Issuu on Google+

COME AFFRONTARE UNA SITUAZIONE DA 4 PUNTI DI VISTA DIVERSI

Analisi SWOT Umberto Santucci www.umbertosantucci.it

SWOT = iniziali di:

2

STRENGTH

WEAKNESSES

PUNTI DI FORZA

PUNTI DEBOLI

OPPORTUNITIES OPPORTUNITA’

THREATS MINACCE

umberto santucci

In principio era SWOT  Prima di affrontare qualsiasi problema o

progetto, si dovrebbe usare la matrice SWOT .  Il nome è formato con le iniziali delle parole

Strenghts (punti di forza), Weaknesses (punti deboli), Opportunities (opportunità), Threats (minacce) 3

umberto santucci

Il primo passo 

Prima di usare la matrice, devo definire:

Che cosa voglio analizzare

– Me stesso, la mia attività, un prodotto o servizio, un progetto

Chi deve fare l’analisi

– Io, altri, team di progetto, clienti, stakeholder

Obiettivi da raggiungere

– Vendere un prodotto, trovare un nuovo lavoro, valutare la fattibilità di un progetto

Modalità

– Da solo, in gruppo, in presenza, a distanza

4

umberto santucci

La matrice STRENGTH

WEAKNESSES

PUNTI DI FORZA

PUNTI DEBOLI

La situazione interna e al presente LA POSSO MODIFICARE

OPPORTUNITIES

THREATS

OPPORTUNITA’

MINACCE

La situazione esterna e al futuro NON LA POSSO MODIFICARE

5

umberto santucci

La matrice STRENGTH

WEAKNESSES

PUNTI DI FORZA

PUNTI DEBOLI

Elementi positivi

6

Elementi negativi

OPPORTUNITIES

THREATS

OPPORTUNITA’

MINACCE

umberto santucci

Punti di forza STRENGTH

Sono le cose da WEAKNESSES potenziare, su PUNTI DEBOLI cui puntare.

PUNTI DI FORZA Sono gli argomenti validi OPPORTUNITIES per comunicare e OPPORTUNITA’ per vendere.

Vanno individuati T HREATS con il cappello giallo Per l’uso dei cappelli, vedi “6 cappelli per pensare”

7

umberto santucci

Punti di debolezza Sono le cose da S TRENGTH migliorare

PUNTI Vanno cercatiDI con il cappello nero FORZA

PUNTI DEBOLI

Bisogni di O PPORTUNITIES formazione, OPPORTUNITA’ innovazione, organizzazione, investimenti. 8

WEAKNESSES

Sono gli argomenti da ridimensionare e THREATS controllare nella MINACCE comunicazione e nella vendita

umberto santucci

Opportunità Vantaggi che possono venirci dall’esterno (norme, tecnologia, cambiamenti socioeconomici)

O PPORTUNITIES Opportunities

OPPORTUNITA’

OPPORTUNITA’

9

Sono treni da prendere, W EAKNESSES opportunità PUNTI DEBOLI presenti o future da cogliere Vanno cercate con il THREATS cappello giallo e verde MINACCE

umberto santucci

Minacce

Meglio prevenire che curare, meglio STRENGTH fare manutenzione PUNTI DI che riparazioni

VannoFORZA analizzate con il cappello nero e immaginate con il verde OPPORTUNITIES

Si deve cercare di OPPORTUNITA’

10

ridurne l’impatto o di trasformarle in opportunità.

Il contrario delle opportunità.

W EAKNESSES Sono eventualità che possono PUNTI DEBOLI

ostacolare o frenare i nostri progetti.

THREATS MINACCE

umberto santucci

Da debolezza a forza  Johnny

Weissmuller (1904-1984)  5 volte olimpionico di nuoto  Il TARZAN di Hollywood 11

Punti di debolezza  punti di forza Nato a Timisoara in Romania  a 3 anni si trasferisce in USA Da bambino ha la poliomielite  i genitori gli fanno fare nuoto per rinforzargli le gambe umberto santucci

Da minaccia a opportunità  Creatività,

fantasia, gioco trasformano la minaccia in opportunità.  L’onda ti travolge o ti diverte! Il bagnante la teme, il surfer la cerca.

12

umberto santucci

Dinamica della matrice 

La matrice fotografa un momento di una realtà in movimento. Punti di forza possono indebolirsi, un vantaggio competitivo può ridursi, innovazioni tecnologiche possono essere opportunità o minacce se si colgono o si mancano.

Noi possiamo influenzare gli sviluppi successivi della situazione, in modo che le prossime analisi siano più favorevoli. Opportunità trascurate diventano punti deboli, adagiarsi sui punti forti porta ad impigrirsi, possiamo farci paralizzare o stimolare dalle minacce.

13

umberto santucci

Che succede STRENGTH

WEAKNESSES

PUNTI DI FORZA

PUNTI DEBOLI

OPPORTUNITIES

THREATS

OPPORTUNITA’

MINACCE

Opportunità non colte e minacce trascurate si trasformano in punti deboli. 14

umberto santucci

Che succede STRENGTH

WEAKNESSES

PUNTI DI FORZA

PUNTI DEBOLI

OPPORTUNITIES

THREATS

OPPORTUNITA’

MINACCE

Le minacce possono venire da eventi esterni, ma spesso sono la conseguenza di punti deboli sottovalutati, di opportunità trascurate o di punti forti non utilizzati come si potrebbe. 15

umberto santucci

Che succede

Lasciare le cose come sono, non intervenire, non innovare, non migliorare. La zona positiva si riduce a spese di quella negativa.

16

PUNTI DI FORZA

PUNTI DEBOLI

OPPORTUNITA’

MINACCE

umberto santucci

Che succede Intervenire, migliorare, essere creativi, osservare, vigilare: debolezze e minacce si riducono a vantaggio di punti forti e opportunità.

17

PUNTI DI FORZA

PUNTI DEBOLI

OPPORTUNITA’

MINACCE

umberto santucci

Che possiamo fare STRENGTH PUNTI DI FORZA

OPPORTUNITIES OPPORTUNITA’

18

Potenziare i punti di forza. Usarli come principali per Wargomenti EAKNESSES comunicare all’interno e PUNTI DEBOLI all’esterno.

Trasformare le opportunità in punti di forza, osservandole e cogliendole nel HREATS momento giusto.

T

MINACCE Se vengono trascurate possono diventare minacce o punti deboli umberto santucci

Che possiamo fare STRENGTH

WEAKNESSES

PUNTI DI FORZA

PUNTI DEBOLI

OPPORTUNITIES OPPORTUNITA’

19

Ridurre i punti di debolezza e trasformarli in punti di forza HREATS (alleanze, nicchie) o in opportunità (piccolo è MINACCE bello). Oppure migliorarli, neutralizzarli o ridimensionarli.

T

umberto santucci

Che possiamo fare STRENGTH

WTrasformare EAKNESSESle

minacce in PUNTI DEBOLI opportunità, o se possibile in punti di forza (concorrenza > innovazione)

PUNTI DI FORZA

20

OPPORTUNITIES

THREATS

OPPORTUNITA’

MINACCE

umberto santucci

La teoria delle catastrofi

 Studiata sul comportamento del

cane, va bene anche per noi.

Se si trascurano i segnali deboli, all’improvviso arriva la catastrofe! condizioni e situazioni

eventi deboli che si sommano

evento catastrofe

attacco

evento iniziale normalità fuga 21

Renée Thom, Parabole e catastrofi, Milano, il Saggiatore, 1980

umberto santucci

Bilance e valanghe

 Effetto valanga  amplificazione 

Effetto bilancia  equilibrio Peter M. Senge, La quinta disciplina, Sperling & Kupfer, 1990

22

umberto santucci

Bilance e valanghe Punti di forza

Punti deboli

Vanno potenziati (effetto valanga)

Vanno ridotti o equilibrati (effetto bilancia)

OPPORTUNITA’ 23

Minacce

umberto santucci

Come usare la matrice 1.

2.

3.

Definire

l’argomento da analizzare, gli obiettivi da raggiungere, i soggetti con cui confrontarsi, il contesto esterno, le cose da fare.

Raccogliere i dati

concreti, documentati, pertinenti a obiettivi, soggetti, contesto, azioni.

4.

Svolgere l’analisi

5.

Elaborare le strategie

6.

Controllo risultati

Classificare i dati

Modificabili (interni) Non modificabili (esterni)

24

umberto santucci

OpportunitĂ  e minacce Punti di forza e di debolezza Come trasformare opportunitĂ , minacce e punti deboli in punti di forza. Nuova analisi SWOT Confronto con la precedente Valutazione delle differenze

Come usare la matrice  Si può usare da soli o in gruppo.

 Si può chiedere a vari individui di

compilare le proprie matrici e poi confrontarle e farne medie.  Si può fare la matrice a distanza di tempo e confrontare il prima e il dopo.  Si può applicare alla propria persona, al proprio ufficio, ad un evento, ad un progetto, ad un servizio, a un prodotto. 25

umberto santucci

Scelta del tema  Se il soggetto da

analizzare è complesso, cominciare da analisi più semplici, una per ogni argomento, e infine fare un’analisi riassuntiva.

 Prima analisi particolari  Poi analisi generale 26

umberto santucci

Modelli e obiettivi ďƒœ

ďƒœ

ďƒœ

27

Le valutazioni vanno fatte in funzione di un modello o di un obiettivo. confrontiamoci con modelli che ci sfidano, ma che rientrano nella nostra categoria, e con obiettivi raggiungibili e misurabili. Modello = elemento con cui confrontarsi Un collega, un concorrente, un prodotto o servizio, un elemento esterno e diverso con cui troviamo utile confrontarci. Obiettivo = meta da raggiungere Anche l’obiettivo va confrontato con risultati precedenti o relativi alla concorrenza umberto santucci

I punti di forza  Rispetto a modelli di confronto e

obiettivi:

Che cosa sappiamo fare bene? Che cosa facciamo meglio dei nostri concorrenti? Che cosa offriamo più degli altri? Costiamo meno? Siamo più semplici? Siamo più veloci?

28

umberto santucci

I punti di debolezza  Che cosa non funziona?  Che cosa rallenta?  Ci sono sprechi?

 Siamo troppo complicati?

 Siamo troppo grandi o troppo piccoli?  Le attrezzature sono obsolete?

 Comunichiamo bene all’interno?  Ci conoscono abbastanza? 29

umberto santucci

Le opportunità  Le nuove norme ci daranno vantaggi?  Potremo offrire servizi nuovi?

 Le nuove tecnologie possono aiutarci?

 I cambiamenti ci apriranno nuove strade?  Ci sono spazi di mercato da conquistare?

 Come sono i trend economici, tecnologici, sociali?  Come evolve il gusto e il tenore di vita delle

persone?  Ci sono territori in cui entrare o svilupparsi? 30

umberto santucci

Le minacce  Che succederà?

 Che potrebbe succedere?

 I cambiamenti mi metteranno in crisi?

 La concorrenza che cosa sta facendo?  Siamo rimasti troppo indietro?

 Ci stiamo ingrandendo troppo?  L’inflazione aumenterà?

 La situazione attuale contrae gli acquisti?  I committenti non prendono decisioni? 31

umberto santucci

Quante domande? Ne troppe né poche. Se le risposte ottenute sono troppo

poche, l’analisi è superficiale. Se le risposte sono troppe, può essere difficile classificarle e interpretarle. 32

umberto santucci

Come organizzare le risposte?  in base a categorie diverse:  Organizzazione

persone, macchinari, metodi, materiali, prodotti, servizi, assistenza

 Risorse umane

aspetto fisico, intelligenza, conoscenza lingue, competenza tecnica, capacità di relazione

 Prodotto

Materie prime, tecnologia, funzionalità, usabilità, design, confezione, prezzo, distribuzione, assistenza

33

umberto santucci

Come interpretare la matrice  Situazione solida,

robusta, tranquilla.  Poco aperta a sviluppi futuri.  Poco sensibile al cambiamento.  Orgoglio, sicurezza di sé. 34

umberto santucci

forza

Se le voci dei punti di forza sono più numerose delle altre voci…

Come interpretare la matrice  Situazione competitiva, Se le voci delle opportunità

instabile.  Molto aperta a sviluppi futuri.  Molto sensibile al cambiamento.  Fiducia in sé, intraprendenza, creatività, ottimismo. 35

umberto santucci

sono più numerose delle altre voci…

opportunità

Come interpretare la matrice  Situazione precaria,

pericolosa, non competitiva.  Poco aperta a sviluppi futuri.  Poco sensibile al cambiamento.  Routine, demotivazione. 36

umberto santucci

debolezza

Se le voci dei punti deboli sono più numerose delle altre voci…

Come interpretare la matrice  Situazione di timore o

eccessiva precauzione, non competitiva.  Poco aperta a sviluppi futuri.  Teme il cambiamento.  Si gioca in difesa aspettando il peggio. 37

umberto santucci

Se le voci delle minacce sono più numerose delle altre voci…

minacce

Esempi Da uno studio della Regione Veneto, analisi SWOT su tre assi di ricerca.

38

umberto santucci

Esempi

39

umberto santucci

Esempi

40

umberto santucci

Strumenti per la SWOT Possiamo fare l’analisi a mano, con carta e matita o con la lavagna, oppure usare il computer. 

Si può fare l’analisi – e condividerla a distanza – con Word, Visio, Dia, o fare una mappa a 4 rami con Xmind, Mindmanager ecc.

O ricorrere a software specializzati.  http://www.marketingprinciples.com/power-marketing/

PowerMarketing Analyzer™ è un software che con un processo passo-passo guida ad analizzare motivazioni, posizionamento, strategie. E’ un processo completo e intensivo che aiuta ad analizzare obiettivamente il proprio prodotto o servizio.

http://www.paloalto.com/ps/mp/

Marketing Plan Pro – software per fare piani di marketing, con guida per la SWOT.

41

umberto santucci

Per saperne di più  

http://it.wikipedia.org/wiki/Analisi_SWOT http://www.mindtools.com/pages/article/newTMC_05.htm

Il sito contiene numerosi articoli sul management della complessità, fra cui questo sull’analisi SWOT. Gli articoli si possono acquistare e scaricare in formato pdf da stampare.

http://www.studiamo.it/pages/societa-prendere-unadecisione-con-la-matrice-swot Usi pratici e quotidiani della matrice.

H. Weihrich, " The TOWS Matrix - A Tool for Situational Analysis", Long Range Planning (April 1982)

Il libro del “padre” dell’analisi SWOT (che lui, invertendo l’ordine, chiama TOWS).

42

Sergio Grea, Dentro la crescita dell'impresa. Le analisi SWOT e PAR, Franco Angeli, 2000 umberto santucci


Swot - modello di analisi