Issuu on Google+

ClubRes Holiday’s Magazine | Numero 3 -Estate 2014

Estate 2014 esclusivamente insieme

PAGINA 4 Intervista a Pino Della Sega: Camminare diventa stile di vita

PAGINA 32 Il mondo della vela dalla Sardegna al Trentino

2 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

colophon

Direttore Editoriale Ilaria Dalle Nogare Direttore Responsabile Mauro Paissan www.mauropaissan.it Hanno collaborato Giuliana Barretta; Nicola Dalle Nogare; Giulia Miori; Elisa Pauletto; René Querin; Germano Sgrò; Denis Siric. Crediti fotografici Archivio Alpi Due S.r.l.; Lucio Tonina; Archivio APT Val di Fassa; APT Val di Fiemme; APT San Martino di Castrozza; APT Folgaria. Progetto grafico Paissan&Partners, Trento www.paissan.eu

Indice Benvenuto in vacanza . Pino Dellasega .

.

.

. .

. .

. .

. .

. .

. .

. .

. .

. .

.

3 . 4 7

Trekking in Trentino .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

. 10

Bike Service .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

12

Scoppia la vacanzite .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

. 13

Sua Maestà l’Emozione .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

. 14

Trentino, patria degli sport estremi .

.

.

.

.

.

.

. 18

.

.

Fiemme e Fassa da vivere .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

. 20

I Suoni delle Dolomiti .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Muse, il Museo delle Scienze di Trento .

.

.

.

.

.

24

Naturalmente Trentino .

.

.

.

.

.

29

L’angolo dello Chef .

. .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Il mondo della vela dalla Sardegna al Trentino .

Si ringrazia Pino Della Sega; Riccardo Franceschetti; MUSE - Museo delle Scienze; I Suoni delle Dolomiti; Padre Alessandro Caspoli.

ClubRes News .

Tel. +39 0461 984010 www.clubres.com www.dallenogare.it

.

.

Le Perle delle Alpi, intervista a Riccardo Franceschetti .

Stampa Litotipografia Alcione, Lavis (TN)

Contatto Dolomiti Emotions è il semestrale di Dolomiti ClubRes, Alpi Due S.r.l. - Gruppo Dalle Nogare, Trento, Italia.

.

.

Il made in Italy viaggia con il vento in poppa . .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

. 31 .

. .

22

. 32

. .

. 35 .

. 38

Colleziona le nostre Kinny t-shirt .

.

.

.

.

.

.

.

41

La vacanza personalizzata .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

42

Regala un’emozione .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

. 43

.

.

Padre Alessandro Caspoli, direttore dell’Antoniano: educazione ed amore per la musica . . . . . .

. 44

Ti piace giocare in anticipo? .

. 46

.

.

Liberi nel Verde, il progetto: intervista a Nicola Dalle Nogare .

. .

. .

. .

. .

. .

. .

.

48

Liberi nel Verde .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

. 50

La casa passiva .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

52

Promo vantaggi ClubRes Card .

.

.

.

.

.

.

.

.

55

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 3

Benvenuto in vacanza! Sì, parliamo della Tua vacanza, il momento più bello ed atteso dell’anno. Quello che Ti ricarica di energie positive, quel bagaglio di sensazioni ed emozioni avvolgenti da rivivere poi durante l’anno tirandoli fuori nei momenti grigi semplicemente aprendo il cassetto della tua memoria e dei ricordi più belli che porti sempre con te; quello che vuoi condividere assieme alla tua famiglia o ai tuoi amici; quello che ti aiuta a lasciarti ogni problema alle spalle! E noi siamo qui, pronti ad accoglierti, a coccolarti e a farti trascorrere dei momenti unici e indimenticabili. Sport, relax, paesaggi mozzafiato… un pieno di energia 100% bio che Ti riporterai a casa e che Ti aiuterà ad affrontare con il sorriso la vita quotidiana. E quindi anche in questa edizione Ti sveliamo i nostri segreti e Ti facciamo assaporare le ricette per la Tua vacanza emozionante ed indimenticabile. Abbandonati alla lettura della nostra rivista, concepita come uno zoom sul nostro territorio e sul nostro Team, fatto di uomini e donne che con passione ed impegno Ti stanno preparando anche quest’anno novità meravigliose. Leggi, scopri, pregustati la Tua vacanza Welcome on holidays!

Ilaria Dalle Nogare e tutto il Team Dolomiti ClubRes

4 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

La statua del Cristo Pensante con la croce di Pierpaolo Dellantonio, su bozza di Claudio Delvai

Pino Dellasega Pino Dellasega, chi è … in “10 righe” Sono nato a Predazzo in Val di Fiemme il 5 gennaio 1955, sono maestro di sci di fondo e Snowboard, Istruttore di Orienteering e istruttore internazionale di Nordic Walking. Per 27 anni ho fatto parte del prestigioso Gruppo Sciatori Fiamme Gialle di Predazzo, nelle discipline dello sci di fondo e dell’orienteering. In questa specialità ho partecipato a 11 Campionati del Mondo, conquistando 17 titoli di Campione Italiano Assoluto. Ho scritto tre libri sul Nordic Walking e due sul Cristo pensante, ho tracciato il Trekking delle Leggende ed ho ideato il Trekking del Cristo pensante, inoltre ho brevettato il format Brain Walking, fonte di idee innovative per la formazione aziendale. Nel 2009 ho fondato la Scuola Italiana Nordic Walking che conta, ad oggi, oltre 2.200 istruttori.

Ways, il Suo progetto…..cos’è ? Nella vita si possono percorrere centinaia di migliaia di chilometri, senza nulla imparare dai sentieri attraversati e dalle persone incontrate. In realtà, ciò che eleva lo spirito di un viaggiatore è la capacità di entrare nell’anima dei luoghi e delle genti che incontra lungo il suo peregrinare. Questo è lo spirito intrinseco del mio nuovo progetto “WAYS – dentro il cammino”: camminare per apprendere la vita, entrando in sintonia con ciò che sta fuori e dentro di noi; seguire vecchie impronte per tracciare nuove rotte; ripercorrere usi ed abitudini per trovare nuove chiavi di lettura; vagare nella storia per dirigersi a passi sicuri verso il futuro. Quali i suoi traguardi più belli e perché? Dopo i trascorsi con le Fiamme Gialle che mi hanno regalato esperienze fantastiche - sia nello sci di fondo che nell’orienteering - negli ultimi anni i traguardi di cui sono orgoglioso sono due. Il primo è l’aver fondato la Scuola Italiana Nordic Walking, credendo tra i primi in questa disciplina che ora sta crescendo in maniera esponenziale, appassionando sempre più persone di tutte le età che

capiscono i grandi benefici psico-fisici che può regalare la camminata con i bastoncini. Il secondo progetto è l’ideazione e la realizzazione del Trekking del Cristo pensante, il percorso dolomitico dalle Pale di San Martino a Passo Rolle che sta calamitando centinaia di migliaia di persone su quel sentiero, facile da percorrere e che porta fino sulla cima del Monte Castellazzo - a 2.333 metri di quota - dove si incontra la statua in marmo bianco del Gesù, seduto sotto la sua croce e immerso nel suo pensiero. Una figura di Cristo unica al Mondo, venti quintali di peso, ma molti di più di significato. Parlando ai “giovani” ed alle generazioni future, cosa diresti del territorio trentino come “luogo del camminare”? Il Trentino rappresenta sicuramente uno dei posti più belli al Mondo per camminare. Tra le sue splendide vallate si possono trovare cime dolomitiche, verdi pascoli e meravigliosi laghi, il tutto collegato da una rete di sentieri ben tenuti e segnalati. Sentieri per tutte le esigenze, dalla semplice camminata che collega i piccoli paesi, ai sentieri in alta quota dove stelle alpine, rododendri, camosci e bianche dolomie sono i compagni di viaggio. Ai giovani voglio dire che la montagna è una vera

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 5

Gesù riflette lassù, a quota 2.333 metri Il Cristo pensante, scolpito da Paolo Lauton, è stato ricavato da un blocco di marmo bianco di Predazzo, la predazzite mista a pencatite. Pesa oltre 20 quintali e rappresenta Gesù, sceso dalla croce che, seduto su una roccia, sta pensando. La corona è stata confezionata con il filo spinato della Grande Guerra. La croce al suo fianco è fatta di cortèn, il ferro che diventa arrugginito ed è stata disegnata e costruita da Pierpaolo Dellantonio, su una prima bozza di Claudio Delvai. Il 16 giugno 2009, grazie all’interessamento del Generale Carlo Valentino e del presidente del Cai Annibale Salsa, la fortezza volante dell’esercito posa il Cristo pensante ai 2.333 metri del monte Castellazzo e dà, così, il via ufficialmente al Trekking del Cristo Pensante. Il sogno di Pino Dellasega è realtà.

Pino Dellasega

I sentieri della vita sono tanti, l’importante è prendere quelli giusti… – Pino Dellasega – palestra di vita, con grandi metafore per crescere correttamente non solo fisicamente, ma anche interiormente. I Tuoi libri. A quale di questi sei più legato, quale il più riuscito? Perché? Sicuramente il primo libro sul Nordic Walking, una sfida prima di tutto con me stesso, ma nello stesso tempo con tutto il mondo dell’outdoor che, a quei tempi, vedeva la novità della camminata con i bastoncini come la “scoperta dell’acqua calda”, sottovalutandola. Ho saputo guardare oltre la razionalità, capendo che questa disciplina racchiudeva tutti i requisiti per essere grande, infatti il tempo e i risultati mi stanno dando ragione. Nel libro del Cristo pensante invece ho raccontato una storia che ha dell’incredibile, nata negli anni ottanta in un paese allora sotto il dominio comunista, la Polonia, per poi concludersi con la posa del Gesù che pensa sulla cima del Monte Castellazzo a Passo Rolle, una sfida impossibile che solo il cuore e la passione mi hanno permesso di concludere in modo positivo. La montagna, è solo scalare verso l’alto? È solo fatica? Molti, soprattutto i

giovani l’associano all’idea di “fatica” e forse per questo non la frequentano? Cosa diresti a queste persone per avvicinarli alla tua idea di cammino e di montagna ? I tempi stanno cambiando velocemente: se prima la montagna era vista come una conquista, una parete da scalare, ora - soprattutto i giovani - non hanno né la voglia né il tempo di affrontare fatiche, scoraggiati in parte da insegnamenti troppo rigidi ed imposizioni avute dagli adulti sul come vivere la montagna. Dal mio punto di vista la montagna non va conquistata, ma vissuta in tutta la sua bellezza. Non si conquista niente, noi siamo dei piccoli passeggeri, mentre la montagna è lì da milioni di anni e vi resterà ancora per altrettanto tempo. Il camminatore deve entrarvi con rispetto, come un ospite, visitarne l’anima per coglierne i lati positivi e riportarne a casa gli insegnamenti. Camminare in montagna è una fatica che rigenera e che - giorno dopo giorno - ti rende più resiliente ai problemi della quotidianità, è qualche cosa che incide positivamente l’anima e di cui - solo con il passare degli anni - si potranno capire i grandi vantaggi. La camminata in montagna è

una strada per farci conoscere il nostro IO più profondo, è una continua ricerca della verità. Il prossimo “itinerario” di Pino Dellasega, la prossima sfida quale sarà? Sono tanti i progetti che ogni giorno mi frullano in testa, ma sono consapevole che le idee sono buone solo se si concretizzano. Continuando sempre a credere in questa fantastica disciplina sportiva, questo stile di vita che è il Nordic Walking, per il prossimo anno ho in programma di portare gruppi di camminatori sul Cammino di Santiago di Compostela e - grande novità - ho organizzato “WAYS to the Land where Jesus walked”, la traversata a piedi dei territori biblici della Palestina e di Israele, da Nazareth a Betlemme/Gerusalemme, attraversando la Samaria per poi proseguire lungo la valle del Giordano sino a Gerico e salire al Monte della Tentazione; da lì, andremo sul Mar Morto, passando per Qumram, reso famoso dal ritrovamento degli antichi rotoli contenenti i Vangeli apocrifi. Infine attraverseremo il deserto di Giuda, passando per il Monastero di Mar Saba sino a Betlemme e Gerusalemme. Un’avventura, per chi vorrà partecipare, che va oltre il cammino.

6 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

TREKKING DEL CRISTO PENSANTE: Partenza: in prossimità della Baita Segantini (cento metri dopo sul versante verso la Val Venegia) altitudine mt. 2200 Arrivo: Cima Monte Castellazzo (mt. 2333) Lunghezza: mt. 2.819 solo andata Dislivello: in salita circa mt. 130 Tempo di percorrenza: circa 1 ora e 15 minuti la sola andata. Difficoltà: Il sentiero che porta al Cristo Pensante non presenta particolari difficoltà di percorrenza. All’inizio si percorre una stradina sterrata completamente in piano che sovrasta la Val Venegia sino ad immettersi nel facile e ben curato sentiero che attraversa i pascoli in leggera discesa, transitando in diversi avvallamenti profondi.Giunti sotto la sella del Castellazzo si prende a destra in discesa seguendo l’indicazione “Castellazzo” e sempre proseguendo in pianura si gira sul versante nord del Castellazzo dove inizia il tratto di salita su di una mulattiera della Grande Guerra che sale a tornanti con una pendenza media. L’ultimo tratto di salita si fa su di un sentiero nel pascolo che porta sino ad una selletta panoramica che guarda verso il Cimon della Pala. Da qui il sentiero sale in diagonale passando vicino ad un rudere della Guerra e da qui si intravvede in lontananza il Cristo Pensante che è raggiungibile in pochi minuti sul sentiero che prosegue quasi in piano. La discesa è fatta per lo stesso sentiero e per chi non volesse ritornare alla Baita Segantini ma proseguire verso la Capanna Cervino e Passo Rolle, al bivio dove sono poste le segnaletiche basta che segua le indicazioni. Nota importante: essendo il Monte Castellazzo una Riserva Integrale del Parco si chiede di non lasciare il sentiero segnato con in rosso sulla cartina (il trekking) e di rispettare il delicato ambiente che vi circonda anche con il silenzio. Vi sono inoltre altre tracce di sentiero che portano sulla cima ma ufficialmente non sono presi in carico dall’Ente Parco e quindi vi è il divieto assoluto di salire per questi sentieri, considerata anche la pericolosità di alcuni tratti. Come raggiungere la partenza del Trekking del Cristo Pensante (Baita Segantini): Da Passo Rolle: a piedi lungo la comoda strada sterrata, transitando per la Capanna Cervino e con un tempo di percorrenza di circa 40-60 minuti. Con il Servizio Navetta: che transita ogni 30 minuti sia a salire che a scendere. L’accesso con le macchine private è consentito solamente sino alle ore 09,00 e dopo le ore 18,00. da Malga Juribello: prendere il sentiero che porta alla Capanna Cervino e quindi alla Baita Segantini, con un tempo di percorrenza di circa 90 minuti Dalla Val Venegia: Vi sono due possibilità: lungo la Val Venegia sino alla Baita Segantini (tempo di percorrenza circa 2 ore - 2 ore e 30) oppure transitando per Malga Juribello e quindi Capanna Cervino e Baita Segantini (tempo di percorrenza circa 2 ore – 2 ore e 30). Sono sconsigliate nel modo più assoluto le ascensioni invernali in quanto il Monte Castellazzo presenta un elevato rischio di valanghe su tutti i versanti.

www.trekkingdelcristopensante.it

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 7

Le Perle delle Alpi

Intervista a Riccardo Franceschetti, sindaco di Moena Cos’è il progetto Alpine Pearls? Alpine Pearls è il network di 29 stupende località turistiche che propongono vacanze in montagna ecocompatibili, per godere senza stress la bellezza della natura. Le località Alpine Pearls si estendono su tutto l’arco alpino proprio come una “collana di Perle”. Ci sono nomi famosi, rinomate località turistiche estive o invernali, ma anche tanti piccoli gioielli tutti da scoprire. Trovate la nostre Perle delle Alpi in Italia, Austria, Germania, Francia, Svizzera e Slovenia. Le 29 Perle delle Alpi si impegnano a promuovere vacanze in mobilità dolce. Tutte le nostre località rispettano i più elevati criteri di qualità e forniscono una garanzia assoluta di vacanze senza stress, all’insegna della tutela del clima e della sostenibilità. Il concetto di mobilità dolce è il fulcro della filosofia di Alpine Pearls: attività ecocompatibili per il tempo libero, zone pedonali e una mobilità assicurata grazie a efficaci servizi di trasporto sono i capisaldi dell’offerta. Tanti buoni motivi per scegliere di fare a meno dell’automobile! Come nasce e quali sono gli elementi distintivi di questa iniziativa? Alpine Pearls è stata fondata il 29 gennaio 2006 da 17 località che si sono associate sotto il nome di “Perle delle Alpi”. L’associazione è frutto di due progetti UE denominati Alps Mobility e Alps Mobility II, entrambi promossi su iniziativa del

Ministero Austriaco per agricoltura, foreste, ambiente e gestione delle acque. L’obiettivo era quello di mettere a punto proposte turistiche innovative, all’insegna della sostenibilità e della tutela del clima. I risultati di questi progetti UE sono diventati realtà attraverso l’organizzazione internazionale Alpine Pearls, che successivamente, dal 2007 al 2013, è andata via via acquisendo nuovi soci. Oggi le località che hanno deciso di impegnarsi per un turismo dolce e per vacanze sostenibili a tutela del clima sono ben 29, distribuite in 6 paesi alpini. Ed è proprio qui, nelle 29 Perle delle Alpi, che potrai goderti vacanze consapevoli e senza stress. Quali sono le prossime novità in tal senso in vista della prossima stagione estiva? In questi anni Moena ha cercato di dare un senso alla partecipazione a questo progetto puntando molto sulle attività e sulla mobilità dolce una volta che l’ospite è arrivato nella nostra località. Infatti la distanza dall’asse ferroviaria e le difficoltà del trasporto pubblico non ci consentono di puntare su clientela che si sposta con i sistemi di mobilità alternativa al mezzo privato. In estate molte sono le iniziative che puntano sulla mobilità dolce e sulla sostenibilità, prima fra tutte l’istituzione della zona a traffico limitato e la pedonalizzazione del centro del paese.

Il progetto outdoor che il comitato manifestazioni locale mette a disposizione degli ospiti ed organizzato in collaborazione con la nostra Azienda di Promozione Tursitica punta molto su passeggiate a piedi e sulla mobilità alternativa in loco, utilizzando gli impianti di risalita o mezzi alternativi come le biciclette elettriche, o la mountain bike. Inoltre è prevista la realizzazione di due punti di ricarica e di deposito delle biciclette elettriche che verranno realizzate nel corso del 2014, una in località Navalge e l’altro un cubo in grado di autoalimentrsi con l’energia solare da realizzare presso la nuova stazione delle autocorriere in fase di costruzione sulla via R Loevi. Infine, di particolare importanza per l’estate 2014 sarà l’allestimento di una meravigliosa mostra sulla grande guerra in occasione del centenario presso il centro polifunzionale di Navalge, voluta dal Comune di Moena. Come ultimo argomento, per dare maggior senso alla scelta fatta dall’amministrazione comunale di partecipare al progetto Alpine Pearls, stiamo puntando fortemente alla creazione dell’impianto di collegamento dal paese alla Ski Area Alpe Lusia, con partenza dal piazzale di Navalge e arrivo alla stazione a monte di Valbona. La costruzione di questa importante infrastruttura consentirebbe realmente di ridurre ancora più drasticamente l’uso delle vetture private, sia in estate ma soprattutto d’inverno, e rimane l’obiettivo prioritario di questo ultimo anno di legislatura.

a sinistra

Veduta di Moena, la Fata delle Dolomiti

8 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Via Col da Ronc • 38032 Canazei (TN) Tel. 0462 600073 • alsole@clubres.com

A partire da € 287 per persona

A partire da € 518 per unità

AGOSTO

A partire da € 343 per persona

A partire da € 770 per unità

Via C o

l da

Via Roma

SS

Campitello di Fassa Campestrin

20

SP 641

Pera

SS 346

SS 6 Molina di Fiemme

Penia

48

Predazzo

Varena Daiano Cavalese Tesero Carano

Alba

Pozza di Fassa

Moena

SS 48

48

Soraga

SS 241

SS

c

Canazei

Fontanazzo Mazzin

Vigo di Fassa

Lago di Carezza

Ron

SS 48

8

LUGLIO

Via Roma

SS 4

A partire da € 387 per unità

SS 48

a

A partire da € 238 per persona

Passo Sella

CANAZEI

8 SS 4

GIUGNO

+39 0461 984010

i Pen

Hotel bed & breakfast

CENTRO PRENOTAZIONE

SS 48

Al Sole è la tua base di partenza in centro a Canazei. Da qui potrai partire alla conquista dei tracciati più impervi della Val di Fassa e grazie al servizio di bike service, al tuo rientro avrai un posto sicuro dove custodire la tua MTB e fare le ordinarie manutenzioni. Al Sole è un’elegante struttura dotata di palestra e centro benessere che ti permettono di rilassarti dopo una giornata sui pedali. Ristorante interno per una dieta che ti dia la giusta carica per affrontare le tue giornate all’aria aperta. Camere ed appartamenti sono ideali per ospitare single, coppie o gruppetti di amici che come te vogliono condividere l’esperienza di percorrere i più bei tracciati della Parco Naturale Val di Fassa. dello Sciliar PREZZO 7 GIORNI

www.clubres.com

Campitello

CANAZEI: le Dolomiti della Val di Fassa, con le loro vette altissime ti sfidano e mettono a dura prova il tuo allenamento!

Residence appartamenti solo soggiorno

PRENOTA ON LINE

Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino

Bellamonte

SS 48 Lago di Paneveggio

Streda de Sen Pelegrin 3 • 38035 Moena (TN) Tel. 0462 574144 • adler@clubres.com

SS 612 MOENA: circondata da montagne che al tramonto si tingono di rosa, è una località adatta ai bikers di ogni livello: da chi desidera percorrere tragitti tranquilli con i bambini o i passeggini agli amanti di percorsi più tecnici grazie alla vicinanza di Passi Dolomitici che regalano esperienze uniche. Il Clubresidence Adler, a ridosso della zona pedonale del centro di Moena e di fronte al centro congresso Navalge, è nella posizione ideale per chi vuole coniugare una vacanza in mountain bike con il relax in famglia. Il parco giochi della struttura, il miniclub con la sala giochi e la sala WII faranno felici i bambini; la zona benessere, le vie del centro con i negozi e le botteghe artigianali saranno lo sfogo per le mamme mentre il nostro bike service e la palestra saranno il regno degli amanti della MTB.

PRENOTA ON LINE

www.clubres.com

S. Martino CENTRO PRENOTAZIONE di Castrozza

+39 0461 984010

Comodi e moderni appartamenti o raffinate family suite aspettano te che vuoi trascorre la vacanza in famiglia con i bambini e vivere la natura della Val di Fassa, o te che da sportivo vuoi trascorrere le giornate in sella, magari passando una vacanza in gruppo con gli amici.

PREZZO 7 GIORNI

Hotel bed & breakfast

Residence appartamenti solo soggiorno

GIUGNO

A partire da € 287 per persona

A partire da € 245 per unità

LUGLIO

A partire da € 343 per persona

A partire da € 385 per unità

AGOSTO

A partire da € 462 per persona

A partire da € 609 per unità

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 9

Via Fontanelle, 15/A 38054 San Martino di Castrozza (TN) Tel. 0439 68833 • sporting-club@clubres.com Via Panzer, 20 38054 San Martino di Castrozza (TN) Tel. 0439 68833 • relais-club@clubres.com

PRENOTA ON LINE

www.clubres.com

CENTRO PRENOTAZIONE

+39 0461 984010

SS 48

Parco Naturale

SS 4 8

Via Dolomiti

ghetto

Via La

SS 6 20

GIUGNO

A partire da € 224 per persona

LUGLIO

A partire da € 280 per persona SS 612A partire da € 360 per unità

AGOSTO

A partire da € 567 per persona

AMolina partire da € 200 per unità di Fiemme

A partire da € 505 per unità

RELAIS

SS 48

Canazei

Via di San Pellegrino Streda de Sen Pelegrin

6

SS 34

Parco Naturale dello Sciliar

SS 4

8

MOENA SS

48

8

i Via d

SS 4

Pre da

zzo

rino

elleg San P

SS 48 48 SS Canazei Campitello di Fassa SS 3 46 Campestrin Fontanazzo

Moena

SS 6 20 SS 48 Varena Daiano Cavalese Tesero Carano

nP elle

SS 346

48

Predazzo

Bellamonte

Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino

SS 48 Lago di

SP 641

Penia

Soraga

SS 241

SS

Alba

o Sa

Pera Pozza di Fassa

Vigo di Fassa

Lago di Carezza

Pas s

Mazzin

grin

o

ntan e

lle

da

Hotel bed & breakfast

Pale di San Martino

Via F o

di Ro

PREZZO 7 GIORNI – SPORTING CLUB –

Bellamonte

e Rossa

Via Val

Predazzo

Varena Daiano Residence appartamenti SS 48 Cavalese Tesero Carano solo soggiorno

Via Crod

Via Val di Roda

0 SS 5

SS 48

Passo Rolle 0 SS 5

e oll

R so Pas Via

S. MARTINO SAN MARTINO DI CASTROZZA: a tu per tu con le Dolomiti, questa localitàdello Sciliar Canazei Campitello di Fassa offre percorsi adatti agli amanti della MTB che vogliono sfidare le alte vette che li circonDI CASTROZZA Campestrin Fontanazzo Alba dano e toccare il cielo con un dito! Mazzin Penia SP 641 In centro al paese (Sporting Club) oppure circondato da verdi pascoli ai piedi delle Pera Pale (Relais Club) la vacanza a San Martino di Castrozza sarà caratterizzata da forti Pra delle Nasse Pozza di Fassa Vigo di Fassa emozioni e panorami unici. Per te che vuoi sentire i muscoli che si ribellano alla tensione degli impervi tracciati che Via Pa Lago di nzer Soraga caratterizzano questo territorio o per te che vuoi trascorrere una serena vacanza in famiglia Carezza SS 241 Moena SS 346 dove i bambini si potranno stupire ogni giorno scoprendo qualcosa di nuovo ed entusiasLaghetto Prank Via L agh etto Via G mante, le nostre strutture sono la tua “casa” nelle Dolomiti. 8 unth 4 er La S nge S s Comodi appartamenti grandi e curati, piscina, centro benessere e ristorante sono le dotazioni che ti aspettano. Parco Naturale Paneveggio

Fiera di Primiero

Lago di Paneveggio S. Martino di Castrozza

SPORTING

10 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Trekking in Trentino Gioiosa esperienza di vacanza e di attivitĂ  fisica, incentrata sulla bellezza dei paesaggi e dei percorsi del territorio

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 11

Gli appassionati della montagna non hanno dubbi: fare trekking in Trentino è una gioiosa esperienza di vacanza e di attività fisica, incentrata sulla bellezza dei paesaggi e dei percorsi del territorio. Fare trekking in Trentino è un’esperienza assolutamente totalizzante, da vivere in simbiosi con la montagna. Con itinerari segnalati, guide preparatissime e hotel appositamente dedicati a chi fa trekking in Trentino, la natura aspetta di essere percorsa. Trekking in Trentino significa poter contare su oltre cinquemila chilometri di sentieri segnalati e sicuri, adatti sia a chi è già esperto, sia a chi invece desidera solo e semplicemente passeggiare tra valli incantate, respirando aria pulita. Con il tempo sono nate nuove figure: dagli albergatori in grado di consigliare e informare e, a volte, di accompagnare nelle escursioni, ai cuochi pronti a preparare la prima colazione all’alba. Ma anche mappe, guide, previsioni meteo sempre più nuove e sicure. Insieme a minibus per accompagnare all’inizio di un sentiero e riportare in albergo alla fine della passeggiata. In Trentino, l’Albo delle guide alpine include oggi 187 professionisti: campioni dell’arrampicata, scalatori solitari, sciatori estremi, appassionati ed esperti in grado di accompagnare sugli 832 sentieri segnati. Gli itinerari sono vari e alla portata di tutti: dagli sportivi più allenati alle famiglie cui piace semplicemente camminare in montagna.

Pur potendosi intraprendere uno dei tanti percorsi in modo autonomo, la presenza delle Guide Alpine qualificate è un valido supporto per scoprire angoli di particolare bellezza altrimenti inesplorati dai canonici percorsi e itinerari turistici. Ogni valle trentina può contare almeno su una associazione di guide, il che consente di poter contare sempre su personale esperto e qualificato, e di poter organizzare escursioni o arrampicate in tutta sicurezza. Accanto alla Guide ci sono poi gli “accompagnatori di territorio”, figure altrettanto utili e riconosciute dalla Provincia autonoma di Trento, profili professionali altamente qualificati che agevolano i turisti nella scoperta del territorio e li accompagnano nei diversi itinerari svelando loro i segreti e le caratteristiche del territorio, le tipicità enogastronimiche, le tradizioni e le culture locali. La stessa calda accoglienza e attenzione per i prodotti del territorio potrà essere trovata nei rifugi in Trentino, numerosi e attrezzati per offrire ristoro, delizie tipiche della cucina locale, relax e tante informazioni utili per le proprie sessioni di camminata. A proposito degli itinerari di trekking in Trentino, è possibile organizzarne di svariati, in funzione del tempo “a disposizione”. Ecco le passeggiate più suggestive: • il Trekking delle Leggende; • il Dolomiti di Brenta Trek; • la Via Alpina; • il Sentiero Europeo E5; • l’Alta Via delle Dolomiti; • il Sentiero del Dürer; • l’Alta Via del Granito. Tra le novità dell’offerta trentina, i Sentieri della Grande Guerra (in concomitanza con il centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale in Trentino) e quello organizzato dall’Apt Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi che ha messo a punto un percorso urbano per scoprire storia, cultura e architettura della città di Trento.

12 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Bike Service

Piena libertà d’azione anche per chi ama sfruttare il tempo delle proprie vacanze per un’ emozionante avventura sui due pedali, sia per gli appassionati del mountain bike che per quelli della bici da strada. Per questo è nato il Bike Service di Dolomiti Club Residences, un servizio pensato e strutturato per garantire la sicurezza di una vacanza assistita per tutti gli amanti delle due ruote, che scelgono come base d’appoggio per le proprie gite ed escursioni in bicicletta, le strutture ClubRes con il bollino BikeService.

Bike Service A disposizione dei Clienti: • Noleggio • Deposito • Piccola officina • Idropulitrice • Colazione rinforzata • Packet Lunch • Sauna e bagno rigenerante con docce e spogliatoi a disposizione fino alla sera della partenza

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 13

Scoppia la Vacanzite

È scoppiata la VACANZITE: una febbre con un alto potere di contagio che sta dilagando in tutta Italia. I sintomi sono inequivocabili: i bambini si tuffano con pinne e boccaglio nella vasca da bagno; hanno organizzato con i compagni di classe una gara di gimkana in mountain bike nel corridoio di casa, e dopo cena ti hanno obbligato a fare la baby dance ed il karaoke con le canzoni dello Zecchino d’oro. La cura può essere una sola… portali in vacanza!! E con l’offerta ClubRes la cura costa meno!!!

PRENOTA Tel. 0461 984010 info@clubres.com

SCONTO SPECIALE PER CHI VIAGGIA CON BAMBINI 1 bambino = - 100€ | 2 bambini = - 100€ | 3 bambini = - 200€ | 4 bambini = - 400€ L’offerta è valida in tutti i RESIDENCE del Trentino per vacanze di 7 o 14 giorni con arrivo al sabato come indicato nella tabella qui sotto. Arrivo il 28/6 (sconto max 200 €)

Arrivo il 19/7 (sconto max 200 €)

Arrivo il 30/8 (sconto max 200 €)

Arrivo il 5/7 (sc onto max 200 €)

Arrivo il 26/7 (sconto max 400 €)

Arrivo il 6/9 (sconto max 200 €)

Arrivo il 12/7 (sc onto max 200 €)

Arrivo il 2/8 (sconto max 400 €)

Offerta non retroattiva, valida solo per la formula residence (appartamento)

14 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Sua Maestà l’Emozione

C

ari Amici, non posso nascondere che essere Direttore di una struttura ricettiva è un lavoro duro. Molte ore di lavoro, il sabato e la domenica, le feste, i compleanni, le ricorrenze. Agosto! Capodanno! Pasqua! Un lavoro da escludere se si vogliono trascorrere questi momenti con la famiglia. Ma lo sforzo e il sacrificio vengono premiati quando un uomo, una donna o un bambino che lascia la struttura che dirigi, dopo il loro soggiorno in vacanza, si dimostrano soddisfatti della loro permanenza, o quando i nostri ospiti decidono di spedire una lettera o una cartolina di ringraziamento o un semplice saluto. O, ancora meglio… quando al loro arrivo ti portano le delizie caratteristiche della loro terra, ricordandoti così i viaggi che tu stessa hai fatto in passato nelle loro terre, le tue vacanze e le tue esperienze passate, quei momenti che restano indelebili nel cassetto della tua memoria. Ti fanno riassaporare i sapori tipici di quei luoghi, rievocando profumi, odori e le emozioni vissute in passato. Oltre alle reazioni positive degli Ospiti, mi motivano i dintorni magnifici dell’hotel Veronza. Quando il lavoro me lo consente, mi aggiungo alle nostre escursioni nella magnifica Valle di Fiemme che alle volte si estendono all’altrettanto affascinante Valle di Fassa. Questo contatto diretto è molto importante per me, perché non mi ritengo una semplice fornitrice di servizi, piuttosto una guida che aiuta i Suoi Ospiti ad apprezzare di più la loro vacanza, e questa idea è condivisa da tutti i miei collaboratori. Puntualmente, a fine stagione invernale, ricevo una telefonata da parte della nostra agenzia di comunicazione e dal reparto marketing: “Stiamo ultimando il catalogo estivo, puoi rivedere la parte del Veronza e descriverci le novità che intendi inserire quest’anno?”. La mia risposta è sempre la stessa: “Ok datemi il tempo di visionarlo. Per quanto riguarda le novità invece attualmente non ce ne sono…” In realtà le novità le creo e le perfeziono insieme al mio staff ed insieme a Voi che siete i nostri ospiti, perché possano essere perfettamente in linea con le vostre aspettative ed esigenze. Vi racconto come è nata la novità dell’anno scorso. Era domenica e nel programma settimanale avevamo inserito un’escursione nuova: “Passeggiata all’Alpe Lusia – difficoltà: semplice”. Oltre alle escursioni che proponiamo piu’ impegnative, effettuate con bastoncini Nordik walking, adatte maggiormente a gente adulta, volevo inserire un itinerario che permettesse anche alle famiglie con

sopra 

Giuliana Barretta, direttrice del Centro Vacanze Veronza.

bambini, di conoscere ed apprezzare il paesaggio del settore settentrionale del Parco Naturale di Paneveggio oltre a inserire un’escursione che facesse sfruttare ai Nostri Ospiti il Panorama Pass 360, che offre la possibilità di utilizzare gratuitamente gli impianti di risalita e godere di panorami mozzafiato durante l’ estate. Qualche esempio? Accompagniamo i clienti al Cermis ai Laghetti di Bombasel, laghi alpini sopra Cavalese, presso la valle di Lagorai, con vista sulle Dolomiti. Prendiamo la cabinovia che ci porta al Doss dei Laresi, per proseguire poi con la seconda cabinovia e la seggiovia che raggiungono il Paion del Cermis, a quota 2.200 m. Qui inizia la nostra escursione. Seguiamo il sentiero, passando per il punto panoramico “Panoramio Lagorai 360°, e proseguiamo poi fino alla forcella del Bombasèl. Scendiamo la ripida scalinata e siamo già sul sentiero che ci conduce direttamente ai laghi, dove arriviamo dopo circa 40 minuti di camminata. Pur essendoci stata più volte ancora oggi mi emoziono! Oppure prendiamo la cabinovia da Predazzo ed arriviamo in quota nella “Foresta dei Draghi”. Questa mi piace descriverla come un’esposizione a cielo aperto di opere di LAND ART (Arte del Territorio). E’ un sentiero lungo 1 km e mezzo a 1.650 mt di altitudine da percorrere anche con il passeggino, cercando le tracce delle creature alate aiutati da un dragologo “professionista”

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 15

Sabato sera – “Pronto Claudia? Ciao sono Giuliana, domani abbiamo organizzato un’escursione sul Lusia, mica riesci ad indicarmi un percorso da fare?” Claudia Boschetto (e già il nome dice tutto) è la nostra istruttrice di Nordik Walking, una signora del posto super allenata e preparata, ma soprattutto innamorata della montagna. Chi partecipa alle Sue escursioni, che organizziamo 3 volte a settimana, torna sempre soddisfatto. Una volta un ospite che era stata con Claudia al Lago di Cece, sopra Predazzo (una passeggiata di 3 ore immersi nel bosco per poi sorprendersi all’improvviso di fronte un laghetto verde smeraldo), mi ha detto: “sono anni che vengo in montagna ma quel panino che abbiamo mangiato insieme a Claudia ed i Suoi racconti in quella baita in riva al Lago è stato il più gustoso di tutti. Pazzesco, ci ha insegnato anche a gustare fino in fondo ed apprezzare maggiormente un panino!”. Perché alla fine le cose che ti colpiscono in un momento, perché le vedi o perché le senti… insomma le emozioni che vivi, ti rimangono impresse per sempre. Come per esempio un’altra frase di un ospite che tornava da una delle più belle escursioni che organizziamo, quella sul Passo Rolle, “il Cristo Pensante” (passeggiata impegnativa di 3 ore in salita): “sono stanco morto ma emozionato!”) Ma torniamo alla novità della scorsa estate… Claudia: “Si certo Giuliana, portali a Malga Bocche, prendi la seggiovia da Bellamonte, arrivati in cima giri a sinistra e segui le indicazioni, è una passeggiata semplice!”. Ora vi svelo un trucco che ho imparato quel giorno! Mai fidarsi di una guida del posto che ti parla di “semplicità” di un percorso di montagna. Perfetto, essendo la prima volta, decido di unirmi anch’io all’escursione! Quella mattina splendeva il sole e vista la semplicità dell’escursione porto anche mia figlia di 4 anni, che si aggiungeva ad una schiera di bimbi che partecipavano insieme ai loro genitori. Dopo aver sbagliato la strada per Bellamonte arriviamo alla partenza degli impianti. Erano 2 le seggiovie e non 1 come avevamo preannunciato. Ma vabbè… Finalmente partiamo per l’escursione alla volta di Malga Bocche che doveva durare una ventina di minuti. Genitori attrezzati con i loro figli che tenevano per mano; tra tutti ricordo particolarmente una coppia di tifosi fiorentini con loro figlio ed il cagnolino, ai quali dovevo far cambiare idea sul nostro albergo e sulle attività che proponevamo in quanto erano arrivati con poche aspettative positive, una famigliola inizialmente diffidente con la loro piccola Giorgia che poi si è

rivelata adorabile, una coppia con 2 gemelline di 3 anni, un fotografo semi professionista, delle nostre clienti molto affezionate (Mada, Sabrina e la piccola Lara), ovviamente Giovanni il responsabile escursioni e Leandra il capo animatore. Dopo mezz’ora di cammino mia figlia comincia ad innervosirsi e a mostrare i primi cenni di cedimento. Facevo finta di niente camminando di buona lena accanto agli altri componenti del gruppo che anch’essi cominciavano a fare domande (alle quali facevo fatica a rispondere). Diciamo in sintesi che le previsioni sulla durata di 20 minuti della camminata erano state un po’ troppo ottimistiche… ma la strada non era difficile, anzi piacevole perché tutta in mezzo al bosco. Mentre cammino rivolgendomi ai miei vicini: “ma immaginate chi poverino in questo momento è bloccato in mezzo al traffico, ai semafori, nello smog, tra rumori fastidiosi di clacson… che stress! Chissà cosa darebbero per essere al nostro posto, liberi in mezzo alla natura, l’aria pulita, il silenzio…”. Poi, interrompe questo mio pensiero ad alta voce uno squillo di un telefono, il mio. Anche se non si inseriva molto bene nel mio discorso naturalistico fu un momento di tecnologia apprezzato. Era Giovanni! Dopo circa 35 minuti di camminata il primo gruppo ha raggiunto la meta! Dopo venti minuti ed un ultimo tratto in salita, breve ma ripido, cominciamo a vedere davanti a noi, prima la punta poi il resto, le Pale di San Martino in tutta la loro maestosità, che emergevano man mano che salivamo l’ultimo tratto di strada come un iceberg dal mare. Spettacolo meraviglioso che ci ha ripagati pienamente della nostra fatica. Abbiamo mangiato a tavola con una delle montagne più belle del Trentino, che erano li di fronte a noi, bellissime ed immense. Le stesse che dal colle del Veronza le vedi piccole e che al tramonto si dipingono di rosso e che quasi ti sembrano irraggiungibili. Tutti scattavamo fotografie, io, Giovanni, Leandra, la famiglia dei fiorentini, Mada, Sabrina, anche i bimbi inforcavano le reflex dei genitori e scattavano fotografie a raffica facendosi a loro volta immortalare dai loro genitori con gli iPhone mentre si improvvisavano piccoli fotografi. Osservavo soddisfatta questa situazione dove l’emozione di tutti era palpabile ed in quel momento ho fatto tesoro di quella frase che avevo sentito qualche settimana fa da un ospite… ed ho mangiato il panino più buono della mia vita! Ecco com’è nata la novità dell’anno scorso… mangiando un panino in buona compagnia e osservando i miei ospiti diventare artisti per un istante perché incappati al cospetto inatteso di Sua Maestà: “L’ Emozione”. È un evento che proponiamo il venerdì sera, in cui raccogliamo le fotografie degli ospiti della settimana e creiamo un montaggio con tutte le fotografie e quelle che ci trasmettono l’emozione più forte le premiamo. In realtà l’obiettivo è quello di premiare tutti coloro che partecipano alla serata perché il regalo più grande è quello di aiutarvi a capire il senso della vacanza. Noi facciamo l’impossibile per farvi stare bene, con i nostri servizi, il buon cibo, la cortesie e disponibilità del personale, le nostre escursioni, il divertimento in varie forme… ma siete voi che dovete cogliere ciò che è più importante. La vacanza non è un bene materiale, non ti resta nulla di fisico in mano quando parti…il suo valore è intangibile ed è prima di tutto nel bagaglio di esperienza ed emozioni che si depositano del tuo cuore e poi nel cassetto dei tuoi ricordi….quelli che nessuno ti porterà mai via. Quindi le tue Emozioni, imprimile nel cuore, stringile forte, custodiscile dentro di te, ricordale, condividile… ma soprattutto fai si che ti aiutino a vivere meglio.

Maso dello Speck

16 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Foto di Alberto Campanile

Agriturismo con produzione artigianale di speck e salumi tipici

www.titospeck.it Tel. +39 0462 342 244 Pozze di Sopra, 2 38030 Daiano (TN) Val di Fiemme - Trentino

Produzione artigianale

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 17

Piazza Dolomiti 15 38033 Carano - Cavalese (TN) Tel. 0462 342222 • veronza@clubres.com

PRENOTA ON LINE

www.clubres.com

CENTRO PRENOTAZIONE

+39 0461 984010

Veronza è la vacanza della famiglia e per la famiglia! Parco Naturale dello Sciliar

S. P. 12

HOTEL: dalle deliziose camere mansardate alle unità Mini e Family suite c’è sicuramente la soluzione che fa per te e per la tua famiglia! RISTORANTE E PIZZERIA: se hai scelto la mezza pensione ti aspetta un ricco buffet sia a colazione che a cena con le bevande incluse, per non farti mancare nulla. Potrai spaziare dai piatti tipici del Trentino alla cucina internazionale per assaporare ogni giorno dei sapori diversi. Settimanalmente ti coinvolgeremo in una cena tipica o in un’elegante serata di gala per trascorrere del tempo tutti insieme. BAMBINI: grazie alle tante iniziative di Kinny i tuoi bambini non si annoieranno mai. Per i più grandi il Kinny Sport Club che ogni giorno li coinvolgerà in sport diversi e per i più piccoli il Caterpillar Music. Ma tanto altro divertimento aspetta i tuoi bambini: dal parco giochi panoramico al minizoo, dal miniclub nella sala giochi alla baby dance serale... Ti sentirai libero di goderti la vacanza sapendo che i tuoi bimbi non si annoieranno mai! BEAUTY & WELLNESS: grazie al centro AquaVitalis potrai dedicarti al tuo benessere e alla cura del tuo corpo. Un centro wellness completo con piscina coperta, palestra, zona wellness ed un menu di trattamenti estetici e massaggi che ti trasporteranno in un mondo di dolci profumi e sensazioni di relax.

CARANO Piazza Dolomiti

G Via

Strada Provinciale 126

Molina di Fiemme

Pozza di Fas

SS 241S 48

8 Soraga

S

Moena

48

SS

SS 346

48

SS

20

Pera

SS 6

SP 232

Lago di lli Carezza

ne iova

612

SS

Mazzi

Via Bivio

RESIDENCE: appartamenti curati che possono ospitare dalle coppie alle famiglie numerose, sono arredati in tipico stile mondano che dona un’atmosfera intima e calda agli ambienti. Ti sentirai come a casa ma circondato da tutti i comfort che possono rendere più completa e servita la tua vacanza in montagna.

Vigo Tesero di Fassa

6

SS 48

Una struttura che combina la formula residence, quindi in appartamento per te che preferisci essere indipendente e non vuoi sentirti legato da orari o programmi, e la formula hotel per te che invece non vuoi avere pensieri e che ritieni che essere in vacanza significa farsi coccolare e viziare.

Campestrin

SS 4

Ora - Autostrada A22

Cam di F

SS 48

Predazzo

Varena Daiano Cavalese Tesero Carano Molina di Fiemme

SS 612

Bellamonte

SS 48

Lag Pan

18 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Trentino, patria degli sport estremi Dove la natura conserva ancora il suo carattere selvaggio, sfidarla diventa un’avventura straordinaria. Il Trentino per la sua conformazione e per la varietà di ambienti naturali presenti - dal lago alla montagna - offre un’ampia gamma di vacanza attiva e di sport “forti”, per chi è sempre in cerca di emozioni forti ma anche per le famiglie che vogliono abbinare alle classiche attività anche nuove divertenti esperienze. Il Trentino offre i migliori luoghi per praticare lo sport del volo libero. Il parapendio non è necessariamente uno sport estremo, anzi. È assolutamente alla portata di tutti e provare l’emozione di ammirare e sorvolare il paesaggio è possibile in moltissime località. Sono presenti infatti piattaforme di lancio naturali, raggiungibili anche in funivia o seggiovia, in Paganella e sul Lago di Molveno, in Valsugana con i suoi laghi di Levico e Caldonazzo e in lontananza le Dolomiti di Brenta, sul Lago di Garda, in Val Rendena, in località Monte Bondone e Valle dei Laghi, nelle Valli di Fiemme e Fassa e in Valle di Sole. Proprio in queste ultime località, inoltre, particolarmente interessanti e rinomati sono le strutture e i percorsi organizzati per il rafting nei torrenti Avisio (in Val di Fassa e di Fiemme) e Noce (Val di Sole). Qui, tra rapide adrenaliniche e tratti meno impetuosi, la vacanza puó diventare un’emozionante avventura con gli amici o con tutta la famiglia. Con circa 28 km navigabili, il Noce offre la possibilità di scegliere percorsi tra le rapide o tratti meno impetuosi e impegnativi. Il rafting nel cuore delle Dolomiti, offre emozioni e esperienze uniche lungo le valli di Fiemme e Fassa in discese mozzafiato sul torrente Avisio, torrente che sorge dai ghiacciai della Marmolada. Ma il Trentino non è solo rafting e parapendio. Bungee Jumping consiste in un salto nel vuoto appesi a testa in giù da un elastico. Sul lago di Garda è praticato principalmente sopra

Gargnano dal ponte Valvestino lungo la strada provinciale in direzione Magasa. Altra attività estrema da poter provare durante il soggiorno sul Garda è il Base Jumping, acronimo di “Buildings, Antennas, Spans, Earth”, che consiste nel lanciarsi nel vuoto atterrando con un paracadute. Poco distante dal Lago di Garda, la parete del Monte Brento - in località Dro a dieci chilometri a nord di Riva del Garda - è la seconda parete in Europa più affascinante per gli amanti di questa forma estrema di paracadutismo. L’intero territorio trentino inoltre, grazie ai numerosi corsi d’acqua che lo attraversano, offre diverse soluzioni per gli amanti del torrentismo e cayoning. Grazie a percorsi con differenti livelli e gradi di difficoltà e pericolosità, queste attività sono praticabili anche da famiglie e dai più piccoli, che possono divertirsi e cimentarsi nelle discese di strette gole, canyon, forre percorse da piccoli corsi d’acqua e torrenti. La storia geologica del lago di Garda ha permesso la formazione di ambienti di grande naturale bellezza tutte da scoprire. Sul lago di Garda o nelle immediate vicinanze, si può fare canyoning o torrentismo in diverse zone, le principali sono la discesa del canyon del Palvico, quella del Rio Nero e Torrente Albola vicino a Riva del Garda, la discesa del canyon Vione vicino a Tignale , il Lower Toscolano a Toscolano Maderno.

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 19

20 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Fiemme e Fassa da vivere Tutta l’estate, Alpe del Cermis

1-12 luglio 2014, Val di Fiemme

Il paradiso dei bambini: il magico regno Cermislandia

Settimana della famiglia nel Fantabosco

Bimbi, siete pronti a scatenarvi presso il parco giochi in montagna Cermislandia? I bambini sono i protagonisti di CermisLandia! Facile a raggiungersi, attraverso la telecabina, il magico regno Cermislandia è un divertente parco giochi in montagna che offre la possibilità ai bambini di giocare all’aria aperta e di trascorrere giornate in completa libertà. Il laghetto con il mulino, la tenda degli indiani, l’altalena e la sabbiera e...tanti altri nuovissimi giochi. Novità dal 08/07/2014 al 02/09/2014 “Fai volare il tuo aquilone”: costruisci e poi far volare in cielo il tuo aquilone Per info http://www.alpecermis.it/it/parco-giochi-in-montagna

La Val di Fiemme invita a immergersi nell’atmosfera magica del Fantabosco con i folletti, le fate e le streghe di “Melevisione” e i buffi pupazzi di “Casa Lallo”. Saranno due settimane di attività e spettacoli dedicati alle famiglie, con laboratori creativi e grandi show serali con Armando Traverso e i personaggi televisivi più amati dai bambini. Durante tutta l’estate gli Hotel per Famiglie, tra i quali il nostro Centro Vacanze Veronza ogni giorno organizzano attività fantasiose in compagnia di simpatici animatori. I bambini imparano a mungere una capra e scoprono l’amore per i cibi più semplici, affondando le dita nel miele, nella marmellata, nel burro e nella farina.

Offerta speciale PAPÀ E MAMMA voi andate… noi restiamo al miniclub! Andiamo una settimana in Val di Fiemme: potremo scoprire i segreti della vita di montagna, portare al pascolo le mucche o tosare le pecore, vedere come si fa il formaggio, arrampicarci sugli alberi e lanciarci con la fune, imparare il tiro con l’arco, fare le gare in bici e conoscere tantissimi nuovi amici!!! Voi potete sempre decidere di passare la giornata a farvi fare i massaggi o a visitare i paesi vicini, non preoccupatevi, noi abbiamo da fare!!!! PREZZO 7 GIORNI

Hotel mezza pensione con bevande

Residence appartamenti – solo soggiorno

GIUGNO

A partire da € 343 per persona

A partire da € 295 per unità

LUGLIO

A partire da € 385 per persona

A partire da € 405 per unità

AGOSTO

A partire da € 505 per persona

A partire da € 505 per unità

Info: tel. 0462 342222 - veronza@clubres.com

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 21

12 - 14 settembre 2014

La Desmontegada de le Caore A Cavalese, nella suggestiva Val di Fiemme, l’intero borgo viene invaso da centinaia di caprette coperte di fiori ed ornamenti, di ritorno dalla “villeggiatura” degli alti pascoli. È una tradizione che si ripete da sempre, segno del forte legame e del rispetto che la comunità dimostra ancora oggi nei confronti della natura. La “Desmontegada de le Caore” è oggi il momento culminante di una serie di iniziative volte a far conoscere ed apprezzare il mondo dell’alpeggio ed i suoi prodotti.

FiemmE-motion è emozione, esperienze e divertimento La nuova FiemmE-motion rispetta l’ambiente e arricchisce la tua vacanza rendendola spensierata e rilassante! Una card ricca di opportunità pensata per trascorrere esperienze uniche e indimenticabili. Vivi la tua vacanza in Trentino viaggiando liberamente con il trasporto pubblico provinciale, scopri e osserva le nostre montagne utilizzando gli impianti di risalita della Val di Fiemme. Arricchisci la tua conoscenza visitando castelli, parchi naturali e musei come il nuovissimo MUSE di Trento e il MART di Rovereto. Tutto questo e altro ancora con la nuova FiemmE-motion. Scopri maggiori dettagli sul nostro sito: www.clubres.com

15 luglio e 5 agosto 2014, Ciampedie - Vigo di Fassa

Il banchetto di Re Laurino

NO VI

Di rifugio in rifugio nella conca del Ciampedie tra i sapori della Val di Fassa, la birra, i vini e le grappe delle Strade del Vino e dei Sapori del Trentino… L’atmosfera incantata del Giardino delle Rose di Re Laurino, la luce del tramonto prima e la luna piena poi faranno da cornice di una magica serata enogastronomica nella terrazza naturale della splendida conca del Ciampedie, nel cuore delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità. Un banchetto fiabesco itinerante, dall’aperitivo al dessert, preparato con gli ingredienti migliori che offre il nostro territorio: l’ospitalità e l’arte culinaria dei rifugisti del Ciampedie, la passione e la maestria dei viticoltori, birrai e distillatori trentini ed un raffinato intrattenimento musicale. Per info: www.entornvich.com

Centro Vacanze Veronza, Carano (TN)

L’emozione di uno scatto Settimana della fotografia

La vacanza raccontata attraverso i tuoi occhi... ha un valore inestimabile. Porta a casa queste EMOZIONI, imprimile nel cuore, falle tue ma soprattutto... sfruttale per vivere meglio. Premiamo lo scatto fotografico più bello e mettiamo in palio dei buoni denaro da poter utilizzare in un prossimo soggiorno.

22 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

I Suoni delle Dolomiti La manifestazione dove la grande musica incontra le maestose montagne del Trentino

Alba delle Dolomiti - Giovanni Lindo Ferretti e Paolo Fresu - Rifugio Pedrotti (Fototeca Trentino Sviluppo S.p.A. - Foto di Ronny Kiaulehn)

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 23

Vent’anni di musica e arte sulle montagne del Trentino: il festival I Suoni delle Dolomiti taglia nel 2014 un importante traguardo, festeggiando il suo XX compleanno con un ricco programma che si articolerà nell’arco di due mesi, dal 29 giugno al 28 agosto, verso un orizzonte che si apre alle vibrazioni e alle risonanze di tutte le musiche del mondo. Suoni e voci della terra raccolte là dove la terra si avvicina al cielo. Anche quest’anno, dunque, musicisti di riconosciuta fama internazionale attivi nell’ambito della musica classica, del jazz, della world music e della canzone d’autore si incammineranno assieme al pubblico verso luoghi incontaminati, portando la propria esperienza artistica e umana in alta quota, esibendosi in straordinari teatri naturali nel massimo rispetto dell’ambiente circostante. La musica come linguaggio universale, la montagna come spazio di libertà, la ricerca dell’arte senza confini di stili, linguaggi e culture: è questo il pensiero cardine attorno al quale ruota da sempre un festival che, anno dopo anno, vetta dopo vetta, è diventato uno degli eventi più attesi da chi ama abbinare l’arte e la montagna. Organizzato come di consueto dall’Assessorato provinciale all’agricoltura, foreste, turismo e promozione e da Trentino Sviluppo Spa Divisione Turismo e Promozione, con Apt d’ambito, Consorzi Turistici e Pro Loco, numerosi soggetti pubblici e privati del territorio e la direzione artistica di Chiara Bassetti e Paolo Manfrini,

I Suoni delle Dolomiti offre dunque anche per l’estate 2014 la possibilità di condividere momenti di vita e di ascolto unici. Numerosissimi sono i musicisti che in questi venti anni anni hanno vissuto in prima persona la straordinaria esperienza di esibirsi sulle cime del Trentino. Concertisti classici come Uto Ughi, Isabelle Faust, Mario Brunello, Salvatore Accardo, Gidon Kremer, Viktoria Mullova, Hilliard Ensemble. Jazzisti come Uri Caine, Dave Douglas, Stefano Bollani, John Surman, Michel Portal, Jan Garbarek, Paolo Fresu, Richard Galliano, John Zorn, Enrico Rava, Gianluca Petrella. Donne e uomini della world music: Angelique Kidjo, Rokia Traoré, Le Mystère des Voix Bulgares, Hariprasad Chaurasia, Màrta Sebestyèn, Yungchen Lhamo, Iva Bittová, Goran Bregovic, Noa, Dino Saluzzi, Teresa Salgueiro, Gilberto Gil. Esponenti della canzone d’autore italiana: Francesco De Gregori, Fiorella Mannoia, Roberto Vecchioni, Antonella Ruggiero, Petra Magoni, Gianmaria Testa, Niccolò Fabi, Avion Travel, Carmen Consoli, Morgan, Ivano Fossati, Cristina Donà, Max Gazzè, Vinicio Capossela, Baustelle, Daniele Silvestri, Elio e le Storie Tese. Compositori di valore hanno poi fatto ascoltare pagine musicali ispirate alla montagna: Arvo Pärt, Ludovico Einaudi, Giorgio Battistelli, Nicola Piovani, Luis Bacalov, Giovanni Sollima. E non vanno dimenticati i cori alpini del Trentino che

tengono tuttora viva una tradizione famosa in tutto il mondo. E poi scrittori, attori e personalità della cultura quali Alessandro Baricco, Michele Serra, Stefano Benni, Gabriele Vacis, Moni Ovadia, Paolo Rossi, Margherita Hack, Alessandro Bergonzoni, Erri de Luca, Ascanio Celestini, Neri Marcorè, Lella Costa, Marco Paolini, Sonia Bergamasco, tutti protagonisti di Progetti speciali, pensati e ideati espressamente per il festival, o delle Albe delle Dolomiti, quando l’arte saluta il sorgere del sole a duemila metri d’altezza. Molti di loro sono tornati più volte sulle Dolomiti, incantati dai paesaggi del Trentino e pronti a vivere nuove, grandi emozioni. Qualche ritorno ci sarà anche quest’anno, insieme a molte novità. Tra queste un tour in mountain bike che si svolgerà lungo il percorso di 120 km di Dolomiti Brenta Bike: ovviamente, le pedalate saranno intervallate da esibizioni musicali offerte da un inedito gruppo di “ciclo-musicisti”. Ma a caratterizzare il festival saranno quest’anno soprattutto diverse iniziative legate alle Celebrazioni Nazionali del Centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale e inserite nella sezione Dolomiti di Pace, ciclo di appuntamenti tradizionalmente ospitati nei luoghi che furono teatro della Grande Guerra. La memoria andrà quindi a fatti tragici che hanno segnato indelebilmente la storia del Trentino e che sono da monito e invito a guardare a un presente e a un futuro di pace.

Per il programma 2014 visita il sito www.isuonidelledolomiti.it

24 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Esterno del MUSE (foto Matteo De Stefano Archivio MUSE)

Serra tropicale montana (foto Matteo De Stefano Archivio MUSE)

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 25

MUSE: Attivo, attrattivo, memorabile Il MUSE è un’orma di dinosauro, il racconto dell’evoluzione, delle origini dell’uomo e del suo interagire con l’ambiente circostante. Il MUSE è anche un ghiacciaio delle Alpi, con il suo habitat estremo, è una serra tropicale montana testimonianza delle diversità, dell’equilibrio degli ecosistemi e della necessità di proteggere le relazioni con la natura, è un bosco interattivo, dove i bambini si mettono in gioco e vanno alla

scoperta della natura e del mondo, è la stampante 3D di un FabLab, dove l’ingegno e la voglia di superare vecchie barriere portano l’uomo a pensare a un futuro diverso. Evoluzione, ambiente, innovazione, biodiversità, sperimentazione: sono gli elementi che tracciano il percorso del MUSE alla ricerca di un rapporto in equilibrio tra scienza, natura e società.

Il nuovo Museo delle Scienze, oltre 350.000 visitatori in 8 mesi

Sfera Noaa nell’area dedicata alla sostenibilità (foto Matteo De Stefano - Archivio MUSE)

Il MUSE è un sogno realizzato grazie a un importante investimento sulla cultura sostenuto dalla Provincia autonoma di Trento: un luogo aperto, dove la conoscenza scientifico-tecnologica rappresenta lo strumento per studiare le relazioni tra uomo e ambiente e allo stesso tempo indirizzare le scelte future di sviluppo sostenibile. Il nuovo Museo delle Scienze ha lanciato un innovativo modo di confrontarsi con il pubblico: exhibit multimediali, giochi interattivi, sperimentazione in prima persona e intreccio pratico della cultura col “fare” sono gli strumenti di apprendimento informale con cui intervenire nel dibattito scientifico sui grandi temi locali e planetari. La struttura architettonica firmata da Renzo Piano è uno straordinario valore aggiunto: il profilo dell’edificio gioca con dei rimandi alle montagne circostanti, un equilibrio tra vuoti e pieni che aggiunge fascino e valore a tutto l’apparato espositivo. Realizzato secondo criteri di eco-compatibilità, è un modello che traccia una via da seguire per l’economia verde e il risparmio energetico.

La visita è un’esplorazione nter e c e c n e i erno sc d o m n U Da scoprire co n i sensi FabLab. la scienza Toccare con mano

ta di scoper a z n ie r e ! Esp Maxi Ooh iù piccoli Eastern Arc, p i a a t a la serra dedic

tropicale mon tana

www.muse.it

26 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Cosa vuol dire MUSE? L’acronimo MUSE è ricavato con qualche licenza dal nome “MUseo delle ScienzE”: è stato adottato durante i lavori di elaborazione del piano culturale come termine operativo per indicare in breve la nuova struttura. Pur riferendosi intenzionalmente alle origini etimologiche della parola museo, quale segno di riconoscimento del valore di tali istituzioni preposte alla conservazione, il MUSE non rientra propriamente nelle tradizionali categorie museologiche, perché combina

caratteristiche tipiche di un museo di scienze naturali con elementi provenienti dall’ambito dei Centri della Scienza. Nel MUSE, inoltre, questa nuova impostazione vuole arricchirsi di una forte dimensione sociale proponendosi quale luogo d’incontro e dialogo per e con i visitatori e dell’importante compito di valorizzazione del territorio locale, con ruolo di agorà in cui discutere di problematiche a rilevanza globale.

Big Void (foto Paolo Riolzi - Archivio MUSE)

I numeri dell’edificio

500 600 800 200

mq

Mostre temporanee

mq

Serra tropicale

mq

Biblioteche archivio

mq

Sala conferenza (100 posti)

3.700 200 1.800 600 12.600 800 500 900 2.000 mq

Mostre permanenti

mq

Area bambini Maxi Ooh!

mq

mq

Area accoglienza e bar

Magazzini e collezioni

mq

Totale superfici nette

mq

Laboratori di ricerca

mq

Uffici

mq

Aule e laboratori didattici

mq

Spazi di servizio

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 27

28 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

SOIN SILHOUETTE À LA CARTE Unicamente per la

SUA LINEA

Maria Galland Italia S. r. l. • Via Ettore Majorana, 34/P • 20851 Lissone (Mi) • Tel. +39-039-214 54 72 • www.maria-galland.it

I prodotti Maria Galland li trovi presso i nostri centri AquaVitalis del Centro Vacanze Veronza e Hotel Resort & SPA Baia Caddinas.

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 29

Un raggio di sole, che attraversa i vigneti e ti riscalda il volto, mentre nell’aria avverti il profumo del legno delle botti, e del vino appena versato. Il sapore deciso della mela, della quale conosci la storia e il territorio dove è stata coltivata. Lo sguardo immobile ed entusiasta, intanto che osservi l’ultima opera architettonica, e ti chiedi curioso le conoscenze che custodisce. Il corpo e la mente, che scoprono una nuova dimensione, e si sentono pronti ad acquisire nuova energia, dai dolci doni della natura… È il diario di un giorno come un altro in Trentino. È la pagina di un racconto quotidiano, che si trasforma in un’esperienza straordinaria, per

Naturalmentetrentino: il meglio del Trentino in 7 giorni Dove si vive bene, si sta bene

Naturalmente Trentino chi è abituato a vivere con ritmi frenetici, in città caotiche, dove non siamo in grado di apprezzare il momento. L’incantesimo, la trasformazione, avviene con “naturalmentetrentino”: il meglio del Trentino in 7 giorni. Un pacchetto vacanza, che riunisce le eccellenze trentine, che diventano ambasciatori del territorio per regalare al turista non un semplice soggiorno, ma un’esperienza. Sono sempre di più le persone che desiderano fare un’esperienza di viaggio particolare. Non si limitano a chiedere una semplice vacanza, ma vogliono seguire un percorso di crescita e arricchimento personale. In armonia con l’ambiente e la cultura locale. Per rispondere a queste esigenze, e dare voce al bisogno che sentono dentro di sé, di condividere le bellezze del proprio territorio, Vita Nova Trentino, Muse, Melinda e Cantina Endrizzi si sono uniti, per offrire un pacchetto vacanza che racchiude il meglio del Trentino. Le esperienze - Naturalmente Autenticità Il meglio del Trentino viene offerto da #naturalmentetrentino attraverso la condivisione di esperienze uniche, attimi di vita quotidiana

30 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

della vita del territorio. L’assaggio delle mele delle Valli di Non e Sole, là a pochi metri da dove vengono raccolte, dai coltivatori Melinda. La degustazione di vini eccellenti e TrentoDOC, tra vigne e lavande, raccontate dalla Famiglia Endrizzi, che si dedica con passione lenta, devota e meticolosa all’arte del vino da decenni. La condivisione di nuova conoscenza, in modo innovativo ed entusiasmante, negli spazi moderni e suggestivi del Muse – il museo di scienze progettato da Renzo Piano. I segreti di bellezza antichi, custoditi dalla nonne trentine e riviste dai migliori esperti di bellezza, calati in trattamenti biocosmetici top, offerti in esclusiva solo negli Hotel & Resort Vita Nova, le migliori strutture del benessere in Trentino. Esperienze semplici, scontate, per i trentini. Esperienze uniche, per chi il Trentino lo sogna. Tutte, sono incluse all’interno del pacchetto vacanza #naturalmentetrentino. La rete del Trentino Naturalmente Eccellenza L’innovazione del pacchetto di #naturalmentetrentino è la possibilità per il turista di vivere esperienze esclusive offerte dalle eccellenze del Trentino, in soli 7 giorni di vacanza. Uno speciale “all inclusive”, che permette al viaggiatore di conoscere ogni aspetto della terra trentina e di entrare in contatto con le migliori realtà del territorio, con semplicità, e senza dover raccogliere informazioni prima. I benefici - Naturalmente Benessere Dove si vive bene, si sta bene: lo si percepisce non appena si incontrano gli ambasciatori del Trentino. Durante la vacanza con il pacchetto

#naturalmentetrentino l’ospite viene “immerso” davvero nella natura del territorio: i vigneti di Cantina Endrizzi, i meleti di Melinda, le Dolomiti e i laghi cristallini che avvolgono le strutture Vita Nova, l’ambiente raccontato in modo rivoluzionario all’interno del Muse. L’ospite entrerà in contatto con una terra che avvolge e lo culla … Il pacchetto – Naturalmente Sensoriale Vita Nova, Muse, Melinda e Endrizzi, quattro realtà private ben distinte, hanno introdotto, vincendo, una vera e propria innovazione. #naturalmentetrentino è stato lanciato da novembre 2013, ma sta già ottenendo un enorme successo, grazie alla sua formula vincente, che consente all’ospite, che sta cercando qualcosa di nuovo per le proprie vacanze, di conoscere il Trentino attraverso i sensi:

Rilassati

Assaggia

Degusta

Scopri

Equilibrio per il corpo

Melinda, MUSE, Endriz zi e

Vita Nova Hotels

e per la mente

& Resort Una settimana di vacanza in Trentino per RIGENE ASSAPORARE il gusto RARSI nelle migliori strutture wellness, genuino delle mele tra le campagne delle Valli il Museo di Scienze Naturali più grande di Non e Sole, VISITAR d’Italia, DEGUSTARE E e suggestive del Trentino in una delle cantine Alto Adige, tra vigne più storiche e lavanda, TrentoDOC e vini eccellenti. Il pacchetto comprend e:

f 7 notti in mezza pensione in un Hotel & Resort Vita Nova f 2 trattamenti benessere Vita Nova f 1 visita al Muse f 1 Melinda Bag con prodotti delle Valli di Non e Sole f 1 speciale buono per ritirare il tuo cestino di mele presso il Mondo f 1 visita presso Mondo Melinda Melinda f Degustazione vini Endrizzi e ritiro di una bottiglia MUSE Roccia Madre presso la Vinoteca Endrizzi A partire da € 406 Info e Prenotazioni www.vitanova.to/naturalme ntetrentino

RILASSARSI tra le migliori strutture wellness, con trattamenti biocosmetici ASSAGGIARE il gusto genuino delle mele tra le campagne delle Valli di Non e Sole VISITARE il Museo di Scienze Naturali più grande d’Italia DEGUSTARE TrentoDOC e vini eccellenti in una delle cantine più storiche e suggestive del Trentino. Un successo che non si traduce solo in termini di prenotazioni, ma anche in soddisfazione per le quattro realtà private che hanno dato vita autonomamente al progetto. Come spiega la Presidente del Consorzio Vita Nova – la dott.ssa Ilaria Dalle Nogare: “Per il nostro Consorzio, essere ambasciatori del Trentino è una vera missione. Siamo così fieri della nostra terra e delle altre bandiere del territorio, che ogni giorno ci mettiamo in gioco per proporre idee nuove e condividere l’enorme “fortuna” di vivere in un territorio, dove la qualità della vita è uno dei valori più importanti, con tutti gli ospiti. In quali altri contesti, avete assistito ad un collaborazione autonoma tra realtà private? La realizzazione di #naturalmentetrentino ci riempie d’orgoglio. Insieme, proponiamo la vacanza, così come la intendiamo noi trentini: vera, fatta di emozioni”. Vita Nova, Melinda, Cantina Endrizzi e Muse sono riusciti assieme a compiere un passo importante nell’offerta turistica in Italia. Il pacchetto “naturalmentetrentino” è prenotabile fin da subito esclusivamente negli Hotel & Resort Vita Nova. Per informazioni dettagliate potete consultare il sito Internet www.vitanova.to/naturalmentetrentino.

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 31

L’angolo dello Chef Germano Sgrò, dalla Calabria al Trentino L’angolo dello chef di questa edizione lo dedichiamo a Germano Sgrò, lo chef di «Al Sole Hotel e Resort & Clubresidence» di Canazei. Germano nasce in Francia negli anni ’70 e subito ritorna nel suo paese di origine, l’Italia, dove rimane affascinato dai profumi e dai sapori del mediterraneo. Inizia in Calabria la sua carriera in cucina, distinguendosi prima sui banchi della scuola alberghiera e poi durante le sue prime esperienze nei ristoranti più noti di Locri. Cerca di migliorare e raffinare le sue capacità enogastronomiche svolgendo diverse esperienze che gli permettono di conoscere le avanzate tecniche culinarie come il gourmet e diventa un vero maestro.

Innamorato del Trentino e dei sapori unici che nasconde questa terra, entra anche lui a far parte del team degli chef di Dolomiti ClubRes grazie alla conoscenza dello chef Michele Tosin - che trovate allo «Sporting Clubresidence» di San Martino di Castrozza. Ad «Al Sole Hotel e Resort & Clubresidence» di Canazei, Germano vi aspetta con un caldo sorriso per offrirvi piatti tipici trentini, preparati con prodotti freschi e locali a seconda della stagione. Nelle sue portate troverete un gusto unico e inconfondibile dovuto a un mix di sapori trentini legati assieme in modo speciale grazie all’esperienza che solo Germano, chef vissuto in Calabria, può offrirvi. Che ne dite di provare anche voi le sue specialità?

Canederli di Speck e Puzzone di Moena

Bavarese ala Vaniglia e Lamponi

Ingredienti per 4 persone 200g di pane tagliuzzato a cubetti; 15g di scalogno tritato; 10 g di burro di malga; 3 uova; 3 bicchiere di latte caldo; 20 g di farina 00; 1 pizzico di cipollina tagliata; 50 g di grana trentino; 100g di puzzone; 50 g di speck

Ingredienti per 4 persone 300 cl latte intero; 3 tuorli d’uovo; 80 g zucchero; 3 fogli di gelatina; 150 g panna montata; vaniglia /miele di acacia; 150 g di lamponi freschi

Mettere in una scodella il pane tagliato a dadini, aggiungere le uova sbattute con un pizzico di sale ed il latte. Mescolare per bene e lasciare riposare per almeno due ore coprendo il tutto con un tovagliolo mescolando una volta ogni tanto. Passate due ore tagliare finemente lo speck, preparare un soffritto con cipolla, olio extravergine d’oliva e burro. Lasciare raffreddare il soffritto e, quando il pane sarà ammorbidito, incorporarlo all’impasto di pane insieme agli altri ingredienti: lo scalogno tritato, il puzzone di Moena, lo speck e, alla fine, la farina. Mescolare il tutto con cautela e coprire il recipiente per almeno mezz’ora In seguito con l’impasto formare i canederli che dovranno avere un diametro di circa 8-10 centimetri. Una volta confezionati i canederli, farli rotolare su un piatto di farina bianca. I canederli vanno cotti nel brodo bollente tutti insieme, almeno per 15 minuti a fuoco molto basso. Quando verranno a galla, saranno pronti. Servirli in brodo oppure con burro fuso e salvia, naturalmente ancora ben caldi.

Far sobbollire il latte in un pentolino e aggiungere la vaniglia/miele di acacia. Montare i tuorli con lo zucchero fino a creare un composto soffice e spumoso. Versare il composto nel recipiente del latte, profumato alla vaniglia, ancora caldo, e riporre di nuovo sul fuoco. Montare la panna e unire la crema alla vaniglia, evitando che si formino grumi. Prendere tre fogli di gelatina e tenerli 20 minuti nell’acqua fredda dopo unirli al composto, amalgamando di nuovo il tutto sul fuoco. Lasciare intiepidire il composto e versare nelle cocottine di alluminio e metterlo 2 ore e mezza in frigorifero. Preparare, a parte, la coulis di lamponi, realizzare uno sciroppo con una tazzina d’acqua tiepida, zucchero e lamponi. Passare al colino la salsa ottenuta per eliminare i semi e lasciar intiepidire lo sciroppo di lamponi in frigorifero. Adagiare sopra il composto la bavarese di crema alla vaniglia, decorare la parte superiore del dolce con qualche goccia di coulis di lamponi e aggiungere i lamponi freschi; riporre in frigo fino al momento dell’utilizzo.

32 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Il mondo della vela

dalla Sardegna al Trentino Vacanze da sogno con i propri cari, amici e familiari, in mezzo al mare o tra le acque limpide dei laghi. Le vacanze in barca a vela sono il modo ideale per vivere il mare in tutta la sua bellezza, immergendosi in acque pure e cristalline, visitando luoghi e città, in totale libertà e secondo i propri ritmi. Tutte caratteristiche che hanno attratto il turismo di lusso, in Italia, nel Mediterraneo o ai Caraibi. Non solo le classiche crociere sulle grandi navi, ma anche viaggi all’insegna della privacy, con a bordo solo le persone con cui si desidera trascorrere momenti di relax. Curiosità interessante anche il fatto che le vacanze in barca a vela hanno coinvolto sempre più persone nell’arco degli ultimi anni. Un trend segnalato in forte crescita negli ultimi anni tra gli under 30 in particolare, secondo un sondaggio realizzato da Speed Vacanze, tour operator specializzato in vacanze per single. I numeri indicano un incremento del 5% annuale per le vacanze in barca a vela, con un picco per gli under 30: il 36% di chi ha prenotato una vacanza in barca a vela ha infatti meno di 30 anni. In particolare il 35% di giovani dichiara di preferire la vacanza in barca a vela perché permette di godersi il mare e viverlo appieno, senza rinunciare alle comodità di un albergo a 5 stelle ed al divertimento di un villaggio organizzato. Grazie alla posizione nel Mediterraneo, alla costante presenza dei venti, alla bellezza delle sue calette e baie, la Sardegna non può che essere luogo ideale per la pratica della navigazione a vela. Grazie alla loro natura ecosostenibile e alla filosofia che sta alla base di tale disciplina, le imbarcazioni a vela riscuotono grande successo sia a livello agonistico che a livello amatoriale. Le numerose associazioni e club operativi nei porti dell’Isola rappresentano per i visitatori validi interlocutori per trovare informazioni su come prendere parte a corsi, affittare barche e attrezzature o prenotare escursioni. In molte località della costa sono presenti infatti scuole di vela aperte a tutti, operatori per tour in barca a vela alla scoperta del territorio che, sfruttando gli approdi in tutta l’Isola (come Porto Marina di Baia Caddinas a Golfo Aranci - ulteriori informazioni su http://marina.hotelbaiacaddinas.it/), contribuiscono ad alimentare l’amore per questo sport. Sono numerose le regate e gli eventi di livello internazionale organizzati durante l’anno. Tanti gli itinerari e le rotte frequentate dai turisti per la bellezza delle coste e delle acque, così come tante sono le iniziative, anche teatrali e culturali, organizzate per gli amanti del vento nelle diverse province dell’isola. Va comunque sottolineato come, grazie al clima mite, quasi tutto l’arco dell’anno e al caleidoscopio di paesaggi incorniciati da un ricco patrimonio naturalistico, la Sardegna è diventata, in questi ultimi anni, anche meta gettonatissima per gli amanti dell’outdoor e di attività sportive slegate apparentemente dal mare come cicloturismo, nordic walking, arrampicata, trekking, canyoning, parapendio, mountain bike, canoa, equitazione.

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 33

Una pratica, quella della barca a vela, molto diffusa e praticata anche in Trentino. Sì, perché il Trentino non è solo terra di monti e di valli, ma è anche un territorio ricco di laghi. I maggiori, il Garda, il Lago di Ledro, e il Lago di Caldonazzo, offrono le condizioni migliori per praticare il windsurf e la vela. Tuttavia è il Lago di Garda ad essere riconosciuto come uno dei migliori campi di regata europei. Riva del Garda e Torbole sul Garda sono tra le località più famose per “scendere il vento”, anche grazie alla qualità dei servizi offerti, con scuole e noleggi di altissimo livello. Ogni località del Garda Trentino ha un circolo velico riconosciuto dalla FIV

(Federazione Italiana Vela) con scuole vela autorizzate che organizzano corsi sia per adulti che per bambini (Circolo della Vela di Arco, Circolo della Vela di Torbole, Consorzio Vela del Garda Trentino, Fraglia Vela Riva, Lega Navale Italiana). Molto famose sono le regate gardesane come le frequentatissime l’Intervela, Lake Garda Meeting, Optimist d’Argento e molte altre che vantano decenni di storia. Una location che sposa anche un progetto interessante, che abbina pratica sportiva e utilità sociale: Sailability. Una cooperativa sociale, Archè, offre sul lago di Garda e sul Lago di Caldonazzo la possibilità di praticare la vela anche a persone

e bambini diversamente abili tramite barche a vela accessibili. In tal modo, dunque, salire a bordo anche in carrozzina non è più un problema, grazie alle particolari pedane che consentono di accedere sulla barca e ai servizi di sottocoperta. Uno schienale posto davanti al timone permette a chiunque di divertirsi a portare la barca. I servizi sono rivolti anche a persone con disabilità cognitive e sensoriali, nonché ad anziani con difficoltà motorie. A bordo si parla italiano, tedesco e inglese. A disposizione dell’equipaggio skipper e marinaio con specifiche competenze in ambito sociale e di assistenza a persone svantaggiate.

34 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

VENDIITA DIRETTA AL PUBBLICO

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 35

Il Made in Italy viaggia con il vento in poppa Anche quest’anno due grandi appuntamenti, uno nazionale e uno mondiale, hanno interessato il mondo delle imbarcazioni e del mare. Roma, all’interno dei padiglioni della Fiera, ha ospitato l’ottava edizione di Big Blu, Salone Internazionale della Nautica e del Mare.

In contemporanea, a Miami, si è tenuto il tradizionale Boat Show, che ha catalizzato nella capitale della Florida i migliori produttori e esperti del settore da tutto il mondo. Accanto alle esposizione delle principali novità del mercato di imbarcazioni, gommoni

e motori marini, Big Blu ha ospitato una serie di eventi collaterali e convegni in tema di nautica, diporto, pesca e turismo del mare organizzati dalle principali associazioni del settore nell’area “Blue Planet Economy”. Nei giorni della manifestazione sono state presentate anche numerose anteprime nazionali da diversi cantieri italiani e stranieri. Tra questi I. C. Yacht che ha presentato Aquilia, un gioiello made in Italy; Selva con un nuovo battello pneumatico; Honda Marine con i motori ad alta tecnologia; Suzuki Marine con un vasto spazio dedicato alle competizioni motonautiche; Karnic con il ritorno sul mercato italiano. Ma anche Ranieri International, Quicksilver e Italmar, mentre per i gommoni, anteprime a Big Blu dai cantieri BWA, Selva, Nuova Jolly, Zodiac, Marlin Boat e Aquo. “Una barca per ogni budget e per ogni stile di vita, di ogni forma e di ogni grandezza” è stato invece il motto degli organizzatori del Miami Boat Show, il più grande Salone Nautico mondiale.

Oltre tremila le imbarcazioni presentate prodotte in ogni parte del mondo agli oltre centomila visitatori; duemila aziende presenti all’evento per oltre 7.600 metri quadri di spazi espositivi nelle tre aree del Miami Beach Convention Center. A Miami, in Florida, ampio spazio anche per il “made in Italy” che ha messo in mostra le sue novità. Il Gruppo Azimut Benetti ha presentato una flotta di 18 yacht e tre esclusive anteprime mondiali: la nuova versione di Azimut 84 realizzata per il mercato americano; il Vision 145’, “Told U So” e il Benetti Classic Supreme 132’, “Petrus II”. Il brand Benetti ha preso parte al Miami Yacht & Brokerage Show insieme ad alcuni dei più importanti marchi del lusso made in Italy: Stefano Ricci, Pratesi, Antico Setificio Fiorentino, Poggio Mori, Casalvento e Livernano, con l’obiettivo di promuovere le eccellenze italiane del design e dell’artigianato di alta qualità.

36 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

La vacanza a tu per tu con il mare! Un elegante Resort direttamente sulla spiaggia ed affacciato su una delle baie più belle della Costa Smeralda, progettato, costruito ed arredato con il solo scopo di farti vivere il mare in ogni attimo della tua giornata: dall’ambientazione, agli arredi, ai dettagli ed alle attività proposte. Abbandonati all’abbraccio smeraldo di questo luogo incantato.

RESIDENCE Appartamenti curati e dotati di ogni comfort, alcuni in riva al mare, altri più defilati e circondati da un rigoglioso giardino, possono ospitare dalle coppie alle famiglie numerose. Vivere la vacanza in libertà ma circondati dai profumi e dai colori della Sardegna con i tanti servizi di un top hotel a portata di mano

HOTEL 4 stelle caratterizzate da eleganza e grande comfort per farti vivere una vacanza al top. Dalle camere alle Suite arrivando alle Family Suite per famiglie fino a 6 persone il nostro hotel ti offre una vacanza indimenticabile con lo sguardo fisso sul mare.

RISTORANTI Elegante e raffinato, il risrotante centrale si affaccia sul giardino. Qui ogni giorno troverai dei ricchi buffet e delle proposte che spaziano dalla cucina tradizionale sarda a quella internazionale, trasportandoti attraverso sapori e odori in esperienze culinarie ogni giorno diverse con proposte sia di terra che di mare. Il ristorante sulla spiaggia ti darà la possibilità

di servirti a pranzo di pasti veloci o più elaborati senza togliere lo sguardo dall’incantevole paesaggio marino che ti circonda.

BAMBINI Grazie alle tante iniziative di Kinny i tuoi bambini non si annoieranno mai: dal parco giochi a confine alle serate in compagnia. Non perdete l’occasione di portarli a vedere i delfini vicino all’isola di Tavolara che si trova di fronte alla nostra baia… sarà un’esperienza indimenticabile!

BEAUTY & WELLNESS Un’oasi di benessere e relax dove lasciarsi cullare da musiche soffuse e profumi inebrianti. Oltre alle due piscine di acqua dolce che si trovano in giardino, troverai un’attrezzatissima palestra, e la zona wellness con sauna, bagno turco, vasca fredda, docce tropicali e zona relax. I nostri esperti di bellezza saranno a tua disposizione per consigliarti e guidarti attraverso il ricco menu di trattamenti estetici e percorsi beauty che proponiamo.

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 37

Agosto... sulla cresta dell’onda Partire, mare, mare, partire... se ormai è questo l’unico motivetto che ti suona in testa non ti resta che una soluzione... vieni a Baia Caddinas con noi! Ti aspettiamo per una vacanza indimenticabile guardando il mare cristallino, passeggiando sulla spiaggia bianca, assaporando i profumi del giardino ed ascoltando la gioia dei bambini. PREZZO 7 GIORNI

Hotel mezza pensione

Residence appartamenti solo soggiorno

AGOSTO

A partire da € 910 per persona

A partire da € 1.300 per unità

Speciale Traghetti: offerte strepitose per la traversata Livorno/Golfo Aranci con Sardinia Ferries. Info: tel. 0789 46898 - baia-caddinas@clubres.com

38 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

ClubRes News Novità ed eventi all’orizzonte, in Sardegna, Trentino e Lago di Garda. Un mondo di opportunità da cogliere ed esperienze da vivere trascorrendo una vacanza nelle strutture ClubRes. 29 maggio 2014 - Val di Fassa

9ª edizione SellaRonda Bike Day

Giro d’Italia 2014

Grazie al successo riscosso nelle scorse edizioni, anche quest’anno i passi dolomitici intorno al Gruppo del Sella saranno teatro della manifestazione ciclistica non competitiva “Sellaronda Bike Day”. L’appuntamento per tutti i ciclisti è domenica 22 giugno dalle 8.30 alle 15.30. I passi Sella, Gardena, Pordoi e Campolongo saranno chiusi al traffico automobilistico per permettere il passaggio dei ciclisti che parteciperanno alla manifestazione non competitiva aperta a tutti!

La Val di Fassa torna grande protagonista del 97° Giro d’Italia. Giovedì 29 maggio 2014 i corridori della “corsa rosa” dovranno affrontare il mitico tappone dolomitico, Belluno - Rifugio Panarotta (Valsugana). La 18ª tappa sarà una delle più impegnative e si snoderà lungo un percorso di 171 km, con partenza da Belluno (453 m - Veneto) ed il trionfale arrivo al Rifugio Panarotta (Valsugana - Trentino), a 1.760 metri, attraverso i passi San Pellegrino (Moena - 1.918 m) e del Redebus (1.455 m), entrambi Gran Premi della Montagna.

Qui di seguito gli orari nel dettaglio: • da Selva al Passo Sella e al Passo Gardena sul lato Val Gardena tra le ore 8.30 e 15.30 (dall’incrocio Maciaconi al confine tra Selva e S. Cristina - SS 242). • Corvara - Passo Gardena e Corvara - Passo Campolongo sul lato Val Badia tra le ore 8.30 e 15.30 (dalla stazione a valle della cabinovia Boè - SS 243 e SS 244). • da Arabba al Passo Pordoi SR 48 e al Passo Campolongo SP 244 sul lato del comune di Livinallongo tra le ore 8.30 e 15.30 (Arabba, dall’incrocio con il Passo Campolongo fino al Passo Pordoi).

• da Canazei al Passo Sella e al Passo Pordoi sul lato Val di Fassa tra le ore 8.30 e 15.30 (Canazei, incrocio Strèda Dolomites e Strèda de Col de Pin presso Hotel Bellevue e Ufficio Postale - SS 48). La partecipazione alla manifestazione Sellaronda Bike Day è gratuita e aperta a tutti. Non è richiesta alcuna iscrizione. Partenza da Canazei, si consiglia il giro in senso antiorario. Lunghezza totale del Giro dei 4 passi (Sella Ronda) 55 km. Per info: /www.sellarondabikeday.com

26-29 giugno 2014, Moena, Val di Fassa

Sagra di San Vigilio La Segra de Sèn Vile è una grande festa campestre per celebrare il patrono San Vigilio, a suon di musica, gustando i prodotti locali e divertendosi tutti insieme. Centro della manifestazione, organizzata dalla Banda Comunale di Moena, sarà il tendone in Piaz de Navalge, dove in un’atmosfera coinvolgente si potrà cantare, ballare e degustare le deliziose specialità locali. Sul palcoscenico si alterneranno nelle varie giornate una serie di gruppi che sapranno soddisfare tutti i gusti musicali.

Trentino

22 giugno 2014 - Canazei, Passo Sella, Passo Pordoi - Val di Fassa

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 39

27 giugno - 6 luglio 2014, Golfo Aranci (OT)

Figari Film Fest, festa del cortometraggio Il Festival rappresenta una vetrina per gli addetti del settore cinematografico già affermati e si propone, altresì, come trampolino di lancio per registi, sceneggiatori ed attori emergenti. Il Figari Film Fest nasce dalla convergenza d’intenti tra l’associazione culturale DIERO e il Comune di Golfo Aranci. A luglio la splendida cittadina della Costa Smeralda diviene per una settimana il centro

di un movimento cinematografico e culturale che vuole ricercare, scoprire e promuovere nuovi autori del cinema contemporaneo indipendente italiano e straniero. Il profondo legame con il territorio sardo, esplicitato anche dal logo, mira allo sviluppo dell’attività filmica dell’isola e alla valorizzazione della Sardegna sotto ogni suo profilo (ambientale, storico, culturale e di costume).

Ferragosto 2014, Golfo Aranci (OT)

Sagra del Pesce Il Ferragosto di Golfo Aranci ogni anno è caratterizzato dalla Sagra del Pesce, che coinvolge un numero di visitatori sempre crescente. Durante la sagra vengono cucinate tonnellate di pesce di tutti i tipi, accompagnato da frittura di gamberi, calamari e pesci. A deliziare il palato il buon vino sardo che fa da cornice alla sagra. Vengono organizzati banchetti nei quali è possibile acquistare i diversi prodotti tipici locali e i prodotti dell’artigianato. Un porto in festa per questa sagra che vede anche i festeggiamenti per l’Assunta, la messa, la processione a mare, i suoni delle launeddas ed i gruppi folk, con un grande spettacolo musicale che chiude, come consuetudine, la rassegna.

Sardegna

Golfo Aranci (OT)

Dolphin Watching Quante persone hanno sognato di vedere da vicino un delfino allo stato libero? Golfo Aranci ha una caratteristica che nessun altro posto in tutta la Sardegna può vantare, ovvero una colonia stanziale di delfini nel golfo. Attratte dagli impianti di itticultura nei pressi dell’isola di Figarolo, intere famiglie di Delfini (tursiopi) vengono a mangiare

all’interno della recinzione che delimita l’area interdetta alle imbarcazioni. Lo spettacolo è praticamente assicurato con l’80 % di possibilità di avvistamento. Proprio per questo dalle 18.00 in poi, orario migliore per l’attività, si esce con le imbarcazioni alla ricerca di queste splendide creature.

Per info e prenotazioni:

TRENTO’S BOOKING CENTER Tel. +39 0461 984010 info@clubres.com - www.clubres.com

40 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 41

Colleziona le nostre

t-shirt

ClubRes è sempre attenta alle diverse iniziative mondiali con profondi valori morali, solidali ed educativi e per trasmetterla ai tuoi bambini, che faranno il futuro del nostro Mondo, adotta ogni anno un tema speciale per le magliette del Kinny club. Lo scorso anno, per esempio, era l’anno internazionale dell’acqua mentre quest’anno oltre che per i mondiali di calcio sarà ricordato come l’anno internazionale dell’agricoltura familiare. Fai conoscere ai tuoi bambini queste importanti iniziative, le magliette le trovi in esclusiva presso le nostre strutture. Assapora la gioia di aver posato un mattoncino per migliorare il futuro poiché parte dell’importo verrà devoluto ad un’associazione che si occupa dell’educazione dei bambini.

Indossa un sorriso,

chiedi anche tu la maglietta!

42 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

La vacanza personalizzata

Denis Siric - General Manager Dolomiti ClubRes Sono nato in Bosnia ed Erzegovina a Mostar, classe 1973, italiano di adozione dal ‘92. Ho basato il mio percorso di crescita professionale sulla voglia di conoscere il mondo della ricettività turistica in ogni dettaglio, acquisendo direttamente sul campo competenze trasversali in tutti i settori di una struttura alberghiera. Nel 2000 arriva la grande occasione: la prima direzione d’albergo, proprio dove avevo iniziato la gavetta. Grazie all’incontro con Ilaria Dalle Nogare è iniziato un percorso ed una collaborazione con Dolomiti ClubRes che dura da ormai 6 anni e che mi vede oggi ricoprire il ruolo di General Manager.

Oggi viviamo nell’era della “personalizzazione”. Tutti vogliamo oggetti, dai più semplici a quelli più costosi, che portino il nostro marchio, che rispecchino il nostro stile, con caratteristiche, colori e finiture o “accessori” particolari ed esclusivi. Insomma, vogliamo cose, beni o servizi che sempre più si adattino alla nostra personalità, alle nostre esigenze, ai nostri gusti, ai nostri stili di vita... Pensate all’auto, alla cover di un cellulare, ad una camicia “firmata” con le proprie iniziali, ad un mobile per la casa.. gli esempi di questo genere sono quasi infiniti. In sintesi vogliamo sentirci unici ed avere qualcosa di distintivo rispetto agli altri. Questo fenomeno è ormai diffuso anche nella vacanza, nel servizio alberghiero che necessariamente ormai si deve adattare a questi trend ed a questo diffuso sentimento comune. Ma come si misura la qualità del servizio alberghiero? Qual è la differenza tra la qualità erogata e la qualità percepita? Quando una vacanza o un soggiorno diventano esclusivi? Comprendere la differenza tra l’oggettività e soggettività della qualità del servizio erogato e/o percepito, oggi vuol dire conoscere e capire i propri clienti e le loro specifiche esigenze; essere in grado di accontentarli richiede psicologia oltre che competenza e professionalità, e questa capacità è alla base del successo dell’attività ricettiva moderna.

Ognuno di noi è diverso e ha dei parametri di soddisfazione assolutamente soggettivi, relativi e differenti. Quindi come si possa organizzare un servizio che possa soddisfare tutti i nostri clienti, un servizio eccellente in grado di garantire loro un’esperienza esclusiva ed unica è la domanda che ci poniamo tutti i giorni. Su questo fronte è impegnato costantemente, con passione e disponibilità il nostro staff che cerca prima di tutto un dialogo con la clientela in modo da poter cogliere anche nelle sfumature, esigenze e bisogni, perché è nella cura del dettaglio che riteniamo di poter fare la differenza. Il nostro gruppo e il nostro staff creano quotidianamente su misura proposte e soluzioni personalizzate per venire incontro dalle esigenze di un vasto target di clientela; dalla famiglia con bambini piccoli e le relative peculiari necessità, alla coppia che ricerca intimità e relax, allo sportivo attento alla dieta e bisognoso di un supporto flessibile e servizi adeguati a consentirgli di poter svolgere in piena libertà le proprie attività sportive preferite. Ogni giorno lavoriamo con passione perché i nostri ospiti possano vivere con noi momenti indimenticabili ed esperienze uniche. È per questo che i nostri ospiti ritornano con piacere ed entusiasmo nelle strutture ClubRes per vivere con noi una nuova vacanza… e ritornano sempre con il sorriso.

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 43

Regala un’emozione ClubRes ad un tuo amico. ClubRes regalerà un’emozione anche a te. Buoni Regalo:come usarli Noi di ClubRes abbiamo pensato proprio a tutto per farti vivere dei momenti unici e pieni di gioia: scopri i nuovi BUONI REGALO per te e per i tuoi amici!

L’utilizzo dei buoni è semplice,ecco in breve le condizioni di validità:

Acquista un buono regalo da 50€ o 100€ da donare a un amico, e noi di ClubRes ti restituiremo un buono dello stesso valore che potrai utilizzare per un soggiorno presso una delle strutture in montagna del nostro gruppo Dolomiti ClubResidences.

• I buoni possono essere usati per un soggiorno minimo di due notti presso i Clubresidences di montagna.

Un’idea speciale per regalare una vacanza a chi vuoi bene e fare un regalo anche a te stesso! I buoni dovrenno essere utilizzati entro un anno dalla data di richiesta, effettuando la prenotazione tramite il Centro Prenotazioni ClubRes (escluso il periodo di Capodanno ed Epifania e Ferragosto).

• Non sono cumulabili tra di loro,

Stupisci i tuoi cari o i tuoi amici con un regalo che li porti ai piedi di cime innevate o al fresco di boschi e dolci vallate... con ClubRes puoi!

• Non sono retroattivi, quindi non sono applicabili a prenotazioni già effettuate.

I buoni possono essere richiesti contattando il Centro Prenotazioni di Trento allo 0461/984010 oppure scrivendo una e-mail a info@clubres.com Un regalo originale? I buoni ClubRes! PASSAPAROLA…

50 Euro

Facsimile

100 Euro

• I buoni non possono essere utilizzati in modo continuativo • Non possono essere utilizzati come sconto sugli extra o come riduzione delle spese relative ai multi-proprietari.

BUONO SCONTO

BUONO SCONTO

• Non possono essere convertiti in contanti

Facsimile

44 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Padre Alessandro Caspoli, direttore dell’Antoniano: Quando e come nasce la Sua esperienza con l’Antoniano? La mia esperienza ha inizio nel 2000, quando l’Antoniano avvia una fase di avvicendamento generazionale. Ricevo il testimone dai frati fondatori che negli anni Cinquanta avevano fatto nascere la struttura e ne avevano guidato negli anni lo sviluppo e la crescita. Divento direttore nel 2003. Nel portare avanti questo compito mi ha aiutato la mia formazione nel mondo delle scienze della comunicazione e il patrimonio che i miei predecessori hanno lasciato. Qual è il Suo pensiero in merito al rapporto fra i bambini e la musica? La musica è uno strumento che aiuta la crescita armonica del bambino, basti pensare al modo del tutto naturale con cui i bambini reagiscono all’ascolto dei suoni fin da neonati

(ed anche prima, nella vita intrauterina). Una educazione che preveda un approccio alla musica nei suoi diversi aspetti, ritmo, canto, strumentale fin dalla più tenera età è un mezzo che accompagna e supporta lo sviluppo integrale del bambino. Come descriverebbe lo Zecchino d’Oro, per avvicinare bambini e famiglie a questa esperienza? Lo Zecchino d’Oro, con oltre ottocento canzoni create in 56 edizioni, è uno strumento che ha portato note, testi e buoni valori in milioni di case per cinque decenni e quindi è diventato uno strumento trasversale a più generazioni. Abbiamo sempre cercato di costruire delle canzoni che parlassero ai bambini di temi a loro cari e che li aprissero a nuove esperienze e questo ci viene costantemente riconosciuto dal fatto che le nostre

canzoni sono utilizzate nelle scuole e presenti all’interno delle famiglie. Chi ascolta le canzoni dello Zecchino sa di avere in mano uno strumento sicuro, pensato e realizzato per i bambini. Quali sono i momenti più belli ed emozionanti della Sua carriera: quelli che ricorda con maggior piacere, quelli più significativi e perché? Due momenti: il primo è recente, il 27 ottobre scorso, quando il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano ha partecipato alla Giornata della Famiglia in Piazza San Pietro alla presenza di Papa Francesco. Ad emozionarmi di più è stata la reazione dei nostri bimbi alle parole del Papa. Il secondo risale alla fine del 2011, quando abbiamo inaugurato la prima struttura di accoglienza per senza dimora esterna

Selezioni nazionali Zecchino d’Oro L’Hotel Resort Baia Caddinas, viale Concas Caddinas 63 a Golfo Aranci (OT), ospiterà nei giorni

venerdì 18 e sabato 19 luglio 2014 le selezioni per il 57° Zecchino d’Oro 2014. Dopo questa prima audizione a porte chiuse, i bambini scelti affronteranno la selezione durante uno spettacolo pubblico che si terrà a Golfo Aranci (OT).

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 45

educazione ed amore per la musica all’Antoniano che ospita persone in difficoltà e le segue in un percorso di reinserimento nella società e nel mondo del lavoro. Per noi ha voluto dire aprirci a tante persone e dare loro una speranza concreta. Musica è? Goia, armonia, stare insieme, impegno senza sosta, dedizione. Antoniano, una storia importante. Quale il presente e quale il futuro? Novità all’orizzonte o progetti che desidera ricordare o spiegare? L’Antoniano, che è nato nel 1954, ha subito molte trasformazioni nella sua storia, sono state lanciate molte iniziative in ambiti molto diversi fra di loro, alcune sono rimaste e si sono consolidate, altre sono cessate una volta assolta la propria funzione. Oggi l’Antoniano pone la sua attenzione soprattutto su due ambiti, i senza dimora e i bambini. Nel primo caso vogliamo costruire dei percorsi che, partendo dal primo contatto della mensa, aiutino le persone ad uscire dalla vita di strada e dai dormitori pubblici ritrovando autonomia, dignità e un posto nella nostra società. È un processo lungo che richiede molta pazienza e competenza da parte di coloro che quotidianamente sono a contatto con le persone. Per i bambini vogliamo diventare un centro di eccellenza per le proposte educative soprattutto nell’ambito musicale. Un augurio ai nostri lettori per la prossima estate... Auguro a tutti i lettori della rivista che si avvicineranno alle cime dolomitiche di riscoprire la capacità di emozionarsi davanti al bello. Il bello di ciò che ci circonda nella natura e nelle persone, il bello di riscoprirsi creature amate da un Dio misericordioso, il bello che si manifesta nei cambiamenti che avvengono intorno a noi, il bello dei bimbi che crescono, il bello di saper ascoltare l’altro… a sinistra  Padre Alessandro Caspoli con Veronica Maya

46 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Ti piace giocare d’anticipo? Prenota subito la Tua vacanza Dolomiti ClubRes sulla neve e potrai avere degli sconti e delle offerte che ti lasceranno a bocca aperta! Early Booking ClubRes

-20

per le prenotazioni confermate entro il 31/8 (-15% per le strutture in Val di Fassa)

-10

per le prenotazioni confermate entro il 31/10

%

%

-8

%

E inoltre per la tua vacanza a tutto sci... DOLOMITI PREMIERE 29/11 - 21/12/2014

4 giorni al prezzo di 3! Offerta valida su skipass e soggiorno. E se rimani 8 giorni te ne regaliamo 2! E inoltre sconti particolari anche sulla scuola di sci ed il noleggio attrezzatura.

DOLOMITI SUPER SUN 14/3 - 12/4/2015

1 giorno gratis sugli sci! Offerta valida su soggiorno e skipass, per un soggiorno di 7 notti.

DOLOMITI KIDS SPECIALS 14/3 - 12/4/2015

per le prenotazioni confermate entro il 15/11 In Hotel Bambini fino a 8 anni GRATIS (soggiorno + skipass) e bambini fino a 12 anni SCONTO 50%.

TRENTO’S BOOKING CENTER Tel. +39 0461 984010 info@clubres.com www.clubres.com

In Residence Bambini fino a 8 anni SCONTO 50% su alloggio e skipass GRATIS. Bambini fino a 12 anni SCONTO 30% su alloggio e skipass SCONTO 50%.

Per info e prenotazioni:

TRENTO’S BOOKING CENTER Tel. +39 0461 984010 info@clubres.com - www.clubres.com

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 47

48 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Liberi nel verde, il progetto Intervista a Nicola Dalle Nogare Come nasce e quale percorso ha portato alla ideazione e realizzazione del progetto Liberi nel Verde? L’esperienza di oltre 40 anni ha portato me e la mia azienda a scegliere, per alcuni progetti particolari, una serie di regole/criteri di costruzione e di qualità che ci siamo imposti, regole e criteri che abbiamo riunificato in un decalogo. Prima di arrivare alla scelta di introdurre il protocollo “Liberi nel verde”, negli anni sono state maturate varie esperienze: • Dal 2000, da quando sono stati introdotti nella provincia di Trento i primi esempi di case a basso consumo, abbiamo realizzato degli interventi che progressivamente hanno ridotto i consumi energetici. Mediamente questi edifici hanno consentito un risparmio energetico fino al 30/40% rispetto a edifici coevi, edifici, i nostri, che oggi hanno una categoria energetica fino a livello B, con un miglioramento, nel contempo, del comfort; • Sono state fatte delle esperienze di complessi con totale eliminazione del traffico, dove i parcheggi sono stati posizionati negli interrati o ai margini degli edifici, dove sono stati realizzati dei percorsi pedonali completamente sicuri e privi di traffico; • Sono state maturate delle importanti esperienze nell’ambito del comfort acustico che hanno portato negli anni a risultati ottimi.

Con le ultime realizzazioni, sono stati fatti dei progetti specifici che hanno ottenuto dei risultati di eccellenza, tra i migliori riscontrabili sul mercato; • Ogni progetto ha avuto una cura particolare, sia a livello complessivo, sia livello di dettaglio. In particolare, ogni progetto ha avuto un grande studio nella progettazione e nell’inserimento urbano. La sintesi delle esperienze ha portato al progetto “Liberi nel verde”, una somma delle migliori possibilità concesse dalla tecnica attuale. Qual è stata la principale evoluzione nel sistema costruttivo degli ultimi anni? In tutti i settori, si è passati dal sistema delle buone pratiche, al sistema della certificazione dell’ente terzo. Per esempio, nell’industria sono stati introdotti i sistemi di certificazione di qualità con le norme UNI ISO e nell’agricoltura i prodotti biologici sono controllati da un ente terzo che garantisce l’effettivo utilizzo di un protocollo. Nell’edilizia sono stati introdotti una serie di protocolli di certificazione, quali certificazioni energetiche o certificazioni ambientali. Le certificazioni energetiche e quelle ambientali hanno dei grossi limiti, infatti prendono a riferimento solo alcuni aspetti del edificio o dell’edificazione, ma non sono complete.

Nicola Dalle Nogare

a sinistra

Residenze del Sole a Mezzolombardo

a destra

sotto Parco dei Ciliegi a Villazzano (a sinistra)

Masi Bellavista a Serrada di Folgaria (a destra)

Per esempio le certificazioni energetiche (casa clima, certificazione energetica) prendono in considerazione solo il consumo energetico dell’edificio, trascurando invece altri aspetti importantissimi. I nostri edifici non solo rispettano tali certificazioni in modo rigoroso, ma hanno anche tante altre caratteristiche, come un elevato comfort ed una particolare attenzione alla sicurezza, che, insieme ad altri requisiti, potrete trovare nel nostro catalogo “Liberi nel verde”. Quali progetti Liberi nel Verde state realizzando e qual è l’elemento distintivo che vorrebbe segnalare? Residenze del Sole, Mezzolombardo: semplicità della concretezza

Un progetto curato nei dettagli, architettura, tecnologie e metodi costruttivi, semplici ma efficaci e concreti. Parco dei Ciliegi, Villazzano di Trento: l’innovazione dell’esperienza Un progetto innovativo, con un’architettura ricercata. Il massimo che si può ottenere per consumi energetici, frutto di alcuni anni di ricerca di materiali e tecniche costruttive. Masi Bellavista, Serrada di Folgaria: la casa di montagna con qualcosa in più

Ė uno chalet? È il meglio che si può avere in montagna per prestazioni energetiche, acustiche e con un’architettura che richiama le migliori tradizioni della nostra montagna.

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 49

Pale di San Martino, Dolomiti.

Le tue prossime vicine di casa. Per sempre. Il Clubresidence Relais si trova a San Martino di Castrozza, in Trentino, in posizione mozzafiato ai piedi delle montagne del Parco Naturale Paneveggio - Pale di San Martino. Un luogo esclusivo in cui passare le tue vacanze ai piedi delle Dolomiti, dove potrai coniugare divertimento, relax e natura. Gli appartamenti del Clubresidence Relais sono dotati di tutti i comfort.

INFO | 348.2513941 | richieste@dallenogare.it

Vendiamo monolocali, bilocali e trilocali pronta consegna e personalizzabili. Prossima ristrutturazione parti comuni.

50 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 51

www.liberinelverde.it IL DECALOGO DI UN’EDILIZIA CHE GUARDA AL FUTURO Il Gruppo Dalle Nogare presenta il progetto Liberi nel Verde, una filosofia d’avanguardia per un’abitazione che guarda al futuro in modo innovativo. È un nuovo approccio progettuale che prende in considerazione molteplici parametri: di armonia, di risparmio energetico, di sicurezza, di sostenibilità ambientale, di comfort e di rispetto della natura. È una nuova vision in edilizia, che guarda oltre la semplice certificazione energetica o la sostenibilità ambientale. È una modalità progettuale e di costruzione basata su un decalogo di principi semplici e verificabili, studiata per garantire un valore economico capace di durare e di rivalutarsi nel tempo. È una filosofia che mette al centro la persona e la famiglia, prestando attenzione al benessere, alla qualità della vita, alla sicurezza e al comfort. È una filosofia nata dall’esperienza, maturata in quarant’anni di attività e frutto di una volontà di miglioramento continuo. 1.IMPOSTAZIONE URBANISTICA Gli immobili liberi nel verde sono edificati all’interno di aree verdi - parchi e giardini - per rendere il complesso residenziale una vera e propria “isola verde”.

2. CERTIFICAZIONE ENERGETICA Gli immobili liberi nel verde sono progettati per ridurre al minimo l’impatto ambientale e conseguire così le certificazioni di risparmio energetico B, A o A+.

3. COMFORT Gli immobili liberi nel verde sono costruiti con progettazione acustica, isolamento termico, impiego di fonti di calore a bassa temperatura e ambienti giorno naturalmente luminosi, perchè ogni abitazione abbia il massimo comfort. 4. FONTI RINNOVABILI Per garantire basse emissioni di CO₂ ed un risparmio economico, gli immobili liberi nel verde sono dotati di fonti energetiche rinnovabili come ad esempio impianti fotovoltaici, riscaldamento a pellet (biomassa) o collettore termico. 5. SICUREZZA E PROTEZIONE Gli immobili liberi nel verde sono progettati e costruiti per offrire la massima sicurezza e protezione a tutta la famiglia: edifici che rispettano le più recenti normative antisismiche e antincendio, con portoncini blindati e predisposizione di sistemi antifurto in tutte le unità abitative, parchi recintati, serramenti antisfondamento e tapparelle antintrusione negli appartamenti a piano terra. 6. PARCHI E GIARDINI. BAMBINI IN LIBERTÀ Gli immobili liberi nel verde sono progettati armonicamente da un paesaggista, per offrire delle zone a verde privato in piena sicurezza e massima privacy. La mancanza di autovetture in movimento consente di

avere percorsi e zone protette dove i bambini possono giocare e muoversi in totale libertà e sicurezza. 7. ELIMINAZIONE DEL TRAFFICO Le automobili non possono circolare all’interno dei complessi residenziali liberi nel verde. Il traffico è limitato infatti al perimetro, con aree di parcheggio nelle zone periferiche. Eventuali percorsi interni a velocità moderata sono protetti da barriere o cancelli. I garage, completamente interrati, offrono l’accesso diretto alle unità abitative tramite percorsi protetti. 8. IL PIACERE DI ABITARE Gli immobili liberi nel verde sono ideati, progettati, sviluppati e costruiti con estrema cura nei dettagli, sia delle singole componenti, sia delle unità che le compongono; studiati per rispecchiare e vestire adeguatamente le singole personalità; studiati per il piacere di abitare. 9. BIOARCHITETTURA E RISPARMIO ENERGETICO Gli immobili liberi nel verde sono progettati e costruiti seguendo una filosofia eco sostenibile, che guarda oggi al domani con responsabilità e attenzione all’ambiente in cui viviamo. L’attenta selezione dei materiali impiegati, le finiture e le tecnologie che utilizzano risorse naturali e rinnovabili, consentono di ridurre al minimo l’impatto ambientale e i consumi sia di elettricità, sia derivanti da riscaldamento e raffrescamento. 10. VALORE NEL TEMPO, UN INVESTIMENTO ACCESSIBILE A TUTTI Acquistare gli immobili liberi nel verde significa investire in un bene capace di mantenere il proprio valore economico nel tempo. Proponiamo finiture e qualità di materiali di alto livello e tecnologie costruttive all’avanguardia: un prodotto di eccellenza ad un costo realmente accessibile, frutto di 40 anni di esperienza nel settore.

Per maggiori informazioni: Gruppo Dalle Nogare www.liberinelverde.it - www.dallenogare.it Cell. 348 2513941 - Tel. 0461 984100

52 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

La casa passiva Definizione di Casa Passiva

La Casa Passiva (Passiv Haus in tedesco, Passive House in inglese) è un edificio che presenta fabbisogni energetici e caratteristiche prestazionali come nella Tabella nel seguito riportata, per una temperatura dell’ambiente di 20°C. Criteri principali Fabbisogno energetico specifico utile per riscaldamento

15 kWh/m2a (10 W/m2)

Fabbisogno energetico specifico utile per raffrescamento

15 kWh/m2a

Fabbisogno energetico specifico primario totale

120 kWh/m2a

Tenuta all’aria minima (n50 massimo accettabile)

0,6 h-l

Temperatura superficiale interna minima da comfort

17°C

Rendimento di recupero minimo degli impianti di ventilazione Consumo di corrente elettrica massimo dell’impianto di ventilazione

75,00% 0,45 Wh/m3

Questi 20°C sono un valore convenzionale standard, stabilito per permettere un confronto omogeneo a livello universale. La temperatura effettiva viene impostata individualmente dai singoli abitanti!

Come funziona la CasaPassiva

Il principio grazie al quale funziona la Casa Passiva è ottimizzare i guadagni (apporti solari, apporti interni) e minimizzare le perdite. Perché in un edificio tradizionale è necessario riscaldare? • Perché attraverso l’involucro dell’edificio (pavimento, pareti, copertura, serramenti, ecc.) va persa gran parte dell’energia fornita. • Perché l’aria che entra in casa quando si aprono le finestre e le porte è fredda. Che cosa succede, invece, in una Casa Passiva? • Le perdite per trasmissione attraverso l’involucro vengono ridotte ad un livello minimo grazie alla forte coibentazione, la riduzione dei ponti termici e la tenuta al vento e all’aria. In questo modo si evita praticamente ogni perdita di calore per trasmissione. • Le perdite di calore dovute all’aerazione vengono minimizzate. Ciò avviene attraverso l’impiego di un impianto di ventilazione a recupero di calore. Più semplicemente: prima di essere espulsa, l’aria viziata dell’edificio cede parte del proprio calore all’aria pulita, prelevata dall’esterno. Nel far questo, i due flussi d’aria non vengono messi in contatto diretto, con il risultato che gli odori dell’aria viziata non vengono mai ri-immessi nell’abitazione.

I vantaggi della CasaPassiva Benessere e comfort Grazie alla temperatura uniforme delle superfici, al ricambio d’aria costante e all’eliminazione dell’umidità e degli odori, gli edifici passivi offrono un benessere e un comfort abitativo superiore.

L’alta qualità termica di tutti i componenti che racchiudono l’edificio assicura un clima interno sempre piacevole in tutte le stagioni. In altre parole, in inverno è piacevolmente caldo e in estate gradevolmente fresco. Ma è soprattutto quando si considerano i tipici aspetti critici che la Casa Passiva mostra i suoi punti di forza. Non vi è differenza tra la temperatura dell’aria interna e quella delle superfici degli elementi strutturali, origine di fastidiose correnti d’aria, e non si formano flussi di aria fredda discendente, nemmeno in corrispondenza delle finestre. In una Casa Passiva anche la condensa sui vetri o la formazione di muffa sono fenomeni sconosciuti. Clima piacevole e salubre, comfort acustico La Casa Passiva permette il mantenimento di una temperatura piacevole per gli abitanti, ad esempio 22°C. Questo viene raggiunto attraverso forme costruttive compatte, l’esposizione ottimale al sole, la riduzione dei ponti termici, l’elevato grado di isolamento dell’involucro e il sistema di aerazione controllata con recupero del calore. Il sistema di ventilazione inoltre fa si che l’aria sia sempre fresca e pulita, priva di polveri e pollini, portatori di fastidiose allergie. Infine, l’elevato grado di qualità costruttiva per i dettagli, necessario per il raggiungimento dello standard energetico, contribuisce al raggiungimento di elevate prestazione di abbattimento acustico. Minimo fabbisogno energetico per il riscaldamento Il fabbisogno energetico estremamente ridotto fa sì che la Casa Passiva possa essere riscaldata con spese minime. Ad esempio, per un appartamento di circa 80 mq, se si riscalda con una stufetta a pellets, la spesa prevista è meno di 100 € all’anno. E non vi sono bollette per il gas e spese di manutenzione per la caldaia, semplicemente perché non c’è! Valore immobiliare La Casa Passiva rispetta già i limiti energetici previsti dalla Legge 2010/32/UE, che entreranno in vigore a partire dal 31.12.18 per gli edifici pubblici, dal 31.12.2020 per gli edifici privati. Ogni Casa Passiva potrà pertanto essere venduta anche dopo tale data senza nessuna svalutazione e/o necessità di adeguamento energetico, in quanto già perfettamente rispondente ai requisiti di Legge.

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 53

La casa passiva, domande e risposte “È vero che una Casa Passiva non ha riscaldamento?” È giusto dire che una Casa Passiva non necessita di un sistema di riscaldamento di tipo tradizionale, come ad esempio caldaia a gas o GPL. In teoria infatti tutti i tipi di riscaldamento sarebbero concepibili per una Casa Passiva, ma di solito producono calore in eccesso. Il poco calore che realmente serve può essere immesso attraverso il sistema di areazione o piccole stufe a legna/pellets. Ciò permette di risparmiare sui costi per l’impianto di riscaldamento, per le installazioni, per la manutenzione, per le bollette, per i radiatori o riscaldamento a pavimento e per la distribuzione termica. “In una Casa Passiva è possibile collocare camini a legna o stufe?” Sicuramente sì. È necessario solamente fare attenzione che la stufa sia omologata per Casa Passiva, in modo tale che l’aria di combustione non entri in contatto con l’aria dell’ambiente (in praticala stufa deve avere una presa d’aria esterna e il camino deve essere coibentato e a tenuta d’aria). L’ottima coibentazione della Casa Passiva farà sì che si riscaldi velocemente e con poco consumo di legna o pellets. “Come si ovvia al problema degli odori che si formano in cucina, in bagno o nel WC?” I servizio igienici e gli ambienti ad alta fruizione (cucina) sono dotati di una ventilazione controllata automatica. Gli odori della cucina non si diffondono nemmeno negli ambienti aperti e dopo poco tempo non sono più percepibili. “Si sente l’impianto di aerazione? Le persone più sensibili possono conviverci?” L’alta qualità dell’ambiente fa si che la velocità dell’aria immessa ed espulsa dal sistema di areazione sia bassissima, tale che gli utenti dell’abitazione non riescano di fatto a percepire quando gli impianti siano accesi o spenti. Inoltre la ventilazione controllata permette

l’eliminazione del cosiddetto “effetto telefono”, ovvero della propagazione del rumore tra due stanze in presenza di aria stagnante. “In inverno il pavimento senza riscaldamento è freddo?” Grazie alla coibentazione ottimale e all’eliminazione dei ponti termici, anche la superficie del pavimento raggiunge approssimativamente la temperatura dell’ambiente. Nessuna sensazione di freddo viene pertanto percepita calpestandolo. “Si possono aprire le finestre in una Casa Passiva?” Naturalmente. E si possono aprire tutte le volte che si vuole! In inverno ciò ha la stessa conseguenza di un edificio convenzionale, ovvero diventa freddo. Con il vantaggio però che, una volta chiuse, grazie all’ottima coibentazione, sarà molto più facile riportarlo ad una temperatura più confortevole. Stesso discorso in estate ovviamente al contrario. Senza impianto di raffrescamento a gas il ritorno ad una temperatura media sarà più lento. “Se voglio, è possibile raggiungere i 25°C?” Riscaldare una Casa Passiva è semplice, più di una casa convenzionale. L’ottima coibentazione e l’eliminazione dei ponti termici fa si che tutto il calore fornito contribuisca a riscaldare l’ambiente, in quanto non si hanno praticamente perdite per dispersione verso l’esterno. “Posso variare la temperatura nelle varie stanze?” Il sistema di ricircolo dell’aria tenderà a portare e mantenere la temperatura costante e livellata in tutta la casa. Fatto salvo nel breve periodo, dopo aver aperto una finestra, la temperatura tenderà ad essere omogenei nei vari locali “Posso piantare dei chiodi nelle pareti?” Tutti i materiali isolanti verso l’esterno o tra un appartamento e l’altro si trovano all’esterno non all’interno del muro. Non viene utilizzato cartongesso

54 | Dolomiti Emotions • Estate 2014

le terrazze del sole

WINE EXPERIENCE LE TERRAZZE DEL SOLE: passione di famiglia Trentino, terra dai sapori unici, di atmosfere ristoratrici di corpo e mente, di incontro fra i profumi forti tipici dei territori montani e quelli più leggeri che si incrociano passeggiando vicino ad una cascata o lungo le rive di un torrente o di un lago. Trentino è terra del Gusto, rinomata ormai in tutto il mondo anche grazie ai propri vini, quelli che nascono dall’impegno di piccole e grandi cantine nella coltivazione delle viti, cantine che sono un patrimonio culturale di tradizioni locali e al tempo stesso cassaforte di parte importante delle radici trentine. Fra le aziende agricole che ancora si dedicano alla produzione di vini dal sapore genuino d’altri tempi e che di questi sanno rappresentare ed offrire la migliore espressione, ti invito ad assaporare almeno una volta i gusti inebrianti proposti da una piccola perla del mondo

vitivinicolo trentino, Le Terrazze del Sole da cui prende il nome la linea vini stessa. È il frutto semplice ma appassionato del lavoro di Nicola Dalle Nogare, che con impegno e nel segno di metodi tradizionali, rinnova ogni anno la produzione di un fresco Chardonnay bianco, un robusto vino Rosso del MarTignano, colore che di questa terra ricorda il patrimonio delle montagne dolomitiche, ed un Tramonti bianco, dai tratti inconfondibili e capace come pochi di accarezzare il tuo palato. Puoi degustare in esclusiva i vini “Le Terrazze del Sole” della famiglia Dalle Nogare presso gli Hotel, Residence & Resorts Dolomiti Club Residences. Un motivo in più per scegliere una vacanza ClubRes.

Dolomiti Emotions • Estate 2014 | 55

Promo vantaggi ClubRes Card Essere uno di noi ti conviene! Entrare a far parte della famiglia ClubRes non ti costa nulla: puoi richiedere la tua tessera fedeltà gratuitamente ed entrare in un mondo di vantaggi tutto per te! SCONTO FEDELTÀ 5% per tutte le tue prenotazioni combinabile con qualsiasi altra offerta…e la raccolta punti che ti permetterà di richiedere dei premi speciali o degli sconti esclusivi man mano che raggiungerai i traguardi prefissati.

PRENOTA ONLINE SU WWW.CLUBRES.COM IL TUO SCONTO FEDELTÀ DIVENTA MAGGIORE!! Richiedi il codice di sconto personalizzato e segui poche semplici istruzioni: 1. Richiedi il codice promozionale a fidelity@clubres.com 2. Avvia la ricerca indicando la struttura ed il periodo che ti interessano 3. Nel campo SPECIAL CODE inserisci il codice promozionale che ti sarà stato indicato e clicca nuovamente su CERCA. I prezzi che visualizzerai saranno già al netto dello sconto speciale 7% (sommato ad eventuali altre promozioni). 4. Nel campo NOTE dei dati anagrafici scrivi il numero della tua ClubRes Card così non perderai i punti.

E non perdere le offerte dei nostri partner

ClubRes - Dolomiti CLUBRESIDENCES

TRENTO’S BOOKING CENTER Via Giovanelli, 23 - 38122 Trento (TN) Tel. +39 0461 984010 - Fax. + 39 0461 238890 info@clubres.com - www.clubres.com

Dolomiti Emotions, semestrale a cura di Dolomiti ClubRes - Alpi Due S.r.l. del Gruppo Dalle Nogare - Trento - Italia Via Giovanelli, 23 - 38122 Trento (TN) - Tel. +39 0461 984010 www.clubres.com - www.dallenogare.it


Magazine Dolomiti Emotions