Page 13

11 Immaginava, Ettore, quali sensazioni potessero impossessarsi di un giovane in armi che sperimenta, a un tratto, la selvaggia libertà del fuorilegge. Aveva conosciuto un lato oscuro del cuore? E questo lo aveva spaventato? Quante volte, forse, si era trovato sull’orlo di un precipizio che lo chiamava e lo affascinava? Quante volte in quei brevi mesi al cui termine, come in un tempo infinito e fulmineo, lo aspettava la morte, il tenente e l’uomo onesto, avevano dovuto trattenere il bandito e l’avventuriero; quante volte il travestimento era diventato l’abito vero? Ettore sapeva che in quel tempo di mezzo che era intercorso tra la fine della guerra e la pace vera, quando tutto era apparso ingannevolmente concluso, era invece continuata a lungo una lotta violenta per arricchirsi o semplicemente sopravvivere, per accaparrarsi le nuove ricchezze che sbarcavano dalle navi o dai grandi aerei americani o per agguantare quel poco pane che poteva garantire ancora un giorno di vita. In quel tempo di mezzo, quando sembrò che non si dovesse più morire, continuarono a bruciarsi vite, sogni e speranze. Trascorsero alcune ore; le lattine vuote avevano lasciato sulla scrivania il loro segno rotondo. Ettore si alzò stirando in alto le braccia. Era contento del lavoro fatto. I lunghi anni trascorsi sembravano, in quella sera d’estate, pochi giorni. Lui stesso era un tenente ventenne, con l’entusiasmo di una vita ancora tutta da inventare. Aveva ricordato, scritto, ricapitolato; di nuovo erano trascorsi, dinanzi ai suoi occhi, i volti di persone lontane conosciute solo nel bianco e nero delle fotografie.

 

Profile for 0111edizioni

L'oro del Gobbo  

Massimo Ghelardi, giallo. Una notizia inaspettata induce l’investigatore Ettore Bandi a gettarsi in un’indagine complessa che coinvolge i su...

L'oro del Gobbo  

Massimo Ghelardi, giallo. Una notizia inaspettata induce l’investigatore Ettore Bandi a gettarsi in un’indagine complessa che coinvolge i su...

Advertisement