Issuu on Google+

sperimentazioni, quell’alone di mistero tutt’oggi intimamente legato -

all’occultismo che di lì in avanti si svilupperà, arrivando sino a noi. Al di là della già citata basilare tecnica dell’esposizione multipla, a stimolare

31 / COSTUME

itica, tema che solo recentemente è entrato a buon titolo in un’analisi storica tuttavia non particolarmente morigerata, al bivio tra Ottocento e Novecento è stata luogo di appassionata discussione tra studiosi, tribuite al caso dell’americano William Howard Mumler, che nel 1861 catturò l’attenzione dei circoli spiritisti presentando immagini rivelatrici di apparizioni spontanee invisibili all’occhio umano, in realtà frutto di un’accidentale doppia esposizione. Nulla di paranormale dunque, ma di provvidenziale forse si. Nella vicenda di Mumler si presentano


Diorama Magazine: ISSUE 03 / Interferenze