one of Casale Monferrato's historic centre's most picturesque streets, this bakery has been managed by Ferdinando Coffa since 1983. It offers many different types of bread made with flours of all kinds, but also focaccias, pizzas and pastries. All of this is strictly homemade, using only high-quality and wholesome ingredients. Last but not least, and highly valued by its clientele, is the production of sourdough bread.

Located next to Moncalvo's historic town centre, facing the wall of its ancient castle, this restaurant overlooks the winding Aleramo hills in Monferrato. A cozy and wellkept place with an engaging atmosphere, this is the ideal spot for a lunch or dinner where you can taste both the main traditional dishes and also some new creative recipes.

Located in the very central via Roma in Casale Monferrato, the Riviera Caf è is a place that does not go unnoticed. Its setting is a most effective business card, as everything was chosen with great care. Tasteful decor with high quality finishes, starting from the external dehors. With its helpful and competent staff and its choice of top-quality food and drinks, it is the ideal place for a moment of peace, from breakfast to evening aperitivo for a light gourmet lunch.

Strada Vialarda 54 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 408937 osterialunfarda.it info@osterialunfarda.it Facebook: Osteria Lunfarda

Via Garibaldi 36 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 0142 452962 ferdinando.coffa@gmail.com

Piazza Antico Castello 14 Moncalvo (AT) Tel. +39 0141 917423 moncalvo_ametista@virgilio.it Facebook: Ristorante Ametista

Via Roma 128 Casale Monferrato (AL) Tel. +39 338 604 0363 Facebook: Rìvìera Cafè


Anteprima 365 Monferrato

Anno 2 - Numero 3 - Primavera 2018

Chadebost maison de creation

N

Nato a Talence nel 1975, Olivier Chadebost è uno dei più stimati architetti francesi nella progettazione aziende vitivinicole ma non solo. Nel corso di vent'anni d'attività, con il suo talento ha messo la firma sulle più prestigiose cantine in giro per il mondo. A fine settembre ha visitato il Monferrato accompagnato da Donato Lanati. Abbiamo cercato di capire i loro ambiziosi progetti per il territorio.

N

ato a Talence nel 1975, Olivier Chadebost è uno dei più stimati architetti francesi nella progettazione aziende vitivinicole ma non solo. Nel corso di vent'anni d'attività, con il suo talento ha messo la firma sulle più prestigiose cantine in giro per il mondo. A fine settembre ha visitato il Monferrato accompagnato da Donato Lanati. Abbiamo cercato di capire i loro ambiziosi progetti per il territorio. 209

CHADEBOST CREATIONS BORDEAUX-PARIS

chadebostcreations.com contact@chadebostcreations.com


Collezione Petali

Profile for 365 COMUNICATION

365 monferrato anno 1 numero 2 autunno 2017  

365 monferrato anno 1 numero 2 autunno 2017  

Advertisement