Page 1

VERBANIA. L’OPERA DI FONDOTOCE E’ ATTESA DA DIECI ANNI

Movicentro, lavori fermi “Si azzeri il contratto” Tempi non rispettati, la Provincia è pronta per un nuovo appalto LUCA ZIROTTI VERBANIA

Altro che accelerata, i lavori del Movicentro continuano a viaggiare troppo lenti e a questo punto la Provincia è pronta a rescindere il contratto con l’azienda responsabile del cantiere. «Purtroppo non abbiamo visto passi in avanti significativi, la rescissione ormai sembra la strada più probabile» conferma l’assessore provinciale Giampaolo Blardone. Una prospettiva dunque che se si concretizzerà già a settembre riscriverà un’altra volta tempi e programma per vedere finalmente pronta la nuova struttura al servizio della stazione ferroviaria di Fondotoce. Il primo ultimatum alla «Marinelli», l’azienda di Padova che si era aggiudicata l’appalto, la Provincia l’aveva lanciato a marzo. Ne seguì una «trattativa», l’impegno a riprendere a lavorare a pieno regime e una nuova scadenza dettata a maggio: un anno per completare l’opera, con consegna a giugno 2013. Tre mesi dopo la Provincia è di nuovo a fare i conti con i ritardi e un programma che non vede rispettato. «Aspettiamo nei prossimi giorni una relazione dal direttore dei lavori per fare i conti su ciò che fatti, i progressi registrati, gli eventuali danni avuti per i ritardi o lavori che potremmo anche dover rifare - spiega Blardone - a questo punto però abbiamo davvero poche speranze di veder migliorare la situazione. Speravamo di non dover arrivare a questo punto ma anche le ultime rassicurazioni date qualche mese fa non si sono trasformate in fatti concreti». L’affidamento definitivo del cantiere era stato fatto a marzo del 2011, per un investimento complessivo di 4 milioni di euro per realizzare 220 posti auto su una struttura a due piani, con collegamento all’ingresso della stazione e un’area più grande per permettere passaggio e manovre degli autobus. La prospettiva di dover azzera-

Il cantiere del Movicentro a Fondotoce, dove dovrebbe sorgere anche un parcheggio da 220 posti

re e ripartire con un nuovo appalto apre un nuovo interrogativo sui tempi, per un’opera partita con finanziamento e progettazione nel lontano 2003 e che quasi dieci anni dopo è in una situazione di stallo. Legata al Movicentro c’è anche la realizzazione di una nuova rotonda sulla statale. «Quella è da concretizzare a ogni costo entro la fine dell’anno per poter utilizzare entro la scadenza i finanziamenti, a costo anche di procedere con lo stralcio dal progetto principale» dice l’assessore Blardone. Se la vicenda Movicentro dunque resta una priorità da riprendere in mano subito sul fronte lavori la Provincia dovrà muoversi anche per dare in appalto il completamento del convitto all’istituto agrario di Crodo. «In quel caso il contratto precedente è già stato rescisso e restano circa 500 mila euro di lavori da terminare - conclude Blardone - i nostri tecnici hanno fatto un sopralluogo per verificare la situazione».

Fondotoce. Movicentro, lavori fermi "Si azzeri il contratto"  

(LaStampaVco, 28 agosto 2012)

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you