Issuu on Google+

Caro Concittadino, nella città di Aprilia, ogni abitante produce mediamente oltre 500 kg di rifiuti ogni anno. Di questo, soltanto il 10% è avviato a riciclo, il resto finisce in discarica a danno delle falde acquifere e della terra, oppure in inceneritore, a danno anche dell’aria. E’ per evitare questo impatto negativo sulle nostre vite che tutti dobbiamo dimostrare maturità sui temi ambientali impegnandoci in una buona raccolta differenziata facendo sì che lo smaltimento dei rifiuti in discarica o all’inceneritore sia solo una possibilità davvero residua e minima. Ecco perchè il Comune di Aprilia si appresta ad estendere la raccolta porta a porta anche nella Vostra zona: un sistema in cui i rifiuti vengono ritirati dopo che, in giorni stabiliti, gli utenti hanno posto sul marciapiede esterno alla propria abitazione i contenitori di specifici materiali. Forse all’inizio vi occorrerà più fatica per cambiare le vostre abitudini, ma presto coglierete la comodità di non dover andare fino al cassonetto stradale con il sacchetto in mano. Desidero concludere con le parole espresse dal compianto Domenico D’Alessio, che tanto ha creduto nel porta a porta e che scrisse agli abitanti del quartiere Montarelli: “questo tipo di raccolta comporta un maggiore impegno da parte tua e nostra, ma sono sicuro che insieme sapremo lavorare al meglio per la nostra città”. Il Sindaco Antonio Terra

Cari concittadini che vi apprestate a partire con questo nuovo servizio, scegliere di differenziare il rifiuto non è soltanto un modo per recuperare quei molti materiali che con troppa leggerezza vengono gettati nell’indifferenziato e definiti “rifiuti“ quando invece possono essere “risorsa”, ma è un modo per ridurre i costi di smaltimento a favore di posti di lavoro e per migliorare il decoro del proprio quartiere. Superati i primi giorni di difficoltà, nei quali potrete contare sull’aiuto dell’Assessorato, vi renderete conto di quanto sia più facile e logico fare la raccolta differenziata. Con l’augurio di un futuro più sano, sotto tutti i punti di vista. L’Assessore all’Ambiente, Ecologia ed Energia Alessandra Lombardi 2

Le 3 erre... La comunità Europea e lo Stato italiano in tema di rifiuti hanno creato una gerarchia che si riassume in tre erre: Riduzione dei rifiuti

Riuso degli oggetti e dei materiali

Riciclaggio delle materie

RIDUZIONE DEI RIFIUTI Ogni occidentale produce ogni anno oltre 500 Kg di spazzatura: le nostre città sono sempre più ostaggio dei rifiuti, è quindi diventato urgente invertire questa tendenza! Ogni singola persona può essere protagonista della riduzione dei rifiuti: attraverso le proprie scelte decide quale impronta lasciare su questa terra, infatti non si può dimenticare che tutti i materiali non differenziati finiscono in discarica (inquinando la nostra terra e le nostre acque) o inceneriti (inquinando anche l’aria che respiriamo). Ognuno di noi può attivarsi per essere parte di un positivo cambiamento e vederne la differenza nel proprio carrello della spesa, nella propria pattumiera e persino nel proprio portafogli. Come? Valutando l’impatto ambientale di ciò che acquistiamo: il tipo di imballaggio, la reale utilità, la convenienza (porzioni familiari = meno imballaggio + convenienza), la durata, la ricaricabilità, la provenienza (se viene da lontano viaggiando per molti chilometri ha inquinato di più). Un esempio? Una pila ricaricabile si può riutilizzare fino a mille volte il che comporta oltre al risparmio per l’ambiente di mille pile tradizionali (difficili da recuperare e se gettate nell’indifferenziato molto inquinanti) anche un grande risparmio per chi l’acquista (con una cifra stimata, costi di ricarica compresi, di circa 180 euro ogni pezzo). LA RIDUZIONE passa anche attraverso molte iniziative con le quali il Comune può agevolare e incentivare il cittadino; alcune sono già state avviate con successo come il compostaggio domestico, gli incentivi all’acquisto dei pannolini lavabili, le ecofeste di quartiere, gli incentivi ai commercianti che vendono prodotti alla spina, le fontanelle di acqua filtrata nelle scuole e altre iniziative sono in arrivo. RIUSO DEGLI OGGETTI E DEI MATERIALI Usare il prodotto fino all’ultimo grammo, riusare, rammendare, ridipingere, trasformare ciò che non serve in qualcosa di utile ad altre persone o ad altri usi, oltre a ridurre rifiuti aiuta la nostra creatività e ci fa risparmiare evitandoci di comprare nuovi oggetti. Un esempio? Utilizzare i sacchetti della pasta per avvolgere le merende, tagliare i guanti di gomma per farne elastici, utilizzare i vecchi asciugamani per farne stracci da pavimenti...sono solo alcune delle idee che fanno risparmiare rifiuti all’ambiente e soldi a chi le mette in atto.

3

RICICLAGGIO DELLE MATERIE Quando l’oggetto è proprio da gettare via allora è importante fare la raccolta differenziata. La raccolta porta a porta in particolare avviene su ogni marciapiede frontale alle abitazioni dove i cittadini secondo un calendario e orari specifici (dal tramonto alle 6:00 del mattino) portano i relativi contenitori o sacchi per poi ritirarli a svuotamento avvenuto. Da marzo 2012 la Comunità Europea ha uniformato i colori della Raccolta porta a porta che quindi ad Aprilia risulteranno diversi dai cassonetti stradali (e dal quartiere Montarelli avviato nel 2010).

...e le 3 esse Separare i materiali diversi

Svuotare accuratamente

Schiacciare plastica e cartoni

Separare:

per recuperare al meglio i diversi materiali bisogna separare le tipologie differenti: le scatole dai farmaci, i tappi dai barattoli, le etichette dalle bottiglie, l’involucro di plastica dal cartoncino ecc...

Svuotare:

perché possano essere riciclati i contenitori di vetro, plastica e metalli vanno svuotati accuratamente (si consiglia di sciacquarli per evitare cattivi odori)

Schiacciare: per ottimizzare lo spazio e limitare i trasporti cartoni e bottiglie di plastica vanno schiacciati così da ridurre il loro volume.

Le Ecofeste di quartiere

• • • • •

Comitati di quartiere, associazioni e parrocchie nel ruolo di coordinatori delle feste presenti nel territorio possono richiedere il marchio di EcoFesta e ottenere la riduzione della Tariffa Rifiuti giornaliera se si impegnano a promuovere: azioni di riduzione dei rifiuti come la sostituzione di stoviglie usa e getta con altre lavabili o compostabili, uso di caraffe per l’acqua, bottiglie con vuoto a rendere. la raccolta di rifiuti differenziati (compresi olii da frittura) prodotti durante la festa. i prodotti da agricoltura biologica e/o locale. l’informazione dei partecipanti sulla corretta raccolta differenziata. azioni di sensibilizzazione come laboratori di riciclaggio o riuso.

Il modulo è scaricabile dal sito www.comunediaprilia.gov.it oppure disponibile presso l’Assessorato Ambiente ed Ecologia, Piazza dei Bersaglieri e va consegnato all’ufficio protocollo di Piazza Roma.

4

Il compostaggio domestico Il primo passo verso la riduzione dei rifiuti intrapreso da questa Amministrazione è stato la promozione del compostaggio domestico. Il 30% dei rifiuti prodotti da ogni famiglia è costituito da rifiuto organico (rifiuti di cucina, bucce, tovaglioli in carta, piccole potature, ecc.) che in discarica costituisce un problema ambientale oltre che uno spreco, mentre se trattato in proprio si trasforma in un ottimo fertilizzante naturale. Per questo motivo il Comune di Aprilia mette a disposizione le compostiere per i propri cittadini che dispongano di un’area verde e decidano di trattare in proprio la frazione organica riutilizzando il compost ottenuto nel proprio giardino. Tali cittadini otterranno uno sconto sulla Tariffa Rifiuti pari a 10 €/anno per ogni componente della famiglia. Si può richiedere il modulo di iscrizione all’albo dei compostatori o scaricarlo dal sito del comune alla sezione Ecologia e Ambiente - Moduli www.comunediaprilia.gov.it

Compostare conviene!!! conviene all’ambiente... conviene al nostro orto e ai nostri fiori...

Rifiuti organici

conviene perche’ si ottiene uno sconto...

Il ciclo del compost

Impiego

Il processo di produzione del compost imita il ciclo della natura

Compost

Compostiera

Batteri e insetti decompositori

5

I prodotti alla spina Molti prodotti per l’igiene della casa e della persona, o prodotti alimentari (vino, olio, cereali...) sono vendibili “alla spina” in modo che il cliente possa riutilizzare i contenitori moltissime volte. Questa buona pratica fa risparmiare all’ambiente molti flaconi quindi l’Amministrazione vuole incentivarla: i commercianti che installino distributori di prodotti alla spina hanno diritto a detrarre dalla Tarsu l’area del negozio occupata da tali apparecchiature. Bisogna recarsi presso l’ufficio tributi con la planimetria del locale e la documentazione attestante l’installazione dei distributori. Si può anche chiedere di essere inseriti sul sito e nel materiale informativo del Comune dando così la giusta visibilità al proprio negozio.

I pannolini lavabili Un prodotto ecologico, economico e salutare. Ogni bambino consuma nei primi tre anni di vita circa una tonnellata di pannolini per i quali la famiglia spende mediamente € 2.500. I pannolini lavabili: • si lavano in lavatrice • fanno risparmiare alle famiglie oltre € 1.500 a bambino • riducono il rischio di arrossamenti • favoriscono il passaggio più precoce al vasino (intorno ai 18 mesi) • riducono la quantità di rifiuti prodotti. L’unico punto debole di questo meccanismo virtuoso è che la famiglia per acquistare il kit di pannolini lavabili deve spendere mediamente 250/300 €, quasi sempre in un’unica soluzione. È in questa spesa iniziale che si inserisce il progetto che prevede il rimborso del 50% della spesa sostenuta per l’acquisto di un kit, fino ad un massimo di € 150,00 per bambino; le famiglie residenti nel Comune di Aprilia con figli di età compresa da zero a 30 mesi possono fare richiesta compilando l’apposito modulo completo di fattura o scontrino fiscale che riporti chiaramente la dicitura “pannolini lavabili”. Il modulo è scaricabile dal sito www.comunediaprilia.gov.it oppure disponibile presso l’Assessorato Ambiente ed Ecologia, Piazza dei Bersaglieri e va consegnato all’ufficio protocollo di Piazza Roma. Hanno finora aderito al progetto: • Farmacia Ratuis (Montarelli), • Alimentari Bio (via Verdi ang. Crollalanza), • Coop e IperCoop

6

VIA

VER DI V IA

RT OG

AL

LO

I

PO

O

VIA MASCAGNI

NIN

VIA

OR M

TO SC A

VIA

PO

NT

A

• Contenitori di vernici (anche con etichetta “T” e “F”) • Materiali plastici: cassette, sedie, giochi, mobili da giardino, bacinelle • Materiali Legnosi: pallets, casse e cassette, mobili, mensole, ecc. • Pneumatici (senza cerchioni) • Farmaci (senza scatola e istruzioni) • Abiti • Pile e Batterie • Resti animali (pelle, ossa, ecc.) Suggerimenti per un più facile uso dell’Ecocentro • separare a casa i materiali per tipologie (carta, ferro, vetro, ecc); • la ceramica va conferita nel contenitore degli inerti; • specchi, polistirolo e cartongesso vanno negli ingombranti;

L’olio da frittura (ma anche l’olio di conservazione dei prodotti in scatola) smaltito nel water o nel lavandino inquina le acque superficiali, il mare, le falde e la terra e pregiudica il buon funzionamento dei depuratori. Invece l’olio portato all’Ecocentro diventa biodiesel quindi un carburante totalmente riciclato. Puoi raccoglierlo in un qualsiasi contenitore (taniche dell’acqua distillata, o dello stesso olio) e puoi riutilizzare lo stesso contenitore più e più volte. Trovi l’apposito adesivo per creare il tuo personale contenitore dell’Olio presso l’Ecocentro di via Portogallo.

7

VIA GUARDAPASSO

VIA

VIALE EUROPA

NEN SE DE IM ILL E

VIA

NET TU VIA

Stadio Q. Ricci

IN

• Olii alimentari esausti: olii e grassi vegetali o animali da frittura, olii da condimenti o di conservazione • Olii minerali esausti • Sfalci e potature • Rifiuti ingombranti: (anche a domicilio su prenotazione alla Progetto Ambiente 06.92727971): arredi in legno, plastica e metallo, reti, materassi, infissi • RAEE: piccoli e grandi elettrodomestici, lampadine e tubi neon, stampanti, fax, cellulari, ecc. • Materiali metallici: infissi, tubi, rubinetteria, pentolame, reti in ferro, ecc. • Inerti: sanitari, mattonelle, piatti in ceramica, porcellana e pirex, mattoni, scarti di cemento (NO Eternit) • Carta e Cartoni

CETO

DI

RI

ARRO

VIA C

. BAR VIA D

SPE

DO

L’Ecocentro è riservato ai residenti o contribuenti nel Comune di Aprilia ed è GRATUITO

GA

AL

orario: dal LUNEDI al VENERDI 10:00-14:00 SABATO: 8:00-14:00 1ª DOMENICA DEL MESE 9:30-13:30

CI

P.zza Roma

DE

A VI

Via Portogallo, snc Tel. 06.92859041

RD UC

EO

VIA

CA

AN TT CA

l’Ecocentro Comunale

VIA

Organico / Umido

Contenitore marrone

Rifiuto organico: è il rifiuto prodotto dagli scarti di cucina (bucce di frutta, residui di verdura, avanzi di cibo), che rappresenta circa il 30% dei rifiuti prodotti. La sua naturale collocazione è l’impianto di compostaggio, che, con un processo controllato, trasforma tale rifiuto in fertilizzante. È importante raccoglierlo in maniera differenziata perché, se smaltito in discarica, oltre a perdere le sue innate caratteristiche ottimali per la fertilizzazione, crea anche notevoli problemi ambientali. È inoltre fondamentale raccoglierlo in buste di materiale biodegradabile perché altrimenti il materiale organico contaminato sarà difficilmente recuperabile.

Sì 

N.B.: Utilizzare esclusivamente i sacchetti in mater-bi o in carta distribuiti presso l’Ecocentro o quelli in mater-bi dei supermercati con dicitura “OK COMPOST”

Scarti di cucina, avanzi di cibo, alimenti avariati, gusci d’uovo, scarti di verdura e frutta, fondi di caffè, filtri di thè, piccoli pezzi di legno, fiori recisi e piante domestiche, pane vecchio, salviette e tovaglioli di carta, ceneri spente di caminetti, piccole ossa, conchiglie e lische di pesce. Tutto ciò che è di origine vegetale o animale.

Con 3 kg di rifiuto umido si produce 1 kg di compost

No 

Pannolini, assorbenti, capsule di caffè e tutto ciò che non è vegetale o animale. 8

Carta e Cartone

Contenitore blu

Carta, cartone e TetraPak: costituiscono circa il 25% dei rifiuti che produciamo nella nostra quotidianità lavorativa e familiare (giornali, riviste, quaderni, libri, imballaggi in cartone, contenitori per bevande). Si tratta di materiali facili da raccogliere e differenziare, ma è importante che non siano presenti impurità (carta plastificata, carta oleosa, etc.). Il processo di recupero permette di produrre carta e cartone riciclato, pronto per un nuovo uso (la quasi totalità dei quotidiani in Italia viene prodotta con carta riciclata).

Sì 

Cartoncino, fogli, giornali, libri, quaderni, riviste, scatole e scatolette, contenitori in TetraPak (quelli del latte e delle bibite senza il tappo di plastica).

N.B.: i contenitori in TetraPak vanno svuotati e schiacciati. I cartoni devono essere solo schiacciati.

No 

Carta o cartone unti o sporchi di cibo, nylon, cellophane, carta plastificata, oleata, metallizzata e carbone, tovaglioli e fazzoletti di carta.

Producendo una tonnellata di carta riciclata si risparmiano: 15 alberi, 438.200 litri di acqua, 4.900 kWh di energia elettrica, pari al consumo medio annuo di quasi due famiglie

N.B.: carta, cartone e TetraPak vanno conferiti senza sacchetto o con sacchetto di carta.

9

Plastica e Metalli

Sacco giallo

Plastica e metalli: sono i materiali che più frequentemente vengono utilizzati per gli imballaggi. L’abbandono della plastica nell’ambiente costituisce un serio problema, perché questo materiale non è biodegradabile. La raccolta differenziata ne consente perciò un riuso, molto importante soprattutto nell’ottica dell’attuale dipendenza della nostra società da tale materiale. Il processo di recupero permette di ottenere da questo rifiuto dei prodotti di pronto uso nei più disparati settori (gli indumenti in pile sono realizzati con plastica riciclata), lo stesso si può dire per il recupero dei metalli.

Sì 

Bottiglie, coperchi, flaconi, lattine, bombolette, pentolame, bicchieri, piatti e posate usa e getta, sacchetti, scatolette, vaschette (anche d’alluminio), vasetti, tappi a vite e a corona, coperchi di metallo, cassette e reti per frutta e verdura, poliaccoppiati (plastica-alluminio es. sacchetti patatine).

N.B.: i piatti usa e getta, come le vaschette d’alluminio, vanno privati il più possibile dei residui di cibo (non è necessario lavarli). I contenitori vanno svuotati e schiacciati per ridurre l’ingombro (si consiglia di sciacquare per evitare cattivi odori).

No 

Contenitori pericolosi* o infiammabili* (etichettati “T” o “F”), tubi in plastica*, giocattoli*, oggetti in gomma e plastica*, materiali ingombranti in plastica* o metallo* (sedie, mobili, reti, ecc.).

Con 13 barattoli di pelati si fabbrica una pentola nuova; Con 360 lattine si fabbrica una bicicletta da corsa; Per ogni lattina riciclata si risparmia la corrente necessaria a tenere accesa la TV per 3 ore.

* da conferire presso l’Ecocentro Comunale

10

Vetro Vetro

Contenitore verde

Vetro: il vetro è un altro materiale molto diffuso, costituisce infatti circa il 10% dei rifiuti. Grazie alle sue caratteristiche fisiche che ne fanno il contenitore ideale per i liquidi è divenuto un materiale di larghissimo utilizzo. Il vetro può essere riciclato all’infinito senza perdere mai le proprie qualità permettendo di ottenere sempre nuovi oggetti (contenitori, bicchieri, etc.).

Sì 

Barattoli, bicchieri, bottiglie, flaconi, vasetti e contenitori in genere (privati del tappo metallico).

No 

Contenitori in pirex*, piatti e stoviglie in ceramica e porcellana*, lampadine e neon*, specchi*, lastre di grandi dimensioni*, polistirolo, cristallo.

Produrre oggetti con vetro riciclato permette, rispetto al vetro di prima generazione, di risparmiare sulle emissioni di CO2, sull’utilizzo dell’acqua e sul calore dei forni di fusione

N.B.: i contenitori vanno svuotati (si consiglia di sciacquare per evitare cattivi odori); il vetro va conferito nel contenitore senza sacchetto.

* da conferire presso l’Ecocentro Comunale

11

Secco / Indifferenziato

Contenitore grigio

Secco/Indifferenziato: di tutti i rifiuti che produciamo meno del 20% non è riciclabile, questo vuol dire che una buona raccolta differenziata potrebbe arrivare all’80% con grandi vantaggi. • Per l’ambiente: minore ricorso a discariche e termovalorizzatori e conseguenti impatti ambientali; • per le risorse naturali: riutilizzo dei materiali riciclabili con minore sfruttamento delle materie prime (es.: 1 tonnellata di carta riciclata salva 3 alberi alti 20 metri); • per l’occupazione: maggiori addetti necessari per la raccolta porta a porta; • per l’economia: minori costi di discarica e di ecotassa.

Sì 

tutto quello che resta dopo aver fatto bene la raccolta differenziata: accendini, appendiabiti, bigiotteria, carta composita (es. oleata), candele, capelli, collant, compact disk, DVD, gomma, giocattoli, lamette, lampadine a incandescenza*, lumini, maniglie, mozziconi, musicassette, nastro adesivo, pannolini, pellicole fotografiche, penne, sacchi per aspirapolvere, spazzolini.

N.B.: le famiglie con bambini piccoli o invalidi che utilizzano pannoloni dovranno comunicarlo al 0692727971 e potranno usufruire di ulteriori svuotamenti settimanali dedicati ESCLUSIVAMENTE alla raccolta di pannolini e pannoloni.

L’impatto ambientale di un prodotto deriva per il 78% dai materiali di imballaggio quindi la scelta di un prodotto o un altro può fare la differenza:

No 

Tutti i materiali riciclabili, quelli pericolosi, gli ingombranti, pile e farmaci.

acquistare un dentifricio in tubetto senza l’involucro in cartoncino, fa risparmiare il 51% delle emissioni e il 39% dell’impatto sull’ambiente.

* da conferire presso l’Ecocentro Comunale

12

contenitori stradali: Contenitori T/F bianco/verde

Contenitori Farmaci bianco/verde

Contenitori di prodotti tossici o infiammabili. N.B.: gettare eventuali tappi in plastica nei cassonetti blu.

Farmaci avanzati o scaduti. N.B.: le confezioni (scatola e istruzioni) vanno conferite nei contenitori della carta.

Contenitori Pile esaurite grigio/nero

Contenitori abiti giallo Vestiario, tessuti, coperte, tendaggi e accessori (borse, scarpe e cinte), giocattoli funzionanti. N.B.: gli indumenti vanno conferiti in sacchetti ben chiusi.

Pile di varie dimensioni. N.B.: le confezioni vanno conferite nei contenitori della carta e/o plastica.

contenitori porta a porta:

Organico Umido

Carta e Cartone

Plastica e Metalli

Vetro

Secco Indifferenziato

N.B.: i maniglioni vanno posti in verticale o piegati in avanti per attivare il blocco antirandagismo del coperchio. Si ricorda che i contenitori concessi in comodato d’uso gratuito restano di proprietà del Comune pertanto in caso di trasferimento devono essere restituiti.

13

Lunedì SECCO E INDIFFERENZIATO

Martedì ORGANICO UMIDO

Mercoledì CARTA E CARTONE

Giovedì VETRO

Venerdì PLASTICA E METALLI

Sabato ORGANICO UMIDO

Lunedì SECCO E INDIFFERENZIATO

Martedì ORGANICO UMIDO

Mercoledì CARTA E CARTONE

Giovedì ORGANICO UMIDO

Venerdì PLASTICA E METALLI

VETRO

Sabato ORGANICO UMIDO

I contenitori vanno esposti ben visibili di fronte alla propria abitazione la sera precedente o entro le ore 06:00 del mattino con il maniglione in avanti e ritirati dopo lo svuotamento

Spesso i cittadini non conoscono tutti i servizi offerti dal nostro Comune, oppure non sanno in quale contenitore buttare un determinato rifiuto, con il rischio che non venga riciclato o, peggio, finisca nel contenitore sbagliato. Inoltre la normativa sulla raccolta differenziata è in costante evoluzione e quindi è necessario avere uno strumento diretto di aggiornamento in tempo reale. Da oggi è possibile scaricare gratuitamente il “Dizionario dei Rifiuti”, una App con molteplici funzioni: • • • •

DIZIONARIO (dove buttare e cosa) CALENDARIO DELLA RACCOLTA PORTA A PORTA (e promemoria festività) INFORMAZIONI VARIE SERVIZI DI RACCOLTA A DOMICILIO

COME FUNZIONA? La App Dizionario dei Rifiuti è disponibile gratuitamente sia per dispositivi Android che per iPhone e iPad. Al suo primo avvio va inserito il nome del Comune di Aprilia che rimarrà registrato per gli accessi successivi. Una volta effettuato il primo accesso sarà possibile utilizzare tutte le funzionalità della App.

14

15 AGOSTO 2014

NATALE 2013

11-AGO-14 LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

12-AGO-14 MARTEDÌ

ORGANICO

13-AGO-14 MERCOLEDÌ

CARTA

14-AGO-14 GIOVEDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

23-DIC-13

LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

15-AGO-14 VENERDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

24-DIC-13

MARTEDÌ

ORGANICO

16-AGO-14 SABATO

ORGANICO

25-DIC-13

MERCOLEDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

26-DIC-13

GIOVEDÌ

CARTA

27-OTT-14 LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

27-DIC-13

VENERDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

28-OTT-14 MARTEDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

28-DIC-13

SABATO

ORGANICO

29-OTT-14 MERCOLEDÌ

CARTA

30-OTT-14 GIOVEDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

1 NOVEMBRE 2014

CAPODANNO 2013-14 e BEFANA 2014 30-DIC-13

LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

31-OTT-14 VENERDÌ

ORGANICO

31-DIC-13

MARTEDÌ

ORGANICO

01-NOV-14 SABATO

SERVIZIO NON EFFETTUATO

01-GEN-14 MERCOLEDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

08 DICEMBRE 2014

02-GEN-14 GIOVEDÌ

CARTA

07-DIC-14

LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

03-GEN-14 VENERDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

08-DIC-14

MARTEDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

04-GEN-14 SABATO

ORGANICO

09-DIC-14

MERCOLEDÌ

ORGANICO

05-GEN-14 DOMENICA

INDIFFERENZIATO

10-DIC-14

GIOVEDÌ

CARTA

06-GEN-14 LUNEDI

SERVIZIO NON EFFETTUATO

11-DIC-14

VENERDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

12-DIC-14

SABATO

PASQUA 2014 20-APR-14 DOMENICA

ORGANICO

INDIFFERENZIATO

NATALE 2014

21-APR-14 LUNEDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

22-DIC-14

LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

22-APR-14 MARTEDÌ

ORGANICO

23-DIC-14

MARTEDÌ

ORGANICO

23-APR-14 MERCOLEDÌ

CARTA

24-DIC-14

MERCOLEDÌ

CARTA

24-APR-14 GIOVEDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

25-DIC-14

GIOVEDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

25-APR-14 VENERDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

26-DIC-14

VENERDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

26-APR-14 SABATO

ORGANICO

27-DIC-14

SABATO

ORGANICO

1 MAGGIO 2014

CAPODANNO 2014-15

28-APR-14 LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

29-DIC-14

LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

29-APR-14 MARTEDÌ

ORGANICO

30-DIC-14

MARTEDÌ

ORGANICO

30-APR-14 MERCOLEDÌ

CARTA

31-DIC-14

MERCOLEDÌ

01-MAG-14 GIOVEDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

01-GEN-15 GIOVEDÌ

02-MAG-14 VENERDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

CARTA SERVIZIO NON EFFETTUATO

02-GEN-15 VENERDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

03-GEN-15 SABATO

ORGANICO

2 GIUGNO 2014

BEFANA 2015

01-GIU-14 LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

05-GEN-15 LUNEDÌ

INDIFFERENZIATO

02-GIU-14 MARTEDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

06-GEN-15 MARTEDÌ

SERVIZIO NON EFFETTUATO

03-GIU-14 MERCOLEDÌ

ORGANICO

07-GEN-15 MERCOLEDÌ

ORGANICO

04-GIU-14 GIOVEDÌ

CARTA

08-GEN-15 GIOVEDÌ

CARTA

05-GIU-14 VENERDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

09-GEN-15 VENERDÌ

PLASTICA E METALLI + VETRO

06-GIU-14 SABATO

ORGANICO

10-GEN-15 SABATO

ORGANICO

15

Biro Ecocentro

Ritiro su chiamata

Biscotti

Umido

Indumenti

Blister di lenti a contatto o caramelle (vuoti)

Carta e Cartone

Pile Esaurite

Bombola del gas vuota

Vetro

Farmaci scaduti

Plastica e Metalli

Contenitori T/F

Bombolette spray (con dicitura T o F) Bomboletta spray (senza dicitura T o F)

Secco/Indifferenziato

Borse in pelle/ tela/ nylon Bottiglie di plastica delle bevande Bottiglie vetro (senza tappo)

A

Brik del latte/ succhi di frutta (Tetra Pak)

Abiti

Bucce della frutta

Accendini

Bulloneria

Agende in carta e/o cartoncino

Buste per alimenti (pasta, salatini)

Alimenti scaduti (privi di contenitori)

Buste per la spesa in nylon

Apparecchi elettronici (TV, PC, FAX...) Appendiabiti di metallo

Tintorie /

C

Appendiabiti in plastica

Calendari

Armadi e ante

Calcinacci (no Eternit)

Aspirapolvere

Caffè (anche in cialde)

Assorbenti igienici

Caffè in capsule di plastica

Avanzi di pasti freddi di cucina

Capelli Caraffe vetro

B

Carne

Bacinelle

Carta assorbente per cucina

Barattoli in metallo (vuoti e puliti)

Carta (non unta o sporca)

Bastoncini del gelato Bastoncini igienici per le orecchie

Carta Sporca (di prodotti non organici o detergenti)

Batterie per auto

Carta da pacchi

Bicchieri di plastica usa e getta

Carta del pane

Bicchieri di vetro

Carta da forno

16

Rivenditori Autorizzati

Carta lucida da disegno

D

Carta da alimenti (formaggi o affettati)

Damigiane Demolizioni da manutenzioni omestiche

Carta in alluminio

Depliant / pieghevoli non plastificati

Carta per usi grafici (da disegno, per stampanti)

Divani

Cartone ondulato

DVD

Cartoni delle pizze unti

E

Cartoni delle pizze non unti

Elettrodomestici in genere

Cassette audio

Erba (piccole quantità)

Cassette della frutta in legno

Erba (grandi quantità)

Cassette della frutta in plastica

Escrementi animali

Cassette della frutta in cartone

F

Cavi elettrici

Faldoni per uffici senza anelli

CD / DVD audio e informatici

Farmaci

Cenere da sigaretta

Fazzoletti di carta

Cenere del caminetto

Ferro da stiro

Cerchioni di pneumatici

Filtri da tè o tisane

Cerotti

Finestre

Chiusura yogurt in carta stagnata

Fiori

Chiusure metalliche/capsule per conserve

Flaconi per detersivi, shampoo,... Floppy disk

Cibo (avanzi crudi e cotti)

Fogli pubblicitari, volantini e avvisi

Cocci di vasi o piatti in ceramica

Fogliame

Colle e collanti

Fondi di caffè

Computer

Formaggi

Contenitori da cucina in plastica

Fotocopie

Contenitori prodotti per l’igiene in plastica

Fotografie e pellicole fotografiche

Contenitori di carta (merendine...)

Frigoriferi e Freezer

Contenitori sale e zucchero di carta

Frutta

Coperte

G

Cozze e conchiglie varie

Giocattoli funzionanti

Cristalli

Giocattoli non funzionanti

Cucine elettriche e a Gas

Giornali

Custodie CD/DVD

Gomma da masticare

17

P

Gusci d’uovo

Pallets

I Imballaggi in carta e cartone

Pane

Imballaggi in plastica

Pannolini e pannoloni

Insetticidi

Pasta Peli e piume

L

Pellicola di cellophane

Lamette da barba Lampadine a incandescenza

Peluche

Lastre in vetro

Pesce

Lattine per bevande e per olio

Piatti di plastica usa e getta

Lavabi

Piatti in ceramica

Lavatrici

Pile per elettrodomestici e telefonini

Legno da potatura

Pneumatici

Letti

Polistirolo

Lettiere di animali domestici

Poltrone

Libri

Polvere

Lucidatrice

Porcellane

Lucido da scarpe

Porte

M

Posate di plastica usa e getta

Manufatti in ferro e legno Materassi Medicinali

Q

Mobili

Quaderni

Mouse

Quadri

Mozziconi di sigarette e sigari R

N

Radiografie

Neon / Lampadine a fluorescenza

Ramaglie e residui da orto

Noccioli della frutta

Rasoi

O

Reti metalliche

Occhiali

Riso

Olio esausto per auto Olio per uso domestico/frittura

Riviste non plastificate

Ossi (piccole quantitĂ )

Rubinetteria

18

S

T

Sacchetti dell’aspirapolvere

Tamponi per timbri

Sacchetti, buste e tabulati di carta

Tappezzerie Tappi in sughero

Sanitari

Tappi di metallo

Scaffali

Tastiere per computer

Scarpe

Teglie in alluminio

Scarponi da sci

Telefoni (cellulari e non)

Scontrini

Tende e tendaggi Termometro al mercurio

Sdraio

Termosifoni

Sedie

Tetra Pak

Segatura non unta

Toner di stampanti e fotocopiatrici

Segatura imbevuta di oli vegetali o animali Segatura imbevuta di detergenti o sostanze chimiche

Torsoli Tovaglioli di carta usati Tubetti in plastica

Semi

Tubetti in alluminio

Serramenti

Televisioni, monitor

Sfalci da giardino/prati/potature U

Siringhe

Uova

Smacchiatori e solventi

V

Spazzola per capelli

Vasca da bagno

Spazzolino da denti

Vaschette alimenti in plastica

Specchi

Vaschette alimenti in polistirolo

Spugna naturale

Vasi e vasetti di vetro senza tappo

Spugna sintetica

Vasi e vasetti in ceramica

Stampanti

Vasetti dello yogurt in plastica

Stoffa in genere

Vasetti dello yogurt in vetro Verdura

Stracci

Vernici

Strisce depilatorie

Vestiario (abiti e accessori)

Strumenti musicali

Vetri da serramenti o rotti

Stucchi

Videocassette

Stuzzicadenti

Volantini / opuscoli

19

APRILIA

Città di Aprilia

Assessorato all’Ambiente

Per ritiro a domicilio Progetto Ambiente

06 9272 7971 Ecocentro

06 9285 9041

Assessorato Ambiente

06 9286 3631

Campagna informativa sulla raccolta differenziata nella Città di Aprilia stampato su carta ecologica riciclata


Differenzio anch'io! Guida alla raccolta differenziata - Nuova Edizione Novembre 2013