Page 30

29 Con una brusca manovra Roberto accostò al marciapiede e fermandosi chiese a Erika: «Senti qui dobbiamo risolvere il problema o siamo nei guai, per cui concentrati e dammi una mano.» «Ok cosa devo fare?» rispose lei molto collaborativa. «Be’, prova a impostare di nuovo la lingua e a cercare di capire se per caso non è inserita la modalità muto.» Erano lì da nemmeno cinque minuti, quando Robi vide nello specchietto un vigile avvicinarsi e si rese conto di essersi fermato nello spazio riservato agli autobus. Con un gesto di scusa con la mano innestò la marcia e si spostò velocemente «Ci manca solo una multa, magari con tanto di generalità del conducente e del passeggero…» sibilò a denti stretti Roberto. Un’altra fitta al cuore. Erika non sopportava più di sentirsi una minaccia costante, una mina vagante. Di lì a poco arrivarono al Novotel nell’East End della metropoli dove furono accolti con cordialità alla reception anche grazie all’inglese fluente con cui Erika sbrigò le formalità di registrazione. «Hai visto?» si rivolse con ironia a Robi «tutto bene. Non hanno neanche voluto le mie generalità dato che la prenotazione era fatta a tuo nome. Qualsiasi cosa dovesse succedere non avrai nessun problema; io qui non esisto.» Saliti in camera nell’ala non fumatori Robi non le diede nemmeno il tempo di sistemare le sue cose e spogliandola la sospinse sul letto e cominciò a baciarla con passione. I suoi baci si facevano sempre più infuocati e mentre accarezzava la sua nuca Erika chiuse gli occhi e le sembrò di non poter desiderare nient’altro. Stringendola a sé Robi le disse «Mi dispiace, c’è una brutta notizia.» «Cosa?» chiese Erika allarmata. «Dobbiamo partire subito o non arriveremo in tempo all’appuntamento. Ho già sentito il cliente e gli ho chiesto se era disponibile a spostarlo alle tre. Meno male che non ha fatto storie. Ma adesso dobbiamo proprio andare.» Si staccarono con un lungo bacio ed Erika si rivestì e riassettò in fretta, raccolse la borsa a tracolla e confermò allegramente: «Prontissima.» Il viaggio si rivelò più lungo di quanto Roberto avesse previsto; il navigatore calcolò una distanza di quattrocentotrenta chilometri che impiegarono circa quattro ore a coprire percorrendo la M1, M18, A1M fino a Leeds e poi la A19 e la A66 fino a Stockton-on-Tees.

Profile for 0111edizioni

Spicchi di cuore  

di Daniela Quadri Sentimentale

Spicchi di cuore  

di Daniela Quadri Sentimentale

Advertisement