Issuu on Google+

visioni / manlio costantini

I benefici della piattaforma globale machine to machine

19 COM

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014

A livello internazionale, la strategia del gruppo Vodafone per l’M2M aveva preso forma già nel 2009, concretizzandosi in una serie di importanti investimenti di carattere organizzativo e tecnologico.

2

Weborama, profeta dell’audience planning

4 milan games week

Cambia nome l’attesa kermesse

6 blogmeter

Essere Premier aiuta sui social

8 only money super summit

Public-Ideas è fra i protagonisti

ALLARGHIAMO GLI ORIZZONTI DEL TUO BUSINESS Il nostro posizionamento si distingue da sempre per il carattere consulenziale e una forte attenzione all’innovazione. Realizziamo soluzioni ADV che mettono in contatto il Brand con utenti fidelizzati ad un’editoria digital di successo.

11 wolters kluver italia

Diventa Premium Partner di Google

13 link

WeChat insegue WhatsApp


COM

COVER STORY

l’audience driven advertising platform potenzia l’offerta destinata ai media buyer con l’introduzione dei dati socio demografici

Weborama, dal media planning all’audience planning L’importanza centrale dei dati a supporto dell’attività di pianificazione non si discute più. Fondamentale, però è il ruolo delle aziende in grado di gestire, processare e rendere disponibili tali dati. con i suoi servizi weborama costituisce una risorsa imprescindibile per ottimizzare gli investimenti in adv

Q

uando il commerciante di Filadelphia John Wa n n a m a k e r pronunciò il celebre aforisma “La metà dei soldi che spendo in pubblicità è sprecato. Il guaio è che non so quale metà sia”, probabilmente non immaginava quanto la sua preoccupazione avrebbe segnato il mondo della pubblicità in futuro. Ottimizzare il messaggio pubblicitario rispetto al target di consumatori da colpire, infatti, resta ancora la maniera migliore per valorizzare il nostro investimento pubblicitario, qualunque sia il media interessato. Oggi con i media digitali è possibile raccogliere una quantità d’informazioni circa le caratteristiche e le abitudini del proprio target come mai in passato e i media buyers hanno la possibilità di riuscire a colpire il proprio target con estrema efficacia e senza dispersioni. A patto di gestire e analizzare correttamente l’enorme mole di dati, cosa affatto semplice, se l’Harward Bu-

2

siness Review ha definito l’analista di dati “il mestiere più sexy del 21esimo secolo”. Tuttavia, nonostante le difficoltà tecniche, il mondo del marketing non può fare a meno dei dati perché l’unione dei due elementi fornisce la pietra filosofale di ogni investimento pubblicitario: risultati affi-

40mln

e’ il numero di cookies unici che weborama mette a disposizione del mercato italiano a scopi pubblicitari

dabili e un ROI misusabile. In questo scenario, per aiutare gli operatori a trovare audience su larga scala e ottimizzare la performance delle loro campagne, fondamentale è il ruolo di aziende come Weborama, che da oltre 15 anni sviluppa e fornisce tecnologie e servizi all’avanguardia nel campo della data science in sette mercati europei, per aiutare a raccogliere, organizzare, conservare, elaborare e

conseguentemente utilizzare quantità significative di dati in tempo reale da utilizzare a scopi pubblicitari. In Italia, l’azienda combina questa intelligenza con una base dati di circa 40 milioni di cookies unici, classificati in base a variabili comportamentali e di interesse, a cui oggi l’azienda aggiunge anche quelle socio-demografiche, configurando la propria offerta di servizi come una tra le più avanzate sul mercato. Weborama si avvale, infatti, di algoritmi proprietari che consentono di assegnare ogni utente internet ad uno o più segmenti che ne individuano l’età, il sesso, la classe socio-economica e gli interessi. La conoscenza del consumatore che ne deriva permette agli operatori di marketing di congiungere potenza e precisione di targeting, ossia riconoscere in maniera più accurata la propria audience e raggiungerla con messaggi più centrati. I benefici di questo approccio sono una riduzione significativa delle dispersio-

Weborama e’ un’azienda ad alto tasso di tecnologia e innovazione, ma con un approccio che mette al centro le esigenze del cliente grazie a un team dedicato e una serie di offerte personalizzabili

ni e una maggiore efficacia delle soluzioni di branding e performance integrate con il contenuto.360com ha incontrato Roberto Carnazza, country manager di Weborama Italia per conoscere lo stato dell’arte del settore, l’offerta di servizi di weborama e l’andamento della società nel corso del primo trimestre dell’anno: Quanto contano i dati oggi nelle pianificazioni? «I dati sono il cuore delle trasformazioni attuali del

digital advertising, con possibilità pressoché illimitate. I cosiddetti “Big Data” hanno il potenziale per aprire le porte a iniziative di ottimizzazione del prodotto, dell’offerta, delle attività di comunicazione e altro. Se un brand può misurare, analizzare e trasferire la conoscenza derivante dai dati in un messaggio pubblicitario più personalizzato, coerente ed efficace, potrà senz’altro beneficiare di performance migliori. Alcuni degli aspetti che possono fare la diffe-

renza sono rappresentati, oltre che dalla validità dalla piattaforma tecnologica utilizzata per elaborarli, dalla consistenza e dalla granularità della base dati di riferimento, nonché dalla sua “freschezza” ed evoluzione temporale. Una base dati vecchia, per quanto consistente in termini numerici, non è ormai più di alcuna utilità anzi, può essere fuorviante; è infatti necessario potere e sapere rispondere in tempo reale alle esigenze dei consumatori. Per

farlo in maniera adeguata, un’azienda deve sfruttare tutte le leve del marketing mix, incluse la creatività, i contenuti, la strategia media, le modalità di pianificazione e la tecnologia, per trasformare la conoscenza derivante dai dati in un messaggio pubblicitario più coerente ed efficace. Quali sono i principali servizi messi a disposizione da weborama al mercato italiano? Weborama è una Audien-

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014


COM

COVER STORY

ce Driven Advertising Platform sviluppata per incontrare i bisogni del nuovo ecosistema dell’advertising. È basata su un approccio originale, che consiste nella trasformazione di dati “grezzi” in valore di marketing, grazie alla combinazione di una piattaforma tecnologica proprietaria, Weborama Campaign Manager (WCM), che permette ai dati media di essere raccolti attraverso l’adserving e il tracking di campagne pubblicitarie, con una DMP, Weborama Audience Manager (WAM), che consente di creare e gestire segmenti di marketing targettizzato molto precisi partendo da dati di prima e di terza parte. È questa combinazione a rendere l’offerta di Weborama unica nel marcato. In Italia, Weborama mette inoltre a disposizione di inserzionisti e agenzie una base dati di circa 40 milioni di cookie unici, classificati in base a variabili comportamentali e di interesse, a cui oggi si aggiungono anche quelle socio-demografiche. Che lavoro c’e’ dietro alla composizione di una tale base dati e quali sono le vostre competenze uniche a riguardo? Weborama si avvale di algoritmi proprietari capaci di assegnare ogni utente internet a uno o più segmenti 3

che ne individuano età, sesso, classe socio-economica e gli interessi. Questo grazie alle piattaforme tecnologiche proprietarie che, utilizzate nel contesto dell’online advertising, rendono possibile la raccolta di una enorme quantità di dati grezzi, che vengono per l’appunto trasformati in valore aggiunto dai suddetti algoritmi. La tecnologia è dunque fondamentale ma di pari se non maggiore importanza è anche l’apporto umano, ovvero quello dato dai data scientists di Weborama, che – oltre a lavorare costantemente sugli algoritmi stessi – sono costantemente impegnati nella costruzione di modelli più efficaci, nonché più adatti a singole esigenze. Grazie a questo processo, agli inserzionisti è data la possibilità di erogare campagne più in linea con le caratteristiche e gli interessi dei rispettivi pubblici. Il tutto ovviamente nel massimo rispetto della privacy dei consumatori, i cui dati sensibili non possono e non devono in alcun modo essere toccati (oltre ad essere sostanzialmente inutili nella

1998

E’ l’anno di fondazione di Weborama: 16 anni di consolidata esperienza nella data science

maggior parte dei casi).

mo (ma mono-contenuto).

Parliamo di mobile. Cosa cambia se gli schermi si fanno sempre più piccoli? Il vero futuro della pubblicità interattiva, a nostro giudizio, è valicare le divisioni di device, per arrivare a una effettiva cross-medialità che non dimentica gli aspetti creativi ma, al contrario, li potenzia. Riteniamo che l’era dell’advertising focalizzato sui singoli device - web o mobile considerati come “stand-alone” - abbia breve respiro e che verrà sostituita, come già sta avvenendo in altri Paesi, da una reale proposizione cross-device. Gli “schermi unici” si stanno dimostrando sempre più una debolezza, piuttosto che una forza; il mercato se ne sta rendendo conto e sta iniziando a spingere, anche nel nostro Paese, verso soluzioni alternative multi-scher-

E se le smart tv, le televisioni intelligenti integreranno i dati? Da una parte avere dei device “always on” (ovvero sempre connessi, con un canale di ritorno) offre la possibilità di accedere a una quantità di informazioni sinora impensabili con i televisori tradizionali: che si tratti di set top box, di browser o di smart tv, concettualmente non cambia moltissimo, si tratta di poter individuare in tempo reale quelli che sono i comportamenti di consumo di tutti gli utenti, in base ai quali costruire dei modelli con cui proporre una comunicazione pubblicitaria ad hoc, mirata e – in ultima analisi – utile. Il discorso sul mobile è assolutamente analogo in termini di capacità tecnologiche e di misurazione, l’unico vero discrimine deriva dal concetto basila-

re di contenuto, ovvero della sua forma. Laddove nel caso dei televisori connessi le differenze vi sono (a partire dalla sovrabbondanza dei contenuti stessi e dalla modalità di scelta) ma la fruizione finale è molto simile, gli smartphone richiedono un approccio estremamente differenziato, per questioni di prossimità, usabilità, tempo e definizione. Ci troveremo quindi in uno scenario dove un concetto come la total audience diventerà sempre più complesso, con una necessità sempre più spinta per le piattaforme tecnologiche di riuscire a distinguere utenti diversi in contesti simili o identificare le stesse persone su mezzi differenti. Come e’ stato il 2013 di weborama? Come sarà il 2014? Il 2013 ci ha visto ancora una volta in prima linea come “audience-driven ad-

Fondata nel 1998, Weborama è una delle società all’avanguardia nel settore della pubblicità e del marketing on line in Europa, con un profilo tecnologico molto forte. Conta circa 200 dipendenti tra Parigi, Madrid, Londra, Amsterdam, mosca, lisbona e Milano ed è quotata al mercato alternext della Borsa di New york. Roberto Carnazza ne è il Country Manager italiano dal 2010

vertising platform”, coniugando sempre più la nostra pluriennale competenza ed esperienza in materia di dati alla tecnologia in grado di “farli parlare” e renderli rilevanti nei modi e nelle forme più diverse, ivi inclusi i formati Rich Media più avanzati e innovativi, in modo da raggiungere la migliore comprensione possibile dei consumatori e dell’orizzonte di riferimento. Il 2014 per noi parte da una rior-

ganizzazione interna che mette sempre più al centro i nostri clienti e i loro bisogni, con un team dedicato e una serie di servizi personalizzati, senza dimenticare la nostra vocazione di innovatori sotto il profilo tecnologico, che ci porterà a presentare al mercato nel corso dell’anno una vasta gamma di nuove soluzioni tecnologiche, dedicate a tutte le imprese interesate: editori, centri media e agenzie.

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014


COM

MARKET PLACE calcio & tv Una partita di calcio, ma forse qualcosa di più: su FoxSports c’è “Real Madrid-Barcellona” lo chiamano “El clasico” e infatti “real madridbarcellona” è più di una partita

la manifestazione si chiamava soltanto “games week ma ora ha aggiunto la specificazione milan alla denominazione ufficiale

Dopo il grande successo dello scorso anno, si riaccendono i motori in vista della kermesse videoludica

Parte la macchina organizzativa di “Milan Games Week”, l’evento dal 24 al 26 ottobre

la guida dell’edizione 2014 è stata affidata da aesvi a Fandango Club, gruppo dedicato all’event management di Daniele Bologna

Aesvi, l’associazione di categoria dell’industria dei videogiochi, ha rotto gli indugi annunciando la nuova edizione di Games Week, che, forte del successo di pubblico e di critica ottenuto lo scorso anno, torna dal 24 al 26 ottobre 2014 al Padiglione 4/Gate 5 di FieraMilanoCity, con alcune importanti novità. Innanzitutto il nome, che da Games Week si trasforma

4

in Milan Games Week, arricchendosi di una connotazione geografica. L’evento meneghino si inserisce, infatti, all’interno del circuito europeo di Games Week che approderà tra ottobre e novembre anche a Madrid e Parigi. Grazie a questa vicinanza temporale tra consumer show, i videogiocatori italiani potranno toccare con mano le anteprime più attese del settore. Un’altra novità rilevante riguarda la guida

dell’edizione 2014, che sarà affidata a Fandango Club, gruppo dedicato all’event management e alla comunicazione non-convenzionale che, grazie ad un accordo strategico con Aesvi, si occuperà dell’organizzazione di Milan Games Week per i prossimi cinque anni. Il salone punterà, quiondi, non solo sui contenuti che l’hanno reso celebre nel corso delle sue prime tre edizioni, come anteprime, tornei, cosplay,

retrogaming e conferenze, ma potrà contare su un ricco palinsesto di imperdibili eventi, capaci di far vivere alla città un grande sogno videoludico. Aesvi è l’associazione di categoria dell’industria dei videogiochi, che rappresenta i produttori di console, gli editori e gli sviluppatori di videogiochi operanti in Italia. E’ nata nel 2001 per rappresentare, promuovere e tutelare gli interessi collettivi del settore.

E’ uno dei match più conosciuti al mondo. Da una parte il Real Madrid, formazione castigliana da sempre considerata la squadra di governo, dall’altra il Barça, manifesto dell’orgoglio catalano. El Clasico è espressione non solo di una rivalità calcistica, ma è parte integrante del tessuto sociale delle due città durante tutto l’anno. Una vera e propria supersfida che sarà proposta da Fox Sports (canali 382 e 382 di Mediaset Premium e, in HD su Sky, canali 205 e 212) in esclusiva per l’Italia domenica 23 marzo, alle 21:00. All’evento FoxSports dedica una campagna on air in onda sui canali Sky, Mediaset e del Gruppo Fox. Previsto anche uno spot pianificato su Radio Deejay e Rds. La campagna, inoltre, ha una declinazione web con skin, online domenica 23 marzo, sui siti dei principali quotidiani italiani (repubblica. it corriere.it, corrieredellosport.it, tuttosport.it, ilmessaggero.it). Domenica 23, dunque, a partire dalle 19:00, il canale prevede un ampio prepartita con El Clásico in diretta, con ospiti e curiosità sull’incontro. Durante il prepartita e per tutto l’incontro, l’appuntamento è con il live twitting di Fox Sports: sarà, infatti, possibile commentare le gesta

di Cristiano Ronaldo e Leo Messi con l’hashtag #RealBarcellona e l’account @FoxSportsIT. “Real Madrid vs Barcellona” è uno dei numerosi match di Liga spagnola, Premier League inglese e Ligue 1 francese, proposti dal canale durante il fine settimana. Tra questi è da segnalare anche il derby di Londra tra Chelsea e Arsenal, in diretta domani su Fox Sports alle ore 13:45 Nato nel 1994 negli Stati Uniti, Fox Sports raggiunge attualmente oltre 70 milioni di abbonati in tutto il mondo. Già presente, oltre che in Usa, in America Latina, Australia e Asia, nel 2013 sbarca in Europa, accreditandosi come il brand televisivo più diffuso al mondo. Gestito da Fox International Channels Italy e disponibile nei pacchetti calcio di Sky e Mediaset Premium, presenta in esclusiva le partite della Barclays Premier League e FA Cup inglesi, della Liga spagnola, della Ligue 1 francese e della Eredivisie olandese. Parte di 21st Century Fox, Fox International Channels Italy ha sede a Roma e Milano e ha come principale missione lo sviluppo di canali televisivi tematici nel cui palinsesto trovano spazio i migliori prodotti televisivi internazionali cosi come produzioni originali. ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014


ALLARGHIAMO GLI ORIZZONTI DEL TUO BUSINESS Il nostro posizionamento si distingue da sempre per il carattere consulenziale e una forte attenzione all’innovazione. Realizziamo soluzioni ADV che mettono in contatto il Brand con utenti fidelizzati ad un’editoria digital di successo.


COM

MARKET PLACE

Ricerche Mobile & Retail vanno a braccetto

Protagonisti / Mediamente, ogni giorno, il segretario pd e primo ministro riesce a stimolare 14.200 interazioni

Diventare premier aiuta sui social

Matteo Renzi, da quando è diventato Presidente del Consiglio, ha migliorato considerevolmente il suo consenso anche in rete. Lo dimostra l’analisi fatta da Blogmeter, secondo cui starebbe insidiando grillo Il presidente del consiglio matteo renzi. Il suo tweet più virale, che ha ottenuto circa 19 mila interazioni, era una stoccata proprio al suo avversario politico beppe grillo: “Mi spiace tanto per chi ha votato 5Stelle. Meritate di più, amici. Ma vi prometto che cambieremo l’Italia, anche per voi. #lavoltabuona”

Ed mod tetueros dolor ing eum zzriusto duisl

64% 23% 65%

e’ la quota dei possessori di uno smartphone sul totale dell’utenza mobile

E’ il tasso di incremento della quota di utenza dotata di smartphone

E’ il tasso di incremento dell’uso di siti e app tramite smartphone di sebastiano zeri

Secondo le ultime rilevazioni di comScore Mobile Advisor Study, l’audience mobile totale in Italia nel trimestre terminato a novembre 2013 conta 48 milioni di utenti, di cui il 64,1% sono utenti smartphone che registrano un incremento del 23,5% rispetto all’anno precedente. Focalizzando l’attenzione sulle categorie riconducibili alle aree Retail & MCommerce e Financial Services, queste sono le principali evidenze emerse: l’utilizzo di siti e app della categoria Retail (prevalentemente riconducibile alla Gdo) ha registrato la crescita anno su anno più intensa con il +74,8%,

6

seguita dal + 65.2% di crescita relativa all’utilizzo di siti e app della categoria relativa agli e-payments e money transfer e oltre 2 milioni di utenti aggiuntivi rispetto allo scorso anno. Poi, i siti e le app della categoria Retail sono anche i più popolari: sono, infatti, visitati dal 23,8% di utenti smartphone italiani, seguiti da siti e app delle guide ai prezzi e allo shopping (visitati dal 22,6%). Un’altra categoria popolare è rappresentata dai servizi di pagamento elettronico e di trasferimento di denaro, i cui siti e app sono stati consultati dal 21,7% di utenti smartphone.

Matteo Renzi da quando è diventato Presidente del Consiglio ha migliorato considerevolmente il suo consenso anche in rete. Lo dimostra l’analisi fatta da Blogmeter attraverso il suo tool Social Analytics. Dallo scorso febbraio Renzi è riuscito a guadagnare posizioni sia su Nichi Vendola che su Silvio Berlusconi. Entrambi

sono stati superati per numero di fan, tanto che ora il nuovo premier è il secondo politico più seguito su Facebook con oltre 624 mila fan. Su Facebook rimane primo Beppe Grillo, che negli anni ha saputo costruire una rete di oltre un milione e mezzo di sostenitori. Il suo profilo genera qualcosa come 282 mila interazioni al giorno, mentre il Presidente del Consiglio si ferma a 10 mila.

Anche su Twitter l’ex comico vanta il maggior numero di follower, 1,4 milioni contro i 980 mila di Renzi, ma la velocità con la quale sta crescendo quest’ultimo è di gran lunga superiore. Parliamo di circa 5 mila follower in più al giorno, contro i 1.300 di Grillo. Il Presidente del Consiglio primeggia, inoltre, per la sua capacità di coinvolgere gli utenti di questo social network. Me-

diamente, ogni giorno, riesce a stimolare 14.200 interazioni (menzioni, retweet, reply, favorites) contro le 5.300 di Grillo. Il suo tweet più virale, che ha ottenuto circa 19 mila interazioni, era una stoccata proprio al suo avversario politico “Mi spiace tanto per chi ha votato 5Stelle. Meritate di più, amici. Ma vi prometto che cambieremo l’Italia, anche per voi. #lavoltabuona”.

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014


LeonardoADV, come laboratorio di esperienze web di primo piano, è in grado di soddisfare tutte le esigenze di comunicazione attraverso una linea di prodotti completa e diversificata. Competenza, creatività e tecnologia avanzata danno vita a un’offerta di prodotti Video, Rich Media, Branded Content, Display, pianificabili su tutti i device e integrabili in maniera flessibile, con l’obiettivo finale di conferire efficienza qualitativa e quantitativa a tutti i progetti di comunicazione.

Fonte Dati Mensili: Audiweb View 2013

345 MILIONI DI PAGINE VISTE 12 MILIONI DI CONTATTI UNICI 15 VERTICAL TEMATICI


SCE NA RIO

COM

ama la tv e la guarda quando vuole simona zanette, country manager e A.D. alfemminile.com

Survey / Per quasi metà campione la ragione del cambiamento è la mancanza di prospettive future

Le donne italiane che cambiano vita Continua la collaborazione tra alfemminile.com, il sito web che conta oltre 5 milioni di utenti unici mese e che rappresenta il gruppo aufeminin nel nostro mercato, e Casa.it, il portale immobiliare numero uno in Italia con oltre 700 mila annunci immobiliari: ecco i risultati di una nuova ricerca che indaga su un campione di oltre 500 esponenti dell’universo femminile di età compresa tra i 20 e 50 anni di Sebastiano Zeri

Continua la collaborazione tra alfemminile.com, il sito web dedicato al mondo femminile che conta oltre 5 milioni di utenti unici mese e che rappresenta il gruppo aufeminin nel nostro mercato, e Casa.it, il portale immobiliare numero uno in Italia con oltre 700 mila annunci immobiliari e 5,7 milioni di utenti unici al mese, con una nuova ricerca che indaga sul significato di cambiare vita per le donne italiane. Lo studio è stato condotto su un campione di oltre 500 donne di età compresa tra i 20 e 50 anni. Mollare tutto e partire, cambiare, sperimentare, chi non lo ha mai pensato almeno una volta? Secon-

8

do la survey davvero a pochi, soprattutto se si tratta di donne: il 90% delle italiane vorrebbe cambiare vita. Nello specifico, ben il 66,5% delle intervistate afferma di averci pensato almeno una volta, mentre un altro 26,2% ci sta pensando, ma avverte questa possibilità solo come un sogno. Solo il 2% sembra immune a questo grande desiderio, mentre un temerario 5,3% dichiara di aver compiuto il grande salto e aver trasformato la propria esistenza. Ma da dove parte il cambiamento? Per più dell’85% del campione cambiare vita vuol dire anche cambiare casa. Il 45,3% individua il cambiamento di abitazione come parte fondamentale del processo di

trasformazione delle abitudini, mentre il 39,8% lo ritiene importante anche se non vincolante. Nella classifica delle location preferite per il nuovo inizio in una casa da sogno, al primo posto troviamo il mare: il 46,4% vorrebbe infatti ricominciare tutto in una bella casa di fronte al mare; a seguire le villette (15,8%), i più comuni condomini (10,8%) e i casali di campagna a stretto contatto con la natura (8,7%). Un sogno per molte, dunque, ma dai risvolti concreti. Le italiane sembrano infatti avere le idee piuttosto chiare in materia di “fattibilità”: il 26,9% delle intervistate che vorrebbe iniziare la propria nuova vita in una nuova casa lo farebbero affittando la

propria abitazione. Subito dopo un 25,1% disposto a spendere dai 100 mila ai 300 mila euro, mentre 100 mila euro è il tetto massimo per il 21,1%. Le più sognatrici vorrebbero potersi permettere una spesa dai 500 mila euro in su (11%) o poter vivere nella casa dei propri desideri senza spendere nemmeno un centesimo (15,9%). È dunque la formula dell’affitto a farla da padrona e a registrare la percentuale di preferenza più alta come a dire “cambiare sì, ma con riserva” (26.9%). Cambiare vita si, ma con la voglia di mantenere anche uno sguardo al passato: il 37% afferma che dalla vecchia casa porterebbe con sé i propri libri, il 33,1% non potrebbe rinunciare alla

propria collezione di foto, ma c’è anche chi lascerebbe spazio per cd (18,3%), quadri (12,6) e addirittura il proprio letto (12,4%). alfemminile.com e Casa.it hanno voluto capire cosa c’è alla base di questa voglia di rivoluzione che interessa così tante donne. Per quasi la metà del campione (45,8%) la ragione principale del cambiamento è la mancanza di prospettive per il futuro, seguita dal desiderio di dedicarsi alle proprie passioni (32,3%) e dalla condizione di stress della quotidianità (27,2%). Da non sottovalutare i problemi causati dalle cponseguenze di un lavoro insoddisfacente (25,2%), dal costo della vita sempre più alto (24%) e dalla noia della routine (20,4%).

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014

100

6

653

Quello che stavi cercando lo trovi nel mondo di Video Mediaset. E’ il sito dove le persone incontrano più da vicino la televisione: gli utenti vedono e rivedono i loro programmi preferiti, scegliendo tra i contenuti editoriali di oltre 100 tra i più popolari brand televisivi, dalle puntate delle Iene alle fiction più seguite in tv. Un patrimonio straordinario, che attira mediamente 653mila utenti unici giornalieri, ora raggiungibili con una pian pianificazione verticale su 6 tipi di audience.


COM

ME DIA

genitori che non vogliono la pappa pronta

Tutti i numeri del 2013. La nuova mission: The gateway to your digitale presence

Per DADA un anno di consolidamento

Il consiglio di amministrazione della società leader internazionale nei servizi professionali per la presenza in rete e nelle soluzioni avanzate di advertising online ha approvato bilancio consolidato del gruppo relativo all’esercizio 2013 L’amministratore delegato claudio corbetta

di Davide De Vecchi

Il consiglio di amministrazione della società leader internazionale nei servizi professionali per la presenza in rete e nelle soluzioni avanzate di advertising online ha approvato bilancio consolidato del gruppo. Il 2013 è stato un anno di

9

consolidamento: dopo aver concluso nel 2012 l’importante percorso di razionalizzazione e ridefinizione dell’assetto industriale e organizzativo, il gruppo ha proseguito la strategia di focalizzazione sui servizi professionali per la gestione della presenza e della visibilità in rete di perso-

ne e aziende a livello europeo, individuando la propria nuova mission in “The gateway to your digital presence”, ulteriore affermazione del posizionamento di DADA quale porta di accesso privilegiata al web per tutte le aziende, i professionisti o i privati che desiderino creare la

propria presenza online in maniera semplice, professionale e completa. I clienti, in particolare, sono stati al centro della strategia dell’azienda che ancor di più nel corso del 2013 ha confermato il proprio impegno a migliorare costantemente il servizio e l’assistenza. I ricavi consolidati conseguiti nell’esercizio 2013 si sono attestati a 75,3 milioni di euro, in calo rispetto agli 84,8 milioni di euro conseguiti nell’esercizio 2012: le attività relative alla divisione Domini e Hosting, che hanno rappresentato l’80% del fatturato consolidato del periodo, hanno riportato un calo rispetto all’esercizio precedente (60,4 milioni di euro vs 63,5 milioni nel 2012), principalmente a causa del trend negativo del prodotto di advertising online Simply. I Paesi più rilevanti in termini di contribuzione ai ricavi sono stati Italia e Uk, che hanno rappresentato circa il 75% dei ricavi della divisione, seguiti da Francia, Spagna, Irlanda, Portogallo e Olanda. Il business della Performance Advertising ha contribuito al fatturato di gruppo per il restante 20% e ha registrato un calo di ricavi rispetto ai corrispondenti mesi dell’anno precedente (14,6 milioni di euro vs 0,7 milioni nel 2012, -29%). Sull’andamento dei ricavi della di-

visione avrebbe inciso, in particolare, il cambio reiterato a livello globale delle modalità operative con le quali gli inserzionisti possono acquisire traffico sul network di Google - ovvero il principale hub dell’online advertising mondiale che ha ridotto il fatturato a partire dal mese di ottobre 2012 e ha ulteriormente impattato l’evoluzione dei ricavi dal mese di settembre 2013, in particolar modo la quota generata dal crescente traffico mobile e tablet.  L’apporto delle attività estere al fatturato consolidato dell’esercizio 2013 si è attestato al 64% (65% nel 2012), confermando il peso predominante del contributo internazionale allo sviluppo complessivo del gruppo DADA e nonostante la discontinuità riscontrata nella divisione di Performance Advertising, il cui fatturato è integralmente generato da attività estere. Il Mol consolidato per quanto attiene l’esercizio 2013 si è attestato a 10,6 milioni di euro, in calo del 12% rispetto ai 12 milioni di euro del 2012, riportando un’incidenza sui ricavi pari al 14% (in linea con la percentuale del 2012). Il risultato operativo conseguito dal gruppo nell’esercizio 2013 è positivo per 2,4 milioni di euro, verso un dato di 4,7 milioni di euro registrato nel 2012.

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014

5

200

1,8

Nostrofiglio.it festeggia i suoi 5 anni con un importante traguardo: 1,8 mln di browser unici mese. Questi numeri premiano la qualità dei contenuti, su cui questo target è molto attento, e il sistema editoriale originale, che unisce tre piattaforme: il magazine on line, la WebTV, con oltre 200 video editoriali e i blog mu autore di Mammenellarete. E’ così che multi Nostrofiglio.it parla alle mamme e i papà e consolida la fiducia che nasce dalla relazione quotidiana con loro. Per questo Nostrofiglio.it è il luogo dove comunicare verticalmente ai genitori, con display ma anche con progetti nativi.


COM

ME DIA

U/D, si informa sempre sul tempo

Appuntamenti / intervento del sales director francesca pinzone

Online Money SuperSummit: Public-Ideas fra i protagonisti

Affronterà, nella settimana che va dal 24 al 27 marzo, il tema, sempre attuale, delle opportunità di guadagno offerte dalla rete per le aziende che vogliono sperimentare le opportunità su internet per dare impulso ai propri profitti di Sebastiano Zeri

francesca pinzone, sales director italy

10

Public-Ideas, player europeo impegnato nello sviluppo di innovative soluzioni di marketing online a performance, sarà tra i protagonisti del prossimo Online Money SuperSummit. L’appuntamento di approfondimento, curato da Valerio Novelli, di Monetizzando.com, in collaborazione con Marco Montemagno, affronterà, nella settimana che va dal 24 al 27 marzo, il tema, sempre attuale, delle opportunità di guadagno offerte dalla rete per le aziende che vogliono fare leva su internet per incrementare i propri profitti. Francesca Pinzone, sales director Italy di Public-Ideas, illustrerà, il 24 marzo alle ore 11:00, le possibilità offerte dagli strumenti del marketing a performance: e-mail marketing, affiliation, co-registrazione, retargeting, cashback, coupon sites e tutte le altre soluzioni “a performance” che consentono

di avere un controllo sul Roi. “Public-Ideas è riuscita ad affermarsi come un interlocutore di riferimento nel mondo dell’affiliazione differenziandosi sul mercato per le sue innovazioni tecnologiche che operano all’interno dell’intera catena di valore dell’affiliazione pubblicitaria” dichiara Francesca Pinzone. «Per questo abbiamo accolto con grande piacere l’opportunità di essere attivamente presenti in uno degli spazi di questo nuo-

vo SuperSummit dedicato all’Online Money. Internet è una piattaforma che offre grandi chance per il business: naturalmente bisogna capire il funzionamento di alcune soluzioni e valutare se sono quelle più idonee per la nostra attività. Il mio intervento andrà, quindi, nella direzione di presentare una panoramica degli strumenti a performance disponibili, illustrandone i benefici sulla redditività della propria azienda».

L’unicità del player in uno scatto

Public-Ideas, player europeo specialista in performance marketing, è l’unico operatore che offre soluzioni pubblicitarie inedite e originali per il mercato italiano. Attraverso speciali tecniche di affiliazione pubblicitaria, coregistrazione , media e tracking delle campagne pubblicitarie, Public-Ideas è in grado di massimizzare la relazione tra gli inserzionisti e i siti affiliati che avviene secondo criteri di qualificazione estremamente precisi ed efficaci. Public-Ideas interviene su tutta la catena del valore delle campagne di performance marketing dei suoi clienti: consulenza strategica, supporto alla decisione, ricerche e analisi dei risultati. Tra i principali clienti di Public-Ideas nel territorio italiano si annoverano, tra gli altri: Agos Ducato, Casa Henkel, Snapfish , Meetic, Betclic, Govolo,Opodo. ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014

20

30

8.6

EpsonMeteo è il brand noto per la sua ventennale presenza televisiva sulle reti Mediaset, dove cura le news di meteorologia. Oggi, come Meteo.it, è il newsbrand di meteorologia più popolare e crossmediale in Italia. Produce infatti ben 30 edizioni video giornaliere, trasmesse in TV, ma anche su web e mobile, mobi dove raggiunge ogni mese 8.6 mio di browser unici. Collabora inoltre con numerose emittenti radiofoniche nazionali, alle quali fornisce quotidianamente le rubriche meteo. Grazie alla sua autorevolezza scientifica, sono numerose le operazioni di branded content già realizzate.


COM

COM PANY

Strategie / accordo pensato per rafforzare le relazioni tra il gruppo e il mercato di professionisti e aziende

Wolters Kluwer Italia diventa Premium Partner di Google

Il leader nel mercato ha deciso di integrare l’offerta con le soluzioni di advertising AdWords di “Big G”

di Luca Anelli

Wolters Kluwer Italia, azienda leader che opera nel mercato dell’editoria professionale, del software, della formazione e dei servizi, ha Edannunciato di aver mod tetueros dolor ing sieum un zzriusto duisl con Googlato accordo gle per diventare Premium Partner Google AdWords. Il programma si propone di mettere in contatto le aziende partner selezionate da Google con le piccole e medie imprese italiane che cercano l’assistenza di un esperto nella creazione, gestione e ottimizzazione delle campagne pubblicitarie online. Le aziende di piccole e medie dimensioni che collaborano con un Premium Partner possono, infatti, beneficiare di una gestione AdWords completa e altamente professiona-

11

le, che va dal setup dell’account fino all’attivazione, al monitoraggio e all’ottimizzazione della campagna. Come Premium Partner di Google, Wolters Kluwer Italia sarà, quindi, in grado di offrire al proprio mercato di riferimento (professionisti, piccole e medie imprese, pubblica amministrazione) la gestione di campagne pubblicitarie AdWords chiavi in mano. Questo accordo è pensato per rafforzare le relazioni tra Wolters Kluwer Italia e il mercato dei professionisti e delle piccole e medie aziende, incoraggiandole a utilizzare l’online advertising come metodo efficace ed efficiente per raggiungere nuovi target di consuma-

tori, siano questi dietro l’angolo o dall’altra parte del mondo. In qualità di Premium Partner, la rete di vendita di Wolters Kluwer Italia sarà strutturata per fornire alle aziende italiane tutto il supporto necessario per ottenere il massimo beneficio possibile dalla piattaforma di advertising online Google AdWords. Il motore ti promuove AdWords è il programma di advertising online di Google che consente alle aziende di ogni dimensione di promuovere la propria attività attraverso il motore di ricerca, pubblicando annunci a pagamento (identificati dalla dicitura i “link spon-

sorizzati”, collocati a destra o nella parte superiore della pagina dei risultati) accanto ai normali risultati della ricerca (i cosiddetti “risultati organici”). Google AdWords consente di modulare l’investimento in base alle proprie disponibilità, non richiede onerosi investimenti anticipati e offre una chiara misurabilità dei costi rapportati all’efficacia dell’investimento. Caratteristiche, queste, che lo rendono particolarmente adatto anche per le esigenze delle piccole imprese. «Siamo entusiasti dell’accordo siglato con Google - ha dichiarato Giulietta Lemmi, ceo di Wolters Kluwer Italia -. Questo ci consente di essere, oggi,

tra i pochi Google AdWords Premium Partner in Italia e conferma la nostra posizione di leadership nel mercato dei professionisti». «L’accordo siglato con Google ci permetterà di offrire a professionisti, aziende del settore tecnico, dell’edilizia, dell’arredamento e del design ed enti locali servizi di online advertising che li aiuteranno a raggiungere i propri target ed entrare in nuovi mercati, sia in Italia che all’estero», ha aggiunto Marcello Miradoli, digital department director di Wolters Kluwer Italia. «Siamo felici di aver raggiunto un accordo di collaborazione con Wolters Kluwer in Italia. Grazie al Programma Premium Partner Google AdWords anche gli editori specializzati hanno la possibilità di integrare i servizi di advertising Google nella loro offerta di soluzioni pubblicitarie, creando, così, nuove sinergie tra online e offline, e offrendo ai professionisti soluzioni chiavi in mano per promuoversi sul web» ha dichiarato, infine, Paola Olivari, head of Channel Sales, Southern Europe di Google.

la formazione e nei servizi. Wolters Kluwer Italia, grazie a un’offerta specializzata, ampia e integrata che spazia dall’editoria in formato cartaceo all’online, alle soluzioni software, on premise e in the cloud, sino ai corsi della Scuola di Formazione Ipsoa, rappresenta il punto di riferimento per i professionisti che operano nel settore economico, giuridico e tecnico, per le imprese e per la pubblica amministrazione. Wolters Kluwer Italia è presente nel nostro Paese con oltre 1.000 dipendenti in 16 sedi. Wolters Kluwer è leader di mercato a livello internazionale nella fornitura di servizi in ambito legale, commerciale, fiscale, contabile, finanziario, di audit, di risk, di compliance e sanitario per i professionisti, che possono contare su strumenti informativi e su soluzionisoftware svi-

luppate ad hoc per gestire al meglio il proprio business in un contesto sempre più dinamico. Wolters Kluwer, che ha sede a Alphen aan den Rijn, in Olanda, nel 2013 ha registrato un fatturato pari a 3,6 miliardi di euro, impiega circa 19 mila persone a livello internazionale e gestisce attività in Europa, Nord America, Asia Pacifico e America Latina. Le azioni di Wolters Kluwer sono quotate su Euronext Amsterdam (WKL) e sono incluse negli indici AEX ed Euronext 100. In un panorama globale e complesso come quello attuale, Wolters Kluwer cerca di offrire un valore aggiunto nei mercati dove opera, fornendo ai propri clienti l’accesso a informazioni utili, strumenti intelligenti di produttività e un servizio personalizzato al fine di supportarli durante i processi decisionali. Giulietta lemmi

Leader dell’editoria. E non solo Wolters Kluwer Italia, società del gruppo multinazionale Wolters Kluwer, opera, dunque, nel mercato dell’editoria professionale, nel software, nelANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014


© ALL2013 RIG Carn HT ival S R Film ESE & RVE The D. atre Lim ited .

IL 90% DEI PREMIUM PEOPLE HA UN PC E L’83% UNA CONNESSIONE IN BANDA L ARGA Premium People, la community degli abbonati Mediaset Premium, è l’audience di alto profilo che sceglie la qualità della pay-tv digitale. Per chi ha la banda larga ecco più di 3.000 contenuti pronti per lo streaming o il download.

DOWNLOAD & PLAY Oltre 3.000 film e serie Tv da scaricare e vedere dove si vuole anche quando non si è connessi. DRACULA Disponibile a marzo la serie evento con l’affascinante Jonathan Rhys-Meyers. Con Play puoi guardare il pilot una settimana prima del debutto su Premium Mya e riguardarlo quando vuoi.

In Tv, su PC e Tablet

PREMIUM PEOPLE I HIGH PROFILE AUDIENCE Fonte: Gnresearch S.p.a., “Customer Satisfaction Famiglie Mediaset Premium” (CATI 1900 casi) Dato Novembre 2012


COM

LINK grafica

Giornalismo

Designer che si sbizzarriscono, rivisitazioni dei migliori font sul mercato, ce n’è per tutti i gusti tra i favoriti dell’anno appena trascorso: vintage, gommosi, da nerd, gotici, raffinati, riccioluti, certosini.

Ve lo ricordate cosa ci ripetevano ad ogni occasione le nostre professoresse a scuola? “La sintassi è importante! Un avverbio al posto sbagliato può cambiare il senso di un intera frase”. Probabilmente non lo ricordano più neppure molti rappresentanti del giornalismo italiano se è vero che, come ci spiega questo articolo che, nel tradurre la conferenza stampa relativa all’aereo malesiano disperso hanno commesso tutti il medesimo errore, spostando un “non” nel posto sbagliato e interpretando erroneamente l’intero significato della conferenza. Problema di sintassi di traduzione, o di controllo delle fonti?

Ecco i “migliori” caratteri del 2013

TYPOGRAPHICA.ORG

Per un avverbio Martin perse...

messagistica

Wechat rincorre WhatsApp Con 450 milioni di utenti attivi ogni mese e 1 milione di nuove iscrizioni al giorno, WhatsApp, neo acquisita da Facebook, è attualmente l’applicazione di messaggistica più popolare del mondo. Ma la concorrenza incalza e tra le piattaforme WeChat della cinese Tencent sta recuperando terreno a gran velocità. Lo rivela il rapporto dalla società capogruppo: secondo i dati appena pubblicati, gli utenti mensili attivi combinati di WeChat e Weixin (la versione disponibile in Cina) hanno raggiunto i 355 milioni alla fine del 2013, con un incremento del 121 per cento in media d’anno e fino al 6 per cento in quella trimestrale

LASTAMPA.IT

13

FRIZZIFRIZZI.IT

tecnofobie

Troppo Twitter può far male...

ILFOGLIO.IT

Matt Labash, editorialista del Weekly Standard, inviato all’SXSW, riguardo alla tecnologia e a Twitter deve averne viste molte... forse troppe. Così lancia una “tirata” da far invidia a qualunque tecnofobico.

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014


COM

LINK mercato

cultura

Secondo eMarketer, la spesa pubblicitaria mobile è cresciuta del 105% nel 2013, e salirà di 31,5 miliardi di dollari nel 2014. Numeri che si devono sopratutto a Google e Facebook, che insieme pesano per il 67%.

Rileggere un capolavoro come “Le Città Invisibili” in riassunti da 140 battute. E’ questo il gioco di twitteratura che ripropone i capolavori della letteratura nel linguaggio dei social. E Ora anche in una mostra.

Gioco di coppia nel mobile adv

ADAGE.COM

Leggere Calvino in 140 caratteri

TWITTERATURA.IT

social gaming

nuovi siti

Alla Game Developers Conference di San Francisco, Facebook ha stupito rivelando che tra gli 1,3 miliardi di utenti attivi, gli appassionati di giochi che ogni mese si fanno una partita è pari a 375 milioni di persone.

Una nuova testata a metà tra web-tv e sito d’informazione. La RadioteTevisione Svizzera vara un portale di conoscenza per spiegare la Svizzera in Italia e far conoscere le differenze legittime. E poco tollerate...

375 milioni di giocatori sociali

MASHABLE.COM

La Tv Svizzera per gli Italiani

TVSVIZZERA.IT

TECNOLOGIA

Scenari

Il nuovo applicativo Movio è un kit open source che dà gratuitamente a tutte le istituzioni culturali la possibilità di realizzare mostre virtuali online. Al suo interno, dalle gallerie fotografiche, alla time line, alle mappe.

Il “Robot Journalism” è già realtà, molti giornali ne fanno uso anche se pochi lettori se ne sono accorti. Computer che analizzano grandi quantità di dati, elaborano una storia altamente informatizzata e la pubblicano.

Mostre virtuali con il kit Movio

PRIMAONLINE.IT

15

Io, giornalista anzi no, robot

PAGINA99.IT

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014


COM

LINK centri media

ecommerce

Omd scavalca Carat e diventa il secondo player media del Regno Unito nel 2013. Se la fusione prevista tra Omnicom e Publicis dovesse finalizzarsi, 8 delle prime 10 agenzie saranno di Wpp o di Publicis Omnicom Group.

Alibaba, il colosso cinese dell’e-commerce che fa concorrenza ad Amazon e si appresta a sbarcare a Wall Street, punta anche sui servizi di chat e videochiamate. Il gruppo ha investito 215 milioni di dollari su TangoMe, start up californiana che fornisce un’applicazione per videochiamare gratis, come Skype o FaceTime, oltre che per mandare messaggi, foto e giochi. Ha 200 milioni di utenti registrati. Per un’app simile ma più popolare e con il doppio di utenti, WhatsApp, Facebook ha sborsato 19 miliardi di dollari. Segno che il mercato fa gola a un numero di aziende sempre maggiore. Tra esse, il rivale cinese di Alibaba, WeChat di Tencent.

Omd seconda nel ranking Uk

CAMPAIGNLIVE.CO.UK

Alibaba chat e videochiama

non profit

Pubblici i dati sanitari anonimi

ILSOLE24ORE.COM

16

«Non sarebbe straordinario se tutti i dati sanitari fossero rilasciati in formato anonimo per contribuire alla ricerca medica?». Se lo è chiesto Larry Page cofondatore di Google durante la sua apparizione alla conferenza TED. E non è solo un asupicio: sulla prima pagina del San Francisco Chronicle è apparsa ieri la notizia secondo cui Google avrebbe offerto una API su cui scienziati e ricercatori possono importare, elaborare, ricercare e conservare i dati dei DNA che resteranno al sicuro nel cloud della compagnia. Un archivio dal valore di miliardi di dollari che potrebbe aiutare nella cura di alcune malattie fra cui Alzheimer.

KEY4BIZ.IT

smartphones

Smartwatch: ecco il Moto 360

TREDRUM.COM

Motorola decide di salire sul carro Smartwatch con il Moto 360, dispositivo studiato per funzionare con il sistema operativo Android. Moto 360 batte avvisi e notifiche direttamente al servizio di chi lo indossa.

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014


SPAZIO A...

COM

forum della comunicazione

COM

15 aprile 2014 - palazzo lombardia @ milano

360com è una pubblicazione di Growing C&M sede legale piazza G. Grandi 24, 20135 - Milano sede oPerativa via Sardegna 32, 20146 - Milano tel.+39.02.53598301 fax +39.02.53598330 www.growingcm.com Abbonamento a 360com la testata 360com è registrata al tribunale di milano al 254 del 3 maggio 2010. growing consulting & media srl è iscritta al r.o.c. con il numero 16331. © tutti gli articoli hanno riproduzione riservata. il responsabile del trattamento dei dati personali raccolti in banche dati di uso redazionale è il direttore responsabile a cui, presso la sede di piazza giuseppe grandi 24, 20135 milano (tel.02.53598301), gli interessati potranno rivolgersi per esercitare i diritti previsti ai sensi dell’art. 7 dlgs 196/2003

Direttore responsabile Daniele Bologna dbologna@growingcm.com Content Manager Aureliano Roio aroio@360com.it Redazione redazione@360com.it Sebastiano Zeri, Giacomo Broggi, Vera Modesto, Davide De Vecchi Progettazione grafica e realizzazione RubberDuck info@rubberducksrl.it Amministrazione amministrazione@growingcm.com Traffico Caterina D’Amico traffico@growingcm.com Diffusione e abbonamenti diffusione@360com.it Pubblicità e iniziative speciali Ivano Moro ivano.moro@growingcm.com tel. +39.02.53598207 mob. +39.3393970611

18

presso l’auditorium giovanni testori torna il consueto appuntamento, con Oltre 100 speaker e trenta sessioni Manlio Costantini direttore della divisione Enterprise di Vodafone Italia - a diretto riporto di Ferruccio Borsani, direttore generale commerciale dell’azienda - ha la responsabilità strategica e operativa della commercializzazione dei prodotti e dei servizi di telecomunicazione dedicati alle grandi aziende e alle piccole e medie imprese italiane. Entrato in Vodafone nel 1999, il manager è direttore Commercial Operations dal 2012 e ha ricoperto i ruoli di direttore Customer Care di Area Centro, Responsabile delle Customer Operations Consumer e Direttore Customer Operations. In precedenza, aveva ricoperto incarichi di responsabilità all’interno di Telecom Italia

visioni

di

Matteo Dedè

preziosa piattaforma globale

machine to machine A livello internazionale, la strategia del gruppo Vodafone per l’M2M ha preso forma nel 2009, concretizzandosi in una serie di importanti investimenti organizzativi e tecnologici. Da allora Vodafone ha sviluppato internamente una piattaforma globale dedicata e progettata sulle specifiche necessità delle applicazioni M2M. Oggi è il cuore di un’offerta per le aziende che hanno necessità di utilizzare il M2M come parte integrante del core business su progetti di larga scala o internazionali. Non solo connettività evoluta, ma consulenza specializzata e soluzioni integrate che comprendono servizi applicativi e dotazioni hardware. Ad esempio, la soluzione Gestione Flotte, che consente di gestire i mezzi aziendali. Proprio di recente è stato reso pubblico l’accordo tra Vodafone e Volkswagen-Audi per dotare le autovetture prodotte dall’azienda tedesca di servizi M2M per attività di telecontrollo e gestione a distanza dei parametri della pro-

pria auto. Allo stesso modo, una precedente intesa con Amazon ha dotato di Sim interne i dispositivi Kindle che sono connessi in tutto il mondo attraverso la tecnologia di Vodafone. Questa strategia dedicata e caratterizzata da un approccio che vede il proprio punto di forza nell’integrazione di rete, servizi e tecnologie, ha permesso a Vodafone di proporsi al mercato con soluzioni innovative e differenzianti, consentendogli in pochi anni di acquisire la leadership del settore a livello mondiale. Un primato recentemente confermato dalla società di ricerche Analysys Mason, il cui ultimo report segnala il gruppo Vodafone come “top provider” per i servizi di comunicazione M2M nel 2013. Si tratta di un importante risultato, reso possibile anche dalla struttura organizzativa dedicata realizzata dall’azienda a livello internazionale e denominata Vodafone Global M2M. Una squadra che conta oggi oltre 250 specialisti distribuiti nei cinque continenti.

Comunicazione Italiana, il primo Business Social Media italiano che unisce oltre 60mila top manager e professionisti della comunicazione, ha annunciato la settima edizione del Forum della Comunicazione, che si svolgerà il 15 aprile a Milano, presso l’Auditorium Giovanni Testori di Palazzo Lombardia. Il Forum della Comunicazione, realizzato con il Patronato della Regione Lombardia, la Partnership Istituzionale di Regione Puglia e l’Official Partnership di UniCredit, consolida il proprio posizionamento di principale evento italiano dedicato alla comunicazione d’impresa, istituzionale e all’innovazione digitale. Oltre 100 speaker, circa trenta sessioni in programma tra keynote speech, talk show, workshop, showcase, executive circle e business matching one to one. Il claim “Communication Reload: dal disincanto della “Grande Bellezza” al manifesto del futuro della comunicazione” sintetizza il percorso narrativo protagonista del ricchissimo programma di lavori, in cui verranno affrontati i temi legati alla necessità di aumentare gli investimenti in comunicazione per creare sviluppo e fiducia, anticipare i cambiamenti socio culturali che il digitale, il web e i social media determinano, il brand ed il citizen engagement. Si rinnova anche quest’anno il “Business Matching Program”, inaugurato con successo durante le scorse edizioni, che si propone di mettere in relazione aziende e player del settore, per creare opportunità di business nazionali ed internazionali. ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014


COM

TERZA PAGINA

scanner creatività ai raggi x Lo spaventapasseri che difende il bio Non ce lo saremmo aspettati di certo da una multinazionale uno spot contro gli allevamenti intensivi. E invece “Lo Spaventapasseri” di Chipotle è un piccolo capolavoro d’animazione, con una grande colonna sonora Brand: Chipotle Agency: CAA Marketing Production: Moonboot Studios Country: Usa Year: 2013

Un test contro l’indifferenza Per la campagna non profit a favore della reintegrazione di ex-detenuti Leo Burnett gioca con il pulsante “skip ad” e con l’empatia di tutti coloro poco inclini ad ascoltare le richieste di chi ha bisogno d’aiuto Brand: Business in the community Agency: Leo Burnett London Production: Blink Country: UK Year: 2013

Luoghi comuni d’autore Lo spot del whiskey Tullamore Dew contiene tutti i possibili cliché e stereotipi dell’Irlanda, ma la sua atmosfera resta suggestiva e coinvolgente. Il motivo? la firma è della RSA, la casa di produzione di Ridley Scott.

6-8 April 2014, Rome, Italy

Jennifer Cooper director, industry strategy (Omniture Business Unit), Adobe Fabrizio Piscopo CEO, Rai Pubblicitá Kamakshi Sivaramakrishnan CEO, Drawbridge

19

ANNO V | #006 | VENERDI’ 21 MARZO 2014

CONTENT DISRUPTO

Pierre Chappaz CEO, Ebuzzing Jayant Kadambi Co-founder and CEO, YuMe

Lewis D’Vorkin er, chief product offic Forbes

SUMERS

GETTING WITH THE PROGRAMME Mike Baker Co-Founder, president and CEO, DataXu Brandon Paine VP of global agencies, AppNexus Jay Sears SVP, market development, Rubicon Project

Peter Espersen head of global com munity co-creation, Lego Kimberly Kadlec WW VP global marketing group, Johnson & Johnson Susan L. Jurevics CEO, Pottermore

S

BRAND LEADER

TV'S NEW MEASURE Steve Hasker president, global product leadership, Nielsen Oliver Snoddy global content director, Twitter

STORIES FROM

THE FUTURE

sco Giudice Prof. Gian France t theoretical physicis CERN Jon Matonis executive director Bitcoin Foundation

AGENDA PREVIEW

SEE HOW IT ALL CONNECTS

THE MEDIA ELITE Bob Pittman CEO, Clear Channel Communications Dominic Proctor President, GroupM Global Matt Seiler Global CEO, IPG Mediabrands

Bonin Bough dia & VP of global me ment consumer engage tional rna Inte lēz nde Mo Martin Riley CMO, Pernod Ricard

PLAYING WITH

DATA

David Collet director, Perform/OPTA Ricardo Nasut i digital content manager, AS Roma Football Club

Andrea Ward VP marketing, Oracle Eloqua

David Shing digital prophet, AOL

Founder partners:

Brand: Tullamore Dew Agency: Opperman Weiss, NY Production: RSA Films Country: USA Year: 2013

EMPOWERED CON

RS

CONNECTING THE PLATFORMS

YALTY &. COMMERCE, LO TURE. THE MOBILE FU

Sarah Watson nager, group mobile ma Net-a-porter

MEDIA DIRECTORS

FORUM

Gerry D’Angelo European media director, Mondelēz International

Craig Hepburn global director, social and digital media, Nokia

Adam Soroca duct & SVP, global pro operations, dia Me l Millennia

Sameer Singh VP & head of glob al media, GSK

Digital media analytics partner:

Official research partner:

Official Technology Partner

Official Music Partner

Event partners:

MORE PIECES COMING SOON


360com006