Page 33

31 fascisti più di quanto ne avesse per gli americani. Incolpava gli uni e gli altri per la morte dei suoi genitori e la distruzione della sua casa e della sua città. Non faceva differenze. I fascisti avevano scatenato una guerra che non potevano vincere, gli americani avevano ammazzato quanta più gente possibile ed erano i nuovi padroni. Con loro si potevano fare buoni affari, ma quello che gli aveva appena proposto Sergio gli avrebbe permesso di farla finita per sempre con i piccoli traffici. Certo, rifletteva Guido, si trattava di rischiare la vita, ma lui non aveva paura. Se Sergio e i suoi amici erano talmente pazzi da pagare così bene per far fuggire quel poeta americano, lui era altrettanto pazzo da provare ad aiutarli. Sergio gli aveva detto che, insieme con una piccola squadra di gente fidata, avrebbe dovuto organizzare un attacco notturno il più rumoroso e violento possibile, in modo che gli americani pensassero che un reparto numeroso stesse assalendo il “campo”. In realtà sarebbe stato solo un diversivo per permettere ad alcuni detenuti, fra i quali Pound, di fuggire. Quando Guido aveva chiesto in che modo questi sarebbero fuggiti, Sergio gli aveva risposto duramente che quella non era una cosa che dovesse sapere. Guido avrebbe dovuto attaccare e sostenere lo scontro il più a lungo possibile. Di tutto il resto non si doveva occupare. Era questo il grosso affare che aveva accennato a Laura sulla spiaggia. Quella volta si erano lasciati sfiorandosi appena le mani. Le aveva promesso che l’indomani sarebbe tornato per raccontarle la grande occasione che avrebbe cambiato la loro vita. Laura si scoprì a pensare a lui, ora dopo ora, minuto dopo minuto, finché fu trascorsa la notte. Lui sarebbe tornato. Lo avrebbe visto ancora, pensava. Tutta la mattina si dedicò a sua madre, la accudì, la fece mangiare e, quando finalmente la vecchia si addormentò, lasciò quel piccolo spazio racchiuso fra il muro e la tenda per uscire, verso la spiaggia, sul mare, per respirarne il profumo che si fondeva con quello di resina dei pini. Pensò a Guido. Lo avrebbe incontrato di nuovo. Voleva essere pulita, profumata.  

Profile for 0111edizioni

L'oro del Gobbo  

Massimo Ghelardi, giallo. Una notizia inaspettata induce l’investigatore Ettore Bandi a gettarsi in un’indagine complessa che coinvolge i su...

L'oro del Gobbo  

Massimo Ghelardi, giallo. Una notizia inaspettata induce l’investigatore Ettore Bandi a gettarsi in un’indagine complessa che coinvolge i su...

Advertisement