Issuu on Google+

ObjektReport TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE TECNICA SCIENTIFICA

25

www.roefix.com

ARCSTUDIO PERLINI®: IL PRIMO RESTAURO CONSERVATIVO CERTIFICATO CASACLIMANATURE IN CLASSE A RÖFIX E GEOPIETRA® UNISCONO FUNZIONALITÀ ED ESTETICA IN UN UNICO SISTEMA LA CERTIFICAZIONE REI DEI MATERIALI RÖFIX

© Copyright ARCStudio Perlini ®

www.roefix.com Associare Geopietra®, la pietra ricostruita più credibile al mondo, al miglior isolamento termico RÖFIX è un atto essenzialmente poetico L’alto grado di qualità tecnica e l’intenso valore emotivo sono connessi in un nuovo progetto appositamente concepito per consentire una progettazione efficiente ma libera da vincoli strutturali e tecnici. abitasistema è composto dal sistema termoisolante a cappotto RÖFIX e dal rivestimento in pietra ricostruita GEOPIETRA®. La pietra ricostruita GEOPIETRA® è stata infatti appositamente sviluppata per abbinarsi al sistema di isolamento termico RÖFIX, riuscendo a riunire in un solo prodotto leggerezza, traspirabilità e bassa conducibilità termica.

Sistemi per costruire

25.1 EDITORIALE

Gentili lettori, siamo felici di presentarVi il numero 25 nella nuova veste grafica: non si tratta di un mero lavoro di “restyling”, ma di un rinnovato impegno redazionale volto ad offrirVi una panoramica su progetti e temi di prioritario interesse per il progettista. I nostri manager e responsabili di prodotto, gli stessi che quotidianamente dialogano con le Soprintendenze, le imprese e i progettisti, collaborano in prima persona alla presentazione dei progetti esemplari e alla messa a punto degli articoli tecnici. Il nuovo Objekt Report vi offrirà, attraverso le interviste, veri e propri ritratti dei protagonisti della nostra professione: non solo dei nostri uomini, ma anche degli architetti, tecnici ed esperti con i quali lavoriamo quotidianamente. Vi presenteremo nel dettaglio alcuni progetti d’eccellenza. In particolare le scelte progettuali dell’Arch. Michele Perlini attraverso l’analisi del recupero certificato CasaClimanature in Classe A di un edificio rurale del 1700. Grazie ad un progetto eseguito in provincia di Brescia, valuteremo l’importanza di un intervento di riqualificazione energetica sia analizzando il progetto d’intervento, sia prestando attenzione alla valutazione finale presentata dalla stessa committenza a fine lavori. Attraverso un viaggio guidato nei giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano, scopriremo il recente intervento di realizzazione e consolidamento di una galleria destinata alla creazione di nuovi spazi espositivi sotterranei. Presenteremo in anteprima abitasistema, il nuovo sistema di isolamento termico rivestito con pietra ricostruita® GEOPIETRA®. Un grande risultato tecnico frutto di un lungo percorso di sperimentazione e collaborazione con GEOPIETRA® che unisce, come sottolinea Fulvio Scalfi, fondatore di GEOPIETRA®, due aziende che da anni sono ispirate da un’etica comune nel confrontarsi nel mercato e nel dare importanza agli uomini. In linea con il continuo impegno di RÖFIX nella divulgazione di una coscienza volta al risparmio energetico presenteremo la nuova brochure interamente dedicata a tale aspetto e diamo la parola a Massimo Venturino, Capo Area RÖFIX che, dopo aver conseguito il diploma di “Esperto CasaClima Junior”, ci racconterà della propria esperienza nella frequenza ai corsi base e avanzato presso l’Agenzia KH di Bolzano. Riepilogando in modo sintetico il D.M. del 16.02.2007 relativo alla classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi e alla certificazione REI che ne consegue, presentiamo i risultati delle prove di laboratorio eseguite su RÖFIX 510 Intonaco di fondo calce/cemento, su RÖFIX 190 Intonaco a base gesso/calce e su RÖFIX 195 Intonaco universale per interni. Nella continua attenzione allo sviluppo del mercato presentiamo RÖFIX CalceClima Progetto Intonaco alla calce NHL5 appositamente realizzato per rispondere al desiderio di utilizzare la calce anche in grandi cantieri. Prosegue l’incontro con la rubrica “I VOLTI di RÖFIX”: intervistiamo Wolfgang Brenner, Direttore Generale RÖFIX Italia. Ringrazio quindi tutti coloro che con il loro impegno, ciascuno nel proprio ambito, hanno contribuito e collaborato per la realizzazione di questo numero che ci rende orgogliosi. Buona lettura Benno Pamer Direttore Marketing

www.roefix.com

25.2 proprietà RÖFIX SpA via Venosta 70 39020 Parcines - BZ

AGENDA

settembre L

6

13

20

27

direttore responsabile Wolfgang Brenner

M

7

14

21

28

progetto grafico DEMETRA Comunicazione in Architettura www.demetraweb.it info@demetraweb.it

M

1

8

15

22

29

G

2

9

16 23 30

V

3

10

17 24

stampa G. A. Service GmbH Nussdorferstraße 5a 5020 Salzburg

S

4

11

18 25

D

5

12

19 26

editore DEMETRA C.so Carlo Alberto 17/a 23900 Lecco - LC tel. 0341 271900 iscrizione al tribunale di Lecco n° 1/03 del 9/01/03

sedi RÖFIX SpA via Venosta, 70 39020 Parcines - BZ Tel. +39 0473 966100 Fax +39 0473 966150 office.partschins@roefix.com RÖFIX SpA via delle Tecnologie, 24 33074 Fontanafredda - PN Tel. +39 0434 599100 Fax +39 0434 599150 office.fontanafredda@roefix.com RÖFIX SpA via Campi Grandi, 4 25080 Prevalle - BS Tel. +39 030 68041 Fax +39 030 6801052 office.prevalle@roefix.com RÖFIX SpA via Bongiasca, 1364 21020 Comabbio - VA Tel. +39 0332 962000 Fax +39 0332 961056 office.comabbio@roefix.com RÖFIX SpA via Cave, 9 12089 Villanova Mondovì - CN Tel +39 0174 599200 Fax +39 0174 698031 office.villanovamondovi@roefix.com

23-24 settembre Convegno nazionale L’Aquila La normativa dei Beni Culturali. Aggiornamenti Due giorni promossi dalla Protezione Civile, dedicati alla normativa e agli aspetti strutturali della ricostruzione.

24-26 settembre

25 settembre

Fiera Busto Arsizio (VA) Ediltek. Fiera dell’edilizia, materiali, servizi, tecnologie

Incontro Loano 2 Village (SV), ore 9.30 Incontro tecnico: Invito all’abitare in Classe A+

Con intervento del Direttore dell’agenzia Casa Clima Norbert Lantschner

In collaborazione con Bertelli Costruzioni

8-10 ottobre Klimahouse fiera specializzata per l’efficenza energetica e la sostenibilità in edilizia Bastia Umbra (PG)

27-30 ottobre SAIE fiera nazionale Bologna RÖFIX espone in collaborazione con A.P.A. (BZ) ed EOS Alto Adige

novembre L

1

8

15

22

29

M

2

9

16

23

30

M

3

10

17

24

31

G

4 11

18

25

V

5

12

19

26

S

6

13

20

27

D

7

14

21

28

ottobre L

4

11

18

25

M

5

12

19

26

M

6

13

20 27

G

7

14

21 28

V

1

8

15

22 29

S

2

9

16

23 30

D

3 10

17

24

31

30 settembre 7 ottobre 11 novembre Ciclo di Incontri Ferrara (FE) Transito Tecnico Dal petrolio al sole Incontri organizzati dall’Associazione Culturale ARCHinNOVA.

25.3

INDICE

5 ARCSTUDIO PERLINI : il primo ®

restauro conservativo certificato CasaClimanature in Classe A

12 INTERVISTA A FULVIO SCALFI fondatore di GEOPIETRA®

10 ®

RÖFIX E GEOPIETRA uniscono funzionalità ed estetica: nasce abitasistema

14

17 CERTIFICAZIONE REI dei prodotti RÖFIX

RIQUALIFICAZIONE E RISPARMIO ENERGETICO: il progetto a Pisogne (BS)

19 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA: i documenti tecnici di RÖFIX

22 CASACLIMA: la formazione di certificatori ed esperti

24 RÖFIX CalceClima Progetto

20 CONSOLIDAMENTO: i giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano

25 I VOLTI DI RÖFIX: intervista a Wolfgang Brenner

www.roefix.com

25.4

UN RECUPERO D’ECCELLENZA: IN CLASSE A IN UNA REALTÀ “NATURALE”

25.5 SPECIALE RECUPERO

PRIMO EDIFICIO STORICO RESTAURATO IN CLASSE A UN EDIFICIO RURALE DEL SETTECENTO IN PROVINCIA DI VERONA Il vasto patrimonio architettonico del passato si presenta ai nostri occhi non solo attraverso le grandi opere e i monumenti, ma anche nel recupero di edifici che portano testimonianza di una cultura, di uno stile di vita, di una coscienza popolare. ARCStudio Perlini® consapevole della potenzialità di sviluppo e dell’importanza culturale di tale patrimonio ha sapientemente progettato il recupero di un edificio rurale del 1700 rendendolo esempio di riqualificazione a basso consumo energetico, in grado di offrire un elevato comfort abitativo garantito anche dalla scelta dei materiali a basso impatto ambientale. Un ritorno all’edificio del passato con il comfort del presente e la volontà di preservare il futuro ambientale.

RECUPERO IN CLASSE A: UNA REALTÀ Lo sviluppo di nuove tecnologie nell’ambito dell’edilizia ha consentito di ripensare e reinterpretare il concetto di restauro, non solo in termini di rispetto per il passato ma anche di rispetto per l’ambiente. Tale impegno nella ricerca ha visto la nascita di studi specializzati in architettura e restauro a basso consumo energetico che si fondano sull’esperienza e sulla conoscenza di professionisti sensibili alle tematiche ambientali. Per questo la ricerca nel settore dei materiali anche per il restauro continua, per fornire soluzioni sempre più adeguate che incontrino le ambizioni progettuali di chi crede nel risparmio energetico.

I sistemi di isolamento RÖFIX e i materiali della linea CalceClima protagonisti di un restauro ad alta tecnologia effettuato da ARCStudio Perlini®. Studio specializzato in architettura e restauro a basso consumo energetico, ARCStudio Perlini® ha realizzato un restauro conservativo certificato CasaClimanature in Classe A, con oggetto un edificio storico risalente al 1700 situato in provincia di Verona in una zona di particolare rilevanza storica. Tale progetto è il primo intervento di restauro conservativo in Classe A per la regione Veneto, e il primo intervento di recupero certificato in CasaClimanature in Italia. L’edificio si compone di due parti, unite nell’estremità centrale: una parte, oggetto del restauro conservativo, è composta da una muratura in ciottoli di fiume; l’altra parte è interamente in blocchi. Il blocco costruttivo in sasso si è prestato perfettamente per realizzare l’obiettivo progettuale che aspirava al mantenimento delle originali ed inconfondibili caratteristiche estetiche e compositive esterne e, contemporaneamente, all’installazione di tecnologie costruttive moderne capaci di garantire un elevato comfort abitativo. Problemi particolari ha portato la struttura in ciottoli, che è stata esaminata quale elemento a cui difficilmente sarebbe stato possibile associare l’isolamento termico. La scelta progettuale è stata quella di creare una maglia interna in pilastri di acciaio a doppia T, per evitare ponti termici fra solaio e muratura perimetrale e fare in modo di avere un edificio antisismico. Il solaio posato sopra la struttura, è stato oggetto di ulteriori accorgimenti: fra la testa e la muratura è stato inserito per tutto il perimetro un elemento tecnico, in grado di bloccare lo scambio termico fra il solaio e la muratura.

www.roefix.com

25.6 Di fondamentale importanza la scelta del tipo di isolamento interno grazie al quale si è potuto raggiungere un valore di trasmittanza termica in linea con le direttive di Agenzia CasaClima. Per la parte di muratura a contatto con il terreno fino a 1,5 m di altezza dal piano è stato utilizzato il sistema di isolamento RÖFIX Renopor per rispondere anche all’eventuale umidità di risalita. Il sistema prevede l’utilizzo del pannello RÖFIX Renopor I Pannello isolante per interni 060 in silicato di calcio che presenta ottime capacità di isolamento termico unite ad una elevata capacità di assorbimento dell’umidità (2,5 volte il proprio peso) ed è quindi in grado di svolgere una funzione di distribuzione del carico di umidità, sottraendo alle muffe il substrato indispensabile per la loro proliferazione. Idoneo per impieghi ecologici grazie alla struttura minerale a base di materie prime naturali, garantisce un totale riciclo dei resti di lavorazione. La fascia da 1,5 m fino alla copertura è dotata del sistema di isolamento RÖFIX MULTIPOR Sistema di isolamento termico a base di idrati di silicato di calcio, naturale e di elevato valore ecologico, incombustibile, altamente permeabile al vapore e resistente agli urti. A completare le operazioni di isolamento si è provveduto ad inserire nella parte di testa del solaio, una fascia di XPS, che isola completamente l’intero impianto. Di particolare interesse, inoltre, sono la rasatura e la lisciatura della muratura interna, eseguita con i prodotti ecologici della linea RÖFIX CalceClima. I risultati emersi dal blower door test, la prova per la tenuta all’aria dell’edificio, insieme alle soluzioni per l’isolamento e la scelta attenta alla biocompatibilità dei prodotti hanno concorso all’ottenimento della certificazione in Classe A CasaClimanature.

25.7

www.roefix.com

25.8

LA PAROLA AL PROGETTISTA Incontro con l’Arch. Michele Perlini Un progetto di restauro in Classe A di CasaClima: sembra una vera sfida rispettare il passato con un restauro a regola d’arte e, contemporaneamente, attenersi alle indicazioni di Agenzia CasaClima che sviluppa il risparmio energetico nell’edilizia. Come si inserisce oggi la bioedilizia nel mondo del restauro? Come si coniugano le esigenze estetiche del passato con le moderne tecnologie all’insegna dell’efficienza energetica?

30 29

28 27 26

23 25

1

22 21 20

2 3

10 9 8

5

7

6

4

10 9 8

16 15 14 13 12

19

11

18 17

20

4 12

50

La sostenibilità dell’edificio è un fattore che ci sta particolarmente a cuore vista l’importanza dell’intervento di restauro. È con soddisfazione che possiamo affermare che l’edificio progettato e costruito è il primo restauro conservativo in Italia certificato in CasaClima “A” NATURE, vale a dire utilizzando materiali ecologici. Dal punto di vista architettonico/compositivo, la progettazione ha unito design & innovazione. Gli spazi interni creati rispettano le aperture esistenti. L’importante facciata principale si affaccia verso la corte rimodernata creando camminamenti che richiamano i vecchi materiali utilizzati, rivisitati in chiave moderna. L’edificio è stato completamente svuotato, mantenendo la muratura perimetrale in pietra da 55 cm. Una struttura in acciaio sostiene i solai interni, con pilastri a vista che creano spazi moderni e suggestivi. Un impianto di ventilazione meccanica controllata, garantisce una qualità dell’aria interna ed un comfort abitativo elevato. Tipologie abitative di questo genere necessitano di un’attenta e precisa fase di analisi e progettazione architettonica.

Il vostro studio si muove dunque in un contesto particolarmente difficile, dove la perizia degli addetti ai lavori è prerogativa fondamentale. D’altro canto sarà anche necessario incontrare una committenza sensibile alle tematiche del benessere abitativo e del restauro rispettoso della tradizione. È il committente che si rivolge a voi per avere il meglio in fatto di restauro e bioedilizia oppure più spesso siete voi a svolgere il ruolo di promotori propositivi del risparmio energetico? I committenti particolarmente attenti e sensibili alle tematiche della sostenibilità e agli edifici a basso consumo energetico si rivolgono a noi soprattutto per una progettazione personalizzata, con la richiesta specifica di una CasaClima “A/Gold”. Spesso nel caso di committenti con particolari esigenze architettoniche, dopo aver illustrato loro perché sia conveniente progettare un edificio a basso consumo energetico e soprattutto di cosa si tratti, non esitano a scegliere una progettazione Certificata CasaClima con uno standard minimo in Classe “A”. La progettazione di design può essere unita sia al nuovo che al restauro, ma soprattutto, in tutti e due i casi, come dimostrato in questa progettazione e realizzazione, è possibile avere un edificio CasaClima Certificato, sinonimo di qualità, comfort interno e valore aggiunto dell’edificio per il futuro.

info@arcstudioperlini.com www.arcstudioperlini.com

25.9

www.roefix.com

25.10 PARTNERSHIP

RÖFIX E GEOPIETRA® CREANO abitasistema: FUNZIONALITÀ ED ESTETICA

ASSOCIARE GEOPIETRA® LA PIETRA RICOSTRUITA® PIÙ CREDIBILE AL MONDO AL MIGLIOR ISOLAMENTO TERMICO RÖFIX È UN ATTO ESSENZIALMENTE POETICO

L’alto grado di qualità tecnica e l’intenso valore emotivo sono connessi nel nuovo progetto abita appositamente concepito per consentire una progettazione efficiente ma libera da vincoli strutturali e tecnici. abitasistema è composto dal sistema termoisolante a cappotto RÖFIX e dal rivestimento in pietra ricostruita GEOPIETRA®. Nei centri storici, nei luoghi di importanza paesaggistica e in tutte quelle zone che fanno della loro storia e tipicità un valore primario, è nata l’esigenza di applicare sull’isolamento termico diverse finiture in grado di mantenere l’aspetto tipico delle murature tradizionali, senza peraltro rinunciare ad un’elevata efficienza isolante. In particolar modo la tradizione edilizia europea ha fatto un largo uso per centinaia di anni delle murature in pietra; ma la pietra naturale, a causa del suo elevato peso e della scarsissima traspirabilità, ha grossi problemi ad abbinarsi all’isolamento a cappotto. Come risposta a queste esigenze, nasce il sistema RÖFIX-GEOPIETRA®, appositamente sviluppato per ottenere performance elevate in termini di isolamento termico, abbinate alla massima qualità estetica, consentendo ai progettisti di proporre edifici tradizionali nell’estetica ma tecnologicamente moderni ed efficienti. RÖFIX opera da oltre cent’anni nello sviluppo di tecnologie edilizie di alta qualità: vantando un vastissimo bagaglio di esperienza ed un’offerta qualitativa di primissimo livello nel campo degli isolamenti termici a cappotto, RÖFIX ha creato un sistema di isolamento speciale in grado di garantire altissime prestazioni e assenza di ponti termici. Tale sistema RÖFIX, con l’utilizzo di RÖFIX Unistar LIGHT su EPS, sughero e lana di roccia garantisce un’assoluta compatibilità

con il rivestimento in pietra ricostruita GEOPIETRA®. GEOPIETRA® ha messo a disposizione tutto il proprio know-how nel campo dei rivestimenti murali, riuscendo ad ottenere un prodotto di altissima qualità estetica e tecnica. La pietra ricostruita GEOPIETRA® è stata infatti appositamente sviluppata per abbinarsi al sistema di isolamento termico RÖFIX, riuscendo a riunire in un solo prodotto leggerezza, traspirabilità e bassa conducibilità termica. La pietra ricostruita GEOPIETRA® è formata da un particolare impasto di materie prime con doti di particolare leggerezza, di ottima permeabilità al vapore e di straordinaria conducibilità termica. Grazie a queste caratteristiche il rivestimento si adatta perfettamente all’isolamento termico garantendo al tempo stesso un risultato estetico molto naturale. I sistemi di isolamento termico realizzati con materiali di basso peso specifico, come ad esempio il polistirene espanso (EPS), in estate hanno inerzia termica abbastanza ridotta con ritardi di fase piuttosto brevi. Una delle principali cause di rottura dei sistemi di isolamento termico sono le brusche variazioni termiche superficiali, frequenti soprattutto per quei sistemi con finitura a colori scuri. In estate, assorbendo energia per irraggiamento, essi raggiungono temperature superficiali molto elevate: in caso di temporali con pioggia intensa, in pochissimi minuti si può determinare un drastico calo della temperatura di facciata, spesso con conseguente rottura di rasature armate di bassa qualità, oppure di componenti di sistema non originali. Lo speciale rivestimento GEOPIETRA®, grazie alla sua inerzia termica, comporta un prolungamento sensibile dello sfasamento termico, aumentando le performance nei mesi estivi. Inoltre si evitano gli shock termici superficiali in quanto le variazioni di temperatura (anche repentine in determinate circostanze) non vanno direttamente a colpire lo strato di isolamento, ma sono smorzate dal rivestimento esterno protettivo. La pietra ricostruita® GEOPIETRA®, grazie ad una resistenza alla compressione di 21,6 MPa (secondo la norma UNI EN 14617-15), garantisce al rivestimento termico RÖFIX una protezione attiva contro gli urti superficiali.

25.11

SISTEMA ABITA: 3 TIPOLOGIE Struttura base: A. collante e rasante RÖFIX OPTIFLEX 2K impermeabilizzante elastico bicomponente per l’incollaggio e la rasatura dei pannelli di zoccolatura B. pannelli isolanti RÖFIX EPS-P 035 STEINODUR SPL per zoccolature e zone soggette a spruzzi d’acqua (> 50 cm) - consumo 1,05 m2/m2 C. collante e rasante RÖFIX Unistar LIGHT incollaggio a strisce (60 %) - consumo totale: 3,20 Kg/m2 D. pannelli isolanti a seconda del sistema scelto E. rete di armatura RÖFIX P50 in fibra di vetro altamente resistente agli alcali affogata in doppia rasatura di RÖFIX Unistar LIGHT (5 mm di spessore) - consumo 1,1 m2/m2 F. collante e rasante minerale GEOCOLL per pietra ricostruita GEOPIETRA® - consumo totale: 3,20 Kg/m2

strato di intonaco di armatura consolidato e attraverso la rete di supporto annegata nello strato di collante GEOCOLL ancora fresco • consumo 6,25 pz/m2 I. rivestimento in pietra ricostruita GEOPIETRA® a scelta tra 32 modelli di pietra, 5 tonalità base e alcuni colori speciali miscelabili fra loro. Il rivestimento GEOPIETRA® è incollato a cazzuola (100 %) con GEOCOLL secondo le istruzioni d’uso. La finitura delle fughe è realizzata in stucco minerale GEOSTUC con aggiunta di inerte alleggerito GEOSAB, disponibile in 5 colori diversi, secondo le istruzioni d’uso - consumo a seconda della tecnica utilizzata

schema abitaeps

A

B

A

C

D

C

E

C

E

A

F

G

H

D. pannelli isolanti in polistirene espanso sinterizzato (bianco-grigio) RÖFIX EPS-F (TR150, BS100) sigla EPS – in conformità a norma UNI EN 13163. (1,05 m2). Sistema abitamw:

Sistema abitaicb:

H. fissaggio meccanico con tasselli scelti in funzione dello specifico fondo di posa. La tassellatura deve passare attraverso lo

D. pannelli isolanti in sughero naturale RÖFIX CORKTHERM sigla ICB – in conformità a norma UNI EN 13170. (1,05 m2).

F

G

F

H

F

F

I

I

schema abitamw

Sistema abitaeps:

G. rete di supporto GEORETE in fibra di vetro a maglia larga (> 300 g/m2) annegata in modo continuo nella doppia rasatura di collante GEOCOLL (2 mm di spessore) e fissata al sottofondo con tasselli - consumo 1,1 m2/m2

F

A

B

A

C

D

C

E

C

E

A

F

G

H

D. pannelli isolanti in lana di roccia RÖFIX FIRESTOP (MB) (TR10) RÖFIX SPEED (2B) (TR80 sigla MW – in conformità a norma UNI EN 13162. (1,05 m2).

F

F

G

F

H

F

F

I

I

schema abitaicb

A

B

A

C

D

C

E

C

E

A

F

G

H

F

F

G

F

H

F

F

I

www.roefix.com

I

25.12

abitasistema

INTERVISTA A FULVIO SCALFI, FONDATORE DI GEOPIETRA® Incontriamo l’uomo che ha dedicato le sue migliori energie e abilità alla creazione di un materiale che non ha pari in Europa: la pietra ricostruita. Mi accoglie nella sua azienda, in provincia di Brescia, dove la cura per i dettagli e l’ordine è evidente: cortese e al tempo stesso deciso, i suoi gesti, i suoi vestiti, formali lo stretto necessario, raccontano di un uomo che nel lavoro non si è mai risparmiato e a cui i successi non hanno tolto l’umiltà; apparentemente di poche parole, quelle che usa quando parla del suo lavoro sono piene di sana passione artigiana e imprenditoriale.

Cominciamo… dalla fine. Due imprese hanno creato un sistema condividendo le loro forze: la competenza tecnologica, la ricerca, la comunicazione e la presenza sul territorio. Quali sono le basi? Io credo fortemente nella somiglianza tra RÖFIX e GEOPIETRA®: nell’etica che le ispira, nella condotta che le distingue sia all’interno che nel confrontarsi con il mercato. Hanno un approccio molto simile, che da importanza agli uomini. Si lavora con soddisfazione. Mi è sempre piaciuta la loro semplicità d’essere e la loro qualità intrinseca.

ha percepito con più intelligenza questa opportunità reciproca. Dopo quasi tre anni di sperimentazioni in cantiere e in laboratorio, abbiamo perfezionato il sistema, dandogli una configurazione ben definita.

Si tratta quindi di un percorso che comincia molto tempo fa?

Non solo diamo la possibilità al progettista di spaziare nella concezione architettonica, ma questi “vestiti” che diamo al cappotto lo migliorano nella durata, nella resistenza al vento e a quelle forze che potrebbero danneggiarlo, come il fuoco. Abbiamo eseguito in merito severissimi test che superano ampiamente i valori fissati dalla legge.

Esattamente. Io conosco RÖFIX da 30 anni, ho collaborato con quest’azienda per un lungo periodo della mia vita professionale. Ho cominciato come posatore. Ho una lunga esperienza di isolamento e cappotti. Perfino casa mia è realizzata con materiale RÖFIX! Dopo alcuni anni mi sono reso conto che per me non era sufficiente lavorare sulla funzionalità e sulla struttura della casa, mentre elaborare soluzioni estetiche dava nuove soddisfazioni. Sono quindi passato dall’approccio tecnico a quello estetico. È nata così una nuova azienda, GEOPIETRA®. Estetica. Mi sembra che comunque la componente tecnica di abitasistema sia altissima. Sperimentiamo continuamente le modalità di rifinitura di un cappotto grazie ai nostri materiali. Siamo leader in Italia, Germania, Austria e abbiamo una sede in Belgio che ci permette di sviluppare l’area francese e della restante Europa. L’idea di regolarizzare il sistema è nata tre anni fa, per evitare anarchie: da ciò è scaturita la ricerca di un partner e la scelta convinta di RÖFIX. Onestamente, all’inizio non sapevo che tipo di riscontro avremmo ottenuto: RÖFIX si è rivelata la più veloce, la più reattiva, quella che

Tecnicamente parlando, non è stato facile creare questo sistema. La sperimentazione ci ha portato alla definizione di prodotti ad hoc, come il collante e gli stucchi, sia nostri che loro, che abbinati con valori e equilibri ottimali ci diano il sistema. Si tratta quindi di una soluzione architettonica, estetica e tecnica.

Il sistema dà la possibilità al progettista di ricostruire le caratteristiche paesaggistiche e di un luogo. L’abitazione deve essere non solo funzionale e pratica, ma anche bella e accattivante. Attualmente, nella prassi comune, il concetto di funzionalità e di efficienza energetica dell’edificio non include il concetto di estetica: è un fronte sul quale noi stiamo profondendo grande impegno. GEOPIETRA® è un prodotto innovativo non solo per la sua costituzione: è l’unico modo che ha un architetto di inserire la pietra in un progetto di facciata. Per una serie di questioni tecniche. Ci spieghi meglio. Abbiamo dentro di noi una storia di 2000 anni e quasi non sappiamo di averla. Abbiamo interiorizzato, nel corso delle generazioni, una cultura materiale legata alla terra di cui a volte abbiamo

25.13 una percezione sbiadita. La natura dell’uomo è radicata al suo contesto. L’uomo in casa ama avere il legno, la pietra il cotto. Nel nostro caso la missione è restituire all’uomo la pietra naturale togliendone i limiti. Nelle case odierne, la tecnologia abitativa impone esigenze di isolamento, peso, isolamento dall’acqua che la pietra naturale non potrebbe garantire. La pietra deve essere quindi leggera, traspirante, pratica: è un rivestimento, non un muro portante.

Ci racconta come nasce questa pietra ricostruita®? La produzione è in America, il know how è GEOPIETRA®. Negli ultimi 7/8 anni abbiamo lavorato moltissimo su forme e colori della pietra, dando un’anima al materiale. Tutta la produzione è completamente manuale: i tentativi fatti per meccanizzare il sistema sono falliti, in quanto la meccanizzazione e la serialità toglievano “magia” ai pezzi. La pietra ricostruita® grazie alle eccellenti doti tecniche di leggerezza e basso spessore, ingelività e traspirabilità, è adatta ai tempi e alle esigenze abitative d’oggi ed è realizzata in un’ampia gamma di textures, modelli e tonalità.

Una componente artigianale del prodotto così alta è quasi impensabile. Attenzione: non basta creare una pietra, anche lo stucco e la tecnica di posa che devono essere attentissime. Altrimenti l’effetto è l’esatto contrario della magia che stiamo cercando. Ci sono segreti costruttivi che vengono dalla tradizione e che vanno rispettati. Un muro in pietra è come un quadro. Lo scegliamo perché ci emoziona. La posa è determinante. Noi ad esempio ci sentiamo in obbligo di insegnare a posare il nostro materiale, se abbiamo fatto tanta strada è perché abbiamo saputo lavorare nella formazione. Per noi di vitale importanza sono i corsi, gli insegnamenti e le persone sul territorio.

www.roefix.com

25.14

INVESTIRE NEL RISPARMIO ENERGETICO: IL PUNTO DI VISTA DEL COMMITTENTE

RIQUALIFICAZIONE

Da anni ormai si parla di risparmio energetico, sia a livello legislativo, attraverso elaborazioni di parametri sempre più restrittivi e classificazioni delle abitazioni che incidono direttamente sul valore dell’immobile, sia a livello di salvaguardia e tutela ambientale. Partendo da un punto di vista pratico e concreto oltre ai principi e ai valori enunciati cosa spinge il privato ad investire capitale per un intervento volto all’abbattimento del consumo energetico e che gli consente di recuperare nel tempo tale investimento? Quali sono gli aspetti dell’abitare che incidono, oltre a quelli economici su tale scelta? A Pisogne (BS) l’intervento di isolamento termico eseguito su un edificio residenziale ci permette di analizzare gli aspetti fondamentali che hanno portato ad una soddisfazione totale la committenza. L’immobile di tre piani, composto da 3 unità abitative dislocate su ogni singolo piano, è stato sottoposto ad un intervento di isolamento a cappotto che ha coinvolto l’intera struttura esterna, comprendendo il tetto di copertura e le gronde. L’edificio, realizzato con i muri portanti in pietra per il piano terra e primo e con laterizio per il piano secondo e sottotetto, ad una prima analisi eseguita per stimare il consumo energetico prima dell’intervento ha mostrato la presenza di forti ponti termici responsabili di un consumo energetico pari a 120 KWh/mq annui. L’intervento, volto ad un abbassamento di tali valori, ha comportato il rifacimento dell’isolamento del tetto, realizzato con fibra di legno da 14 cm.

Per l’isolamento delle pareti perimetrali si è scelto il pannello RÖFIX EPS-100 di 10 cm di spessore, che unito a RÖFIX Unistar LIGHT Collante e rasante e RÖFIX 715 Rivestimento minerale pregiato per la rasatura finale, identificano il sistema RÖFIX LIGHT Sistema di isolamento termico in EPS omologato ETA-04/0033. RÖFIX EPS-P 035 STEINODUR SPL, grazie alle peculiari caratteristiche che lo rendono adatto in zone con elevate esigenze di assorbimento d’acqua, è stato utilizzato per l’isolamento laterale e inferiore delle gronde. La facciata è stata arricchita sulle finestre e come fascia marcapiano con pannelli RÖFIX Profilo di davanzale, realizzati in schiuma di polistirene con rivestimento minerale, armato. Il risultato dei test effettuati a seguito dell’intervento sull’involucro abitativo ha permesso di ottenere valori di consumo pari a 40 KWh/mq annui, corrispondenti ad un risparmio annuo di € 2.460,00. Al termine dei lavori il committente residente nell’immobile, ha manifestato una soddisfazione generale, sicuramente supportata dall’immediato risparmio nel riscaldamento ma, in particolare ha sottolineato come l’intervento abbia migliorato la qualità della vita, rendendo spazi inutilizzati, come il sottotetto, vivibili come il resto dell’abitazione. Inoltre l’insonorizzazione ottenuta con l’applicazione del cappotto ha contribuito al raggiungimento di un miglior confort abitativo.

25.15

SCHEDA CANTIERE Progettista e Direttore dei Lavori: Geom. Ezio Fettolini Pisogne (BS) Impresa costruttrice: Fettolini Costruzioni S.r.l. Pian Camuno (BS) Committente: privato Materiali impiegati: - RÖFIX LIGHT Sistema di isolamento termico in EPS: RÖFIX EPS-100 RÖFIX Unistar LIGHT Collante e rasante RÖFIX 715 Rivestimento minerale pregiato per la rasatura finale - RÖFIX EPS-P 035 STEINODUR SPL - RÖFIX Profilo di davanzale

www.roefix.com

25.16

LA CERTIFICAZIONE REI DEI MATERIALI RÖFIX SECONDO IL D.M. DEL 16.02.2007

25.17 CERTIFICAZIONE REI

Con il D.M del 16.02.2007 “Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da costruzione” viene introdotto un nuovo approccio nella definizione delle classi di resistenza al fuoco. Tali classificazioni possono essere determinate in base ai risultati di prove, calcoli e confronti con tabelle. La determinazione di resistenza al fuoco in base ai nuovi parametri sarà obbligatoria dal 2012 su tutti i prodotti e gli elementi costruttivi per i quali è prescritto il requisito di resistenza al fuoco. Il decreto definisce “prodotto da costruzione” qualsiasi prodotto fabbricato al fine di essere permanentemente incorporato in elementi costruttivi o opere da costruzione. I criteri che determinano la prestazione di resistenza vengono valutati in base alla funzione del prodotto quali: la capacità portante, la tenuta e l’isolamento. La sigla di classificazione R, riservata a prodotti con destinazione portante, certifica la capacità di un elemento di costruzione di sopportare senza perdita di stabilità strutturale, per un periodo di tempo una esposizione al fuoco, su una o più facce, sotto specifiche azioni meccaniche. La sigla di classificazione E identifica la certificazione di un elemento/prodotto di costruzione di sopportare un’esposizione al fuoco, su una sola faccia, impedendo la propagazione dell’incendio sul lato non esposto per effetto del passaggio di fiamme e gas caldi. La sigla di classificazione I, relativa alla funzione di isolamento, definisce la capacità di un prodotto/elemento di costruzione di sopportare una esposizione al fuoco su una sola faccia, senza propagazione dell’incendio per effetto di una rilevante trasmissione di calore dalla faccia esposta alla faccia non esposta.

RÖFIX ha iniziato l’iter di certificazione con l’ottenimento di certificazioni REI 240 per RÖFIX 190 Intonaco a base gesso/calce su parete portante e per RÖFIX 510 Intonaco di fondo calce/cemento su parete portante. I valori riscontrati nel corso delle prove hanno determinato un alto valore di resistenza: le temperature registrate sulla facciata non esposta sono 52,1°C per RÖFIX 510 Intonaco di fondo calce/cemento e 47,2°C per RÖFIX 190 Intonaco a base gesso/calce, dopo 240 minuti di esposizione di una parete della campionatura ad una temperatura di 1154°C. RÖFIX 195 Intonaco universale per interni, quale intonaco di finitura, pertanto non utilizzato con funzione portante e conseguentemente non soggetto a valutazione e classificazione R, è stato certificato secondo prove di laboratorio E.I. 240. Viene certificato un sistema. Le aziende produttrici dei singoli elementi che compongono un sistema certificato secondo il D.M. del 16.02.2007 non hanno la responsabilità di stabilire se una parete è REI; la responsabilità spetta ai Vigili del Fuoco (o altri enti competenti) che, accertati i materiali utilizzati e la lavorazione eseguita, rilasciano il benestare al committente/progettista. Le aziende produttrici di elementi, parte di un sistema certificato, sono comunque tenute a rilasciare la certificazione del sistema in cui è stato utilizzato il loro prodotto/elemento; e a fornire, eventualmente, un supporto tecnico al fine di una corretta esecuzione finalizzata al rilascio del benestare da parte dell’ente competente. RÖFIX garanzia e tutela nel costruire.

www.roefix.com

25.18

Nella foto: casa privata in Carinzia, realizzata con materiali RĂ–FIX

I DOCUMENTI TECNICI DI RÖFIX STUDIATI PER IL PROGETTISTA Il concetto di riqualificazione energetica è strettamente correlato a quello di sostenibilità del costruito viene promosso a livello internazionale da politiche che individuano nel cambiamento del modo di costruire, di gestire e di mantenere gli edifici esistenti, la soluzione per la salvaguardia dell’ambiente e per la tutela della salute e del benessere dell’uomo. Gli interventi di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente hanno l’obiettivo di migliorare il comfort degli ambienti interni, di contenere i consumi di energia, di ridurre le emissioni di inquinanti e il relativo impatto sull’ambiente, di utilizzare in modo razionale le risorse e di ottimizzare la gestione dei servizi energetici. Nuove legislazioni e norme tecniche sul rendimento energetico del costruito definiscono parametri di efficienza energetica sempre più restrittivi e criteri di risparmio sempre più vincolanti a standard prestazionali più elevati, imponendo interventi di adeguamento del patrimonio esistente. Tali vincoli hanno condotto allo sviluppo di nuovi materiali e di nuove soluzioni adatte a garantire un livello elevato di qualità abitativa e di protezione dalle dispersioni di calore. RÖFIX propone una vasta gamma di prodotti specifici per l'isolamento termico, la soluzione più efficace per risparmiare energia con grandi vantaggi per l'impatto ambientale e per il comfort abitativo. La nuova brochure Riqualificazione energetica vuole essere uno strumento in grado di illustrare nel dettaglio gli aspetti da tenere in considerazione nella valutazione complessiva di un edificio. Una riqualificazione pensata all’insegna dell'efficienza energetica incide in modo significativo sul benessere, sull’ambiente e sul valore della stessa costruzione. I sistemi di isolamento termico RÖFIX , oltre alla funzione isolante, possono soddisfare le esigenze di un ambiente interno sano grazie alle straordinarie caratteristiche antiumidità dei componenti di ciascun sistema. RÖFIX offre soluzioni di finitura esterna del cappotto in grado di soddisfare qualunque esigenza, dalle pitture specifiche di finitura, fino a rivestimenti a mattoncini tipo clinker. Qualora non sia possibile applicare un sistema di isolamento termico a cappotto esterno RÖFIX mette a disposizione idonei sistemi di isolamento per interni. Le proposte RÖFIX frutto di un’attenta ricerca e sperimentazione offrono soluzioni particolarmente agevoli dal punto di vista della posa garantendo una qualità unica che la contraddistingue sul mercato.

25.19 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

www.roefix.com

Riqualificazione energetica

www.roefix.com

25.20 CONSOLIDAMENTO

I GIARDINI DI CASTEL TRAUTTMANSDORFF A MERANO I giardini di Castel Trauttmansdorff, adagiati ai margini orientali della città di Merano sono esempio di eccellenza per la varietà della loro offerta paesaggistica: su una superficie di 12 ettari, la meta turistica più amata dell’ Alto Adige presenta infatti oltre 80 ambienti botanici, con piante originarie di ogni angolo del mondo. Il paesaggio che li circonda li rende unici: i giardini botanici si estendono su un dislivello di oltre 100 metri, sotto forma di anfiteatro naturale terrazzato, lasciando così ampio spazio a magnifiche vedute sul circostante mondo alpino e sulla città di Merano. I giardini sono suddivisi in quattro grandi aree tematiche: i Boschi del Mondo, dove si alternano latifoglie e conifere d’origine americana e dell’estremo oriente; i Giardini del Sole, che affascinano con piante mediterranee; i Giardini Acquatici e terrazzati, che presentano versatili realizzazioni creative con saliscendi e rivoli d’acqua; infine, i Paesaggi dell’Alto Adige, dove sono rappresentate le colture che plasmano il territorio locale. Ad integrazione dell’offerta botanica i giardini offrono al loro interno, sottolineando lo spirito innovativo che li contraddistingue, un connubio tra natura e arte: nel 2005 sono stati eletti “Parco più bello d’Italia”, mentre l’anno successivo insigniti dell’ambizioso titolo di “Giardino d’Europa n. 6”. I giardini di Castel Trauttmansdorff sono stati realizzati nell’arco di sette anni e, dalla loro inaugurazione, avvenuta a giugno 2001, la Provincia Autonoma di Bolzano, proprietaria dei giardini, ha continuato ad investire sia nella ricchezza delle specie botaniche sia nell’ampliare le offerte ai visitatori. Con la realizzazione di nuove aree e stazioni sensoriali e attraverso la proposta di eventi unici nel loro genere, i Giardini di Castel Trauttmansdorff sono costantemente impegnati sul fronte di uno sviluppo duraturo che si riflette, nella stessa misura, anche nell’ottimizzazione dei servizi e degli spazi. Mossa da questa volontà si è conclusa la realizzazione di nuovi vani espositivi sotterranei destinati a studi e visite. L’intervento ha previsto la realizzazione di una galleria che consente l’accesso a diverse sale, nuovi spazi che sapranno entusiasmare e stupire il visitatore. Per la realizzazione della galleria la direzione lavori ha scelto di utilizzare RÖFIX RG8 S HS, calcestruzzo a spruzzo pronto per l’uso, specifico per interventi di consolidamento di gallerie e di murature in pietra cava, calcestruzzo e cemento armato. RÖFIX RG8 S HS presenta un ottima aderenza al supporto, una presa rapida ed un’elevata resistente al gelo ed ai solfati.

25.21

SCHEDA CANTIERE Committente: Provincia autonoma di Bolzano Coordinatore unico: Ing. Maurizio Patat Direttore d’Ufficio: Geom. Danie Bedin Responsabile di Progetto: P.I. Ralph Rathiens Progettista e direttore lavori: Ing. Christoph Von Pföstl Collaudatore: Ing. Paolo Deflorian Ditta esecutrice: DMS - BERGBAUTECHNIK GMBH Materiale impiegato: RÖFIX RG8 S HS

www.roefix.com

25.22

IL PROGETTO CASACLIMA

FETTOLINI COSTRUZIONI SCEGLIE RÖFIX PER L’EDIFICIO RESIDENZIALE A ARTOGNE (BS)

Nella foto: edificio certificato CasaClima A, realizzato a Varna (BZ) con materiali RÖFIX su progetto dello Studio Erlacher

Da ormai qualche anno il nostro vocabolario si è ampliato, inserendo terminologie quali: Green Building, bioedilizia, riqualificazione energetica. Questi sono alcuni dei termini che accompagnano un mutamento di direzione nell’ambito del progettare, dell’attenzione all’ecosistema e alla sensibilità al valore casa. Si parla spesso di riqualificazione energetica dell'edificio (o retrofit energetico dell'edificio) dove si intendono tutte le operazioni, tecnologiche e gestionali, atte al conferimento di una nuova (prima inesistente) o superiore (prima inadeguata) qualità prestazionale alle costruzioni esistenti dal punto di vista dell’efficienza energetica, volte cioè alla razionalizzazione dei flussi energetici che intercorrono tra sistema edificio (involucro e impianti) ed ambiente esterno.

I cambiamenti climatici rappresentano una delle problematiche ambientali più serie a livello globale che interessano il nostro pianeta. Il mondo scientifico concorda all’unanimità sul fatto che si stia verificando un riscaldamento globale causato dalle emissioni dei gas serra o GHG (Greenhouse Gas) prodotti da attività umane. Sebbene la conoscenza degli effetti dei mutamenti climatici sia in continua evoluzione, un cambiamento eccessivo potrebbe avere conseguenze sull’economia e sulla qualità della vita per le generazioni odierne e future. Anche per questo il green building è un trend in forte crescita nei settori edilizi residenziali e non residenziali, sia nell'America settentrionale che in Europa. Prima ancora di essere realizzato, un green building si pone come scopo quello di rispettare l’ambiente, utilizzando strategie passive come l'energia solare, la geotermia, i materiali da costruzione locali naturali e le fonti rinnovabili, creare indicazioni atte all’emanazione di protocolli di valutazione energetico-ambientale.

LA FORMAZIONE DI CERTIFICATORI ED ESPERTI L'obiettivo progettuale è anche quello poi di ridurre in maniera significativa, o eliminare, l'impatto negativo dei materiali non naturali sugli occupanti la costruzione.

25.23 FOCUS ON

La sfida in questo senso non è semplice, e non lo è stata nemmeno per le aziende del comparto edile, che oltre a programmare investimenti sulle modifiche di linee di prodotto o sperimentare particolari materiali, hanno dovuto riscoprire l’attenzione verso un edificio ecologicamente orientato ed alimentare dall’interno una nuova cultura formativa. Ciò che in tempi non molto lontani era pratica comune nell'iter progettuale e nella realizzazione di un edificio, oggi presuppone conoscenze che sono al margine dei percorsi formativi tradizionali. Attualmente è necessario il raggiungimento della consapevolezza collettiva che rivolgere l'attenzione all'ambiente equivale ad aver cura della salute dell'uomo, oltre che del suo benessere psicofisico. In questo ambito, il progetto ‘CASA CLIMA’, promosso dall’Agenzia Casa Clima di Bolzano, si inserisce come primario ed innovativo già da qualche anno sul palcoscenico mondiale. Nato da un idea oltre dieci anni fa, con un successo crescente, fino alla consacrazione nel 2005, dove l’ONU invita il progetto CasaClima ed i suoi porta-voce alla XI conferenza mondiale sul clima di Montreal. CasaClima risulta così tra i 21 progetti mondiali presi come esempio per una tutela del clima concreta e sostenibile. Attraverso il lavoro dell’Agenzia CasaClima, viene elaborata la certificazione energetica degli edifici (certificato CasaClima) una strategia per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e della loro eco-compatibilità Il progetto prende il nome di CasaClima come richiamo alle attività già avviate nel settore della protezione del clima. Il nuovo certificato energetico descrive in modo facilmente comprensibile l’efficienza energetica di una casa. Gli edifici che possono vantare un risparmio energetico buono o molto buono ricevono inoltre una targa da affiggere all’esterno. In questa attività di predisposizione alla sensibilità tecnica volta al risparmio energetico, e ala riqualificazione degli immobili, una parte importantissima riveste la formazione e l’aggiornamento professionale per progettisti e costruttori così come le campagne di informazione sul tema energia e casa.

La parola al nostro esperto Massimo Venturino, Capo Area RÖFIX. Ho partecipato ai corsi base e avanzato presso l’Agenzia KH di Bolzano, conseguendo il diploma di ‘Esperto CasaClima Junior’. Il corso approfondisce diversi argomenti del settore, come la fisica tecnica in riferimento all’umidità, le prestazioni dei diversi materiali per l’edilizia, le tecniche di costruzione, le tecniche di misurazione e la ventilazione controllata nell’edilizia abitativa: fisica tecnica, acustica, eliminazione dei ponti termici, termodinamica, e poi approfondimento sui materiali e sui sistemi di prodotto, gli isolanti e le guaine fonoassorbenti. È stato analizzato l’isolamento termico a lastre, con l’approfondimento di alcuni sistemi e relativa garanzia tecnica, che conferiscono durabilità alla struttura in quanto ‘impermeabili all’aria e all’acqua’, ma permeabili al vapore. Fondamentale è la tecnica degli impianti domestici, dove l’applicazione dei principi del progetto CasaClima definisce finalmente in modo chiaro la distribuzione del calore, le sorgenti energetiche e i sistemi di approvvigionamento termico, quali per esempio la geotermia e le modalità di sondaggio del terreno. Rendere efficiente un edificio significa anche analizzare tutte le partizioni murarie e individuare i punti deboli, nella possibile progettazione di riqualificazione. In questo senso le tecniche di misurazione dell’ermeticità dell’abitazione o della dispersione di calore e la scelta di specifiche finestre ad alto rendimento energetico, contribuiscono a omogeneizzare il complesso energetico abitativo. Un’esperienza di questo tipo si traduce in un percorso che contribuisce alla formazione personale e professionale; è occasione di ‘incontro’ tra colleghi, di scambio con i relatori, nell’intento di elevare le proprie competenze, con l’obiettivo di fare un giorno anche della propria Casa una “CasaClima”.

L’Agenzia CasaClima propone delle alternative per non rinunciare a comodità e benessere abitativo. Lo spreco di energia si può combattere con le energie rinnovabili, una tecnica impiantistica orientata alla sostenibilità e una progettazione previdente.

www.roefix.com

25.24

Spesso l’utilizzo della calce NHL viene associato a realizzazioni di edifici di piccole dimensioni, in considerazione ai cicli di applicazione necessari. La sempre maggiore attenzione ai materiali naturali, oggi coinvolge anche la realizzazione di grandi opere, da qui l’esigenza di poter usufruire dei vantaggi della calce senza difficoltà di cicli applicativi e complicazioni nella fase di lavorazione. RÖFIX si fa precursore di tali esigenze, rispondendo allo sviluppo del mercato con RÖFIX CalceClima Progetto, prodotto concepito per soddisfare le richieste degli applicatori che vogliono utilizzare un prodotto a base NHL facile, lavorabile come un tradizionale intonaco cementizio da applicare sopratutto in cantieri di grandi dimensioni.

LA LINEA RÖFIX CALCECLIMA SI AMPLIA: NASCE CALCECLIMA PROGETTO

CalceClima Progetto è un prodotto a base di NHL 5 che si colloca appieno nella linea CalceClima da proporre in cantieri con complessi sistemi costruttivi e differenti supporti, che va a soddisfare la richiesta estetica della calce ma allo stesso tempo garantisce una adeguata protezione al supporto anche su pareti particolarmente esposte. CalceClima Progetto non è indicato solo per l'intonacatura di piccoli cantieri, ma si colloca in maniera ideale nell'intonacatura di grandi progetti edilizi. CalceClima Progetto è un intonaco di pura calce idraulica naturale NHL5 per l'intonacatura esterna di murature nella bioedilizia, è adatto per facciate su tutti i tipi di fondi, quali mattoni in laterizio, tufo, pietra e miste pietre, blocchi in calcestruzzo cellulare, pannelli e mattoni in legno-cemento e muratura mista.

25.25

INTERVISTA A WOLFGANG BRENNER

Lei da anni è uno dei giovani manager che guida l’azienda sul mercato italiano, sempre a metà tra la cultura italiana e la cultura tedesca anche nell’ambito della tecnologia costruttiva. Quali sono i trend di evoluzione più rilevanti che ha osservato nell’edilizia italiana? Ho notato negli ultimi anni, nella realtà italiana, che tutti i produttori vogliono entrare in nuovi segmenti di mercato. Tutti i grandi brand investono su materiali e sistemi legati al risparmio energetico, ai sistemi di cappotto, all’isolamento. Tutti hanno notevolemente ampliato la gamma. Sottolineo inoltre che è in atto una sensibile svolta culturale: l’Italia, patria del Bello e del design, dopo una fase di lenta “incubazione” di nuovi valori costruttivi, da alcuni anni punta decisamente, a ogni livello, sul risparmio energetico e sul recupero del patrimonio esistente. Si tratta di valori, e mi riferisco a quelli ispirati alla bioarchitettura e alla sostenibilità dell’ambiente, che in area tedesca sono emersi con maggiore precocità e diffusione. Quali sono le opportunità più interessanti nel mercato italiano per i prossimi anni? Nuove metodologie di progettazione dell'ambiente. Sostenibilità dell'ambiente significa case a bassi consumi energetici, l'utilizzo di materie prime ecologiche e processi di produzione sostenibili. Proprio per il ritardo con cui l’Italia si è mossa: questo offre un nuovo polmone al mercato edile. Nel caso dell’isolamento termico e dei sitemi a cappotto, le agevolazioni fiscali e i progetti promossi dal Governo aumentano la sensibilità del mercato. Assistiamo a un nuovo corso legato alla riqualificazione del patrimonio esistente, mentre la nuova edilizia è in contrazione: è un trend che va a esaurirsi dopo 8-9 anni di crescita.

RÖFIX , tradizionalmente legata al Nord Italia, ha iniziato una fase di forte sviluppo anche nelle regioni centrali e mediterranee. Quali sono le peculiarità di questi nuovi mercati?

ABOUT US

Per noi non è semplice gestire un mercato al centro-sud avendo i siti produttivi al nord. I professionisti e le imprese sono estrememente attenti e interessati alle novità, ai nuovi trend come cappotti e nuovi sistemi. Anche le Fiere danno ottimi riscontri. Non solo rispetto al progettista ma anche con il privato. Quali sono le partnership più importanti per lo sviluppo di RÖFIX? Fondamentali sono i fornitori di fiducia e i clienti con i quali il rapporto è altamente collaborativo. Siamo partner dell’Agenzia CasaClima e del consorzio Cortexa, abbiamo contatti con le associazioni locali di artigiani e imprese edili, facciamo azioni di co-marketing con rivendite. Attuiamo anche progetti speciali legati alla qualità estrema dei nostri materiali: un esempio per tutti è la collaborazione con GEOPIETRA®. Loro sono leader nella commercializzazione della pietra costruita e noi siamo leader nei sistemi a cappotto: insieme, abbiamo dato vita a abitasistema, che coniuga l’isolamento termico alla bellezza estetica della facciata in pietra. : contriamo numero in to s e u q In 1 anni Brenner, 4 Wolfgang IX Italia erale RÖF n e G re o Dirett

e fiducia ch gue per la n ti i is n d g i o s RÖFIX ager in vani man io g il a r e a p e accord ua vision ual è la s per se ra ambito. Q u si aug a s o C ? oratori? futuro uoi collab s i r e p e mistesso tmosfera fa rare in un’a vo ntila e e id c i ia s Mi p ratore uale il lavo q na u lla e ià n g , liare esto è ienda. Qu z ta a l’ n e n m o u c a fica zione l’identifica n o C . à lt rea lta vazione. fiducia, sibile svo n e l’automoti s a n lori come u a v o o ll tt re e a e B tt in l e e m “È tria d che voVoglio tras l’Italia, pa età: valori : ri e le s ra , u o e lt tt s e u c p una fa volontà, ris anager. ign, dopo nuovi nei miei m i e del des d re ti e lo ” n e e n s io lio az g b u re per m c n o “i ntale in lt ni anni e di lenta u m lc a , che a d o n a rn d fo te È truttivi, oni all’in zi a rm i fo n in valori cos i g ,ao teresse scambio d isamente uo e nell’in n o ti n c o ti c e rg punta dec re ene deve esse ienda. l risparmio onio arti dell’az livello, su im tr a p l e i tutte le p d d ro e p u c e sul re .” esistente

ÖFIX I VOLTI DI R

www.roefix.com

www.roefix.com

RÖFIX Renoplus Rasante per il restauro RÖFIX Renoplus è l’intonaco e rasante minerale adatto per il restauro e per il livellamento di supporti anche nel caso di edifici storici. Facilmente lavorabile, con tensioni e solu-ritiro ridotti e buona aderenza, RÖFIX Renoplus è la solu zione pregiata per l’edilizia di restauro e riqualificazione.


Rofix. Object Report