Page 21

17

Il mondo di Andy

“Andy, mi svuoti il vaso da notte?” Per la maggior parte delle persone la mattinata inizia con l’aroma del caffè e la dolce voce di una moglie o di una mamma o anche solo della radiosveglia. Ma per Andy non è così. Per lui ci sono le urla della zia e la puzza delle sue feci. I genitori sono morti in un incidente stradale quando non aveva ancora dieci anni. Da allora, è stata la cara zietta a prendersi cura di lui. Lo avrebbe voluto prete o dottore, ma per fortuna Andy non era mai stato una cima a scuola e così dopo essere stato cacciato dal seminario e dopo aver provato mille volte e senza successo i test per entrare a medicina, è finito a lavorare alla Zeta Group. “Sì zia vengo! Un attimo, vado in bagno e sono subito da te.” “No, vieni adesso, non sopporto più questa puzza.” La zia da due settimane è bloccata a letto. Si è rotta la gamba destra cadendo dalle scale della chiesa e il povero Andy, che di norma già le fa da schiavo, ora deve farle anche da infermiere. Andy ha trentanove anni, fisico asciutto e baffi alla John Holmes. Non è mai stato sposato, solo qualche storia, ma mai niente di serio. Forse, l’aver vissuto tanto tempo con un essere spregevole come

Zona infetta  

di Giustina Gnasso, horror