Issuu on Google+

ANNO XV - N. 01 GENNAIO 2007 - MENSILE DI TURISMO E CULTURA - Via Nazionale, 204 - 00184 Roma, Tel. 06/4871721 - Fax 06/4871618 - Aut. Trib. Roma 469/92 - 31/7/92 - Tariffa R.O.C.-Poste Italiane S.p.A.- Sped. in Abb.Postale - D.L. 353/2003 (conv. In.L.27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1, DCB Roma - prezzo a copia € 3,25 - filiale di Roma

www. travellinginterline.it

Nel periodo natalizio turismo straniero in forte crescita

In caso di mancato recapito inviare al CMP Romanina per la restituzione al mittente previo pagamento resi

Editoriale

A quando la rottamazione dei viaggi?

P

er far ripartire un po’ l’economia italiana, i governi che si sono avvicendati in questi ultimi anni hanno escogitato la bella idea della rottamazione delle automobili e dei motorini. Dai indietro il tuo ‘vecchio ‘ mezzo e ottieni una notevole riduzione di prezzo acquistandone uno nuovo. Il risultato di questa operazione è che più auto si acquistano, più girano i soldi e più riparte l’economia. La cosa ha funzionato tanto bene che anche per il 2007 è stata riproposta quest’agevolazione. Lodevole e intelligente mossa che, però, riguarda solo un settore e, guarda caso, ci sono sempre coinvolte le case automobilistiche – tra le quali la Fiat – che nel 2006 (chissà per quale miracolo…) è ritornata in attivo dopo anni ed anni di crisi. E’ tutto merito del nuovo management oppure dell’agevolazione che ha convinto anche chi non aveva bisogno di cambiare la propria automobile a prenderne una nuova?

L Vittime della strada & vittime del mezzo aereo

a ricerca dell’Enit presso 14 mercati esteri, per un totale di 88 tour operator contattati, lasciava già ben sperare sul successo italiano nelle scelte dei viaggiatori che si sarebbero mossi per Natale e Capodanno. L’Italia, infatti, si situava in cima alla lista dei paesi visitati da europei, americani, giapponesi e per il mercato russo e polacco l’incremento si attestava al 20%; il bacino dell’Est Europa si confermava così quale area a maggiore potenziale di sviluppo.

La gente mentre ritiene scontato che vi debba essere un responsabile allorché si verifica un incidente aereo, crede evidentemente che un incidente stradale mortale sia frutto del puro caso

I

l 14 novembre scorso i giornali hanno riportato la notizia che la città di Roma, fra 14 capitali europee prese in esame, vanta il triste primato di risultare al primo posto per morti in strada. Ogni giorni 8,37 morti o feriti in incidenti stradali gravi ogni 1000 abitanti; seguono Copenhagen (1,47), Londra (0,85), Berlino (0,59), Parigi (0,40). Nei soli mesi di giugno e luglio 2006, pre-

cisava l’articolo, la polizia municipale ha registrato 176 casi di persone decedute. La notizia era riportata all’interno della cronaca senza alcuna enfasi o commenti particolari. Stiamo parlando di una tipologia di incidente ove si può morire fra le fiam-

a pag. 4

DI TASCA NOSTRA a pag. 16

a pag. 19

da pagina 20 a pag. 23

SPECIALE

Ulteriori considerazioni su TFR e fondi pensioni

REPORTAGE

Viaggi e Offerte Interline

Liliana Comandè

Continua a pag. 2

Emirati Arabi e Qatar

Incoming: moderato ottimismo per il 2007

S

arà forse per le incertezze economiche, o magari per un rinnovato amore per il Belpaese, ma sembra che gli italiani, almeno per le vacanze di Natale e Capodanno, hanno scelto località (soprattutto montagna) all’interno dei confini nazionali. Questo è in sintesi quanto è emerso da una

indagine previsionale promossa da Federalberghi nel mese di dicembre, che ora aspetta di essere confermata dalle cifre reali. Gli esiti di questo studio, realizzato con il supporto tecnico dell’istituto Dinamiche, sono stati presentati nell’annuale conferenza di Federalberghi – svoltasi a dicembre - dal presidente Bernabò Bocca, alla quale ha partecipato anche il vicepresidente del Consiglio, nonché Ministro alla cultura con delega al turismo, Francesco Rutelli. In sintesi lo studio prevedeva che sarebbero stati 9,4 milioni gli italiani in viaggio tra Natale e Capodanno per un giro d’affari previsto di 5,4 miliardi di Euro. Di questi, ben 8 milioni avrebbero scelte mete italiane, mentre poco più di 1,4 milioni di vacanzieri si saU.S.

Continua a pag. 14 Bernabò Bocca e Francesco Rutelli

Umberto Paolucci

Antonio Bordoni

Oriana Schembari

Segue a pag. 12

Continua a pag. 14

Slovenia

Segue da pag. 1

 Lo Stato

non ci rimette, anzi…

Non ho iniziato con questo discorso per polemizzare con lo Stato e i vari Governi, ma l’ho preso come esempio perché mi pare che, se vogliono, i nostri governanti i soldi li trovano e li distribuiscono come e a chi vogliono. Non è pensabile, infatti, che lo sconto che viene praticato dai venditori di automobili provenga solo dalla loro commissione. Può incidere per una minima parte, certo, ma il grosso della cifra proviene dalla sovvenzione statale. E sicuramente lo Stato fa questa concessione ai cittadini perché da questi poi riprende tutto, e anche alla grande. Dall’Iva sul prezzo dell’auto al bollo annuale, dalle accise sul costo del carburante ai pedaggi sulle autostrade ecc…infatti, possiamo constatare che l’agevolazione della rottamazione non è poi un’operazione così disinteressata… E allora…perché non si può pensare ad una sorta di rottamazione, chiaramente virtuale, anche per i viaggi? Perché i cittadini non possono usufruire di agevolazioni economiche, anche minime e non paragonabili a quelle della rottamazione, per potersi concedere un viaggio? Forse perché il viaggio non è un ‘prodotto’ necessario o forse perché lo Stato incasserebbe solo l’Iva e niente più? La mia proposta potrebbe sembrare mera utopia, però potrebbe essere un’idea, questa, per riavviare un motore – quello del turismo - che è sempre più in panne e non riesce più a mettersi in moto al primo giro di chiave.

 Guardiamo

in faccia la realtà…

Il settore è veramente sofferente e la cosa preoccupante è che sembra non avere più risorse per rimettersi in sesto. Le varie voci di una ripresa, seppur minima, sono – per l’appunto – solo voci, perché la realtà è ben diversa e, a mio avviso, non va confuso il settore dell’incoming con quello dell’outgoing. Il primo ha qualche chance in più rispetto al secondo e siamo felici se il nostro paese ricomincia ad attirare il turismo internazionale. Ma è l’outgoing che non riesce ad ingranare la marcia e, d’altronde, nessuna istituzione sembra interessata ad invogliare la gente a portare i propri soldi fuori dall’Italia, dimenticando, però, che a questo settore sono legati migliaia di posti di lavoro. Gli scenari, poi, stanno cambiando rapidamente ed è sotto gli occhi (e nelle tasche) di tutti gli agenti di viaggio quanto sia difficile andare avanti senza preoccuparsi per il proprio futuro. Manca il lavoro, ossia manca il cliente sempre più orientato al ‘fai da te’ e non solo per le destinazioni a medio raggio o a quelle italiane. Internet, checché se ne dica, ha pe-

Editoriale

A quando la rottamazione dei viaggi?

 Commissioni…

Liliana Comandè

nalizzato solo i dettaglianti. Molti operatori, infatti, vendono direttamente ai clienti attraverso il loro sito, mentre le compagnie aeree e gli alberghi fanno altrettanto. Diventa sempre più problematico competere con le organizzazioni che operano attraverso la vendita dei viaggio on line. Hanno i soldi per farsi la pubblicità e si propongono all’utente come le agenzie che vendono i viaggi ai prezzi più bassi del mercato. Chi è nel sottore sa che non è così e che molte volte nelle agenzie tradizionali si trovano prezzi anche più convenienti. Ma ormai gli italiani pensano che in agenzia non si risparmia (non interessa più neppure la professionalità) e, quindi, si rivolgono a quelle dove basta qualche click per prenotarsi la vacanza con la convinzione di aver trovato la quota migliore in assoluto (quanto si sentono furbi gli italiani!).

 Incentivi al turismo,

è utopia?

Sì, penso proprio che al turismo servirebbe come il pane qualche incentivazione statale. In fondo il turismo produce molti posti di lavoro, molti di più di quanti ne procuri il settore metalmeccanico, ad esempio. Ma il settore non ha, purtroppo, una famiglia importante alle spalle e non ha alcuna voce in capitolo con chicchessia al Governo. Mancano le idee, forse? Oppure mancano le giuste conoscenze ai piani alti? Chissa! Certo è, che se ci mettiamo a pensare che nella brutta storia di Licia Colò nessun rappresentante delle associazioni di categoria è stato invitato a dire la sua nella trasmissione ‘Alle Falde del Kilimangiaro’, vuole proprio dire che si conta ‘quanto il due di coppe quando regna bastoni’ nel gioco a carte della briscola. Ripetiamo queste cose da tanto tempo eppure notiamo che nulla è cambiato, anzi, vediamo invece che negli ultimi anni le Associazioni degli albergatori ita-

LETTERE AL DIRETTORE

Gent.le Sig.ra Liliana da molto tempo sono un lettore assiduo ed attento del Suo editoriale su Travelling Interline. Le scrivo per esprimerLe tutto il mio apprezzamento per il suo lavoro. Ho grande stima di Lei e mi trovo sempre d'accordo ed in sintonia con quanto lei riporta sul giornale. Lei è una persona di grande intuito, competente e capace, questo è sicuro. Con i miei migliori saluti. Aldo Sacchi Mosquito Travels -Lamporecchio - Pistoia

Gentile Sig. Sacchi, La ringrazio moltissimo per l'apprezzamento e per la stima. Fa piacere ricevere lettere come le sue che fanno capire di non par-

2

liani hanno sempre più visibilità e voce in capitolo mentre le Associazioni degli agenti di viaggio e dei T.O. hanno la voce sempre più flebile e nessuna visibilità. Dipende dal fatto che sono meno vicini alla politica di quanto non lo siano gli altri? Mah! Per me questa faccenda rimane sempre un mistero!

Questo è un capitolo veramente ‘doloroso’ per gli ADV. Dopo l’eliminazione della commissione sulla vendita della biglietteria aerea da parte delle compagnie aeree, pian piano si sta assistendo ad una diminuzione dei punti di percentuale della commissione da parte di alcuni T.O. che sono arrivati a riconoscere anche la vergognosa cifra del 5%. Altri – dai nomi anche altisonanti – offrono il 7% o l’8%. Ma che bellezza! E, caspita, quanto utile rimane in tasca! Certo che oggigiorno, con i tempi che corrono, con i clienti che stanno davanti all’impiegato anche una mezza mattinata, per poi inventare di doversi consultare con il coniuge per prendere una decisione finale – mentre in realtà spariscono – le commissioni sono sempre più misere. A conti fatti, spesso non risarciscono minimamente il tempo perso per acquisire/fidelizzare i clienti, né compensano la loro perdita nel caso in cui si verifichino problemi durante lo svolgimento del viaggio. Sempre più frequentemente i T.O. (e ce ne sono in Italia così…), in caso di controversia, non supportano né il dettagliante né il cliente. Il bello – anzi il brutto – è che questi ‘splendidi’ operatori, così parchi nei confronti di chi è deputato alla vendita dei viaggi – avendone i titoli e pagando le tasse per queste intermediazioni - offrono invece commissioni ben più alte a cral, associazioni culturali o ai cosiddetti portali on line. Un paio di anni fa, un T.O. a livello nazionale con il quale stavo parlando amichevolmente, mi aveva prospettato un futuro senza intermediazioni e, praticamente, mi stava elencando le motivazioni dell'eliminazione della figura dell’agente di viaggio. Il T.O., infatti, riteneva ormai obsoleta la figura del dettagliante e non ne vedeva più l’utilità in quanto prevedeva l’avvenire del turismo legato esclusivamente all’utilizzo di Internet e ad una vendita diretta online attraverso il proprio sito. “Se invece di dare una commissione del 10% alle agenzie abbassassimo i prezzi direttamente ai clienti, per noi non cambierebbe nulla, anzi, probabilmente avremmo più possibilità di avere prenotazioni in quanto il prezzo è più appetibile. Una volta che i T.O. organizzeranno le vendite dirette credo proprio che non ci sarà più spazio per tutte le agenzie di viaggio che esistono ora”. Credo che valga la pena di riflettere su queste parole… Liliana Comandè

lare al vento oppure a lettori disattenti. Di questi tempi, le assicuro, siete proprio voi agenti di viaggio a darmi la spinta per andare avanti. A volte ho anch'io la tentazione di 'mollare' tutto per dedicarmi a qualcosa di più gratificante. Grazie ancora per il suo sostegno e ne approfitto per augurarle un sereno anno nuovo e, soprattutto, con più certezze.

Gentile Direttore Ho letto l’editoriale del dicembre 2006 e non posso che essere d’accordo con Lei. Mi sono sempre chiesto con quale autorità e soprattutto faccia tosta si possano dare indicazioni a milioni di persone (molti dei quali poi ci credono anche)

SOMMARIO VITTIME DELLA STRADA E…

pag.

1,12

INCOMING- ENIT ….

1,14

FEDERALBERGHI

1,14

LETTERE AL DIRETTORE

2,18

SPECIALE EMIRATI ARABI E QATAR

4

EMIRATES,COSTA CROCIERE,

8

VIAGGI DEL MAPPAMONDO,QATAR AIRWAYS

10

SKYEUROPE

12

SPAGNA-CATALOGNA

14

RELIANCE,COLUMBIA TURISMO,BLU-EXPRESS.COM

15

DI TASCA NOSTRA

16

ARTI & MESTIERI EXPO,GALILEO

17

MALAYSIA AIRLINES,AUSTRIAN AIRLINES,AIR DOLOMITI ”

18

REPORTAGE:SLOVENIA

19

VIAGGI E OFFERTE INTERLINE

”DA 20A 23

www.travellinginterline.it redazione@travellinginterline.it

Editore e Direttore Responsabile

Liliana Comandè

l.comande@travellinginterline.it

hanno collaborato: Traiano Bertollini, Antonio Bordoni, Yuri D’Alessandro, Cecilia Emiliozzi, Eva Forte, Pino Magnani, Antonella Pino d’Astore, Annalisa Sandirocco, Oriana Schembari, Angelo Sessa Corrispondenti regionali: Lombardia: Eleonora Boggio, Giuseppe Curti, Roberta Folatti, Alberto Lentini, L. Francesca Rebonato Campania: Katiuscia Laneri Emilia Romagna: Biancamaria Rossi, Paolo Ferrari Liguria: Virgilio Zanolla Puglia: Domenico Matarrese Toscana: Valerio S. Provvedi Triveneto: Davide Pavanello Responsabile Relazioni Esterne Marco Comandè m.comande@travellinginterline.it

Editrice Interline International Club Via Nazionale, 204 - 00184 Roma Tel. 06/4871721 - Fax 06/4871618 E-mail: redazione@travellinginterline.it Grafica, Impaginazione e Fotolito Format Roma s.r.l. Stampa SEC - Roma Tiratura 14.000 copie Spedizione in abb. postale Gruppo 45% - Roma Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Continua a pag. 18

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

SPECIALE

EMIRATI ARABI E QATAR In vacanza fra mare, deserto, shopping e …lusso Di Eleonora Boggio

S

econdo l’iconografia classica il medio oriente rappresenta una linea di demarcazione. Sottile ma paradigmatica come la striscia di Gaza: una virtuale cerniera a suggello tra la cardiopalmica isteria occidentale e il nirvanico perpetuarsi di un eterno presente tipico del mondo orientale. Come tutte le zone di confine rappresenta una giusta mediazione. Riassunta nei contorni obsoleti della Siria, negli orti strappati al Neghev di Israele e Palestina, nelle vie carovaniere che attraversano la Giordania e nei profili sabbiosi che muoiono nel blu cobalto al largo delle coste yemenite. E poi c’è il volto ostentato di un Oriente potentissimo in cui i cammelli lasciano posto a Bentley e dove dai finestrini scuri delle Rolls Royce, guidate da autisti rigorosamente in guanti bianchi, si intravede l’alternarsi optical della kefiah di sceicchi che sorseggiano una flute di champagne. Siamo negli Emirati Arabi, nati nel 1971 dall’unione di sette sceiccati sovrani. Indiscussa terra di contrasti dove le montagne si alternano ai deserti, le corse dei cammelli alle vetrine di Louis Vuitton, gli Emirati offrono uno spaccato di islamismo progressista. Se decidete di visitare un solo stato tra quelli che si affacciano sul Golfo, gli Emirati Arabi Uniti costituiscono probabilmente la scelta migliore. Il paese, infatti, ha le regolamentazioni di ingresso meno severe, le migliori infrastrutture turistiche e, pur presentandosi come una destinazione

4

esclusiva per turisti disposti a spendere, costituisce una meta accessibile anche ai turisti indipendenti che viaggiano in economia.

 Dubai: ultimo

degli Emirati

Il viaggio all’insegna dello sfarzo comincia a Dubai: ultimo bastione del capitalismo 'vecchio stampo'. Non ancora piegato dalla supremazia del dio petrolio, Dubai vanta una movida notturna estremamente animata. Con lo specchietto delle allodole del tax free, rappresenta un eden a tutti gli effetti

per gli acquirenti compulsivi. Ragion per cui vale la pena di trascorrere qualche giorno girovagando per i suq e sul lungomare per godersi l'atmosfera della città, anche se non c'è da aspettarsi di trovarvi niente di 'antico'. Tuttavia Dubai è probabilmente l'unica città del Golfo dove pare che ciò non abbia alcuna importanza. Tra i sette emirati dello stato, Dubai è quello che ha combattuto più strenuamente per mantenere la sua indipendenza e diminuire il potere delle istituzioni federali. La ricchezza di Dubai proviene dalla 'riesportazione': i commercianti comprano beni e poi li esportano nuovamen-

te invece di tenerli nel paese. La città è divisa in due parti: Deira, a nord-est, e Dubai, a sud-ovest. Entrambe sono separate dall'insenatura del Golfo. Il centro cittadino si trova in realtà a Deira e la maggior parte degli alberghi di fascia economica si trova nel suq della stessa. Per esplorare al meglio la città occorre noleggiare un taxi d’acqua, il locale abra, e fare un giro nell' insenatura in barca. Inoltre, è interessante camminare lungo la zona portuale di Deira; qui troverete imbarcazioni chiamate dhow che caricano e scaricano i propri beni prima di ripartire per porti quali Aden o Mumbai. Il Museo di Dubai occupa il forte AlFahaidi, costruito all'inizio del XIX secolo. Il forte rappresenta l'edificio più antico della città: per molto tempo residenza dei capi di stato di Dubai e la sede del governo. Il museo illustra la storia di Dubai, la vita dei beduini, i viaggi per mare, la flora e la fauna, le armi, le danze, gli strumenti musicali e l'archeologia locale. Per avere un colpo d’occhio della città come appare oggi guadagnate la direzione sud e percorrete quattro chilometri fino alla galleria del trentasettesimo piano del World Trade Centre. A parte la presentazione multimediale, oggi non rimane molto dei suq dell'antica città; tuttavia, si possono trovare alcuni resti subito a est della zona portuale degli abra di Dubai e subito a nord di quella di Deira; entrambi hanno delle 'torri a vento' nelle vicinanze. I maniaci dello shopping non potranno perdersi il suq dell'oro: a nord-ovest della zona portuale degli abra. Si tratta di una adeguata testimonianza del passato illegale della città, e anche gli esperti commercianti dei mercati

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

SPECIALE EMIRATI ARABI E QATAR dell'oro del Medio Oriente non possono che impallidire di fronte alle dimensioni di questo mercato, il più esteso del mondo arabo nel suo genere. Se vi trovate a Dubai per fare acquisti, ben presto vi renderete conto che questo è un vero paradiso per gli amanti dello shopping. I centri commerciali forieri di interessanti offerte spuntano come funghi di mese in mese. A Deira, nella zona di piazza Beniyas, non lontano dal suq, troverete articoli di elettronica a prezzi bassi. Per un piacere inusitato a tutto vantaggio di uno shopping sfrenato!

 Abu Dhabi:

un villaggio di pescatori da mille e una notte!

Suona strano; eppure è così. L’elegante e lussuosa Abu Dhabi fino a quaranta anni fa altro non era se non un piccolo villaggio di pescatori di perle. Fondata nel 1761, divenne sede della famiglia regnante Al-Nahyan, che vi si trasferì da Liwa nel 1793 ma fu solo nel XIX secolo che divenne un centro di spiccata importanza per la produzione delle perle. Negli anni '30 nel disperato tentativo di salvare l'emirato dal fallimento, vennero apportate una serie di concessioni petrolifere e trenta anni dopo, con l'arrivo dei primi guadagni dell'industria petrolifera, le capanne di fango furono velocemente rimpiazzate da banche e negozi di lusso. Il resto è cronaca. Attuale come le vetrine che affollano il suo centro e le insegne high-tech che rimandano ad un mondo occidentale tecnologico ed avanzato. Esigua la storia presente nelle vie di Abu Dhabi: lo testimonia il Palazzo Al-Hosn, considerato uno dei più datati della città, che risale a trenta anni fa. Anche se per vivere appieno lo spirito locale dovrete raggiungere il pontile di dhow wharf con il suo mercato del pesce. Qui, sedetevi su uno dei tanti ristoranti che si affacciano sul lungomare e lasciatevi travolgere da quest’esperienza da mille e una notte. Al-Ain è il centro principale dell'oasi Buraimi, che si trova tra Abu Dhabi e l'Oman. La sua città gemella è Buraimi, situata dall'altra parte del confine, ma i visitatori possono muoversi liberamente tra le due aree; in questo modo si riesce ad avere un'idea dell'Oman senza però doversi preoccupare di ottenere un visto.

L'oasi è probabilmente la parte del paese abitata da più lungo tempo; il primo insediamento risale infatti al 4000 a.C. Se nel mercato siete in cerca di capre o pecore, fate una passeggiata nei pressi del souk del bestiame, che attira i beduini e gli abitanti degli Emirati Arabi Uniti e del nord dell' Oman. Si tratta di un posto interessante dove girovagare, soprattutto nelle prime ore del mattino, quando i commercianti sono in piena attività. Al mattino, nei pressi del centro cittadino, c'è anche un piccolo mercato di cammelli. E i cammelli sono protagonisti di un’interessante competizione. Si tratta di una gara che ha luogo nei mesi invernali, il venerdì mattina, a circa 20 km di distanza da Al-Ain, sulla strada per Abu Dhabi. Potrete inoltre partecipare a un safari sui cammelli, che offre una gita di un'ora o un'escursione con pernottamento in una tenda beduina. Sharjah, il terzo emirato per estensione, è purtroppo spesso tralasciato. Offre alcune delle opere architettoniche più interessanti del paese, tra cui

Ricordati di rinnovare l’abbonamento per il 2007

A SOLI € 39 c/c postale n°89133003 6

la più grande moschea, un museo archeologico, una piccola Disneyland, un gran numero di torri di vedetta, un elegante museo di storia naturale, suq che fanno concorrenza a quelli di Dubai e un suq antico a testimonianza di uno stile di vita ormai scomparso. Inoltre, questo è il luogo ideale dove acquistare un tappeto persiano. Pur essendo considerata da lungo tempo come la controparte povera di Dubai, negli anni '80 Sharjah assunse un ruolo di primaria importanza nel settore turistico con la qualifica di punto d’accesso per i viaggi organizzati negli Emirati Arabi Uniti.

Qatar: crocevia

nel deserto

Un tempo non compariva neppure sulle cartine geografiche del medio oriente. Fino al XIX, infatti, il Qatar non era segnalato e una larga fetta del mondo occidentale non sapeva neppure dove si trovasse. Destinazione tra le meno ambite al mondo dal punto di vista turistico ha iniziato a rilasciare visti soltanto nel 1989, sebbene sia solo una recente acquisizione quella che ha conferito al Qatar un’importanza effettiva. Sua capitale è Doha, dall’avveniristico aeroporto, che ospita due terzi della popolazione del paese per un totale di circa 400.000 abitanti. Fondata nel 1850 con il nome di Al-Bida, divenne nel 1916 capitale del Protettorato britannico del Qatar, con l’indi-

pendenza avvenuta nel 1971 fu confermata capitale del nuovo stato. In attesa dell’esaurimento delle risorse petrolifere si sta attuando una politica di decentramento delle entrate a vantaggio del sistema educativo. Punta di diamante della città di Doha è, infatti, l’Education City; centro di ricerca e studio che ospita campus delle migliori università occidentali. Tappe d’obbligo per un itinerario culturale all’interno della città della capitale il Museo Nazionale del Qatar che occupa quello che era il palazzo di Shaikh Abdulla Bin Mohammed, emiro dal 1913 al 1951. Il museo include un acquario su due livelli: il piano superiore raccoglie una collezione di pesci imbalsamati, mentre esemplari viventi, tra cui una vasta rappresentanza di tartarughe rare, si trovano nel seminterrato. Altre collezioni includono un vasto spazio sui viaggi per mare e sui metodi di navigazione tradizionale attraverso gli astri, oltre a esposizioni sull'Islam, la vita nel deserto, l'astronomia, l'industria del petrolio e il tradizionale stile di vita della popolazione locale. Il Museo Etnografico si trova in una restaurata casa tradizionale del Qatar, situata nel cortile centrale di un nuovo centro commerciale. Il museo fotografa la vita prima del rapido sviluppo del petrolio e illustra la quotidianità di una famiglia comune. La casa include una delle poche torri del vento rimaste nel Golfo, la tradizionale forma di aria condizionata della regione. E poi c’è il forte di Doha che ospita una rassegna di esposizioni sui mestieri tradizionali come l'intaglio, la fabbricazione dei gioielli e la realizzazione di corde. Si aggiunge a questo un Museo Postale: imprescindibile se siete appassionati filatelici. Ovviamente non mancano le esperienze da brivido. Per far fronte ad una sete di brivido mozzafiato non mancate una visita al Regno di Aladino, l’unico parco di divertimenti del golfo ad offrirle come attrazione. Dove tra giri della morte e parabole improvvise vi sentirete geni persi nella lampada del Medio Oriente.

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

SPECIALE EMIRATI ARABI E QATAR

Cresce il ruolo strategico del mercato italiano per Emirates: Dal 1° luglio la nuova rotta da Venezia

E

giovedì, sabato e domenica) - raggiungerà frequenza quotidiana dal 1° settembre 2007. Il servizio sarà effettuato con Airbus A330-200, configurati in 2 classi con 27 posti in Business e 251 in Economy Class, con una capacità cargo di 13,6 tonnellate. I voli da Venezia assicureranno ad Emirates un nuovo strategico collegamento no stop che sarà in grado di sostenere il consistente e crescente flusso di turisti e di uomini d’affari tra uno degli hub più importanti del Medio Oriente e con la più rapida crescita e sviluppo al mondo – Dubai – e l’Italia dell’Est. Il traffico tra Venezia e Dubai nel 2005 ha, infatti, segnato una crescita del 14% rispetto al 2004, per un totale di circa 8.000 passeggeri, continuando a registrare - nel primo semestre 2006 - un incremento pari al 26% rispetto allo stesso periodo del 2005. Se a questa crescita si somma il volume in termini di traffico passeggeri in partenza da Venezia con destinazione Medio/Estremo Oriente, le cifre sono ancora più interessanti. Venezia rappresenta un hub strategico per Emirates, dopo Roma Fiumicino e Milano Malpensa, grazie al suo bacino d’utenza che copre tutte le regioni dell’Italia dell’Est, in particolare il Veneto e il Friuli dove hanno sede molte tra le più importanti società dell’industria italiana, e non solo. “Siamo molto soddisfatti, con questo nuovo collegamento diretto tra Dubai e Venezia, avremo l’opportunità di aumentare e di espandere la nostra presenza e i nostri col-

legamenti da e per l’Italia”, ha commenun hub d'eccellenza per le tratte verso l'etato Massimo Massini, Amministratostremo oriente", ha concluso Marchi. re Delegato di Emirates Italia. “Venezia Emirates attualmente opera in Italia con è una destinazione turistica di rilievo inBoeing 777 e Airbus 330-200, configuternazionale e un importante accesso comrati nelle tre diverse classi First, Busimerciale per il nord-est dell’Italia. Questo ness ed Economy, con voli giornalieri nuovo collegamento contribuirà sicurada Roma e Milano. Tra le compagnie mente ad aumentare più profittevoli e e favorire il giro d’afcon la più veloce fari delle numerose crescita al mondo, piccole e medie imEmirates vanta una prese italiane, in parflotta di 101 aeroticolare del nord-est, mobili e collega 87 incrementando gli città in 59 paesi. scambi e i collegaNel 2006 la compamenti tra Venezia e il gnia ha inaugurato resto del mondo via 11 nuove rotte, tra Dubai - e viceversa. cui: Abidjan, Addis Intendiamo continuaAbeba, Bangalore, re a fornire ai nostri Barcellona (solo Massimo Massini clienti italiani un sercargo), Pechino, vizio eccellente, lavoAmburgo, Kolkata, rando a stretto contatto con i nostri partLilongwe (solo cargo), Nagoya, Thiruner per promuovere Venezia all’interno del vananthapuram e Tunisi. nostro network globale”. Emirates, la Compagnia aerea degli "L'aeroporto di Venezia e il territorio serEmirati Arabi Uniti, nasce nel 1985 e fivito manifestano da tempo l'esigenza di mino ad oggi ha ricevuto oltre 300 ricogliori collegamenti con l'Oriente, rispetto noscimenti. Per l’esercizio finanziario all’utilizzo degli hub del Nord Europa. Sia2005-06, Emirates ha annunciato utili mo lieti di questa nuova collaborazione con pari a 762 milioni di USD con increEmirates che, oltre a soddisfare la domanmento del 5% rispetto al precedente anda già esistente, genererà flussi di traffico no, con un fatturato di 6,6 miliardi di ancora più consistenti per il Medio e l'EUSD, pari ad un incremento del 27% stremo Oriente”, ha commentato Enrico rispetto allo scorso esercizio, trasporMarchi, Presidente di SAVE S.p.A. – tando 14,5 milioni di passeggeri. Fanno parte di Emirates Airline, Emirates Aeroporto di Venezia. “Come accaduto SkyCargo e Destination and Leisure con i voli per il Nord America, la cui graManagement che gestisce Emirates Hoduale introduzione ha più che quintuplicalidays, Arabian Adventures e Al Maha to nel giro di pochi anni il numero di pasDesert Resort & Spa. La Compagnia seggeri trasportati, il nuovo collegamento Aerea fa parte del Gruppo Emirates fungerà da volano per l'incremento dei voche include inoltre Dnata, Mercator, lumi di traffico da e verso l'Asia, consideTransguard e Galileo. rando il fatto che Dubai è, oggi più che mai,

Dubai, il nuovo orizzonte di Costa Crociere

nerale del Dubai Department of Tourism and Commerce Marketing (DTCM) ha dichiarato: “Diamo il benvenuto a Costa Crociere e ci auguriamo che il suo arrivo sia un incentivo per lo sviluppo dell’industria crocieristica a Dubai. Il nostro impegno è quello di continuare a sostenere ulteriormente questo settore tra i più promettenti nel turismo. La decisione di Costa Crociere conferma il potenziale di Dubai come home port crocieristico per l’intera regione”. Awadh Seghayer Al Ketbi, Acting Manager del Dubai Cruise Terminal, ha aggiunto: “L’industria delle crociere gioca un ruolo cruciale nello sviluppo e nella crescita globale dell’intero settore del turismo a Dubai e negli Emirati. Abbiamo deciso di puntare sulle crociere già da molto tempo e per questo abbiamo creato le infrastrutture e i servizi adeguati per cogliere questa opportunità.” Sempre in questa occasione, è stato consegnato il premio Dubai Cruise Award a Gianni Onorato per avere fornito il contributo più significativo al turismo crocieristico della regione.

mirates, compagnia aerea di Dubai, ha annunciato l’apertura di un nuovo collegamento, il terzo dall’Italia verso Dubai: Venezia. L’apertura della nuova tratta testimonia ancora una volta l’importanza del nostro Paese, da sempre considerato un mercato strategico per il piano di crescita e sviluppo della Compagnia degli Emirati Arabi. A conferma di questo interesse, da gennaio ad oggi sono stati numerosi i piani di sviluppo e aggiornamento dei servizi della Compagnia aerea in Italia, tra cui: l’apertura di nuovi voli da Milano Malpensa, in grado di garantire un collegamento quotidiano tra l’Italia e Dubai; l’estensione del servizio limousine a 10 aeroporti italiani oltre a Roma Fiumicino e Milano Malpensa ed oggi, l’apertura di questa nuova tratta. Il rafforzamento sull’aeroporto di Venezia Marco Polo è la testimonianza positiva delle ottime performance di crescita e sviluppo della Compagnia che, ancora una volta, ha registrato per i primi sei mesi dell’esercizio finanziario 2006-2007 un utile netto pari a 323 milioni di dollari (+29%). Analogamente, il seat factor è cresciuto del 25% rispetto all’anno precedente, toccando i 76,4%, rispecchiando la robusta domanda e la consistente crescita in termini di capacità di trasporto offerta da Emirates. Dopo Roma e Milano, la nuova tratta da Venezia Marco Polo - operativa dal 1° luglio 2007 inizialmente con cinque voli settimanali (ogni lunedì, martedì,

C

osta Crociere raggiunge un altro notevole traguardo. Approdando a Dubai, estremo lembo del Medio Oriente in rapidissima crescita, apre per prima una destinazione crocieristica unica al mondo. Gli Emirati Arabi Uniti rappresentano una meta che comincia ad attrarre l’attenzione anche del sistema turistico. Nella prima metà del 2006 Dubai ha raggiunto una crescita del 4,4% di crescita nelle presenze alberghiere e del 13,3% di fatturato. I progetti infrastrutturali e turistici, cui ha dato vita il paese, sono veramente spettacolari e supportati da una strategia di marketing e promozione molto incisiva a livello internazionale. L’apertura di itinerari da crociere, in partenza da Dubai, da parte della compagnia italiana, leader in Europa e America Latina, non può che rappresentare una ulteriore e importante tappa di sviluppo del piccolo paese arabo. “Il Dipartimento del Turismo di Dubai sta intraprendendo un importante programma di sviluppo che ha come obiettivo quello di affermare gli Emirati Arabi Uniti ed il Golfo Arabico come destinazione turistica e crocieristica di primo piano per i tu-

8

risti europei. Ritengo che l’arrivo a Dubai di un operatore internazionale come Costa Crociere possa contribuire in maniera significativa al raggiungimento di questo obiettivo”. Ha commentato così Gianni Onorato, Direttore Generale di Costa Crociere SpA, lo scorso 4 dicembre, in occasione della presentazione ufficiale presso il World Trade Center di Dubai durante la convention “Seatrade Middle East Maritime”. All’incontro con la stampa hanno partecipato anche Khalid A bin Sulayem, Direttore Generale del Dubai Department of Tourism and Commerce Marketing (DTCM), Awadh Seghayer Alketbi, Acting Manager del Dubai Cruise Terminal e Paolo Dionisi, Ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti. “Le crociere a Dubai - ha aggiunto Onorato - rappresentano una vera e propria novità, non solo per noi, ma per l’intero mercato delle crociere. Attualmente siamo l’unico operatore internazionale a proporre questo tipo di itinerario. Rappresentano un’ulteriore opportunità di scelta che vogliamo offrire ai nostri ospiti, e si affiancheranno alle crociere invernali nei Caraibi, Sud America e Mediterraneo”. Sarà Costa Classica a garantire l’itine-

rario di 7 giorni in partenza da Dubai per tutta la stagione invernale 2006/2007. I passeggeri arriveranno con voli dall’Europa, e saranno in prevalenza italiani, tedeschi, austriaci, francesi e spagnoli. La crociera prevede uno scalo di due notti a Dubai e soste giornaliere nei porti di Muscat (Oman), Fujairah (Emirati Arabi Uniti), Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti) e Bahrain. Costa Classica partirà ogni sabato per un totale di 17 scali, corrispondenti ad un totale di 44.000 passeggeri. Sono previste escursioni nei luoghi più caratteristici e interessanti dal punto di vista storico, culturale e naturalistico La crociera inaugurale si è svolta a dicembre con uno spettacolare itinerario che, partendo da Savona, ha attraversato il Mediterraneo, toccando Egitto, Giordania, Yemen, Oman. Khalid A bin Sulayem, Direttore Ge-

Oriana Schembari

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

SPECIALE EMIRATI ARABI E QATAR

Viaggi del Mappamondo porta i turisti nei fantastici Emirati

“F

antastici Emirati” è il nuovo catalogo de I viaggi del Mappamondo dedicato agli Emirati Arabi Uniti. Dopo aver lanciato per primi più di 10 anni fa un catalogo interamente dedicato a Dubai, da quest’anno il tour operator introduce altre affascinanti destinazioni, tra le quali spicca con nuova rilevanza anche Abu Dhabi, capitale del paese. Quest’ultima è sede del governo, ma è stata spesso messa in ombra dalla più nota e ricca Dubai che negli ultimi anni è cresciuta velocemente e in modo imponente, grazie ai massicci investimenti che l’hanno resa la capitale del lusso e della modernità nel mondo arabo. Da sempre porto importante e crocevia di traffici tra medio e estremo oriente, Dubai conserva questa peculiarità, alla quale vanno aggiunti, però, le ingenti entrate dovute ai giacimenti di petrolio trovati negli anni sessanta che hanno letteralmente trasformato il volto di questi piccoli paesi, stretti tra il deserto e il mare del golfo Persico. La trasformazione in atto ha visto la creazione dal nulla di intere porzioni di centri abitati e infrastrutture sul modello delle più moderne metropoli occidentali, grattacieli, porti, aeroporti, strade, autostrade, e strutture per il divertimento e l’intrattenimento di lusso. Qui è possibile fare shopping nei negozi di marca mondiali, sciare in un impianto di ne-

rari che toccheranno diverse mete, come quello che combina Emirati e Oman, e offre escursioni di contenuto culturale e naturalistico. Si possono visitare le città dalle più ardite architetture e le vestigia dei tempi antichi e subito dopo andare a dorso di cammello nel deserto e poi sostare Andrea Mele per prendere il tè o cenare tra le dune."Le feste di fine anno - ha detto l´Amministratore Deve in un prestigioso shopping center di legato di Viaggi del Mappamondo AnDubai, fare il bagno in piscina o giocadrea Mele - sono un test importante per re a golf nel deserto. Attirare il turismo il definitivo lancio sul mercato di Abu Dhaleisure, dedicato a chi non ha problebi, dove abbiamo proposto soggiorni di 6 e mi a spendere senza badare 8 notti in alberghi anche di eccezionale lialle cifre, è diventato l’ovello, come lo splendido Emirates Palace. biettivo del governo che ha Ma Dubai resta protagonista e puntiamo sostenuto quindi una polia valorizzarla come un vero e proprio plus, tica di investimenti che non non più solo uno `stop over´ obbligato". ha tardato a dare i suoi Dubai è una delle più moderne capitafrutti. Oggi, quindi, non è solo Dubai ad attrarre, ma anche il resto degli Emirati che offrono tra l’altro una grande ricchezza di storia e cultura e la possibilità del turismo di mare. Viaggi del Mappamondo è stato uno dei primi operatori ad accorgersi delle grandi potenzialità del paese e a dedicargli una programmazione ad hoc. Per l’inverno 2006-2007 il catalogo è stato raddoppiato per dare maggiore spazio a Dubai e alle altre destinazioni degli Emirati e comprende anche gli altri paesi del Golfo, Oman, Qatar, Yemen. La pubblicazione propone nuovi itine-

Un anno di successi per Qatar Airways

L’

anno 2006 si chiude per Qatar Airways con una scia di successi, anticipazione delle grandi prospettive che si aprono per il prossimo anno. Il grande evento internazionale dei Giochi Asiatici, svoltisi proprio a Doha dal 1 al 15 dicembre, ha lanciato in tutto il mondo il marchio del vettore del Qatar, con i suoi aerei ridipinti per l’occasione con i colori e il simbolo dei Giochi. Il successo internazionale della manifestazione sportiva è stato ampiamente supportato dalla compagnia sponsor ufficiale che si è attrezzata per accogliere tutti gli ospiti con strutture apposite. Due nuovi terminal sono stati allestiti: il Premium Class Terminal, riservato ai passeggeri di First e Business Class a tariffa pie-

Abbonati a

c/c postale n°89133003 10

Manielo Mastrantonio

na, costato 90 milioni di dollari e realizzato nell’arco di soli 9 mesi, costruzione modernissima e luminosa, dotate di grandi spazi e di comfort di ogni tipo; un altro enorme capannone–terminal è stato costruito in soli 7 giorni riservato ai soli passeggeri dei Giochi Asiatici, studiato per la massima funzionalità e velocità dei trasferimenti. Quest’ultimo è stato distrutto al termine dei Giochi per poter utilizzare meglio in seguito lo spazio occupato. Nei tradizionali incontri natalizi con gli operatori del settore a Roma e Milano, il Direttore Generale per l’Italia,

Manielo Mastrantonio, ha potuto illustrare la grande macchina organizzativa partita per i giochi asiatici e discutere diffusamente dei risultati conseguiti durante il corso dell’anno e delle strategie per il 2007. Il 2006 ha visto il potenziamento dello “share” di mercato dall’Italia verso alcune delle principali destinazioni del Medio ed Estremo Oriente, tra cui India, Sri Lanka, Nepal, Thailandia, Maldive, Seychelles. La prima novità di Qatar Airways per l’Italia partirà già da gennaio. La compagnia opererà da Roma con l’Airbus A330 già in servizio da Milano, mentre si pensa già ad un incremento dei voli, oltre gli 8 settimanali. La presenza nel nostro paese sarà rafforzata grazie ad un ampliamento dei rapporti con i tour operator e la partecipazione alle principali manifestazioni fieristiche in Italia

 Nuove rotte e potenzia-

mento della flotta

A livello mondiale la Compagnia aumenterà nel 2007 il numero delle sue destinazioni; è stata annunciata l’imminente apertura di nuovi collegamenti da Doha per Dar Es Salaam (Tanzania), Washington, Bali, Saigon, Lagos e New York. La flotta verrà potenziata con l’imminente arrivo di 8 A340-60 HGW per i

li del grande golf internazionale. I suoi campi sono tra i migliori al mondo e hanno ospiti illustri, tra i più noti golfisti mondiali. Queste strutture non sono solo ideali per i professionisti, ma sono attrezzate per offrire un ospitalità piacevole a tutti, nella quiete della natura e di un paesaggio verde, con campi da tennis e da squash, e altri impianti come piscine, palestre, ristoranti. Viaggi del Mappamondo propone una serie di agevolazioni interessanti ai suoi clienti. Per chi prenota almeno 60 giorni prima della data di partenza, c’è la formula advance booking, che offre: la riduzione fino a 150 euro a coppia, il finanziamento a tasso zero in dieci rate la garanzia "Prezzo Bloccato" in caso di adeguamenti valutari e la garanzia "Prezzo Migliore", con adeguamento al prezzo di eventuali offerte speciali successive con pari servizi. Inoltre sono presenti le offerte speciali per i viaggi di nozze, con sconto di 50 euro per tutti i soggiorni di almeno 5 notti, e gli sconti famiglia sulla tariffa aerea e per i bambini dai 2 ai 12 anni non compiuti, o ancora sconti per gruppi di amici di minimo 9 persone. O.S.

voli di lungo raggio e di altri 15 Airbus tra cui i primi 4 “superjumbo” A380800. Prevista l’acquisizione di un primo lotto di 20 Boeing 777 di ultimissima generazione. Entro il 2010, la Qatar Airways conta di disporre di 110 velivoli e di potere così coprire l’intero network transcontinentale sia verso l’Australasia sia verso il Continente americano. In occasione del World Travel Awards 2006, svoltosi ai Caraibi, al vettore sono stati assegnati 4 importanti riconoscimenti, per l’altissima qualità dei servizi offerti: il Premio come Miglior Business Class, Miglior servizio dei pasti di bordo, Migliore aerolinea del Medio Oriente e, per la seconda volta consecutiva, il premio per la Business Class nel Medio Oriente. E di servizi particolari gli ospiti della Qatar Airways ne hanno, infatti, davvero tanti: l’ultima novità riguarda la Business Lounge dello scalo di Doha, dove i passeggeri potranno ottenere il rilascio immediato, tramite un dispositivo automatico, della tessera “Frequent Flyer” contenente un regalo di benvenuto di 500 miglia premio. In questa stessa occasione, la compagnia aerea ha anche annunciato la previsione della cifra record di 8 milioni di passeggeri trasportati per l’anno finanziario 2006/2007. O.S.

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

Vittime della strada & vittime del mezzo aereo Segue da pag. 1 me dell’auto che prende fuoco, per traumi derivanti da investimenti o tamponamenti, eccetera: morti non certo indolori. Da sottolineare anche “lo stacco” che divide la prima classificata, dalla seconda in graduatoria: 8,37 contro 1,47. Soltanto quella differenza di 6,90 punti avrebbe dovuto letteralmente “far saltare” sulla sedia l’opinione pubblica, i giornalisti e tutti coloro i quali per professione dovrebbero essere i portavoce di scandali o vergogne del nostre paese e comunque di eventi che riguardano - è il caso di dirlo - “la pelle” dei lettori. Ebbene nulla di tutto ciò. Alla notizia che Roma vanta questo triste primato nessuno ha ritenuto opportuno far seguire approfondimenti sul tema, un qualche dibattito, una qualche polemica che pure vanno tanto di moda in questi tempi. A fronte di tale preoccupante silenzio, era inevitabile che nella nostra mente venisse spontaneo un accostamento fra ciò che abbiamo letto e ascoltato dai mass media nell’agosto dell’anno 2005, quando una serie di incidenti aerei ravvicinati nel tempo funestò l’aviazione civile in diverse nazioni. Ebbene in quei tragici giorni la stampa, le associazioni consumatori, la televisione: tutti reclamarono più controlli, più sicurezza,

necessità di conoscere l’affidabilità delle compagnie, eccetera, eccetera, e da quella “rivolta” venne fuori infine la famosa blacklist. Ora qui non intendiamo addentrarci nei numeri, statistiche ed affrontare discorsi su quale sia il mezzo di trasporto più sicuro o argomenti del genere, bensì vorremmo evidenziare l’incongruenza del comportamento dell’opinione pubblica di fronte alle due notizie. Un minimo di buon senso vorrebbe che, apprendendo che in una nostra città 8 persone su mille rischiano

Ricordati di rinnovare l’abbonamento per il 2007

A SOLI € 39 c/c postale n°89133003

di non tornare a casa la sera a causa della pericolosità delle strade e quindi dei mezzi di trasporto che tutti quotidianamente usiamo, ci si interrogasse – alla pari di quanto avvenuto per il mezzo aereo - se le autorità preposte stanno facendo il loro dovere per tentare di almeno allineare le nostre cifre alle medie europee. Se ciò non accade, ovvero se l’opinione pubblica non “insorge”, vuol dire che la gente mentre ritiene scontato che vi debba essere un responsabile allorché si verifica un incidente aereo, crede evidentemente che un incidente stradale mortale sia frutto del puro caso. Ebbene se davvero l’opinione pubblica ritenesse valido questo concetto, sbaglierebbe di grosso e la migliore dimostrazione di questa nostra asserzione sta proprio nella evidente disparità di numeri che dividono le vittime di Roma da quelle della seconda classificata, Copenhagen: troppa differenza per pensare ad una casualità. La prima ovvia domanda quindi che ci si dovrebbe porre è, perché gli altri riescono a contenere il numero delle vittime e noi no? È nostra personale convinzione che nella stragrande maggioranza dei casi, alle spalle di un incidente mortale, si cela una serie di ripetute infrazioni le quali alla fine sfociano nell’evento mortale. Siamo più espliciti. Se un motoci-

clista ha la pessima abitudine di sorpassare la doppia striscia e procedere nella corsia dove lui non potrebbe andare, vi dovrebbe essere un vigile il quale immediatamente gli fa notare l’infrazione e lo costringe a rimettersi nella sua corsia. Il fatto che ciò nelle nostre strade non avviene, farà si che il motociclista continuerà tutti i giorni a compiere quell’infrazione fino a che, o un pedone, o lui stesso, non saranno coinvolti in un incidente. Lo stesso esempio potrebbe essere riferito di riflesso a qualunque altro tipo di infrazione. Al di là dell’analisi della dinamica dell’incidente stesso, è chiaro che quando un numero elevato di eventi mortali occorrono, si dovrebbe in primo luogo additare, quale causa primaria, la mancata prevenzione, quella presenza delle autorità sul territorio che dovrebbe assicurare l’osservanza delle norme del codice, con multe e sanzioni. Quindi, come si può ben evincere dall’esempio di cui sopra, anche nel caso dell’incidente stradale vi è senz’altro un responsabile, la cui mancata presenza si rivela come causa primaria dell’elevato numero di incidenti. Ebbene dopo aver esternato queste considerazioni, rinnoviamo la nostra domanda: in base a quale criterio si insorge se la vittima si trovava in un aereo e altrettanto non avviene se la vittima era un pedone, o un automobilista, o un motociclista? Perché questa erronea assuefazione nel voler ritenere l’incidente stradale frutto del fato, quando in effetti vi sarebbe molto da discutere e da approfondire anche su di esso, specialmente avendo presente i numeri coinvolti? Certamente nel caso dell’aereo stiamo parlando di un mezzo pubblico di trasporto; nel caso invece dell’incidente stradale è coinvolto un mezzo privato, ma ciò non dovrebbe esimere autorità ed opinione pubblica a farsi un esame di coscienza quando si viene a sapere che l’incidenza numero vittime ogni 1000 abitanti, a Roma è di 8,37 mentre nella città immediatamente peggiore siamo a 1,47 . Antonio Bordoni

SkyEurope apre su Vienna

S

kyEurope Airlines apre una nuova base a Vienna. La compagnia di Bratislava ha deciso un significativo ampliamento verso un mercato che già l’ha accolta con grande successo. Dal prossimo 25 marzo 2007, con la nuova stagione estiva, la compagnia opererà direttamente dall’aeroporto internazionale di Vienna 16 collegamenti verso importanti città europee. I velivoli utilizzati saranno due Boeing B737-700 Next Generation. Bratislava e Vienna sono gli aeroporti principali di un’area di utenza di circa sei milioni di abitanti. La posizione di SkyEurope quale maggiore vettore low-cost nella regione risulta rafforzata da questa scelta, con l’aumento a 27

12

Marco Fontana - Direttore Vendite e Marketing per l’Italia di Sky Europe delle destinazioni raggiunte. “L’espansione a Vienna è un ottimo esempio di business di successo sul mercato dell’Europa Occidentale” ha detto Christian Mandl, CEO di SkyEurope Airlines. “La combinazione di Bratislava e Vienna significa un ulteriore miglioramento di ef-

ficienza nella nostra ricerca di redditività sostenibile. SkyEurope offre ora la miglior scelta di destinazioni per i passeggeri rispettivamente a Vienna e Bratislava e in questo modo fornisce un eccellente prodotto globale”. In totale saranno 61 i voli settimanali in partenza da Vienna. Per Amsterdam, Bruxelles e Parigi i voli saranno giornalieri, e per Bucarest e Sofia avranno una frequenza rispettivamente di sei e sette volte la settimana. Con l’orario estivo, Barcellona, Firenze e Venezia avranno tre voli settimanali. I nuovi collegamenti per Atene, Tessalonica e Larnaca saranno tre e due volte alla settimana e sarà ripristinata anche la rotta per Nizza. La posizione preminente della compagnia sul mercato croato sarà rafforzata da voli re-

golari per Dubrovnik, Spalato e Zadar lungo le coste dalmate. I voli avranno un costo di partenza di 19 euro, incluso tutto, e sono fino da ora prenotabili. Karim Makhlouf CCO di SkyEurope, ha spiegato “Entreremo a Vienna in modo aggressivo con le tariffe più basse possibili e renderemo i viaggi aerei alla portata di tutti. SkyEurope è il meglio per tariffe, qualità, puntualità e piacevolezza”. Oriana Schembari

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

Nel periodo natalizio turismo straniero in forte crescita Segue da pag. 1 Continua quindi il trend positivo già registrato in estate. Il periodo invernale conserva molte attrattive per il turismo estero che si concentra soprattutto nelle località montuose per gli sport invernali e nelle città d’arte. Le regioni privilegiate sono in prevalenza quelle del Nord Italia, con i turisti dell’est che scelgono in particolare TrentinoAlto Adige, Valle d’Aosta, Veneto, Lazio e Toscana, per soggiorni lunghi, dai 5 ai 10 giorni. I mercati tradizionali, Regno Unito, Svizzera, Germania, Francia e Spagna, confermano le buone prospettive. Il Regno Unito registra per alcuni operatori un aumento anche oltre il 20%, così anche il mercato tedesco, che negli anni scorsi aveva subito forti cali, fa sperare in un più 6%. Ad attrarre è l’offerta sempre più differenziata declinata nei prodotti maggiormente richiesti, quali la montagna, le città d’arte, la campagna e i centri minori, e dove primeggiano

Lazio, Veneto, Lombardia, Piemonte e Trentino Alto-Adige. Spagna e Austria ricorrono prevalentemente alla prenotazione last minute che secondo gli operatori avrà un’incidenza notevole. Stazionari i flussi provenienti da Belgio, Lussemburgo, Portogallo e area scandinava, In generale, il mercato europeo in Italia sceglie in questo periodo il soggiorno breve, da 1 a 5 giorni. Per i mercati d’oltreoceano, invece, il soggiorno è più lungo e arriva fino alle due settimane. La stima per il Nord America e il Canada è superiore al 12% secondo gli operatori intervistati che indicano sempre le città d’arte, i centri minori, le località di neve e le terme come le scelte di questo Natale, e indicano come regioni preferite Lazio, Toscana, Veneto, e anche Campania e Sicilia. Per Australia e Nuova Zelanda la crescita è del 17% rispetto all’anno scorso, mentre si prevedono flussi stabili da Giappone e Cina. Qui il Natale non rappresenta una festività, mentre in occasione del capodanno cinese, tra gen-

Incoming: moderato ottimismo per il 2007 Segue da pag. 1 rebbero indirizzati verso mete estere, prediligendo le grandi Capitali europee ed i mari esotici. Al di là della conferma o meno di questi dati, resta il trend positivo di una crescita del turismo “made Italy”, come confermano i dati positivi riguardanti anche gli arrivi degli stranieri (+ 2% circa nel numero dei mpernottamenti nel 2006). “Di fronte a questa situazione - ha affermato soddisfatto il Presidente della Federalberghi Bocca - non possiamo che dichiararci ottimisti in quanto l’italiano, scegliendo il Belpaese per trascorrere le proprie vacanze, dimostra ancora una volta come il sistema turistico nazionale sia altamente competitivo ed adeguatamente qualitativo”. “Cosa ci attendiamo a questo punto per il 2007? - si domanda Bocca - Innanzitutto che la manovra economica, impostata dalla Legge Finanziaria, porti realmente più soldi nelle tasche degli italiani, per consentire anche una robusta ripresa dei consumi turistici. Inoltre le misure inserite a favore del settore, quali la detraibilità dell’Iva congressuale e la maggior dotazione di risorse per l’Enit-Agenzia Nazionale del Turismo potrà renderci più competitivi a livello internazionale e più visibili a livello mondiale. Questa Finanziaria ha anche allungato i tempi delle concessioni demaniali (portate a 20 anni), consentendo maggiori investimenti da parte dei gestori, e ha stanziato un fondo rotativo per la ristrutturazione delle strutture alberghiere”.“Infine, -conclude il presidente di Federalberghi- siamo convinti che il ruolo che potrà giocare il Vice Presidente del Consiglio, con delega per il Turismo, Francesco Rutelli, sia in politica nazionale sia in sede di Unione europea, non potrà che giovare all’intero sistema che ogni anno produce il 12% del Pil e dà lavoro a 2 milioni di persone”. Alle parole di Bocca hanno fatto eco le dichiarazioni in piena sintonia del vicepremier Francesco Ru-

14

telli che ha sottolineato l’importanza del settore per l’economia italiana. “Il turismo è una risorsa per tutti – ha sottolineato Rutelli –, produce ricchezza e posti di lavoro e offre una immagine positiva dell’Italia. Secondo uno studio della Banca Mondiale nei paesi in via di sviluppo sta emergendo una nuova classe media, centinaia di milioni di potenziali turisti, che il nostro sistema deve essere in grado di intercettare ed attrarre grazie ad interventi rapidi e strutturali” .“Grazie alla delega al turismo del vicepresidente del Consiglio, ora finalmente e per la prima volta, esiste un luogo di coordinamento con un dipartimento del turismo con sede presso la presidenza del Consiglio per il quale sono stati stanziati 144 milioni di euro per il triennio 20072009. Insieme al comitato nazionale del turismo si è così costituito un tavolo tecnico nel quale prendere decisioni importanti insieme agli operatori del settore”. Il Ministro ha quindi ricordato come alla Bit di Milano del prossimo febbraio verrà presentato il portale www.italia.it, che dovrebbe diventare operativo in pochi mesi e costituire così un importante strumento di promozione del prodotto turistico italiano. Accanto a questo, il ministero ha lanciato un concorso per la presentazione di un marchio semplice ed immediato per identificare l’Italia nel mondo a partire dal gennaio 2007. “Tutte queste iniziative – rimarca il Ministro – sono indirizzate a creare una direzione unica e un raccordo di tutte le politiche turistiche, finora troppo spezzettate a livello regionale. Una sinergia nella promozione è necessaria per rendere competitivo il prodotto Italia nel mercato globale”. Francesco Rutelli ha quindi concluso il proprio intervento sottolineando l’importanza di Roma come volano del turismo nazionale, ha rilanciato l’idea della destagionalizzazione delle vacanze per diversificare e allungare periodi delle ferie.

naio e febbraio, i flussi dovrebbero aumentare. Nel mercato orientale rientra anche la Corea che scopre con molta soddisfazione la destinazione Italia. Il Presidente dell’Enit, Umberto Paolucci, è apparso soddisfatto da questo monitoraggio della rete estera. A settembre le presenze degli ospiti erano aumentate oltre il 6,6%, quindi la speranza è di superare i livelli storici del 2000, quando si erano registrati ricavi valutari per questo settore di circa 30 miliardi di euro. Paolucci, sottolineando che la fase espansiva del turismo non riguarda solo l’Italia e che di conseguenza occorra agire per tempo al fine di consolidare la posizione del paese, ha dichiarato: “Sono certo che l’impegno del nuovo Consiglio di Amministrazione, con la sua qualificazione professionale e la sua rappresentatività, a cominciare dal Vice Presidente Paolini potrà garantire una nuova stagione della promozione all’estero dell’Italia turistica”. Nelle prime due riunioni il CdA ha ap-

provato le seconde variazioni al bilancio 2006 e il bilancio di previsione dell’Ente per l’esercizio finanziario 2007. Nell’incontro tenutosi il 22 dicembre scorso si è avviata la discussione per la definizione delle linee programmatiche del Piano Esecutivo 2007, che sarà rimodulato con le risorse aggiuntive che verranno assegnate all’Ente. Un progetto globale che vede in prima fila l’Enit, le regioni e le categorie sarà la scommessa per rilanciare del tutto il prodotto Italia, esportandolo con una forte promozione a livello internazionale. Il definitivo tramonto dell’ipotesi della tassa di soggiorno, paventata nell’ultima finanziaria, ha ridato fiducia agli operatori e provocato un sospiro di sollievo anche nei colleghi stranieri. “Il vero slogan del turismo nel 2007 dovrà essere “fatti concreti in tempi rapidi” – ha concluso Paolucci – per realizzare obiettivi ancora più prestigiosi per la nostra economia del turismo”. Oriana Schembari

Cresce il turismo wellness in Catalogna

L'

outgoing italiano verso la Spagna continua a crescere: nei primi nove mesi del 2006 si registra + 13,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno 2005. L'offerta del turismo wellness della Regione Catalana è stata al centro di un piano di promozione ambizioso e ben strutturato. La Spagna del comparto termale cerca di ritagliarsi un posto nel mercato italiano, potendo offrire 2000 sorgenti d'acqua mineromedicinali sul proprio territorio, 128 stazioni termali di cui 98 inserite in un complesso alberghiero. Alle cifre del benessere spagnolo, secondo i dati rilevati nel 2004, si aggiungono 30.000 posti letto in hotel, 15.000 posti letto in altre modalità d'alloggio, 7.000 posti di lavoro nel settore, 1.000.000 di turisti l'anno, per un volume d'affari del settore di 220 milioni d'euro. Eppure: "Il prodotto che in Spagna si definisce come termale, comprendente terme, hotel con Spa e tutte le strutture che hanno qualcosa a che vedere con il relax e il benessere, è purtroppo uno dei grandi sconosciuti in Italia" ha detto Maite de la Torre, Direttrice dell'Ufficio Spagnolo del Turismo di Roma. Secondo la prestigiosa rivista inglese "Professional Spa", il miglior Hotel Resort & Spa d'Europa si trova proprio in Catalogna, ad un'ora da Barcellona, l'Hotel Termes Montbriò. Continua de la Torre: "L'Italia e la Spagna sono paesi con un passato di turismo termale che risale all'epoca romana. Il mercato italiano è caratterizzato da un presente di turisti con una capacità d'acquisto medio al-

ta, che amano godersi delle vacanze all'insegna del benessere, e da un futuro che mette in risalto una popolazione invecchiata che userà ogni giorno di più i trattamenti wellness e con acqua mineromedicinale". L'offerta spagnola di centri di salute e di benessere, terme e Spa è caratterizzata dalla varietà di luoghi e dei paesaggi della Catalogna, dalla qualità delle installazioni e dalla professionalità del personale che ci lavora. Soltanto per quanto riguarda le terme, il numero d'utenti è cresciuto del 12% negli ultimi cinque anni. L'età media di coloro che scelgono di trascorrere alcuni giorni presso i "balnearios" spagnoli è di 41 anni, quindi un profilo molto giovane che mette in risalto com'è cambiata la domanda e l'immagine che di questi centri si aveva tempo fa. L'offerta del benessere in Spagna attrae il turismo straniero soprattutto per il clima e per i prezzi molto convincenti. Per de la Torre è il momento di: "Promuovere la nostra offerta di wellness, ben strutturata, di qualità e con prezzi molto concorrenziali. Pochi tour operator conoscono le nostre terme, circa 130, gli alberghi con Spa, ed è per questo che vogliamo destinare una parte del nostro budget e delle nostre forze alla promozione di questo prodotto turistico". La Spagna del benessere è anche aggiornata sulle ultime novità ed è pioniera nei trattamenti a base di vino, utilizzato nelle Wine Spa, con tecniche e terapie uniche, come l'uso del Merlot per rilassare o del Muscat per tonificare. Antonella Pino d'Astore

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

KENYA da specialisti per RELIANCE

U

no sviluppo significativo e repentino è quanto si registra sulla destinazione Kenya di Reliance. Introdotta nella programmazione nel 2003, fin da subito è stata accolta dal mercato con entusiasmo tanto da portare Reliance ad investire sul prodotto di anno in anno aumentando posti volo e numero di strutture. I risultati di tale impegno sono gli importanti incrementi rilevati sia in termini di presenze che di fatturato realizzato sulla destinazione. Le presenze sono passate da 4.531 nel 2005 a 7.697 nel 2006 con un fatturato pari a Euro 7.026.070 e un incremento del +73,21% rispetto all’anno precedente. Ad oggi Reliance conta in Kenya di 3 Relclub: il RelClub Angel’s Bay, il RelClub Sun Palm Resort e il RelClub Stephanie Sea House. Il t.o. ha puntato a diversificare le località kenyote e le strutture per poter rispondere alle diverse esigenze della clientela. A Mambrui sorge il RelClub Angel’s Bay, soluzione ideale per gli

amanti del divertimento grazie alla vicinanza con Malindi, popolata da discoteche e locali notturni. La struttura rispecchia l’architettura tipica del luogo con tetti rivestiti da foglie di palma e arredamenti in stile coloniale. La presenza dell’animazione favorisce il coinvolgimento degli ospiti che desiderano partecipare alle attività proposte. L’Angel’s Bay è stato sottoposto a lavori di ampliamento e di miglioramento dei servizi, che, a fine gennaio, porteranno alla nascita di 64 camere nuove, per un totale di 90 stanze e 23 ville, campi da calcio e da tennis e all’apertura di un’area fitness con palestra e spa. Il trattamento previsto è di soft all inclusive. Il RelClub Sun Palm Resort e il RelClub Stephanie Sea House, per l’ambiente in cui sono inseriti e le strutture di cui dispongono, ben rispondono alle necessità di famiglie con bambini. Il primo si trova a Watamu nelle immediate vicinanze di un ampio parco con maneggio per passeggiate a cavallo; il RelClub Stephanie Sea House è a poca distanza dal Parco Marino Nazionale di Malindi. Quattro i Safari proposti da Reliance differenti per durata. Il più completo dura una settimana e prevede la visita alla riserva Masai Mara, ai parchi Nakuru, Amboseli, Tsavo Ovest e Tsavo Est. Gli altri tre programmi rispettivamente di 3,2 e 1 notte contemplano solo parte dei luoghi del primo itinerario. I voli sono da Milano Malpensa, Roma Fiumicino e Verona. L’Africa di Reliance comprende oltre al Kenya: Mar Rosso con due RelClub; Mauritius con quattro RelClub e tre strutture di alto livello; Seychelles, novità dell’inverno 2006, con quattro alberghi; Zanzibar, con un Relclub, un hotel e programma di safari in Tanzania della durata di una settimana. La programmazione invernale di Reliance prevede anche le destinazioni caraibiche Messico, Repubblica Dominicana e Jamaica, oltre a Maldive e Sri Lanka, mete storiche del t.o.

Blu-express.com traccia

il bilancio del primo anno dei collegamenti internazionali Il marchio low cost di Blue Panorama Airlines vola dal 15 di dicembre 2005 da Roma Fiumicino per Monaco di Baviera, Vienna, Nizza e Grenoble. Risultati positivi per tutte le destinazioni e annuncio di nuove rotte.

B

lu-express.com ha festeggiato il suo primo anno di attività internazionale con risultati positivi su tutto il network. I primi dodici mesi si sono chiusi infatti con un soddisfacente load factor, superiore al 50 per cento, e passeggeri in costante crescita, sia da che per Roma Fiumicino. Le destinazioni internazionali di Blu-express.com (Monaco di Baviera, Vienna, Nizza e Grenoble) si sono consolidate in maniera particolare a partire dalla scorsa estate, e a ridosso delle festività natalizie, e stanno mantenendo pienamente le attese, a cominciare da Vienna che risulta essere una delle rotte più gettonate, seguita da Monaco di Baviera e Grenoble. Nizza invece rimane in assoluto la

regina dei mesi estivi. Questi i dati registrati: più di 30.000 i passeggeri sulla tratta Roma-Vienna, cifra analoga sulle rotte francesi e flusso di poco inferiore su Monaco di Baviera. Per festeggiare il primo anno di attività internazionale, Blu-express.com ha avviato una serie di iniziative speciali quaFranco Pecci li la riduzione della tassa carburante, per una più trasparente offerta low cost rivolta ai propri passeggeri oltre alle promozioni “all inclusive” a 25 euro, che proseguiranno anche nel 2007. Per il corrente anno la compagnia, che ha confermato tutte le attuali destinazioni internazionali, prevede di aumentare la capacità e di inserire nuove rotte, così come di presentare nuovi servizi on line. Non mancheranno dunque le sorprese nel programma estivo.

Per Columbia Turismo 24 destinazioni nel catalogo invernale

D

a sempre la Columbia Turismo si muove su linee tradizionali ma di assoluta attualità e sperimentate da anni verso le quali è stato raggiunto un alto livello di specializzazione. Il catalogo unico, diffuso su tutto il territorio nazionale, propone 24 destinazioni diverse e diversificate sia per viaggi individuale che di gruppo. Tra gli itinerari proposti si possono trovare delle novità all'interno della Russia e CSI dove è stato dato maggior risalto, dedicando loro una sezione separata, all'Armenia, all'Uzbekistan e alla Mongolia. Queste tre destinazioni meritano una segnalazione particolare sia per le bellezze artistiche e naturali sia per il valore della propria storia e della propria cultura. L'Armenia, magari con un assaggio di Georgia, offre una settimana intensissima e divertente che spazia dalla storia di un popolo eroico e colto, a bellezze naturali mozzafiato come il lago Sevan, il Monte Ararat per finire alla conoscenza di tradizioni culinarie di prim’ordine.

La Cina viene riproposta in modo massiccio con la certezza che questo sarà l'anno del rilancio completo della destinazione e del ritorno ai livelli di traffico ante 2003 e, soprattutto, in vista delle Olimpiadi del 2008. Sono state arricchite anche le proposte per il Baltico e per la Scandinavia grazie anche ai numerosi collegamenti aerei istituiti sia per la Lettonia, per la Lituania e per l'Estonia, sicuramente queste tre repubbliche si riconfermeranno non più come sorpresa ma come destinazioni alla moda della prossima stagione estiva. Una novità di Columbia Turismo è quella di aver fatto ancora più marcatamente la scelta a favore dei voli di linea, infatti il 95% delle partenze previste dal centro/nord Italia sono programmate su vettori di linea che danno maggiori garanzie di affidabilità e rispetto degli orari. Mentre per il sud - sia da Cagliari che da Bari - opera invece con voli speciali attivi nel periodo estivo. Infine, non rappresentano più una novità le partenze dalla Puglia per destinazioni dell’est Europa.

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

15

Ulteriori considerazioni su TFR e fondi pensione

DI TASCA NOSTRA

A

llorché molti anni addietro ci interrogavamo sulla necessità del contributo obbligatorio pensionistico sia a carico dei lavoratori, come della più sostanziosa quota a carico dei datori, la risposta che puntualmente ottenevamo era più o meno del seguente tenore: lo Stato vuol essere certo che quando un cittadino smette di lavorare e quindi non ha più stipendio, abbia di che vivere, e non sia a carico della collettività. La nostra idea fissa era stata sempre quella di non comprendere il motivo per cui un datore di lavoro che deve pagare i propri dipendenti per l’opera prestata durante l’attività lavorativa, si doveva assumere l’onere di sborsare una notevole somma mensile per assicurare la vecchiaia del lavoratore, ossia in un periodo in cui egli non sarebbe più risultato alle sue dipendenze. In commercio dopotutto vi sono sempre state ottime polizze assicurative, al limite sarebbe bastato che il lavoratore ne sottoscriveva una, la mostrava al datore e il problema era risolto. E badate bene che quando ci ponevamo queste domande i soldi che i lavoratori e le aziende versavano all’Inps non servivano ancora a pagare nessuna pensione, in quanto eravamo ben lontani dalla prima ondata di pensionati che più o meno si è affacciata sulla scena in tempi successivi. Presentammo pure un quesito all’Autorità Antitrust chiedendo quanto fosse giusto che dipendenti e datori fossero obbligati a sottoscrivere forzatamente una forma pensionistica “di Stato”. Per quale motivo – ci chiedevamo - non si lascia libero il cittadino di scegliersi la polizza pensionistica in base al libero mercato delle assicurazioni? Anche in questo caso, nessuna soddisfazione. La risposta che ci pervenne, in poche righe, spiegava che la materia pensionistica esulava dai compiti dell’Autorità per la tutela concorrenziale, punto a capo. Ebbene quanto sta accadendo ai nostri giorni sulla questione TFR / Fondi pensionistici ha fatto riaffiorare alla mente questi ricordi e ci ha fatto pure capire che tutto sommato i nostri dubbi passati sul funzionamento dell’intero sistema non erano affatto esagerati. Trascorsi gli anni dei soli versamenti, ossia dell’Inps che incassava ma non pagava pensioni, si è proposto il problema di dover iniziare a pagare tutti i pensionati che man mano raggiungevano la fatidica data per entrare in pensione, e poiché nel frattempo i pensionati invece di passare a miglior vita nel giro di pochi mesi, come solitamente avveniva fino a 20-30 anni orsono, essi rimanevano su questa terra ancora diversi anni, per l’Inps sono iniziati i problemi di cassa. Va ribadito però a chiare lettere che questa situazione, ovvero il fatto di ostinarsi a chiedere soldi a datori e lavoratori con la promessa della pensione, aveva altre possibili alternative come quella da noi “follemente” suggerita in anni non sospetti, e pertanto ognuno oggi si deve accollare la responsabilità delle proprie scelte, senza scendere tuttavia nel ridicolo di addossare la colpa esclusivamente al prolungamento della vita media, o a presunti “drammi” per le nuove generazioni. Ora quindi si tenta di correre ai

16

Il TFR era un bonus che il lavoratore incassava ogni qualvolta terminava un capitolo lavorativo, in aggiunta alla pensione che egli avrebbe percepito in ogni caso, ora lo stesso viene usato per sussidiare quest’ultimo istituto… ripari, con l’obiettivo di continuare a mantenere la “pensione di Stato” e contemporaneamente reperire i fondi necessari, i quali non possono più essere procurati aumentando ulteriormente le aliquote del già pazzesco costo del lavoro nostrano. Finalmente qualcuno comincia a chiedersi per quale motivo il gentil sesso possa indossare una divisa e prendere in mano un mitra, ma lo stesso non possa andare in pensione ad una età paritetica a quello dell’altro sesso: forse sarebbe stato più intelligente dare la precedenza a quest’ultimo aspetto invece che al primo. Ed è semplicemente assurdo che ancora si continui a menar il can per l’aia sotto questo aspetto, particolarmente tenendo conto che, da quel che è dato sapere, le donne sono più longeve degli uomini. Ora, di fronte alla ovvia presa d’atto che la vita media si è allungata, sarà anche interessante vedere la reazione dei sindacati nostrani i quali saranno messi a confronto con l’ipotesi di estendere la vita lavorativa per tutti i lavoratori, e quindi di allontanare di qualche anno l’ambito traguardo della pensione. In questo contesto si inserisce la scottante questione delle liquidazioni dirottate a copertura previdenziale. Abbiamo già annotato che questa mossa è ben lungi dal rappresentare una vittoria o un qualcosa di positivo per i lavoratori: tutt’altro. Il TFR era un bonus che il lavoratore incassava ogni qualvolta terminava un capitolo lavorativo, in aggiunta alla pensione che egli avrebbe percepito in ogni caso, ora lo stesso viene usato per sussidiare quest’ultimo istituto, quindi va svelato a chiare note l’arcano dell’intera operazione: non potendo toccare i contributi sul versante del datore per gli alti costi del personale, lo Stato non ha trovato altra via che mettere mano nelle tasche dei lavoratori, ovvero usare il TFR per assicurare la conservazione dell’istituto della pensione di stato obbligatoria per legge. L’intera manovra andrebbe condannata anche sotto un altro aspetto non certo secondario. Si parla tanto della necessità di rilancio delle imprese, e poi si tolgono a quest’ultime i fondi del Tfr che –almeno nelle sane imprese - venivano usati per investimenti e innovazioni. Quindi sull’intera manovra un giudizio completamente negativo sia dal punto di vista dei lavoratori, sia dal punto di vista industriale. Al di là comunque degli aspetti normativi, il vero problema consisterà in questi mesi sulla conoscenza e consapevolezza dei lavoratori chiamati a prendere una decisione fondamentale per il loro futuro. Ma quanto è giusto che anche su questo delicatissimo settore nasca l’ennesima figura del consulente/analista/esperto “previdenziale”? Ma è mai possibile che dalla scelta della società telefonica, all’acquisto della casa, alla scelta della nostra pensione, tutte le nostre giornate ormai debbano essere costellate dall’uso di questi (costosissimi) consulen-

ti? E se ciò accade dobbiamo ringraziare la complessità delle norme che si varano, le quali anziché venir costruite in maniera lineare, stringata e comprensibile sono sempre più l’opposto di questi termini. Prova ne valga per tutti, i 1365 commi dell’unico articolo che compongono la Finanziaria di recente approvata. Ricapitoliamo ora i punti essenziali avvalendoci di un quadro schematico, onde evitare ai lettori la noia di prolissi testi. • La nuova normativa entra in vigore con un anno di anticipo; dal primo gennaio del 2007 anziché, come originariamente previsto, dal 2008. • I lavoratori subordinati in forza al primo gennaio 2007, avranno tempo fino al 30 giugno del 2007 per scegliere tra: - Investire il proprio TFR in una pensione integrativa; - Conservare l’attuale regime • Le nuove norme si applicheranno soltanto alle quote di TFR maturate dal 1° gennaio 2007; la quota maturata al 31/12/2006 non sarà interessata dal nuovo regime. • Il dipendente ha due modi per decidere la sua scelta: -In modo tacito, il cosiddetto silenzio/assenso in quanto la mancata manifestazione equivale ad aderire al fondo pensione aziendale o, in assenza di questo, al fondo pensione dell’Inps. - In modo esplicito, ossia precisando se aderisce all’una o all’altra delle opzioni. • Chi vuole mantenere l’attuale status, ossia considerare il TFR un salario differito e percepirlo a fine rapporto lavoro, lo può fare solo con il modo esplicito entro il 30 giugno 2007. Questa scelta non è definitiva e può essere successivamente modificata. • Le società che hanno una forza lavoro superiore a 49 dipendenti, dovranno in ogni caso cedere il proprio TFR, indipendentemente dalla scelta che faranno i dipendenti. • Per quei TFR trasferiti ai fondi pensionistici o all’Inps, i datori di lavoro non dovranno più provvedere alla rivalutazione annua, come attualmente avviene. La cosa più intelligente da farsi, per coloro i quali non rientrano sotto l’obbligo del trasferimento forzoso,e che ne abbiano la possibilità economica, sarebbe quella di mantenere il TFR presso il proprio datore di lavoro in modo da poter disporre sempre di questo fondo cuscinetto all’occorrenza, e farsi per proprio conto, e di propria iniziativa una polizza assicurativa/pensionistica ca-

librata sulle personali possibilità economiche. Il vantaggio di questa mossa sarebbe quello di instaurare un rapporto personale d’affari con l’assicuratore della polizza anziché far confluire il proprio TFR (e quindi la propria pensione) insieme a migliaia di altre pensioni in un anonimo fondo. In poche parole l’uso di questi fondi non permette di avere una gestione personalizzata del proprio portafoglio pensionistico, cosa che invece avviene stipulando una pensione privata. Siamo veramente annoiati del fatto che il cittadino, con sempre maggiore insistenza, sia costretto a farsi gestire i propri risparmi da soggetti terzi, scelti dallo Stato. Dopotutto si rifletta sul particolare che farsi una pensione integrativa col TFR equivale a usare il proprio denaro, in quanto il TFR è un credito del lavoratore; ebbene se si deve usare il proprio denaro per costruirsi una pensione integrativa, non vediamo motivo per cui non si debba considerare l’ipotesi di lasciare il TFR così come è, e stipulare autonomamente una polizza integrativa. Per chi non ha questa possibilità due sono le opzioni disponibili, almeno per chi lavora con una società che occupa meno di 49 dipendenti: - mantenere il TFR presso il datore con il rischio di prendere davvero poco il giorno in cui andrà in pensione; - rinunciare al TFR per dedicarlo all’incremento della propria pensione. Per coloro che sono occupati presso un datore di lavoro con più di 49 dipendenti per i quali quindi il TFR sarà in ogni caso dirottato all’Inps o ai Fondi Pensionistici, i pro e il contro saranno i seguenti. Se si opta per il Fondo Pensionistico la rivalutazione delle quote accantonate dovrebbe essere, almeno sulla carta, migliore che non quella dell’Inps, ma al momento di andare in pensione il lavoratore verosimilmente avrà a che fare con due entità: l’Inps e il Fondo Pensione. Non dimentichiamo infatti che quest’ultima ha una funzione “integrativa” ma che la gestione pensionistica primaria rimane in ogni caso all’Inps. Trascorsi i sei mesi Gennaio-Giugno 2007, la situazione che si verrà a creare a luglio, dal punto di vista delle imprese sarà la seguente:

IMPRESE FINO A 49 DIPENDENTI  dipendenti che hanno optato per il fondo pensione; il datore dovrà versare il TFR che maturerà al fondo prescelto;

 per quei dipendenti che hanno co-

municato esplicitamente di voler lasciare il TFR presso l’Azienda, per il datore tutto rimane come prima;

 Se il lavoratore non ha espresso alcuna volontà, (silenzio/assenso) il TFR andrà versato al Fondo Pensionistico

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

IMPRESE OLTRE 49 DIPENDENTI  dipendenti che hanno esplicitamente

manifestato la volontà di voler aderire a un fondo, con conseguente trasferimento del TFR al fondo pensione.

 dipendenti che hanno ESPLICITA-

MENTE espresso di voler conservare il TFR come salario differito; il datore dovrà versare il TFR Fondo tesoreria gestito dall’Inps.

 Se il lavoratore non ha espresso alcuna volontà, (silenzio/assenso) il TFR andrà versato al Fondo pensionistico. In chiusura vorremmo evidenziare un caso che si potrebbe presentare per quei lavoratori che non esprimono alcuna esplicita volontà. In tal caso, come abbiamo detto, scatterebbe l’obbligo di legge per l’imprenditore di dirottare il TFR ai Fondi esterni all’azienda.

Ebbene poiché il TFR, di fatto e di diritto, è un credito di cui è titolare il lavoratore e come tale soltanto quest’ultimo è autorizzato a concedere la cessione a terzi, un davvero interessante caso legale sorgerebbe se il lavoratore inviasse una raccomandata diffidando il suo datore dal cedere a terzi il suo TFR. Una siffatta ipotesi non sarebbe affatto una forzatura, soprattutto avendo presente che da sempre sul mercato è esistita la cessione del credito (nel senso che spetta al titolare del credito eventualmente cedere quanto a lui spettante, ad altri), ma non sapevamo esistesse la possibilità di cessione del debito; poiché in pratica con la nuova normativa è il debitore (il datore) che trasferisce un suo debito a terzi, senza avere avuto l’autorizzazione da parte del solo legittimato a farlo, ossia il creditore, ne potrebbe nascere un intrigante caso legale. Siamo certi che sentiremo parlare di casi del genere. Antonio Bordoni

E-mail certificata per le agenzie di Galileo

D

a ora in poi Galileo offrir‡ graro per tutte le agenzie clienti in Italia. tuitamente alle proprie agenzie Alla Pec si accompagna la possibilit‡ clienti la possibilit‡ di utilizzadi utilizzare la Firma Digitale, l'equire un innovativo servizio che faciliter‡ valente informatico della firma autonotevolmente la loro attivit‡: si tratta grafa, che ne ha il medesimo valore ledella posta elettronica certificata, detgale. Il funzionamento del sistema Ë ta anche PEC. La semplice e-mail acgarantito dalla presenza di una terza quisisce cosÏ valore legale, valido anparte fidata - l'Ente Certificatore - che che i documenti alprovvede all’emislegati. Inutile sotsione di un certifitolineare quanto cato digitale, dopo uno strumento del l'identificazione e genere abbia una registrazione certa grande utilit‡ per del richiedente tutte quelle transaìInviare una e-mail Ë zioni, frequenti la cosa pi˘ semplice nelle attivit‡ delle del mondo, la pi˘ raagenzie di viaggio, pida ed ha un costo irche richiedevano risorio rispetto a qualfino ad ora il docusiasi altro mezzo di mento cartaceo, comunicazioneî Silvio Paganini e Laura Capasa con l’invio di racspiega Laura Capacomandate con risa, Business Development and Marketing Manager, Tracevute di ritorno. Un risparmio di temvelport, Southern Europe - Questa inpi e costi non indifferente, che si acnovazione rappresenta un passo decisivo compagna alla prontezza e facilit‡ delverso la digitalizzazione dei documenti e le operazioni, nonchÈ alla riservatezdei processi all’interno delle imprese. Coza e alla conferma dell’avvenuto recame GDS leader in Italia, abbiamo sentito pito. Il servizio Ë garantito a costo zela responsabilit‡ di assistere e supportare tutti i nostri clienti nell’implementazione di questo importante progressoî. ìAbbinata alla Firma Digitale, la PEC Ë ormai un requisito essenziale per posizionarsi in un contesto imprenditoriale evolutoî – aggiunge Silvio Paganini, Sales Director, Travelport, Southern Europe – ìIl costante aggiornamento tecnologico delle agenzie di viaggio italiane fa parte della mission di Galileo: ovviamente i nostri agenti possono sfruttare la loro casella PEC nella relazione commerciale con noi, ma sono anche liberi di utilizzarla per tutti gli altri usi previsti dalla normativa, che stanno diventando sempre pi˘ numerosiî. Il servizio Ë garantito dal servizio Postemail Certificata di Postecom S.p.A., la societ‡ del Gruppo Poste Italiane accreditata presso il Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA). Rimane ovviamente valida e funzionante la normale posta c/c postale elettronica di cui gi‡ le agenzie di Gan°89133003 lileo usufruiscono.

A Roma "Arti&Mestieri Expo" vetrina dell'artigianato

H

o visto mani sapienti che lavorano ceramica con il tornio, modellano cera, scolpiscono, tessono preziosi tessuti, producono golosità alimentari. Sono gli artigiani che nascono da nuove professionalità, che scompaiono nella storia di un'Italia che troppo spesso sottovaluta l'importanza della creatività e della passione, dell'antico e del moderno dei mestieri manuali. Dopo decenni di disinteresse, stiamo imparando a valorizzare e salvaguardare i saperi, a conservarli e tramandarli. Fino a ieri mancava un luogo d'incontro che esaltasse la potenzialità del settore dell'artigianato. La nuova Fiera Roma ha offerto una vetrina privilegiata per la migliore produzione artigianale, organizzando una grande rassegna specialistica aperta gratuitamente al pubblico, che ha portato nella Capitale circa 400 espositori suddivisi in tre grandi padiglioni."Arte&Mestieri Expo" è stata patrocinata da Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Roma, Unioncamere Lazio, Camera di Commercio di Roma, Azienda Romana Mercati, con la collaborazione di CNA, ACAI, Confartigianato e Coldiretti; tutti gli organismi istituzionali sono riuniti nel Sistema Lazio, soggetto unico impegnato nella promozione dell'iniziativa. La rassegna ha dato spazio a tre aree tematiche: piazze per la valorizzazione delle eccellenze, dimostrazioni di antichi mestieri e antiche arti, degustazioni di prodotti tipici. Un'intera sezione è stata dedicata all'artigianato femminile, che, tra mille difficoltà, produce manufatti

di altissimo valore artistico e culturale.Un intero padiglione è stato dedicato all'artigianato di qualità italiano e straniero, e lo sguardo si allarga oltre confine. All'interno della manifestazione si sviluppo il "Progetto AR come Artigianato", cui obiettivo è sposare l'arte dei manufatti con la storia delle genti, con il suo andare e venire, con il suo integrarsi in territori stranieri. L'artigianato, come prima forma di scambio tra i popoli, è la chiave scelta da Fiera Roma per proporsi sulla scena internazionale come ponte tra le due sponde nel Mediterraneo e snodo fondamentale degli scambi con l'Europa continentale. Dall'antica ceramica di Nabeul (Tunisia), alla fine porcellana della Galizia (Spagna), e alle lavorazioni artigianali della Russia e della Francia: la presenza di queste e tante altre delegazioni estere confermano il ruolo centrale del nuovo Polo Fieristico all'interno del Mediterraneo e dell'Europa. Antonella Pino d'Astore

Abbonati a

Ricordati di rinnovare l’abbonamento per il 2007

A SOLI € 39

O.S.

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

17

Malaysia Airlines aumenta Verona chiama Monaco di le frequenze da Roma Baviera: Monaco Risponde!

N

ell’annuale festa di Natale il management di Malaysia Airlines ha annunciato le sue più importanti novità per l’anno in corso. La compagnia entro la fine dell’anno porterà da 3 a 5 i voli diretti da Roma a Kuala Lumpur, per poi passare a dei voli giornalieri a partire dal 2008. Lo scorso 18 luglio 2006 è stato infatti firmato al Farnborough International Air Show 2006 il “Memorandum of Understanding” dai Ministri dei trasporti della Malesia, Datuk Seri Chan Kong Choy e dell’Italia, Alessandro Bianchi. L’accordo renderà l’aeroporto di Roma Fiumicino uno dei maggiori hub europei per Malaysia Airlines e i vettori nazionali di entrambi i paesi potranno inoltre raggiungere accordi di code-share tra loro o con terzi. Attualmente, ai tre voli settimanali (martedì, venerdì e domenica) già operativi è stata aggiunta la quarta frequenza

settimanale da Roma Fiumicino: il volo addizionale sarà attivo a partire dal prossimo 31 marzo e sarà operato da aeromobile Boeing 777-200 , con capacità di 33 posti in classe Business e 243 in classe Economica, equipaggiato con tecnologie di nuova generazione e con delle classi di servizio completamente rinnovate. Gli orari seguiranno lo schedale “estivo” della compagnia, ossia: partenza da Roma per Kuala Lumpur di sabato, alle ore 13,45 locali e arrivo alle 7,45 locali della domenica. Una volta giunti nella capitale malese, poi, Malaysia Airlines assicura dei collegamenti giornalieri verso le maggiori destinazioni del Sudest asiatico, dell’Estremo Oriente e dell’Australia e Nuova Zelanda (queste ultime con 51 voli settimanali). Con queste importanti novità la compagnia asietica spera di confermare il trend di svilupo registrato nel periodo gennaio/novembre 2006 con una crescita del fatturato del 25% nel settore passeggeri e del 48% nelle merci, rispetto allo stesso periodo del 2005. Angelo Sessa

Più passeggeri per Austrian Airlines

C

LETTERE AL DIRETTORE

on un investimento di 40 milioni di Euro Austrian Airlines aveva annunciato, già dalla scorsa estate, l’allestimento della nuova Business Class sugli aeromobili a lungo raggio, che produrrà ogni anno 30.000 passeggeri in più. Per il 2006, la previsione era già di 19.000 passeggeri di Business Class in più e si stimava un potenziale ritorno sull’investimento pari a 15 milioni di Euro ogni anno. “La nuova Business Class sarà particolarmente apprezzata dai nostri passeggeri italiani”, aveva commentato Cinzia Fabbris, Country Manager Italy & Malta di Austrian. “Il nostro traffico intercontinentale dall’Italia, infatti, è salito dal 5% al 35% tra il 2001 e il primo trimestre del 2006. La nuova Business Class sulla flotta a lungo raggio pone il nostro servizio all’avanguardia in Europa, non solo a livello tec-

nologico e di comfort a bordo, ma soprattutto in termini di attenzione al cliente”. “Il 30% del fatturato totale del Gruppo deriva dai passeggeri che volano in Business Class e che rappresentano il 13% del nostro traffico”, aveva dichiarato Joseph E. Burger, Chief Commercial Officer del Gruppo Austrian Airlines. La nuova Business Class prevede l’introduzione delle nuove poltrone completamente reclinabili ‘lie-flat-bed’ progettate su misura per Austrian e l’equipaggiamento della nuova cabina con la connessione a Internet di Connexion by Boeing® . Da giugno ha avuto inizio l’allestimento della flotta a lungo raggio e la nuova Business Class sarà disponibile progressivamente sulle rotte per Singapore, Kuala Lumpur, Melbourne, Sydney, Delhi, New York, Washington, Toronto, Mumbai, Mauritius, Phuket, Colombo, Male e le de-

su tariffe aeree ed alberghiere in tutto il mondo utilizzando un canale pubblico come la Rai. E’ disinformazione sacrosanta! Basta guardare Uno Mattina e vedere chi conduce (Luca Giurato!) per capire come siamo caduti in basso (….e li pagano anche fior fior di quattrini!).Buon anno! Cordiali Saluti.

penso che la Sig.ra Colò dovrebbe un attimo scendere dal piedistallo e dare spazio solo a ciò che le compete, ossia servizi, giochini, telefonate con i premi o altro, e lasciar fare a noi professionisti il nostro lavoro, senza interferenze da parte di chi sta dietro una telecamera e che non sa neanche di cosa sta parlando. Buon lavoro

Claudio Fulin. Studio Ciccone – Fulin – Genova

Marzia Gialtour s.r.l.- Roma

Bravi, bravissimi! Centomila complimenti! Finalmente il ‘dito’ sulla piaga Colò…

Cara Marzia, purtroppo i tuttologi sono in aumento e la Colò ne è una rappresentante. Mi domando soltanto come abbia fatto la Rai a non chiamare il presidente della Fiavet, Cassarà, dopo aver ricevuto una sua lettera con le dovute rimostranze per le - chiamiamole sciocchezze - dette dalla presentatrice. È chiaro che il nostro è un settore non molto considerato, sotto ogni punto di vista.

Danilo V. Fulin Presidente Vacanze Smeralde Genova

Grazie, sia al padre che al figlio, per l’apprezzamento dimostrato nei miei confronti. Buon anno anche a voi.

Gentile Sig. ra Liliana Leggo sempre molto volentieri le Sue parole su Travelling Interline ma nessuno è mai riuscito ad esprimere il mio pensiero così come ha fatto Lei nel servizio "Il caso Colò". Anche io come Lei

18

Gentile Sig.ra Comandè Mi risulta che siano state effettuate denunce in passato contro chi danneggiava prodotti o aziende o marchi con pubblicità negative o non veritiere ed atte solo a screditarne l’immagine, a favore di altri prodotti aziende o marchi.

S

i chiama “QUI Verona”, l’evento realizzato dalla Camera di Commercio di Verona in collaborazione con Air Dolomiti, compagnia regionale italiana del Gruppo Lufthansa presso lo “Spazio Italia” dell’Aeroporto J. Strauss di Monaco di Baviera. Una vetrina che ha voluto presentare, attraverso una formula promozionale del tutto nuova e dinamica (Spazio Italia è un’area ricavata nella sala imbrachi per l’Italia Terminal 2 dell’Aeroporto dove Air Dolomiti propone durante tutto l’anno l’immagine dell’italianità offrendo una caffetteria italiana e servizi in collaborazione con prestigiosi espositori italiani), non solo il territorio e la Città di Verona, ma soprattutto le sue opportunità turistiche, culturali e d’impresa che questo territorio è in grado di offrire. “Un gemellaggio quello tra Monaco di Baviera e Verona, che passa attraverso una compagnia aerea ideale – ha detto il rap-

stinazioni servite nei Caraibi. Il Gruppo Austrian Airlines, quarto vettore Europeo per destinazioni servite, offre una rete globale di collegamenti costituita da oltre 130 destinazioni in 66 paesi del mondo fra cui Estremo Oriente (Bangkok, Delhi, Kuala Lumpur, Mumbai, Pechino, Shanghai, Singapore e Tokyo), Australia (Melbourne e Sydney), Nord America (New York, Toronto e Washington) oltre a tutta l’Europa e in particolare l’Europa dell’Est dove opera come vettore di riferimento. Con oltre 100 aerei dell’età media di 7,6 anni, Austrian Airlines vanta una delle flotte più giovani e moderne d’Europa. L’hub di Vienna è uno dei primi aeroporti al mondo e il secondo in Europa per servizi ai passeggeri e funzionalità, con tempi di trasferimento minimi di circa 25 minuti. Dall’Italia Austrian Airlines opera 121 collegamenti settimanali da 8 aeroporti (Bologna, Firenze, Milano Linate, Milano Malpensa, Roma, Torino, Venezia e Verona) verso l’hub di Vienna.

Come la signora Colò dice di avere il diritto di sparare stupidaggini protetta dal video di un televisore (che essendo uno strumento di divulgazione di massa dovrebbe avere un organo di controllo su ciò che viene detto; l’informazione corretta è diritto di ogni cittadino, l’informazione rrata è una presa in giro e umilia l’ intelligenza delle persone) così gli agenti di viaggio hanno il diritto di difendere e ricondurre alla verità il proprio lavoro. Ho sentito di querele per offese molto meno ingombranti. Ed io mi sento molto, molto offesa da come migliaia di posti di lavoro vengano messi a repentaglio senza il minimo interesse e scrupolo proprio da chi si vanta di sostenere opere di solidarietà, oltretutto dicendo pubblicamente che la signora Colò è stata offesa. Sono disposta a dare la mia firma x querela; raccogliamole. Oppure che ci invitino in trasmissione per leggere anche noi tutte le stupidaggini che vengono dette e che possono portare il turista a gravi problemi all’estero. Non mi risulta che nelle trasmissioni di moda qualcuno si metta su un piedistallo e dica di acquistare i vestiti in internet perché è meglio. Le trasmissioni di moda parlano di moda.

presentante di Lufthansa Hub Management Munich Oliver Widmann– che collega in maniera capillare l’intero territorio italiano, e che contribuisce a veicolare l’immagine della città veneta”. “Un’immagine e un rapporto di scambio ben consolidato nel tempo – ha aggiunto Michael Kerkloh Presidente dell’Aeroporto di Monaco – che ha portato ad un aumento dei passeggeri su questa rotta del 16% , e che continuerà ad accrescere la visibilità della città bavarese e della sua struttura aeroportuale già definita “l’aeroporto più a nord d’Italia !” “Un incremento al quale Air Dolomiti – ha detto Michael Andreas Kraus Presidente e CEO di Air Dolomiti – ha voluto partecipare anche con questa iniziativa, che vede in Monaco di Baviera e in Spazio Italia uno spazio per parlare di Italia e di “regionalità” con un pubblico internazionale, fornendo nel contempo servizi di alto livello a qualunque passeggero in transito per il Nord- Europa. Un collegamento quello tra Monaco e Verona che Air Dolomiti serve con 26 voli settimanali e che negli ultimi 11 mesi ha registrato oltre 112.000 pax trasportati”. “Una vicinanza ed un’amicizia – ha sottolineato Enrico Ghinato, Vice Presidente della CCIAA di Verona artefice dell’iniziativa – che ci lega ormai da molti anni, non solo attraverso le opportunità culturali e turistiche che offre la nostra Città (leggi la stagione teatrale dell’Arena e il comprensorio del Lago di Garda), ma soprattutto per i rapporti commerciali che ogni anno continuano sempre più a consolidarsi con le oltre 110.000 imprese distribuite negli 11 distretti industriali (sono 46 in tutto il Veneto), presenti nel territorio scaligero”. La presentazione che ha visto anche la partecipazione della Camera di Commercio Italiana a Monaco di Baviera, si è conclusa con la degustazione di alcune tipicità territoriali veronesi. Davide Pavanello

Punto. Che le trasmissioni di viaggi parlino di geografia. Così io, che faccio l’agente di viaggio e non la presentatrice, non parlerò di spettacoli. Grazie per l’ attenzione e scusi lo sfogo Laura / TubiViaggi Ferrara

Cara Laura, che altro aggiungere a quanto già detto?Il problema è che nessuno oggi sta al proprio posto e fa continue invasioni di campo anche quando non le dovrebbe fare. Detto fra noi, credo che ormai la questione Colò sia già stata archiviata da tutti…fino alla prossima occasione. PS Grazie a quanti testimoniano ad ogni mio editoriale la loro simpatia e stima nei miei confronti. Un sincero e ‘ufficiale’ ringraziamento va a Tina Polvani – della Polvani Tours di Roma – che non manca mai di telefonarmi ad ogni uscita diTravelling Interline per commentare insieme i miei articoli di fondo, che condivide sempre. Grazie, veramente grazie di cuore, e a tutti voi auguro un 2007 diverso…e sono sicura che mi avete capito sulla parola ‘diverso’.

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

 Lubiana

SLOVENIA Bellezze alpine e dolcezze del Mediterraneo presente: la cosmopolita Lubiana ha tutto quello che si può chiedere ad una metropoli ed è la capitale di una nazione, la Slovenia, che nel 2004 è entrata a far parte, a pieno diritto, dell’Unione Europea.

 Postumia e Predjama:

avventure sotterranee

Lubiana scompare dolcemente dietro le increspature delle soleggiate Alpi, viaggiando attraverso la regione del Carniola, su una rete stradale funzionale e scorrevole. Quali segreti e bellezze si celano nel sottosuolo carsico della Slovenia? Postumia è considerata la regina del mondo sotterraneo delle grotte, la perla del Carso. È un intreccio di 20 chilometri di gallerie, cunicoli e sale dove la goccia, non solo scava nella pietra, ma la modella. La grotta può essere percorsa, per un buon tratto, a bordo di un trenino che permette di ammirare, comodamente seduti, lo scorrere dell’imponente bellezza di stalattiti e stalagmiti. Per tutto l’anno, la temperatura è di 8° centigradi, habitat ideale per il misterioso e raro Proteus o “pesce umano”, animaletto delle tenebre. Il fiume sotterraneo Pivka ha plasmato il sistema di grotte, con una ricchezza di concrezioni calcaree colorate dal bianco al rosa, dal grigio all’avorio. Per chi è animato dal desiderio di scoprire mondi nuovi, con un’esperta guida è possibile avventurarsi in alcune parti della grotta non aperte alle visite di massa. Scendendo nelle viscere del Carso sembra di precipitare nei gironi danteschi, ma par anche di udire le note di una musica antica e misteriosa dalle canne d’organo delle stalattiti. A soli 10 chilometri dalle grotte di Postumia l’avventura continua, nella leggenda medioevale del Castello di Predjama. Poderoso, provocante e inespugnabile, il castello da oltre 700 anni domina dalla roccia alta 123 metri. Avvicinandosi al castello, si avverta ancora la presenza del cavaliere predatore Erasmo e di qualche draghetto sputafuoco. La romantica e affascinante leggenda narra che il cavaliere dopo aver strenuamente resistito agli assalti dei nemici, fu tradito da un servo infedele. Il misterioso mondo sotterraneo del castello si apre in cunicoli e grotte nelle quali possono accedere i visitatori più coraggiosi. All’esterno, la natura si fonde con la struttura del castello scavato nella roccia: le foreste della Notranjska colorano di verde acceso l’o-

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

rizzonte, all’incredibile azzurro del cielo rispondono le acque cristalline dei fiumi.

 Bled: il presente

conserva il passato come nelle favole dei bambini

Da oltre mille anni il lago di Bled attrae e ammalia; come per incantesimo, un antico castello appare in tutta la sua magica bellezza. Sulla roccia che dal lago ascende a piombo per 100 metri, si eleva una torre romantica da cui si può ammirare il panorama e una parte della regione della Gorenjska. Teste coronate e grandi artisti hanno visitato questi tesori naturali rendendoli ancora più fiabeschi. Al centro del lago emerge l’isolotto, meta di romanticissime gite in barca. Gli antichi popoli Slavi venivano qui a venerare la divi-

nità di Ziva, che simboleggiava l’amore e la fertilità. Gli sposi si giurano eterno amore e fedeltà mentre salgono su per la scalinata e raggiungono la chiesetta; eterni sono i rintocchi della campana della felicità che suona per realizzare tutti i desideri dei visitatori. Un desiderio è vivere giornate indimenticabili a Vila Bled, un albergo che si affaccia completamente sulle sponde del lago, già residenza dell’ex presidente Tito. La cittadina di Bled si trova ai margini del Parco Nazionale di Triglav, l’unico parco nazionale della Slovenia. Le meraviglie naturali e l’aria fresca delle Alpi invitano ad una remata o a dedicarsi alla pesca, al ciclismo e al golf. Golfisti provenienti da tutto il mondo sono attratti dal bellissimo campo di Bled. È un’esperienza veramente unica giocare a golf in un paradiso naturale, tra le Alpi Giulie e il pittoresco lago. La fama internazionale di Bled è dovuta all’apertura del centro climatico, voluto negli anni venti dall’hidropata svizzero Arnold Rikli: i Sava Hoteli Bled offrono programmi di rilassamento, piscine d’acqua termale, massaggi e saune, solarium e centri di bellezza, tutto immerso nella natura più pura. Scrisse Rikli: ” Ogni nostro pensiero, respiro, battito del cuore, sensazione, convinzione e gesto mandano al corpo dei segnali che influenzano tutto il nostro essere”. Antonella Pino d’Astore

19

REPORTAGE

Ecco una bell’idea per un week -end diverso, lontano da suoni e frastuoni della metropoli. Solo un’ora di volo da Roma, e nel cielo brillano le stelle di Lubiana. Una Capitale a misura d’uomo, per dimenticare il traffico cittadino, per assaporare la lentezza scandita dai rintocchi di vetuste campane. L’aria è frizzante e stimolante, l’atmosfera è calda e giovanile: la città vive e respira nei tanti piccoli locali pubblici, nei cortili e nelle piazzette. È venerdì sera, tra le chiacchiere si sorseggia birra o del buon vino locale, il Teran, mentre gli occhi s’inebriano con l’architettura barocca e liberty delle case, dei monumenti, delle chiese e dei castelli di Lubiana. Un architetto di fama mondiale, Joze Plecnik, scomparso nel 1957, ha lasciato in questa sua città natale un’impronta inconfondibile. Negli anni ’70 è iniziato il ripristino culturale del centro storico della capitale slovena; un soffio di vita ha risvegliato le vie conservando il lustro delle vecchie case borghesi. Artisti, poeti, scrittori si danno appuntamento qui, nel cuore della città, dove il barocco si fonde nel liberty, dove innovazione e tradizione convivono in armonia e dove nascono idee, progetti ed eventi culturali di fama mondiale. Il risveglio è tutto verde nella città con lo sguardo che volge a nord verso le Alpi e il cuore verso il mare Adriatico. I salici del parco cittadino si adagiano dolcemente sulle acque verdi del Ljubljanica nella Città vecchia. Come quadri dipinti dai vividi colori, appaiono i barcaioli sul fiume e, lungo le stradine, le fioraie che confezionano bouquet per tante storie d’amore. Ciclisti ed escursionisti esplorano la città in tutta tranquillità, dalla Chiesa dei Francescani al Triplice Ponte, dal Duomo al Castello di Lubiana, sul colle boscoso. Il visitatore è colpito dall’ordine e dalla cura del paesaggio, dalla diligenza nordica e dal calore e cortesia tipica della gente del Mediterraneo. Dopo la guerra dei Balcani, i Lubianesi hanno riscoperto il piacere di vivere la propria città, d’incontrarsi nelle piazze e nel grande Mercato Centrale. Nel fine settimana tutti, gente comune, attori, artisti, anche politici, frequentano il mercato che è il simbolo più vivo della convivenza etnica. I Bosniaci vendono le borse; gli Albanesi espongono la frutta migliore nelle tipiche bancarelle inclinate. In questo mercato non c’è posto per i grossisti: le fioraie Slovene vendono fiori di campo, i Rom confezionano bouquet con i fiori provenienti dall’Olanda. I prodotti d’artigianato più originali sono i quadretti di legno che coprono gli alveari, pieni di prezioso miele della Kranjska, l’ape autoctona. L’aria frizzante stimola l’appetito ed ecco che si diffondono i profumi delle zuppe di orzo, di farro, di crauti, della salsiccia, del tipico dolce Potiza. Passeggiare a Lubiana, la domenica mattina, significa avventurarsi nel passato e nella nostalgia del Mercato delle pulci. Qui convergono storie di vita passate: vecchie cartoline raffiguranti la città, ritratti di personaggi potenti del secondo dopoguerra, lumi a petrolio, ceramiche, vetro e ferro battuto. Nostalgia del passato e orgoglio del

NB. Nelle quote dei viaggi pubblicati non sono state inserite le quote di apertura pratiche, assicurazione, adeguamento carburante ed eventuale supplemento accompagnatore da richiedere alla segreteria del CLUB

LEGENDA ABBREVIAZIONI A.I. All Inclusive - B/B- pernottamento e prima colazione - HTL hotel ABF american breakfast - H/B mezza pensione F/B pensione completa - SGL camera singola - DBL camera doppia TPL camera tripla - A/R andata e ritorno - APT aeroporto Over 50 apensionati di comp. aerea

A causa dell’elevato numero di offerte di viaggio non è possibile inserle tutte nella rivista. Vi preghiamo di consultare il nostro sito www.interlinegroup.it aggiornato quotidianamente con viaggi in Italia, all’estero, crociere, tour, vacanze benessere, ecc… Solo volo a/r fino al 31/3/07. Solo per ADV, T.O., dip. comp. aeree, soc. aerop. (Adr, Sea, Save, Gesac, Sogeap, Sacbo ecc), Polizia aer., Dogana aerop., Cargo agents solo aer.., rent a car + 1 acc. Quote valide a pax sia per il dip. sia per 1 acc.. BANGKOK € 274; KUALA LUMPUR-SINGAPORE-MANILA-SAIGON-HANOI € 406; JAKARTA-DENPASAR € 450; TAIPEI-KAOHSIUNG-HONG KONG€ 384. TOKYO-NAGOYA-FUKUOKA-OKINAWA-HIROSHIMA € 406; SYDNEY- BRISBANE € 472. Suppl. Dynasty Class a tratta €250.

SEYCHELLES Le offerte sono valide fino al 4/2/07; dal 26/2 al 23/3/07; dall’1/5 al 20/7/07 e dal 19/8 al 20/12/07. Stand by a 14 giorni dalla partenza. NB in caso di overbooking la compagnia aerea si riserva il diritto di non imbarcare i passeggeri con tariffa interline. Programma riservato ai dipendenti di compagnie aeree con Reso Iata 788, Soc. aeroportuali (Sea, ADR, Save, Gesac ecc…), agenti di viaggio (con reso Iata 880) e spedizionieri internazionali IATA (queste due ultime categorie hanno un supplemento di ? 110) + coniuge o convivente riconosciuto con supplemento di € 100. Part. da Roma il sabato e il martedì . Viaggio base di 6nts/8gg con possibilità di estensioni sulla base dell’operativo della compagnia aerea, comprensivo di trasf. aeroporto-hotel-aeroporto e assicurazione medico-bagaglio.

PRASLIN

Hotel-Periodo

Quota a pax Quota a pax Quota a pax in DBL in SGL in TPL

BERJAYA PRASLIN BEACH BB 725 HB 950

Notte in SGL

Notte Quota CHD in TPL in 3° letto

Notte CHD

920 1.196

775 980

42 80

74 121

51 85

510 610

15 46

1.355

965

95

148

82

638

38

874 1. 072

670 867

54 93

91 130

52 90

499 604

26 46

1.070 1.265

740 945

66 103

115 155

60 99

415 515

26 46

ACAJOU HB

MAHÈ

Notte in DBL

1.020

BERJAYA MAHÈ BEACH BB 676 HB 8740 BERJAYA BEAU VALLON BAY BB 770 HB 960

Solo volo A/R fino al 31/1/07. Solo per ADV e T.O., dipendenti comp. Aeree, Spedizionieri internazionali (categoria A) , Soc. aerop., Enac, Enav, Rent a car, vigili del fuoco aeroportuali (categoria B). Destinazioni e quote. AFRICA: Addis Abeba (Ethiopia) e Hargeisa (Somalia) per dip. A € 404, dip. B € 566. Abijan (Senegal), Accra (Ghana), Bamako (Mali), Brazeville (Congo), Dakar (Costa D’Avorio), Duala (Cameroon), Laos (Nigeria), Lome (Togo) per dip, A € 429, dip. B € 600. Bujumbura (Burundi), Dar Es Salam (Tanzania), Djibuti, Entebbe (Uganda), Harare (Zimbabwe), Kartoum (Sudan), Kilimanjaro (Tanzania), Juba (Sudan) per dip, A € 379, dip. B € 531. Johannesburg (Sud Africa), Nairobi (Kenya) per dip, A € 329, dip. B € 461. Kigali (Ruanda), Kinshasa (Congo), Lilongwe (Malawi), Luanda (Angola), Lusaka (Zambia), Ndjamena (Chad) per dip, A € 429, dip. B € 600. ASIA: Bombay (India), Delhi (India) per dip, A € 429, dip. B € 600. Bangkok (Thailandia), Pechino (Cina), Guangzhou (Cina), Hong Kong (Cina) per dip, A € 529, dip. B € 741. 1 accompagnatore paga la quota del dip sotto categoria B.

MAHÈ

PRASLIN

SISTEMAZIONE IN GUEST HOUSES BEACH VILLA GUEST HOUSE BB

860

705

45

66

40

58

22

BB HB

685 808

850 980

620 750

50 72

80 99

40 62

505 565

25 33

BB

717

865

—-

57

82

—-

—-

940

750

54

79

47

546

19

1.120

——-

77

107

——-

575

24

DANIELLA’S BUNGALOW

BB

LADIGUE

730

LAZARE PICAULT BERNIQUE GUEST HOUSE BB

791

Solo volo A/R fino al 31/12/07 salvo periodi embargo. Stand by 30gg. Part. da Mxp, Rm, Vce e Pisa solo periodo estivo. N. max di viaggi l’anno 1 Tkt medio raggio e 1 Tkt lungo raggio. Quota ADV: Helsinki € 60; 1 accomp. € 120, CHD 2/12anni € 60, inf. € 12 Rovaniemi € 130; 1 accomp. € 190, CHD 2/12anni € 130, inf. € 19 Tallin € 90; 1 accomp. € 150, CHD 2/12anni € 90, inf. € 15 Vilnius, Riga € 130; 1 accomp. € 190, CHD 2/12anni € 130, inf. € 19 Stoccolma € 100; 1 accomp. € 200, CHD 2/12anni € 100, inf. € 20 BangkokSingapore-Hong Kong, Pechino-Shanghai, Canton € 200; coniuge, convivente e figli € 300 Tokyo-Osaka-Nagoya € 250; coniuge, convivente e figli € 350 New York € 200; coniuge, convivente e figli € 300.

TOURNESOL GUEST HOUSE HB

930

PENSION MICHEL GUEST HOUSE HB

860

1.050

850

65

96

61

690

39

915 1.025

1.140 1.250

——-

79 98

120 139

——-

——-

——-

CHATEAU ST CLOUD BB HB

COMBINAZIONI DI 2 ISOLE MAHE’ + PRASLIN Sistemazione in htl (con possibilità di farlo anche con le guest houses). Le quote comprendono i voli - anche interni - i doppi trasf. aptoporti-hotels-aptoporti, assicurazione medico-bagaglio, 6nts/8gg base con possibilità di estensioni (anche a La Digue). 3 NTS AL BEAU VALLON BAY + 3 NTS AL PRASLIN BEACH Quota a pax in DBL in BB € 885, in HB € 1.080 3 NTS AL BEAU VALLON BAY + 3 NTS ALL’ACAJOU Quota a pax in DBL in HB € 1.120

COMBINAZIONI DI 3 ISOLE MAHE’ + PRASLIN + LA DIGUE Le quote comprendono i voli - anche interni + barca veloce e i trasf. apt.-htl-apt., ass. medico-bagaglio , 6nts/8gg base con possibilità di estensioni. 3 NTS BEAU VALLON BAY+ 3NTS PRASLIN BEACH + 3NTS CHATEAU ST. CLOUDE Quota Dip. in DBL HB € 1.415 3 NTS BEAU VALLON BAY+ 3NTS ACAJOU + 3NTS CHATEAU ST. CLOUDE Quota Dip. in DBL: in HB € 1.415 3 NTS DANIELLA’S BUNGALOW MAHE’ + 3 NTS LAURIER GUEST HOUSE PRASLIN + 3 NTS TOURNESOL GUEST HOUSE LA DIGUE Quota Dip. In DBL in BB € 1.075, in HB € 1.250

20

Solo volo A/R fino al 30/3/07 (escluso 16-19/3/07) Stand by 7gg dalla part.. Riservato a ADV e T.O., comp. areop. e Soc. areop. No sunday rule. Destinazioni e quote. Previsto 1 solo accompagantore. Da Fco, Lin per Atene e Salonicco Dip. € 70, acc. € 80; il resto della Grecia Dip. € 90, accomp. € 100; da Atene a Sofia o Bucarest Dip. € 80, accomp. € 80, Dal resto della Grecia per Sofia o Bucarest a/r Dip. € 90, accomp. € 100; da Athene e Salonicco (dall’1/12/06) per Il Cairo a/r Dip. € 70, accomp. € 80, Dal resto della Grecia per il Cairo a/r Dip. € 90, accomp. € 100. Tratte interne anche per le isole: da Atene Dip. € 35, accomp. € 45; da Salonicco dip. € 45, accomp. € 55

Solo volo a/r fino al 31/3/07 solo per ADV e TO IATA.Std by a 4 settimane dalla part.; emissione entro 72H e 7gg prima della part.. Il viaggio deve terminare entro il 1/4/07. Destinazioni e quote: Vienna-Graz-

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

Innsbruck-Klagenfurt-Linz-Salzburg ADV € 54, 1 accomp. € 79. Pechino-Shangai ADV € 169, accomp. € 219. New York-Washington ADV € 189, 1 accomp. € 239. Damasco-Cairo-DubaiTehran-Tel Aviv-Bombay-Delhi adv € € 199, accomp. € 249. Kathmandu-Mauritius-Tokyo-Toronto € 229, accomp. € 279

Solo volo A/R fino al 31/3/07 da FCO via KUL. Std by 1mese o a meno di 7gg. Min. stay 6gg per Malesia, 7gg per Australia e N.Zelanda. Max stay 45gg per Malesia e Sudest asiatico, 3mesi per Australia e N.Zelanda. Quote e dest.zioni Kuala Lumpur o con 1 volo interno nella penisola malese (Alor Setar, Johor Baru, Kota Bharu, Kuala Terengganu, Kuantan, Langkawi, Penang) Dip. € 270, 1 accomp. € 370. Kota Kinabalu, Kiching, Sandakan, Tawau, Bintulu, Sibu, Labuan, Miri Dip.€ 300, 1 accomp. € 400 Denpasar (Bali) o Jakarta Dip. € 350, 1 accomp. € 450 Singapore Dip.€ 290, 1 accomp. € 390 Hanoi e Ho Chi Minh City (Vietnam) Dip. € 380, 1 accomp. € 480 Bangkok -Phuket (Thailandia) Dip. € 330, 1 accomp. € 430 Adelaide, Brisbane, Melbourne, Perth, Sydney (Australia) Dip.€ 510, 1accomp. € 610 Auckland (Nuova Zelanda) Dip. € 560, 1 accomp. € 660. Dettagli completi deel’offerta sul sito ns sito internet

DAKAR Solo volo a/r in std by 14gg dalla part. Valido max 21gg. Riservato agli ADV e TO. Part. da Mxp il merc., ven., dom..quota ADV € 200, 1 accomp. € 250. Le quote sono da riconfermare

PRAGA Offerta valida fino al 15/3/07. Riservato agli ADV e TO, merci, Compagnie aeree, ENAV, SITA, Civilavia, Enti aerop.. Volo + sogg. in BB. Quota a pax Dip. in DBL. City Club 3* 2nts € 91; 3nts € 109; 4nts € 127; Prague Centre 3* 2nts €102; 3nts € 126; 4nts € 149; City Centre 3* 2nts € 117; 3nts € 139; 4nts € 164; U Krize 3* 2nts € 117; 3nts € 139; 4nts € 164; Roma 4* 2nts € 140; 3nts € 170; 4nts € 210; Caesar Palace 4* 2nts € 142; 3nts € 175; 4nts € 212; Rokoko 4* 2nts € 145; 3nts € 188; 4nts € 220; Iron Gate 5* 2nts € 218; 3nts € 290; 4nts € 361.

Argentina & Patagonia Quote su richiesta c/o la sede dell’IIC

Australia Cod. 102 Fino al 30/3/07 (escluso 15/1211/1/07)Std by 1mese dalla part.. Volo da Rm + nolo auto 10gg + 1nte a Kuala Lumpur + 9nts in htl in solo pernott. (13gg/10nts). Quota dip.in DBL € 1.295 Altre offerte sul sito www.interlinegroup.it

Bali Quote su richiesta c/o la sede dell’IIC e sul sito www.interlinegroup.it

Birmania Cod. 102 Part.il 4/3/07 gruppo minimo 20 pax. Tour di 7nts/9gg. Volo Qatar da Rm e Mxp + voli interni Air Bagan o Air Mandalay o Yangon Airways + trasf. in pullman GT con aria condizionata, tour come da programma in FB, guida parlante italiano durante il tour, servizi , biglietti di ingresso ove previsti,accompagnatore dall’Italia. Quota dip.in DBL € 1.369

Cod. 368 Volo da Mxp il mart. + trasf. + tour in FB + guida-accompagnatore parlante italiano.Quota dip. in DBL.Tour Mingalabar Milano-Yangon-Bagan-Mandalay-Heho-Lago Inle-Yangon-Milano € 1.498 Tour Sadù Sadù Milano-Yangon-Heho-Lago Inle-Mandalay-Mingun-Bagan-Yangon-Milano € 1.640 Tour Birmania Reale Milano-Yangon-Bagan-Ngapali-Yangon-Milano: Htl comfort € 1.296, Htl lusso €1.689 Tour Arakan Milano-YangonMrauk-U-Ngapali-Yangon-Milano € 1.515 Tour Triangolo D’oro Milano-Yangon-Heho-Lago InleHeho-Kengtung-Yangon-Milano € 1.489 Tour Magico Irrawaddy Milano-Yangon-Bagan-Pandaw IIMandalay-Heho-Inle-Heho-Yangon-Milano € 1.640

Brasile Cod. 368 fino al 3/5/07 Volo da Mxp + trasf. + sogg. 7nts/9gg c/o Dbeach Resort 4* in FB (prima colazione brasiliana, pranzo e cena a buffet, con 28 bevande da consumarsi durante i pasti). Quota a pax Dip. in DBL (min.2pax) fino al 22/2/07 € 745; dal 2/3 al 29/3/07 € 695; dal 5/4 al 3/5/07 € 595 Cod. 255 fino al 6/4 con part. a date fisse. Volo + trasf., 7nts in BB. Quota Dip. in DBL. Natal htl 3* € 935, htl 3* sup. € 955, htl 4* sup. € 1.049. Pipa htl 4* sup. € 1.079 Cod. 157 fino al 30/4 Tour del Brasile 10gg/8nts in BB in Htl 4* (Rio de Janeiro – Foz do Iguassu – Salvador de Bahia) € 2.094

Cambogia Cod. 368 fino al 31/3/07 Volo da Fco e Mxp + trasf., 13gg/10nts + guida ed esc. in italiano. Quota Dip. in DBL. Tour Vietnam in FB e Cambogia in HB ( Hanoi-Halong Bay-Danang-Ho Chi Minh-Siem Reap-Phnom Penh) € 2.023. Tour Thailandia, Laos e Cambogia in HB ( Bangkok-Vientianne-Luang Prabang-Siem Reap-Phnom Penh) € 2.295

Capo Verde

Cod. 102 Volo + trasf., 6nts da Rm e Vrn (suppl. di € 50), 7nts da Mxp e Bgy + trasf. c/o Htl Club Italiano 4* in AI. Quota dip. in DBL: ADV € 440, altri Dip. € 599. Le quote potrebbero subire delle modifche. Cod. 414 Volo + trasf., 7nts/8gg in formula Roulette 4* in AI. Quota dip. in DBL € 665

Caraibi Anguilla - Antigua - Aruba - Bahamas - Barbados - Bonaire - Curacao - Cayman - Tortola - Virgin Gorda - St Croix - St. Thomas - Trinidad & Tobago - Turk & Caicos - St. Barth - St. Lucia St. Martin. Quotazioni c/o la sede dell’ IIC CAYMAN Cod. 171 fino al 31/3 volo + trasf., 7nts c/o Htl Comfort Suite 4* in solo bed. Quota Dip. in DBL € 1.287 GRENADA Cod. 171 fino al 31/3 volo + trasf., 7nts. Htl Rex Grenadian 4* in solo bed € 927 CUBA Cod. 143 fino al 30/4/07 Volo + trasf., 7nts/9gg in AI. Quota Dip. in DBL. Htl Occidental Grand Playa Turquesa 4* da € 790; Htl Brisas del Caribe 4* da € 810; Htl Barcelo Solymar 5* da € 850; Htl Barcelo Marina Palace 5* da € 910; Htl Playa Costa Verde 4* dal5/1/07 da € 999. Cod. 110 fino al 30/6 Volo + trasf., 9gg/7nts in AI. Quota Dip. in DBL. Esplora Cafè Los Delfines 3* sup. da € 860; Htl Colralia Playa de Oro 4* da € 985; Esplora Cafè Playa Pesquero 5* da € 1.030; Brisas Guardalavaca 4* da € 915; Barcelo Cayo Largo 4* da € 920; Sol Cayo Largo 4*sup. da € 1.009 Cod. 137 Volo + trasf., 9gg/7nts in AI. Quota dip. in DBL: Club Atlantico genn/febb € 1.015, marz/apr. € 1.065 Cod. 249 fino al 30/6/07 Volo + trasf., 9gg/7nts in AI. Quota dip. in DBL. Eden Village Playa Alameda 5* da € 865; Eden Coralia Club Playa de Ora da € 780; Eden Village Cayo Largo da € 750; Eden Sol Cayo Largo 4* da € 940 JAMAICA Cod. 154 fino al 27/4/07 Volo + trasf., 9gg/7nts in AI. Quota dip. in dBL. Fun Holiday Beach Resort 3*/Negril da € 1.025; Starfish Beach &

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

Fun Resort 3*suo/Falmouth da € 1.150 Cod. 110 fino al 30/6 Volo da Mxp + trasf., 9gg/7nts in AI. Quota dip. in DBL. Negril Gardens 3*sup. da € 1.084, Htl Bahia Principe Jamaica 5* da € 1.275 Cod. 171 fino al 30/3 Volo da Mxp + trasf., 9gg/7nts. Quota dip. in DBL Sunrise Club 3* in solo bed da € 748, Htl Bar-B-Barn 3* in BB da € 801; Htl Merril’s Beach 1 & 3 3* da € 924; Htl Merril’s Beach II 3* in AI da € 959 MESSICO Cod. 143 fino al 30/4/07 Volo da Rm., Mxp, Bol. + trasf., base 7nts/9gg in AI. Quota Dip. in DBL. Htl Viva Maya 4*da € 890; Htl Grand Coco Bay 4*€ 990. Cod. 469 fino al 20/3 Volo + trasf., 7nts c/o Carmen Inn 3* in BB. Quota dip. in DBL da € 841 Cod. 249 fino al 30/6/07 Volo + trasf., 9gg/7nts in AI con Eden Viagi. Quota dip. in DBL. Barcelo Maya Beach e Maya Caribe 5* da € 1.060 Cod. 154 fino ad apr. 07 Volo + trasf., 9gg/7nts in AI. Quota dip. in DBL. Gran Coco Bay 4* da € 1.450; Club Copacabana 5* da€ 1.190 Cod. 186 fino al 30/4 volo + trasf., 9gg/7nts c/o Htl Kai-Kaana 3* in HB. Quota dip. in DBL da € 1.029 Cod. 300 con Valtur fino al 24/4/07 Volo + trasf. + visite/escursioni con guida in italiano + Htl in HB e Htl 5* in AI a Tulum. Quota Dip. in DBL. 16gg/14nts Tour Chiapas + Yucatan + Tulum da € 2.648; 9gg/7nts Tour Yucatan + Tulum da € 1.895. Cod. 115 Volo + trasf., + 7nts in BB. Quota Dip. in DBL. Tierra Maya (10gg/8nts): Cancun-MeridaCampeche-Palenque-Calakmul da € 1.615. Mini Tour Classico (10gg/8nts): Città del Messico-Chiapas e Yucatan da € 1.710. Gran Tour del Messico (10gg/8nts): Città del Messico-Oaxaca-Chiapas e Yucatn da € 1.765. Guatemala Classico (8gg/6nts): Guatemala-Antigua-Atitlan-Chichicastenago da € 1.206. Guatemala e Belize (12gg/10nts) da € 2.095. Speciale Ecoturismo, Isla Holbox o Tulum da € 1.053. SANTO DOMINGO Cod. 143 fino al 30/4/07 Volo da Mxp, Mil., Blq, Rm + trasf., 7nts/9gg in AI. Quota Dip. in DBL. Viva Dominicus residence 4*da € 710; Viva Dominicus Beach 4*da € 790; Coral Canoa by Hilton 4*da € 810. Cod. 154 fino al 26/4/07 Volo da Mxp + 7nts/9gg in AI. Quota dip. in DBL. Htl Casa Marina Bay 4* genn. € 680, febb e marzo e dal 5 al 26/4 € 1.195, 22-29/3 € 1.020. Cod. 182 fino al 2/4 Volo + trasf., 9gg/7nts in AI .Quota dip. In DBLHtl Coral Canoa 4* € 1.169; Htl Gran Bahia Principe Punta Cana 5* € 1.305; Ocean Blue Golf & Beach Resort 5* € 1.345, Htl Majestic Colonial Punta Cana 5* € 1.349 Cod. 219 fino al 23/4/07 Volo + trasf., 9gg/7nts in AI c/o I Grandi Viaggi Gran Bahia Principe Bavaro. Quota dip. in DBL: 1/1/07 € 1.935; 8-29/1/07 € 1.424; 5/2-2/4/07 € 1.512; 9-23/4/07 € 1.352€ Cod. 171 volo + trasf.,7nts/9gg in AI. Quota dip. in DBL. Htl Playa Esmeralda 3* € 828; Htl Viva Plya Dorada 3* in AI € 954; Bahia Principe Cayacoa 5*€ 1.035; Viva Dominicus Residence 3* € 1.071; Htl Coral Canoa 4* € 1.089

Canada Offerte sul sito www.interlinegroup.it

Capitali Baltiche Cod. 128 Tour con guida in italiano. Volo + trasf., 8gg/7nts in Htl 4* con pasti come da progr. Itinerario: Vilnius-Riga-Tallin. Quota dip. in DBL 7 e 21/3 € 1.035

Cina Cod. 125 Part. il 5 e 12/2 Volo da Rm e Mxp + trasf., 8gg/7nts in FB + 5nts Pechino e 2nts Xi’An. Quota dip. In DBL: ADV € 690, altri Dip. € 740. Tour con part. a date fisse, volo + trasf., + visite ed escursionei con guida in italiano in BB. Quota a pax dip. in DBL min. 2pax Gran tour della Cina (PechinoXi’An-Shanghai-Hangzhou) 12gg/10nts fino al 28/2 € 2.085, 28/2-31/3 ? 2.105. Tour ?Le Tre Meraviglie? (Pechino-Xi?An-Shanghai) 9gg/7nts fino al 26/2 € 1.780, 12 e 24/2 € 1.814. Cina

Shanghai e Hangzhou 8gg/6nts fino al 25/3 € 1.365. Tour Margherita (Shanghai-ZhujiajiaoSuzhou-xian-Pechino) 10gg/8nts fino al 20/3 min. 6 pax, 6 e 20/2 € 1.299, 4-6-20/3 € 1.557

Colombia Cod. 368 fino al 30/3/07 Std by 5gg dalla part. Volo da Mxp + voli interni Cartagena/San Andrei + trasf., 7nts/9gg. Quota dip. in DBL (min. 2pax). Las Americas Beach Resort in HB € 645; Htl Capilla Del Mar in BB€ 645; Htl Decameron € 670; Htl Sofitel Santa Clara in BB € 875. 2nts Cartagena + 5nts San Andres in AI € 845/€ 860

Crociere Cod. 161 Solo crociera di 11nts con part. dalla Florida. MSC OPERA it. n°22 5 e 27/2, 21/3/07: Fort Lauderdale-Costa Maya-P. Limon (Costa Rica)-Cristobal (Panama)-Santa Marta (Colombia)-Curacao (Antille Olandesi)-Samanà (Cayo Levantado)- Fort Lauderdale. It. n°23 con part. 16/2, 10/3 e 1/4/07: Fort Lauderdale – San Juan (Puerto Rico)-St. Marten-Grenada-Barbados-St. Lucia-Tortola (IVB)- Samanà (Cayo Levantado)- Fort Lauderdale. MSC LIRICA It. n°24 part. 11/2, 5/3, 27/3 e 7/4/07: Fort Lauderdale – Puerto Rico-St. Marten-Grenada-Barbados-St. Lucia-Tortola (IVB)- Samanà (Cayo Levantado)- Fort Lauderdale. It. n°25 part. 31/1, 22/2, 16/3 e 7/4/07: Fort Lauderdale – Ocho Rios (Jamaica)-Cartagena (Colombia)-S. Blas (Panama)- P. Limon (Costa Rica)-Roatan (Honduras)-Fort Lauderdale. Quote dip.in cabina DBL: interna € 770, esterna € 880 Sconto dell’11% per il Dip. su tutte le crociere MSC

Dubai Cod. 219 Volo di linea Emirates + trasf. + sogg. c/o I Grandi Viaggi Al Hamra Fort Dubai in FB + 1soft drink. Quota a pax in DBL: fino al 27/2 € 1.240; 613-20-27/3 € 1.272; 03/4 € 1.432; 10-17-24/4 € 1.352 Cod. 157 fino al 31/3 Volo + trasf., 3nts in BB. Quota dip. in DBL. Htl Al Bustan Rotana 5* € 959 (estensione 7nts Veraclub Le Grand Sable € 1.832), Htl Hilton Jumeirah Beah 5* € 1.035 (estensione 7nts Veraclub Le Grand Sable € 1.859) Altre Offerte sul sito www.interlinegroup.it

Egitto Classico Cod. 295 part. 22-29/1, 5 e12/2 Volo + trasf., 4nts crociera sul Nilo su M/N 5* + 3nts Il Cairo c/o Htl 5* + Abu simbel in aereo in FB + acqua ai pasti. Quota dip. in DBL € 765 genn, € 798 febb.

El Alamein Cod. 186 fino al 30/4/07 Volo da Mxp + trasf., 7nts/8gg c/o Alba Club El Alamein 5* in FBB. Quota Dip. in DBL da € 520. Tour delle Oasi di Siwa: 3nts in Resort a Siwa + 1nte in resort a Baharaiyya + 1nts nel deserto + 2nts al Cairo in Htl 4/5*. Quota dip. in DBL da € 749. Combinazione tour + mare c/o Alba Club El Alamein. Quota dip. in DBL. 2nts siwa + 5nts Alba Club da € 350; 4nts siwa + 3nta Alba Club da € 599

Eritrea Cod. 125 fino al 31/3/07 Volo + trasf. + sogg. in FB. Quota a pax Dip. in DBL. Mini tour con gita in barca: 3nts Asmara + 1nte Karem + 2nts Massawa + 1giorno in brca alla isole Dahlak € 785. Isole Daha-

SERVIZI A TERRA Per prenotare i soli servizi htleri potete farlo direttamente on-line entrando nel nostro sito

www.interlinegroup.it Nella home page troverete questo simpatico logo

attraverso il quale trovare l’albergo preferito è veramente facile…

lak e la costa: 1nte Asmara + 1nte Massawa + 4nts in barca alle Dahlak € 873

Europa Offerte sul sito www.interlinegroup.it e presso segreteria IIC

Galapagos

scina € 446. Sogg. 3g/2nts in HB + 1 trattamento corpo idratante o Elasticizzate o Demineralizzante o tonificante con massaggio specifico + 1 piscina idromassaggio + 1 sauna + 1 kit piscina € 279.Umbria c/o Htl Relais de Charme in BB 3gg/2nts + 1 cena + visita con degustazione al frantoio € 117

Kenya

Offerte sul sito www.interlinegroup.it

Hawaii Cod. 179 fino al 31/3/07Voli da Rm e MXP + trasf., 6nts/9gg c/o Royal Lahaina Resort 3* HB. Quota Dip. in DBL: ADV € 1.615, altri Dip. € 827. Tour delle Hawaii 14gg/11nts in solo bed: 5nts Honolulu + 5nts Kauai + 6gg di auto in BB. Quota Dip. in DBL: ADV €1.870, altri dip. € 2.112. Hawaiian Splendor 13gg/10nts in solo bed: 5nts Honolulu + 5nts Big Island + auto in BB: Quota Dip. In DBL ADV € 1.955, altri Dip. € 2.208

Honduras - Roatan Cod. 175 a genn. Volo a/r + trsf., 9gg/7nts c/o Henry Morgan Swan Club in AI soft drink. Quota dip. in DBL € 1.335. Suppl.Business Class € 600 a/r

India Cod. 102 fino al 31/03/07. Min. 2 pax Volo Qatar via Doha + trasf. + tour come da programma in Htl 4* in BB + visita a dorso d’elefante a Jaipur + guida inglese . TRIANGOLO D’ORO 7nts in BB + cena a buffet. Itinerario:Delhi –Jaipur-Agra-Delhi. Quota dip. in DBL € 1.240. TOUR RAJASTAN 12nts: DelhiAgra-Jaipur-Pushkar-Mandawa-Bikaner-JaisalmerJodhpur-Udaipur. Quota dip. in DBL € 2.080. Cod. 156 Volo + trasf. + tour in FB. Quota Dip. In DBL: Tour Deserti, Feste e Fiere del Rajasthan 12nts € 1.611. 3nts Minitour Kerala + 4nts Travancore Heritage 7nts € 1.431. Tour India del Nord in HB 7nts € 1.161. Crociera Laccadive in FB (6nts Goa-Mangalore-Laccadive + 2nts Cochin) € 1.432

Istanbul Cod. 115 fino al 31/3 Volo da Rm, Mxp e Ven. + 3nts in BB. Quota dip. in DBL. Htl 4* € 195, Htl 4* sup. € 239, htl 5* € 308

Isole del Pacifico

Cod. 267 Isole Cook fino al 31/01/07 Volo + trasf., 10gg/7nts c/o Atollo di Aitutaki Lagon Resort 4* in BB. Quota Dip. in DBL: ADV da € 2.090, altri Dip. da € 2.208. Suppl. volo € 535 Combinato 4nts Rarotonga + 4nts Aiutaki in BB stesse quote Cod. 267 Nuova Caledonia 10gg/6nts, Noumea Isola dei Pini o Lifou da € 2.891

Italia Week end, montagna, agriturismo, città d’arte, Centri Benessere sul ns sito e c/o la segreteria dell’IIC Cod. 300 VALTUR STD BY 5gg. Quota a pax Dip. in DBL. Villaggio Valtur SesTriere da € 451; Villaggio Valtur Marilleva e Villaggio Valtur Pila da € 418 Cod. 219 fino all’ 1/4/07 I GRANDI VIAGGI Std by 7gg. Quota Dip. in DBL. Villaggio La Trinitè/Valle d’Aosta da € 420; Relais des Alpes/Trentino da € 588. Poss. di conf. immediata Cod. 102 Napoli. Sogg. 2nts in BB c/o htl Nesis 4* + scooter 1giorno. Quota Dip. in DBL € 130 Cod. 235 Siena Wellness Center “Casanova”dal 31/3 al 4/8/07. Sogg. 4gg/3nts in HB 1 trattamento corpo + 1 massaggio relax + 1 massaggio relax con oli essenziali, + 1piscina idromassaggio, 2 saune finlandese + 1 solarium total body, + 1 kit pi-

Cod. 249 fino al 16/4 Volo + trasf.,9gg/7nts c/o Acquarius Beach Resort 4* con Eden Viaggi in FB. Quota Dip. in DBL da € 750 Cod. 137 fino al 20/4 Volo + trasf., 9gg/7nts. Quota dip. in DBL. Htl Karibuni villas in AI € 875, Htl Palm Tree in FB € 835 Cod. 219 fino al 6/4/07 Volo da Rm e Mxp + trasf., 9gg/7nts c/o I Grandi Viaggi Blue Bay in FB. Quota Dip. in DBL: fino al 26/1/07,dal 2/3 al 6/4/07 € 1.272; 2-23/2 € 1.352. Sconto del 40% per il Dip. In stand by 7gg Cod. 143 fino al 30/4/07 Volo da Mxp e Fco + trasf., 9gg/7nts in FB. Quota Dip. in DBL. Palm tree Club 4* in FB e Tamani Jua 3* in HB da € 840; Jacaranda Beahc resort 3* in AI da € 890; Coral Kay Beach Resort 4* da € 890. Cod. 154 Volo + trafs. 9gg/7nts. Quota Dip. in DBL. RelClub Angel’s Bay 3* sup. in AI soft genn. ADV € 430, altri dip. € 450, altri periodi e Stephanie Sea House 3* in AI soft da € 795; RelClub Sun Palm in FBB da € 899 Safari 9gg/7nts + estensione mare e solo safari c/o la sede dell’ IIC e sul sito internet

Libia Cod. 102 fino al 31/3/07. volo + trasf. + tour con guida in italiano in htl 4/5* in FB + 1bevanda + ingressi e visite. Quota a pax Dip. in DBL base 2pax. Tour 1A (Tripoli-Sabratha-Leptis Magna) 4gg/3nts € 769. Tour 1B (stesso itinerario ma 5gg/4nts) €882. Tripolitania, l’Oasi di Ghadames e i Castelli Berberi 8gg/7nts € 1.318. Tripolitania e Cirenaica 8gg/7nts € 1.333. Tripolitania, l’Oasi di Ghadames e Cirenaica 8gg/7nts € 1.823. Tripolitania, Ghadames e i laghi 8gg/7nts € 2.024. Tripolitania e antiche civiltà e un mare di sabbia 11gg/10nts € 1.996. Sahara di Fezzan e Laghi 8gg/7nts € 1.640. Il Grande Museo dell’Acacus e l’antica città di Ghat 11gg/10nts € 2.148. Riduzioni da un minimo 3 pax.

Maldive Cod. 219 fino al 27/4. Volo da Mxp + trasf., 9gg/7nts c/o in FB + soft drink c/o Club Vacanze Gangehi Relais. Quota Dip. in DBL da € 1.632. Std by 7gg dalla part SCONTO del 40% da € 1.224 Cod. 176 fino al 25/2/07 Volo da Mxp e Rm + trasf., 9gg/7nts c/o Giravaru Island Resort 3*sup. in FB. Quota dip. in DBL 1.063 Cod. 156 fino al 23/4 volo + trasf., 9gg/7nts. Quota dip. in DBL. Reethi Beach in HB/Eriyadu in HB € 1611; Vllamendhoo in HB + idrovolante/Laguna in HB € 1.665; Meedhupparu in AI + idrovolante € 1.881 Cod. 249 fino al 3/6/07 Volo + trasf., 9gg/7nts in FBB. Quota Dip. in DBL. White Sand Resort in FB da € 1.240; Ranveli Village da € 1.070 Cod. 154 fino al 30/4 Volo + trasf., 9gg/7nts c/o in FB. Quota Dip. in DBL: Holiday Island 4* sup./Paradise Island 4* sup. da € 1.280; Royal Island 5* + idrovolante in ca. garden view fino al 29/1/07 € 1.890 Cod. 143 fino al 30/4/07 volo da fco e Mxp + trasf., 9gg/7nts in FB c/o Kuramathi Village 3*sup..

l’Interline International Club è solo in Via Nazionale, 204 - 00184 Roma Tel 06/4871721 Fax 06/4871618 E-mail: booking@interlinegroup.it interline@adv.it 22

Quota dip. in DBL da € 1.215 Altre strutture sul sito internet

Malesia Quota su richiesta c/o la sede dell’IIC e sul sito internet www.interlinegroup.it

Marocco Cod. 300Volo + trasf., 7nts/8gg c/o Villaggio Classic Agadir in FBB. Quota Dip. in DBL fino al 30/3 € 528 Cod. 274 fino all’ 11/7/07 Agadir Volo + trasf., 7nts/8gg c/o Htl Riu Timida Dunas in AI. Fino al 31/1 € 669, dall’ 1/5 akl’ 11/7 € 722 Cod. 255 fino al 10/2 volo + trasf., in FB in htl 4* + visite ed escursioni e guida in italiano. Quota a pax dip. in DBL € 703 Fly and Drive, Week-end Casablanca, Fes, Agadir, Marrakesh c/o la sede dell’IIc e sul ns sito

Mar Rosso EL QUSEIR Cod. 186 fino al 30/4/07 Volo + trasf., 8gg/7nts. Quota Dip. in DBL. Htl Movenpick 5* in FBB da € 455; Htl Helioland 4* in AI da € 390 HURGHADA Cod. 186 fino al 30/4/07 Volo + trasf., 8gg/7nts. Quota Dip. in DBL. Melia Pharaoh 5* in HB da € 350; Htl Desert Rose 5* in AI da € 485 Cod. 295 Volo + trasf., 8gg/7nts in AI. Quota dip. In DBL. Htl Le Mille e Una Notte 4* genn.€ 347, febb € 391; Htl Beach Albatros 5* genn. € 434, febb € 477 MARSA ALAM Cod. 176 fino al 15/2/07 Volo + trasf., 7nts/8gg in AI. Quota dip. in DBL c/o Maxi Village Badawia Resort € 398. Htl Cinderella 3* (alcolici inclusi) € 294 Cod. 175 genn. Volo + trasf., 8gg/7nts in AI. Quota dip. in DBL. Htl Kahramana Swan Club 5* € 495; Htl Amaraya Swan Enjoy 4*€ 445 Cod. 186 fino al 30/4/07Volo + trasf., 8gg/7nts c/o Alba Club Shams Alam 4* in AI. Quota Dip. in DBL da € 430 Cod. 249 fino al 26/5/07.Volo + trasf., 8gg/7nts. Quota Dip. in DBL. Eden Village Blue Reef da € 480 Cod. 295 Volo + trasf., 8gg/7nts c/o Htl Carnelia 4* in AI. Quota dip. in DBL genn. € 426, febb. € 477 SHARM EL SHEIKH Cod 176 fino al 15/2/07 Volo + trasf., 8gg/7nts in AI. Quota Dip. in DBL. Maxi Village Sinai Garden in AI 398; htl Aida 4* € 294 Cod. 300 Volo + trasf., 7nts/8gg c/o Villaggio Classic Valtur Sinai Grand Resort in FBB. Quota a pax dip. in DBL. Grand Villag (A), In Village (B): 28/1 e 4/2 A € 526, B € 491; feb A € 552, B € 517; dal 4/3 al 29/4 A € 631, B € 582 Cod. 175 genn. Volo + trasf., 9gg/7nts in AI. Quota dip. in DBL: Zouara Swan Club € 329; Noria Swan Club € 395; tl Pyramisa 5* € 445; Laguna Vista Swan Club € 495 Cod. 249 fino al 26/5/07 Volo + trasf., 8gg/7nts in AI. Quota Dip. in DBL. Eden Village Amphoras da € 450; Eden Village Tamra Beach da € 535 Cod. 186 fino al 30/04/07 Volo + trasf., 8gg/7nts. Quota Dip. in DBL. Htl Sol Sharm 4* in FBB da € 350; Htl Sol Cyrene 4* in AI da € 390 Cod. 295 Volo + trasf., 7nts/8gg in AI. Quota dip. In DBL. Htl Viva Sharm 4* gen. € 347, febb. € 389; Tropicana Garden Palms 4* genn. € 389, febb. € 426

Mauritius Cod. 219 fino al 30/4/07 Volo da Rm e Mxp + trasf., 6nts/8gg c/o I Grandi Viaggi The Sands in FB. Quota Dip. in DBL: fino al 29/1 € 1.352; 4/2-26/3 € 1.432;: 1-30/4 € 1.512

Invitiamo i nostri lettori a consultare il nostro sito

www.interlinegroup.it aggiornato quotidianamente con le ultime offerte di viaggi

Cod. 295 Volo da Mxp e Rm + trasf., 7nts/9gg. Quota dip. in DBL. Maritim in AI € 1.470; Coralia Club Mont Choisy in FBB € 1.043 Cod. 182 fino all’8/4 Volo + trasf., 6nts/8gg c/o Htl Klondike 3*/Oasis Beach 2*sup. € 990 Cod. 154 fino al 28/4/07 Volo da MXP e Rm + trasf., base 9gg/7nts in AI. Quota Dip. in DBL: Htl Le Grand Bleau 2* genn. € 680, altri periodi da € 790; Htl RelClub Calodyne Sur Mer 3* genn. € 680, altri periodi da € 1.020; Htl La Plantation 4* da € 1.110 ; Htl Le Preskil Beach Resort 4* in AI da € 1.280 Cod. 143 fino al 30/04/07 Volo da Mxp e Fco + trasf., base 7nts c/o Htl Blue Lagoon Beach 3*sup. in AI. Quota Dip. in DBL da € 1.119 Cod. 249 fino al 3/6/07 Volo da rm e Mxp + trasf., 7nts c/o Eden Village Villas Caroline in FBB. Quota Dip. in DBL da € 1.130 Cod. 156 Volo + trasf., 7nts. Quota dip. in DBL. Htl Villas Mon Plasir in HB € 1.071; Htl Silver Beach in AI € 1.341 Disponibili altre strutture sul sito internet e c/o al sede dell’ IIC

Nuova Zelanda Cod. 179 fino al 31/1/07 Volo + voli interni + tour 15nts/16gg in auto da Auckland a Christchurch + nolo auto + 15 pernottamenti in htl. Quota dip. in DBL € 2.530. Suppl. aereo € 185 Altre Offerte sul sito www.interlinegroup.it e c/o la sede dell’ IIc

Oman Cod. 156 fino al 31/3 Volo da Mxp e Rm + trasf., 7nts. Quota dip. in DBL. Al Sawadi in HB € 1.215, Htl Shangri-là in BB € 1.253

Panama

Cod. 368 fino al 30/3/07 Std by 5gg dalla part. Volo da Mxp il venerdì + trasf. + voli interni per San Blas e Bocas del Toro. Quota dip. in DBL (min. 2pax). Royal Decameron Beach Resort Golf Spa & Casino AI € 720. 3nts al Gamboa Resort in Hb + 4notti a Costa Blanca inAI € 795. 2nts Panama City + 5nts a Portobelo in BB € 755, in FB + bevande € 945. 2nts Panama City in BB + 4nts a SAN BLAS in FB + 1nte a Panama City € 845. 2nts Panama City in BB + 4nts a Bocas Del Toro in HB + 1nts Panama City € 850 Std by 14gg, part. il 5 e 12/1/07 solo per ADV e TO per 7nts € 600

Perù Quote su richiesta c/o la sede dell’IIC e sul sito www.interlinegroup.it

Polinesia Cod. 179 Voli + trasf. + sogg. come da programma. Quota Dip . in DBL. 4nts Bora Bora in FB + 2nts Raiatea in FB + 7nts Moorea in FB + 1nte Tahiti in BB quota ADV da € 3.339, altri Dip. 3.567. 1nte Tahiti in BB + 5nts Moorea in FB + 4nts Bora Bora in FB quota ADV da € 2.327, altri Dip. da € 2.486. 5NTS Moorea in FB + 4nts Fakavara in FB + 1nts Tahiti in BB quota ADV da € 2.380, altri Dip. da € 2.542 MOOREA 10g/7nts: Resort Italiano in HB quota ADV da € 1.632, altri Dip. da € 1.743; al Moorea Pearl Resort quota ADV da € 2.107, altri Dip. da € 2.194. FAKAVARA 2nts Tahiti + 5nts Fakavara da € 2.161. BORA BORA 5nts + FAKAVARA 3nts da € 2.709. MANIHI 10gg/7nts da € 2.399. 7nts MOOREA in FB + 2nts HUAHINE in HB + 2nts Raiatea in FB + 2nts Bora Bora in FB + 1nts Tahiti in BB da € 2.954

Portogallo Cod. 255 Voli + trasf. + 4nts Madeira + 3nts Lisbona c/o htl 3* in BB. Quota Dip. in DBL da € 422. Lisbona 3nts in BB in Htl 2*sup. € 189, htl 4* da € 216, htl 4*sup. da € 243. Portogallo Fly & Drive volo + 7nts nolo auto: base 2 pax € 175, base 3 pax € 162, base 4 pax da € 153 Cod. 150 Volo + sogg. 3nts/4gg in Hbl 4* in BB. Quota dip. In DBL. Algarve da € 178 Lisbona da € 220. Porto da € 245 Estoril da € 225 Madeira da € 291. Azzorre da € 375

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

Russia Cod. 128 Mosca e S. Pietroburgo Volo da Mxp e Rm (suppl. di € 15) + trasf. + 7nts in Htl 4* in HB. Quote dip. a pax in DBL. Min. 2 pax (A), min. 6 pax (B), min. 25 pax (C): 4 e 25/2 A € 1.125, B€ 954, C€ 859; 4, 11 e 18/3 A€ 1.165, B€ 995, C€ 899

Seychelles Cod. 219 fino al 24/4/07 Volo + trasf., 8gg/6nts c/o Club Vacanze Cote D’Or in FBB. Quota Dip. in DBL da € 1.952 Cod. 154 fino al 29/4/07 Volo + trasf., 7nts/9gg in HB. Quota Dip. in DBL. Berjaya Mahè Beach 33/Mahè da € 1.190; Htl Berjaya Praslin Beach 3*/Praslin da € 1.195

Spagna Cod. 255 Volo + tour come da prog. Quota Dip. in DBL. Madrid + Tour Capitali Andaluse part. il sab. € 585. Costa del Saol/San Cristobal 3* per 7nts in BB da € 288. Madrid base 2nts in BB htl 2* da € 164. Barcellona base 2nts in htl 2* da € 174 TENERIFE Cod. 137 fino 23/4 Volo + 7nts. Quota dip. In DBL. Htl 3* in HB da € 470, Htl 3* in AI da € 510, Htl 4* in HB da € 505 GRAN CANARIA Cod. 137 fino 27/3 Volo da Bgy il mar. e gio. + 7nts. Quota dip. In DBL. Htl 2* in BB € 475, Htl 3* in HB € 555; Htl 4* in HB da € 655, suppl. FB € 65/70 a settimana. Altri periodi sul sito internet FUERTEVENTURA Cod. 137 fino 27/3 Volo da Bgy il mar. e gio.Volo + trasf., 7nts/8gg. Quota Dip. in DBL. Htl 3* in solo bed € 450; Htl 4* in BB € 620; Htl 4* in HB € 730; Htl 4* in FBB € 650

Sri Lanka Cod. 102 Tour Sri Lanka fino al 31/03/07. Volo Qatar via Doha da Fco e Mxp + trasf. + tour 5 o 7nts. Itinerario: Colombo-Anaradhapura-Sigiriya o Giritale o Habarana-Kandy. Quota Dip. in DBL. 5nts € 1.140, 7nts € 1.298. Estensione mare Sri Lanka da € 450 Cod. 156 Volo + trasf., 6nts tour in FB con guida in italiano + 5nts c/o Kuramathi Village in FB. Quota Dip. in DBL € 1.790

Stati Uniti Cod. 009 fino al 30/3/07 Volo da Rm e Mxp + Htl in solo pernott. + auto. Quota pax Dip. in DBL. Golden California 11gg/ 9nts Italia - S. Francisco – Monterey – Gold Coast – Solvang – Malibu – Los An-

geles – Las Vegas – Los Angeles - Italia Km totali 1.201 € 1.330 West Meraviglioso 12gg/ 10nts Los Angeles - Santa Barbara – Costa Californiana – 17 Miles Drive - San Francisco - Yosemite National Park – Sequoia – Visalia – Mojave Desert - Death Valley - Las Vegas - Los Angeles Km totali 2.876 € 1.141 Canyon Adventure 9gg/ 7nts Las Vegas – Zion Park – Bryce Canyon – Arches National Park – Canyonlands – Mesa Verde – Monument Valley – Grand Canyon – Las Vegas. Km totali 1.963 € 1.135. Suppl. aereo dal 20/12 al 2/01/07 € 225. TOUR Volo + tour e guida. Quota dip. In DBL. National Park Los Angeles – Santa Barbara – Lompo – Carmel Monterey – San Francisco – Yosemite – Fresno – Las Vegas – Zion – Bryce – Kanab – Page/Lake Powell – Phoenix – Scottsdale – Italia 13gg/11nts ADV € 1.254 altri dip. € 1.339; solo tour € 759 Western Triangle11gg/9nts Los Angeles – Las Vegas – Yosemite – San Francisco – Carmel – Monterey – Santa Maria – Italia ADV € 1.067 altri dip. € 1.140; solo tour € 565 Eastern Triangle 8gg/6nts New York – Cascate del Niagara – Toronto – Washington D.C. – Philadephia – Italia ADV € 1.043, altri Dip. € 1.114; solo tour € 653 Western Wonders 14gg/12ntsLos Angeles – Phoenix – Scottsdale – Sedona – Grand Canyon – Monument Valley – Page – Lake Powell – Kanab – Bryce Canyon – Zion – Las Vegas – Yosemite – San Francisco – Carmel – Monterey – Santa Maria – Italia ADV € 1.426, Altri Dip € 1.523; solo tour € 951 Golden West Adventure 8gg/6nts Los Angeles – Phoenix – Scottsdale – Sedona – Grand Canyon – Monument Valley – Page – Lake Powell – Kanab – Bryce Canyon – Zion – Las Vegas – Italia ADV € 990, altri Dip. € 1.058; solo tour € 479 Da New York a Hollywood New York – Niagara Falls – Toronto – Washington – Los Angeles – Phoenix – Scottsdale – Grand Canyon – Monument Valley – Page – Lake Powell – Kanab – Bryce Canyon – Zion – Las Vegas 14gg/12nts ADV € 1.880, altri dip € 2.009; solo tour € 1.079 Cod. 219 Volo + sogg. 3nts in solo bed. Quota Dip. in DBL. New York fino al 26/2 htl 2* € 382, Htl 2*sup. € 435, Htl 3* sup. € 450. Miami 8-12/3 Htl 3* € 425, htl 3*sup. € 535, I Grandi Viaggi The Palms in HB € 680 Cod. 157 fino al 30/4 Volo + trasf., 3nts Htl 4* New York + 7nts Veraclub Grand Oasis in AI .Quota dip. in DBL € 1.390

Sudafrica Offerte sul sito www.interlinegroup.it o c/o la sede dell’II

Per le offerte non inserite nella rivista contatta la segreteria dell'Interline o consulta il sito

www.interlinegroup.it Tanzania Cod. 219 fino al 28/4/07 Volo + trasf., + tour in HB con tratt. come da programma con i Grandi Viaggi. Quota a pax Dip. in DBL. I misteri di Ngorongoro (9gg) Arusha–Ngorongoro–Serengeti–Lago Manyara-Arusha da € 2.772 Magica Tanzania (9gg) Nairobi-Arusha-Parco Tarangire-Serengeti-Ngorongoro-Lago Manyara da € 2.484

Thailandia Cod. 368 fino al 31/3/07 Volo da Rm e Mxp + trasf., 10gg/7nts in ABF. Quota Dip. in DBL. Phuket Htl Baa Sukhothai 3* in BB € 810; Htl Hilton Phuket Arcadia 5* in HB € 957. Koh Samui Htl Impiana Resort 3*sup € 968; Htl Imperial Boat House 1° cat. € 1.041. Krabi Htl Emerald Garden Resort 3* € 793, Htl Andaman Holiday Resort 4* € 839 Cod. 143 fino al 30/4/07 Volo da Mxp + trasf., 7nts/10gg c/o Cape Panwa 4* in HB da € 920 Cod. 104 a genn.. Part. a date fisse: il 18-30/1/07 (13gg-10nts), il 19-31/1/07 (13gg/10nts).Volo da Rm e Mxp + trfs + 3nts a Bangkok Htl Twin Towers in ABF + resto del sogg. a scelta: 7nts a Koh Samui Htl Coral Cove in ABF 1.276 o 7nts a Phuket Htl Andaman Sea View in ABF € 1.276. 3nts Tour del Nord (Chiang Mai e Chiang Rai) in FB + 7nts a Phuket € 1.665 o con 7nts a Koh Samui € 1.665.

Uzbekistan Cod. 102 Volo + trasf., 8gg/7nts in tour in htl 4* e 3* in pensione completa + visite con guida. Itinerario: Tashkent - Urgench - Khiva - Bukhara - Shahresabz - Samarcanda - Tashkent. Quota Dip. in DBL : min. 2 pax € 1.543, min. 3-5 pax € 1.469; min. 6 e 7 pax € 1.359; 8 e 9 pax € 1.339; 10 pax € 1.279

Venezuela Cod. 110 fino al 31/3/07 (ultimo rientro) Volo + trasf. + assistenza, 7nts a Los Roques c/o la Posada Superior Paradiso Azul in FB. Quote dip. in DBL: € 1.392.

Cod. 186 fino al 30/4/07 Volo da Mxp + trasf., 7nts. Quota dip. in DBL. Playa El Agua 3* in AI /Porlamar 3* in BB da € 860 Offerte sul sito www.interlinegroup.it

Viaggi combinati & Giri del mondo Cod. 179 Volo + trasf. + sogg. come da progr. (dettagli c/o la sede dell’ IIC) Hawai e Polinesia 17gg/13nts € 3.087. Tokyo-Micronesia-Hawai 15gg/12nts € 3.563. Cile-Isola di Pasqua-Polinesia-Australia 19gg/15nts € 4.158. New YorkAustralia-Polinesia 22gg/18nts € 3.733. Bangkok-Australia-Fiji-Polinesia 22gg/18nts € 4.370. Polinesia e Nuova Caledonia 17gg/13nts € 3.447

Vietnam Cod. 128 fino al 20/3/07 Volo + trasf. + sogg. 10gg/8nts in Htl 4/5* in FB. Itinerario: Hanoi-Halong Bay-Huè-Danang-Hoi An-Saigon-Cantho-Chau DocPhnom Penh-Battambang-Siem Reap. Quota dip. in DBL part. 5 e 19/2, 5 e 19/3 € 3.300 Numerose offerte sul sito www.interlinegroup.it

Zanzibar Cod. 176 fino al 12/4/07 Volo da Mxp e Rm + trasf., 9gg/7nts c/o La Villa Beach Resort in AI. Quote Dip. in DBL: fino aal’1/3 € 1.180, dal 7 al 29/3 € 1.050, 4-5-11 e 12/4 € 880 Cod. 219 Volo + trasf., 9gg/7nts c/o Dongwe Club di Club Vacanze in AI. Quota Dip. in DBL da € 1.344. Std by 7gg dalla part. SCONTO del 40% per il dip. Cod. 249 fino al 29/4/07 Volo + trasf., 9gg/7nts. Quota dip. in DBL. Eden Village Zanzibar Safari Club in FBB da € 850; Eden Village Makunducho Beach in AI da € 748 Cod. 154 fino all’1/4/07 volo da Mxp + trasf., 9gg/7nts in FB. Quota dip. In DBL Htl Coral Reef Resort 3*sup. Fino FINO all’11/3 € 1.099, 18-25/3 € 990, 01/4 € 1.020.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2007 Per ricevere la rivista di cultura e turismo Travelling Interline è necessario presentare una lettera di appartenenza dell’azienda presso la quale si lavora, nella quale andrà specificata la mansione svolta. La lettera dovrà essere firmata da un responsabile dell’azienda. La quota annuale di € 39. (valida fino al 31/12/2007) dà diritto ad essere iscritti al nostro club e a partecipare alle attività sociali. Facsimile scheda di iscrizione da spedire assieme alla lettera di appartenenza e alla quota annuale a Interline International Club, Via Nazionale, 204 - 00184 Roma. Preferibilmente, compilate un bollettino di

c/c postale n° 89133003 intestato a Interline International Club ricordandovi di inviarci tutti i vostri dati.

Gli enti: ADV, compagnie aeree, ecc. possono richiedere la fattura. Cognome ........................................................................... Nome............................................................................... Nato a ............................................................................... il ...................................................................................... Codice Fiscale.................................................................... Domicilio Privato.............................................................. C.A.P. ............................... Città.................................................................... Tel .......................................................... società di appartenenza e indirizzo .................................... Tel ................................................................................... Fax..................................................................................... E-mail.............................................................................. Firma ................................................................................. GARANZIA DI RISERVATEZZA Interline International Club garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dai soci. Le informazioni custodite nel nostro archivio elettronico verranno utilizzate al solo scopo di inviare comunicazioni di servizio. In conformità alla legge 675/96 sulla tutela dei dati personali.

T R A V E L L I N G • I N T E R L I N E • I N T E R N A T I O N A L

23


TRAVELLING INTERLINE 1 07