Page 1

ACCADEMIA MUSICALE

ASSOCIAZIONE CULTURALE

C.so Vittorio Veneto, 95 Pozzallo - Tel. 333.2992426

Scicli

Modica

Il consigliere Aquilino interviene sul mancato pagamento degli stipendi dei dipendenti comunali

Vertenza Video Mediterraneo: protestano i lavoratori per i mancati stipendi

Countdown, conto alla rovescia. Le elezioni regionali siciliane sono oramai ad un passo. Mancano pochi giorni e sapremo chi sarà il nuovo Governatore. Mai come questa volta, però, la situazione è incerta, sia per quanto riguarda i candidati alla presidenza, sia per i deputati regionali. Nulla può essere dato per scontato. Perché, a differenza di altre volte, ci sono due variabili che incideranno: l’astensionismo e il sentimento “antipolitico”. Poi c’è sete di giustizia sociale, con un divario tra ricchi e poveri che sta aumentando vertiginosamente. Il problema non è più di arrivare o no a fine mese. Il problema è diventato il lavoro. Anche chi ce l’ha rischia di perderlo. Le aziende, anche quelle più solide, hanno iniziato a barcollare, non riuscendo più a pagare con frequenza gli stipendi e creando, in tal modo, enormi disagi nelle famiglie. E questo disagio diffuso, imbarazzante, stride con il benessere in cui navigano i tirannosauri della politica, inchiodati alle poltrone, noncuranti dei bisogni della gente che soffre. Ma chi vive nell’agio può comprendere quali sono i reali bisogni di chi sta male e non ha i soldi per dare da mangiare ai propri figli? Assistiamo, quotidianamente, a scandali che riguardano le spese della politica. Ci meravigliamo, ci indigniamo. Ma poi? Cosa si fa per cambiare? Poco o nulla! Non è il sistema che è sbagliato. Chi sguazza in questo sistema, vivendo sulle spalle di una Italia intera alla quale altro non resta che storcere il naso, inerme, di fronte alle ingiustizie, farebbe meglio a starsene a casa. La nostra Sicilia è una terra bellissima, che meriterebbe di essere valorizzata nel migliore dei modi. E invece, finora, è sempre stata sfruttata, come la sua gente. Occorre uno scatto d’orgoglio. Di vero orgoglio. Per cambiare le sorti di questa terra, facendola divenire non la pattumiera d’Italia, ma il fiore all’occhiello di uno Stato che ha bisogno di pulizia. Cari Siciliani, creiamo questa impresa e votiamo per chi, con onestà, ha condotto la sua esistenza, testimoniandolo anche nella vita politica. Il potere è nelle nostre mani, in quella matita che, se usata sapientemente il 28 ottobre, potrà determinare la svolta per una intera Regione.

C’eravamo tanto amati...

a pag 8

a pag 7

Countdown

Ispica

a pag 9

ELEZIONI REGIONALI 2012 10 candidati alla presidenza e in Provincia di Ragusa una banda di 89 potenziali onorevoli

Vandali mettono a soqquadro la scuola “Antonio Amore”

Rescisso il contratto con la Geo Ambiente E intanto 12 cassonetti sono andati in fiamme a pag 4

a pag 5

A Pozzallo il 14 Ottobre la 1^ finale nazionale di GF “Cave e Scogli” a pag. 10

Scicli Giuseppe Puglisi prende il posto di Iurato al Consiglio Comunale a pag 7

Modica Torna in carcere il parricida Corrado Moncada a pag 8

Ispica Paolo Mozzicato e Mary Ignaccolo sono i due nuovi Assessori della Giunta Rustico

a pag 9

info@gruppoinventa.com

www.gruppoinventa.com


2

Attualità

news

30 giorni Ottobre 2012

Vooolare... da Comiso! Sarebbero stati risolti gli ultimi problemi per l’apertura dello scalo ragusano. Per Ryanair il “Magliocco” ha una potenzialità di circa 2 milioni di passeggeri l’anno Che succede a Comiso? Sarà un miracolo elettorale? Quando tutto sembrava andare negativamente, in merito all’apertura dell’aeroporto, a l l ’ i m p rov v i s o , u n a s e r i e d i contingenze, stanno spingendo ve r s o l ’ a p e r t u ra d e l l o s c a l o ragusano. Un “evento” che si attende ormai da tanto, troppo tempo. Tempo in cui si sono sprecati fiumi di parole e pochi fatti concreti. Forse a qualche aeroporto siciliano l’apertura dello scalo comisano potrebbe risultare indigesto, ma ra p p re s e n t e re b b e , p e r t u t t a l’economia del territorio provinciale, un vero toccasana. Dal Ministero dell’Economia è arrivato l’ok per la firma della bozza di convenzione Enav, propedeutica allo start up dell’aeroporto di Comiso. Tutto ciò rappresenta una tappa storia per lo sviluppo del territorio! E l’annuncio è stato ufficializzato anche sul sito

ufficiale del Comune di Comiso: “L’Enav – si legge – ha dato il via libera alla firma della convenzione con la Regione siciliana che di fatto apre le porte a l l ’ i n i z i o d e l l ’ a t t iv i t à dell’aeroporto di Comiso. L’Enav ha trasmesso al Comune la bozza della convenzione da s o t to s c r ive r s i c o n l a Regione siciliana per garantire i servizi di assistenza al volo. Gli oneri, sono stati assunti dalla Regione per i primi due anni, mentre l’Enav ha ottenuto una fideiussione che garantisce il pagamento ma a scorporo, come richiesto dal Comune e dalla Soaco Spa, cioè l’entità della fideiussione stessa diminuirà mano a mano che saranno effettuati i

pagamenti. L’altro nodo sciolto, sempre a garanzia dell’Enav, riguarda la clausola che l’Ente può

svincolarsi dai suoi impegni attraverso una clausola rescissoria qualora, dopo due anni, non

dovessero reperirsi i fondi per mantenere il servizio di controllo del volo. Particolari, questi, che sono stati spiegati dal sindaco Giuseppe Alfano nel corso di una conferenza stampa tenutasi alla presenza del presidente di Soaco Spa Rosario Dibennardo, di alcuni componenti la Giunta municipale e di alcuni consiglieri comunali”. Tra le tante notizie positive, si registra anche quella della missiva inviata dalla compagnia Rya n a i r, a f i r m a d e l responsabile del gruppo Colin Casey, al deputato regionale Pippo Digiacomo, nella quale viene fatto presente che il “Magliocco” avrebbe una potenzialità di circa due milioni di

passeggeri l’anno. «A dispetto dei detrattori – ha affermato Digiacomo – che hanno sempre dato poca importanza all’aeroporto di Comiso, definendolo un aeroportino da 500mila passeggeri l’anno e che lo hanno presentato come una struttura di poca importanza, la missiva della Ryanair conforta quello che noi abbiamo sostenuto sin dal 2008, cioè che l’aeroporto sarebbe stato un volano incredibile per l’economia iblea. Spero solo che la notizia della firma di convenzione tra Enav e Soaco sia vera e non un’altra frottola». Per il Sindaco di Comiso, Peppe Alfano, lo scalo comisano potrebbe aprire nel marzo del 2013.

Casini e Crocetta insieme per una Sicilia nuova Rosario Crocetta, o Saro, o Saruzzo, come lo chiamano in maniera più confidenziale, è stato il primo tra i candidati alla presidenza della Regione Sicilia a far visita alla nostra provincia. In compagnia del leader nazionale dell’Udc, Pierferdinando Casini, ha calcato il palco del Teatro Italia di Scicli per avviare la sua campagna elettorale in terra ragusana. Crocetta ha parlato dei mali che da sempre affliggono la Sicilia, e che lui ha sempre combattuto. Da Sindaco ha avuto bisogno della scorta, perché in poco tempo era divenuto l’emblema della lotta alla mafia, nella sua Gela. Ha sciorinato il suo curriculum, personale e politico, davanti ad una platea che ha ascoltato interessata, in religioso silenzio. “Se sarò presidente della Regione - ha tuonato Crocetta - la Sicilia tornerà ad avere credibilità anche in Europa, perché sarà governata da persone pulite e dal sottoscritto, riconosciuto indiscutibilmente come il simbolo dell’antimafia. Non mi importa di vivere sotto scorta o di andare in giro in automobile con i vetri

antisfondamento e antikalashnikov, né di abitare in una casa con i vetri spessi 4 centimetri. Mi sento più libero adesso di quanto non lo fossi prima, perché non c’è valore più importante della

è quella di avere di fronte una persona di elevato spessore politico e morale, che non farà sconti a nessuno, con un programma già ben definito di risanamento della Sicilia. “E’

nuovamente, e deve divenire il nuovo polo industriale di riferimento per quanto riguarda l’industria dell’auto. Se la Fiat dovesse dirci di no, state certi che andremo a trovare gruppi

libertà di parola”. E poi parla anche del compromesso storico consumato nella sua famiglia, tra un padre democristiano ed una madre comunista. La platea, presente al suo intervento, applaude. Ma la sensazione

necessario salvaguardare l’agricoltura ed il turismo siciliani, veri motori dell’economia. E anche per quanto riguarda gli impianti industriali ho le idee chiare. La fabbrica di Termini Imerese deve essere aperta

industriali esteri che vogliono investire in Sicilia. E state certi che ci sono!”. E poi, ancora, il taglio agli stipendi d’oro dei dirigenti regionali e a quelli dei deputati. “Quando mi chiamano “onorevole” non mi giro, e spesso chi

mi sta accanto mi dice che stanno chiamando me. Io sono una persona come tutte le altre, al servizio del mio popolo e della mia gente. Quella gente in cerca di riscatto. La Sicilia, oggi, ha una occasione unica di riscatto, forse l’ultima. I Siciliani non possono e non devono sbagliare”. Prima di Crocetta, al Cine Italia aveva parlato Casini, leader dell’Udc, orgoglioso di far parte di un partito ripulito da indagati e gente poco affezionata al partito, che ha preferito scegliere di stare dalla parte del potere, abbandonando il partito in Sicilia nel momento di maggiore sofferenza. Era orgoglioso, Casini, quando parlava del “nuovo partito”, perché è rimasto solo chi ci teneva davvero, rinunciando anche alle sirene del potere che provenivano dall’esperienza lombardiana, che ha dato il colpo di grazia alla Sicilia. Ora è il tempo della rinascita, e se Casini si è scomodato da Roma per venire ad appoggiare Rosario Crocetta ... GianPaolo De Simone

La dott.ssa Silvia Caggia vince borsa di studio per i suoi studi sul cancro alla prostata La pozzallese Silvia Caggia, biologa 31enne, ha vinto una borsa di studio da utilizzare per la partecipazione al meeting annuale dell’American Association for Cancer Research (Aacr), che si svolgerà a Washington DC, il prossimo aprile 2013. La dott.ssa Caggia è stata proclamata vincitrice del "Premio Margaret

Foti 2012" (finanziato dalla sezione provinciale di Catania della Lega italiana per la lotta contro i tumori), lo scorso 9 Ottobre a Catania nell’ambito del convegno sulle terapie personalizzate nel cancro Strategies for targeting the Braf and PI3K pathways in human cancer. Nella tesi sul tumore della prostata svolta durante il suo dottorato di ricerca, la dott.ssa Caggia ha individuato nel TGF-beta

una proteina di invasività tumorale. I risultati di questo studio, portato avanti con la guida della prof.ssa Vera Cardile del dipartimento di Scienze Biomediche di Catania, e premiato da una commissione della quale facevano parte alcuni membri designati dalla Lilt, sono stati discussi proprio in occasione del meeting dell’Aacr. All’iniziativa, organizzata dal Dipartimento di Scienze Bio-mediche dell’ateneo catanese e dalla Lilt di Catania è intervenuto anche il rettore dell’Università di Catania, Antonino Recca.

Via M. Rapisardi, 176 accanto PRONTO SOCCORSO - Pozzallo (Rg)


Ottobre 2012

Primo Piano 3

news

30 giorni

ELEZIONI REGIONALI 2012 10 candidati alla presidenza e in Provincia di Ragusa una banda di 89 potenziali onorevoli Signore e signori, l’arena è aperta. Il 28 settembre sono state ufficializzate tutte le candidature alla presidenza della Regione Sicilia e quelle di tutti i candidati che a m b i s c o n o a d o c c u p a re u n a poltrona, da onorevole, a Palazzo dei Normanni. Dieci candidati per diventare Governatore di una Regione ridotta sul lastrico dallo sfacelo amministrativo perpetrato nel corso degli anni e tristemente avallato da un voto che, ogni volta che ci si recava alle urne, finiva col premiare clientele e malaffare. Ma veniamo ai nomi di oggi. I candidati alla presidenza della Re g i o n e s o n o 1 1 : G i a n c a r l o Cancelleri (Movimento 5 stelle), Rosario Crocetta (Pd-Udc-Api), Giacomo Di Leo (Partito Comunista Lavoratori), Cateno De Luca (Rivoluzione Siciliana), Mariano

Ferro (Forconi), Davide Giacalone (Leali alla Sicilia), Giovanna Marano (Sel, Idv, Verdi e Federazione della Sinistra), Gianfranco Miccichè (Grande SudMpa-Fli), Nello Musumeci (Pdl-Pid-La Destra), Lucia Pinzone (Voi), Gaspare Sturzo (Ilef-Sturzo presidente). I candidati Crocetta, Musumeci e Miccichè hanno anche il listino. Di seguito vediamo come sono composti. LISTINO CROCETTA (PdUdc-Api): Alice Anselmo, Marika Di Marco, Lillo Firetto, Lino Leanza, Mariella Maggio, Marika Di Marco, Antonella Milazzo, Nino Oddo. LISTINO DI MUSUMECI (Pdl-Pid-La

Destra): Nino Bosco, Marianna Caronia, Maria Pia Castiglione, Tiziana D’Anna, Innocenzo Leontini,

Salvo Pogliese, Francesco Scoma, Cettina Spataro.

LISTINO DI MICCICHE’ (Grande SudMpa-Fli): Giuseppe Arcidiacono, M a rgh e r i t a Fe r ro , Ro s s a n a Interlandi, Epifania La Rosa, Stefania Munafò, Maria Rita Picone, Sandro Oliveri, Riccardo Savona. Questi i nomi. Ma i siciliani vorranno mantenere i nomi della vecchia politica o desiderano fortemente innovarla? Nelle varie liste ci sono nomi di persone indagate, parlamentari già finiti dietro le sbarre, persone di dubbia moralità. Il coltello dalla parte del manico, come sempre, ce l’hanno gli elettori. Che fare, quindi? Andare a rincorrere la promessa di sempre o

sterzare decidendo di votare per il nuovo? Visto com’è stata ridotta la nostra amata Sicilia, dubbi non ce ne dovrebbero essere. Ma non possiamo permetterci neppure di fare di tutta l’erba un fascio, dal momento che esistono pure persone che, impegnate in politica, hanno portato avanti le istanze del proprio territorio portando benessere. Quindi, sarebbe opportuno, entrando dentro le urne, decidere con la testa propria, senza lasciarsi affascinare dal politico più bello, o da quello con la dialettica migliore. Alla Sicilia e alla nostra provincia di Ragusa servono rappresentanti degni di questo nome. Persone vere, che amano davvero questa terra. Ci sono, tranquilli. Basta solo cercarle con attenzione.

Chi scegliere tra tutti i candidati della Provincia di Ragusa? 5 posti per 89 candidati in Provincia di Ragusa. E’ già iniziata la corsa alle elezioni regionali che si terranno il prossimo 28 ottobre in tutta la Regione Sicilia. Di seguito tutti i partiti e le liste con i rispettivi candidati. Musumeci Presidente: Giovanni Venticinque, Salvatore Mandarà, Antonia Salemi, Laura Migliore, Antonio Lucifora. Popolo della Libertà: Girolamo Carpentieri, Giovanni Occhipinti, Giorgio Assenza, Luana Tascone, Maria Grazia Angelica. Pid-Cantiere Popolare: Innocenzo Leontini, Giuseppe Drago, L iv i o M a n d a rà , M a r i a M a l fa , Antonella D’Amico. Piazza Pulita: Paolo Roccuzzo, Maria Roccuzzo,

Claudio Amato, Paolo Nofo. Grande Sud: Marco Greco, Giancarlo Cugnata, Patrizia Lorefice, Giovanna Caruso, Nino Condorelli. Nuovo Polo per la Sicilia: Giovanna Cassibba, Luigi Sambucaro, Emanuele Dieli, Natale Alessi, Romina Incardona. Partito dei Siciliani: Francesco Aiello, Giovanni Capuzzello, Riccardo Minardo, Daniala Lo Presti, Anna Maria Gregni. Partito Democratico: Giuseppe Calabrese, Giuseppe Digiacomo, Roberto Ammatuna, Anna Maria Sammito, Gabriella Elia. Unione di Centro: Orazio Ragusa, Giovanni Caruso, Renato Meli, Alessia Stracquadanio, Chiara Zisa.

Crocetta Presidente: Nello Dipasquale, Fabio Nicosia, Sebastiano Gurrieri, Rosaria Gradini, Tiziana Scuto. Italia dei Valori: Giovanni Iacono, Melina Carrubba, Chiara Zago, Giuseppe Asta, Marco Piccitto. Claudio Fava Presidente: Ester Nobile, Giuseppe Mustile, Ennio Ammatuna, Angelo Di Natale, Concetta Speranza. Sturzo Presidente: Biagio Sallemi, Emanuele Marchese, Angela Adda. LeAli per la Sicilia: Fabio Capuano, Luigi Bertolini, Maria Iurato, Massimo Nicastro. Rivoluzione Siciliana: Manuela Carrubba, Giovanna Sisino, Renato Betto, Pasquale Ferrara, Giovanni Giavatto, Antonino Voi Cardaci. Movimento Cinque Stelle: Vanessa Ferreri, Dario Fornaro, Maria Lucia Lorefice, Filippo D’Amico.

Trivellazioni SI, Trivellazioni NO, è davvero questo il problema? Da qualche settimana, in provincia di Ragusa, ed in particolare a Pozzallo, si discute di trivellazioni. Il progetto di raddoppio della piattaforma Vega sta facendo discutere i vari partiti politici sull’opportunità o meno di costruire la nuova piattaforma che, se costruita, sarebbe denominata Vega B. Gli ambientalisti sono scesi in campo, per dire il loro “no” alle trivellazioni. Anche la conferenza dei sindaci della provincia di Ragusa ha voluto ribadire il “No” alle trivellazioni, ma, a dire il vero, senza troppa convinzione, visto che al Ministero dell’Ambiente, a Roma, non vi sarebbe traccia di alcun parere negativo. Forse più una presa di posizione da campagna elettorale che altro. Unico sindaco, che ha avuto anche il coraggio di cambiare idea dopo aver ascoltato gran parte della popolazione che lo ha eletto, è stato Luigi Ammatuna, Sindaco di Pozzallo.

Abbonamenti

Ricariche

SKY

«Ho cambiato idea sulle trivellazioni ha affermato Ammatuna - dopo aver ascoltato l’audizione dei tecnici della Edison invitata a Palazzo di Città dal Presidente del Consiglio Comunale di Pozzallo. In quella situazione sono rimasto soddisfatto per essere

riuscito ad avere chiarezza sul progetto e per aver compreso che tale raddoppio avrà ricadute economiche positive sul territorio e non avrà ricadute negative dal punto di vista ambientale, poiché tutto avverrà

SKY SERVICE

Meisterbetrieb

nella massima sicurezza e dopo che la società Edison avrà ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie dal Ministero dell'Ambiente». Di parere diverso, invece, i tecnici di Greenpeace, la cui audizione, a dire il vero, non ha convinto i presenti. «In alcuni documenti presentati - ha affermato Mario Di Giovanna, portavoce del Comitato “Stop alla piattaforma” - non si capisce chi abbia apposto la firma, visto che risulta incomprensibile. Inoltre nel progetto non viene valutato quello che potrebbe accadere alla piattaforma in caso di incidente serio, tipo un terremoto devastante. Non viene valutato neppure ciò che accadrebbe alla piattaforma in caso di tempesta o di eventi atmosferici molto particolari. Inoltre, i 43 km di spazio marino che sarebbero utilizzati per la costruzione della VEGA B farebbero diminuire drasticamente l'area di attività per la pesca». Per gli ingegneri di Greenpeace, infine, la piattaforma Vega B sarà completamente automatizzata e, praticamente, non vi sarà alcun incremento di posti di lavoro; pertanto l'eventuale incremento occupazionale sarebbe di lieve entità e tale da non giustificare la

Popolo dei Forconi: Mariano Ferro, Gerardo Bertolone, Piero Ballaera, Giuseppa Farruggio, Carmela Muré. Partito Comunista dei Lavoratori: Giorgia Poidimani, Mara Gelmini, Anna Latino, Salvo D’Arrigo.

TRUSSARDI C.so Vittorio Veneto, 94 Tel. 0932.953525

cassisi

Via Verdi, 19 (ang. Bixio) Tel. 0932.956625

costruzione di una nuova piattaforma. Dopo gli interventi degli ingegneri, è stata la volta di quello del Sindaco di Pozzallo e dei numerosi marittimi presenti all'incontro. Luigi Ammatuna ha voluto rimarcare che «dire si alle trivellazioni non porta voti, soprattutto in questo periodo di campagna elettorale. Dopo essermi confrontato con le società civile, i sodalizi, ed avere ascoltato chi ha solcato i mari di tutto il mondo, ho cambiato la mia opinione sulle trivellazioni, ed oggi ritengo che quanto affermato dai rappresentanti di Greenpeace sia insufficiente per farmi cambiare opinione. Non si è parlato assolutamente di inquinamento, ma di cause potenziali di inquinamento, come terremoti o tempeste». Anche i marittimi presenti in aula hanno voluto dire la loro, prendendo ad esempio le piattaforme poste di fronte all'Emilia Romagna o quelle che si trovano in California, dove le estrazioni vengono effettuate nelle faglie. «Falsa propaganda da parte di Greenpeace ed eccesso di allarmismo” è stato il leit motiv dei sostenitori del “si”, visto che in città, in realtà, troppo spesso si dice di “no” per partito preso o per scarsa informazione. Per sgomberare il campo da ogni dubbio, prossimamente sarà effettuato un incontro al quale parteciperanno sia i rappresentanti di Greenpeace, sia quelli di Edison. Resta però un dubbio: con tutti i problemi che ci sono da risolvere in questo momento, il raddoppio della piattaforma Vega rappresenta un reale problema su cui dibattere? GianPaolo De Simone


4

Politica

Ottobre 2012

Alessandro Maiolino si è dimesso da assessore I problemi della raccolta rifiuti Rescisso il contratto con e da segretario cittadino di SEL L’assessore ai lavori pubblici del Comune di Pozzallo, Alessandro Maiolino, ha deciso di rassegnare le dimissioni per motivazioni personali che lo hanno indotto a lasciare anche la carica di segretario cittadino di SEL. Maiolino era stato nominato dal nuovo sindaco Luigi Ammatuna dopo la vittoria alle elezioni amministrative di Magggio e, dopo pochi giorni, aveva dovuto lasciare la città, per motivi di lavoro, per oltre un mese. In questo frattempo, il Sindaco Luigi Ammatuna aveva provveduto a ritirargli le deleghe per poi riassegnargliele al suo ritorno. Oggi la decisione di rassegnare le dimissioni da tutte le cariche. Di seguito la lettera di Maiolino nelle quali sono spiegate le ragioni della sua decisione. “Ho preso la decisione di rassegnare le dimissioni da assessore comunale - afferma Maiolino in una nota - dopo una profonda riflessione, tutta personale, che mi ha portato alla convinzione che nella vita ci sono momenti in cui si è chiamati a fare gli uomini responsabili: la mia famiglia ha bisogno di me, più di quanto ne abbia bisogno la politica. In 5 anni prima e in 5 mesi adesso, ho dato tutto me stesso alla città, sacrificando alla vita pubblica la vita privata, giorno e notte. Ho rifiutato diversi progetti e ho detto diversi no alla società per cui lavoro per non alimentare le polemiche che di volta in volta si sono innescate con la mia assenza. Facendo questo ho privato la mia famiglia del sostegno

economico che un marito e un padre devono dare e francamente, con tutto il rispetto, non è cosa buona e giusta. Il mio lavoro mi impegna all’estero per diversi mesi l’anno e l’impegno politico non è conciliabile con tale assenza, poiché il mio partito deve poter essere rappresentato quotidianamente nelle scelte amministrative, fosse anche per indirizzarle su posizioni diverse, quando lo riteniamo

necessario. In 5 mesi da assessore ho portato avanti decine di iniziative e progetti, ho sostenuto il nostro sindaco lealmente, ho dissotterrato dall’oblio questioni importanti come il PRG, il porto, l’ex stabilimento Giuffrida, sono stato in prima linea con coloro i quali hanno detto basta al sistema malato della gestione dei rifiuti, ho lavorato per il riordino della macchina amministrativa, ho realizzato insieme a Sudano

un’estate pozzallese ricca con i soldi che normalmente altri spendevano in due serate, insomma, ho messo tutto me stesso al servizio della comunità, cercando sempre la legalità e il senso del dovere. Ora, questo stesso senso del dovere mi impone di cambiare la mia vita e dedicarla al futuro dei miei figli, libero di essere me stesso sempre, referente solo della mia famiglia e dei miei ideali. Assieme alle dimissioni da assessore, rassegnerò anche quelle di segretario cittadino di Sinistra Ecologia Libertà, perché anche il partito ha bisogno di un segretario presente e ora i compagni sono tanti, la sezione è viva e può esprimere diverse figure capaci di questo impegno. Co n c lu d o ri n g ra z i a n d o L u i g i Ammatuna per la fiducia che mi ha concesso, la Giunta, augurando a tutti un buon lavoro e gli uffici con i quali ho lavorato in questi mesi, con l’auspicio di un rinnovato e continuo impegno verso il cambiamento. Infine, un sentito grazie ai miei compagni di partito, un gruppo meraviglioso che crescerà ancora e contribuirà al progresso della nostra città negli anni a venire, orgoglioso di averli sostenuti in questi anni, sin da quando eravamo in pochissimi, in una sezione deserta, contribuendo alla crescita del partito giorno dopo giorno, fino alla situazione attuale che ci vede protagonisti della vita amministrativa di Pozzallo e in prima linea in provincia con Ennio Ammatuna candidato alle regionali”.

Richiesta la convocazione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Il Sindaco e il Presidente del Consiglio Comunale di Pozzallo, a seguito dei fatti delittuosi che si sono verificati nella città di Pozzallo hanno chiesto al Prefetto di Ragusa, Giovanna Cagliostro, “una i m m e d i a t a c o nvo c a z i o n e d e l Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza. Tutto ciò perché è necessaria ed urgente la risposta all’incendio doloso dell’automobile del dirigente comunale ing. Giovanni Gambuzza, responsabile del settore

ecologia, e quello simultaneo di dodici cassonetti della spazzatura: ambedue segnali palesi che si accordano negativamente con la delicata e pesante situazione sociale e politica cittadina, determinatasi in conseguenza dell’inchiesta giudiziaria nei confronti della GeoAmbiente, da parte del Tribunale di Modica. La particolare pericolosità dei fatti avvenuti non fa presagire nulla di positivo e sta innescando fra i cittadini un

sentimento di timore diffuso che non può essere consentito. D’altro canto, proseguono Ammatuna e Floridia, ci sembra che una forte e compatta azione, sia la migliore risposta agli eventuali tentativi messi in atto per imporre l’illegalità e delle modalità violente nei confronti della città di Pozzallo”. La risposta giunta dalla Prefettura narra di un impegno più approfondito, con uomini e mezzi, nella città marinara, che verrà posto in essere dalle Forze dell’Ordine.

GeoAmbiente

Nella serata dello scorso 11 settembre, la Giunta Municipale di Pozzallo ha deliberato la rescissione del contratto con la ditta Geo Ambiente di Belpasso, che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti a Pozzallo, subito dopo l’aggiudicazione e l’avvio del servizio da parte della nuova società aggiudicataria, fermo restando, ovviamente, l’obbligo della Geo Ambiente a garantire il servizio per il periodo necessario all’avvicendamento. La Giunta Municipale ha dato, infine, mandato al dirigente del servizio ecologia di porre in essere tutti gli adempimenti per l’avvio immediato della procedura negoziata in a m b i t o p rov i n c i a l e e p e r i l t e m p o strettamente necessario di sei mesi, in attesa che il soggetto regionale deputato, la SRR, espleti le procedure per l’avvio della gara unica, o che il Comune sia autorizzato dallo stesso soggetto a procedere a nuova gara d’appalto, con la clausola rescissoria in caso di avvio della gara unica. La prima procedura negoziata è andata deserta, e pertanto l’Amministrazione Comunale ha provveduto a riavviarne una nuova in ambito regionale. Ma alcuni accadimenti incresciosi, nel frattempo, hanno interessato la città di Pozzallo e seminato paura tra la popolazione. In particolare, nelle ore che precedevano l’eventuale apertura delle buste della prima procedura negoziata, l’automobile dell’ing. Giovanni Gambuzza, dirigente dell’Ufficio Tecnico e dell’Ufficio Ecologia del Comune, è andata a fuoco. Sembrerebbe chiara la matrice dolosa. Ma gli atti deplorevoli non hanno avuto fine, dal momento che anche l’isola ecologica del Comune è stata interessata da un incendio e, nei giorni seguenti, simultaneamente, undici cassonetti della spazzatura sono andati in fiamme. Per di più la Geoambiente, sebbene il Comune abbia versato in tre mesi circa 620 mila euro alla ditta, continua a non pagare gli stipendi agli operatori ecologici, provocando inevitabili disagi nei servizi e malumori e difficoltà finanziarie tra gli stessi operatori. La situazione è divenuta incandescente. L’augurio è che si riesca a porre fine, nel più breve tempo possibile, a questa triste vicenda.

A fuoco l’auto dell’ing. Gambuzza

12 cassonetti simultaneamente in fiamme


Attualità

Ottobre 2012

La proposta di Ninella Azzarelli

Abbonamenti AST L’.A.C.: “Rimborseremo tutti gli abbonamenti”

Strisce rosa per donne incinte Il consigliere comunale Ninella Azzarelli, nel corso del consiglio comunale svoltosi lo scorso 4 ottobre, ha presentato una mozione di indirizzo per l’istituzione delle strisce rosa nel territorio di Pozzallo. «Ho riesumato questa mozione, che avevo già presentato nella scorsa legislatura – ha affermato la Azzarelli. Ritengo che l’istituzione dei parcheggi riservati alle donne in gravidanza e alle donne con bambini in tenera età, sia un segnale di civiltà e di rispetto verso chi genera e mette al mondo i bambini. Le strisce rosa potrebbero sensibilizzare ulteriormente il sesso maschile ad una maggiore attenzione nei confronti delle donne». Sull’argomento è intervenuto l’assessore alla polizia municipale, Francesco Gugliotta, il quale ha affermato che “le strisce rosa non sono regolamentate dal codice della strada, ma troveremo il modo di attuare questo progetto, per venire incontro alle donne in gravidanza” La mozione, anch’essa giudicata positivamente da tutti i consiglieri presenti in aula, è stata votata all’unanimità.

Vandali mettono a soqquadro la scuola Amore Verosimilmente nella notte tra il 16 e il 17 settembre scorso, alcuni vandali hanno messo a soqquadro la scuola “A. Amore” di Pozzallo. “Un atto inqualificabile – ha commentato il Sindaco Luigi Ammatuna – un vero e proprio pugno al cuore nei confronti dell’istituzione scolastica che, quotidianamente, è impegnata a formare le nuove generazioni e che invece, nei primi giorni di scuola, è stata messa in ginocchio da una banda di vandali che hanno spruzzato la schiuma degli estintori ovunque, rendendo inagibile la scuola. A questo si sono sommate le numerose scritte, molte delle quali con linguaggio triviale, che h a n n o d e t u r p a to l e m u ra scolastiche e che sono state immediatamente ripulite. Inoltre, all’interno delle aule, sedie e cattedre sono state rovinate, gli armadi forzati e danneggiati. Non possiamo, come amministratori della città, che essere dispiaciuti di quanto avvenuto e – termina il Sindaco – speriamo che gli autori di questo vile atto possano essere assicurati al più presto alla giustizia”. Ma l’atto delinquenziale o la deplorevole bravata hanno fatto scattare la molla dell’orgoglio. La nuova dirigente scolastica, Aldrighetti, insieme ai docenti ed ai genitori, dopo aver deciso di presidiare la scuola nelle ore notturne per evitare nuovi raid vandalici, in a t t e s a d e l l a sistemazione delle telecamere per la videosorveglianza, hanno deciso di organizzare una serie di attività per stimolare il senso di appartenenza della scuola nei confronti dei ragazzi. E

così, dopo una settimana di preparativi, nella Domenica successiva, la scuola e i suoi locali esterni si sono trasformati in teatro di giochi, balli, incontri didattici e ludici, che hanno scatenato l’entusiasmo dei

bambini e dei ragazzi. Sui volti dei genitori, coinvolti in maniera esemplare nell’organizzazione della giornata, la soddisfazione per aver

5

trascorso una giornata intera insieme ai propri figli e ai loro docenti. In fondo la scuola è palestra di vita, e la riuscita di questa giornata, ha sicuramente avvicinato genitori ed alunni all’istituzione scolastica, che deve essere, sempre e comunque, sana educatrice. Ma c’è stata anche una ditta, che si è occupata di ripulire la scuola, resa inagibile, alla quale il sindaco Luigi Ammatuna, ha voluto porgere il suo ringraziamento per la celerità con la quale è stata effettuata la pulizia dei locali. “Un importante servizio reso alla collettività, con amore e spirito di grande collaborazione nei confronti della comunità”. Con queste parole il Sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, ha espresso il plauso alla ditta “BSF” che, nel giro di poche ore, è riuscita a ripristinare i locali della Scuola “A. Amore”, devastati e deturpati da vandali che hanno messo a soqquadro i locali scolastici, impedendo il regolare svolgimento delle lezioni. Già nella stessa serata in cui è stato scoperto l’atto vandalico, dopo aver effettuato un lavoro certosino, la “BSF” ha consegnato al Sindaco ed al Dirigente Scolastico la scuola, pulita, ordinata e sistemata. E la mattina seguente, per rendere omaggio ai lavoratori che hanno p ro f u s o u n g ra n d e sforzo per permettere ai bambini ed ai ragazzi di tornare subito in aula, il Sindaco Luigi A m m a t u n a h a convocato a Palazzo La Pira i lavoratori per dire loro “grazie” a nome dell’Amministrazione Comunale e di tutta la città. GianPaolo De Simone

L’ a m m i n i s t ra z i o n e c o m u n a l e d i Po z z a l l o , n e i g i o r n i s c o r s i , h a comunicato alla città le decisioni in tema di abbonamenti AST, dopo che la stessa Azienda aveva rifiutato di rilasciare gli abbonamenti per gli studenti, a causa del debito accumulato nel corso degli anni dall’Ente. “La disastrosa situazione debitoria in cui abbiamo trovato il Comune di Pozzallo - si legge in una nota diramata da Palazzo La Pira - ci sta impedendo di fare fronte anche ai più importanti interventi di interesse cittadino. In questi attuali frangenti, l’AST ci impone di saldare il debito pregresso, prima di attivare gli abbonamenti 2012-2013 agli studenti. Seppure le casse comunali vuote ci impediscono di garantire il diritto allo studio, l’Amministrazione Comunale pozzallese si impegna comunque al rimborso per le famiglie che dovranno anticipare la quota mensile, per i pendolari che dovranno frequentare le scuole che non sono presenti nella nostra città. Pertanto l’amministrazione comunale porge l’invito alle famiglie degli studenti pendolari a pagare l’abbonamento, ricordando di conservare le ricevute, in modo da poterlo rimborsare appena possibile. Nel prossimo futuro, saremo adempienti per quanto attiene agli impegni che ci siamo assunti con gli studenti e le famiglie, nell’ambito di un percorso di risanamento della voragine debitoria in cui è caduta la città di Pozzallo”.

Il Rotary dona attrezzature ludiche all’asilo nido Lo scorso 26 settembre, presso gli uffici dei Servizi Sociali di Pozzallo, si è svolto un incontro tra l’assessore Rossella Smarrocchio e Armando Fiorilla, Presidente del Rotary Club Pozzallo-Ispica, per discutere della destinazione dei fondi raccolti lo scorso 4 agosto, in occasione del ballo solidale svoltosi presso la Villa Comunale di Pozzallo. “Abbiamo raccolto circa 900 euro – ha affermato Fiorilla – che saranno destinati all’acquisto di attrezzature ludiche per l’asilo nido comunale di Pozzallo. Una donazione utile alla comunità pozzallese”. “Come amministrazione – ha affermato l’assessore Smarrochio – ci impegniamo a realizzare le opere di adattamento al posizionamento dei giochi, preparando adeguatamente gli spazi in cui verranno allocate le attrezzature ludiche”. Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Luigi Ammatuna.

Il 13 ottobre l’intitolazione del viale che conduce al Porto Si svolgerà, il prossimo 13 ottobre, alle ore 10.30, la cerimonia di intitolazione del viale che conduce al Porto di Pozzallo. La nuova denominazione sarà “Viale Medaglie d’Oro Lunga Navigazione”, in ricordo del sacrificio di tutti i marinai che hanno speso parte della loro vita sacrificandosi sulle navi, lontani dagli affetti familiari. A darne notizia il Sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, e il Presidente della Società Marinara, Salvatore Lupo. La cerimonia avverrà presso l’ingresso del porto commerciale.


6 Attualità

Ottobre 2012

Ottimo piazzamento di Maria Scala alla “Etna Marathon” di Milo Si è disputata lo scorso 23 Settembre la femminile di MTB. c e l e b e r r i m a g a ra d i Anche la MTB FK Mountain Bike “Etna Pozzallo ha partecipato Marathon”, attrattiva non alla “Etna Marathon” solo per ciclisti italiani, con cinque dei suoi ma anche per gli amanti associati. Di questi ha delle ruote grasse di tutta gareggiato solo Maria Europa. La gara, con Scala mentre gli altri partenza ed arrivo a Milo quattro hanno preso (CT) è una tra le più parte in maniera prestigiose del Vecchio amatoriale. La ciclista Continente e nel 2013 pozzallese ha ottenuto sarà inserita nel un ottimo risultato campionato italiano di piazzandosi al quarto Mountain Bike dove verrà posto assoluto e terzo di decretato il campione categoria (Woman 1) Maria Scala italiano maschile e con un tempo di tre ore e

54 minuti. Maria Scala ha partecipato al percorso Gran Fondo, caratterizzato da una distanza di 40 Km, dislivello di 1550 metri, salite di oltre 20 Km con pietra e sabbia lavica. Dopo la gara di Montagnareale nei Nebrodi la ciclista pozzallese ha confermato di essere in gran forma e pronta per conquistare la maglia nazionale categoria Woman 1 nell'ambito della prova Finale di Gran Fondo che si terrà a Pozzallo il prossimo 14 ottobre (vedi articolo pagina 10). In quella occasione anche un’altra ciclista pozzallese, Lucia Attardi, potrebbe conquistare la maglia nazionale ma nella categoria Woman 2. Tonino Giardina

Medico di origine pozzallese ospite di una rivista medica specializzata americana Il dottor Louis J. Scala, figlio del pozzallese Giovanni Scala (emigrato da anni negli Stati Uniti d’America), è apparso in un articolo pubblicato in un’importante rivista medica americana, Gulfshore Life. Il dottor Scala è specializzato in cardiologia e medicina interna e ha una vasta esperienza nei protocolli di cardiologia nucleare messi a punto nel centro di Cedars-Sinai di Los

Louis J. Scala

Angeles. Nell’articolo vengono messe in evidenza le grandi capacità del cardiologo, fondatore del Cardiac Care Group, di cui è direttore medico. Questo centro fornisce servizi completi di cardiologia per adulti che includono le procedure diagnostiche non invasive/invasive e

gli interventi terapeutici. Per il dottor Scala è molto importante la cardiologia preventiva e la diagnosi precoce. La domanda che sempre si pone è: "Perché la maggior parte dei pazienti cercano aiuto solo dopo che un evento si è già verificato?". «Da genitore mi sento orgoglioso nel vedere mio figlio tra le pagine di questa rivista - commenta il padre del medico, in vacanza come ogni estate a Pozzallo - e ho voluto condividere questa gioia con il mio paese natio a cui mi sento tanto legato». Tonino Giardina

Il Nautico di Pozzallo ha partecipato alla regata “L’Italia in barca a vela: il mare che unisce” Anche l’Istituto Tecnico Nautico “Giorgio La Pira” di Pozzallo è stato presente al Progetto “L’Italia in barca a vela: il mare che unisce” promosso dal Ministero dell’Istruzione con la Federazione Italiana Vela FIV e in collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera e della Lega Navale Italiana. Il progetto, giunto alla seconda edizione, fa parte delle iniziative per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Si tratta di una regata a tappe che prende il via da Trieste per concludersi a Genova. Il Nautico di Pozzallo ha partecipato, con quattro suoi allievi, alla quinta tappa da Reggio Calabria a Salerno coprendo un percorso di 210 miglia nautiche. A rappresentare il Nautico sono stati Francesco Iacono, Ben Reseb Wesim, Corrado Montalto e Sebastiano Scrofano, tutti frequentanti il quarto

anno. La scelta di questi giovani ragazzi è stata fatta in base al rendimento scolastico ed è stato stabilito dagli stessi ragazzi in maniera molto democratica, come tiene a precisare il professor Luciano Di Rosa, docente di Laboratorio di Elettrotecnica e referente per le attività nautiche. Ad ogni regata hanno partecipato quattro imbarcazioni con a bordo equipaggi da dieci unità composti da uno skipper professionista, otto studenti ed un docente accompagnatore. In ognuna delle imbarcazione doveva necessariamente figurare un allievo degli Istituti Nautici ed uno dell’Alberghiero, per cui i quattro studenti pozzallesi si sono trovati ognuno in una imbarcazione diversa. La regata da Reggio Calabria a Salerno è partita il 23 settembre e si è conclusa il 26. Nel porto di partenza è stato allestito un info point dove gli studenti

hanno potuto provare le suggestioni della barca a vela su un simulatore rotante. La prima tratta della regata è stata da Reggio Calabria a Lipari per un totale di 40 miglia; il giorno successivo è stata da Lipari a Maratea per un totale di 100 miglia; l’ultima è stata da Maratea a Salerno per un totale di 70 miglia. «La scuola ha voluto partecipare con molto entusiasmo a questo progetto che avvicina alla cultura del mare. Il Nautico, oltre ad essere una scuola che prepara i giovani alla professione marinara, deve fare anche questo tipo di esperienze che aumentano il rapporto con il mare e la vela non può che essere un valido strumento perché ciò possa avvenire» – ha commentato il Dirigente Scolastico prof. Giuseppe Amore. Tonino Giardina

Consegnate le borse di studio alla Società Operaia Consegnate presso la sede della Società Operaia di Pozzallo le borse di studio a sedici ragazzi che per merito si sono distinti nel corso dello scorso anno scolastico. Con un’apposita cerimonia si è voluto evidenziare il va l o r e d e l l o s t u d i o e l’importanza di queste i n i z i a t ive vo lte a d u n maggior radicamento del sodalizio al territorio. I ragazzi davanti ai propri genitori, ai soci del sodalizio, alle autorità locali hanno ricevuto i complimenti ma anche consigli, incoraggiamenti ad

andare avanti per formare attraverso SCUOLA PRIMARIA: Infantino l’impegno nello studio una nuova L o re n z o , R i n z iv i l l o A r i a n n a , Campanella Pietro Pio, Arato Andrea, La Terra Bellino Raffaele. LICENZA MEDIA: Rendo Samuela Teresa, Terranova Denise MEDIA SUPERIORE: Barrera Maria Lucia, Incatasciato Giuseppe, Modica giuliana LAUREA PRIMO LIVELLO: Vicari Federica, Campanella Valentina, Cicero Hilary, Mucia Crescenzio, Ronzani Giuseppe LAUREA SECONDO generazione di cittadini. LIVELLO: Scala Enza. Questi i Premiati

Storico accordo tra INTER NOS e SlyMax INTER NOS, Associazione con fini Culturali e Ricreativi, e SlyMax, Servizi e Comunicazioni, hanno siglato il 24 Settembre uno s t o r i c o accordo di Partnership. Le parti, espressa la volontà di offrire al pubblico servizi di alta qualità a prezzi contenuti, hanno convenuto di unire le forze e sfruttare al meglio le risorse complementari di

Suor Jessie prende i voti di clausura Suor Jessie Duranggo, la Carmelitana filippina che per tanti anni ha prestato il suo servizio presso la comunità di Pozzallo, ha fatto lo scorso 8 settembre a Noto la Professione solenne all’ordine di clausura dei Carmelitani scalzi. Suor Maria Teresa di Gesù Bambino è il nome che le è stato conferito. La cerimonia della Professione solenne è avvenuta in un clima di sobrietà tra la commozione degli amici di suor Jessie che hanno potuto apprezzarne le straordinarie qualità, la sua gioia contagiosa, il carattere esplosivo negli anni di permanenza a Pozzallo. Era presente anche il sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna. La Carmelitana aveva fatto il suo ingresso nell’istituto di clausura netino nel giugno del 2008 e durante questi quattro anni ha avuto modo di maturare questa sua scelta, incomprensibile ai più dal punto di

vista umano ma profonda se la si vede con gli occhi di Dio. «Oggi finalmente è arrivato il giorno in cui mi sono unita in matrimonio con il mio Signore servendolo con la massima dedizione. Ho finalmente realizzato il mio sogno!» - ha affermato suor Jessie con il suo solito sorriso travolgente. «Anche se in molti non comprendete il motivo della mia scelta - ha confidato suor Jessie a margine della cerimonia - sappiate che io pregherò per ognuno di voi e, soprattutto, per coloro che non pregano e che ne sono bisognosi. Non mi stancherò mai di farlo». Un rinfresco, offerto dalla Comunità della parrocchia di S. Maria di Portosalvo, è stato motivo per salutare più da vicino la piccola suora Carmelitana anche se la stessa si trovava al di là delle solite grate che dividono le sorelle dai visitatori. Tonino Giardina

La Virtu Ferries offre un viaggio a Malta agli ospiti della “Coperativa Sociale Isola Iblea ONLUS” Virtu Ferries per Sociale: come ogni anno, la compagnia, sensibile alle problematiche sociali, ha offerto l`escursione giornaliera nell`arcipelago maltese a 23 passeggeri ospiti della “Coperativa Sociale Isola Iblea ONLUS”, della Comunità “il Girasole” e della C o m u n i t à “ i l Q u a d r i f o g l i o ”, comunità che svolgono sul Ragusano attività di assistenza ai disabili mentali. Questi si sono imbarcati mercoledì 19 settembre a bordo del M/V Jean de la Valette, il catamarano super veloce della compagnia Maltese, destinazione l`isola dei cavalieri, dove hanno avuto la possibilità di visitare la capitale Valletta e la storica città fortificata di Mdina, passando per Concattedrale di San Giovanni che ospita il capolavoro del Caravaggio. Dopo vari meeting con il referente della Comunita` “Il Girasole” il Sig. Antonio Azzarelli ed il direttore della

Pavimento in Calcestruzzo Stampato Intonaco Stampato Pavimento Industriale Rampe Antiscivolo Pavimento Spray Pavimento in Resina Pavimento Coccio Pesto www.pavluxmediterraneo.it - info@pavluxmediterraneo.it

Cell. 339 7848224 - 347 3124960

cui dispongono. In occasione di tale accordo è stato organizzato l'evento “Quelli che... La sera” - Live, giorno 29 Settembre presso il centro commerciale “La Fortezza” a Modica (RG) e in diretta su Radio Elle dalle ore 18:30. L' e v e n t o h a sancito la pubblicità della collaborazione tra i due grandi enti emergenti del settore.

POZZALLO

Virtu Ferries Guglielmo Puzzo, è stato predisposto un tour dedicato con gli accompagnatori delle relative comunità e con la guida locale in lingua italiana che li ha guidati per i percorsi culturali per una giornata intera, fermandosi solo per il pranzo. Molta soddisfazione circa la

realizzazione del progetto proviene dal direttore Puzzo. Grazie alla collaborazione con Virtu Ferries si è infatti raggiunto l`obiettivo di far trascorre un giorno diverso a chi è meno fortunato, e che difficilmente avrebbe avuto tale possibilità.


Ottobre 2012

Scicli

news

30 giorni

7

Il Consigliere Aquilino interviene sul mancato Giuseppe Puglisi prende il posto pagamento degli stipendi ai dipendenti comunali di Iurato al Consiglio Comunale Il Consigliere Comunale del PD, Gianpaolo Aquilino, interviene in merito alla situazione critica attraversata dai dipendenti comunali di Scicli, privi di stipendio da tre mesi. Secondo il consigliere democratico è necessario invocare l'unità delle forze politiche e sindacali nonché chiedere all'Amministrazione comunale, ove possibile, di intervenire sia presso la Regione, facendo pressione affinché essa eroghi i trasferimenti previsti a favore del Comune di Scicli, sia direttamente presso gli Istituti di Credito al fine di salvaguardare i dipendenti che non percependo alcuno stipendio rischiano di non poter onorare gli impegni presi con gli istituti stessi. «Alla luce di quanto detto - afferma Aquilino - non si comprendono le ragioni per cui, a fronte di situazioni simili, i comuni di Modica e Pozzallo, usufruendo della legge Regionale n.6 del Maggio 2009 e successive modifiche, abbiano ottenuto anticipazioni di crediti per far fronte alle

esigenze-urgenze mentre per quel che u n a s i m i l e s c e l t a d a p a r t e riguarda il Comune di Scicli, ad oggi, dell'Amministrazione, a maggior non si ha notizia di simili interventi». ragione perché questi aumenti sono stati predisposti dopo l'iscrizione dei bambini all'asilo così da recare a molte famiglie un evidente disagio economico ma anche difficoltà relazionali tra gli stessi bambini. Piuttosto che procedere a manovre palliative sarebbe opportuno rivedere la spesa corrente del Comune, a partire dal costo del Servizio Rifiuti e da tutte le altre voci che gravano sulla situazione economica comunale». «Invito pertanto il Sindaco - conclude Aquilino - ad informare i cittadini, i dipendenti comunali e i fornitori sulle reali ed attuali condizioni economiche dell'ente e su come l'Amministrazione intende garantire tutti i servizi essenziali visti i tagli ai trasferimenti per gli enti locali, alla luce delle ultime «In riferimento alla delibera n.79 del 3 manovre che penalizzano ancora una ottobre 2012 - continua Aquilino - che volta famiglie, lavoratori e imprese approva l'aumento delle tariffe a artigiane». domanda individuale (retta asili nido, etc…), trovo ingiustificabile e dannosa

Crisi finanziaria dell’Ente. Italia dei Valori dà l’ultimatum al Sindaco Susino La situazione in cui versa il Comune di Scicli è assolutamente drammatica. Italia dei Valori dà l’ultimatum al sindaco, Franco Susino. Secondo IdV se il Comune andrà in dissesto, le conseguenze saranno gravissime, non solo per i dipendenti comunali, ma per tutta la Città. L’eventuale commissariamento e la necessità brutale di recuperare somme porterebbe i nuovi responsabili del prelievo fiscale ad abbandonare ogni remora di ragionevolezza e di moderazione sociale. «Ci troveremmo ben presto – dice Guglielmo Ferro, Coordinatore Cittadino Italia dei Valori – ad un duplice massacro, da un lato fiscale, perché tutti i tributi e le tariffe sarebbero portate ai massimi consentiti dalla legge, e dall’altro sociale, perché i servizi, già oggi carenti, verrebbero tendenzialmente azzerati. Vogliamo provare, in nome del bene comune, a ripararci da questo pericolo? Una flebile speranza ci proviene dal Decreto Enti Locali in allestimento da parte del Governo. Tale provvedimento assicura, attraverso l’attivazione di

un fondo di rotazione, l’erogazione di liquidità ai comuni in pericolo di dissesto. Il tutto dietro la precisa garanzia di rientro attraverso la programmazione di un piano

Guglielmo Ferro quinquennale da redigere e gestire dall’Ente sotto stretta vigilanza della Corte dei Conti. Signor Sindaco e Signor Assessore, ci vogliamo provare? Ci vogliamo provare a suscitare e raccogliere il senso di responsabilità di tutte le parti

in causa, indispensabile per redigere questo piano? Perché è chiaro che senza il sacrificio e la responsabile partecipazione di tutti (Sindacati, Ammistrazione, creditori e debitori, banche, rappresentanti istituzionali, cittadini), non ne usciamo ! Si convochi immediatamente l’invocato tavolo tecnico, o tavolo di crisi, dove le parti sociali siano protagoniste, ma lo siano non solo per le legittime istanze, ma nella consapevolezza della indifferibile necessità di farsi carico ciascuno della propria parte di sacrifici . Perché torni il sereno, e il peso del risanamento risulti sopportabile, dovrà esser equamente distribuito, e soprattutto, non è più tempo per furbizie e tornaconti personali o di parte. Noi, come sempre, nella distinzione dei ruoli, con l’unica discriminante della trasparenza e della legalità, siamo pronti ad assumerci le nostre responsabilità per la salvaguardia dell’interesse comune».

Vincenzo Iurato si è dimesso lo scorso anche nell'esperienza amministrativa. 2 8 s e t te m b re d a l l a c a r i c a d i Il nostro obiettivo era quello di consigliere comunale, mantenendo la rinnovare la politica a Scicli e in carica di assessore. Subentra il primo provincia e in questo modo possiamo dei non eletti nella lista dire di essere riusciti di Territorio, Giuseppe nell'intento, perché il Puglisi (che ha 100% dei nostri totalizzato 137 voti di consiglieri comunali a preferenza), di 37 Scicli (insieme a Puglisi anni, responsabile siedono in consiglio della sezione Scimonello e comunale della Ciavorella) è al primo Confcommercio. m a n d a t o . D a «La normativa sottolineare infatti che regionale mi avrebbe i nostri rappresentanti consentito di ricoprire nell'amministrazione contestualmente sia la hanno un'età media carica di consigliere inferiore a 40 anni». comunale sia quella di La staffetta tra Iurato e assessore -spiega Puglisi è stata Giuseppe Puglisi Iurato-. Tuttavia, la compiuta quattro mesi logica con cui è nata dopo l'insediamento l'esperienza di “Territorio” ha puntato del nuovo consiglio in ragione sin dall'inizio non all'accentramento di dell'esigenza di avere comunque una cariche, ma al contrario, ad una persona di esperienza nel gruppo partecipazione quanto più condivisa, consigliare in questa fase di abbrivio.

Siracusa e il Sudest si candidano a diventare capitale europea della cultura Siracusa e il Sudest si candidano a potrebbe essere l'acqua). Del passato diventare capitale europea della bisogna sapere cosa farsene, bisogna cultura per il 2019. La decisione è guadagnarselo. Il Sudest non vuole stata assunta al termine di una limitarsi al ruolo di custode di un assemblea del Sudest tenutasi a museo e per tale ragione si mette in p a l a z z o Ve r m ex i o a S i ra c u s a , gioco, scommettendosi insieme a convocata dall'assessore ai beni Siracusa in un gioco inedito di culturali del Comune aretuseo partnership con la città che per storia Mariella Muti. Siracusa non sarà sola e rinomanza ha le maggiori chance di ma coinvolgerà nell'esperienza di farcela in questa competizione tutta candidatura i comuni del Val di Noto italiana. riconosciuti dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità. Nel 2019 il titolo di Capitale Europea della cultura toccherà a una città italiana. Tra le candidature più autorevoli sinora emerse quella di Venezia e del Nordest, cui si contrapporrà da oggi quella di Siracusa e del Mariella Muti e Vincenzo Iurato Sudest. La candidatura più La giuria chiamata a scegliere la autorevole e referenziata, al momento, vincitrice fra le diciotto candidate sarà è Venezia, che, nonostante la sua forza, costituita da sette componenti italiani ha deciso di chiedere rinforzi al e da sei europei. Nordest, individuando come tema la Fra i testimonial che potrebbero Grande Guerra, comunicatore della essere chiamati a sostenere la storia di quel territorio. candidatura Andrea Camilleri, Piero Il Sudest deve ancora scegliere il Guccione, Franco Battiato, Fiorello, proprio tema, anche se filtrano Carmen Consoli, Manlio Sgalambro, indiscrezioni (un tema unificante Pippo Baudo.

Il mare del litorale sciclitano ad Agosto era Si mette in sicurezza la pulito. Lo dicono i risultati delle analisi chiesa matrice di San Matteo

Dodici punti di prelievo, lungo gli oltre venti chilometri di costa sciclitana. Il laboratorio di sanità pubblica dell’Asp 7 di Ragusa, diretto da Pinuccio Lavima, ha comunicato al sindaco di Scicli Franco Susino i dati relativi ai prelievi nelle acque di balneazione nel mese di agosto 2012. I valori dell’escherichia coli e degli enterococchi sono pari a zero in tutti e dodici i punti di prelievo, fuorché nella spiaggia di contrada Pisciotto, dove, in agosto il valore degli enterococchi è stato pari a 3, e quello

dell’escherichia coli pari a zero. confortanti. I punti di prelievo sono Il valore massimo, oltre il quale scatta Punta Pisciotto, la spiaggia di Sampieri, Costa di Carro, Punta C o r v o , C a v a d ’A l i g a , A r i z z a , Spinasanta, Donnalucata, la spiaggia a sinistra del molo di Donnalucata, nella spiaggia a destra del molo di Donnalucata, la spiaggia di fronte l’Hotel Riviera, e la spiaggia di Playa Grande. Il sindaco Susino ha reso noti i dati in ossequio all’impegno preso in giugno, di massima trasparenza sul la soglia di guardia, è di 500. I dati tema dell’ambiente e della balneabilis o n o p e rc i ò p a r t i c o l a r m e n t e tà del mare sciclitano.

FI.VA. Margherita - Via Rivoluzione Francese n. 30 POZZALLO - Tel. 0932797290

Un milione 207 mila euro, 540 giorni per terminare l'intervento. Sono stati consegnati lo scorso 26 settembre alla ditta appaltatrice i lavori di messa in sicurezza della chiesa di San Matteo, la vecchia matrice della città. L'appalto è stato celebrato dal Dipartimento di Protezione Civile di Ragusa, diretto dall'ing. Chiarina Corallo. Alla presenza del sindaco di Scicli

Franco Susino si è proceduto alla consegna dell'opera, che permetterà di ovviare a un improvvido intervento degli anni ottanta, quando venne rifatta la copertura della chiesa con colate di cemento armato. I lavori sono stati finanziati nell'ambito della rimodulazione della legge 433 del 91, conosciuta come legge del terremoto di Santa Lucia.


Ottobre 2012

Medico rianimatore citato a Vertenza Video Mediterraneo: protestano giudizio per omissione di referto I dipendenti dell’emittente televisiva minacciano uno sciopero per il prossimo 12 Ottobre

i lavoratori per i mancati stipendi Senza stipendio da sei a tredici mesi. Il personale dipendente dell'emittente radio-televisiva Video Mediterraneo dice “basta” e, sostenuto dalla CGIL, proclama lo stato di agitazione e minaccia lo sciopero. Si tratta di una reazione alle decisioni prese dal vertice aziendale di non accettare la proposta, avanzata dalla CGIL al Rag. Carmelo Carpentieri nel corso dell'ultimo incontro che si è tenuto Sabato 29 Settembre presso la Camera del Lavoro di Modica, di impegnarsi a liquidare, da subito, quattro mensilità di retribuzioni ai lavoratori a fronte di quelle maturate. Il sindacato inoltre, non essendo d'accordo rispetto alla volontà aziendale di ricorrere alla procedura del licenziamento collettivo di una consistente quota dei dipendenti, ha avanzato la proposta di definizione di un piano in grado di coniugare la s a lva g u a rd i a d e i l ive l l i occupazionali e l'esigenza di ristrutturazione aziendale. «Nel prendere atto che l'editore - si legge dalla nota di Piero Pisana e Salvatore Terranova, segretario della Camera del Lavoro di Modica e segretario confederale e provinciale della CGIL - oltre a non effettuare i pagamenti richiesti, non solo ha deciso di sottrarsi al confronto ma ha anche proceduto, nei giorni scorsi, a recapitare alle organizzazioni sindacali la comunicazione relativa

a l l ' a v v i o d el l a p ro ce d u ra d i licenziamento collettivo di n. 22 unità quale unica strada obbligata per iniziare la ristrutturazione dell'azienda, la scrivente, ribadendo la propria contrarietà alla procedura di riduzione del personale, comunica a l l 'A m m i n i s t r a t o r e U n i c o dell'Emittente la indizione di un giorno di sciopero per Venerdì 12 ottobre. (…) Questa organizzazione sindacale – prosegue la nota - è disponibile in qualsiasi momento a riaprire la trattativa che abbia, però,

come punti forti il pagamento da subito delle quattro mensilità chieste, una seria panificazione del pagamento delle mensilità pregresse restanti e la disponibilità dell'editore di farsi artefice di una ristrutturazione aziendale che salvaguarda i lavoratori». È inaccettabile, secondo Pisana e Terranova, il comportamento dell'amministratore, Carmelo Carpentieri, di subordinare la corresponsione degli stipendi

all'incameramento dei contributi statali per l'editoria: un'emittente privata, quale Video Mediterraneo, non può tenere fede esclusivamente ai finanziamenti statali e quindi procedere ingiustificatamente ai licenziamenti. «È stato superato da tempo ogni limite - scrivono Pisana e Terranova - È fuori da ogni sostenibilità che i dipendenti debbano continuare a lavorare senza percepire lo stipendio (…). Stranizza che un imprenditore come il rag. Carpentieri non sia nelle condizioni di disporre di 100mila euro per dare ristoro ai lavoratori, aspettando lui e non i lavoratori i contributi statali». Pare, infatti, che VM, un paio di anni fa, abbia venduto il canale di Catania ad un'altra emittente televisiva locale. È alquanto difficile credere che con tale ricavato, sommato ad altri introiti provenienti dalla puntuale erogazione dei contributi statali degli scorsi anni (che ammontano a diversi centinaia di migliaia di euro) e dai contratti pubblicitari in corso, non sia possibile la corresponsione degli stipendi. La CGIL, infine, invita il rag. Carmelo C a r p e n t i e r i a d a c c e t t a re “ i l confronto sui processi di ristrutturazione dell'azienda, poiché la via maestra per raddrizzarla non siano i licenziamenti, ma un percorso ben diverso”.

In esito ad indagini dirette dal sostituto procuratore Gaetano Scollo e coordinate dal procuratore Francesco Puleio, la Procura della Repubblica di Modica ha emesso il decreto di citazione a giudizio di F.C., nata a Petralia Sottana (PA) nel 1976, ma residente a Modica per omissione di referto in occasione dell’intervento dello scorso 6 febbraio quando l’ambulanza si recò presso l’abitazione di Frigintini in Via Gianforma, dove era stata segnalata una sospetta overdose in atto. Secondo le indagini il medico dopo avere prestato la propria assistenza a Irene Carletti, deceduta per “grave

insufficienza cardiorespiratoria da overdose da metadone, eroina tagliata con destrometorfano e bromazepam”, si era limitata a redigere la scheda di intervento, dalla quale risultava che il decesso era stato constatato alle 12.10 per “arresto cardiocircolatorio”, dopo avere eseguito “MCE e ventilazione in O2 Adrenalina 1+1+1 Narcan 1 fl” (farmaco, quest’ultimo, specifico per i casi di overdose), ha omesso di informare tempestivamente l’Autorità competente circa la sussistenza di un caso che presentava i caratteri di delitti per i quali si doveva procedere d’ufficio.

Arrestato pensionato che picchia un suo conoscente Un pensionato di 71 anni è stato arrestato lo scorso 18 settembre dopo aver picchiato selvaggiamente un suo conoscente, più giovane di lui di qualche anno. È accaduto lo scorso 18 Settembre nella centralissima Piazza Corrado Rizzone. Sotto gli occhi increduli di molti passanti che, a dirla tutta, forse increduli per quel che stava accadendo, hanno atteso qualche minuto prima di contattare il 112 per far intervenire una pattuglia. Pattuglia che, prontamente inviata sul posto dalla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Modica, una volta raggiunta piazza Rizzone, ha separato i due contendenti e, dopo aver sentito alcuni testimoni, ha condotti entrambi in caserma. Una volta in caserma la vittima dell’aggressione – S.P. 66enne

commerciante modicano – ha presentato denuncia querela contro il suo aggressore il quale è stato dichiarato in stato di arresto per essersi reso responsabile di minaccia, ingiuria, lesioni personali aggravate e porto di armi/oggetti atti ad offendere. Quest’ultima accusa consegue al rinvenimento operato dai Carabinieri di un coltello da cucina lungo circa 20 cm ed utilizzato dall’aggressore per minacciare la vittima. Alla vista dei militari quest’ultimo aveva cercato invano di nascondere il coltello all’interno di una fioriera posizionata in via Medaglie d’Oro dopo esserselo sfilato dall’interno dei calzini ove lo aveva abilmente celato. Dopo le operazioni di foto segnalamento eseguite presso la caserma di via Resistenza Partigiana, Salvatore Cappello è stato sottoposto all’obbligo di firma presso la Caserma di Modica.

Torna in carcere il parricida Corrado Moncada Denunciato proprietario di un Torna in carcere il parricida Emanuele di 76 anni, colpendolo del Gup del Tribunale di Modica, modicano Corrado Moncada, 50 con estrema violenza mortalmente Patricia Di Marco che gli aveva immobile affittato a prostitute anni. La Procura alla testa e al volto. inflitto dodici anni. La sentenza ha Generale della La Suprema Corte di Repubblica presso la Cassazione ha, C o r t e d ’A p p e l l o d i infatti, respinto il Catania, ha emesso ricorso avanzato l’ordine di esecuzione dell’avvocato Enrico per la carcerazione cui Platania, il hanno dato seguito i d i f e n s o r e , carabinieri della stazione confermando, d i M o d i c a . I l d u n q u e , l a provvedimento giunta in condanna a dieci conseguenza alla anni di reclusione Corrado Moncada sentenza definitiva nei emessa dalla Corte confronti dell’uomo che il d’Assiste d’Appello 22 agosto del 2009 uccise in Via di Catania in riforma della sentenza Egitto a Modica Alta il padre di primo grado del 12 ottobre 2010

disposto, altresì, le pene accessorie dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici, nonché quella legale durante la pena a carico dell’arrestato che, a sentenza scontata, dovrà essere sottoposto a due anni di misure di sicurezza in casa di cura e custodia. Corrado Moncada è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Gesù, dove era rimasto dal momento dell’arresto per quasi due anni prima di essere affidato a una comunità terapeutica di Modica in regime di arresti domiciliari.

Positivo e costruttivo l’educational tour tenutosi nelle scuole modicane Esperienza positiva e costruttiva la tre giorni dell’educational tour nelle scuole dell’obbligo della città conclusasi lo scorso 22 Settembre presso l’Istituto Carlo Amore di Frigintini. È questo il commento dell’Assessore allo Sport e Pubblica Istruzione Tato Cavallino, a conclusione dell’iniziativa che ha visto protagonista il campione olimpico di scherma Giorgio Avola che insieme all’Assessore Cavallino e i maestri di scherma Eugenio Migliore, Giurdanella, Bellia e Puglisi, hanno reso visita agli alunni degli istituti Falcone – Poidomani, Santa Marta, E.Ciaceri, Piano del Gesù e come detto Carlo Amore. È stata molto calorosa l’accoglienza alla medaglia d’oro nel fioretto maschile a squadre non solo da parte degli alunni ma anche da tutto il corpo docente e dei dirigenti scolastici dove entusiasmo e

orgoglio sono stati i sentimenti predominanti in tutti gli istituti visitati. Non smettete mai di sognare è stato l’invito che l’Assessore Cavallino ha

Tato Cavallino

rivolto ai ragazzi; Giorgio Avola è l’esempio di questo, bisogna credere nelle cose ed affrontarle anche a costo di grandi sacrifici senza tralasciare lo studio che è senz’altro

la base per poter raggiungere grandi traguardi . Giorgio Avola, ha continuato Cavallino, rappresenta proprio questo considerato che ha iniziato questa avventura a sei anni e che lo ha portato fin dove sappiamo e a u s p i c h i a m o a n c o ra o l t re raggiungendo altri grandi ed ambiti traguardi. Modica è una grande effervescenza sportiva e Giorgio Avola rappresenta l’apice di tutto ciò conclude l’Assessore Cavallino, ed il fatto di aver coniugato in questi tre giorni sport ed istruzione e di aver colto l’entusiasmo, il calore e la curiosità degli alunni riguardo non lo solo la scherma ma soprattutto sull’atleta ed il ragazzo Giorgio Avola è sicuramente motivo di soddisfazione per un’esperienza che difficilmente dimenticheranno in questi anni di formazione della loro vita.

Il proprietario di un immobile di Via Fornai, nel Quartiere Catena, è stato deferito alla Procura della Repubblica p e r f avo r e g g i a m e n t o dell’immigrazione clandestina. E.G., 43 anni, è ritenuto responsabile di avere dato in locazione un immobile del

centro storico a due donne di origini colombiane che avevano avviato l’illecita attività. L’uomo è stato denunciato dagli agenti del Commissariato a seguito dell’indagine tendente a debellare il fenomeno che ha portato all’allontanamento delle due donne, una di trenta e l’altra di

quarant’anni, in possesso di un cosiddetto “biglietto aperto” che le ha riportate in Spagna. Secondo la polizia l ’ i n te re s s a to av re b b e a f f i t t a to l’immobile ad un canone mensile abbondantemente superiore ai parametri di mercato. Nelle scorse settimane l’allarme era stato lanciato dal Comitato spontaneo “Stop al favoreggiamento della Prostituzione”, anche se la polizia aveva già in corso un’indagine sulle ragazze “itineranti”, vale a dire che si muovono quindicinalmente da una città ad un’altra, tant’è che in passato erano state allontanate due sudamericane da un’abitazione di Corso Sicilia e poi alcune rumene che si prostituivano in una casa di Via Volpini, a Modica Alta. In una lettera del Comitato faceva specifico riferimento all’abitazione di Via Fornai con tanto di numero civico, “dove un immobile a due livelli sarebbe diventato una vera e propria casa di appuntamenti”. Saro Cannizzaro

Un secolo di vita per Giuseppina Sudano Festeggiati i cento anni di Giuseppina Sudano. La nonnina di Modica ha raggiunto la ragguardevole soglia del centenario lo scorso29 settembre. Il Vice Sindaco Giorgio Cerruto ha donato, a nome della Città, alla signorina Sudano un mazzo di rose color rosa e tulipani. A c c a n t o a l f ra t e l l o Carmelo e ai nipoti (ne conta circa cento compresi i pro nipoti) Sarina, Giovanna, Raimondo e Giancarlo, il prete, Don Paolo, e il Vice Sindaco si sono svolti i

festeggiamenti. Stappate bottiglie di spumante e gustate delle squisite torte alla salute di Giuseppina che al di là degli acciacchi dell’età mantiene una mente lucida e attiva.


Ottobre 2012

Ispica 9

news

30 giorni

Leontini e la sua squadra divorziano dal Sindaco Piero Rustico

C’eravamo tanto amati... Si è consumato lo scorso 23 settembre, in una conferenza stampa a sorpresa, il divorzio del matrimonio politico Innocenzo Leontini – Piero Rustico che ha retto la città da oltre sette anni. Convocata la stampa, Leontini con a fianco l’assessore Massimo Dibenedetto, gli ex assessori Marco Genovese e Serafino Arena, i consiglieri Titta Genovese, Carmelo Padova, Meluccio Fidelio, Salvatore Spatola ha polemizzato contro le posizioni assunte dal sindaco Rustico di recente di “onorarsi di appartenere al Pdl e di volersi impegnare in questa campagna elettorale, a sostenerne i candidati”. N e l l a s te s s a o c c a s i o n e l’assessore allo spettacolo Massimo Dibendetto ha annunciato di aver protocollato le dimissioni e i consiglieri della maggioranza Meluccio Fidelio e Carmelo Padova hanno dichiarato di passare immediatamente all’opposizione. Venti minacciosi quindi sul timone di Rustico: il consiglio ha quindi ad oggi dieci consiglieri nella maggioranza, dieci nell’opposizione. Duro poi l’attacco mosso a Rustico dai presenti: «Non ricorda forse egli, che Leontini ha contribuito in modo determinante alle sue due elezioni a Sindaco di Ispica e che lo stesso Leontini lo ha difeso incondizionatamente, tutte le volte

che egli ha litigato con assessori e consiglieri comunali: Milana, Strano, Cuscusa, Arena, Genovese, Spadola, Lauretta? Rustico prima ha manifestato, in tutte le occasioni pubbliche e private più o meno recenti, la sua adesione alle posizioni dell’Onorevole Leontini e poi il 31 Agosto 2012 ha fatto una dichiarazione sparata alle spalle: “Il mio partito è solo il Pdl, di cui sono Sindaco. Se Nino Minardo non dovesse essere candidato, io vorrò essere della

partita, anche perché non tradisco gli elettori candidandomi, perché non ho l’obbligo delle dimissioni. Anzi rafforzerei in caso di vittoria la mia città”. Ci sorprende – continuano Leontini, Dibenedetto e gli altri consiglieri comunali vicini a Leontini - che Rustico dalle parole passi poi ai fatti e accetti la candidatura nel Pdl con Occhipinti e Assenza e dopo, fatto fuori dai pidiellini modicani che hanno voluto la candidatura di Mommo Carpeintieri, viene licenziato

e per non darsi vinto dichiari di rinunciare alla corsa per Palermo per il “ bene della comunità. La sua esclusione è stata mascherata come rinuncia. Il continuo girovagare alla ricerca di candidature, nel frattempo, danneggia il Comune, lasciato allo sbando. Dulcis in fundo. Il Sindaco di Ispica, che promette il suo impegno per i candidati forestieri del Pdl, violenta la storia del suo popolo, che ha sempre affermato una ferrea logica di sostegno al candidato ispicese, anche quando nella stessa elezione votava il deputato socialista e la senatrice missina. Oggi cosa si pretende? Rustico è venuto meno ad un patto personale ed ha infranto un progetto politico. Egli continui a fare il Sindaco, ma faccia a meno di n o i . U n ’ a t t i v i tà amministrativa si sostiene se alla base ci sono la collaborazione e la fiducia reciproca. Egli sarà in opposizione a noi. Noi in opposizione a lui». Anche il Partito Democratico si è espresso in merito al terremoto politico che ha scosso la maggioranza di Rustico: «Con Il passaggio all'opposizione del gruppo dell'on. Leontini si è sancito definitivamente il fallimento del progetto politico del centro-destra e l'Amministrazione non ha più la maggioranza in Consiglio comunale: il sindaco ne prenda atto e si dimetta». Giuseppina Franzò

I Carabinieri arrestano un cittadino ispicese con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente È stato arrestato nella mattinata del 19 settembre ad Ispica Macauda M., 35enne ispicese, ben conosciuto ai Carabinieri che lo avevano già arrestato nel marzo dell'anno, insieme ad altre due persone, con la stessa accusa. Due mattine prima i militari della Stazione di Ispica, sospettando che potesse detenere della droga destinata allo spaccio, dopo averlo tenuto d'occhio per alcuni giorni, hanno deciso di bloccarlo all'uscita da casa per sottoporlo ad a c c u r a t a perquisizione e cercare conferma ai loro sospetti. Sospetti che sono stati regolarmente c o n f e r m a t i allorquando, nel corso della perquisizione eseguita all'interno della camera da letto, riposta dentro un cassetto del comodino, i Carabinieri hanno rinvenuto una scatola in legno ove il giovane aveva gelosamente nascosto 7 grammi di hashish e dei ritagli di carta stagnola. Assieme alla droga e alla carta stagnola vi erano

anche due coltelli di hashish utilizzati, molto probabilmente, per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente. La perquisizione, eseguita contestualmente anche sul giovane, ha permesso ai Carabinieri di rinvenire in grammo di marijuana ed ulteriori 5 grammi di hashish, già suddivisi e confezionati in stecchette da 1 grammo, che il perquisito aveva cercato invano di n a s c o n d e r e all'interno dei suoi calzini. Quanto rinvenuto è stato, quindi, sottoposto a sequestro e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria che, nell'immediatezza dell'arresto, ha d i s p o s t o l a carcerazione del Macauda. Il GIP del tribunale di Modica, dopo aver convalidato l'arresto e averne disposto la sua scarcerazione, ha comunque confermato le esigenze cautelari a carico del Macauda sottoponendolo all'obbligo di firma giornaliera presso la Stazione Carabinieri di Ispica.

La Giunta Municipale ha deliberato l’istituzione di ‘parcheggi rosa’ nel Paolo Mozzicato e Mary Ignaccolo sono i due nuovi territorio comunale La Giunta Municipale, con in Via del Melograno a Santa Maria del Assessori della Giunta Rustico deliberazione n.84, ha istituito sei Focallo e in Viale Kennedy a Marina

Si è svolta lo scorso 2 ottobre, in Municipio, la cerimonia di nomina e giuramento dei due nuovi assessori comunali Mary Ignaccolo e Paolo Mozzicato. A Mary Ignaccolo, che sostituisce la dimissionaria Tiziana Moncada, sono state assegnate le deleghe a Politiche sociali e per l’educazione e Scuola. A Paolo Mozzicato, che sostituisce il dimissionario Massimo Dibenedetto, sono state assegnate le deleghe a Protezione Civile, Sport, S p e t t a c o l i e Po l i t i c h e giovanili. Mozzicato, stimato professionista ispicese, è al suo secondo incarico da assessore. Nel maggio del 2008, infatti, lasciò la guida della segreteria politica di Forza Italia ed entrò a far parte della Giunta, dapprima rilevando le

deleghe al Bilancio ed ai Tributi, poi con l’attribuzione delle deleghe all’Urbanistica, al Piano Regolatore Generale ed alla Fascia Costiera. A conclusione della cerimonia di giuramento, i neoassessori sono

stati presentati in conferenza stampa dal primo cittadino, alla presenza degli assessori Gianni Tringali e Marco Santoro, del vice presidente del Consiglio Comunale

Patrizia Lorefice e dei consiglieri comunali Pina Donzello, Cesare Pellegrino e Pietro Zocco. «La personale stima e l’amicizia che mi lega a Mary Ignaccolo e Paolo Mozzicato mi rendono certo della caparbietà e della competenza con cui sapranno affrontare questa nuova avventura, nella consapevolezza del momento di grande disagio politico ed amministrativo che la stragrande maggioranza delle amministrazioni locali è costretta ad affrontare. Auguro ad entrambi di poter svolgere con la serietà e lo spirito di abnegazione che li contraddistingue il nuovo incarico cui oggi vengono chiamati» ha dichiarato il sindaco Piero Rustico, congratulandosi con i neoassessori.

Danneggiate le opere di Salvo Monica che il Comune dovrebbe custodire Danneggiate le opere di Salvo Monica, lo scultore e poeta ispicese scomparso, che l'artista aveva donato al Comune di Ispica perché le custodisse e le valorizzasse, ed oggi esposte al Mercato. A Maria della Resurrezione di Lazzaro, gruppo scultoreo fra i più noti ed apprezzati, manca un dito della mano destra, mentre tutte le altre sono in uno stato di incuria determinato dall'inadeguatezza del locale in cui si trovano. La d e n u n c i a v i e n e d a l Pa r t i to Democratico cittadino che rileva come l'artista ispicese meriti un ricordo diverso per lo spessore e il

dovuto rispetto che si deve ai suoi lavori. Il PD chiede che le opere tornino a Palazzo Bruno, quando la sede municipale sarà di nuovo fruibile, e, nell'attesa, chiede che vengano sottoposte ad una tutela ed una sorveglianza straordinarie. Il segretario del Partito Democratico, Gianni Stornello, si chiede inoltre che fine abbiano fatto le altre sculture, i medaglioni, i bassorilievi, i disegni che Monica ha donato negli anni al Comune e chiede all'Amministrazione di presentare il loro inventario ed un piano di fruizione da parte del pubblico.

‘parcheggi rosa’ riservati alle donne in gravidanza o con prole neonatale in possesso del Contrassegno Temporaneo Rosa (CTR). Lo hanno annunciato il sindaco Piero Rustico e l’assessore ai lavori pubblici Marco Santoro. I ‘parcheggi rosa’ verranno realizzati nel centro urbano in Corso Garibaldi, Viale Mario Rapisardi, Via Papa Giovanni XXIII e Via Simeto e nella zona costiera

Marza. Il CTR sarà rilasciato all’avente diritto previa presentazione, all’Ufficio della Polizia Municipale del Comune, di richiesta scritta contenente i seguenti requisiti: essere in stato di gravidanza accertata da un medico specialista, essere genitore di sesso femminile di un bimbo minore di anni uno, essere residente nel Comune di Ispica ed essere in possesso della patente B o superiore in corso di validità.

Ispica ha abbracciato la sua “ispicese” Miss Italia nel Mondo A poco meno di due settimane dal trionfo di Montecatini Terme, la città di Ispica ha abbracciato Aylen Nail Maranges, l’ispicese Miss Italia nel Mondo 2012. Dopo un semplice e sobrio ricevimento in Municipio, la neo Miss Italia nel Mondo ha ripercorso, accompagnata da Massimo Dibenedetto (all’epoca Assessore allo Spettacolo), le tappe della sua vita ispicese. Infatti, percorrendo il suggestivo Corso Umberto, è stata accolta in modo festoso nei luoghi ove ha lavorato fino al giorno prima della emozionante avventura di Miss, come ad esempio nella gelateria Only One, il nuovo spazio urbano “Il Mercato” e per finire nel suggestivo Chiosco “A calata o cafè”. «È stato per me un piacere accompagnare Aylen a ritrovare i suoi ormai ex colleghi di lavoro» – afferma Dibenedetto. «La storia di questa nostra Miss può essere paragonata a quella di Cenerentola. È bello ripensare alle vicende di questi giorni: un giorno Aylen, determinata come sempre, ha lasciato di corsa il suo grembiule che

metteva dietro al bancone; con solo i soldi per il biglietto è corsa verso il bus in partenza per Roma; oggi ritorna con la fascia di Miss Italia nel Mondo e con in testa una corona. Ecco che il sogno di una vita diventa realtà. Proprio per questo – continua Dibenedetto – ho voluto trasformare l’accoglienza di Aylen in un messaggio forte a tutti i

giovani, invitandoli a credere nelle loro capacità, essere determinati in quanto, anche partendo da una piccola cittadina del sud si possono raggiungere grandi risultati. Concludo con lo stesso saluto che Aylen ha fatto ai tanti giovani che l’aspettavano al Chiosco a calata o cafè: “orgogliosi di essere ispicesi”».


10 Tempo libero

news

30 giorni

A Pozzallo la prima finale nazionale “GF CAVE E SCOGLI” Il prossimo 14 Ottobre si terrà a sui 300 atleti, provenienti da tutta Italia. La Pozzallo la finale nazionale di Gran Società pozzallese MTB FK gareggerà con Fondo in Mountain Bike CSAIN nove atleti che concorreranno per il titolo denominata “1^ GF Cave e Scogli - nazionale (per le categorie di appartenenza) memorial Gianluca Iozia”. Ad organiz- mentre chi non gareggerà dal punto di vista zare questo evento la Società sportiva agonistico svolgerà servizio di accoglienza MTB FK Pozzallo che ha voluto dedicare per tutti gli ospiti. questo evento all’amico Luca che è La Granfondo, nonostante l’ordine di arrivo venuto a mancare lo scorso anno. e le classifiche, resta sempre una manifestaÈ la prima volta che un evento di tale zione che ha come scopo principale il sano portata si disputa in Sicilia ed in modo divertimento. Si ha occasione, infatti, di particolare nel territorio ibleo. La gara trascorrere una giornata di festa, condividepartirà da Pozzallo e qui si concluderà. re la passione per la Mountain Bike che Il percorso si snoda tra le cave ed i sentieri naturalistici dei Comuni di Modica e Scicli per un totale di circa 50 Km. Il tracciato sarà caratterizzato da tratti tecnici molto impegnativi e single track che metteranno a dura prova l’abilità dei ciclisti e l’affidabilità delle bici. Questa manifestazioLa conferenza stampa di presentazione della manifestazione ne metterà a confronto atleti che gareggeranno per poter vincere e, quindi, acquisire il unisce tutti i partecipanti ed anche la t i t o l o i t a l i a n o d i possibilità di conoscere le spettacolari e Granfondo Off Road poco conosciute cave e coste iblee rese CSAIN. Ma ci sarà anche celebri dalle scene della fiction “Il Commissario Monatalbano”. chi vorrà gareggiare per I pozzallesi potranno assistere allo starter degli puro spirito amatoriale atleti dai nastri di partenza in Piazza destreggiandosi sul Rimembanza alle ore 10. Il corteo delle bici percorso tecnico e nel transiterà lentamente da Viale Papa Giovanni contempo ammirare la XXIII da dove scatteranno gli atleti che bellezza del territorio. gareggeranno per la conquista della maglia Il numero dei parteci- nazionale. panti previsto si aggira Tonino Giardina

Ottobre 2012

Le grandi battaglie della storia 1

2

9 10

3

4

5

6

7

8

9 11

12

13

14

17

18

15

19

16

20

21 22

23

24

25

28

29 33

26 30

27 31

32 34

35

Orizzontali: 1. Bagna Cremona - 2. Vi fu sconfitto Napoleone - 9. Antica danza spagnola - 10. Iniziali dell’ex pugile Benvenuti - 12. Sfortunata battaglia navale contro gli Austriaci in Dalmazia - 13. Taranto - 14. L’orecchio nei prefissi - 15. L’attrice americana Thurman - 17. Congegno di mira nelle armi da fuoco - 20. Un personaggio di Beautiful - 21. Sanguinosa battaglia dei Tedeschi in Russia - 22. Il tempo a Londra... - 23. International Normative War’s Loan - 24. Affluente del Rio delle Amazzoni - 27. Sono pari nei Rosati - 28. Articolo per uomo - 29. Una capitale africana (k = c) - 32. Young Star - 33. Battaglia navale contro gli Inglesi a sud della Grecia - 35. Vittoriosa battaglia di Garibaldi in Sicilia Verticali: 1. Primo scontro navale anglo-italiano al largo della Calabria - 2. Wireless Operator Laboratory - 3. L’eresiarca di Alessandria d’Egitto - 4. Alfredo, poeta dialettale bolognese - 5. Pronome personale - 6. Responsabilità Civile Auto - 7. Nota musicale - 8. Atleti specialisti di certe corse - 11. Il mare di Stoccolma - 15. Il Pianeta con 5 satelliti - 16. Grande battaglia navale tra Giapponesi ed Americani nel Pacifico - 18. Vittoriosa battaglia di Scipione su Annibale - 19. Grido che accompagna l’esibizione del torero alla Corrida - 20. la casa editrice della RaiRadio Televisione Italiana - 25. Una parte del pagamento - 26. Non si cava sangue da essa - 29. Preposizione articolata - 30. Il gatto americano - 31. L’Aeronautica militare inglese (sigla) - 33. Una particella dubitativa - 34. Il Nichel

Lo Psicologo risponde a cura della dott.ssa Denebola Ammatuna e-mail: ammatuna.d@alice.it

Le malattie psicosomatiche: quando il corpo urla le sofferenze e i disagi della nostra esistenza

Il massaggio con gli oli essenziali che sblocca le emozioni (prima parte) Lo puoi fare da solo a casa tua: con l'automassaggio stimoli l'organismo a superare tensioni e blocchi. Quando impediamo alle emozioni di fluire liberamente, blocchiamo la nostra energia e ci disponiamo a disturbi e malattie. Le tradizioni insegnano che toccando punti precisi, si mette in moto il nostro mondo emotivo. Ad ogni massaggio, associamo un olio essenziale: ci permetterà di raggiungere più facilmente il centro della nostra vita affettiva. Ecco i principi del micro massaggio per ritrovare il giusto equilibrio. Trattenere le emozioni fa male alla salute. Quando impediamo loro di fluire liberamente blocchiamo l'energia che esse esprimono: ciò provoca disturbi e malattie. Il massaggio può allora intervenire per modificare questo stato di fatto. Ci riferiamo qui ad un tipo di manipolazione che ognuno può fare da sé, il micro massaggio Si esegue con il polpastrello di un dito esercitando una leggera pressione o facendo un movimento circolare a spirale, tenendo sempre il dito fisso su di un punto per 5 secondi. Va ripetuto per alcune volte, dopo aver cosparso la parte interessata con l'olio essenziale adatto. I PUNTI DELLE EMOZIONI Quali i punti da massaggiare per sbloccare le emozioni? Nella tradizione orientale i centri di energia, detti meridiani, collegano le emozioni agli organi. Inoltre, poiché nel piede e nell'orecchio possiamo ritrovare tutto il nostro corpo rappresentato secondo una mappa ben precisa, possiamo stimolare organi e apparati massaggiando le loro proiezioni riflesse nel piede o

nell'orecchio. AGGRESSIVITÀ Il punto dell'aggressività si trova sul lobo auricolare come indicato dalla freccia (vedi disegno). Va massaggiato con un'essenza calmante in caso di aumento di aggressività, collera, conflittualità. Olio da usare: CIPRESSO, pianta del silenzio e del raccoglimento, invita alla calma e alla riflessione, trasmettendo serenità e riequilibrando le tensioni nervose. Dose: 2 gocce GIOIA L' area della gioia è situata nella parte interna del polso nella zona di congiunzione con la mano. Eseguire una pressione sui 3 punti indicati dalla figura. Una manovra molto efficace per ritrovare il buon umore consiste nel mettere alcune gocce di essenza diluite in un cucchiaino di olio di mandorla su un polso e strofinare energicamente per alcuni secondi i polsi tra loro tenendoli all'altezza delle narici. Quest'area è connessa energeticamente con il cuore, centro vitale dell'individuo. Olio essenziale da usare: MIRTO, è il simbolo della gioia di vivere. Dose: 2 gocce.

Le malattie psicosomatiche sono numerose e tantissima gente ne soffre. Si chiamano “PSICOSOMATICHE” proprio perché interessano sia il corpo che la psiche. La lista è lunghissima: l'ipertensione arteriosa, l'asma bronchiale, la colite ulcerosa, l'ulcera gastro-duodenale, l'eczema cutaneo ma anche stanchezza cronica, vertigini, disturbi sessuali, dolori muscolari, continui raffreddori ed influenze e l'elenco potrebbe continuare. Purtroppo, chi soffre di questi disturbi, non si sente compreso né dal medico curante che spesso liquida i loro mali come “stress” e si limita a dare i soliti farmaci né dai loro familiari che li trattano da malati immaginari. Ma come si sviluppa il disagio psicosomatico? La causa è da imputare a conflitti personali che, non essendo stati risolti, ricompaiono sotto forma di malattia fisica. Essa si sviluppa lentamente e di solito compare in seguito ad un evento o condizione vissuta come stressante o frustrante. I soggetti psicosomatici sono solitamente coloro che vivono con difficoltà l'espressione delle proprie emozioni e tendono a serbare tutto dentro e l'ansia, la sofferenza, le emozioni particolarmente dolorose trovano una via di scarico immediata nel corpo, originando il disturbo. Ultimamente questo elenco di malattie psicosomatiche si è andato via via infoltendo fino a comprendere: i disturbi dell'alimentazione (anoressia, bulimia), i sintomi a carico del sistema respiratorio (asma bronchiale, iperventilazione, dispnea), i sintomi a carico del sistema cutaneo (eritema, acne, dermatite atopica, psoriasi, iperidrosi, sudorazione), i sintomi a carico del sistema muscolo scheletrico (cefalea tensiva, torcicollo, mal di schiena, artrite), i sintomi a carico del sistema genitourinario (dolori mestruali, enuresi, impotenza), i sintomi a carico del sistema endocrino (diabete mellito, ipo o ipertiroidismo). Cosa fare? La soluzione della sofferenza psicosomatica è, dopo aver escluso qualsiasi tipo di malattia organica, dapprima nel riconoscimento della condizione di disagio che l'ha determinata e poi nel suo trattamento psicoterapico. E' necessario conoscere le relazioni dell'individuo con il suo sistema familiare e con il mondo circostante per capire le fonti del disagio. Un lutto o una separazione non superati, un lavoro o una relazione insoddisfacenti e particolarmente stressanti se non affrontati e messi continuamente “da parte”, possono ritornare a galla sotto forma di sintomo. Lo stress continuato, sia fisico che psicologico, o entrambi, miete le sue vittime nell'organismo per vie subdole. Per la guarigione è necessario che l'individuo accetti l'idea di una componente psichica nella propria malattia.

Controlla il tuo peso

C A L A T A

F

35

M A T A

O 28

29

30

Y

31

S

32

C A

I

I

I M E

T

N G R A D O

T A L

S

24 22 21

R

26

I

18

I

N B

L

P O

S

S

S

M O R E

12 9

I

C

U M A

14

11

U

N W L

20

O T O

10

I

E R

O

19

I

27 23

T A

13

O A

R

25

A L Z O

17 1

T

34

D A C A R

L O

9

I M I

P A N

33

15

16

T

A

S

C A

W A T E R L O O

2

3

4

5

6

7

8


Ottobre 2012

Rubriche

news

30 giorni

ACCADEMIA MUSICALE

Continuano le iscrizioni ai nostri corsi! Chitarra

Pianoforte

Sassofono

Tromba C.so Vittorio Veneto, 95 - Pozzallo - Tel. 333.2992426

11

Clarinetto

Canto lirico e moderno

Teoria e solfeggio

Basso elettrico

Batteria

Violino

Flauto

Storia della musica

Armonia

I nostri laboratori Musica da camera

Musica d’insieme

Laboratori jazz

Musica corale

Improvvisazione

Studio di Musicoterapia

Esercitazioni orchestrali

Propedeutica per bambini (dai 3 ai 5 anni)

Cosa aspetti allora? Corri ad iscriverti! Spaghetti alla zucca a cura di Giuseppe Vaccaro

Procedimento

450 g spaghetti 800 g di zucca 2 scalogni 1 spicchio di aglio a affumicata 150 g di pancett ne rpo sca ma g 0 15 sca 1 dl di panna fre via sal di ffo ciu 1 grattugiato 50 g parmigiano e pepe 40 g burro, sale

L’angolo di...Vino

Punto di commercializzazione

Valentina consiglia...

Pulite la zucca, poi eliminate con un coltello a lama larga la scorza, i semi e i filamenti. Tagliatela infine a fettine sottili. Sbucciate gli scalogni e tagliateli a velo, fateli rosolare con lo spicchio di aglio, 3 foglie di salvia e il burro; unite la zucca, fate insaporire, salate, pepate ed eliminate lo spicchio di aglio. Bagnate con un bicchie re di acqua e lasciate cuocere a fuoco basso per 30 minuti. Tagliate a bastoncini la pancetta, fatela rosolar e senza condimento in una padella antiaderente, e incorpo ratela alla zucca. Togliete dal fuoco quando la zucca sarà morbida, unite la panna sbattuta con il mascar pone e con la metà del parmigiano e amalgamate; regolat e di sale e pepe. Cuocetevi gli spaghetti, scolateli al dente, versateli nella padella del sugo e fateli insaporire. Infine aggiungete il formaggio grattugiato rimasto e servite la pasta.

per 6 persone

Il vino può essere sottoposto a due tipi di analisi: l'analisi chimicostrumentale e l'analisi sensoriale o organolettica. La prima viene svolta in laboratori chimici, dove vengono quantificate le componenti del vino, per verificare che esso corrisponda a determinati requisiti che concernano anche l'aspetto legale. Tale analisi dice ben poco per quanto riguarda la qualità del vino e niente sull'emozione. La seconda invece concerne la degustazione vera e propria, e grazie ad essa possiamo verificare l'armonia che il vino ha raggiunto. Nella degustazione di un vino i sensi chiamati a concorrere all'analisi sono: vista, olfatto e tatto. Sul piano fisico gli organi coinvolti sono: occhi, naso e bocca. Brevemente, in ordine di svolgimento le fasi della

Il Vino

degustazione sono: esame visivo: vengono determinati colore, limpidezza, intensità, tonalità; esame olfattivo: analisi degli aromi, intensità dei profumi, durata e finezza aromatica; esame gustativo: sapore, corpo, morbidezza e durezza; esame retrolfattivo: valuta l'equilibrio. Certo descritte così le fasi della degustazione non permettono di capire lo studio e la passione che stanno alla base di questo lavoro, ma lo spazio è poco e rischierei di annoiarvi usando un linguaggio piú tecnico. Molto spesso i Sommeliers vengono presi in giro dal pubblico per la gestualità usata, ma essa non è mai casuale, la degustazione è un insieme di pratiche e modalità che permettono

Poggio della Costa Cantina: Sergio Mottura Anno: 2011 Denominazione: IGT Grechetto di Civitella d'Agliano Vitigno: Grechetto 100% Note: strutturato e fresco, finale lievemente ammandorlato, gradevole ed equilibrato

30 giorni

M E N S I L E D I AT T U A L I T À , P O L I T I C A , C U LT U R A , C H I E S A E S P O RT

a cura di Valentina Sampugna

di valutare oggettivamente un vino e permettere al cliente di venire a conoscenza delle qualità di un vino, prima di acquistarlo. Una degustazione non è mai uguale ad un'altra in termini di valutazione. Chi degusta un vino lo fa sempre nel rispetto di chi lo ha prodotto di chi ha lavorato duramente per dare vita a qualcosa di unico e di chi poi andrà a consumarlo. Infatti tra i re q u i si t i fo n d a m e n t a li c h e u n Sommelir deve possedere, oltre alla classe, allo stile nel proporsi al cliente, oltre alla mente aperta, e al dinamismo, per affrontare qualsiasi situazione, un Sommelier deve avere l'umiltà. Una carettestica che gioverebbe a qualsiasi essere umano! Una qualità che oggi ormai si sta perdendo!

R e g i s t r a t o Tr i b . d i M o d i c a 0 5 / 2 0 0 4

EDITORE

ASSOCIAZIONE CULTURALE “MUSICA E PAROLE” DIRETTORE RESPONSABILE

Giovanni Cannizzaro REDAZIONE

Gian Paolo De Simone FOTOGRAFIE

Tonino Giardina

Archivio 30giorni news, GianPaolo De Simone, Tonino Giardina, Carlo Coriolani

HANNO COLLABORATO Denebola Ammatuna, Rosa Caldaro, Saro Cannizzaro, Giuseppina Franzò, Valentina Sampugna, Giuseppe Vaccaro

STAMPA GRAFICHE SANTOCONO VIA S.S. 115 KM 362 - ROSOLINI (SR) - 0931 856901

TIRATURA: 2000 copie CHIUSO IN TIPOGRAFIA L’8 Ottobre 2012 TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI È vietata per legge la riproduzione, anche parziale, del contenuto di questo giornale


Scrivi CONTRO LA CASTA

Pino Asta

Ottobre 2012  

Il giornale cartaceo in distribuzione a Pozzallo, Modica, Ispica e Scicli

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you